Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

La Grande Tribolazione è già iniziata ?

Tutto ciò che riguarda la dottrina dei Testimoni di Geova.

Moderatore: polymetis

La Grande Tribolazione è già iniziata ?

Messaggiodi Socrate69 » 07/02/2018, 23:41

L'ignorante afferma, il saggio dubita, il sapiente riflette - Aristotele

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3635
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44

Messaggiodi siculo » 08/02/2018, 11:01

Beh, visto che la grande tribolazione è connessa con il tempo della fine, mi sembra ovvio che, avendo dovuto fare dei continui aggiustamenti perché la fine non è mai arrivata, anche la grande tribolazione è stata oggetto di "luce progressiva". :mirror:
La cosa che invece non hanno capito i TdG è che la grande tribolazione è annoverata nel NT soprattutto in riferimento alle sofferenze dei cristiani patite per le persecuzioni ad opera di Nerone. Non è quindi qualcosa che riguarda il mondo in generale, ma i cristiani in maniera particolare e questo significa che la grande tribolazione non è una punizione mandata da Dio per punire l'umanità corrotta, ma anzi è proprio il martirio che talune volte deve subire il cristiano ad opera del mondo corrotto.
siculo
Nuovo Utente
 
Messaggi: 293
Iscritto il: 18/04/2013, 17:28

Messaggiodi Vera Icona » 08/02/2018, 11:06

Magari questo mondo è il purgatorio, e chi muore va nel paradise. Stiamo tribolazioni dalla nascita.... :ironico:
Avatar utente
Vera Icona
Utente Junior
 
Messaggi: 578
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

Messaggiodi siculo » 08/02/2018, 11:15

Vera Icona ha scritto:Magari questo mondo è il purgatorio, e chi muore va nel paradise. Stiamo tribolazioni dalla nascita.... :ironico:

Carissima Vera, a parte gli scherzi, è proprio Apocalisse 7 che introduce questo tuo concetto. Infatti la grande folla proviene proprio dalla grande tribolazione e il testo dice che questi hanno lavato e rese bianche le loro vesti nel sangue dell'Agnello. Questo altro non è che il martirio che hanno subito per rimanere fedeli a Cristo, quindi la sofferenza/tribolazione per la fedeltà a Cristo sicuramente dà il biglietto per il paradiso. Si parla quindi di persone morte, l'esatto opposto di quello che dicono le pubblicazioni che vedono la grande folla sulla terra!!
siculo
Nuovo Utente
 
Messaggi: 293
Iscritto il: 18/04/2013, 17:28

Messaggiodi Vera Icona » 08/02/2018, 11:30

siculo ha scritto:
Vera Icona ha scritto:Magari questo mondo è il purgatorio, e chi muore va nel paradise. Stiamo tribolazioni dalla nascita.... :ironico:

Carissima Vera, a parte gli scherzi, è proprio Apocalisse 7 che introduce questo tuo concetto. Infatti la grande folla proviene proprio dalla grande tribolazione e il testo dice che questi hanno lavato e rese bianche le loro vesti nel sangue dell'Agnello. Questo altro non è che il martirio che hanno subito per rimanere fedeli a Cristo, quindi la sofferenza/tribolazione per la fedeltà a Cristo sicuramente dà il biglietto per il paradiso. Si parla quindi di persone morte, l'esatto opposto di quello che dicono le pubblicazioni che vedono la grande folla sulla terra!!



Mi trovi in disaccordo, con quale criterio stabilisce che si tratta del martirio.

Secondo te un cristiano solo con il martirio rende bianca le sue vesti?
Avatar utente
Vera Icona
Utente Junior
 
Messaggi: 578
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

Messaggiodi siculo » 08/02/2018, 11:43

Vera Icona ha scritto:
siculo ha scritto:
Vera Icona ha scritto:Magari questo mondo è il purgatorio, e chi muore va nel paradise. Stiamo tribolazioni dalla nascita.... :ironico:

Carissima Vera, a parte gli scherzi, è proprio Apocalisse 7 che introduce questo tuo concetto. Infatti la grande folla proviene proprio dalla grande tribolazione e il testo dice che questi hanno lavato e rese bianche le loro vesti nel sangue dell'Agnello. Questo altro non è che il martirio che hanno subito per rimanere fedeli a Cristo, quindi la sofferenza/tribolazione per la fedeltà a Cristo sicuramente dà il biglietto per il paradiso. Si parla quindi di persone morte, l'esatto opposto di quello che dicono le pubblicazioni che vedono la grande folla sulla terra!!



Mi trovi in disaccordo, con quale criterio stabilisce che si tratta del martirio.

Secondo te un cristiano solo con il martirio rende bianca le sue vesti?

No, è ovvio, ma il martirio è la forma più sublime per rendere bianche la veste dell'anima. :sorriso:
siculo
Nuovo Utente
 
Messaggi: 293
Iscritto il: 18/04/2013, 17:28

Messaggiodi Mauro1971 » 08/02/2018, 12:36

Socrate69 ha scritto:https://translate.google.ch/translate?hl=fr?sl=auto&tl=it&u=https%3A//www.jehovahs-witness.com/topic/5660399560032256/has-great-tribulation-already-started

:risata: :fronte:


Beh dai, da un 37 anni sembrano avere le idee più chiare, almeno non rischiano strafalcioni alla 1975. :risata: :risata: :risata:
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 8848
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Concordo con il pensiero di Siculo

Messaggiodi Vieri » 08/02/2018, 12:51

siculo ha scritto:
Vera Icona ha scritto:Magari questo mondo è il purgatorio, e chi muore va nel paradise. Stiamo tribolazioni dalla nascita.... :ironico:

Carissima Vera, a parte gli scherzi, è proprio Apocalisse 7 che introduce questo tuo concetto. Infatti la grande folla proviene proprio dalla grande tribolazione e il testo dice che questi hanno lavato e rese bianche le loro vesti nel sangue dell'Agnello. Questo altro non è che il martirio che hanno subito per rimanere fedeli a Cristo, quindi la sofferenza/tribolazione per la fedeltà a Cristo sicuramente dà il biglietto per il paradiso. Si parla quindi di persone morte, l'esatto opposto di quello che dicono le pubblicazioni che vedono la grande folla sulla terra!!

:ok: Concordo con Siculo e per "grande tribulazione" o "martirio" ritengo che non si debba prendere alla lettera e che per entrare nel regno di Dio occorra essere "sfigatissimi" o farsi ammazzare dall'ISIS......

Tutti noi, nell'affrontare ogni giorno il nostro cammino di fede e per cercare di rimanere fedeli agli insegnamenti di Cristo "tribuliamo".....poichè siamo mortali, pieni sempre di dubbi, di perplessità, di paure e anche ovviamente di peccati.

Il prendere atto da parte di un cristiano di tali limiti e di cercare ogni giorno di migliorarsi rappresenta pertanto uno sforzo notevole e "lavarsi e rendere bianche le nostre vesti nel sangue dell'agnello" è un linguaggio per immagini che indica proprio questo cammino di fede per presentarsi a Dio, nell'ultimo giorno se non con la nostra veste "bianchissima" almeno "grigina"......
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5317
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi siculo » 08/02/2018, 15:17

Vieri ha scritto:
siculo ha scritto:
Vera Icona ha scritto:Magari questo mondo è il purgatorio, e chi muore va nel paradise. Stiamo tribolazioni dalla nascita.... :ironico:

Carissima Vera, a parte gli scherzi, è proprio Apocalisse 7 che introduce questo tuo concetto. Infatti la grande folla proviene proprio dalla grande tribolazione e il testo dice che questi hanno lavato e rese bianche le loro vesti nel sangue dell'Agnello. Questo altro non è che il martirio che hanno subito per rimanere fedeli a Cristo, quindi la sofferenza/tribolazione per la fedeltà a Cristo sicuramente dà il biglietto per il paradiso. Si parla quindi di persone morte, l'esatto opposto di quello che dicono le pubblicazioni che vedono la grande folla sulla terra!!

:ok: Concordo con Siculo e per "grande tribulazione" o "martirio" ritengo che non si debba prendere alla lettera e che per entrare nel regno di Dio occorra essere "sfigatissimi" o farsi ammazzare dall'ISIS......

Tutti noi, nell'affrontare ogni giorno il nostro cammino di fede e per cercare di rimanere fedeli agli insegnamenti di Cristo "tribuliamo".....poichè siamo mortali, pieni sempre di dubbi, di perplessità, di paure e anche ovviamente di peccati.

Il prendere atto da parte di un cristiano di tali limiti e di cercare ogni giorno di migliorarsi rappresenta pertanto uno sforzo notevole e "lavarsi e rendere bianche le nostre vesti nel sangue dell'agnello" è un linguaggio per immagini che indica proprio questo cammino di fede per presentarsi a Dio, nell'ultimo giorno se non con la nostra veste "bianchissima" almeno "grigina"......


Caro Vieri, io comunque per "tribulazione" non intendo l'imperfezione del peccato, ma proprio le piccole e grandi difficoltà dell'essere cristiano ogni giorno della propria vita proprio per non scendere a compromessi proprio con il peccato del mondo.
E' quello che in sostanza Gesù ci chiede quando ci invita a prendere la propria croce come prerequisito per seguirlo. Questo chiaramente non comporta la morte per martirio, ma la sofferenza, la discriminazione e la persecuzione si. :sorriso:
siculo
Nuovo Utente
 
Messaggi: 293
Iscritto il: 18/04/2013, 17:28

Breve precisazione

Messaggiodi Vieri » 08/02/2018, 16:16

Ciao Siculo.....forse non ci siamo capiti poichè alla fine abbiamo detto le stesse identiche cose!
Vieri:
Tutti noi, nell'affrontare ogni giorno il nostro cammino di fede e per cercare di rimanere fedeli agli insegnamenti di Cristo "tribuliamo".....poichè siamo mortali, pieni sempre di dubbi, di perplessità, di paure e anche ovviamente di peccati.

Il prendere atto da parte di un cristiano di tali limiti e di cercare ogni giorno di migliorarsi rappresenta pertanto uno sforzo notevole e "lavarsi e rendere bianche le nostre vesti nel sangue dell'agnello" è un linguaggio per immagini che indica proprio questo cammino di fede per presentarsi a Dio, nell'ultimo giorno se non con la nostra veste "bianchissima" almeno "grigina".....
.
Siculo:
Caro Vieri, io comunque per "tribulazione" non intendo l'imperfezione del peccato, ma proprio le piccole e grandi difficoltà dell'essere cristiano ogni giorno della propria vita proprio per non scendere a compromessi proprio con il peccato del mondo.
E' quello che in sostanza Gesù ci chiede quando ci invita a prendere la propria croce come prerequisito per seguirlo. Questo chiaramente non comporta la morte per martirio, ma la sofferenza, la discriminazione e la persecuzione si. :sorriso:

:ok: Buona giornata
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5317
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Vera Icona » 09/02/2018, 11:48

Siculo:
Caro Vieri, io comunque per "tribulazione" non intendo l'imperfezione del peccato, ma proprio le piccole e grandi difficoltà dell'essere cristiano ogni giorno della propria vita proprio per non scendere a compromessi proprio con il peccato del mondo.
E' quello che in sostanza Gesù ci chiede quando ci invita a prendere la propria croce come prerequisito per seguirlo. Questo chiaramente non comporta la morte per martirio, ma la sofferenza, la discriminazione e la persecuzione si. :sorriso:
Sorry, ma non ho mai sofferto del fatto che sono cristiana cattolica, viviamo in Europa e siamo ben accettati, da tdg era ben diverso, e se vivi in Itinerari un piccolo borgo e ti dichiari ateo ha più problemi che da cattolico.
Avatar utente
Vera Icona
Utente Junior
 
Messaggi: 578
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

Messaggiodi siculo » 09/02/2018, 15:40

Vera Icona ha scritto:


Sorry, ma non ho mai sofferto del fatto che sono cristiana cattolica, viviamo in Europa e siamo ben accettati, da tdg era ben diverso, e se vivi in Itinerari un piccolo borgo e ti dichiari ateo ha più problemi che da cattolico.

Cara Vera, il punto è che né io e neanche Vieri stiamo prendendo alla lettera il significato di "tribolazione" come sinonimo solo di "discriminazione religiosa".
In Europa oggi la tribolazione del cristiano potrebbe essere il non scendere a compromessi per nulla; banalmente per una donna cristiana potrebbe significare perdere un posto di lavoro per la scelta di portare avanti una gravidanza magari non ricercata (piuttosto che abortire) o ancora più banalmente rimanere fedele ad un marito/moglie per cui la fedeltà non è il forte se torna a casa dopo una scappatella. Ci sono un milione di ambiti della vita quotidiana dove rimanere fedeli al Vangelo comporta una piccola/grande tribolazione.
Scusa la domanda, per te invece cos'è la grande tribolazione richiamata nella Bibbia?
Come detto negli altri interventi, storicamente coincide con le persecuzioni dei primi cristiani, oggi può significare ancora il martirio (vedi i cristiani copti in Egitto) o le sofferenze/ingiustizie della vita quotidiana; in senso escatologico futuro magari significa una grande prova sempre per tutti i cristiani.
Per te invece? :sorriso:
siculo
Nuovo Utente
 
Messaggi: 293
Iscritto il: 18/04/2013, 17:28

Messaggiodi Vera Icona » 09/02/2018, 18:03

siculo ha scritto:
Vera Icona ha scritto:


Sorry, ma non ho mai sofferto del fatto che sono cristiana cattolica, viviamo in Europa e siamo ben accettati, da tdg era ben diverso, e se vivi in Itinerari un piccolo borgo e ti dichiari ateo ha più problemi che da cattolico.

Cara Vera, il punto è che né io e neanche Vieri stiamo prendendo alla lettera il significato di "tribolazione" come sinonimo solo di "discriminazione religiosa".
In Europa oggi la tribolazione del cristiano potrebbe essere il non scendere a compromessi per nulla; banalmente per una donna cristiana potrebbe significare perdere un posto di lavoro per la scelta di portare avanti una gravidanza magari non ricercata (piuttosto che abortire) o ancora più banalmente rimanere fedele ad un marito/moglie per cui la fedeltà non è il forte se torna a casa dopo una scappatella. Ci sono un milione di ambiti della vita quotidiana dove rimanere fedeli al Vangelo comporta una piccola/grande tribolazione.
Scusa la domanda, per te invece cos'è la grande tribolazione richiamata nella Bibbia?
Come detto negli altri interventi, storicamente coincide con le persecuzioni dei primi cristiani, oggi può significare ancora il martirio (vedi i cristiani copti in Egitto) o le sofferenze/ingiustizie della vita quotidiana; in senso escatologico futuro magari significa una grande prova sempre per tutti i cristiani.
Per te invece? :sorriso:



A dirti la verità, non ho la più pallida idea.

Non saprei nemmeno chi siano le locuste, e tu?
Avatar utente
Vera Icona
Utente Junior
 
Messaggi: 578
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

Messaggiodi siculo » 09/02/2018, 18:59

Vera Icona ha scritto:

A dirti la verità, non ho la più pallida idea.

Non saprei nemmeno chi siano le locuste, e tu?

Diversa anni fa ho letto il commento al libro dell'Apocalisse di Ravasi. Lui diceva che le "piaghe", come appunto le locuste, simboleggiavano i vizi capitali dell'uomo che quindi non erano da considerare come un tormento fisico, ma simboleggiavano il tormento interiore dovuto appunto al peccato di riferimento.
Una buona serata a te e tutti gli utenti del forum :sorriso:
siculo
Nuovo Utente
 
Messaggi: 293
Iscritto il: 18/04/2013, 17:28

Messaggiodi deliverance1979 » 10/02/2018, 8:09

Per i TDG, la grande tribolazione è una cosa molto importante.
Tanto che nel broadcasting, se non erro, hanno fatto almeno un video, in stile dramma moderno, dove si ambienta la vicenda dei componenti TDG di una congregazione, proprio nel periodo della Grande Tribolazione.

Questo, è il primo fenomeno reale e tangibile che Harmagheddon è ormai prossimo.
Infatti è proprio l'inizio della Grande Tribolazione a determinare l'intervento divino sulla terra dopo millenni di assenza, e questo, dovrebbe dimostrare che ora il tempo per l'auto gestione umano-demonica è finito.

Il problema del Corpo Direttivo dei TDG è stato quello di cercare di dare in maniera ossessiva, dei collegamenti applicabili al mondo reale (politica, religione, eventi catastrofici, etc) i vari simbolismi del libro biblico Rivelazione o Apocalisse.

Ed è proprio su questo punto che si sono incartati.
Hanno fatto si che il Gran Dragone Satana, appoggiasse la bestia con sette teste e dieci corna che è l'ONU, poi si parla della bestia con due corna ed il corpo da montone che rappresenta l'America e la Gran Bretagna, e via dicendo.
Poi i 144.000 sono un numero reale.

Per farla breve, i TDG hanno forza tutta l'intera bibbia ed attraverso carotaggi ad hoc, l'hanno attualizzata, facendo credere a milioni di persone, che dal 1914, la fine del mondo sarebbe stata prossima.
Per convincerli ancora di più, hanno fatto credere a tutte queste persone che loro avevano l'unica chiave di lettura biblica, che, grazie a Geova, ed al suo spirito santo, già nel lontano 1874, aveva fatto capire a pastor Russell ed a quei primi studenti biblici, come collegare e spiegare in maniera logica i vari passi biblici, applicandoli a quest'evento politico, a quell'organizzazione umana, a quel fatto storico.

Peccato, che dopo 144 anni di vaccate, eccetto che un idea per un film o una serie apocalittico-millenaristica di stampo religioso protestante, le loro idee sono carta straccia.
Le loro promesse si sono rivelate infondate.
Le loro aspettative utili per tenere i propri fedeli aggrappati ad una speranza di un evento che non si verificherà mai si sono rivelate completamente sbagliate.
La loro presunta crescita e la loro espansione si sta dimostrando più farlocca di quanto vogliano farci credere.
I problemi che iniziano ad uscire fuori tra dissidenti, siti di ex TDG, e TDG che all'interno di quell'organizzazione che si vantava di trasformare le persone del mondo in perfetti ed esemplari adoratori di Geova, stanno mettendo in seria discussione tutta l'organizzazione.

Allora, la risposta alla domanda: La Grande Tribolazione è già iniziata?
Dal 1995 (anno di inizio della loro secolarizzazione, per me), SI, ma per l'organizzazione geovista. :strettamano:
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4838
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi siculo » 11/02/2018, 17:33

deliverance1979 ha scritto:Per i TDG, la grande tribolazione è una cosa molto importante.
Tanto che nel broadcasting, se non erro, hanno fatto almeno un video, in stile dramma moderno, dove si ambienta la vicenda dei componenti TDG di una congregazione, proprio nel periodo della Grande Tribolazione.

Questo, è il primo fenomeno reale e tangibile che Harmagheddon è ormai prossimo.
Infatti è proprio l'inizio della Grande Tribolazione a determinare l'intervento divino sulla terra dopo millenni di assenza, e questo, dovrebbe dimostrare che ora il tempo per l'auto gestione umano-demonica è finito.

Il problema del Corpo Direttivo dei TDG è stato quello di cercare di dare in maniera ossessiva, dei collegamenti applicabili al mondo reale (politica, religione, eventi catastrofici, etc) i vari simbolismi del libro biblico Rivelazione o Apocalisse.

Ed è proprio su questo punto che si sono incartati.
Hanno fatto si che il Gran Dragone Satana, appoggiasse la bestia con sette teste e dieci corna che è l'ONU, poi si parla della bestia con due corna ed il corpo da montone che rappresenta l'America e la Gran Bretagna, e via dicendo.
Poi i 144.000 sono un numero reale.

Per farla breve, i TDG hanno forza tutta l'intera bibbia ed attraverso carotaggi ad hoc, l'hanno attualizzata, facendo credere a milioni di persone, che dal 1914, la fine del mondo sarebbe stata prossima.
Per convincerli ancora di più, hanno fatto credere a tutte queste persone che loro avevano l'unica chiave di lettura biblica, che, grazie a Geova, ed al suo spirito santo, già nel lontano 1874, aveva fatto capire a pastor Russell ed a quei primi studenti biblici, come collegare e spiegare in maniera logica i vari passi biblici, applicandoli a quest'evento politico, a quell'organizzazione umana, a quel fatto storico.

Peccato, che dopo 144 anni di vaccate, eccetto che un idea per un film o una serie apocalittico-millenaristica di stampo religioso protestante, le loro idee sono carta straccia.
Le loro promesse si sono rivelate infondate.
Le loro aspettative utili per tenere i propri fedeli aggrappati ad una speranza di un evento che non si verificherà mai si sono rivelate completamente sbagliate.
La loro presunta crescita e la loro espansione si sta dimostrando più farlocca di quanto vogliano farci credere.
I problemi che iniziano ad uscire fuori tra dissidenti, siti di ex TDG, e TDG che all'interno di quell'organizzazione che si vantava di trasformare le persone del mondo in perfetti ed esemplari adoratori di Geova, stanno mettendo in seria discussione tutta l'organizzazione.

Allora, la risposta alla domanda: La Grande Tribolazione è già iniziata?
Dal 1995 (anno di inizio della loro secolarizzazione, per me), SI, ma per l'organizzazione geovista. :strettamano:

Perfettamente condivisibili tutte le tue affermazioni, :strettamano:
Io però avevo capito che per i TdG la grande tribolazione fosse un evento di estrema violenza mandato da Dio come pioggia di meteoriti, terremoti, maremoti, ecc...
La trovo un'interpretazione assurda questa, dato che non capisco in virtù di cosa la grande folla sopravviverebbe alla grande tribolazione, dato che un meteorite che cade sulla terra uccide sia il giusto TdG che l'empio cattolico come me :boh:
siculo
Nuovo Utente
 
Messaggi: 293
Iscritto il: 18/04/2013, 17:28

Messaggiodi deliverance1979 » 11/02/2018, 20:33

Caro Siculo, per i TDG la Grande Tribolazione altro non è che l'attacco da parte dell'ONU, o per meglio dire, della politica, rappresentate simbolicamente nel libro di Rivelazione o Apocalisse, dalla figura della bestia selvaggia con sette teste (le sette potenze mondiali che nel corso della storia hanno avuto a che fare con il popolo di Geova, che sono Siria, Assiria, Babilonia, Media-persia, Grecia, Roma ed Anglo americani), e dieci corna (dove il numero 10 rappresenta completezza, e le corna, rappresentano i re. Quindi completezza dei regni o totalità).
La bestia selvaggia è cavalcata da una prostituta, ovvero "Babilonia la grande", la madre di tutte le false religioni (meno che i TDG), capitanata dalla Chiesa Cattolica o cristianità apostata.
Durante lo scoppio della Grande tribolazione, Geova, eseguirà il suo giudizio contro la falsa religione. Quindi, un attacco militare mai verificatosi in precedenza. Distruzione e chiusura, a livello planetario, di tutti i luoghi di culto, eliminazione fisica e violenta del clero e dei principali esponenti religiosi e laici che hanno appoggiato le varie religioni. Un massacro splatter, altro che le repressioni repubblicane nella famosa Vandea militare (post rivoluzione francese).
Solo a massacro finito, il mondo si preparerà per la sua fine, Harmagheddon.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4838
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi siculo » 12/02/2018, 10:16

deliverance1979 ha scritto:Caro Siculo, per i TDG la Grande Tribolazione altro non è che l'attacco da parte dell'ONU, o per meglio dire, della politica, rappresentate simbolicamente nel libro di Rivelazione o Apocalisse, dalla figura della bestia selvaggia con sette teste (le sette potenze mondiali che nel corso della storia hanno avuto a che fare con il popolo di Geova, che sono Siria, Assiria, Babilonia, Media-persia, Grecia, Roma ed Anglo americani), e dieci corna (dove il numero 10 rappresenta completezza, e le corna, rappresentano i re. Quindi completezza dei regni o totalità).
La bestia selvaggia è cavalcata da una prostituta, ovvero "Babilonia la grande", la madre di tutte le false religioni (meno che i TDG), capitanata dalla Chiesa Cattolica o cristianità apostata.
Durante lo scoppio della Grande tribolazione, Geova, eseguirà il suo giudizio contro la falsa religione. Quindi, un attacco militare mai verificatosi in precedenza. Distruzione e chiusura, a livello planetario, di tutti i luoghi di culto, eliminazione fisica e violenta del clero e dei principali esponenti religiosi e laici che hanno appoggiato le varie religioni. Un massacro splatter, altro che le repressioni repubblicane nella famosa Vandea militare (post rivoluzione francese).
Solo a massacro finito, il mondo si preparerà per la sua fine, Harmagheddon.

Carissimo, quindi la grande tribolazione è un attacco da parte dell'ONU nei confronti di tutte le religioni? Presumo che anche i TdG verranno attaccati, infatti agli occhi dell'ONU non c'è nessuna differenza tra chiesa cristiana dei TdG e chiesa Cattolica. Com'è quindi possibile che la grande folla sopravvive a questa persecuzione? E tutti i TdG che non sopravvivono? E tutti i cattolici che sopravvivono faranno anche loro parte della grande folla che riceve in eredità la vita eterna?
Francamente questa lettura mi sembra veramente assurda se si pensa alla grande folla come tutti i cristiani che sopravvivono fisicamente alla grande tribolazione sulla terra. Invece le persecuzioni verso i cristiani hanno un senso compiuto solo se la grande folla indica tutti i cristiani morti che in Cielo ricevo la loro ricompensa per il martirio subito. :ironico:
siculo
Nuovo Utente
 
Messaggi: 293
Iscritto il: 18/04/2013, 17:28

Messaggiodi Socrate69 » 12/02/2018, 10:49

Harmaghedon (o Armagheddon, Har-Maghedon, ma come cavolo si scrive ?? :ironico: ) sarà il culmine della grande tribolazione, guerra che opporrà Cristo e il suo esercito (dunque esseri spirituali) ai governi (esseri fisici) che staranno per attaccare "la vera religione", cioè i seguaci della Torre di Guardia. Solo dopo il massacro dei governi da parte di Cristo inizierà il millennio.
Per più "chiarezza" puoi vedere qui
https://wol.jw.org/it/wol/d/r6/lp-i/110 ... ione&p=par

(Vorrei ricordare a Gesù che se avesse l'intenzione di farlo veramente, che si ricordi delle sue proprie parole "chi colpisce di spada perirà di spada... :ok: :sorriso: )
L'ignorante afferma, il saggio dubita, il sapiente riflette - Aristotele

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3635
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44

Messaggiodi siculo » 12/02/2018, 11:49

Socrate69 ha scritto:Harmaghedon (o Armagheddon, Har-Maghedon, ma come cavolo si scrive ?? :ironico: ) sarà il culmine della grande tribolazione, guerra che opporrà Cristo e il suo esercito (dunque esseri spirituali) ai governi (esseri fisici) che staranno per attaccare "la vera religione", cioè i seguaci della Torre di Guardia. Solo dopo il massacro dei governi da parte di Cristo inizierà il millennio.
Per più "chiarezza" puoi vedere qui
https://wol.jw.org/it/wol/d/r6/lp-i/110 ... ione&p=par

(Vorrei ricordare a Gesù che se avesse l'intenzione di farlo veramente, che si ricordi delle sue proprie parole "chi colpisce di spada perirà di spada... :ok: :sorriso: )

Si, sapevo di questo assurdo epilogo di Armagheddon.
Se le intenzioni sono veramente queste, Dio non doveva mandare il suo Unigenito a morire sulla croce per i peccati del mondo, ma già 2000 anni addietro, piuttosto che farsi uccidere, lo stesso Gesù poteva benissimo radunare tutti i suoi angeli ed ammazzare già allora gli empi. :saggio:
siculo
Nuovo Utente
 
Messaggi: 293
Iscritto il: 18/04/2013, 17:28

Messaggiodi deliverance1979 » 12/02/2018, 21:05

Caro Siculo, cercherò di darti una risposta più o meno sensata in base alle mie informazioni da ex TDG di qualche anno fa, chissà oggi come saranno cambiate.

La tua osservazione, circa l'attacco dell'ONU che dovrebbe interessare anche i TDG, è corretta.
Infatti, anche se la Grande Tribolazione è guidata da Gesù (che per i TDG regna dal 1914), le organizzazioni terrene, procederanno a braccio, fagocitando tutto ciò che si vede delle varie organizzazioni religiose, pertanto, i luoghi di culto.
Di conseguenza, secondo a quanto si credeva o si diceva tra i TDG fino a qualche anno fa, anche le sale del regno, le fialiali o case Bethel, le sale delle assemblee, sarebbero state chiuse dalla grande manovra a tenaglia che l'ONU e tutto il mondo della politica avrebbe portato contro tutte le religioni del mondo.
Ma qui viene il bello.
Infatti i TDG, benedetti da Geova, sapevano di questo evento da tempo.
Non a caso, i famosi gruppi di studio biblico di congregazione, dove appunto la congregazione viene divisa in 5 - 6 gruppi di studio (che si teneva normalmente il martedì sera, ed oggi aboliti) con 12 - 20 membri per gruppo, dovevano servire proprio a questo.
In alcune pubblicazioni, la scrittura di Isaia che parla di "entrare nelle stanze interne" (non mi ricordo quale, ma mi sembra il libro che approfondiva lo studio delle scritture di Isaia), diceva che la disposizione degli studi di libro, poteva servire sia in tempi di calamità naturali, che di persecuzione, poichè, ogni gruppo di 12 - 20 persone, era molto meglio gestibile a differenza di un'intera congregazione...
Che figate... io ci morivo di goduria co sta roba.... :ironico: :ironico: :ironico:

Quindi, proprio come ai tempi della persecuzione nazista prima, e comunista dopo, i TDG si radunavano in piccoli gruppi (stile forze speciali che operano dietro le linee nemiche.... :ironico: :ironico: :ironico: ) per incoraggiarsi ed andare avanti...

Vabbè, torniamo a noi.
Praticamente, durante la Grande Tribolazione, l'opera di predicazione sarebbe cessata (ed anche qui c'era un altra scrittura che avvalorava questa tesi), pertanto, chi aveva avuto la possibilità di ascoltare il messaggio dei TDG prima di questo evento, ed aveva fatto i passi per salvarsi, sarebbe stato in compagnia del popolo di Geova, proprio come quando nell'antico Egitto, si attendeva il passare della notte e dell'ultima piaga, la morte dei primogeniti.
Solo chi aveva ascoltato i comandi di Geova e si era ritrovato a casa di un ebreo con gli stipiti marchiati con il sangue di agnello, avrebbe salvato se stesso (se era primogenito) o i propri figli....

Che figata...(io ci godevo proprio con queste interpretazioni da fanta verità biblica, te pensa quali e quante stronzate credevo.... :fronte: :fronte: :fronte: )... :ironico: :ironico: :ironico:

Comunque, per fartela breve, sempre secondo quelli del Corpo Direttivo, la Grande Tribolazione era già un giudizio di Geova tramite Gesù Cristo, di conseguenza, il suo popolo ne sarebbe uscito indenne nella sua interezza, a diferenza degli edifici che sarebbero stati confiscati proprio come per le chiese, le sinagoghe, le moschee o altri luoghi di culto ufficiali.
Tuttavia, in tutto questo caos di violenza, poteva capitare che qualche TDG potesse essere colpito dalla furia delle forze politiche intente a spazzare via ogni sorta di istituzione religiosa ufficale, anche se, tale evento, sembrava essere più raro che unico, visto che, la Grande Tribolazione, era il primo passo di Geova, prima di Harmagheddon, e quindi, tutto era nelle sue mani... :ok:
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4838
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36


Torna a Argomenti dottrinali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici