Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Gv 17:3...il cavallo di battaglia dei tdg...

Tutto ciò che riguarda la dottrina dei Testimoni di Geova.

Moderatore: polymetis

Gv 17:3...il cavallo di battaglia dei tdg...

Messaggiodi wireless » 17/02/2010, 10:52

scrivo questo post perchè ho un pò di confusione in testa....come vi dicevo nella presentazione, studio quasi ogni giorno la Bibbia, da solo senza l'aiuto di nessun'altra persona....
dunque, i tdg , citandoti un solo versetto, credono di smontare tutto il cristianesimo, la Trinità, la Divinità di Gesù ecc..

Giovanni 17:3
Questa è la vita eterna: che conoscano te, il solo vero Dio, e colui che tu hai mandato, Gesù Cristo.

ma io gli ho fatto notare che lo stesso autore nella sua lettera dice:

1Giovanni 5:20
Sappiamo pure che il Figlio di Dio è venuto e ci ha dato intelligenza per conoscere colui che è il Vero; e noi siamo in colui che è il Vero, cioè, nel suo Figlio Gesù Cristo. Egli è il vero Dio e la vita eterna.

ma niente di che, dicono che il vero Dio è uno solo....per loro Gesù è soltanto un dio minore, al pari degli angeli, di Satana, ecc. ecc... :conf:
come rispondere a un'obiezione del genere?? :test: :test: :test:
wireless
Nuovo Utente
 
Messaggi: 154
Iscritto il: 23/01/2010, 14:56

Messaggiodi Mario70 » 17/02/2010, 11:48

wireless ha scritto:scrivo questo post perchè ho un pò di confusione in testa....come vi dicevo nella presentazione, studio quasi ogni giorno la Bibbia, da solo senza l'aiuto di nessun'altra persona....
dunque, i tdg , citandoti un solo versetto, credono di smontare tutto il cristianesimo, la Trinità, la Divinità di Gesù ecc..

Giovanni 17:3
Questa è la vita eterna: che conoscano te, il solo vero Dio, e colui che tu hai mandato, Gesù Cristo.

ma io gli ho fatto notare che lo stesso autore nella sua lettera dice:

1Giovanni 5:20
Sappiamo pure che il Figlio di Dio è venuto e ci ha dato intelligenza per conoscere colui che è il Vero; e noi siamo in colui che è il Vero, cioè, nel suo Figlio Gesù Cristo. Egli è il vero Dio e la vita eterna.

ma niente di che, dicono che il vero Dio è uno solo....per loro Gesù è soltanto un dio minore, al pari degli angeli, di Satana, ecc. ecc... :conf:
come rispondere a un'obiezione del genere?? :test: :test: :test:


Tutto gira intorno al fatto che vi è "un solo vero Dio" ma tripersonale.
Non è che il figlio sia un Dio diverso dal padre, tutte e tre le persone trinitarie hanno in comune (sono in comune secondo gli occidentali) la stessa deità (lo stesso Dio).
Quindi il padre è il solo vero Dio.
il figlio è il solo vero Dio.
lo Spirito santo è il solo vero Dio.
"eppure non esistono tre dèi ma un solo Dio" questa è la trinità.
Puoi "giocare" su quanto è scritto in 1 corinti 8 ovvero che c'è un solo Dio il padre, ma un solo Signore il figlio, eppure anche il figlio è Dio ed anche il padre è Signore, solo la trinità è capace di armonizzare queste scritture senza problemi, l'arianesimo e il modalismo devono per forza interpretare quello che non fa comodo alla propria teologia o forzare le traduzioni applicando solo al padre la deità e arrampicandosi sugli specchi per la signoria.
Spero di esserti stato d'aiuto
Mario
«Ortodossia vuol dire non pensare, non aver bisogno di pensare. Ortodossia e inconsapevolezza son la stessa cosa.»

(1984) George Orwell
Avatar utente
Mario70
Utente Gold
 
Messaggi: 6023
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi Achille » 17/02/2010, 12:39

Vedi anche qui:

http://www.augustinus.it/italiano/contr ... mino_1.htm

Non c'è nulla di nuovo sotto il sole...

Achille
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 14399
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Luciano » 17/02/2010, 15:17

a proposito di : 5:20 1 Giovanni confronta
NR- Sappiamo pure che il Figlio di Dio è venuto e ci ha dato intelligenza per conoscere colui che è il Vero; e noi
siamo in colui che è il Vero, cioè, nel suo Figlio Gesù Cristo. Egli è il vero Dio e la vita eterna.

TNM- Ma sappiamo che il Figlio di Dio è venuto e ci ha dato la capacità intellettuale di acquistare conoscenza del
Vero. E noi siamo uniti al Vero, per mezzo del Figlio suo Gesù Cristo. Questi è il vero Dio e la vita eterna.

Greco- oidamen de hoti ho huios tou theou hêkei, kai dedôken hêmin dianoian hina ginôskômen ton alêthinon, kai
esmen en tôi alêthinôi, en tôi huiôi autou Iêsou Christôi. houtos estin ho alêthinos theos kai zôê aiônios.


"en tôi " è ripetuto sia per il "Vero" che per suo "Figlio"
MA è tradotto con malizia diversamente
"siamo uniti al Vero"
"per mezzo del Figlio "
Così viene cancellata la verità " Gesù Cristo è il Vero ed è il vero Dio ed è la vita eterna.
confermato da Giovanni 14:6: «Io sono la via, la verità e la vita;
Luciano
Avatar utente
Luciano
Utente Master
 
Messaggi: 3396
Iscritto il: 25/08/2009, 16:59

Messaggiodi wireless » 22/02/2010, 22:19

Tutto gira intorno al fatto che vi è "un solo vero Dio" ma tripersonale.
Non è che il figlio sia un Dio diverso dal padre, tutte e tre le persone trinitarie hanno in comune (sono in comune secondo gli occidentali) la stessa deità (lo stesso Dio).
Quindi il padre è il solo vero Dio.
il figlio è il solo vero Dio.
lo Spirito santo è il solo vero Dio.
"eppure non esistono tre dèi ma un solo Dio" questa è la trinità.
Puoi "giocare" su quanto è scritto in 1 corinti 8 ovvero che c'è un solo Dio il padre, ma un solo Signore il figlio, eppure anche il figlio è Dio ed anche il padre è Signore, solo la trinità è capace di armonizzare queste scritture senza problemi, l'arianesimo e il modalismo devono per forza interpretare quello che non fa comodo alla propria teologia o forzare le traduzioni applicando solo al padre la deità e arrampicandosi sugli specchi per la signoria.
Spero di esserti stato d'aiuto
Mario



evito di aprire un altro post.....a questo proposito, leggendo la Bibbia e in particolare il verso di 1 corinzi 8......lo riscrivo:
1Corinzi 8:4-6
4 Quanto dunque al mangiar carni sacrificate agli idoli, sappiamo che l'idolo non è nulla nel mondo, e che non c'è che un Dio solo. 5 Poiché, sebbene vi siano COSIDDETTI DEI, sia in cielo sia in terra, come infatti ci sono molti dèi e signori, 6 tuttavia per noi c'è UN SOLO Dio, il Padre, dal quale sono tutte le cose, e noi viviamo per lui, e UN SOLO Signore, Gesù Cristo, mediante il quale sono tutte le cose, e mediante il quale anche noi siamo.

ma si sa, pure il Padre è Signore, è Gesù è chiamato Dio, da Tommaso , in Romani 9:5, tito 2:13, 2 pietro 1:1, ebrei 1:8 ecc

qui l'apostolo credo si riferisca sicuramente ai falsi dèi...agli idoli....chiama COSIDDETTI DEI in cielo e in terra....e ancora:

Galati 4:8
In quel tempo, è vero, non avendo conoscenza di Dio, avete servito quelli che per natura NON SONO dèi;

ad esempio Mosè, stabilito come Dio per il faraone, ma non lo è per natura....

1Cronache 16:26
Poiché tutti gli dèi dei popoli sono idoli vani,
ma il SIGNORE ha fatto i cieli.

Salmi 96:5
Poiché tutti gli dèi delle nazioni sono idoli vani; ( nullità )
il SIGNORE, invece, ha fatto i cieli.

ora si sa che i tdg, credono nel solo vero Dio geova...e credono realmente nell'esistenza di altri dèi, i giudici , gli angeli, satana stesso.....
alla luce di questi versi, come possono sostenere ciò? anche perchè la presenza di un dio minore accanto a jahweh è negata
deuteronomio 32:39 = non vi è altro dio accanto a me....

se Gesù non è vero Dio, allora è un cosiddetto dio? un idolo?
che ne pensate?
:ciao:
wireless
Nuovo Utente
 
Messaggi: 154
Iscritto il: 23/01/2010, 14:56

Messaggiodi The Red Baron » 22/02/2010, 22:42

Rispondo che in questo caso hanno ragione :saggio:
Ci sono due tipi di sciocchi, chi non ha dubbi, chi dubita di tutto
entrambi sono dispensati dal pensare

Bella la Democrazia, così bella che ha messo a morte il Cristo e liberato Barabba!
Avatar utente
The Red Baron
Utente Senior
 
Messaggi: 734
Iscritto il: 22/09/2009, 12:37

Messaggiodi Achille » 23/02/2010, 7:05

wireless ha scritto:...se Gesù non è vero Dio, allora è un cosiddetto dio? un idolo?
che ne pensate?
Quello che io penso sulla trinità l'ho scritto qui: http://www.infotdgeova.it/storia/spirito.php
Cito:

Riflessioni

Se qualcuno leggesse la Bibbia senza sapere nulla della dottrina della Trinità, troverebbe nella Scrittura le basi di questo insegnamento? Leggendo solo l'Antico Testamento non si giungerebbe a concludere che vi sia una Divinità trina. Con il Nuovo Testamento però le cose cambiano radicalmente: in esso vi si rivela infatti che Dio, il Padre, ha accanto a sé un Figlio diletto. È vero che anche nell'AT si dice che anche gli angeli sono "figli" di Dio, però di Gesù la Scrittura dice che Egli è un Figlio molto speciale: Egli è IL Figlio, l'Unigenito del Padre. Nella lettera agli Ebrei (1:5-13, CEI) si legge:

Infatti a quale degli angeli Dio ha mai detto:
Tu sei mio figlio; oggi ti ho generato?
E ancora:
Io sarò per lui padre ed egli sarà per me figlio?
E di nuovo, quando introduce il primogenito nel mondo, dice:
Lo adorino tutti gli angeli di Dio.
Mentre degli angeli dice:
Egli fa i suoi angeli pari ai venti,
e i suoi ministri come fiamma di fuoco,
del Figlio invece afferma:
Il tuo trono, Dio, sta in eterno
e:
Scettro giusto è lo scettro del tuo regno;
hai amato la giustizia e odiato l'iniquità,
perciò ti unse Dio, il tuo Dio,
con olio di esultanza più dei tuoi compagni.
E ancora:
Tu, Signore, da principio hai fondato la terra
e opera delle tue mani sono i cieli.
Essi periranno, ma tu rimani;
invecchieranno tutti come un vestito.
Come un mantello li avvolgerai,
come un abito e saranno cambiati;
ma tu rimani lo stesso, e gli anni tuoi non avranno fine.
A quale degli angeli poi ha mai detto:
Siedi alla mia destra,
finché io non abbia posto i tuoi nemici sotto i tuoi
piedi?

Tutto questo non era stato rivelato nell'Antico Testamento. Si noti che lo scrittore di questa lettera applica a Gesù un Salmo (102:26,27) in cui si parla dell'opera creatrice di Dio, definendo in tal modo Cristo l'Eterno Creatore dell'universo. Gli angeli devono adorare questo Figlio e l'adorazione si rivolge solo a Dio.

Molti passi parlano della divinità di Cristo. Giov.1:1 è probabilmente il più conosciuto:

In principio era il Verbo,
il Verbo era presso Dio
e il Verbo era Dio.
Egli era in principio presso Dio:
tutto è stato fatto per mezzo di lui,
e senza di lui niente è stato fatto di tutto ciò che
esiste.

I TdG, come è noto, traducono "la parola era un dio". Senza entrare nel merito della correttezza grammaticale di questa traduzione, limitandosi solo a leggere il vangelo, si comprende che Giovanni intendeva dire che il Verbo (la Parola) possedeva la stessa natura di Dio, era uguale, nella "sostanza", al Padre, così come un figlio umano è della stessa natura del padre (si veda http://www.infotdgeova.it/bibbia/principio.php ). Questo era stato compreso anche dai nemici ed oppositori di Cristo:
Per questo i Giudei cominciarono a perseguitare Gesù, perché faceva tali cose di sabato. Ma Gesù rispose loro: "Il Padre mio opera sempre e anch'io opero". Proprio per questo i Giudei cercavano ancor più di ucciderlo: perché non soltanto violava il sabato, ma chiamava Dio suo Padre, facendosi uguale a Dio ... «Io e il Padre siamo una cosa sola». I Giudei portarono di nuovo delle pietre per lapidarlo. Gesù rispose loro: «Vi ho fatto vedere molte opere buone da parte del Padre mio; per quale di esse mi volete lapidare?». Gli risposero i Giudei: «Non ti lapidiamo per un'opera buona, ma per la bestemmia e perché tu, che sei uomo, ti fai Dio». (Giov. 5:17,18; 10:30-33).
È molto chiaro anche il passo di Giov. 20:26-29 in cui Tommaso si rivolge al Cristo risorto chiamandolo "mio Signore e mio Dio":
Otto giorni dopo i discepoli erano di nuovo in casa e c'era con loro anche Tommaso. Venne Gesù, a porte chiuse, si fermò in mezzo a loro e disse: «Pace a voi!». Poi disse a Tommaso: «Metti qua il tuo dito e guarda le mie mani; stendi la tua mano, e mettila nel mio costato; e non essere più incredulo ma credente!». Rispose Tommaso: «Mio Signore e mio Dio!». Gesù gli disse: «Perché mi hai veduto, hai creduto: beati quelli che pur non avendo visto crederanno!
Immagine

Achille
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 14399
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

altre riflessioni

Messaggiodi Mario70 » 23/02/2010, 10:47

Stavo riflettendo sulle parole di un tdg internettiano:

"Se gli Scrittori del NT non potevano esprimerso in questi termini (differenza tra sostanza e ipostasi, tra persona e natura), ci si chiede cosa allora poteva dire(Giovanni). Se dobbiamo ipotizzare Dio come una sostanza per salvarne l'unità, prima di introdurre questo concetto dobbiamo ipotizzare che gli scrittori ed i lettori del NT fossero divenuti politesisti che solo Atene ha riportato al monotesimo? "

In effetti studiando il fenomeno cristianesimo da un punto di vista storico, emergono delle cose interessanti.
Ad esempio i cristiani orientali avevano molto a cuore la supremazia del padre rispetto alle altre due persone divine ed infatti combatterono assiduamente i modalisti che invece tendevano a distruggere la differenza tra le persone in favore dell'unicità di Dio come "persona singola".
I cristiani occidentali invece hanno sempre cercato di salvaguardare il monoteismo stretto, focalizzandosi maggiormente sull'unità della deità, ed infatti combatterono strenuamente gli ariani i quali agli antipodi consideravano solo il padre vero Dio e Cristo un dio minore e creato.
I padri niceni e successori, non fecero altro che trovare una soluzione teologica rispetto a queste possibili cristologie confermando tramite i concili l'ortodossia trinitaria.
Sebbene quindi i teologi del cristianesimo non hanno nulla da ridire sul fatto che non vi fosse uniformità di pensiero riguardo questo tema, i tdg sbagliano su alcune cose fondamentali:
1)"la bibbia si interpreta da sola" questa assurdità è smentita dalle migliaia di religioni cristiane esistite nel corso dei secoli che si sono ispirate al "sola scriptura".
2) nessuno ha mai dubitato del fatto che Cristo fosse Dio, ma a nessuno è mai passato per l'anticamera del cervello che potesse appartenere alla classe angelica, gia agli inizi del secondo secolo lo scrittore di Ebrei lo confermò chiaramente.
3) il fatto che la stragrande maggioranza delle religioni protestanti (le quali non accettano l'autorità del magistero) abbiano accettato la trinità, dovrebbe far ragionare i tdg che forse vi è qualcosa che non va nella loro interpretazione biblica, se quasi tutti sono d'accordo (guarda caso) almeno su questo!
«Ortodossia vuol dire non pensare, non aver bisogno di pensare. Ortodossia e inconsapevolezza son la stessa cosa.»

(1984) George Orwell
Avatar utente
Mario70
Utente Gold
 
Messaggi: 6023
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 23/02/2010, 11:00

Mario70 ha scritto:1)"la bibbia si interpreta da sola" questa assurdità è smentita dalle migliaia di religioni cristiane esistite nel corso dei secoli che si sono ispirate al "sola scriptura".
2) nessuno ha mai dubitato del fatto che Cristo fosse Dio, ma a nessuno è mai passato per l'anticamera del cervello che potesse appartenere alla classe angelica, gia agli inizi del secondo secolo lo scrittore di Ebrei lo confermò chiaramente.
3) il fatto che la stragrande maggioranza delle religioni protestanti (le quali non accettano l'autorità del magistero) abbiano accettato la trinità, dovrebbe far ragionare i tdg che forse vi è qualcosa che non va nella loro interpretazione biblica, se quasi tutti sono d'accordo (guarda caso) almeno su questo!

Ma dove sarebbe l'unicità della ccTdG se si uniformasse al pensiero delle altre chiese?
Quale anatema potrebbero invocare su Babilonia?
Come potrebberp distinguersi tra il mare di diverse ideologie se ammettessero una qualche uniformità con esse?
Dal momento che dalla ccTdG non è mai venuto un invito al confronto ma esiste solo il disprezzo per il diverso, come potrebbero accettare anche solo un ripensamento intelligente sulle questioni da te riportate?
E per i Testimoni, confusi dai cambiamenti d'intendimento su "questioni minori" è questo che conta, che dall'inizio (o quasi, Russell non conta) i dogmi della ccTdG NON sono mai cambiati: la Trinità non esiste, Gesù è UN dio, il 1914 è intangibile
Come vedi, è su questa "pietra d'angolo" che è stata fondata quella chiesa.
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi Mario70 » 26/07/2010, 19:44

A proposito di 1 giovanni 5:20 sto facendo una ricerca su come lo interpretavano e applicavano i padri antichi (specie quelli che parlavano la stessa lingua di Giovanni (o chi per lui)) grazie a Enrico ho trovato questi riferimenti:

Atanasio, Trattati contro gli ariani, III, 9, 1:
Pseudo Atanasio, Trattati contro gli ariani, IV, 26;
Ilario, La Trinità, VI, 43 e 46;
Agostino, Replica al sermone degli ariani, I, 1;
Agostino, Contro Massimino, II, 14;
Agostino, La Trinità, I, 6, 9; I, 11, 22; I, 12, 26;
Vito Vitense, Storia della persecuzione vandalica in Africa, III, 5;
Gerolamo, Commento a Isaia, LXVI;
Cirillo, Dialoghi sulla Trinità, I, 3;
Cirillo, Quod unus sit Christus;
Ambrogio, La fede , I, XVII, 117.

Atanasio è dell'inizio IV secolo
Lo pseudo Atanasio è della fine IV secolo
Ilario metà IV secolo
Agostino fine IV secolo
Vittore vitense V secolo
Gerolamo fine IV secolo
Cirillo V secolo
Ambrogio IV secolo

Come si può notare sono tutti del IV-V secolo.
Qualcuno di voi conosce altri autori che applicavano "il vero Dio e la vita eterna" a Cristo oppure al padre?
Grazie
Mario
«Ortodossia vuol dire non pensare, non aver bisogno di pensare. Ortodossia e inconsapevolezza son la stessa cosa.»

(1984) George Orwell
Avatar utente
Mario70
Utente Gold
 
Messaggi: 6023
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi domingo7 » 27/07/2010, 23:04

Qualcuno di voi conosce altri autori che applicavano "il vero Dio e la vita eterna" a Cristo oppure al padre?
Grazie


Ci sarebbe un'epistola spuria di Ignazio al presbitero Giovanni....

A Second Epistle of Ignatius to St. John.
His friend1 Ignatius to John the holy presbyter.

If thou wilt give me leave, I desire to go up to Jerusalem, and see the faithful2 saints who are there, especially Mary the mother, whom they report to be an object of admiration and of affection to all. For who would not rejoice to behold and to address her who bore the true God from her3 own womb, provided he is a friend of our faith and religion? And in like manner [I desire to see] the venerable James, who is surnamed Just, whom they relate to be very like Christ Jesus in appearance,4 in life, and in method of conduct, as if he were a twin-brother of the same womb. They say that, if I see him, I see also Jesus Himself, as to all the features and aspect of His body. Moreover, [I desire to see] the other saints, both male and female. Alas! why do I delay? Why am I kept back? Kind5 teacher, bid me hasten [to fulfil my wish], and fare thou well. Amen.


FOOTNOTES

1 Literally, “his own.”
2 Some omit this word.
3 Literally, “of herself.” Some read, instead of “de se,” “deorum,” when the translation will be, “the true God of gods.”
4 Or, “face.” Some omit the word.
5 Or, “good.”
Presentazione

Ma come si conviene a dei santi, né fornicazione, né alcuna impurità, né avarizia, sia neppur nominata fra voi; né disonestà, né buffonerie, né facezie scurrili, che son cose sconvenienti; ma piuttosto, rendimento di grazie [Efesini 5,3-4]
Avatar utente
domingo7
Veterano del Forum
 
Messaggi: 2187
Iscritto il: 21/07/2009, 18:06
Località: Chiavari (Ge)

Messaggiodi Mario70 » 28/07/2010, 6:09

domingo7 ha scritto:
Qualcuno di voi conosce altri autori che applicavano "il vero Dio e la vita eterna" a Cristo oppure al padre?
Grazie


Ci sarebbe un'epistola spuria di Ignazio al presbitero Giovanni....

A Second Epistle of Ignatius to St. John.
His friend1 Ignatius to John the holy presbyter.

If thou wilt give me leave, I desire to go up to Jerusalem, and see the faithful2 saints who are there, especially Mary the mother, whom they report to be an object of admiration and of affection to all. For who would not rejoice to behold and to address her who bore the true God from her3 own womb, provided he is a friend of our faith and religion? And in like manner [I desire to see] the venerable James, who is surnamed Just, whom they relate to be very like Christ Jesus in appearance,4 in life, and in method of conduct, as if he were a twin-brother of the same womb. They say that, if I see him, I see also Jesus Himself, as to all the features and aspect of His body. Moreover, [I desire to see] the other saints, both male and female. Alas! why do I delay? Why am I kept back? Kind5 teacher, bid me hasten [to fulfil my wish], and fare thou well. Amen.


FOOTNOTES

1 Literally, “his own.”
2 Some omit this word.
3 Literally, “of herself.” Some read, instead of “de se,” “deorum,” when the translation will be, “the true God of gods.”
4 Or, “face.” Some omit the word.
5 Or, “good.”



Interessante siamo al secondo secolo...
Le cose che mi colpiscono sono due:
1)Strano che questa scrittura sia usata così poco.
2) Nessuno l'ha applicata al padre, questo dovrebbe bastare a rispondere ai tdg che trovano così ovvia la cosa...
ah ma loro conoscono il greco meglio di loro.
Grazie Enrico, se trovi qualcos'altro fammelo sapere alla fine aggiungerò tutto al mio trattato.
«Ortodossia vuol dire non pensare, non aver bisogno di pensare. Ortodossia e inconsapevolezza son la stessa cosa.»

(1984) George Orwell
Avatar utente
Mario70
Utente Gold
 
Messaggi: 6023
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Carissimo Mario

Messaggiodi domingo7 » 28/07/2010, 15:22

C'è anche la testimonianza dell'epistola spuria di Ignazio agli Antiochiani, capitolo IV .....

Gli Evangelisti, pure, quando dichiararono che il Padre è stato "l'unico vero Dio," (Giovanni 17: 3) non hanno mancato di parlare di ciò che riguardava il nostro Signore, ma hanno scritto: "In principio era il Verbo e il Verbo era presso Dio e il Verbo era Dio. Lo stesso era nel principio con Dio. Tutte le cose sono state fatte da lui e senza di lui non era niente fatte è stata fatta. "(Giovanni 1: 1) E per ciò che concerne l'Incarnazione:" La Parola ", dice [la] Scrittura," si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi ". (Giovanni 1: 14)
Presentazione

Ma come si conviene a dei santi, né fornicazione, né alcuna impurità, né avarizia, sia neppur nominata fra voi; né disonestà, né buffonerie, né facezie scurrili, che son cose sconvenienti; ma piuttosto, rendimento di grazie [Efesini 5,3-4]
Avatar utente
domingo7
Veterano del Forum
 
Messaggi: 2187
Iscritto il: 21/07/2009, 18:06
Località: Chiavari (Ge)

Messaggiodi Mario70 » 28/07/2010, 15:39

domingo7 ha scritto:C'è anche la testimonianza dell'epistola spuria di Ignazio agli Antiochiani, capitolo IV .....

Gli Evangelisti, pure, quando dichiararono che il Padre è stato "l'unico vero Dio," (Giovanni 17: 3) non hanno mancato di parlare di ciò che riguardava il nostro Signore, ma hanno scritto: "In principio era il Verbo e il Verbo era presso Dio e il Verbo era Dio. Lo stesso era nel principio con Dio. Tutte le cose sono state fatte da lui e senza di lui non era niente fatte è stata fatta. "(Giovanni 1: 1) E per ciò che concerne l'Incarnazione:" La Parola ", dice [la] Scrittura," si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi ". (Giovanni 1: 14)


In questa non si cita 1 giovanni 5 però...
ciao
«Ortodossia vuol dire non pensare, non aver bisogno di pensare. Ortodossia e inconsapevolezza son la stessa cosa.»

(1984) George Orwell
Avatar utente
Mario70
Utente Gold
 
Messaggi: 6023
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi Gianni27 » 29/07/2010, 1:36

wireless ha scritto:scrivo questo post perchè ho un pò di confusione in testa....come vi dicevo nella presentazione, studio quasi ogni giorno la Bibbia, da solo senza l'aiuto di nessun'altra persona....
dunque, i tdg , citandoti un solo versetto, credono di smontare tutto il cristianesimo, la Trinità, la Divinità di Gesù ecc..

Giovanni 17:3
Questa è la vita eterna: che conoscano te, il solo vero Dio, e colui che tu hai mandato, Gesù Cristo.

ma io gli ho fatto notare che lo stesso autore nella sua lettera dice:

1Giovanni 5:20
Sappiamo pure che il Figlio di Dio è venuto e ci ha dato intelligenza per conoscere colui che è il Vero; e noi siamo in colui che è il Vero, cioè, nel suo Figlio Gesù Cristo. Egli è il vero Dio e la vita eterna.

ma niente di che, dicono che il vero Dio è uno solo....per loro Gesù è soltanto un dio minore, al pari degli angeli, di Satana, ecc. ecc... :conf:
come rispondere a un'obiezione del genere?? :test: :test: :test:




Dico a wireless che sono molti coloro che non sanno distinguere le due nature del Cristo e lo sappiamo già nel vecchio Patto quando l’Iddio degli eserciti (diciamo, Geova) dice al suo popolo che Egli sarà a loro per santuario, ma gli sarà anche una pietra d’intoppo ed un sasso d’inciampo. (Isa.8:13-14). Ma quando leggiamo in Rom..9:33, troviamo che Israele si è intoppato in Gesù, in quella pietra d’inciampo che sarebbe Geova del vecchio Patto, perché hanno distrutto il Cristo, non avendo conosciuto che Cristo era il Geova di Isaia 8, la pietra angolare.
Ora Gesù era in due nature in Sé stesso, perché Gesù secondo la carne, aveva albergato in Lui il “Logos” del vecchio Patto, cioè la Parola di Dio che era Dio, in Dio Padre.
Il termine “Dio”, è un titolo, e le persone in questo titolo sono tre, “Padre, Parola e Spirito”; La Parola, quale vero Dio, avviene poi che si incarna nel corpo umano di Gesù, per trasmettere la grazia di Dio al mondo, ma nella sua venuta a noi si dovette coprire dentro il corpo umano di Gesù, perché nessuno può vedere Dio e continuare a vivere. Quindi la Parola dovette incarnarsi in Gesù, che sarebbe il corpo umano detto: “Figlio dell’uomo”. Questo Figlio dell’uomo è chiamato anche “l’Agnello di Dio”, che con lo spargimento del suo sangue e la sua morte, toglie il peccato del mondo.
La Parola essendo Dio, non poteva addossarsi il peccato del mondo, perché Dio non si macchia di peccato; ed ecco che Egli dice: “Tu non hai voluto né sacrificio, né offerta ma mi hai preparato un corpo. (Eb.10:5). Così, l’Agnello, benché preparato avanti la fondazione del mondo, a sua volta nacque 2000 anni or sono e Dio dimorava in Lui. (Gv.14:10-11; Col.2:9).
Quando Gesù disse verso i Giudei: “disfate questo tempio ed io lo metto su in tre giorni”; era la Parola (Dio) che parlava con la bocca di Gesù cui era il suo corpo come tempio in cui dimorava. (vedi, Giov.2:19-21).
Quando Gesù disse ai Giudei: “Avanti che Abramo fosse nato, Io Sono”; fu la Parola che parlava dalla bocca di Gesù, poiché secondo la Carne non era ancora nato. Gesù dunque fu preparato quando Dio nell’Eden disse al serpente (satana): “…La progenie della donna ti schiaccerà il capo”, si riferiva a Gesù uomo, nato dal seme di Davide secondo la carne. (Rom.1:4; 2Tim.2:8; Matt.1:1; Apo.5:5; ecc.
Gesù, unito insieme alla Parola Spirito, diviene la stessa cosa nello spirito, e in due nature. (1Cor.6:17).
In conclusione, Gesù tutto uno con la Parola è Dio come seconda persona di Dio, mentre fuor della parola è un uomo, e lo vediamo nell’ora della sua morte sulla croce, che muore come uomo, perché la Parola lo lasciò quando Gesù prese a Sé il peccato del mondo, dove dice: “Dio mio, perché mi hai lasciato”.
Come titolo Dio è uno come il governo è uno, ma in tre persone, come il governo è di molte persone.
Nessuno che conosce la Scrittura dice che Gesù è Dio il Padre, ma che Gesù unito alla Parola, è Dio come lo è il Padre. Ma pregò al Padre in Giov.7:3, sì, ma come uomo.
In fine, (per essere corto) lo Spirito Santo è Dio?? Se dunque troviamo che lo SS è stato creato, Egli è una cosa come le altre, magari un vento fresco; se invece non è stato creato o fatto, vuol dire che è Dio, poiché solo Dio è sempre stato, e mai creato.
Domando a voi tdg che mi leggete: Lo Spirito Santo fu mai creato???
Biancamosca
Gianni27
Utente Junior
 
Messaggi: 401
Iscritto il: 20/09/2009, 14:55

Messaggiodi prays » 29/07/2010, 8:58

Biancamosca ha scritto:Domando a voi tdg che mi leggete: Lo Spirito Santo fu mai creato???
Biancamosca
Mah, che dire? L'Amore fu mai creato? Lo fu mai la Potenza? L'Amore e la Potenza sono due persone? Sono Dio pure loro?
prays
 

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 29/07/2010, 9:53

prays ha scritto:
Biancamosca ha scritto:Domando a voi tdg che mi leggete: Lo Spirito Santo fu mai creato???
Biancamosca

Mah, che dire? L'Amore fu mai creato? Lo fu mai la Potenza? L'Amore e la Potenza sono due persone? Sono Dio pure loro?

Non furono creati perchè sono in Dio e di Dio.
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16


Torna a Argomenti dottrinali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici