Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Risurrezione e giudizi

Tutto ciò che riguarda la dottrina dei Testimoni di Geova.

Moderatore: polymetis

Messaggiodi sostene » 20/10/2020, 13:26

L'argomento che ho intrapreso con voi è più profondo di quanto si
possa immaginare ovviamente in tutta questa confusione ne potrà
uscire ben poco
Ora provo a ripostare due post precedenti che penso che siano stati
letteralmente ignorati

Eventualmente chi ha veramente interesse per approfondire questo argomento mi può scrivere nella posta privata

Per quanto riguarda i dubbi sulla Copiatura dei testi biblici nel corso dei secoli che sia stata manipolata E su questo anche la traduzione del nuovo mondo non è da meno

Personalmente e conoscendo sempre più a fondo le scritture mi rendo conto che Geova e Gesù sanno proteggere molto bene la loro parola.

Tornando all'argomento del giudizio c'è un'altra informazione che Gesù ci da aiutandoci anche ad avere la giusta veduta nell'opera di predicazione almeno a me così sembra anche per questo motivo vorrei il vostro parere
dice in Giovanni 12
.47 Se qualcuno ode le mie parole e non le osserva, io non lo giudico, perché non sono venuto a giudicare il mondo, ma a salvarlo.48 Chi respinge me e non accetta le mie parole ha chi lo giudica: sarà la parola che ho detto a giudicarlo nell’ultimo giorno.

ho imparato l 'importanza di appuntare le varie scritture che vengono citate Perché solo così poi mettendole insieme si potrà vedere che armonizzeranno l'una con l'altra senza simbolismi e retoriche
sostene
Nuovo Utente
 
Messaggi: 18
Iscritto il: 16/10/2020, 18:44

Messaggiodi sostene » 20/10/2020, 13:28

vedi Sandro

Io condivido questo tuo pensiero che le religioni si danno battaglia sostenendo SCRITTURE ALLA MANO, TUTTO E IL CONTRARIO DI TUTTO. La Bibbia dice questo...ma dice anche quest'altro. No, però vedi questo versetto? Certo che lo vedo, ma tu quest'altro non l'hai letto? E così fino all'infinito.

Il precedente forum in cui sono stato in cui c'erano testimoni di Geova fedeli all'organizzazione e anche ben preparati ho trattato questo argomento del giudizio E come dici tu alle mie scritture loro rispondevano con altre scritture Senza spiegare direttamente la relazione che avevano con quello che stavo cercando di far notare

Esempio:

chi accetta Cristo non va in giudizio e'loro di punto in bianco mi hanno risposto che Tutti quelli che non accettano Cristo vanno direttamente nel Lago di fuoco, citandomi ad es
Giovanni - cap. 3
36) Chi esercita fede nel Figlio ha vita eterna; chi disubbidisce al Figlio non vedrà la vita, ma l'ira di Dio rimane su di lui.
---


Ovviamente sempre citando la spiegazione delle pubblicazioni

Ho fatto notare loro molte scritture che contraddicevano questa spiegazione E loro dagli che rispondevano con le pubblicazioni che asserivano che ci sono tanti simbolismi e sono cose figurate e così via Mettendo sempre avanti le famose parole ( probabilmente evidentemente può darsi ecc.)

Ignoravano sistematicamente tutte le scritture che indicavano che i morti verranno giudicati dalle opere fatte in questa vita

Come anche tutte le scritture che indicano chiaramente che i morti verranno resuscitati tutti anche quelli che hanno peccato contro lo spirito Santo

Quando hanno visto che non erano più in grado di rispondere con una logica sia scritturare sia anche umana Mi hanno considerato apostata e chiuso il sito

L'argomento che ho iniziato non ha l'obiettivo di stabilire chi sarà giudicato favorevolmente chi no questo spetta solo a Dio

Ma poiche nella bibbia ci sono molte scritture che parlano di questo argomento e Gesù non le ha messe lì tanto per caso

Ma per rendere l'uomo di dio pienamente competente e del tutto preparato per ogni opera buona, anche se a volte fatichiamo a capire

Non dimentichiamo le parole del profeta Malachia che dice

Malachia - cap. 3

16) Allora quelli che avevano timore di Geova parlarono tra loro, gli uni con gli altri, e Geova prestava attenzione e ascoltava. E fu scritto davanti a lui un libro di memorie per quelli che avevano timore di Geova e per quelli che meditavano sul suo nome.
e certamente diverranno miei
---

Non ho letto la tua presentazione quindi non so se sei stato se sei un testimone di Geova se sei un inattivo ecc ma dai tuoi commenti mi sembra di capire che comunque sei un credente ma deluso come sono stato io

Ho notato comunque che nel forum ci sono molti ex testimone di Geova e alcuni lo sono ancora Come me.

Il fatto che siamo rimasti delusi non toglie in noi quel desiderio o amore verso dio che avevamo in principio e ci ha indotto a studiare la bibbia

una Cosa giusta lo schiavo l 'ha detta0

se gli uomini sbagliano non te la prendere con dio?

1 Corinti - cap. 4

5 Perciò non giudicate nulla prima del tempo stabilito, fino a quando verrà il Signore. Lui porterà alla luce quello che è nascosto nelle tenebre e renderà manifeste le intenzioni dei cuori, e allora ciascuno riceverà la propria lode da Dio.

---

Abbiamo cercato la verità nelle pubblicazioni ma essa è soltanto nella bibbia

spero Di avervi edificato e non abbattuto

un caro saluto
sostene
Nuovo Utente
 
Messaggi: 18
Iscritto il: 16/10/2020, 18:44

Messaggiodi Morpheus » 20/10/2020, 13:51

sostene ha scritto:Personalmente e conoscendo sempre più a fondo le scritture mi rendo conto che Geova e Gesù sanno proteggere molto bene la loro parola.


Scusa, ma in che modo l'avrebbero protetta?

sostene ha scritto:ho imparato l 'importanza di appuntare le varie scritture che vengono citate Perché solo così poi mettendole insieme si potrà vedere che armonizzeranno l'una con l'altra senza simbolismi e retoriche


Fai attenzione a non avere bias nell'appuntare scritture perche' oltre a quelle che armonizzano, ci sono quelle che discordano. Ad esempio:
Giovanni 9:39
Gesù allora disse: «Io sono venuto in questo mondo per giudicare, perché coloro che non vedono vedano e quelli che vedono diventino ciechi».

Versus

Giovanni 12:47
Se qualcuno ode le mie parole e non le osserva, io non lo giudico, perché non sono venuto a giudicare il mondo, ma a salvarlo.48 Chi respinge me e non accetta le mie parole ha chi lo giudica: sarà la parola che ho detto a giudicarlo nell’ultimo giorno.
“I nostri nemici sono stati l’ignoranza e la rassegnazione”. Non so perché, ma ormai è andata così.

Presentazione
Avatar utente
Morpheus
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1421
Iscritto il: 13/01/2014, 10:52

Messaggiodi sostene » 20/10/2020, 14:13

ciao morfeus
Tu vedi un contrasto fra queste due scritture
Giovanni - cap. 9
39) Gesù allora disse: "Sono venuto in questo mondo per un giudizio, perché quelli che non vedono vedano e quelli che vedono diventino ciechi".
---
Giovanni - cap. 12
47) Se qualcuno ode le mie parole e non le osserva, io non lo giudico, perché non sono venuto a giudicare il mondo, ma a salvarlo
---

Io non vedo nessuna contraddizione morpheus effettivamente Gesù quando viene 2000 anni fa sulla terra è venuto per salvarci dal giudizio del trono bianco giov 5 :24
quindi non nega che ci sarà un giudizio futuro ma il mondo era entrato nell'anno di buona volontà
o accettevole sempre sue parole confermate da isaia
sta dicendo che Solo che ripone fede in lui eviterà il trono bianco Nell'ultimo giorno
Infatti lui stesso dice che anche chi lo rifiuta apertamente Non lo giudica Ma sarà la sua parola che lo giudicherà Nell'ultimo giorno

a presto
sostene
Nuovo Utente
 
Messaggi: 18
Iscritto il: 16/10/2020, 18:44

Messaggiodi Morpheus » 20/10/2020, 14:13

sostene ha scritto: se gli uomini sbagliano non te la prendere con dio?


Vedi sostene, io la penso cosi':
Se sono un professore o un ricercatore e devo spiegare qualcosa, magari in una rivista o in un libro, devo scrivere per bene quello che devo spiegare. Se spiego male, poi non e' che posso dire che i lettori sono stupidi.
Piu' il messaggio e' importante e piu' devo essere chiaro. Piu' il messaggio e' ambiguo e piu' lascio aperte le porte a chi vorrebbe servirsene per scopi non previsti e magari pure malvagi.
Devo tentare di essere semanticamente chiaro e il piu' univoco possibile, specialmente se la mia audience, cioe' il pubblico a cui rivolgo il mio messaggio, e' ampio e contiene persone con un grado di cultura molto inferiore al mio. Ad esempio un maestro delle elementari deve spiegare la matematica in maniera terra terra, perche' la spiega a dei bambini, molto meno preparati di lui.

Ora con la Bibbia, Dio sembra voler parlare a tutte le persone e in tutti i tempi. Quanta cura ci ha messo per mandare un messaggio chiaro e univoco?
La bibbia e' stata fonte di conflitti, schiavitu', odio razziale, misoginia, omofobia, arretratezza scientifica, negazioni di trattamenti medici, etc etc... e' tutta colpa di noi lettori?

Dio dovrebbe essere molto superiore a noi uomini, molto piu' di un maestro rispetto ai suoi alunni bambini. Perche' non ha spiegato le cose in maniera facile e comprensibile per noi?
Dio dovrebbe avere una capacita' comunicativa inimmaginabile, piu' di ogni uomo mai esistito. Potrebbe scrivere delle frasi in una lingua perfetta e fare in modo che ogni uomo la possa capire sempre nello stesso modo, elimnando ogni ambiguita' semantica. Davvero non poteva fare di piu' nel convogliare i suoi messaggi?

Davvero se l'uomo sbaglia seguendo la sua parola, non possiamo prendercala con Dio?
“I nostri nemici sono stati l’ignoranza e la rassegnazione”. Non so perché, ma ormai è andata così.

Presentazione
Avatar utente
Morpheus
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1421
Iscritto il: 13/01/2014, 10:52

Messaggiodi Morpheus » 20/10/2020, 14:28

sostene ha scritto:ciao morfeus
Tu vedi un contrasto fra queste due scritture
Giovanni - cap. 9
39) Gesù allora disse: "Sono venuto in questo mondo per un giudizio, perché quelli che non vedono vedano e quelli che vedono diventino ciechi".
---
Giovanni - cap. 12
47) Se qualcuno ode le mie parole e non le osserva, io non lo giudico, perché non sono venuto a giudicare il mondo, ma a salvarlo
---

Io non vedo nessuna contraddizione morpheus effettivamente Gesù quando viene 2000 anni fa sulla terra è venuto per salvarci dal giudizio del trono bianco giov 5 :24
quindi non nega che ci sarà un giudizio futuro ma il mondo era entrato nell'anno di buona volontà
o accettevole sempre sue parole confermate da isaia
sta dicendo che Solo che ripone fede in lui eviterà il trono bianco Nell'ultimo giorno
Infatti lui stesso dice che anche chi lo rifiuta apertamente Non lo giudica Ma sarà la sua parola che lo giudicherà Nell'ultimo giorno

a presto


Scusa ma in una dice "Sono venuto... per un giudizio" e nell'altra "non sono venuto a giudicare".
Ora, che per armonizzare 'ste due frasi bisogna ipotizzare 2 giudizi, ok, ma almeno ammetti che si tratta di una interpretazione, che tu puoi accettare ma altri no.
Inoltre, se Gesu' ci salva dal giudizio del trono bianco ma non nega che in futuro ci sara' un altro giudizio, non e' ne abbia un grande vantaggio... tanto il giudizio mi viene appioppato prima o poi.

Anche dire che non ti giudico, ma la mia parola di giudichera'... che cosa vorrebbe dire? Se da quello che hai detto verro' giudicato in pratica mi stai gia' giudicando, solo che lasci la mera formalita' attuativa a qualcun altro (chi? bho...).


NOTA: non hai piu' risposto su come G&G hanno protetto la loro parola.
“I nostri nemici sono stati l’ignoranza e la rassegnazione”. Non so perché, ma ormai è andata così.

Presentazione
Avatar utente
Morpheus
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1421
Iscritto il: 13/01/2014, 10:52

Messaggiodi sostene » 20/10/2020, 15:05

pe morpheus



In effetti i giudizi sono due

,il primo giudizio di cui parla anche l'apostolo Paolo in Secondo Corinti 5-10 riguarda tutti coloro che accettano

Gesù, Paolo infatti vi si è incluso

Il giudizio Infatti comincia dalla casa di dio

Cioè i cristiani

questo giudizio avverrà all'inizio del millennio come dice rivelazione cap 20:4

questo giudizio non si baserà su chi deve avere la vita eterna o gettato nel lago di fuoco

Ma riguarda le ricompense vedi ad es la parabola dei talenti la parabola delle Mine

le vergini stolte coloro che dicono Signore Signore

l'altro giudizio quello del trono bianco Nell'ultimo giorno è dopo il millennio per tutta l'intera umanità inclusi gli empi che hanno Peccato contro lo spirito santo

Ovviamente se vuoi approfondire dovrò documentare tutto con le Scritture

chi non accetta Cristo resta sotto la legge di Mosè e verrà giudicato Secondo la legge Infatti al trono bianco il giudizio sarà basato sulle opere e non sulla fede

secondo le scritture ci conviene sfruttare ora questo tempo di buona volontà da parte di Geova e accettare Cristo ora finché c'è la fede quando Cristo arriverà ci sarà la legge

alla prossima
sostene
Nuovo Utente
 
Messaggi: 18
Iscritto il: 16/10/2020, 18:44

Messaggiodi Morpheus » 20/10/2020, 15:20

Ok
“I nostri nemici sono stati l’ignoranza e la rassegnazione”. Non so perché, ma ormai è andata così.

Presentazione
Avatar utente
Morpheus
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1421
Iscritto il: 13/01/2014, 10:52

Messaggiodi sostene » 21/10/2020, 13:32

per morpheus

proteggere la parola di Dio
Su questo tema se uno non crede in Dio C'è poco da ragionare,nemmeno con i miracoli per un credente invece è diverso.
senza far parlare la bibbia la mia risposta è che
se Dio avesse permesso all'uomo di manipolare la sua parola fino a oggi noi non troveremmo scritto che condanna l'idolatria e le immagini, che condanna le preghiere ipocrite, e ripetute, che condanna quelli che a nome suo vietano di sposarsi o che parla del ripristino di Israele grande odiata da tutte le nazioni ecc il tutto in perfetta armonia.
non che non ci abbiano provato anche lo schiavo ci ha provato e ci prova ma più di tanto non possono fare perché la stessa scrittura condanna anche lo stesso schiavo E ovviamente anche lui come fanno anche le altre religioni cerca di evitare determinati argomenti o di usare i famosi simbolismi per girare intorno alla realtà delle scritture.
Sono morti milioni di cristiani per difenderla e ancora ne Dovranno morire nella grande tribolazione quando il piccolo corno farà guerra ai santi ( quelli veri ) e gli sarà concesso di vincerli
I sintomi già ci sono l'approvazione di leggi come omosessualità divorzio aborto distruzione della famiglia stanno già rendendo la Bibbia come un libro illegale addirittura terroristico è solo questione di un po' di tempo quando il pensiero unico verrà definitivamente legalizzato Allora la Bibbia verrà messa definitivamente al bando
D'altra parte rifiutando la Bibbia come parola di Dio ci si rivolge inevitabilmente alla parola dell'uomo o sul campo scientifico o sul campo politico o sul campo morale e via dicendo tutte ideologie
che hanno sempre prodotto morte e ingiustizia basta guardare quello che sta succedendo con il covid.
non ci sono alternative e una scelta siamo costretti a doverla fare volenti o nolenti
e determinerà il nostro futuro
alla prossima
sostene
Nuovo Utente
 
Messaggi: 18
Iscritto il: 16/10/2020, 18:44

Messaggiodi VictorVonDoom » 21/10/2020, 14:42

sostene ha scritto:per morpheus

proteggere la parola di Dio
Su questo tema se uno non crede in Dio C'è poco da ragionare,nemmeno con i miracoli per un credente invece è diverso.
senza far parlare la bibbia la mia risposta è che
se Dio avesse permesso all'uomo di manipolare la sua parola fino a oggi noi non troveremmo scritto che condanna l'idolatria e le immagini, che condanna le preghiere ipocrite, e ripetute, che condanna quelli che a nome suo vietano di sposarsi o che parla del ripristino di Israele grande odiata da tutte le nazioni ecc il tutto in perfetta armonia.


Scusami non capisco il nesso... mi vuoi dire che solo una mente divina può partorire, ad esempio, il concetto di non fare preghiere ipocrite? Mi sembra un pensiero abbastanza elementare... :boh:

sostene ha scritto:Sono morti milioni di cristiani per difenderla e ancora ne Dovranno morire nella grande tribolazione quando il piccolo corno farà guerra ai santi ( quelli veri ) e gli sarà concesso di vincerli


E quindi che sono morti milioni (?) di cristiani?
Il piccolo che?? :conf:

sostene ha scritto:I sintomi già ci sono l'approvazione di leggi come omosessualità divorzio aborto


In che senso? Che per legge devi obbligatoriamente essere omosessuale, divorziare ed abortire?

sostene ha scritto:distruzione della famiglia


Cioè? Per legge viene distrutta la famiglia? :boh:

sostene ha scritto:stanno già rendendo la Bibbia come un libro illegale addirittura terroristico è solo questione di un po' di tempo quando il pensiero unico verrà definitivamente legalizzato Allora la Bibbia verrà messa definitivamente al bando


Non mi risulta minimamente! Forse vuoi dire che, giustamente, progredendo, releghiamo questo libro al suo posto, cioè tra le leggende. Allora si. Ma come non abbiamo messo al bando le leggende e i racconti mitologici sulle divinità greche non vedo perchè dovremmo mettere al bando la Bibbia. Hai notizie diverse in tal senso? Io no!

sostene ha scritto:D'altra parte rifiutando la Bibbia come parola di Dio


Ma non è che la si rifiuta. La domanda corretta è "perchè dovrei considerarla parola di Dio"? In base a cosa?

sostene ha scritto: ci si rivolge inevitabilmente alla parola dell'uomo o sul campo scientifico o sul campo politico o sul campo morale


Ma guarda che fino a prova contraria anche quello che è scritto nella Bibbia è parola dell'uomo eh. Mica il libro è caduto tutto intero così come lo vedi oggi dal cielo, in un istante!

sostene ha scritto: e via dicendo tutte ideologie
che hanno sempre prodotto morte e ingiustizia


Beh, non che la Bibbia e le ideologie religiose non siano state, e continuano ad esserlo, portatrici di morte ed ingiustizie...

sostene ha scritto: basta guardare quello che sta succedendo con il covid.


Eh??

sostene ha scritto:non ci sono alternative e una scelta siamo costretti a doverla fare volenti o nolenti
e determinerà il nostro futuro
alla prossima


Mentalità settaria "NOI VS LORO", "BIANCO VS NERO".

Secondo me hai molto da disintossicarti.

Sei nel posto giusto! :ok: :strettamano: :risata:
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Master
 
Messaggi: 2996
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Messaggiodi Morpheus » 21/10/2020, 17:06

sostene ha scritto:per morpheus

proteggere la parola di Dio
Su questo tema se uno non crede in Dio C'è poco da ragionare,nemmeno con i miracoli per un credente invece è diverso.


Enno', eddai'... se dici che ha protetto al Bibbia, ci sara' almeno un esempio di un evento che puoi dirmi. Mica puoi pretendere di asserire una cosa senza neanche UN esempio (non ho chiesto una PROVA, mi basta un esempio di un evento in cui Dio che protegge la Bibbia).
Senno' ora dico che sono alto 3.5metri cosi'. Se ci credo allora e' vero, se cerco di misurarmi e' che non sono credente e manco con i miracoli!

Se ci credi, Dio protegge la Bibbia. Se cerchi esempi, allora non ce ne sono, ma solo perche' non sei credente!

sostene ha scritto:senza far parlare la bibbia la mia risposta è che
se Dio avesse permesso all'uomo di manipolare la sua parola fino a oggi noi non troveremmo scritto [CUT di una lista di suposte feature della Bibbia].


Eh? Non vorrei ripetere cio' che Victor ha gia' detto, ma ciascuna delle cose che asserisci puo' essere riscritta in un libro qualsiasi. Che ne sai che il contenuto non e' cambiato? MAragi all'inizio le preghiere ripetute andavano bene, poi a qualcuno non sono piu' paiciute e l'ha cambiato e ora noi pensiamo che Dio non le voglia.
Magari all'inizio nela Bibbia non era tutto in armonia* e poi qualcuno capendolo ha corretto le parti in modo da ottenerla, am cambiando parti della parola di Dio.

In pratica nessuna delle cose che elenchi da la minima idea che quelle cose ci fossero da sempre nella Bibbia, quindi non sono esempi di come Dio l'ha protetta.

* manco ora, e gia' in questo thread si puo' vedere che non e' cosi'.

sostene ha scritto:[MEGA CUT]
alla prossima


Al resto ha gia' rispsoto Victor (grazie), ma fatemi dire una cosa: ti lamenti che scienza e politica hanno sempre prodotto morti e ingiustizia, ma poco prima hai asserito tu che MILIONI di cristiani sono morti per la Bibbia. E io ci aggiungo MILIONI di schiavi, omosessuali e donne represse per la Bibbia.
Forse uno sguardo piu' oggetivo alla storia bisognerebbe darlo.

Ultima cosa: ma che centra il Covid... mi vengono i brividi solo a pensare cosa puoi tirare fuori sull'argomento.
“I nostri nemici sono stati l’ignoranza e la rassegnazione”. Non so perché, ma ormai è andata così.

Presentazione
Avatar utente
Morpheus
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1421
Iscritto il: 13/01/2014, 10:52

Messaggiodi Ray » 21/10/2020, 17:35

Eventualmente chi ha veramente interesse per approfondire questo argomento mi può scrivere nella posta privata


Perché privatamente ? :boh:

Per quanto riguarda i dubbi sulla Copiatura dei testi biblici nel corso dei secoli che sia stata manipolata E su questo anche la traduzione del nuovo mondo non è da meno
Personalmente e conoscendo sempre più a fondo le scritture mi rendo conto che Geova e Gesù sanno proteggere molto bene la loro parola.


Comprendo che sei ancora immerso nel mondo dei santoni americani unici detentori della verità, ma qualcuno ti deve pure dire
come stanno le cose.
Primo: Geova non è il nome di D-o, possiamo anche sorvolare su questo punto,ma di certo i tdg CHE lo sanno , non lo fanno.
Secondo : perché mai Gesù o D-o dovrebbero proteggere qualcosa che non hanno scritto o ispirato all'uomo ?
Ti risulta che Gesù abbia scritto mai qualcosa di suo pugno ? Fatti una seria riflessione meditata su questo punto senza dogmi o forzature dottrinali .
Terzo : D-o non potrebbe mai far scrivere assurdità errori e false profezie che sono contenute nel canone attuale.
Quarto punto, come sai che quello che attribuiscono a Gesù siano le paroli veraci se non si ha nulla di originale ,ma si possiedono
solo copie di copie di copie all'infinito ?


Tornando all'argomento del giudizio c'è un'altra informazione che Gesù ci da aiutandoci anche ad avere la giusta veduta nell'opera di predicazione almeno a me così sembra anche per questo motivo vorrei il vostro parere
dice in Giovanni 12
.47 Se qualcuno ode le mie parole e non le osserva, io non lo giudico, perché non sono venuto a giudicare il mondo, ma a salvarlo.48 Chi respinge me e non accetta le mie parole ha chi lo giudica: sarà la parola che ho detto a giudicarlo nell’ultimo giorno.

ho imparato l 'importanza di appuntare le varie scritture che vengono citate Perché solo così poi mettendole insieme si potrà vedere che armonizzeranno l'una con l'altra senza simbolismi e retoriche

Come premesso non credo nella sola scriptura, ora leggendo il passo da te citato come fai a non rilevare incongruenze ?
Se qualcuno ode le mie parole e non le osserva io non lo giudico ma SARA' la parola che ho detto a giudicarlo.
Non sono io a giudicarlo ma le parole che ho detto . ma scusate non è lo stesso o la stessa cosa ?
:boh: :conf: :help:
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 11552
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Risposta multipla...

Messaggiodi Vieri » 21/10/2020, 18:13

Non desidero inserirmi nella "polemucuccia" ma ritengo che in tali vostre osservazioni esista un errore di fondo che è quello di essere stati "pippati" di Bibbia e parlo di vecchio testamento per anni cercandovi di convincere sulla verità storica di tutti i contenuti.
Da qui la vostra giusta contestazione.

Noi come cattolici, principalmente, poche volte andiamo a leggere il V.T. ed essenzialmente sono presi e letti solo tutti quei passi che in fatto di principi morali sono riconducibili al Vangelo stesso che è il libro che rappresenta la base essenziale della nostra fede.

Tutti gli argomenti descritti nella Bibbia e parlo solo di vecchio testamento, per me sono riconducibili a 4 punti diversi.

- Gli argomenti descrittivi della storia del popolo ebraico che hanno spesso poca o nulla rilevanza spirituale.
- Gli argomenti leggendari ma che sono da interpretare per il loro fine morale
- Le storie "romanzate" di alcuni personaggi come Noè, Davide ecc. dove occorre fare uno studio accurato per capirne la finalità educatice del messaggio che si desidera dare.
- Gli argomenti e gli insegnamenti di carattere spirituale che se pur adattati spesso al solo popolo ebraico, rappresentano la vera essenza del messaggio biblico.

Se noti, nel forum alla fine trovi un sacco di "esperti biblici" dove si vanno anche a trovare le sottigliezze ......ma poco si parla del Vangelo che è il Vero messaggio cristiano.
Perchè alla fine questo ?

Semplice, poichè Gesù per i TdG è solo alla fine un "arcangelo" e sempre considerato inferiore a Dio e non rappresentare il verbo di Dio è pertanto parte integrante di Dio stesso con la sua parola descritta nel Vangelo come la "buona novella".....

Tra l'altro penso che pochi o nessuno di voi penso si sia soffermato sul testo della Interpretazione Biblica della Commissione Pontificia dove si legge come prefazione:
http://www.vatican.va/roman_curia/congr ... ne_it.html

PONTIFICIA COMMISSIONE BIBLICA

DOCUMENTO

L'interpretazione della Bibbia nella Chiesa

INTRODUZIONE

L’interpretazione dei testi biblici continua a suscitare ai nostri giorni un vivo interesse provocando vivaci discussioni, che, in questi ultimi anni, hanno anche assunto dimensioni nuove. Data l’importanza fondamentale della Bibbia per la fede cristiana, per la vita della Chiesa e per i rapporti dei cristiani con i fedeli delle altre religioni, la Pontificia Commissione Biblica è stata sollecitata a esprimersi su questo argomento.

A. Problematica attuale

Il problema dell’interpretazione della Bibbia non è un’invenzione moderna, come talvolta si vorrebbe far credere. La Bibbia stessa attesta che la sua interpretazione presenta varie difficoltà. Accanto a testi limpidi contiene passi oscuri. Leggendo certi passi di Geremia, Daniele s’interrogava a lungo sul loro significato (Dn 9, 2). Secondo gli Atti degli Apostoli, un etiope del I secolo si trovava nella stessa situazione a proposito di un passo del libro di Isaia (Is 53 7-8), riconoscendo di aver bisogno di un interprete (At 8, 30-35).
La seconda lettera di Pietro dichiara che «nessuna scrittura profetica va soggetta a privata spiegazione» (2Pt 1, 20) e osserva, d’altra parte, che le lettere dell’apostolo Paolo contengono «alcune cose difficili da comprendere e gli ignoranti e gli instabili le travisano al pari delle altre Scritture, per loro propria rovina» (2Pt 3, 16).

Buona giornata
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Gold
 
Messaggi: 7771
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Ray

Messaggiodi Vieri » 21/10/2020, 19:32

"Se qualcuno ode le mie parole e non le osserva io non lo giudico ma SARA' la parola che ho detto a giudicarlo."

Non sono io a giudicarlo ma le parole che ho detto . ma scusate non è lo stesso o la stessa cosa ?

Io ritengo in ottica cristiana che non esista invece alcuna incongruenza poichè se prendi il prologo di Giovanni si dice:
Giovanni 1
1 In principio era il Verbo,
il Verbo era presso Dio
e il Verbo era Dio.

2 Egli era in principio presso Dio:
3 tutto è stato fatto per mezzo di lui,
e senza di lui niente è stato fatto di tutto ciò che esiste.
4 In lui era la vita
e la vita era la luce degli uomini;
.....................
9 Veniva nel mondo
la luce vera,
quella che illumina ogni uomo.
10 Egli era nel mondo,
e il mondo fu fatto per mezzo di lui,
eppure il mondo non lo riconobbe.
............
ma da Dio sono stati generati.
14 E il Verbo si fece carne
e venne ad abitare in mezzo a noi;

e noi vedemmo la sua gloria,
come di unigenito dal Padre,

pieno di grazia e di verità
.
e poi sempre in Giovanni 2:
20]Il Padre infatti ama il Figlio, gli manifesta tutto quello che fa e gli manifesterà opere ancora più grandi di queste, e voi ne resterete meravigliati. [21]Come il Padre risuscita i morti e dà la vita, così anche il Figlio dà la vita a chi vuole; [22]il Padre infatti non giudica nessuno ma ha rimesso ogni giudizio al Figlio, [23]perché tutti onorino il Figlio come onorano il Padre. Chi non onora il Figlio, non onora il Padre che lo ha mandato. [24]In verità, in verità vi dico: chi ascolta la mia parola e crede a colui che mi ha mandato, ha la vita eterna e non va incontro al giudizio, ma è passato dalla morte alla vita. [25]In verità, in verità vi dico: è venuto il momento, ed è questo, in cui i morti udranno la voce del Figlio di Dio, e quelli che l'avranno ascoltata, vivranno. [26]Come infatti il Padre ha la vita in se stesso, così ha concesso al Figlio di avere la vita in se stesso; [27]e gli ha dato il potere di giudicare, perché è Figlio dell'uomo.

Un conclusione quando dice:
ma SARA' la parola che ho detto a giudicarlo.

Esiste un preciso senso logico...

- La parola è il "verbo" ed il verbo era Dio,...

- ...ed il verbo si fece carne....e noi vedemmo la sua gloria, ....come di unigenito dal Padre,

- ..."ma ha rimesso ogni giudizio al Figlio"

Quindi sempre Giovanni:
Giovanni 3,16-18
16 Dio infatti ha tanto amato il mondo da dare il suo Figlio unigenito, perché chiunque crede in lui non muoia, ma abbia la vita eterna. 17 Dio non ha mandato il Figlio nel mondo per giudicare il mondo, ma perché il mondo si salvi per mezzo di lui. 18 Chi crede in lui non è condannato; ma chi non crede è già stato condannato, perché non ha creduto nel nome dell'unigenito Figlio di Dio.


Lasciamo poi alle ortiche le "teorie dell'inviato" che escludono tassativamente che "l'inviato" possa essere un comune ambasciatore umano....pochè non regge l'ipotesi che "il giudizio finale" possa essere delegato ad un semplice uomo mortale.....

Se pensate di trovare poi, specie nelle ultime parole:
17 Dio non ha mandato il Figlio nel mondo per giudicare il mondo,

delle incongruenze con quanto affermato in precedenza
ma ha rimesso ogni giudizio al Figlio

Ovviamente non sono un biblista ma ritengo che con queste ultime parole si desideri precisare che Gesù in qualità di vero figlio di Dio con la sua presenza terrena non ha aveva il fine principale , in qualità di essere divino, di giudicare il mondo ma di salvarlo e se poi chi non desidererà seguirlo, ovviamente il giudizio sarà inevitabile.
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Gold
 
Messaggi: 7771
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Valentino » 21/10/2020, 19:33

Vieri ha scritto:Non desidero inserirmi nella "polemucuccia" ma ritengo che in tali vostre osservazioni esista un errore di fondo che è quello di essere stati "pippati" di Bibbia e parlo di vecchio testamento per anni cercandovi di convincere sulla verità storica di tutti i contenuti.
Da qui la vostra giusta contestazione.
Noi come cattolici, principalmente, poche volte andiamo a leggere il V.T. ed essenzialmente sono presi e letti solo tutti quei passi che in fatto di principi morali sono riconducibili al Vangelo stesso che è il libro che rappresenta la base essenziale della nostra fede.


In realtà in questa discussione Sostene si è soffermato su una questione che verte sull'armonizzazione di passi neotestamentari: non c'è alcun riferimento alle Sacre Scritture Ebraiche.

Vieri ha scritto:Tutti gli argomenti descritti nella Bibbia e parlo solo di vecchio testamento, per me sono riconducibili a 4 punti diversi.
- Gli argomenti descrittivi della storia del popolo ebraico che hanno spesso poca o nulla rilevanza spirituale.


Quello che dici è semplicemente falso perché i fatti dicono il contrario.
Tralasciando ovviamente la "rilevanza spirituale" che la Bibbia ha per le persone di religione ebraica, c'è da dire che è sufficiente leggere la letteratura cristiana antica per comprendere quale "rilevanza spirituale" avesse per i teologi cristiani antichi la storia del popolo ebraico.
Credo che tu non abbia contezza di quello che scrivevano gli stessi scrittori cattolici.

Vieri ha scritto:- Gli argomenti leggendari ma che sono da interpretare per il loro fine morale


Anche nei vangeli ci sono racconti leggendari o teologumeni che dir si voglia.

Vieri ha scritto:- Le storie "romanzate" di alcuni personaggi come Noè, Davide ecc. dove occorre fare uno studio accurato per capirne la finalità educatice del messaggio che si desidera dare.- Gli argomenti e gli insegnamenti di carattere spirituale che se pur adattati spesso al solo popolo ebraico, rappresentano la vera essenza del messaggio biblico.


In effetti sarebbe un errore affermare che ciò che c'è scritto nelle Sacre Scritture Ebraiche riguardi solo ed esclusivamente gli ebrei: in effetti nelle Sacre Scritture Ebraiche c'è un messaggio religioso di portata universale che non riguarda solo il popolo ebraico.

Vieri ha scritto:Se noti, nel forum alla fine trovi un sacco di "esperti biblici" dove si vanno anche a trovare le sottigliezze ......ma poco si parla del Vangelo che è il Vero messaggio cristiano.


Vieri se ti soffermi su questa specifica discussione noterai che si parla proprio di testi neotestamentari.
Sostene infatti ha posto all'attenzione dei foristi alcuni versetti presi dal vangelo di Giovanni ed alcuni versetti presi da Paolo di Tarso.

Vieri ha scritto:Perchè alla fine questo ?

Semplice, poichè Gesù per i TdG è solo alla fine un "arcangelo" e sempre considerato inferiore a Dio e non rappresentare il verbo di Dio è pertanto parte integrante di Dio stesso con la sua parola descritta nel Vangelo come la "buona novella".....


Ma questo cosa c'entra con la discussione iniziata da Sostene?
Sostene è un tdG ma non mi sembra che in questa discussione non stia parlando di contenuti del vangelo.
Al contrario: Sostene ha iniziato una discussione in cui si parla proprio di testi neotestamentari...non di testi di Bibbia ebraica.
A margine comunque c'è da dire che i tdG considerano tutto il n.t. come "testo sacro ispirato".

Vieri ha scritto:Tra l'altro penso che pochi o nessuno di voi penso si sia soffermato sul testo della Interpretazione Biblica della Commissione Pontificia dove si legge come prefazione:
http://www.vatican.va/roman_curia/congr ... ne_it.html

PONTIFICIA COMMISSIONE BIBLICA

DOCUMENTO

L'interpretazione della Bibbia nella Chiesa

INTRODUZIONE

L’interpretazione dei testi biblici continua a suscitare ai nostri giorni un vivo interesse provocando vivaci discussioni, che, in questi ultimi anni, hanno anche assunto dimensioni nuove. Data l’importanza fondamentale della Bibbia per la fede cristiana, per la vita della Chiesa e per i rapporti dei cristiani con i fedeli delle altre religioni, la Pontificia Commissione Biblica è stata sollecitata a esprimersi su questo argomento.

A. Problematica attuale

Il problema dell’interpretazione della Bibbia non è un’invenzione moderna, come talvolta si vorrebbe far credere. La Bibbia stessa attesta che la sua interpretazione presenta varie difficoltà. Accanto a testi limpidi contiene passi oscuri. Leggendo certi passi di Geremia, Daniele s’interrogava a lungo sul loro significato (Dn 9, 2). Secondo gli Atti degli Apostoli, un etiope del I secolo si trovava nella stessa situazione a proposito di un passo del libro di Isaia (Is 53 7-8), riconoscendo di aver bisogno di un interprete (At 8, 30-35).
La seconda lettera di Pietro dichiara che «nessuna scrittura profetica va soggetta a privata spiegazione» (2Pt 1, 20) e osserva, d’altra parte, che le lettere dell’apostolo Paolo contengono «alcune cose difficili da comprendere e gli ignoranti e gli instabili le travisano al pari delle altre Scritture, per loro propria rovina» (2Pt 3, 16).


Ma ti pare che Sostene o più in generale i tdG non sappiano che la Bibbia "contiene passi oscuri"?
Per questo Sostene ha aperto questa discussione: sta cercando di "armonizzare" certi versetti del "vangelo".
Presentazione: http://forum.infotdgeova.it/viewtopic.php?f=7&t=17403
"Gesù era un uomo e non Dio; Gesù era un ebreo, non un cristiano; gli ebrei non hanno mai respinto Gesù l'ebreo; i cristiani nel loro insieme in fondo non hanno accettato Gesù l'ebreo, e non lo hanno seguito". cit. Stephen S. Wise
Avatar utente
Valentino
Veterano del Forum
 
Messaggi: 2096
Iscritto il: 15/01/2014, 6:40

Messaggiodi Valentino » 21/10/2020, 19:57

Vieri ha scritto:Lasciamo poi alle ortiche le "teorie dell'inviato"


Vieri tieni presente che non esiste alcuna "teoria dell'inviato".
Molto semplicemente (si fa per dire!) nella redazione finale del vangelo di Giovanni convergono cristologie diverse: tra la varie cristologie riconoscibili e riconosciute nel vangelo di Giovanni c'è ANCHE la "cristologia dell'inviato" cui ho accennato più sopra.
Il punto è che sono proprio certi versetti che tu citi che attestano quella che i biblisti riconoscono essere una "cristologia dell'inviato".
Quando ad esempio nel vangelo di Giovanni si legge che Dio ha concesso a Gesù il "potere di giudicare" significa che a Gesù viene concesso qualcosa di cui non disponeva e che gli viene appunto "concesso" o "dato". Questa dinamica è solo un esempio appunto di "cristologia dell'inviato".
Presentazione: http://forum.infotdgeova.it/viewtopic.php?f=7&t=17403
"Gesù era un uomo e non Dio; Gesù era un ebreo, non un cristiano; gli ebrei non hanno mai respinto Gesù l'ebreo; i cristiani nel loro insieme in fondo non hanno accettato Gesù l'ebreo, e non lo hanno seguito". cit. Stephen S. Wise
Avatar utente
Valentino
Veterano del Forum
 
Messaggi: 2096
Iscritto il: 15/01/2014, 6:40

Valentino il solito "prezzemolo" e te pareva....

Messaggiodi Vieri » 21/10/2020, 20:08

Scusa Valentino, a parte il fatto che nel forum non ci sei solo tu ed io avevo scritto due post ben distinti e con due argomenti ben distinti in risposta ad altri foristi.
La prima era una risposta a Ray esattamente sul tema
Ray scrive:
Se qualcuno ode le mie parole e non le osserva io non lo giudico ma SARA' la parola che ho detto a giudicarlo."
Non sono io a giudicarlo ma le parole che ho detto . ma scusate non è lo stesso o la stessa cosa ?

mentre tu mi rispondi facendo una confusione notevole rispondendo invece ad altro mio intervento:
Risposta multipla...( Ray, Morpheus e Victor)....
Messaggiodi Vieri » oggi, 19:13

Non desidero inserirmi nella "polemucuccia" ma ritengo che in tali vostre osservazioni esista un errore di fondo che è quello di essere stati "pippati" di Bibbia e parlo di vecchio testamento per anni cercandovi di convincere sulla verità storica di tutti i contenuti.
Da qui la vostra giusta contestazione.
..............

In relazione alla domanda di Sostene:
le riflessioni riguardano questo:
Cos'è il giudizio che il cristiano eviterà?

Molti passi del Vangelo lo spiegano:
IL SIGNORE definisce il destino finale degli increduli:
Ma i figli del regno (di questo mondo) saranno gettati nelle tenebre di fuori. Lì sarà il pianto e lo stridor di denti.
Matteo 8:12

Guai agli esecutori di scandali e malvagi nella fornace:
E li getteranno nella fornace del fuoco. Lì sarà pianto e stridor di denti.
Matteo 13:42

La separazione dei cattivi tra i giusti:
E li getteranno nella fornace del fuoco. Lì sarà pianto e stridor di denti.
Matteo 13:50

Il Re ordina ai Suoi servi:
“Legatelo mani e piedi, prendetelo e gettatelo nelle tenebre di fuori. Lì sarà il pianto e lo stridor di denti”.
Matteo 22:13

Il destino finale del servo cattivo:
… lo punirà duramente e gli riserverà la sorte degli ipocriti. Lì sarà il pianto e lo stridor di denti.
Matteo 24:51

Al servo inutile, cattivo e negligente il SIGNORE dirà:
E gettate questo servo inutile nelle tenebre di fuori. Lì sarà il pianto e lo stridor di denti.
Matteo 25:30

E, essendo tra i tormenti nell’inferno, alzò gli occhi e vide da lontano Abrahamo e Lazzaro nel suo seno. Allora, gridando, disse: “Padre Abrahamo, abbi pietà di me, e manda Lazzaro a intingere nell’acqua la punta del dito per rinfrescarmi la lingua, perché soffro terribilmente in questa fiamma”.
Luca 16:23-24

Interessante poi questo commento:
https://www.amicidomenicani.it/la-spieg ... -condanno/
Due infatti sono le venute del Figlio di Dio: la prima come salvatore; e la seconda come giudice.
Ora, essendo tutti gli uomini immersi nei peccati, se fosse venuto prima come giudice, non si sarebbe salvato nessuno; perché «eravamo tutti figli dell’ira»; perciò fu opportuno che egli venisse prima a salvare i credenti, e poi a giudicare fedeli e peccatori. Ed è quanto qui egli afferma: E per questo che adesso non giudico, «perché non sono venuto» in questa mia prima venuta «per giudicare il mondo, ma per salvare il mondo»” (Commento al vangelo di Giovanni n. 1717).


In breve hai perso una occasione per non metterci bocca come al solito, riprova la prossima volta che ti andrà meglio, ......premesso che abbia ancora voglia di leggere le tue solite "pappardelle"....
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Gold
 
Messaggi: 7771
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Valentino » 21/10/2020, 20:32

Vieri ha scritto:Scusa Valentino, a parte il fatto che nel forum non ci sei solo tu ed io avevo scritto due post ben distinti e con due argomenti ben distinti in risposta ad altri foristi.


Lo so bene Vieri che hai scritto "due post ben distinti e con due argomenti ben distinti"...anch'io ho scritto due post ben distinti.

Vieri ha scritto:mentre tu mi rispondi facendo una confusione notevole rispondendo invece ad altro mio intervento:


Vieri non ho fatto alcuna confusione.
Ho scritto due post distinti anche io...non uno solo.

Vieri ha scritto:Interessante poi questo commento:
https://www.amicidomenicani.it/la-spieg ... -condanno/
Due infatti sono le venute del Figlio di Dio: la prima come salvatore; e la seconda come giudice.


Certo Vieri ma devi tener presente che pure i tdG credono in "due venute del figlio di Dio".
La dottrina di un "primo avvento" e di un "secondo avvento" di Gesù non è infatti una dottrina professata solo dai cattolici ma una dottrina professata dalla stragrande maggioranza delle denominazioni cristiane esistenti...compresi come detto i tdG, per quanto i tdG, a differenza di altre denominazioni cristiane hanno una singolare "visione" del concetto di "parousia".
Anche i tdG dunque condividono la nozione di una prima venuta di Gesù nel ruolo di "salvatore" ed una seconda venuta nel ruolo di "giudice escatologico".

Vieri ha scritto:In breve hai perso una occasione per non metterci bocca come al solito


Cosa c'è di strano se commento certi post?

Vieri ha scritto:riprova la prossima volta che ti andrà meglio, ......premesso che abbia ancora voglia di leggere le tue solite "pappardelle"....


Vieri ma quali pappardelle?
Mi sono semplicemente soffermato su due distinti post che affrontavano argomenti diversi: non ho fatto alcuna confusione a riguardo né pappardelle, qualunque cosa tu voglia dire con pappardelle.
Presentazione: http://forum.infotdgeova.it/viewtopic.php?f=7&t=17403
"Gesù era un uomo e non Dio; Gesù era un ebreo, non un cristiano; gli ebrei non hanno mai respinto Gesù l'ebreo; i cristiani nel loro insieme in fondo non hanno accettato Gesù l'ebreo, e non lo hanno seguito". cit. Stephen S. Wise
Avatar utente
Valentino
Veterano del Forum
 
Messaggi: 2096
Iscritto il: 15/01/2014, 6:40

Ultimo commento...

Messaggiodi Vieri » 21/10/2020, 20:50

Valentino scrive:
Quando ad esempio nel vangelo di Giovanni si legge che Dio ha concesso a Gesù il "potere di giudicare" significa che a Gesù "viene concesso qualcosa di cui non disponeva" ......e che gli viene appunto "concesso" o "dato". Questa dinamica è solo un esempio appunto di "cristologia dell'inviato

Ma chi ti ha detto e dove c'è scritto che tale potere ( .....di giudicare il mondo) viene concesso qualcosa di cui non disponeva .... se Giovanni non vuole smentirsi il verbo era Dio e Gesù era il verbo incarnato?

Quindi tale potere lo ha sempre avuto.....in qualità di unigento figlio di Dio
Poi Valentino ad un "essere umano" anche se bravo, senza peccato e "taumaturgo" Dio secondo te dà tale enorme potere di giudicare il mondo ? :boh: :test:

Se poi con le tue cristologie alte e basse come le montagne russe dici che il vangelo di Giovanni è tutto inventato allora lasciamo stare e chiudiamo l'argomento
Fine delle trasmissioni
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Gold
 
Messaggi: 7771
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi sostene » 21/10/2020, 21:10

a victor vondoom
Ho letto la tua presentazione Mi rendo conto che sei molto amareggiata Anch'io lo sono insieme a mia moglie e sono anche io da 35 anni tdG Ovviamente il mio caso è diverso dal tuo Amavo Cristo ancor prima di conoscere i testimoni di Geova frequentavo la chiesa cattolica mi ponevo domande ed era rimasto molto deluso infatti mi allontanai vedendo il comportamento e il fatto di non avere risposte alle mie domande

Ma come dice  L'apostolo Pietro da  Chi ce ne andremo tu solo hai parole di vita eterna

Smisi di andare in chiesa ma continuavo a cercare spiegazioni compravo  vari libri di profezie no quelli che parlavano della morale sapevo dei miei genitori cristiani cattolici che non dovevo rubare   che la famiglia doveva essere unite e via dicendo Fino al giorno che mi hanno fermato per strada i tdG

Ho fatto loro Varie domande Allora mi rispondevano tranquillamente con la bibbia che io più volte cercato di leggere senza averci mai capito niente e questo mi attirò verso di loro Fino a diventare un attivo testimone di Geova Poiché sono uno che si è sempre fatto domande giuste  notavo che col passare del tempo certe cose erano in contradizione

ciò nonostante non so il perché volutamente le ignoravo

Ma circa 2 anni fa ho scoperto palesemente che gli insegnamenti profetici dottrinali a cui tenevo molto sono tutti completamente sbagliati e contradditori

Non mi sono dissociato anche perché non avrebbe avuto senso Questo perché anche se l'organizzazione cristiana a cui apparteniamo qualunque essa sia mormoni evangelici testimoni di Geova  Cattolic ecci Sono adoratori di Gesù anche se nel modo sbagliato come gli ebrei erano adoratori di Geova anche se nel modo sbagliato 
una parte del popolo d'Israele  nonostante che notava e sapeva gli errori che venivano fatti prendi ad esempio elia che scappo da un re testimone di Geova non smisero

di adorare Geova o scappando  in un'altra religione o nell'ateismo

  pur condannando il comportamento dei capi religiosi ebrei (  Vedi profeti Geremia  isaia ecc ) questi rispettavano  la disposizione che al momento Geova aveva stabilito fino a quando lo stesso Geova non la buttò giù

Abbiamo l'esempio del re Davide con saul  l 'unto da Geova come in seguito fu unto Davide

saul si comportò malissimo e pubblicamente lo stesso Geova dichiarò che non lo avrebbe più accettato come suo fedele servitore

nonostante ciò Davide Benché fosse riconosciuto re da Geova stesso tramite Samuele non osò mai toccare il re saul benché più volte saul cercò di ucciderlo fino a quando fu Geova stesso a toglierlo di mezzo

Quindi il punto è da chi ce ne andremo ?

andremo da Cristo almeno io ho fatto questa scelta e vado avanti con questa scelta Fino a quando non sentirò il grido ecco lo sposo e spero che l'olio di riserva che sto mettendo da parte Mi concederà l'ingresso alla festa nuziale come suo amico

Dio è amore

Scusa se il  discorso e lungo non lo ho fatto per convertirti

questo è una tua cosa personale ma ti ho detto quello che penso in risposta al tuo post

alla prossima
sostene
Nuovo Utente
 
Messaggi: 18
Iscritto il: 16/10/2020, 18:44

Messaggiodi Valentino » 21/10/2020, 21:16

Vieri ha scritto:Ma chi ti ha detto e dove c'è scritto che tale potere ( .....di giudicare il mondo) viene concesso qualcosa di cui non disponeva


Che senso avrebbe ricevere da Dio "il potere di giudicare il mondo" se questo potere lo si possiede già?
Sarebbe un'evidente contraddizione e lo sarebbe proprio alla luce di certi versetti che citi!
Se infatti in un versetto del vangelo di Giovanni leggiamo che Dio "ha dato il potere di giudicare" a Gesù significa che Gesù non aveva "il potere di giudicare il mondo" ma lo ha ricevuto quando Dio glielo ha "dato".
Se Gesù avesse già avuto "il potere di giudicare il mondo" non ci sarebbe stato bisogno di ricevere questo potere da Dio...sarebbe stato già "suo".
E' evidente che il "potere di giudicare il mondo" è, per il redattore finale del vangelo di Giovanni, una prerogativa di Dio che Dio "da" a Gesù.
Non avrebbe senso "dare" a Gesù ciò che Gesù già possiede.

Vieri ha scritto:se Giovanni non vuole smentirsi il verbo era Dio e Gesù era il verbo incarnato?


Il punto semmai è chiedersi: nel prologo giovanneo il "verbo" o "logos" dei versetti da 1 a 13 viene pensato come un essere divino personale?
Come osserva Dunn: "Prima del versetto 14 ci troviamo nello stesso reame del discorso precristiano sulla Sapienza ed il Logos [Parola], lo stesso linguaggio e le stesse idee che troviamo nella tradizione sapienziale ed in Filone, dove, come abbiamo visto , abbiamo a che fare con personificazioni piuttosto che persone, azioni personificate di Dio piuttosto che un singolo essere divino in quanto tale".

Vieri ha scritto:Quindi tale potere lo ha sempre avuto


Ma se, come tu dici, "tale potere lo ha sempre avuto"...perché allora gli viene "dato"?
Uno da ad un altro qualcosa che già possiede? :boh: :conf:

Vieri ha scritto:in qualità di unigento figlio di Dio


Il titolo "figlio di Dio" come sappiamo non indica una "identità di natura".

Vieri ha scritto:Poi Valentino ad un "essere umano" anche se bravo, senza peccato e "taumaturgo" Dio secondo te dà tale enorme potere di giudicare il mondo?


Per il redattore finale del vangelo di Giovanni evidentemente si!

Vieri ha scritto:Se poi con le tue cristologie alte e basse come le montagne russe dici che il vangelo di Giovanni è tutto inventato


Che confusione che fai Vieri!
Punto primo: le "mie" cristologie non esistono. Il nuovo testamento (ma non solo il n.t. ma anche documenti extra-canonici) ci testimoniano una varietà di cristologie, alcune "alte", alcune "basse".
Punto secondo: non ho mai detto che tutto ciò che c'è scritto nel vangelo di Giovanni sia "tutto inventato".
Tra l'altro cosa c'entra l'argomento "cristologia"/"cristologie" con la questione di ciò che in Giovanni si può riconoscere come storico o non storico?

Vieri ha scritto:allora lasciamo stare e chiudiamo l'argomento
Fine delle trasmissioni


Boh?!?!?!
Non so che dirti.
Mescoli argomenti che non c'entrano gli uni con gli altri.
Nel vangelo di Giovanni sono confluite cristologie diverse: la "cristologia dell'inviato" è una di essa.
Quindi?
Altro argomento poi è la questione di quali e quante informazioni storiche si possono desumere da detto vangelo, specialmente in relazione alla questione del "Gesù storico".
Insomma sono argomenti diversi.
Ultima modifica di Valentino il 21/10/2020, 21:34, modificato 1 volta in totale.
Presentazione: http://forum.infotdgeova.it/viewtopic.php?f=7&t=17403
"Gesù era un uomo e non Dio; Gesù era un ebreo, non un cristiano; gli ebrei non hanno mai respinto Gesù l'ebreo; i cristiani nel loro insieme in fondo non hanno accettato Gesù l'ebreo, e non lo hanno seguito". cit. Stephen S. Wise
Avatar utente
Valentino
Veterano del Forum
 
Messaggi: 2096
Iscritto il: 15/01/2014, 6:40

Messaggiodi Romagnolo » 21/10/2020, 21:23

Non ho seguito tutta la discussione perchè lunghissima e non ho tempo materiale per dedicarmici, ma mi sono sempre domandato...ma questa storia di vedere in Giovanni il confluimento di una serie di cristologie siamo sicuri che non sia un abbaglio degli studiosi'? :boh:
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Gold
 
Messaggi: 6306
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi sostene » 21/10/2020, 21:52

vedi ray

Primo: Geova non è il nome di D-o, possiamo anche sorvolare su questo punto,ma di certo i tdg CHE lo sanno , non lo fanno.

questo lo so ma è fuori tema

Secondo : perché mai Gesù o D-o dovrebbero proteggere qualcosa che non hanno scritto o ispirato all'uomo ?

Ti risulta che Gesù abbia scritto mai qualcosa di suo pugno ? Fatti una seria riflessione meditata su questo punto senza dogmi o forzature dottrinali .

Quarto punto, come sai che quello che attribuiscono a Gesù siano le paroli veraci se non si ha nulla di originale ,ma si possiedono

solo copie di copie di copie all'infinito ?

A queste 2 domande non c'è risposta potremo stare per anni a discuterci sopra subentra solo aspetto fede perchi ce l'ha

Giovanni - cap. 20

29) Gesù replicò: "Hai creduto perché mi hai visto? Felici quelli che credono senza aver visto!"

---


Terzo : D-o non potrebbe mai far scrivere assurdità errori e false profezie che sono contenute nel canone attuale.

su questo non sono d accordo Sono i pastori religiosi che hanno reso la parola profetica di dio inutile Non la bibbia

Non sono io a giudicarlo ma le parole che ho detto . ma scusate non è lo stesso o la stessa cosa

Come ho spiegato dio ha stabilito un giorno del giudizio Chiamato anche ultimo giorno Che seguirà il millennio e allora che la parola che Cristo ha detto duemila anni fa e continua a dire tuttora giudicherà coloro che non lo hanno accettato

Questo non significherà che andranno tutti nel lago di fuoco Ma quelli che sopravviveranno questo giudizio avranno un retaggio più lungo e diverso da quelli che hanno accettato Cristo

Sei uno non crede in dio non puo credere nemmeno nella bibbia e tutti questi argomenti sono
parole gettate al vento.
e anche se dice che,crede in dio ma non nella bibbia non è coerente perché
limita la capacità di Dio di comunicare


chi Crede in dio sa che è un essere superiore non lo fa uguale a un uomo

E non c'è nulla in suo potere che egli non possa fare

Gli argomenti che sto trattando sono per quelli che pur essendo amareggiati e delusi dalla religione comunque con il loro cuore hanno ancora un lucignolo fumante e

credono ancora in lui

alla prossima
sostene
Nuovo Utente
 
Messaggi: 18
Iscritto il: 16/10/2020, 18:44

Messaggiodi Morpheus » 22/10/2020, 10:41

sostene ha scritto:su questo non sono d accordo Sono i pastori religiosi che hanno reso la parola profetica di dio inutile Non la bibbia


Ma scusa, quindi Dio NON ha protetto la Bibbia sei i pastori religiosi l'hanno cambiata e resa inutile...
“I nostri nemici sono stati l’ignoranza e la rassegnazione”. Non so perché, ma ormai è andata così.

Presentazione
Avatar utente
Morpheus
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1421
Iscritto il: 13/01/2014, 10:52

Le solite "fisse" di Valentino....

Messaggiodi Vieri » 22/10/2020, 11:23

Il titolo "figlio di Dio" come sappiamo non indica una "identità di natura".

Come sappiamo? .....
Diciamo meglio come lo interpreti tu ed alcuni studiosi poichè "come sappiamo" nella chiesa cattolica, ortodossa, ecc. Gesù è veramente il Figlio di Dio e non per niente Giovanni aveva scritto:
[1]In principio era il Verbo,
il Verbo era presso Dio
e il Verbo era Dio.
.....
E il Verbo si fece carne
e venne ad abitare in mezzo a noi;

e noi vedemmo la sua gloria,
gloria come di unigenito dal Padre,
pieno di grazia e di verità.
......
[18]Dio nessuno l'ha mai visto:
proprio il Figlio unigenito,
che è nel seno del Padre,

lui lo ha rivelato.

A parte le altre citazioni evangeliche che non sto a ripetermi dove si evince CHIARAMENTE che tali parole NON ERANO un semplice titolo di merito.....
Matteo 16,13-20
13 Essendo giunto Gesù nella regione di Cesarèa di Filippo, chiese ai suoi discepoli: «La gente chi dice che sia il Figlio dell'uomo?». 14 Risposero: «Alcuni Giovanni il Battista, altri Elia, altri Geremia o qualcuno dei profeti». 15 Disse loro: «Voi chi dite che io sia?». 16 Rispose Simon Pietro: «Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente». 17 E Gesù: «Beato te, Simone figlio di Giona, perché né la carne né il sangue te l'hanno rivelato, ma il Padre mio che sta nei cieli.

Ultimo punto sulla tua personale interpretazione:
Dio "ha dato il potere di giudicare" a Gesù significa che Gesù non aveva "il potere di giudicare il mondo" ma lo ha ricevuto quando Dio glielo ha "dato".

Ma che discorso è ?
Questo "potere"non è che debba essere inteso in senso temporale: "prima e dopo"...quale avvenimento poi ?....ma si può dare anche SUBITO alla nascita umana di Gesù come vero figlio di Dio......

Ho sempre la netta sensazione che per giustificare il tuo pensiero su "Gesù semplice profeta ebraico umano" spesso ...
:mirror: :mirror: :mirror:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Gold
 
Messaggi: 7771
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Valentino » 22/10/2020, 14:24

Cancellato dalla moderazione.

Angelo/mod
Presentazione: http://forum.infotdgeova.it/viewtopic.php?f=7&t=17403
"Gesù era un uomo e non Dio; Gesù era un ebreo, non un cristiano; gli ebrei non hanno mai respinto Gesù l'ebreo; i cristiani nel loro insieme in fondo non hanno accettato Gesù l'ebreo, e non lo hanno seguito". cit. Stephen S. Wise
Avatar utente
Valentino
Veterano del Forum
 
Messaggi: 2096
Iscritto il: 15/01/2014, 6:40

Valentino....

Messaggiodi Vieri » 22/10/2020, 17:03

Cancellato dalla moderazione.

Angelo/mod
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Gold
 
Messaggi: 7771
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

@ Vieri e Valentino

Messaggiodi Quixote » 22/10/2020, 17:38

Come i foristi ben sanno, e farei torto alla loro intelligenza ragguagliandoli in dettaglio, la moderazione ha segnalato più volte l’inopportunità e la ripetitività della vostra polemica, invitandovi, se proprio non potete evitarla, a proseguirla in privato, e preavvertendo eventuali sanzioni in caso non venga ottemperato alle sue direttive. Ciò malgrado il vostro trolleggio non accenna a diminuire, per cui non sto a guardare chi di voi due abbia ragione o torto, vi considero entrambi responsabili, e per ora evito interventi antipatici come i warning, ma cancello sistematicamente i vostri post non conformi alle indicazioni della moderazione, in particolare quelli non pertinenti al topic, cominciando dagli ultimi.

Angelo/mod
Καὶ ἠγάπησαν οἱ ἄνθρωποι μᾶλλον τὸ σκότος ἢ τὸ φῶς.
E gli uomini vollero piuttosto le tenebre che la luce.
GIOVANNI, III, 19. (G. Leopardi, La ginestra, esergo)
======================================
Primo postPresentazioneStaurós: palo o croce? (link esterno)
Avatar utente
Quixote
Moderatore
 
Messaggi: 4485
Iscritto il: 15/08/2011, 22:26
Località: Cesena

Messaggiodi sostene » 22/10/2020, 17:57

Morpheus dice

ma scusa, quindi Dio NON ha protetto la Bibbia sei i pastori religiosi l'hanno cambiata e resa inutile...

Vedi Se ti leggi con attenzione la seconda lettera ai Tessalonicesi capitolo 2 versetti 1 a 11

Noterai che Geova vuole che questi inciampi avvengano non che Li Causi lui ma li lascia andare avanti.
perché?

Ora sei tu che mi devi rispondere a questa domanda

per aiutarti ti dico che la risposta e negli stessi capitoli che leggerai, Se poi trovi altri versetti da collegare benvenga

Ciao alla prossima
sostene
Nuovo Utente
 
Messaggi: 18
Iscritto il: 16/10/2020, 18:44

Messaggiodi Quixote » 22/10/2020, 19:03

Non mi risulta nessun personaggio di nome ‘Geova’ in Tessalonicesi 2, nessuno che risponda a cotesto nome nelle migliaia di manoscritti e codici che riportano la lettera, oltretutto di dubbia attribuzione, se non altro perché fa a pugni con Tessalonicesi 1.

Ciò premesso sei comunque out:

… se dice che,crede in dio ma non nella bibbia non è coerente perché
limita la capacità di Dio di comunicare


Al contrario, sei tu che limiti la capacità di Dio di comunicare se lo riduci al messaggio biblico: se Dio è davvero onnipotente non necessita della Bibbia per trasmettere la sua Verità. Quindi:

chi Crede in dio sa che è un essere superiore non lo fa uguale a un uomo


ma questo è pacifico anche per chi non crede: in quanto non crede all’Essere, ma non che l’Essere non sia come lo descrivi: la tua è tautologia, come pure la seguente:

E non c'è nulla in suo potere che egli non possa fare


Ovvio e banale perché se in Suo potere è ovvio e banale che lo possa fare. Ma questo vale anche per te e per me: se una cosa è in nostro potere è ovvio e banale che la possiamo fare; non ci distinguiamo da Dio in questo. Altro che lumicino fumante, se il tuo lucignolo non coglie queste contraddizioni sei lontano dalla soluzione: Dio lascia andare avanti, lascia fare, perché non interessato alla tua fede a al tuo amore per Lui. Non gli servi, sei tu che confondi la sua indifferenza col tuo bisogno di Lui, non accorgendoti che se veramente gli servissi, non sarebbe Dio, in quanto l’Assoluto di nulla necessita, diversamente da te.
Καὶ ἠγάπησαν οἱ ἄνθρωποι μᾶλλον τὸ σκότος ἢ τὸ φῶς.
E gli uomini vollero piuttosto le tenebre che la luce.
GIOVANNI, III, 19. (G. Leopardi, La ginestra, esergo)
======================================
Primo postPresentazioneStaurós: palo o croce? (link esterno)
Avatar utente
Quixote
Moderatore
 
Messaggi: 4485
Iscritto il: 15/08/2011, 22:26
Località: Cesena

PrecedenteProssimo

Torna a Argomenti dottrinali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici