Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Davvero Dio non manda pestilenze?

Tutto ciò che riguarda la dottrina dei Testimoni di Geova.

Moderatore: polymetis

Davvero Dio non manda pestilenze?

Messaggiodi Romagnolo » 12/09/2020, 12:51

Sul sito di Jw.org vi è un interessante articolo dove parlando delle pandemie in corso nei nostri tempi ci si domanda se siano castighi divini o meno.
Ovviamente no e su questo siamo d' accordo con loro ma l' aspetto scioccante è quando scrivono quanto segue:
Dio ha mai punito gli esseri umani con delle malattie?
La Bibbia riferisce alcuni episodi in cui Dio si servì di malattie per punire qualcuno. Per esempio, colpì alcune persone con la lebbra (Numeri 12:1-16; 2 Re 5:20-27; 2 Cronache 26:16-21). Ma si trattò di pochi casi e non volti a colpire indiscriminatamente persone innocenti, come accade con una pandemia. Furono infatti giudizi specifici contro singoli individui che si erano apertamente ribellati a Dio.

https://www.jw.org/it/cosa-dice-la-Bibb ... -epidemie/
Veramente Dio non ha mai colpito l' essere umano mandando epidemie indiscriminate?
Veramente la bibbia ci parla solo di punizioni mirate ad personam?
Forse coloro che scrivono gli articoli per il sito non sono molto pratici di bibbia ma sopratutto ben poco sembra che lo siano gli 8 membri del Corpo Direttivo che a questi articoli dovrebbero darvi l' approvazione prima di venire pubblicati, ma vediamo perchè scrivo questo:

Dunque veramente la bibbia ci riferisce che Dio non sia la causa di malattie mandate a colpire intere popolazioni?
Esodo 9: 6 Pertanto Geova fece questa cosa il giorno dopo, e ogni sorta di bestiame d’Egitto moriva; ma del bestiame dei figli d’Israele non morì nemmeno un [capo]. 7 Allora Faraone mandò, ed ecco, del bestiame d’Israele non era morto nemmeno un [capo]. Tuttavia, il cuore di Faraone continuò ad essere insensibile, e non mandò via il popolo.
8 Dopo ciò Geova disse a Mosè e ad Aaronne: “Riempitevi entrambe le mani di fuliggine di fornace da mattoni, e Mosè la deve gettare verso i cieli davanti agli occhi di Faraone. 9 E deve divenire polvere su tutto il paese d’Egitto, e deve divenire foruncoli che si rompano con bolle sull’uomo e sulla bestia in tutto il paese d’Egitto”.
10 Presero dunque la fuliggine di fornace da mattoni e stettero davanti a Faraone, e Mosè la gettò verso i cieli, ed essa divenne foruncoli con bolle, che si rompevano sull’uomo e sulla bestia. 11 E i sacerdoti che praticavano la magia non potevano stare davanti a Mosè a causa dei foruncoli, perché i foruncoli erano comparsi sui sacerdoti che praticavano la magia e su tutti gli egiziani

1Samuele 5: 5 In quanto ai filistei, presero l’arca del [vero] Dio e la portarono quindi da Ebenezer ad Asdod. 2 E i filistei prendevano l’arca del [vero] Dio e la portavano nella casa di Dagon e la mettevano accanto a Dagon. 3 Il giorno dopo, gli asdoditi si alzarono quindi di buon’ora, ed ecco, Dagon era caduto con la faccia a terra dinanzi all’arca di Geova. Presero dunque Dagon e lo rimisero al suo posto. 4 Il giorno dopo, alzatisi la mattina di buon’ora, ecco, Dagon era caduto con la faccia a terra dinanzi all’arca di Geova, con la testa di Dagon e le palme di entrambe le sue mani stroncate, verso la soglia. Su di lui era rimasta solo la parte di pesce. 5 Per questo i sacerdoti di Dagon e tutti quelli che entrano nella casa di Dagon non calpestano la soglia di Dagon ad Asdod fino a questo giorno.
6 E la mano di Geova si fece pesante sugli asdoditi, e causava panico e li colpiva con le emorroidi, cioè Asdod e i suoi territori. 7 E gli uomini di Asdod videro che era così, e dissero: “Non dimori l’arca dell’Iddio d’Israele presso di noi, perché la sua mano è stata dura contro di noi e contro Dagon nostro dio”. 8 Di conseguenza mandarono a raccogliere presso di sé tutti i signori dell’asse dei filistei e dissero: “Che faremo dell’arca dell’Iddio d’Israele?” Infine dissero: “Vada in giro verso Gat l’arca dell’Iddio d’Israele”. Portarono dunque l’arca dell’Iddio d’Israele in giro fin là.
9 E avvenne che dopo averla portata in giro fin là, la mano di Geova fu sulla città con una grandissima confusione, ed egli colpiva gli uomini della città, dal piccolo al grande, e uscivano su di loro le emorroidi. 10 Perciò mandarono l’arca del [vero] Dio a Ecron. E avvenne che appena l’arca del [vero] Dio giunse a Ecron, gli ecroniti gridavano, dicendo: “Hanno portato in giro l’arca dell’Iddio d’Israele fino a me per mettere a morte me e il mio popolo!” 11 Di conseguenza mandarono a raccogliere tutti i signori dell’asse dei filistei e dissero: “Mandate via l’arca dell’Iddio d’Israele perché torni al suo luogo e non metta a morte me e il mio popolo”. Poiché nell’intera città era accaduta una confusione mortale; la mano del [vero] Dio vi era stata molto pesante, 12 e gli uomini che non morirono erano stati colpiti con le emorroidi. E l’invocazione di aiuto della città ascendeva ai cieli.

2 Samuele 24: 10 E a Davide batteva il cuore dopo aver così contato il popolo. Di conseguenza Davide disse a Geova: “Ho peccato moltissimo in ciò che ho fatto. E ora, Geova, fa passare l’errore del tuo servitore, ti prego; poiché ho agito molto stoltamente”. 11 Quando Davide si levava la mattina, la parola stessa di Geova fu indirizzata a Gad il profeta, visionario di Davide, dicendo: 12 “Va, e devi dire a Davide: ‘Geova ha detto questo: “Ti propongo tre cose. Sceglitene una perché io te la faccia”’”. 13 Pertanto Gad entrò da Davide e gli riferì e gli disse: “Ti devono venire sette anni di carestia nel tuo paese, o per tre mesi devi fuggire davanti ai tuoi avversari, che ti inseguiranno, o devono accadere tre giorni di pestilenza nel tuo paese? Ora sappi e vedi ciò che devo rispondere a Colui che mi manda”. 14 Davide disse dunque a Gad: “È molto angustioso per me. Cadiamo, ti prego, nella mano di Geova, poiché molte sono le sue misericordie; ma che io non cada nella mano dell’uomo”.
15 Geova mandò quindi una pestilenza in Israele dalla mattina fino al tempo fissato, così che morirono settantamila persone del popolo da Dan a Beer-Seba. 16 E l’angelo continuò a tenere la mano tesa verso Gerusalemme per ridurla in rovina; e Geova cominciò a rammaricarsi della calamità, e disse dunque all’angelo che causava rovina fra il popolo: “Basta! Ora lascia cadere la tua mano”. E l’angelo stesso di Geova era presso l’aia di Arauna il gebuseo.
17 E Davide diceva a Geova, quando ebbe visto l’angelo che abbatteva il popolo, sì, diceva: “Ecco, sono io che ho peccato e sono io che ho agito male; ma queste pecore, che hanno fatto? Venga la tua mano, ti prego, su di me e sulla casa di mio padre”.

Amos 4:10 “‘Mandai fra voi la pestilenza alla maniera di quella d’Egitto. Con la spada uccisi i vostri giovani, oltre a catturare i vostri cavalli. E continuai a far salire il fetore dei vostri accampamenti fino alle vostre narici; ma non tornaste a me’, è l’espressione di Geova.

Insomma...giudichi il lettore, davvero la Bibbia insegna che Dio non colpì mai interi popoli con epidemie in maniera indiscriminata ma solo singoli precisi individui ribelli?
Tutti gli egiziani colpiti dai foruncoli erano ribelli a Geova, bambini inclusi?
Poi basta anche fare una semplicissima ricerca sul Perspicacia edito dalla WT per legervi che Geova ha più volte minacciato il popolo Israelita che in caso di infedeltà reiterata alle sue norme li avrebbe puniti con pestilenze fin quasi a distruggere l' intera nazione:
PESTILENZA
Qualsiasi malattia infettiva che si diffonde rapidamente, raggiungendo proporzioni epidemiche, e ha effetti letali. Il termine ebraico per pestilenza (dèver) viene da una radice che significa “distruggere”. (2Cr 22:10) In molti versetti la pestilenza è collegata con l’esecuzione del giudizio di Dio, sia rispetto al popolo che porta il suo nome che agli oppositori. — Eso 9:15; Nu 14:12; Ez 38:2, 14-16, 22, 23; Am 4:10; vedi PIAGA.
Causata dall’abbandono della Legge di Dio. La nazione di Israele fu avvertita che se si fosse rifiutata di osservare il patto che Dio aveva fatto con loro egli avrebbe ‘mandato in mezzo a loro la pestilenza’. (Le 26:14-16, 23-25; De 28:15, 21, 22)
Lev 26 14 “‘Tuttavia, se non mi ascolterete né metterete in pratica tutti questi comandamenti, 15 e se rigetterete i miei statuti, e se le vostre anime aborriranno le mie decisioni giudiziarie in modo da non mettere in pratica tutti i miei comandamenti, fino al punto di violare il mio patto, 16 allora io, da parte mia, vi farò quanto segue, e per punizione recherò certamente su di voi turbamento con tubercolosi e febbre ardente, facendo venire meno gli occhi e consumando l’anima. E semplicemente seminerete il vostro seme per nulla, giacché lo mangeranno certamente i vostri nemici. 17 E in effetti porrò la mia faccia contro di voi, e sarete certamente sconfitti davanti ai vostri nemici; e quelli che vi odiano proprio vi calpesteranno, e realmente fuggirete quando nessuno vi inseguirà....23 “‘Tuttavia, se con queste cose non vi lasciate correggere da me e dovete proprio camminare opponendovi a me, 24 io, sì, io, dovrò allora camminare opponendomi a voi; e io, proprio io, dovrò colpirvi sette volte per i vostri peccati. 25 E certamente farò venire su di voi una spada che farà vendetta per il patto; e voi vi raccoglierete in realtà nelle vostre città, e io certamente manderò in mezzo a voi la pestilenza, e dovrete essere dati in mano a un nemico.
Deut 28: 15 “E deve accadere che se non ascolterai la voce di Geova tuo Dio avendo cura di mettere in pratica tutti i suoi comandamenti e i suoi statuti che oggi ti comando, allora tutte queste maledizioni devono venire su di te e raggiungerti:...21 Geova farà attaccare a te la pestilenza finché non ti abbia sterminato dal suolo al quale vai per prenderne possesso. 22 Geova ti colpirà con la tubercolosi e con la febbre ardente e con l’infiammazione e col calore febbrile e con la spada e con l’arsura e con la ruggine, e certamente ti perseguiteranno finché tu non sia perito.

Ma...rileggiamo un attimo questa frase iniziale!
" In molti versetti la pestilenza è collegata con l’esecuzione del giudizio di Dio, sia rispetto al popolo che porta il suo nome che agli oppositori".
Lo riconoscono pure loro,...dietro le pestilenze può celarsi anche Dio stesso....salvo poi contraddirsi su quanto scrivono sul sito! :fronte: :fronte: :fronte: :fronte:
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Gold
 
Messaggi: 6313
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Tranqui » 12/09/2020, 16:53

Le piaghe d Egitto cos erano?
PRESENTAZIONE


La gente di solito usa le statistiche come un ubriaco i lampioni: più per sostegno che per illuminazione.

Mark Twain


Immagine
Avatar utente
Tranqui
Utente Gold
 
Messaggi: 5670
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32

Messaggiodi Romagnolo » 12/09/2020, 18:16

Cioè...esattamente cosa vuoi sapere?
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Gold
 
Messaggi: 6313
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Jeff » 12/09/2020, 21:07

Ottima disanima Romagnò :risata:
Avatar utente
Jeff
Utente Junior
 
Messaggi: 346
Iscritto il: 24/04/2018, 6:42

Messaggiodi Socrate69 » 13/09/2020, 6:53

Non si rendono conto di quanto sono buffi, cercando di giustificare il loro dio in un modo così goffo ?
Lo fanno di proposito, o sottovalutano l'intelligenza dei loro lettori ?
Ogni religione si fonda sulla paura dei molti e sull’astuzia dei pochi - Stendhal

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Utente Master
 
Messaggi: 4323
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44

Messaggiodi Achille » 13/09/2020, 7:37

Romagnolo ha scritto:2 Samuele 24: 10 E a Davide batteva il cuore dopo aver così contato il popolo. Di conseguenza Davide disse a Geova: “Ho peccato moltissimo in ciò che ho fatto. E ora, Geova, fa passare l’errore del tuo servitore, ti prego; poiché ho agito molto stoltamente”. 11 Quando Davide si levava la mattina, la parola stessa di Geova fu indirizzata a Gad il profeta, visionario di Davide, dicendo: 12 “Va, e devi dire a Davide: ‘Geova ha detto questo: “Ti propongo tre cose. Sceglitene una perché io te la faccia”’”. 13 Pertanto Gad entrò da Davide e gli riferì e gli disse: “Ti devono venire sette anni di carestia nel tuo paese, o per tre mesi devi fuggire davanti ai tuoi avversari, che ti inseguiranno, o devono accadere tre giorni di pestilenza nel tuo paese? Ora sappi e vedi ciò che devo rispondere a Colui che mi manda”. 14 Davide disse dunque a Gad: “È molto angustioso per me. Cadiamo, ti prego, nella mano di Geova, poiché molte sono le sue misericordie; ma che io non cada nella mano dell’uomo”.
15 Geova mandò quindi una pestilenza in Israele dalla mattina fino al tempo fissato, così che morirono settantamila persone del popolo da Dan a Beer-Seba. 16 E l’angelo continuò a tenere la mano tesa verso Gerusalemme per ridurla in rovina; e Geova cominciò a rammaricarsi della calamità, e disse dunque all’angelo che causava rovina fra il popolo: “Basta! Ora lascia cadere la tua mano”. E l’angelo stesso di Geova era presso l’aia di Arauna il gebuseo.
17 E Davide diceva a Geova, quando ebbe visto l’angelo che abbatteva il popolo, sì, diceva: “Ecco, sono io che ho peccato e sono io che ho agito male; ma queste pecore, che hanno fatto? Venga la tua mano, ti prego, su di me e sulla casa di mio padre”.
Molto interessante questo episodio.
Davide pecca, e non è molto chiaro in che consistette il suo peccato: forse peccò di orgoglio, volendo vedere quanto era grande il suo popolo e quindi quanto lui fosse potente.
(La WTS scrive: *** w71 1/4 p. 222 Domande dai lettori *** "...non sappiamo proprio perché il censimento di Davide fu un peccato").

Comunque in 1 Samuele 24:1 sembra che sia Dio stesso ad indurre Davide a fare questo censimento, mentre nel racconto di 1 Cronache 21 si legge che fu Satana ad indurlo ad agire in tal modo.

Il Commentario de laparola.net cerca di conciliare le due versioni in questo modo:

2Sam 24:1 dice che Dio incitò Davide contro il popolo, dicendogli di fare il censimento d'Israele. L'autore di Cronache usò i libri di Samuele come una delle sue fonti per la sua storia, ma a questo punto cambiò il soggetto del verbo e scrisse che Satana incitò Davide a fare il censimento d'Israele. È logicamente possibile che l'autore di Cronache ritenesse sbagliato il racconto di Samuele, che Dio incitò Davide a fare qualcosa di sbagliato, e che avesse corretto quel racconto per dare quello che lui pensava di essere l'interpretazione giusta, cioè che Satana incitò Davide. Però questa spiegazione significherebbe che l'autore di Samuele sbagliò nel suo testo, e quindi che la Bibbia non è vera. Ma c'è una spiegazione migliore, che non mette in dubbio la veracità della Bibbia, ma dà un insegnamento profondo (e forse difficile da accettare, ma vero lo stesso) sul carattere di Dio e sul suo modo di operare. Perché tutte e due le cause date per il censimento (Dio e Satana) sono giuste. L'autore di 2Samuele menzionò quella appropriata per il suo scopo, mentre l'autore di 1Cronache menzionò l'altra perché voleva insegnare una cosa diversa. Ma diversi punti di vista dello stesso evento non sono contraddizioni. https://www.laparola.net/brani/brani.php?b=402

Ve beh, a parte ciò, quello che ci si chiede è come mai se è Davide a peccare viene colpito il popolo, così che muoiono 70.000 persone colpite dalla pestilenza, mandata da Dio.
Lo stesso Davide chiede a Dio: «Io ho peccato; io ho agito da iniquo; ma queste pecore che hanno fatto? » (v. 17).

Quindi da quello che si legge sembra che prima Dio inciti Davide a fare il censimento (lo "induce in tentazione"), poi fa morire decine di migliaia di persone a causa del peccato di Davide...

Per fare una domanda cara ai TdG, ci si potrebbe chiedere: "Cosa impariamo da questo episodio della Bibbia? ...

Impariamo che Dio non manda pestilenze?
Impariamo che le pestilenze, che eventualmente Dio manda in qualche caso, non colpiscono indiscriminatamente tutte le persone?
Impariamo che ognuno è responsabile dei propri errori e viene punito personalmente per tali errori? (confronta Ez. 18:20)
Impariamo che Dio non mette alla prova (non "induce in tentazione") i suoi servitori? (confronta Giacomo 1:13)
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 14401
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Dio manda giù di tutto...

Messaggiodi virtesto » 13/09/2020, 10:17

...secondo la Bibbia. Per me, la più spassosa è in Giosuè 10.11 ove Geova , per aiutare il suo popolo in battaglia, lancia giù dal cielo delle pietre e gli uccisi da Geova con le pietre erano molti di più di quelli uccisi dalla spada degli israeliti.

Poi mi ha colpito anche 1/Sam 15.3 ove Saul viene detronizzato da Geova perchè non aveva ammazzato tutti i nemici come Geova stesso aveva comandato. Ma , se uno vuole sapere quante cattiverie compì Geova, un buon elenco, 125, sono nel link:

www/ impressionisoggettive.it/dio_della_bibbia_2.htm
virtesto
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1338
Iscritto il: 20/09/2009, 16:10

Messaggiodi Socrate69 » 13/09/2020, 11:30

Forte (per dire...) quella di Deuteronomio 28: 22, dove il superdespota Geova promette una serie di castighi orrifici a chi non gli si sottomette.
Ogni religione si fonda sulla paura dei molti e sull’astuzia dei pochi - Stendhal

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Utente Master
 
Messaggi: 4323
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44

Messaggiodi Romagnolo » 13/09/2020, 22:22

Achille....Ottime domande di ...ripasso! :ok:
Mi sa comunque che il commentario di laParola.net si sia un po' incartato su se stesso...che Esdra ( vado a mente mi pare fosse lui ad aver scritto Cronache) potesse aver deciso di sua iniziativa di cambiare il soggetto che inciti Davide ci sta sicuramente ma ciò al massimo dimostrerebbe che per lui in Samuele si sono sbagliati e non che per forza sia Il testo di Samuele in errore.
Sicuramente per noi uomini di oggi dopo due millenni di cristianesimo diventa inverosimile immaginarci Dio come causa tentatrice di Davide,...ma vedendo le cose con gli occhi di un antico israelita la cosa non sarebbe suonata poi tanto inverosimile dato che nel mondo ebraico di allora Dio era la causa primaria sia del bene che del male tanto che ( anche qui vado a memoria) in deuteronomio Dio dice di essere lui stesso a stabilire il cieco e lo zoppo.
Poi fatto curioso perché un copista di 4 secoli dopo gli eventi accaduti a Davide sa' che fu Satana a traviarlo e non i profeti ( Natan fu uno degli scrittori a cui viene attribuito 2 Samuele) che erano contemporanei degli eventi e per giunta ricevevano comandi direttamente da Geova?
La spiegazione più logica è che con l' esilio Babilonese gli ebrei vennero a contatto con i dualismi delle religioni Babilonese ( Marduk vs Tiamat) e zoroastriana ( Aura Mazda vs Hangra Maniu) così che anch' essi venissero influenzati dalla genialità di avere un Dio tutto buono a cui si contrappone un nemico malvagio.
Per questo prima di allora sembra che gli ebrei non avessero cognizione alcuna di questo Satana e solo dopo compare negli scritti biblici successivi fino a divenire una figura endemica ai tempi di Gesù.
Questa almeno la conclusione a cui sono giunto io nel corso del tempo.
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Gold
 
Messaggi: 6313
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Ray » 14/09/2020, 17:50

in deuteronomio Dio dice di essere lui stesso a stabilire il cieco e lo zoppo.


Infatti, D-o che crea zoppi e ciechi ,a che pro o a cosa o meglio quale sarebbe il fine ?

Ma come si può credere a cose simili.

Lenitivo 2I
17 «Parla ad Aronne e digli: Nelle generazioni future nessun uomo della tua stirpe, che abbia qualche deformità, potrà accostarsi ad offrire il pane del suo Dio; 18 perché nessun uomo che abbia qualche deformità potrà accostarsi: né il cieco, né lo zoppo, né chi abbia il viso deforme per difetto o per eccesso, 19 né chi abbia una frattura al piede o alla mano, 20 né un gobbo, né un nano, né chi abbia una macchia nell'occhio o la scabbia o piaghe purulente o sia eunuco. 21 Nessun uomo della stirpe del sacerdote Aronne, con qualche deformità, si accosterà ad offrire i sacrifici consumati dal fuoco in onore del Signore. Ha un difetto: non si accosti quindi per offrire il pane del suo Dio. 22 Potrà mangiare il pane del suo Dio, le cose sacrosante e le cose sante; 23 ma non potrà avvicinarsi al velo, né accostarsi all'altare, perché ha una deformità. Non dovrà profanare i miei luoghi santi, perché io sono il Signore che li santifico».
24 Così parlò ad Aronne, ai suoi figli e a tutti gli Israeliti.

:addio:
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 11552
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"


Torna a Argomenti dottrinali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici