Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Le donne devono usare " un fazzoletto in testa" mentre pregano pubblicamente ed insegnano?

Tutto ciò che riguarda la dottrina dei Testimoni di Geova.

Moderatore: polymetis

Le donne devono usare " un fazzoletto in testa" mentre pregano pubblicamente ed insegnano?

Messaggiodi Vera Icona » 07/02/2018, 17:13

I tdg dicono di sì, ....


Ma dovrebbero leggersi questo:


http://www.credereoggi.it/upload/2004/a ... 143_95.asp
Avatar utente
Vera Icona
Utente Junior
 
Messaggi: 578
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

Messaggiodi la.via » 08/02/2018, 20:15

certe chiese evangeliche le donne portano il velo
Mi presento


Arriva la bella stagione così possiamo smettere di piangere per freddo e maltempo e iniziare finalmente a lamentarci per caldo afa e zanzare. (Vladinho77, Twitter)


Immagine
Avatar utente
la.via
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4186
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32

Messaggiodi pasqualebucca » 09/02/2018, 5:06

A dire il vero anche da noi nella Chiesa Cattolica.....dovrebbe essere usato.
C'è chi lo usa e chi no.
Nelle riunioni delle ADI e dei Battisti le donne lo portano tutte, chi bianco e chi nero in pizzo comunque.
Non mi sono reso conto negli avventisti.
È un segno di rispetto verso Gesù Cristo, a mio parere.
Avatar utente
pasqualebucca
Utente Junior
 
Messaggi: 820
Iscritto il: 05/02/2017, 16:01

Messaggiodi Socrate69 » 09/02/2018, 7:51

pasquale:
"È un segno di rispetto verso Gesù Cristo, a mio parere."

O regole imposte da uomini con propensione alla misoginia.
L'ignorante afferma, il saggio dubita, il sapiente riflette - Aristotele

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3635
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44

Messaggiodi Lizzy75 » 09/02/2018, 8:53

Molto interessante... A quei tempi era cosa comune per le donne l'uso del velo, ora usi e costumi sono cambiati ed anche la Chiesa si è adeguata...
Lizzy75
 

Messaggiodi Vera Icona » 09/02/2018, 11:16

pasqualebucca ha scritto:A dire il vero anche da noi nella Chiesa Cattolica.....dovrebbe essere usato.
C'è chi lo usa e chi no.
Nelle riunioni delle ADI e dei Battisti le donne lo portano tutte, chi bianco e chi nero in pizzo comunque.
Non mi sono reso conto negli avventisti.
È un segno di rispetto verso Gesù Cristo, a mio parere.



Ma hai letto l'articolo?
Avatar utente
Vera Icona
Utente Junior
 
Messaggi: 578
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

Messaggiodi Gocciazzurra » 09/02/2018, 16:03

Vera Icona ha scritto:I tdg dicono di sì, ....
Confermo! Addirittura ero costretta a coprirmi il capo anche quando facevo lo studio al mio BAMBINO! in quanto maschio.
Ma che vadano a ciapà i ratt :cer:
Immagine

La libertà è un vago concetto. (Otto von Bismarck)
Un po' di me Immagine
Avatar utente
Gocciazzurra
Moderatore
 
Messaggi: 5263
Iscritto il: 10/06/2009, 21:09

Messaggiodi pasqualebucca » 09/02/2018, 16:53

Vera Icona ha scritto:
pasqualebucca ha scritto:A dire il vero anche da noi nella Chiesa Cattolica.....dovrebbe essere usato.
C'è chi lo usa e chi no.
Nelle riunioni delle ADI e dei Battisti le donne lo portano tutte, chi bianco e chi nero in pizzo comunque.
Non mi sono reso conto negli avventisti.
È un segno di rispetto verso Gesù Cristo, a mio parere.



Ma hai letto l'articolo?


Per molti interpreti nei vv. 4-5 Paolo vieterebbe all’uomo di coprire la sua testa con una qualche forma di copricapo ed esigerebbe dalla donna di coprirsi con un velo. Ma quest’interpretazione è incompatibile con i vv. 14-15, nei quali ritornano sia il tema della testa coperta sia quello dell’onore o disonore. Il dettaglio che aiuta a precisare l’oggetto del discorso di Paolo è nel v. 15c il quale dice: «... perché la chioma (hē komē) è data alla donna come avvolgimento»[1]. Nel v. 15b Paolo aveva appena scritto: «Se la donna porta una chioma lunga (ean komai), per lei è di onore», e nel v. 15a all’incontrario: «Se l’uomo porta una chioma lunga (ean komai), per lui è di disonore». In tal modo il v. 15 aiuta a interpretare l’astrusa espressione del v. 4 che a questo punto non può essere tradotta «avendo “sopra” la testa [un copricapo]» ma «avendo “giù” dalla testa [una chioma femminile]», e aiuta a intendere «con la testa coperta [da una capigliatura femminile]» la già più facile espressione del v. 5 che parlava dell’acconciatura della donna. Il lettore potrà provarne disappunto, ma il discorso di Paolo passa dalle forche caudine della toeletta maschile e femminile.

Potrei dire che è una questione di pulizia personale, di toeletta, per me è invece una questione di rispetto in un tempio o chiesa nei confronti di Dio.
L'esigenza della Chiesa e che la donna abbia i capelli lunghi, come è giusto che sia, e l'uomo corti, come è giusto che sia.
Ma visto che io in Chiesa ci vado ben vestito a mo di un tdg, quando non indosso il mantello e le varie croci, e mi inginocchio o comunque mi prostro a Dio, credo che anche la donna debba fare altrettanto ed in questo caso il copricapelli in pizzo risulta essere gradevole e accettato.
Sempre meglio che vietare i pantaloni alle donne in servizio come i tdg.
Avatar utente
pasqualebucca
Utente Junior
 
Messaggi: 820
Iscritto il: 05/02/2017, 16:01

Messaggiodi Testimone di Cristo » 09/02/2018, 17:46

LIALA ha scritto:certe chiese evangeliche le donne portano il velo

si è vero, un velo bianco , ma senza alcuna costrizione
:ciao:
Presentazione
Quanto ci Ama Gesù, Egli Donò la Sua Vita per noi
Luca 23,34 Gesù diceva: «Padre, perdona loro, perché non sanno quello che fanno».
Testimone di Cristo
Utente Junior
 
Messaggi: 841
Iscritto il: 12/12/2014, 12:30
Località: Caserta

Messaggiodi Vera Icona » 09/02/2018, 18:23

pasqualebucca ha scritto:
Vera Icona ha scritto:
pasqualebucca ha scritto:A dire il vero anche da noi nella Chiesa Cattolica.....dovrebbe essere usato.
C'è chi lo usa e chi no.
Nelle riunioni delle ADI e dei Battisti le donne lo portano tutte, chi bianco e chi nero in pizzo comunque.
Non mi sono reso conto negli avventisti.
È un segno di rispetto verso Gesù Cristo, a mio parere.



Ma hai letto l'articolo?


Per molti interpreti nei vv. 4-5 Paolo vieterebbe all’uomo di coprire la sua testa con una qualche forma di copricapo ed esigerebbe dalla donna di coprirsi con un velo. Ma quest’interpretazione è incompatibile con i vv. 14-15, nei quali ritornano sia il tema della testa coperta sia quello dell’onore o disonore. Il dettaglio che aiuta a precisare l’oggetto del discorso di Paolo è nel v. 15c il quale dice: «... perché la chioma (hē komē) è data alla donna come avvolgimento»[1]. Nel v. 15b Paolo aveva appena scritto: «Se la donna porta una chioma lunga (ean komai), per lei è di onore», e nel v. 15a all’incontrario: «Se l’uomo porta una chioma lunga (ean komai), per lui è di disonore». In tal modo il v. 15 aiuta a interpretare l’astrusa espressione del v. 4 che a questo punto non può essere tradotta «avendo “sopra” la testa [un copricapo]» ma «avendo “giù” dalla testa [una chioma femminile]», e aiuta a intendere «con la testa coperta [da una capigliatura femminile]» la già più facile espressione del v. 5 che parlava dell’acconciatura della donna. Il lettore potrà provarne disappunto, ma il discorso di Paolo passa dalle forche caudine della toeletta maschile e femminile.

Potrei dire che è una questione di pulizia personale, di toeletta, per me è invece una questione di rispetto in un tempio o chiesa nei confronti di Dio.
L'esigenza della Chiesa e che la donna abbia i capelli lunghi, come è giusto che sia, e l'uomo corti, come è giusto che sia.
Ma visto che io in Chiesa ci vado ben vestito a mo di un tdg, quando non indosso il mantello e le varie croci, e mi inginocchio o comunque mi prostro a Dio, credo che anche la donna debba fare altrettanto ed in questo caso il copricapelli in pizzo risulta essere gradevole e accettato.
Sempre meglio che vietare i pantaloni alle donne in servizio come i tdg.


Sinceramente io non vedo nessuna necessità, essere ben vestiti non significa certo portare un velo in testa per una donna.
Avatar utente
Vera Icona
Utente Junior
 
Messaggi: 578
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

Messaggiodi pasqualebucca » 10/02/2018, 10:27

È un segno di riverenza e di rispetto, nessun obbligo s'intende per la Chiesa Cattolica e posso dire per la chiesa evangelica.
Dipende dalla singola sorella.
Da noi nessuno costringe nessuno.
Avatar utente
pasqualebucca
Utente Junior
 
Messaggi: 820
Iscritto il: 05/02/2017, 16:01

Messaggiodi Vera Icona » 10/02/2018, 12:46

pasqualebucca ha scritto:È un segno di riverenza e di rispetto, nessun obbligo s'intende per la Chiesa Cattolica e posso dire per la chiesa evangelica.
Dipende dalla singola sorella.
Da noi nessuno costringe nessuno.



Ma tu sei cattolico o evangelico?


Io comunque non vedo nessuna necessità.
La necessità è stata confutato con l'articolo da me postato.
Perché se cominciamo a dire che la donna che si mette un velo in testa lo fa per riverenza al Signore, che dire delle donne che non lo fanno? Non mostrano riverenza ovvio.
Quindi si arriverà alla pressione del gruppo, se sto in una assemblea dove sono l'unica a non portare il velo, come mi sento?
E prima o poi si cede, ma non per convinzione ma per adattamento.
Avatar utente
Vera Icona
Utente Junior
 
Messaggi: 578
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

Messaggiodi pasqualebucca » 10/02/2018, 13:47

Vera Icona ha scritto:
pasqualebucca ha scritto:È un segno di riverenza e di rispetto, nessun obbligo s'intende per la Chiesa Cattolica e posso dire per la chiesa evangelica.
Dipende dalla singola sorella.
Da noi nessuno costringe nessuno.



Ma tu sei cattolico o evangelico?


Io comunque non vedo nessuna necessità.
La necessità è stata confutato con l'articolo da me postato.
Perché se cominciamo a dire che la donna che si mette un velo in testa lo fa per riverenza al Signore, che dire delle donne che non lo fanno? Non mostrano riverenza ovvio.
Quindi si arriverà alla pressione del gruppo, se sto in una assemblea dove sono l'unica a non portare il velo, come mi sento?
E prima o poi si cede, ma non per convinzione ma per adattamento.


Cosa sono io è di pubblico dominio, basta andare su google.
Sono Cattolico Apostolico Romano, ma come rettore dell'Accademia di San Bernardo da Chiaravalle partecipo al movimento ecumenico.
Sono molto vicino ai fratelli evangelici che considero Cristiani al mio pari.
Ripeto il concetto, se come donna, ti presenti a messa senza copricapo va bene uguale, a mio parere il velo o copricapo è un segno di rispetto e riverenza verso Dio.
Se non sei daccordo va bene uguale.
Avatar utente
pasqualebucca
Utente Junior
 
Messaggi: 820
Iscritto il: 05/02/2017, 16:01


Torna a Argomenti dottrinali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici