Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

La dichiarazione di Tommaso è pura Trinità

Tutto ciò che riguarda la dottrina dei Testimoni di Geova.

Moderatore: polymetis

La dichiarazione di Tommaso è pura Trinità

Messaggiodi ryuzaki77 » 08/04/2013, 18:52

Ieri a messa si è letto il passo di Tommaso. Quando scoprì di avere davanti a se Cristo Gesù esclamò: "Mio Signore e mio Dio!".
Ora.
Ho letto questo passo sull'interlineare ed effettivamente il testo greco dice proprio "Mio Signore e mio Dio".
Poi sono andato a leggere la Traduzione del nuovo mondo e anche lì recita "Mio Signore e mio Dio".
Una domanda stupida: ma se Gesù non è Dio, per quale motivo Tommaso lo chiama "Dio"?
Ma voi ce lo vedete un anziano che durante un discorso dice "Gesù, il nostro Dio, si è manifestato nel 1914?"
Eppure credo proprio che Tommaso avrebbe detto così (a parte la balla del 1914).
Da notare che Gesù non lo corresse quando lo chiamò "Mio Dio".
Che ne pensate?
Avatar utente
ryuzaki77
Utente Senior
 
Messaggi: 510
Iscritto il: 26/09/2009, 8:22

Messaggiodi Ray » 08/04/2013, 19:03

ryuzaki77 ha scritto:Ieri a messa si è letto il passo di Tommaso. Quando scoprì di avere davanti a se Cristo Gesù esclamò: "Mio Signore e mio Dio!".
Ora.
Ho letto questo passo sull'interlineare ed effettivamente il testo greco dice proprio "Mio Signore e mio Dio".
Poi sono andato a leggere la Traduzione del nuovo mondo e anche lì recita "Mio Signore e mio Dio".
Una domanda stupida: ma se Gesù non è Dio, per quale motivo Tommaso lo chiama "Dio"?
Ma voi ce lo vedete un anziano che durante un discorso dice "Gesù, il nostro Dio, si è manifestato nel 1914?"
Eppure credo proprio che Tommaso avrebbe detto così (a parte la balla del 1914).
Da notare che Gesù non lo corresse quando lo chiamò "Mio Dio".
Che ne pensate?

Anche nel 5° vangelo o vangelo di Tommaso c'è qualcosina del genere....

16.) Gesù disse: - Quando vedete Colui che non è nato da donna, prostratevi col viso a terra ed adoratelo: Egli è il vostro Padre¹.
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 11560
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Messaggiodi enkidu » 08/04/2013, 20:28

la loro spiegazione è molto... ingenua ed assurda.
Secondo Loro, Tommaso avrebbe detto Mio Signore e mio Dio" come esclamazione, stupito per ciò che aveva visto. Come se avesse detto "perbacco".

iI fatto è che non può essere così in nessun modo, perché sarebbe una vera e propria bestemmia nominare Dio in questo modo.
enkidu
Utente Junior
 
Messaggi: 300
Iscritto il: 09/05/2011, 19:11

Messaggiodi Mario70 » 08/04/2013, 20:37

ryuzaki77 ha scritto:Ieri a messa si è letto il passo di Tommaso. Quando scoprì di avere davanti a se Cristo Gesù esclamò: "Mio Signore e mio Dio!".
Ora.
Ho letto questo passo sull'interlineare ed effettivamente il testo greco dice proprio "Mio Signore e mio Dio".
Poi sono andato a leggere la Traduzione del nuovo mondo e anche lì recita "Mio Signore e mio Dio".
Una domanda stupida: ma se Gesù non è Dio, per quale motivo Tommaso lo chiama "Dio"?
Ma voi ce lo vedete un anziano che durante un discorso dice "Gesù, il nostro Dio, si è manifestato nel 1914?"
Eppure credo proprio che Tommaso avrebbe detto così (a parte la balla del 1914).
Da notare che Gesù non lo corresse quando lo chiamò "Mio Dio".
Che ne pensate?

Divertiti a chiederlo ai tdg che incontri perché ti scompiscerai dalle risate ascoltando come si arrampicheranno sugli specchi.
Prima ti diranno che è diretta al Padre, al che gli farai notare quel "disse a LUI" che non lascia dubbi sul fatto che Tommaso risponde a Gesù, poi diranno che parlava a Gesù ma si riferiva al padre, come facciamo noi oggi con "Oh mio Dio" ma non esiste traccia di esclamazioni del genere fatte da ebrei (che sicuramente consideravano blasfeme), inoltre il doppio vocativo sarebbe pleonastico, altri ti diranno che "mio Signore" era rivolto a Gesù mentre "mio Dio" al Padre, ne ho sentite troppe caro mio per rimanere serio in questo post, ma purtroppo sono tutte affermazioni vere fatte da tdg... Questa è una di quelle scritture che vanno di traverso ai tdg più incalliti ed infatti l'ho sentita citare rarissimamente nei 30 anni che sono stato tdg nelle sale del regno.
«Ortodossia vuol dire non pensare, non aver bisogno di pensare. Ortodossia e inconsapevolezza son la stessa cosa.»

(1984) George Orwell
Avatar utente
Mario70
Utente Gold
 
Messaggi: 6048
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi ryuzaki77 » 09/04/2013, 6:45

Io sono stato vent'anni Testimoni di Geova ed è la prima volta che vedo questa scrittura. Non che non l'abbia mai letta, il passo di Tommaso e molto conosciuto. Ma non l'avevo mai vista con occhio critico. Il lavaggio del cervello fa saltare a piè pari qualunque controsenso. Sono sicuro che i testimoni che leggeranno questo post Si aggrapperanno a qualsiasi pseudo risposta dell'organizzazione. In fin dei conti non sono stati addestrati a cercare la verità ma solo conferme.
Avatar utente
ryuzaki77
Utente Senior
 
Messaggi: 510
Iscritto il: 26/09/2009, 8:22

Messaggiodi caribu70 » 09/04/2013, 7:39

Questo è uno dei passi biblici che ogni volta che lo ascolto in Chiesa ma anche nella lettura privata mi trasmette sempre qualcosa di diverso e di "emozionante"....è la professione di fede di Tommaso che in una sola frase racchiude in maniera semplice il sunto di tutta la predicazione che ha ascoltato da Gesù, cioè che quel Dio che li ha voluto al mondo (Tommaso e noi) si è fatto carne, si è immolato ed è risuscitato ed ora lo rivede in carne ed ossa che lo rassicura:sono io.....insieme a quel "«Signore, da chi andremo? Tu hai parole di vita eterna" (Gv 6,68) sono stati il punto cardine della mia ricerca di Dio.....
Ovviamente su questo i tdg sorvolano perchè approfondire questo passo significherebbe stravolgere completamente la loro dottrina che non crede in un Dio vicino all'uomo (fatto uomo) e soprattutto nel vero significato della morte e risurrezione di Gesù (così come deve essere intesa)
Allora Gesù gli disse: «Che vuoi che io ti faccia?». E il cieco a lui: «Rabbunì, che io riabbia la vista!» (Mc10,51)
Presentazione
Avatar utente
caribu70
Utente Senior
 
Messaggi: 563
Iscritto il: 04/01/2011, 22:32
Località: Cesena

Messaggiodi arwen » 09/04/2013, 7:47

enkidu ha scritto:la loro spiegazione è molto... ingenua ed assurda.
Secondo Loro, Tommaso avrebbe detto Mio Signore e mio Dio" come esclamazione, stupito per ciò che aveva visto. Come se avesse detto "perbacco".

iI fatto è che non può essere così in nessun modo, perché sarebbe una vera e propria bestemmia nominare Dio in questo modo.

:quoto100:
Presentazione

" Amore non è amore se muta quando scopre un mutamento o tende a svanire quando l'altro si allontana.
Oh no !. Amore è un faro sempre fisso che sovrasta la tempesta e non vacilla mai;
Amore non muta in poche ore o settimane, ma impavido resiste al giorno estremo del giudizio;
Se questo è errore e mi sarà provato, io non ho mai scritto, e nessuno ha mai amato. "
William Shakespeare
Avatar utente
arwen
Utente Gold
 
Messaggi: 6558
Iscritto il: 03/05/2010, 8:48


Torna a Argomenti dottrinali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici