Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Sul paradiso terrestre

Tutto ciò che riguarda la dottrina dei Testimoni di Geova.

Moderatore: polymetis

Sul paradiso terrestre

Messaggiodi Necche » 20/04/2018, 15:52

Quando parlo con i tdg sul paradiso terrestre, cercano di spiegarmi con un se: "Se Adamo ed Eva non avessero peccato..." a questo punto li blocco dicendo che non si può ragionare con un qualcosa che non si è verificato. Ho sbagliato poiché non so adesso dove quel se va a finire. Cosa vogliono dimostrare con quel se? Qual è il ragionamento? Non so se queste domande le ho già scritte ma se c è qualcuno che mi può spiegare lo ringrazio anticipatamente. Saluto tutti
Necche
Nuovo Utente
 
Messaggi: 225
Iscritto il: 05/03/2011, 21:20

Messaggiodi Romagnolo » 20/04/2018, 17:10

Be...Necche...è un ragionamento al pari di....se hittler non avesse invaso la Polonia...non sarebbe scoppiata la seconda guerra mondiale.
Se quel giorno non mi fossi fermato a quel bar....non avrei incontrato mia moglie :lingua:
Se non avessi investito in borsa....non avrei perso tutto...
Ovviamente se ci si riflette...il non aver fatto una determinata azione non vuol necessariamente dire che le cose sarebbero sicuramente andate in un ben specifico modo,...ma nel caso di Adamo...se non avesse disubbidito....non sarebbe mai morto (per sempre) dato che la morte gli era stata paventata solo in caso di disubbidienza.
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4874
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Del "ma" e del "se" ne son piene le fosse.....

Messaggiodi Vieri » 20/04/2018, 18:34

Necche ha scritto:Quando parlo con i tdg sul paradiso terrestre, cercano di spiegarmi con un se: "Se Adamo ed Eva non avessero peccato..." a questo punto li blocco dicendo che non si può ragionare con un qualcosa che non si è verificato. Ho sbagliato poiché non so adesso dove quel se va a finire. Cosa vogliono dimostrare con quel se? Qual è il ragionamento? Non so se queste domande le ho già scritte ma se c è qualcuno che mi può spiegare lo ringrazio anticipatamente. Saluto tutti


Che merito avremmo avuto alla fine di non essere stati delle persone veramente libere se non fosse esistita la possibilità di dire anche di no ?

Vi piace questo pensiero di Sant'Agostino......
Commento sui salmi di S. Agostino ( Sal 60 2,3 CCL 39,766)

Infatti la nostra vita in questo pellegrinaggio non può essere esente da prove ed il nostro progresso si compie attraverso la tentazione.

Nessuno può conoscere sé stesso se non è tentato, né può essere coronato senza aver vinto.né può vincere senza combattere; ma il combattimento suppone un nemico : la prova.

Pertanto si trova in angoscia colui che grida dai confini della terra, ma tuttavia non viene abbandonato. Poichè il signore volle prefigurare noi, che siamo il suo corpo mistico, nelle vicende del suo corpo reale, nel quale egli morì, risuscitò e salì al cielo.

In tal modo anche le membra possono sperare di giungere là dove il Capo le ha precedute.
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5552
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Malefica » 21/04/2018, 6:56

Romagnolo ha scritto: Adamo...se non avesse disubbidito....non sarebbe mai morto (per sempre) dato che la morte gli era stata paventata solo in caso di disubbidienza.


E dove sarebbe scritto in Genesi che Adamo sarebbe vissuto per sempre se non avesse disubbidito? :boh:
Presentazione

"Volevo urlare quello che sentivo, ma sono rimasta in silenzio per paura di non essere capita" cit -Charles Bukowski
Avatar utente
Malefica
Nuovo Utente
 
Messaggi: 133
Iscritto il: 06/01/2017, 0:37

Messaggiodi Giovanni64 » 21/04/2018, 9:55

L'importante è che le cose siano andate esattamente come sono andate perché almeno così è sicuro che ci siamo anche noi.
Avatar utente
Giovanni64
Veterano del Forum
 
Messaggi: 2896
Iscritto il: 09/01/2010, 8:59

Messaggiodi VictorVonDoom » 21/04/2018, 13:29

Necche ha scritto:Quando parlo con i tdg sul paradiso terrestre, cercano di spiegarmi con un se: "Se Adamo ed Eva non avessero peccato..." a questo punto li blocco dicendo che non si può ragionare con un qualcosa che non si è verificato. Ho sbagliato poiché non so adesso dove quel se va a finire. Cosa vogliono dimostrare con quel se? Qual è il ragionamento? Non so se queste domande le ho già scritte ma se c è qualcuno che mi può spiegare lo ringrazio anticipatamente. Saluto tutti


E' la premessa che è sbagliata. Adamo ed Eva non sono mai esistiti, ne l'Eden... quindi non c'è alcun "se non avessero peccato allora saremmo nel paradiso". E' un racconto allegorico.
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 1438
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Messaggiodi Testimone di Cristo » 21/04/2018, 13:38

Malefica ha scritto:
Romagnolo ha scritto: Adamo...se non avesse disubbidito....non sarebbe mai morto (per sempre) dato che la morte gli era stata paventata solo in caso di disubbidienza.


E dove sarebbe scritto in Genesi che Adamo sarebbe vissuto per sempre se non avesse disubbidito? :boh:

Ciao Cara
Genesi 2, 16 Il Signore Dio diede questo comando all'uomo: «Tu potrai mangiare di tutti gli alberi del giardino, 17 ma dell'albero della conoscenza del bene e del male non devi mangiare, perché, nel giorno in cui tu ne mangerai, certamente dovrai morire».


Ora la disubbidienza è stata la causa di morte " separazione", e successiva cacciata dall'Eden.

:ciao:
Presentazione
Quanto ci Ama Gesù, Egli Donò la Sua Vita per noi
Luca 23,34 Gesù diceva: «Padre, perdona loro, perché non sanno quello che fanno».
Testimone di Cristo
Utente Junior
 
Messaggi: 865
Iscritto il: 12/12/2014, 12:30
Località: Caserta

Messaggiodi Malefica » 21/04/2018, 14:16

Testimone di Cristo ha scritto:
Malefica ha scritto:
Romagnolo ha scritto: Adamo...se non avesse disubbidito....non sarebbe mai morto (per sempre) dato che la morte gli era stata paventata solo in caso di disubbidienza.


E dove sarebbe scritto in Genesi che Adamo sarebbe vissuto per sempre se non avesse disubbidito? :boh:

Ciao Cara
Genesi 2, 16 Il Signore Dio diede questo comando all'uomo: «Tu potrai mangiare di tutti gli alberi del giardino, 17 ma dell'albero della conoscenza del bene e del male non devi mangiare, perché, nel giorno in cui tu ne mangerai, certamente dovrai morire».


Ora la disubbidienza è stata la causa di morte " separazione", e successiva cacciata dall'Eden.

:ciao:



Ho fatto questa domanda perché un po’ più avanti in Genesi 2:22 Dio dice:
Ecco, l’uomo è divenuto simile a uno di noi conoscendo il bene e il male, e ora perché non stenda la mano e realmente prenda anche [del frutto] dell’albero della vita e mangi e viva a tempo indefinito, . . .” 23 Allora Geova Dio lo mandò fuori del giardino di Eden, perché coltivasse il suolo dal quale era stato tratto.
Quindi sembrerebbe che l’uomo quando fu creato non era destinato a vivere per sempre .....
Presentazione

"Volevo urlare quello che sentivo, ma sono rimasta in silenzio per paura di non essere capita" cit -Charles Bukowski
Avatar utente
Malefica
Nuovo Utente
 
Messaggi: 133
Iscritto il: 06/01/2017, 0:37

Messaggiodi deliverance1979 » 21/04/2018, 17:04

VictorVonDoom ha scritto:E' la premessa che è sbagliata. Adamo ed Eva non sono mai esistiti, ne l'Eden... quindi non c'è alcun "se non avessero peccato allora saremmo nel paradiso". E' un racconto allegorico.


Mi piace quando ci vai con l'accetta.... :ironico: :ok:

Effettivamente i discorsi fatti sulla bibbia, è come commentare una partita di calcio dopo che è avvenuta, o fantasticare su un film che ci ha appassionato ed osservare gli errori di azione che hanno compiuto i protagonisti.
Io fossi stato in avrei fatto...
Questa cosa non è credibile perchè in realtà è....

I TDG spiegano il presente con delle fantasticherie illusorie basate sulla bibbia e peggio ancora, sul film che Russell si è fatto su di essa.

Prima Russell e poi Rhuterford ed a seguire tutti gli intelligentoni di Brooklyn fino ai giorni nostri, hanno tirato avanti lucrando su un sogno, quello del nuovo mondo di Geova e della fine imminente.

E tutti i loro fallimenti li hanno sempre attribuiti a terzi.

Io vedo che molti TDG, come mia madre, si aggrappano a frasi fatte come...

Per me....
Nella bibbia c'è scritto....
Se le profezie passate si sono avverate, anche le promesse future si adempiranno...

E' un cane che si morde la coda.
Si auto convincono di una cosa che è stata sconfessata dopo 144 anni, ma si ostinano ad aggrapparsi ad essa facendo leva su un passato mitologico (la bibbia appunto), sperando che accada in futuro.

Vivono in un perenne loop fatto di ripetizione ed auto convincimenti che forse quest'anno inizieranno degli avvenimenti che finalmente daranno inizio alla grande tribolazione prima ed harmagheddon poi...
e se quest'anno la fine non arriva, bè pazienza... il giorno e l'ora nessuno li sa, non si deve servire per una data.... ma, questa momentanea delusione di un nuovo anno passato viene presto sostituita con nuova falsa speranza.... però viviamo negli ultimi giorni, avete sentito la nuova tragedia, la nuova guerra, la nuova malattia.... :bb:

e si continua cosi da 140 anni...

Poveracci...

PS: Mi farebbe proprio sapere quanti tra i TDG si pongono queste domande e riflessioni sugli eventi e la vicinanza di una fine. La stragrande maggioranza, con bibbia e pubblicazioni alla mano non saprebbe spiegare neanche le più elementari profezie sentite mille volte alle adunanze.... e non parlo di persone anziane.
Ormai la massa di proclamatori è secolarizzata, è nata TDG, frequenta TDG, ha la vita in funzione della mediocre routine dei TDG fatta di mille rinunce ed accontentarsi di questo o quello....
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4888
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Ray » 01/05/2018, 19:26

Immagine
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 11038
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Messaggiodi Mario70 » 02/05/2018, 6:59

Necche ha scritto:Quando parlo con i tdg sul paradiso terrestre, cercano di spiegarmi con un se: "Se Adamo ed Eva non avessero peccato..." a questo punto li blocco dicendo che non si può ragionare con un qualcosa che non si è verificato. Ho sbagliato poiché non so adesso dove quel se va a finire. Cosa vogliono dimostrare con quel se? Qual è il ragionamento? Non so se queste domande le ho già scritte ma se c è qualcuno che mi può spiegare lo ringrazio anticipatamente. Saluto tutti


Io invece mi chiedo se ne vale davvero la pena intraprendere una conversazione del genere, se cerchi di fargli capire che i primi 11 capitoli di genesi sono pieni di miti e allegorie, magari sottolineandone le contraddizioni come ad esempio nel caso dei due racconti della creazione o dei due racconti del diluvio messi insieme alla meno peggio, cosa otterresti?
Se riuscissi nel tuo intento al tdg potrebbe crollare la fiducia nella Bibbia nella sua interezza, come è successo a molti di noi, è questo quello che vuoi veramente? Il tdg sarebbe più felice di prima?
Non lo so se ne vale veramente la pena, io li lascerei nel loro orticello felice, la responsabilità è troppo grande.
Diverso il caso se fosse lui a chiedere aiuto, se fosse lui ad avere dubbi e a cercare risposte.
«È vero, in tempi passati vi sono stati alcuni che hanno predetto la "fine del mondo", annunciando perfino una data specifica. Alcuni hanno raccolto intorno a sé gruppi di persone ... aspettando la fine. Tuttavia non è accaduto nulla. La "fine" non è venuta. Si sono resi colpevoli di falsa profezia» (Svegliatevi!, 22/4/1969, p. 23).
Presentazione
Avatar utente
Mario70
Utente Master
 
Messaggi: 5729
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi renato-c » 02/05/2018, 8:02

Mario70 ha scritto:
Necche ha scritto:Quando parlo con i tdg sul paradiso terrestre, cercano di spiegarmi con un se: "Se Adamo ed Eva non avessero peccato..." a questo punto li blocco dicendo che non si può ragionare con un qualcosa che non si è verificato. Ho sbagliato poiché non so adesso dove quel se va a finire. Cosa vogliono dimostrare con quel se? Qual è il ragionamento? Non so se queste domande le ho già scritte ma se c è qualcuno che mi può spiegare lo ringrazio anticipatamente. Saluto tutti


Io invece mi chiedo se ne vale davvero la pena intraprendere una conversazione del genere, se cerchi di fargli capire che i primi 11 capitoli di genesi sono pieni di miti e allegorie, magari sottolineandone le contraddizioni come ad esempio nel caso dei due racconti della creazione o dei due racconti del diluvio messi insieme alla meno peggio, cosa otterresti?
Se riuscissi nel tuo intento al tdg potrebbe crollare la fiducia nella Bibbia nella sua interezza, come è successo a molti di noi, è questo quello che vuoi veramente? Il tdg sarebbe più felice di prima?
Non lo so se ne vale veramente la pena, io li lascerei nel loro orticello felice, la responsabilità è troppo grande.
Diverso il caso se fosse lui a chiedere aiuto, se fosse lui ad avere dubbi e a cercare risposte.

Buon Giorno
concordo molto con Mario . difficile ragionare con chi è indottrinato . comunque se prendiamo alla lettera quanto è scritto ,Adamo ed Eva dovevano morire quel giono stesso che mangiavano
riporto Genesi cap 2 della CEI 15Il Signore Dio prese l'uomo e lo pose nel giardino di Eden, perché lo coltivasse e lo custodisse.
16Il Signore Dio diede questo comando all'uomo: «Tu potrai mangiare di tutti gli alberi del giardino, 17ma dell'albero della conoscenza del bene e del male non devi mangiare, perché, nel giorno in cui tu ne mangerai, certamente dovrai morire».
allora diranno che o giorno è simbolico come i giorni creativi ecc.. ecc.. bla bla bla insomma quel che gli pare è simbolico ma siccome essere eneunichi per il Regno dei Cieli fa male tagliarsi le palle o coglioni ,allora quello è simbolico .
Buona giornata
Avatar utente
renato-c
Utente Senior
 
Messaggi: 1346
Iscritto il: 17/07/2009, 20:28


Torna a Argomenti dottrinali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici