Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Riguardo al Messaggero Michea 3:1

Tutto ciò che riguarda la dottrina dei Testimoni di Geova.

Moderatore: polymetis

Riguardo al Messaggero Michea 3:1

Messaggiodi Romagnolo » 20/10/2016, 16:17

Studiando giorni fà il libro Regno di Dio per la preparazione settimanale dello studio di libro mi sono imbattuto in un paragrafo che prendeva in esame la profezia di Malachia 3:1, benchè tale profezia con relativa applicazione fosse stata molto citata nelle pubblicazioni WT, chissà perchè io mi accorsi solo in quel momento della sua applicazione moderna :lingua: :boh: ...và a sapere dove ho avuto la testa per 20 anni?
Ecco la parte in questione:
Regno di Dio pag.14
Ma allora chi era l' altro Messaggero, il primo menzionato in Malachia 3:1? ....Nei decenni che precedettero il 1914 ci fu qualcuno che preparò la via davanti al Rè messianico?
6 Questo libro ci aiuterà a trovare la risposta a domande come questa nell’emozionante storia degli odierni servitori di Geova. Tale storia indica che nell’ultima parte del XIX secolo un piccolo gruppo di persone fedeli iniziò a distinguersi come unico nucleo di veri cristiani tra tanti che si professavano tali. Divennero noti come Studenti Biblici. Coloro che coordinavano quel gruppo, ovvero Charles T. Russell e i suoi stretti collaboratori, agirono quale “messaggero” predetto, impartendo guida spirituale ai servitori di Dio e preparandoli per gli eventi che li attendevano. Vediamo quattro modi in cui il “messaggero” fece questo.

Cosa dice Malachia 3:1?
“‘Ecco, io mando il mio messaggero, ed egli deve sgombrare la via dinanzi a me. E all’improvviso verrà al Suo tempio il vero Signore, che voi cercate, e il messaggero del patto di cui vi dilettate. Ecco, Egli verrà certamente’, ha detto Geova degli eserciti”.
Ora la cosa interessante e che la stessa WT riconosce è che le scritture stesse sono molto chiare nello svelare l'identita del primo messaggero citato da Malachia, vediamo:
WT 1/1/81
11 Considerando la parte avuta da Giovanni il Battezzatore nello svolgimento del proposito di Geova, Gesù disse ai giudei: “Egli è colui del quale è scritto: ‘Ecco, io stesso mando il mio messaggero davanti alla tua faccia, il quale preparerà la tua via dinanzi a te’”. (Matt. 11:10) Quindi Gesù applicò la profezia di Malachia 3:1 a Giovanni il Battezzatore, come colui che Geova aveva inviato davanti a sé e davanti al suo “messaggero del patto”.
WT 15/6/87
L’adempimento del I secolo
9 Parlando dal suo elevato trono celeste, il grande Giudice dice: “Ecco, io mando il mio messaggero, ed egli deve preparare la via davanti a me”. (Malachia 3:1a) Chi era questo “messaggero”? Lo scrittore biblico Marco fonde insieme le profezie di Malachia 3:1 e Isaia 40:3 e le applica entrambe a Giovanni il Battezzatore. (Marco 1:1-4) Anche Gesù Cristo, in seguito, identificò quel “messaggero” in Giovanni. (Matteo 11:10-14) Nella primavera del 29 E.V., così, Giovanni il Battezzatore iniziò la sua opera di “messaggero”, di precursore. Doveva preparare la via per la venuta di Geova in giudizio predisponendo il popolo per la venuta del principale Rappresentante di Dio, Gesù Cristo.

La Wt però non si limita come abbiamo visto ad applicare Malachia 3:1 alla figura di Giovanni battezzatore, ma và oltre fino ai giorni nostri così come continua a narrare la Torre di Guardia sopra citata: 18 Già nel 1922 ai servitori di Geova venne fatto capire che si trovavano in un tempo di giudizio in adempimento della profezia di Malachia. La Torre di Guardia (inglese) del 1° settembre di quell’anno diceva: “La profezia di Malachia, comunque, va oltre l’adempimento parziale che si ebbe in occasione del primo avvento del nostro Signore e rimanda al tempo futuro in cui il Messia doveva giungere con gloria e forza per giudicare in mezzo al suo popolo . . . Ora, ancora una volta, è giunto il tempo del giudizio; di nuovo, coloro che si professano suoi servitori sono provati come mediante il fuoco, e i sinceri figli di Levi vengono radunati per compiere il servizio”.
19 Come indicava Malachia 3:1, fu mandato prima uno speciale messaggero. Questi risultò essere non un particolare individuo, ma una classe che svolgeva un servizio paragonabile a quello di Giovanni il Battezzatore. Dal 1881 questa classe ha impiegato quella che oggi è chiamata Watch Tower Bible and Tract Society (Società Torre di Guardia di Bibbie e Trattati) in una straordinaria opera di istruzione biblica, la quale ha avuto come risultato il ripristino di molte verità fondamentali nel cuore di coloro che amano la Bibbia.


La domanda in questione che mi è balenata in mente è...ma come fanno ad essere sicuri di poter applicare il primo messaggero a Russell e compagni?
Questo è il ragionamento che espongono sempre nella medesima rivista:
L’adempimento moderno
17 Ma che dire di un secondo, moderno, adempimento della profezia di Malachia? Nel I secolo l’adempimento iniziale ebbe luogo dopo che Gesù fu unto con spirito santo perché diventasse il Re incaricato del Regno di Dio. Logicamente doveva esserci un ulteriore adempimento della profezia dopo l’intronizzazione di Gesù Cristo nei cieli nel 1914. La profezia stessa indicava che essa si sarebbe adempiuta ‘prima della venuta del grande e tremendo giorno di Geova’. (Malachia 4:5) Anche se è vero che un “giorno di Geova” si abbatté sul sistema giudaico nel 70 E.V., le Scritture additano un futuro “giorno di Geova” durante questo tempo della “presenza” di Cristo. — Matteo 24:3; 2 Tessalonicesi 2:1, 2; 2 Pietro 3:10-13.10 

Questo è il passo chiave: si sarebbe adempiuta ‘prima della venuta del grande e tremendo giorno di Geova’ Malachia 4: 5 dice infatti "Ecco vi mando Elia il profeta prima che venga il grande e tremendo giorno di Geova"
Poichè tale giorno, che viene interpretato come quello del giudizio finale di Dio contro questo sistema non arrivò nel Primo secolo...ecco che allora deve far riferimento anche ai nostri giorni, per cui per forza di cose la profezia circa il messaggero di Malachia deve avere un secondo adempimento moderno. :blu:
A parte il fatto che non capisco perchè ci vorrebbe per forza un ...secondo messaggero (anzi ..una mezza ideuccia ce l'ho) la Bibbia non dà credibilità a questa certezza dell' Organizzazione.
Punto primo...pur accettando che potesse riferirsi a Gerusalemme distrutta nel 70 E.V la WT cita un paio di scritture che menzionano il futuro Giorno di Geova, eccole qua:
2 Tessalonicesi 2:1, 2;
2 Pietro 3:10-13
Riportando la parte che ci interessa rispettivamente recitano così:

" Comunque, fratelli, riguardo alla presenza del nostro Signore Gesù Cristo e al nostro radunamento presso di lui, vi preghiamo 2 di non essere presto scossi dalla vostra ragione né di eccitarvi sia per un’espressione ispirata che per un messaggio verbale o per una lettera come se [venisse] da noi, secondo cui il giorno di Geova sia venuto."
"Tuttavia il giorno di Geova verrà come un ladro, in cui i cieli passeranno con rumore sibilante, ma gli elementi, essendo intensamente caldi, saranno dissolti, e la terra e le opere che sono in essa saranno scoperte."
11 Giacché tutte queste cose devono quindi essere dissolte, quale sorta di persone dovete essere voi in santi atti di condotta e opere di santa devozione, 12 aspettando e tenendo bene in mente la presenza del giorno di Geova,...

Ora benchè parlino entrambi di un giorno futuro è degno di nota che 2 Tessalonicesi è stato scritto nel 51 E.V mentre 2°Pietro nel 64 E.V per cui...la distruzione di Gerusalemme nel 70 sarebbe stata appropriatamente un Giorno ancora futuro e quindi perfettamente rientrante nel poter essere il tremendo Giorno espresso in Malachia 4:5.
Degno di nota che prima di quel giorno doveva venire Elia e Gesù parlando ai suoi discepoli disse chiaramente che l' Elia che doveva venire altri non era se non Giovanni Battezzatore (Matteo 11:13-14) per cui è più che ragionevole che il tremendo Giorno profetizzato non fosse quello futuro ma quello abbattutosi pochi anni dopo sù Gerusalemme.
Un altro aspetto a discapito della tesi WT che vuole il messaggero ripresentarsi una seconda volta nella figura di Russell e colleghi è quanto rivela Malachia 3:2( “Chi sopporterà il giorno della sua venuta, e chi starà in piedi quando apparirà? Poiché egli sarà come il fuoco di un raffinatore e come la liscivia dei lavandai”) in cui si prevede un' azione di raffinatura operata dal messaggero del patto..alias Gesù Cristo ora la Wt senza accorgersene si dà in merito la zappa sui piedi da sola infatti nella WT 15/4/89 al paragrafo 9 di un articolo di studio c'è questa specifica: Secondo 1 Pietro 4:17, il giudizio sarebbe cominciato da quelli che professavano d’essere “la casa di Dio”. Così i veri cristiani furono raffinati e purificati per il servizio di Geova.
Cosa dice quel versetto?
15 Comunque, nessuno di voi soffra come assassino o ladro o malfattore o come uno che si intromette nelle cose altrui. 16 Ma se [soffre] come cristiano, non provi vergogna, bensì continui a glorificare Dio in questo nome. 17 Poiché è il tempo fissato perché il giudizio cominci dalla casa di Dio. Ora se comincia prima da noi, quale sarà la fine di quelli che non sono ubbidienti alla buona notizia di Dio?
Interessanti le parole di Pietro, quello, il tempo in cui vivevano i Cristiani a cui stava scrivendo era il periodo in cui era in corso il giudizio nella casa di Dio...ovvero loro stessi.
Anche la Wt riconosce ciò:
WT 1/12/92
Giudicati dal “vero Signore”
In armonia con ciò, anche se la maggioranza di quelli che asserivano di servire Geova nel I secolo furono rigettati, alcuni furono purificati e si accostarono a Geova offrendo sacrifici accettevoli. Chi furono questi? Coloro che avevano accettato Gesù, il messaggero del patto. Alla Pentecoste del 33 E.V., 120 di questi erano riuniti in una stanza superiore a Gerusalemme. Rafforzati dallo spirito santo, cominciarono a presentare un’offerta di dono nella giustizia, e presto il loro numero crebbe. Dopo non molto si sparsero in tutto l’impero romano. (Atti 2:41; 4:4; 5:14) Così un rimanente tornò a Geova. — Malachia 3:7.

Da tutto ciò, almeno personalmente evinco che non vi è alcun motivo concreto per sostenere che Russell e Company formassero una seconda applicazione di Malachia 3:1, ...al massimo si potrebbe considerare l'idea che per tutti questi secoli dal primo secolo ad oggi Cristo abbia continuato a sedere come un raffinatore....raffinando nel tempo chi trovasse meritevole di esserlo.
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Master
 
Messaggi: 6001
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Ray » 20/10/2016, 16:55

Devi comprendere Romagnolo che non avendo nessuna pretesa storica
e quindi cronologicamente non possono identificarsi con nessuna corrente cristiana antica
di seguito...

Si danno una parvenza identificativa con l'auto-identificazione ,e come lo fanno ?
Tramite le scritture semplice.
Con un' auto proclamazione : "noi siamo il seme promesso".
leggi qua ,nota cosa dice e altre cavolate simili.

Sti ca...voli.
Mi sovviene dire ...: Ma da dove siete usciti fuori ,allora se proprio insistete mettetevi in fila
c'erano e ci sono altri gruppi prima di voi.

Rispettate la fila ! :occhiol:
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 11495
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Messaggiodi Romagnolo » 20/10/2016, 17:59

Caro Ray, quando ho scritto che una mezza identica l'avevo già mi riferivo proprio a questo. :ok:
Per legittimarsi fanno proprio questo vanno a pescare nelle Scritture passi che possano adattarsi alla loro storia.
Del resto lo stesso metodo lo ha seguito anche Matteo nel suo Vangelo per far accettare Gesù come messia d' Israele.
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Master
 
Messaggi: 6001
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Mah......io so solo una cosa.....

Messaggiodi Vieri » 20/10/2016, 18:23

Caro Romagnolo, se volevi intortarmi il cervello ed alla fine non capirci più nulla, complimenti che ci sei riuscito alla grande..... :risata: :risata: e l'unica cosa che mi viene solo in mente è quello che disse una "certa Persona" circa 2000 anni fa........

Vangelo di Matteo 7 (CEI)

I falsi profeti
Guardatevi dai falsi profeti che vengono a voi in veste di pecore, ma dentro son lupi rapaci. 16Dai loro frutti li riconoscerete. Si raccoglie forse uva dalle spine, o fichi dai rovi? 17Così ogni albero buono produce frutti buoni e ogni albero cattivo produce frutti cattivi; 18un albero buono non può produrre frutti cattivi, né un albero cattivo produrre frutti buoni. 19Ogni albero che non produce frutti buoni viene tagliato e gettato nel fuoco. 20Dai loro frutti dunque li potrete riconoscere.
Immagine


A me onestamente basta questo.....
:ciao:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Gold
 
Messaggi: 7518
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Romagnolo » 21/10/2016, 9:03

E eeee..Vieri caro,...si vede che non sei avvezzo al mondo Geovista. :risata: :risata: :risata:
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Master
 
Messaggi: 6001
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

cercare dio in noi stessi

Messaggiodi marcos » 21/10/2016, 10:56

la cosa che dobbiamo imparare tutti è che dobbiamo cercare Dio in noi stessi, senza avere bisogno di queste stupidaggini che dicono tutte le religioni, il cristianesimo non è una religione, è un modo di vivere, il gran maestro Gesù ci ha lasciato un esempio meraviglioso per cercare il divino che è in noi e chi lo trova è come una perla nascosta che dobbiamo dargli valore inestimabile
“Lo spirito stesso rende testimonianza col nostro spirito che siamo figli di Dio” (ROM. 8:16)
Avatar utente
marcos
Nuovo Utente
 
Messaggi: 282
Iscritto il: 25/09/2009, 7:29

Messaggiodi Drago Alato » 21/10/2016, 10:58

Caro Romagnolo ri ricordo che la WT ha costruito il suo impero di dottrine giocando sui doppi adempimenti (non confermato dalle scritture ma inventato da loro) e quindi per ogni profezzia già adempiuta sui personaggi biblici, loro che fanno? Ti creano il doppio adempimento e molti TdG ci cascano e ci credono a questa mensogna. Ne sono tante di doppi adempimenti riportati dalla WT :inca: :sor:
Avatar utente
Drago Alato
Nuovo Utente
 
Messaggi: 268
Iscritto il: 21/05/2015, 16:57

Messaggiodi Romagnolo » 21/10/2016, 11:59

Ciao Drago Alato, si sto imparando da un po di tempo che spesso l'Organizzazione ha fatto di questi giochetti, ora però col cambio di intendimento sui tipi e gli antipi avranno meno occasioni per propinare alla gente certi parallelismi.
Del resto non è una pratica nuova, già il buon matteo applicò alla Madre di Gesù una profezia che riguardava la moglie di un re di Giuda. :blu:
Come dire...nulla di nuovo sotto il sole.
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Master
 
Messaggi: 6001
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08


Torna a Argomenti dottrinali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici