Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Dio Esiste? Parliamone.

Tutto ciò che riguarda la dottrina dei Testimoni di Geova.

Moderatore: polymetis

Dio Esiste? Parliamone.

Messaggiodi Mauro1971 » 27/01/2020, 11:07

Buongiorno a tutti.

Ho trovato un bel e "semplice" video che parla della (non)esistenza di Dio.
Perchè lo posto? Perchè la base della religione dei TdG è il dogma: "Dio Esiste".
Poi subentrano altre parti, quali il nome di Dio ecc... ecc... sicuramente più peculiari, ma la base prima della loro, come di qualsiasi altra, religione è questa.

Quando ero ragazzo, tra i 16-17 anni, ed avevo da poco lasciato i TdG. Mia madre ogni tanto mi organizzava delle visite a sorpresa da parte di qualche zelante TdG, in genere un ragazzo di qualche anno più di me con il quale in congregazione avevo più o meno legato.
Queste visite erano un po' una seccatura e dovetti studiarmi una strategia per affrontare le discussioni in modo non estemporaneo di modo da poterle chiudere abbastanza in fretta, che non ne avevo decisamente tutta questa voglia.
Capii allora che per smontarei i TdG era per prima cosa necessario spostare il discorso fuori dalla loro comfort zone.
Inutile discutere di passi biblici, che non mi interessavano per nulla tra l'altro, era in effetti e lo risultò appieno, più semplice "smontargli la bibbia", dimostrargli che era falsa, non dando loro modo di argomentare proprio.
Certo ai tempi non vi era internet, ma in libreria qualcosa si trovava e per quello che era il livello argomentativo dei TdG di allora ciò che trovai bastava ed avanzava.
Lo stesso dicasi di Dio, era più semplice confutarne l'esistenza, li mettevo in crisi in poche decine di secondi e credo che se avessero potuto e se fosse esistita la pratica nella loro chiesa mi avrebbero fatto un esorcismo.
Fatto sta che le visite a quel punto finirono in fretta, con mia somma soddisfazione.

Questo è un video che avrei voluto avere a disposizione ai miei tempi. Mi viene da sghignazzare anche adesso pensando le espressioni di quei TdG di fine anni '80 messi di fronte ad un'argomentazione come questa.

Magari risulterà utile oggi a qualcuno. Buona visione.

Esiste Dio? Parliamone!
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)
"Io riconosco di essere un dilettante nella misura in cui io cerco ricavare diletto da tutto ciò che faccio" (Philo Vance)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Platinium
 
Messaggi: 10135
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Ma è veramente possibile parlarne ?

Messaggiodi sandrosolustri » 27/01/2020, 11:48

L'autore del video, per giunta molto interessante, postula una proposizione inattaccabile : L'esistenza di Dio non è negoziabile. In affetti, mi fa ancora sorridere il pensiero di quando si studiava il libro EVOLUZIONE O CREAZIONE con tutte quelle risposte preconfezionate dalla W.T., in cui i "credenti" commentavano ad altri "credenti" che bisognava "credere" per poter "credere". Scusate il gioco di parole, ma nulla di più inutile. L'unico dialogo può essere solo con noi stessi, perché l'unico che ci possa rispondere è L'IO sensibile. La fede non è posseduta da tutti, ma tutti hanno un percorso di fede , che può essere accettata o scartata.
sandrosolustri
Utente Junior
 
Messaggi: 718
Iscritto il: 30/06/2019, 11:55

Messaggiodi VictorVonDoom » 27/01/2020, 12:10

Immagine
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Veterano del Forum
 
Messaggi: 2817
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Messaggiodi Mauro1971 » 27/01/2020, 13:13

sandrosolustri ha scritto:La fede non è posseduta da tutti, ma tutti hanno un percorso di fede , che può essere accettata o scartata.


Mi risalta come tu stia rispondendo utilizzando a tua volta una frase detta da credenti per i credenti e valida solo per loro, tra l'altro questa è un'affermazione dogmatica.
In realtà non hai modo di sapere se ciò che affermi sia verso o falso, se la fuori ci siano persone che non fanno e non hanno fatto alcun percorso di fede. In Svezia ed in Giappone, ad esempio, ne troveresti parecchi.
Questa tua affermazione quindi appare abbastanza evidente quale affermazione vostra interna per spiegarvi il mondo la fuori senza che questo cozzi con i vostri frame di riferimento, cosa che funziona sino a quando non si entra in contatto realmente con il "la fuori".

Alla fine nun è poi così diverso dai TdG...
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)
"Io riconosco di essere un dilettante nella misura in cui io cerco ricavare diletto da tutto ciò che faccio" (Philo Vance)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Platinium
 
Messaggi: 10135
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi Ray » 27/01/2020, 17:22

Parliamone ? vabbè stenditi sul lettino ,caccia li sordi e ti fo questa sedutina... :ironico:
Ok .

La fede ?
Ma fede in chi o in cosa ?
Scusate ma pur rispettando chi ha la fede ,mi viene subito da pensare che si ha fede in un libro o in una filosofia di vita.
La Bibbia per i cristiani , ma è lo stesso per la maggior parte dei culti, tipo il Corano ... oppure i pensieri filosofico-spirituale
o lo stile di vita dei culti orientali,o quelli tribali ed ecc... .
Quindi cosa c'entra un ipotetico Creatore con quello che l'uomo ha script o pensa di Lui ?
Se esiste , cosa ci dice o chi ce lo dice che sia interessato a noi ? :boh:
Metti che muori e poi nell'aldilà incontri Ganesh ? :lingua:
:risatina:
images.png
images.png (13.39 KiB) Osservato 1006 volte

:cer:
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 11528
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Messaggiodi Quixote » 27/01/2020, 17:34

Andiamoci piano. Qui non si sta discutanendo se Dio esista o meno, ma solo se è funzionale alla critica al geovismo, tanto piú che siamo in una sezione in cui la sua esistenza, sia che ci si creda o no (come è il mio caso), si dà per scontata. Ovviamente si può contraddire, e senz’altro è funzionale nei confronti del geovismo, ma va da sé che un credente non possa farla sua, perché parte da un diverso presupposto.
Καὶ ἠγάπησαν οἱ ἄνθρωποι μᾶλλον τὸ σκότος ἢ τὸ φῶς.
E gli uomini vollero piuttosto le tenebre che la luce.
GIOVANNI, III, 19. (G. Leopardi, La ginestra, esergo)
======================================
Primo postPresentazioneStaurós: palo o croce? (link esterno)
Avatar utente
Quixote
Moderatore
 
Messaggi: 4472
Iscritto il: 15/08/2011, 22:26
Località: Cesena

Messaggiodi Mauro1971 » 27/01/2020, 17:51

Quixote ha scritto:Andiamoci piano. Qui non si sta discutanendo se Dio esista o meno, ma solo se è funzionale alla critica al geovismo, tanto piú che siamo in una sezione in cui la sua esistenza, sia che ci si creda o no (come è il mio caso), si dà per scontata. Ovviamente si può contraddire, e senz’altro è funzionale nei confronti del geovismo, ma va da sé che un credente non possa farla sua, perché parte da un diverso presupposto.

Buonasera Quixote,

In effetti non ero sicurissimo della collocazione del video, per quanto nella sua essenza è una critica proprio al principio fondante anche del Geovismo, ed è pur vero che c'è pure chi da dentro si muove nella sua fuoriuscita, o inattività forzata, verso posizioni agnostiche o atee.

Mi sono però fatto forza della saggezza della moderazione, che nel caso confidavo e confido sappia muovere la discussione in sezione più consona.
Belin che frase superpolitically correct che ho tirato fuori. :risata:
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)
"Io riconosco di essere un dilettante nella misura in cui io cerco ricavare diletto da tutto ciò che faccio" (Philo Vance)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Platinium
 
Messaggi: 10135
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi deliverance1979 » 27/01/2020, 20:58

Infatti, una cosa esiste se viene provata la sua esistenza, o, se la sua esistenza dimostra di esserci.

Ora, l'unica questione che si utilizza per affermare che Dio esiste (per i credenti logicamente), è la creazione.

La creazione indica o dovrebbe indicare l'esistenza di una mente suprema che progetta non un mondo, ma addirittura un universo....

Il problema è che:

A: Questi atei maledetti e senza Dio, attraverso il calcolo delle probabilità, e soprattutto dei saperi della scienza, hanno provato a spiegare come un universo possa esistere semplicemente da un inizio esplosivo, e quindi privo di logica, che però, in determinate circostanze genera la vita.

B: Ci si mettono anche gli agnostici che dicono MA SI, diciamo che una mente suprema o una forza suprema possa anche esistere, senziente o meno, che ha uno scopo nella sua creazione o anche no.... ,a nel migliore dei casi, chi ci dice che è proprio il Dio biblico?
Un gruppo di persone che hanno fatto parte della stesura di tale libro, o di altre religioni che satellitavano intorno ad esso (Cristiani ed Islam per dirne due)?
Mmmmm.... ma siamo proprio sicuri?
Siete proprio sicuri?

Mauro1971 ha scritto:Inutile discutere di passi biblici, che non mi interessavano per nulla tra l'altro, era in effetti e lo risultò appieno, più semplice "smontargli la bibbia", dimostrargli che era falsa, non dando loro modo di argomentare proprio.


E' si, la vecchia e cara dimostrazione pratica di quanto detto o scritto....
E puntualmente, a tali obiezioni si risponde con la famosa fede...

ed allora si corre indietro nel tempo dicendo che secoli o millenni or sono Dio interagiva direttamente con l'uomo, ma che poi, per insondabili motivi (esistono ma sono tutti ridicoli), Dio non interagisce più con l'uomo, fino a che..... o la si butta nell'aldilà intangibile, o la si butta in un futuro prossimo, ma sempre in divenire, dove Dio interverrà ancora...

Fatto sta, che sto Dio che crea i cieli e la terra, e l'universo, non da segno di vita.

Però, noi agnostici siamo possibilisti....
Mauro1971 è purtroppo un ateo senza Dio e ce ne faremo una ragione....nessuno è perfetto... ti vogliamo bene uguale :ironico: :ironico: :ironico:
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 6107
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Mauro1971 » 27/01/2020, 21:24

Ciao Dely.

Sai ho scritto credo fiumi di bit su questo forum, in anni, ma in effetti non sto a specificare bene la mia posizione che credo venga spesso desunta con una certa imprecisione.

Sono sicuraramente ateo, ma il termine di per se è molto vago.
Per essere preciso:
Considero, secondo mia attenta analisi razionale, l'ipotesi "Dio" talmente improbabile da dover essere trattata, per approssimazione oribabilistica, quale inesistente.
Non posso certo dimostrarne la non esistenza, e questo è un limite logico in quanto le dimostrazioni negative sono impossibili.
Ma alla fine l'unico motivo per cui Dio viene ipotizzato è perchè può essere immaginato. E questo è un limite estremo alla probabilità di esistenza.
Poi può essere io sia in torto, questo è sempre possibile, e di fronte a reali evidenze dell'esistenza di Dio sarà mio preciso dovere cambiare posizione.

Non prendo il "Dio non esiste" quale dogma negativo, sarebbe stupido. Credo questo nel forum non abbia spesso spazio per essere ben specificato.
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)
"Io riconosco di essere un dilettante nella misura in cui io cerco ricavare diletto da tutto ciò che faccio" (Philo Vance)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Platinium
 
Messaggi: 10135
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi Jeff » 28/01/2020, 7:54

Dio è il Creatore. Dio è amore. Bellissimo. Ma è una palla... :risata:
Avatar utente
Jeff
Nuovo Utente
 
Messaggi: 297
Iscritto il: 24/04/2018, 6:42

Messaggiodi Giovanni64 » 29/01/2020, 9:49

Dio non esiste ma gli voglio bene. Più in generale voglio bene a ciò che ritengo buono e giusto. Non penso che l'invenzione di Dio o degli dei sia stata o sia per forza nociva per l'umanità.

Se l'umanità, o una larga parte di essa, dimostra di avere ancora bisogno del soprannaturale o, in maniera specifica, di Dio, vuol dire che ne ha bisogno, non mi sento di decidere io cosa sia meglio per l'umanità in un certo contesto spazio-temporale, in modo simile a come non mi sento di decidere dal mio punto di vista quanto sia giusta o cattiva la bontà o la cattiveria del leone ad un certo punto della sua evoluzione. Naturalmente se un leone mi vuole sbranare mi difendo, ma questo non vuol dire squalificare a priori l'essere leone. E se questo vale per il leone figuriamoci per le differenze, al confronto irrisorie, che pure percepisco, tavolta in maniera molto decisa, con altri esseri umani o altre civiltà umane.

Se tutto fosse matematico o anche solo se, per esempio, non fossimo influenzati da tanti valori preesistenti, fosse anche solo la passione per il calcio o per la musica lirica, sarebbero facilissime, automatiche, le decisioni da prendere per noi stessi, non solo quelle che noi pensiamo che siano giuste per il mondo.

Non si può dire poi che Dio non si sia adattato ai tempi e ai contesti: ogni Dio (o dio) è diverso da un altro ma tutto sommato, per esempio, i valori veicolati con Dio nel mondo occidentale, sono molto simili a quelli veicolati da varie costituzioni, o, almeno, non si può dire che il Dio occidentale sia anticostituzionale. Certo pragmatismo, parametrato rispetto a specifiche esigenze contestuali, porta, fra l'altro anche alla reinterpretazione o alla modifica sia di Dio sia delle costituzioni (discorso ipocrisia a parte). In maniera diversa, carte, costituzioni e dio, sono sia un ostacolo al cambiamento sia un modo attraverso il quale si definisce e si dà forza al dogma morale corrente.

Insomma sul Bene e sul Giusto prospera l'ipocrisia e si costruisce anche potere, ricchezza e sopruso. Però io non saprei rinunciare a ciò che considero Bene e Giusto.
Avatar utente
Giovanni64
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3249
Iscritto il: 09/01/2010, 8:59

Messaggiodi nelly24 » 30/01/2020, 12:33

Immagine
«Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi.»
C'è una forza motrice più forte del vapore, dell'elettricità e dell'energia atomica: la volontà.Albert Einstein
"Mi piacciono le persone che....no, niente. Mi piacciono gli animali"

Presentazione
Avatar utente
nelly24
Moderatore
 
Messaggi: 4560
Iscritto il: 11/12/2009, 20:53
Località: Slovenia

Messaggiodi Vieri » 30/01/2020, 23:44

nelly24 ha scritto:Immagine

Si vede che Epicuro non avesse conosciuto Gesù Cristo !!! :ironico:
Epicuro Samo, 10 febbraio 341 a.C. – Atene, 270 e quindi abbiamo delle date un po' sballate.....
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Gold
 
Messaggi: 7605
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55


Torna a Argomenti dottrinali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici