Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Il battesimo dei bambini è scritturale?

Tutto ciò che riguarda la dottrina dei Testimoni di Geova.

Moderatore: polymetis

Messaggiodi Mauro1971 » 21/09/2017, 11:26

Achille ha scritto:Come spieghereste il fatto che i TdG, mentre da un lato dicono che loro non dicono mai bugie, riescano a fare dichiarazioni come questa?

«Per quanto riguarda i presunti coinvolgimenti di bambini l’associazione ricorrente asserisce che i bambini non possono divenire membri dell’associazione ma solo partecipare, con i loro genitori, alle attività religiose della comunità.»

Come possono riuscire a conciliare la Verità con questa, che - nei fatti - risulta essere una menzogna?


Credo ti risponderebbero che "quel bambino di 9 anni è risultato essere spiritualmente maturo al punto di potersi battezzare". Grossomodo è quello che risposero a me in altri lidi, tempo addietro.
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 8655
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi Vera Icona » 21/09/2017, 17:11

polymetis ha scritto:Visti gli effetti devastanti che il battisimo geovista ha in caso di abbandono successivo della setta, ossia il fatto che i tuoi parenti neanche ti risponderanno al telefono se decidi di rinunciare ad una scelta fatta a 9 anni, non si dovrebbe vietarlo ai minori di 14 anni?
Similmente nell'islam la pena dell'apostasia è la morte: non si dovrebbe vietare i riti di ingresso nell'islam ai minori di 14 anni?


Secondo me anche 14 anni sarebbero sempre pochi.
Avatar utente
Vera Icona
Utente Junior
 
Messaggi: 569
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

Messaggiodi Mauro1971 » 22/09/2017, 6:55

Ma perchè non fare come Gesù e mettere il battesimo a 30 anni per tutti?

La funzione sociale del battesimo Cattolico dei bambini quale sostituto dei riti di accettazione nella società è decaduto, facciamo 30 per tutti e via. Sarebbe l'età migliore a mio avviso.
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 8655
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi Testimone di Cristo » 22/09/2017, 7:56

Mauro1971 ha scritto:Ma perchè non fare come Gesù e mettere il battesimo a 30 anni per tutti?

La funzione sociale del battesimo Cattolico dei bambini quale sostituto dei riti di accettazione nella società è decaduto, facciamo 30 per tutti e via. Sarebbe l'età migliore a mio avviso.

Caro Mauro
Anche questo sarebbe un modo meccanico di improntare le cose.
Io per esempio mi sono battezzato a 28 anni circa, da 3 anni frequentavo la chiesa evangelica , ma mi convertii a Cristo Il Signore , un anno prima del battesimo, per scelta , dopo aver sperimentato l'Amore di Dio anche per la mia vita; ecco perchè mi battezzai, ma senza alcuna imposizione.
A mio avviso, non servirebbe improntare una data a riguardo.
Ciao
:sorriso:
Presentazione
Quanto ci Ama Gesù, Egli Donò la Sua Vita per noi
Luca 23,34 Gesù diceva: «Padre, perdona loro, perché non sanno quello che fanno».
Testimone di Cristo
Utente Junior
 
Messaggi: 785
Iscritto il: 12/12/2014, 12:30
Località: Caserta

Messaggiodi Achille » 08/11/2017, 11:44

Altro battesimo di persona matura e consapevole:

FB_IMG_1510083769296.jpg
FB_IMG_1510083769296.jpg (117.86 KiB) Osservato 568 volte
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 11940
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Mauro1971 » 08/11/2017, 12:04

Non conoscono vergogna.
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 8655
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi Testimone di Cristo » 08/11/2017, 15:48

Sembra non avere più di dieci anni la bambina; e poi parlano di pedo-battesimo cattolico :triste:
:ciao:
Presentazione
Quanto ci Ama Gesù, Egli Donò la Sua Vita per noi
Luca 23,34 Gesù diceva: «Padre, perdona loro, perché non sanno quello che fanno».
Testimone di Cristo
Utente Junior
 
Messaggi: 785
Iscritto il: 12/12/2014, 12:30
Località: Caserta

Messaggiodi polymetis » 08/11/2017, 16:36

Visto quello che rischia quella bambina se lascerà i TdG, ossia l'ostracismo dell'intera famiglia, il battesimo a quest'età è una violenza bella e buona.
Non c'è alcun parallelo possibile col battesimo cattolico che è solo e semplicemente l'irruzione della Grazia divina, e non ha le terribile conseguenze civili di quello dei TdG qualora si cessi di essere cattolici.

Ad maiora
Presentazione


Alla base delle scelte fondamentali del Nolano - a Londra come a Roma -, c'era il convincimento di appartenere alla "casa" dei filosofi, e che ad essa bisogna essere sempre fedeli, anche nei rapporti con i potenti della Chiesa e dello Stato, perché la casa della filosofia è la casa della verità: in un modo intelligente e anche astuto, certo, ma sempre fedeli. (Michele Ciliberto)
Avatar utente
polymetis
Moderatore
 
Messaggi: 4355
Iscritto il: 16/06/2009, 14:43

Messaggiodi Achille » 08/11/2017, 17:04

polymetis ha scritto:Visto quello che rischia quella bambina se lascerà i TdG, ossia l'ostracismo dell'intera famiglia, il battesimo a quest'età è una violenza bella e buona.
Non c'è alcun parallelo possibile col battesimo cattolico che è solo e semplicemente l'irruzione della Grazia divina, e non ha le terribile conseguenze civili di quello dei TdG qualora si cessi di essere cattolici.

Ad maiora
Inoltre questi battesimi di bambini contraddicono quello che i TdG hanno scritto in certe loro pubblicazioni. Per esempio:

«Il passo della dedicazione deve essere fatto soltanto dopo che l’individuo ha acquistato sufficiente conoscenza da poter decidere inequivocabilmente che vuole fare la volontà di Geova e non la propria volontà; altrimenti l’atto del battesimo sarebbe privo di significato. Ne consegue perciò che non sarebbe appropriato battezzare i neonati. L’individuo deve sapere perché viene battezzato. I bambini molto piccoli non hanno questo intendimento. E’ vero che Gesù disse: “Lasciate che i bambini vengano a me”. Ma non v’è alcuna prova che battezzasse qualche piccolo fanciullo o comandasse di battezzarlo. Anzi, essi dovrebbero essere ammaestrati dai genitori nella “disciplina e negli ammonimenti del Signore [Geova]”, per prepararsi a fare la dedicazione e il battesimo quando avranno approfondito il loro intendimento fino al punto di fare un’intelligente dedicazione.» (La Torre di Guardia, 15/11/62, pp. 681, 682).

I TdG, come si vede anche nella foto succitata, battezzano "bambini molto piccoli", che non sono certamente in grado di fare una scelta così coinvolgente e definitiva, dalle conseguenze irreversibili ed irreparabili, nel caso, una volta cresciuti, decidessero di cambiare idea.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 11940
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Achille » 08/11/2017, 17:15

Vera Icona ha scritto:Secondo me anche 14 anni sarebbero sempre pochi.
A 14 anni non si è considerati sufficientemente maturi per esercitare certi diritti - per esempio il voto - o per fare scelte importanti e fondamentali come per esempio contrarre un matrimonio.
Eppure sarebbe meno problematico per un ragazzo TdG di 14 anni sposarsi, nel caso la legge lo consentisse.
In determinate circostanze potrà in futuro, una volta cresciuto e aver acquisito maturità e altre consapevolezze, separarsi e anche divorziare dal coniuge, senza subire l'ostracismo per questa sua scelta.
Nel caso del battesimo invece non potrà più recedere senza subire devastanti conseguenze sociali, anche a livello familiare.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 11940
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Vera Icona » 08/11/2017, 22:08

polymetis ha scritto:Visto quello che rischia quella bambina se lascerà i TdG, ossia l'ostracismo dell'intera famiglia, il battesimo a quest'età è una violenza bella e buona.
Non c'è alcun parallelo possibile col battesimo cattolico che è solo e semplicemente l'irruzione della Grazia divina, e non ha le terribile conseguenze civili di quello dei TdG qualora si cessi di essere cattolici.

Ad maiora



Oggi non più.
Avatar utente
Vera Icona
Utente Junior
 
Messaggi: 569
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

Messaggiodi Francesco Franco Coladarci » 11/11/2017, 17:41

Vera Icona
Oggi non più.

Vuoi dire che non c'è più l'ostracismo? ( sono un poco indietro con le loro varie.....illuminazioni)
“Al di sopra del Papa, come espressione della pretesa vincolante dell’autorità ecclesiastica, resta comunque la coscienza di ciascuno, che deve essere obbedita prima di ogni altra cosa, se necessario anche contro le richieste dell’autorità ecclesiastica.”
(Cardinal Joseph Ratzinger )

skype: el_condor4
Avatar utente
Francesco Franco Coladarci
Moderatore
 
Messaggi: 3659
Iscritto il: 16/07/2009, 20:24

Messaggiodi Vera Icona » 12/11/2017, 20:59

Francesco Franco Coladarci ha scritto:Vera Icona
Oggi non più.

Vuoi dire che non c'è più l'ostracismo? ( sono un poco indietro con le loro varie.....illuminazioni)


Era riferito al cattolicesimo.
Avatar utente
Vera Icona
Utente Junior
 
Messaggi: 569
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

Messaggiodi Achille » 02/12/2017, 10:26

Nella "Torre di Guardia" (ed. per lo studio) di marzo 2018 incoraggiano molto il battesimo dei bambini. Penso che sia la prioma volta che viene pubblicato un articolo di studio interamente dedicato a questo argomento. Evidentemente, visto il calo di conversioni, cercano di raschiare il fondo del barile, incoraggiano questi battesimi infantili.

Interessante come rispondono alla domanda "E se mio figlio commettesse un peccato?":

12. Perché alcuni genitori vogliono che i figli rimandino il battesimo?
12 Spiegando le ragioni per cui scoraggiava sua figlia dal battezzarsi, una madre ha detto: “Mi vergogno a dirlo, ma il motivo principale era legato alla disassociazione”. Anche altri genitori pensano che sia meglio che i loro figli rimandino il battesimo fino a quando non abbiano superato l’età in cui si tende a fare errori stupidi (Gen. 8:21; Prov. 22:15). Forse ragionano: “Finché mio figlio non si battezza non potrà essere disassociato”. Perché una persona che fa questo ragionamento inganna sé stessa? (Giac. 1:22).


La preoccupazione di questi genitori è più che legittima. Essi sanno, infatti, che se il figlio verrà disassociato questo comprometterà in maniera disastrosa i rapporti con il resto della famiglia.
La risposta della WTS non tiene minimamente conto di questa preoccupazione:

13. Chi non è battezzato è meno responsabile davanti a Geova? Spiegate.
13 Nessun genitore vuole che i propri figli si battezzino prima di essere abbastanza maturi da fare una dedicazione che sia valida. Questo è normale, ma sarebbe un errore concludere che, non essendo battezzati, i figli non debbano rendere conto a Geova. Essere responsabili davanti a Geova non dipende dall’essere battezzati o meno, ma dal sapere quello che è giusto e sbagliato dal suo punto di vista. (Leggi Giacomo 4:17.) Quindi, anziché scoraggiare i figli dal battezzarsi, i genitori saggi si impegnano per dare il buon esempio. Desiderano aiutarli fin da piccoli a capire e apprezzare le elevate norme morali di Geova (Luca 6:40). Questa è la miglior protezione, perché così i figli saranno motivati a seguire le sue giuste norme (Isa. 35:8).


Quello che non dicono è che non si terrà in nessun conto il fatto che questa "scelta" (il battesimo) è stata fatta quando ancora il bambino non aveva la maturità per fare una scelta irreversibile e così compromettente.
Una volta che il bambino si battezza non potrà più tornare indietro. Anche dopo molti anni, se verrà disassociato, sarà ostracizzato dal resto dei "fratelli", compresi i suoi familiari.

L'articolo completo qui: https://www.jw.org/it/pubblicazioni/riv ... battesimo/
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 11940
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Socrate69 » 02/12/2017, 19:17

Ormai sono praticamente solo i figli che si battezzano a fare numero, anche da quello che mi viene riferito.
Ma avete notato la scrittura base dell'articolo ? Atti 22: 16, dove un certo Anania incoraggia Saulo a battezzarsi. Dunque abbinano erroneamente ma volutamente un passo in cui si stà incoraggiando un adulto maturo al battesimo, con un articolo che fà pressione sui genitori affinché facciano di tutto per far battezzare i figli, anche se giovanissimi; la foto in capo all'articolo con la bambina piccola sullo sfondo non lascia dubbi sulle intenzioni della WT.
L'ignorante afferma, il saggio dubita, il sapiente riflette - Aristotele

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3529
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44

Messaggiodi Achille » 29/01/2018, 15:11

«L'emozionatissimo Gabriele, di soli 13 anni, il più giovane, ha detto di aver scelto spontaneamente di battezzarsi per ricambiare l'amore di Dio e di Cristo. Ha poi aggiunto che come cristiano testimone di Geova, può ora impegnarsi di più nel far conoscere ad altri gli insegnamenti biblici.»

https://www.informazione.it/c/CFC15E33- ... N-SMETTERE

Quando si renderà conto - se mai se ne renderà conto... - di essere entrato in un culto che lo ha privato della sua libertà ed individualità e di aver aderito a dottrine erronee e prive di fondamento, non potrà più tornare sui suoi passi: "scelta" irrevocabile ed irrimediabile la sua, che condizionerà per sempre i rapporti con la sua famiglia e con tutte le persone (TdG) che lo circondano.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 11940
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Precedente

Torna a Argomenti dottrinali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici