Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Riflessioni personali sugli argomenti religiosi

Tutto ciò che riguarda la dottrina dei Testimoni di Geova.

Moderatore: polymetis

Riflessioni personali sugli argomenti religiosi

Messaggiodi riuken » 02/01/2021, 19:04

Buonasera, dopo svariati scivoloni tra le varie tematiche che avvolgono le varie religioni, quella cattolica e quella del protestantesimo Testimoni di Geova, posso dire di essere arrivato ad una conclusione.

Ci sono tante diversità tra i Testimoni di Geova e i Cattolici, si tende sempre a scontrarsi sugli argomenti dottrinali, l'immortalità dell'anima, i santi, il sangue, la resurrezione dei morti, l'evangelizzazione ecc ecc.

Posso solo dire, che poco importa se l'uomo sia o meno immortale, il dono da conquistare più importante è la salvezza eterna, e questa avviene compiendo opere buone. In molti, si incamminano verso questa via e pochi sono quelli che riescono a percorrerla, compreso io, detto ciò tendo ad evidenziare, che qualsiasi ragione che il cuore impone di fare con naturalezza: un gesto, una carezza, la carità e l'aiuto verso gli ultimi quelli maggiormente colpiti da questo mondo, deve essere fatto con amore. Anche se delle volte, riesce difficile per svogliatezza, perché l'uomo tende sempre a pensare prima di fare e in quel frangente ci perdiamo.

La nostra mente, si annebbia spesso alla ricerca della verità, e spesso sorge spontaneo chiedersi: qual è la vera religione? Penso che quella vera, sia quella spirituale, nella ricerca e nel fare opere buone. Ovvio non è facile, certe volte abbiamo un freno nel dare o contribuire in qualcosa.

Capita anche, che nel farsi perdonare, cerchiamo forzatamente di fare del bene, allora a tal punto meglio non farlo, sarei semplicemente incoerente con me stesso. Non bisogna forzare l'amore per stare bene e fare un'opera buona in quel momento, in modo da estinguere un nostro debito o peccato fatto in precedenza, tutto questo l'ho sperimentato sulla mia persona. Si sta due volte peggio di prima.

Bisogna credere nel creato e nel Creatore di tutto, sarebbe inverosimile credere che tutto si sia autogenerato, le religioni portano a divisioni se non interpretano correttamente il messaggio universale dell'amore.

Qualsiasi membro appartenente a una fede religiosa, anche se diversa, se mette in opera il bene indistintamente, può guadagnare la vita eterna nell'evangelizzazione, facendo capire che solo nelle opere buone, una persona può ottenere la salvezza salvando se stesso e un'anima, non serve alcuna adesione, ognuno si salva, in base alle proprie opere e viene giudicato per quello che ha compiuto in questa vita terrena o non per l'appartenenza a una religione.

Cito questi due versetti che fanno da pilastro al discorso su riportato.
Matteo 7,16-20
16 Dai loro frutti li riconoscerete. Si raccoglie forse uva dalle spine, o fichi dai rovi? 17 Così ogni albero buono produce frutti buoni e ogni albero cattivo produce frutti cattivi; 18 un albero buono non può produrre frutti cattivi, né un albero cattivo produrre frutti buoni. 19 Ogni albero che non produce frutti buoni viene tagliato e gettato nel fuoco. 20 Dai loro frutti dunque li potrete riconoscere
Marco 9,38-40
38 Giovanni gli disse: «Maestro, abbiamo visto uno che scacciava i demoni nel tuo nome e glielo abbiamo vietato, perché non era dei nostri». 39 Ma Gesù disse: «Non glielo proibite, perché non c'è nessuno che faccia un miracolo nel mio nome e subito dopo possa parlare male di me. 40 Chi non è contro di noi è per noi.

Ebbene concludo, ho molto peccato nella mia vita a volte ci casco ancora, ma sto cercando di migliorare e leggere di più i testi sacri da cui prendo ispirazione come modello di vita, difficile da attuare perché è vero si, ho paura a fare del bene, perché verrai criticato o magari non riconosciuto e nel momento che ti trovi in difficoltà nessuno e dico nessuno è pronto a fare lo stesso.
Però devo trovare la forza di non peccare più e cercare di fare del bene, mi ritengo di essere il più peccatore di tutti conoscendo in parte la verità della vita che porta alla salvezza.

Vi accenno un sogno l'ultimo risale a 16 anni fa, da allora nessun sogno.
Erano tre persone, due sedute su una roccia: ogni sera, il mio pensiero ero rivolto con il pensiero nella ricerca della verità, la persona centrale con un'autorità superiore alle altre due persone con una veste di lino bianchissima una luce splendida "possiamo dire stile Led", permettetemi, l'utilizzo di questo termine, disse: se non ti convertirai farai la fine di questi libri, erano delle Bibbie ammassate presero fuoco in un'istante, forse il fuoco in cui erano avvolte, erano le parole contenute nei testi sacri, consapevole forse di aver capito il vero concetto dell'amore universale di Dio.
Poi se ci sono suggerimenti sull'interpretazione sono curioso di sapere il vostro punto di vista.
Grazie a tutti.
Ultima modifica di riuken il 02/01/2021, 19:12, modificato 1 volta in totale.
riuken
Nuovo Utente
 
Messaggi: 2
Iscritto il: 06/11/2016, 23:48

Messaggiodi Mauro1971 » 02/01/2021, 19:09

riuken ha scritto:sarebbe inverosimile credere che tutto si sia autogenerato

Mica tanto. Razionalmente è l'ipotesi più probabile.
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)
"Io riconosco di essere un dilettante nella misura in cui io cerco ricavare diletto da tutto ciò che faccio" (Philo Vance)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Platinium
 
Messaggi: 10386
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi deliverance1979 » 02/01/2021, 19:30

riuken ha scritto:Ebbene concludo, ho molto peccato nella mia vita a volte ci casco ancora, ma sto cercando di migliorare e leggere di più i testi sacri da cui prendo ispirazione come modello di vita, difficile da attuare perché è vero si, ho paura a fare del bene, perché verrai criticato o magari non riconosciuto e nel momento che ti trovi in difficoltà nessuno e dico nessuno è pronto a fare lo stesso.
Però devo trovare la forza di non peccare più e cercare di fare del bene, mi ritengo di essere il più peccatore di tutti conoscendo in parte la verità della vita che porta alla salvezza.


Peccato e peccare sono un concetto ampio, relativo alla coscienza umana che si forma in una data cultura, e che ha dei punti di riferimento imposti dalla società circostante.
Senza contare le tare ansiogene del nostro carattere, dateci in primis dalla nostra famiglia (i nostri genitori) o la società che abbiamo frequentato più assudamente....
Per la serie: Non fare questo o quello, non dire questo o quello, anche se gli altri sbagliano tu non devi farlo o non devi dirlo....
E mica sempre tutti questi non devi o non puoi, nella vita hanno poi funzionato...
Esistono delle cose più o meno condivisibili, ma alla fine i concetti di purezza o delle varie "morali teocratiche", sono validi in base a cosa?

Io penso che molte di queste filosofie, o insegnamenti o imposizioni, siano delle regole morali per tenere buona la massa, per tenerli/ci docili, o comunque, per tenerli pronti ad agire quando serve a chi li comanda (religiosi o politici....)
Se fossero tutti maschi alfa, o donne alfa o tutti intraprendenti, la società umana avrebbe dei seri problemi.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Gold
 
Messaggi: 6465
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Ricordi Ryuken...

Messaggiodi sandrosolustri » 02/01/2021, 20:44

...Che rimproverasti il tuo figlio adottivo Kenshiro di avere un cuore troppo sensibile? Nel manga di Kenshiro sei uno dei guerrieri più forti.
E allora caro Riuken (piacere di conoscerti) non trovi che anche tu hai un cuore un po' troppo sensibile? Dici di essere un peccatore, ma chi non lo è? Alcune delle tue riflessioni potranno anche sembrarti giuste, ma ti fanno soffrire troppo. A qual pro' ? Accontentati di essere una brava persona quale in effetti sei. Coltiva la tua unica e vera essenza di inimitabile essere umano. Fai del bene quando puoi, difendi i deboli, i bullizzati, e gli emarginati che lo meritano. Sii la misura di te stesso e non permettere a nessuno di essere il tuo metro. Sei credente? Gesù Cristo non è forse venuto per il perdono dei peccati? Non amareggiarti. Sii te stesso e vivi con coraggio nell'amore. <L'amore scaccia il timore, perché il timore suppone il castigo e chi teme non è perfetto nell'amore>I Giov. 4:18
Coraggio.
sandrosolustri
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1223
Iscritto il: 30/06/2019, 11:55

Messaggiodi Jeff » 03/01/2021, 10:50

Ho letto con interesse le tue riflessioni Ryuken. Rimango sempre sbalordito della stupefacente mente umana che elabora concetti, idee ,ragionamenti. Ogni individuo ha una propria idea che non è mai identica a quella di un altro individuo. Due persone possono assomigliarsi come carattere ma non saranno mai identiche. Neanche i gemelli lo sono..
Avatar utente
Jeff
Utente Junior
 
Messaggi: 393
Iscritto il: 24/04/2018, 6:42

Mauro, l'incorreggibile "scienziato"....

Messaggiodi Vieri » 04/01/2021, 12:13

Mauro1971 ha scritto:
riuken ha scritto:sarebbe inverosimile credere che tutto si sia autogenerato

Mica tanto. Razionalmente è l'ipotesi più probabile.

Ceeerto ....... :
Disposizione del DNA
https://it.wikipedia.org/wiki/DNA
Negli eucarioti, il DNA è solitamente presente all'interno di cromosomi lineari (circolari nei procarioti). La somma di tutti i cromosomi di una cellula ne costituisce il genoma; il genoma umano conta circa 3 miliardi di paia di basi contenute in 46 cromosomi.[82]

La disposizione finale a cromosomi segue precise regole gerarchiche di impacchettamento. Nelle cellule, infatti, il doppio filamento di DNA non può essere disposto a casaccio, ma deve seguire precise regole di ordinamento.

.......che circa 3 miliardi di paia di basi contenute nel DNA umano si siano composte "casualmente" attraverso un "semplice processo evolutivo" facendo si che ti tutte le varie combinazioni possibili ne sia venuta alla fine solo una: "l'uomo"......
Io, perdonami, ma in questo non ci trovo niente di "razionale"....e che il sottoscritto derivi fisicamente da un colpo di "cu...o " della natura.... :ironico:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Gold
 
Messaggi: 8104
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Mauro1971 » 04/01/2021, 13:36

Disse chi di Santi e Beati snocciola rosari ma della Fava, la Beata Fava, sapeva di Evoluzione.
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)
"Io riconosco di essere un dilettante nella misura in cui io cerco ricavare diletto da tutto ciò che faccio" (Philo Vance)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Platinium
 
Messaggi: 10386
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi Paxuxu » 04/01/2021, 14:12

riuken ha scritto:Posso solo dire, che poco importa se l'uomo sia o meno immortale, il dono da conquistare più importante è la salvezza eterna


Scusa, ma se l'uomo fosse realmente immortale come potrebbe cercare la salvezza eh? La salvezza la cerchi se puoi morire mica che se vivi in eterno no?

Quindi di due l'una: o l'uomo è immortale oppure è mortale e di conseguenza cerca la salvezza eterna, sempre che essa esista realmente.

Se spieghi questo quesito è possibile risponderti o cercare una risposta, altrimenti è tempo perso inutilmente.

Paxuxu
Avatar utente
Paxuxu
Utente Master
 
Messaggi: 4030
Iscritto il: 17/07/2009, 11:40

Mauro...

Messaggiodi Vieri » 04/01/2021, 16:46

Mauro1971 ha scritto:Disse chi di Santi e Beati snocciola rosari ma della Fava, la Beata Fava, sapeva di Evoluzione.

Il tuo volgare modo di esprimere ti contraddistingue sempre per la tua limitata visione della vita.
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Gold
 
Messaggi: 8104
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Ray » 04/01/2021, 17:26

Vieri ha scritto:
Mauro1971 ha scritto:Disse chi di Santi e Beati snocciola rosari ma della Fava, la Beata Fava, sapeva di Evoluzione.

Il tuo volgare modo di esprimere ti contraddistingue sempre per la tua limitata visione della vita.


Mah ...volgare non mi sembra ma il punto è questo,dici limitata visione.

Ma è tutto il contrario,chi ha come te la visione di un D-o già
predefinito con le sue dottrine e i suoi dogmi ,con un
libro che racchiude tutte le regole e regolette da seguire per diventare una persona
perbene ,ha una visione ben racchiusa in questa ottica.

Ha volte invidio chi crede ancora nelle religioni create dall'uomo.

E meglio non sapere e quindi non riflettere e non porsi più domande
in merito a D-o ...e accodarsi ad una delle tante religioni che esistono sulla terra?

O chi si pone troppe domande è non riesce a conciliare le solite
risposte preconfezionate più o meno dalle varie religioni ?

Si deve avere una visione molto ampia per analizzare e scartare
le varie interpretazioni religiose .

Mi viene in mente la risposta di un tdg in merito
al porsi domande,tranquillamente risponderebbe che non
dobbiamo farci sballottare come una barca dalle onde del mare
in burrasca.
Risponderei che neanche stare su una zattera alla deriva in mezzo
all' oceano delle loro false e varie interpretazione sarebbe meglio.
:New Year:
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 11563
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Ray, ....

Messaggiodi Vieri » 04/01/2021, 18:45

Scrivi:
Ma è tutto il contrario,chi ha come te la visione di un D-o già
predefinito con le sue dottrine e i suoi dogmi ,con un
libro che racchiude tutte le regole e regolette da seguire per diventare una persona perbene ,ha una visione ben racchiusa in questa ottica.

Vedi carissimo, quello che spesso ci rimane difficile nel comprenderci sta proprio in queste tue parole:
....con le sue dottrine e i suoi dogmi ,con un libro che racchiude tutte le regole e regolette da seguire per diventare una persona
perbene

dove dalle vostre esperienze precedenti avete sempre ERRONEAMENTE abbinato il concetto di "religione" alla netta osservanza di regole imposte.

Quello che dovete però seriamente considerare che quello che per anni vi hanno inculcato NON E' QUELLO INSEGNATO DA GESU' CRISTO. sempre lasciato ai margini come un semplice "arcangelo Michele"....ma NON IL VERBO DI DIO.

Se notate invece tutta la predicazione e l'operato di Gesù nella sua vita è sempre stato CONTRO IL RISPETTO SI REGOLE IMPOSTE ma orientato sempre ai PRINCIPI.
Non voglio stare a fare il solito predicozzo ma:
Mt 7, 21.24-27
Dal Vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Non chiunque mi dice: “Signore, Signore”, entrerà nel regno dei cieli, ma colui che fa la volontà del Padre mio che è nei cieli.
Perciò chiunque ascolta queste mie parole e le mette in pratica, sarà simile a un uomo saggio, che ha costruito la sua casa sulla roccia. Cadde la pioggia, strariparono i fiumi, soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa, ma essa non cadde, perché era fondata sulla roccia.
Chiunque ascolta queste mie parole e non le mette in pratica, sarà simile a un uomo stolto, che ha costruito la sua casa sulla sabbia. Cadde la pioggia, strariparono i fiumi, soffiarono i venti e si abbatterono su quella casa, ed essa cadde e la sua rovina fu grande».

----queste parole sono CHIARISSIME e mettono in risalto in specialmodo le differenze fra chi si crede "credente" ma non mette in pratica i principi cristiani e chi invece magari forse "più tiepido" si comporta specie verso il prossimo in maniera corretta.

Quindi, come vedi, in queste parole "la dice tutta" e non parla di "evoluzione della specie", di improbabili diluvi universali, ecc. di non assumere sangue e di non festeggiare i compleanni ed il Natale,.....ma di PRINCIPI DI VITA che devono essere comuni a tutti gli uomini, credenti o meno....
Possono allora non essere condivise le parole " ama il prossimo tuo come te stesso"?

Quando io mi riferivo pertanto a "ristretta visione della vita" accennavo proprio alla abissale differenza fra considerare la religione NON come "storia" interpretata letteralmente da umani di un libro di 3000 anni fa e le relative conoscenze scientifiche del tempo, oltre alla imposizione di regole assurde di vita, ma di NON VOLER CONSIDERARE il FATTO DI BASARE LA NOSTRA VITA SUI PRINCIPI DEL CRISTIANESIMO .

L'uomo non è il padrone dell'universo, non te ne sei accorto ? Non pensi ti sentirti spesso nessuno se guardi un cielo stellato d'estate ? Pensi allora di tutto sapere e di tutto conoscere ?

Buon anno anche a te...
:cand:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Gold
 
Messaggi: 8104
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Mauro1971 » 04/01/2021, 19:03

Vedi Vieri, il mio tono vuole essere canzonatorio, nel proprio etimo di "canzone". Vorrebbe quini nelle mie intenzioni essere un bonario giocarti in giro.

Spero tra l'altro il termine "Fava" sia sdoganato ai giorni d'oggi, dopo che magari vi siete visti i cinepanettoni Natalizi con Boldi e De Sica, se non altro.

Per ciò che riguarda Santi e Beate mi chiedesti tu, un po' di tempo fa, di aggiungere in firma il fatto di produrre contenuti anche dissacranti, di modo che chi mi leggesse avesse modo di essere avvertito ed eventualmente evitare.
Aggiunsi quella frase nella mia firma ed in evidenza, da allora mi sento in qualche modo almeno in parte autorizzato a produrre questi contenuti, evitando quei limiti che almeno a me appaiono dividere ironia, satira ed il canzonare quando meritato, dalla mera volgarità senza un motivo o scopo.

Altresì Vieri intervieni, e lo fai spesso anche quando credo ti sia già stato risposto più volte nel corso degli anni, con un argomento dal pool delle "Irriducibili Complessità", ovverosia porti ad supporto delle tue tesi un qualcosa che in Natura TI appare talmente complesso da essere, a tuo avviso, impossibile essersi generato "dal caso", termine errato che magari ti preciso con un "secondo Leggi di Natura". Non è preciso come termine ma vorrei essere il più comprensibile possibile.
Ora se tu avessi una minima idea di come funzioni l'Evoluzione sapresti che la realtà fattuale è esattamente il contrario di quanto tu affermi: l'Evoluzione è meccanismo perfetto per produrre costrutti biologici estremamente complessi partendo da entità semplici.
Certo dovresti aver interiorizzato un minimo il concetto di Tempo Profondo e di cosa possa significare un periodo di 1.000.000 di anni. Dandoti una durata della vita di 100 anni sono 10.000 delle tue vite in successione. Dando la durata standard di generazione intorno ai 25 anni sono 40.000 generazioni. Ed il tempo serve affinchè le mutazioni genetiche si diffondano nelle popolazioni secondo Selezione Naturale, Sessuale ed altro ancora.
Ma dovresti sapere che le mutazioni nel DNA da genitore a figlio hanno un tasso preciso (ne avvengono un tot per ogni generazione) e sono del tutto casuali. Casuali significa che i cambiamenti che avvengono sono stocastici all'interno delle 4 lettere che compongono il DNA, non che da una gallina all'improvviso nasce un drago, anche se sarebbe figo.
Da una gallina perà potrebbe esser tirato fuori un Pollosauro, e questa è cosa certa.

Ora, se tu avessi tutte queste cose ben chiare in mente ovviamente non ti sogneresti neppure di fare queste affermazioni, che sono smontate già da Darwin stesso ai tempi e parliamo di più di 150 anni fa.
Mo capirai anche te che un po' per i fondelli mi ci tocca prenderti, è un Imperativo Morale. :ok:
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)
"Io riconosco di essere un dilettante nella misura in cui io cerco ricavare diletto da tutto ciò che faccio" (Philo Vance)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Platinium
 
Messaggi: 10386
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi Ray » 04/01/2021, 19:42

L'uomo non è il padrone dell'universo, non te ne sei accorto ? Non pensi ti sentirti spesso nessuno se guardi un cielo stellato d'estate ? Pensi allora di tutto sapere e di tutto conoscere ?

Perché tu quando guardi il cielo ti senti un'essere importante ?
:boh:
Di solito quando ho il tempo di guardare il cielo rifletto
sulla possibilità che ci sia un sistema solare identico o
simile al nostro con chissà quale forma di vita .

Poi mi viene da riflettere se gli esseri pensanti
si siano fatti un D-o predefinito come da noi
o se D-o interagisce con loro perché più puri,oppure se non esiste
questa forma spirituale e conoscano il segreto della.vita.

Cerca di evolvere il tuo pensiero incatenato al passato.
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 11563
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Ray, fuori tema veloce...

Messaggiodi Vieri » 04/01/2021, 19:58

Di solito quando ho il tempo di guardare il cielo rifletto
sulla possibilità che ci sia un sistema solare identico o
simile al nostro con chissà quale forma di vita .

Il fatto di guardare il cielo stellato in estate quando portavo fuori il mio cagnetto per l'ultima pipi, mi lasciava sempre affascinato e decisamente "nessuno" dal lato fisico ma "un secondo universo di sentimenti, di idee e di pensieri...

Se ci possono essere esseri extraterrestri oltre alla terra?
Sicuramente si dal punto di vista del calcolo delle probabilità e penso anche a quante altre volte in altre epoche ed in altri pianeti simili o uguali al nostro, Gesù, si sia stato fatto uccidere sempre per le stesse "idee"......

Se poi vogliamo ulteriormente "divagare" questi pianeti potrebbero essere anche abitati da tutti quelli "bravi" e risorti sulla terra....ma certamente in una specie di paradiso terrestre.... :sorriso:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Gold
 
Messaggi: 8104
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Ray » 04/01/2021, 20:48

Quindi stai scrivendo che Gesù sta saltellando di pianeta in
pianeta, galassia per galassia... salvando vite.

E magari in un'atro sistema solare i discepoli invece di 12
sono 49,o meglio 100.

Vabbè, questa si che è fantascienza.
O sono i postumi dello spirito di vino.
:cer:
:risatina:
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 11563
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Mauro.....e Ray...

Messaggiodi Vieri » 04/01/2021, 22:07

Mauro.
Mi scrivi
TI appare talmente complesso da essere, a tuo avviso, impossibile essersi generato "dal caso", termine errato che magari ti preciso con un "secondo Leggi di Natura". Non è preciso come termine ma vorrei essere il più comprensibile possibile.

Bocce ferme.
Ribadisco che la teoria dell'evoluzione prevede tutta una serie di milioni passaggi evolutivi degli organismi viventi in relazione all'adattamento alle variate condizioni ambientali e climatiche della terra.

Anche il calcolo delle probabilità alla fine segue delle leggi ben precise ma quello che mi lascia però attonito è la perfezione raggiunta in questo processo dove tutto, dall'uomo, agli animali ed alle piante possa esistere un ecosistema così perfetto dove tutto assume una posizione ed un compito ben preciso in una struttura ambientale atta perfettamente alla vita, dalla gravità terrestre, al clima, alla perfetta combinazione dei gas presenti solo in 10.000 m di altezza sulla crosta terrestre.

Mi lascia attonito poi il cosiddetto "miracolo della vita" dove tutto agisce, si trasforma e cresce in relazione SEMPRE a piani naturali ben precisi dove la struttura del DNA rappresenta sempre la chiave di tali diversità.

Per Ray.
Ovviamente, per il calcolo delle probabilità ritengo possibile l'esistenza della vita anche su altri pianeti....
Per il resto erano semplici fantasie che lasciano il tempo he trovano...
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Gold
 
Messaggi: 8104
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Mauro1971 » 05/01/2021, 8:25

Vieri ha scritto:Mauro.
Mi scrivi
TI appare talmente complesso da essere, a tuo avviso, impossibile essersi generato "dal caso", termine errato che magari ti preciso con un "secondo Leggi di Natura". Non è preciso come termine ma vorrei essere il più comprensibile possibile.


Ti ho scritto molto più di questo, ma ovviamente tutta la parte dove non hai argomenti la salti per passare ad altro argomento.

Bocce ferme.
Ribadisco che la teoria dell'evoluzione prevede tutta una serie di milioni passaggi evolutivi degli organismi viventi in relazione all'adattamento alle variate condizioni ambientali e climatiche della terra.

E' molto, molto più di questo.

Anche il calcolo delle probabilità alla fine segue delle leggi ben precise ma quello che mi lascia però attonito è la perfezione raggiunta in questo processo dove tutto, dall'uomo, agli animali ed alle piante possa esistere un ecosistema così perfetto dove tutto assume una posizione ed un compito ben preciso in una struttura ambientale atta perfettamente alla vita, dalla gravità terrestre, al clima, alla perfetta combinazione dei gas presenti solo in 10.000 m di altezza sulla crosta terrestre.

Di quale "perfezione" stai parlando?
La Vita è estremamente contingente e spesso approssimativa, del tutto imperfetta ed è proprio alle imperfezioni, alle possibilità di errore, che dobbiamo la varietà di specie esistenti che sono si evolute per vivere nel loro ambiente ma sono, siamo perchè ci siamo anche noi in mezzo, adattamenti approssimativi basati su quanto presente in partenza.
Se poi vuoi un calcolo delle probabilità "preciso" devi rivolgerti a Shroedinger e la sua Funzione D'Onda che descrive gli stati di una particella.
Nel caso dell'Evoluzione non è tanto una questione di probabilità quanto proprio di variazioni random del codice genetico. Se producono variazioni utili si propagano nella popolazione, salvo eventi particolari quali disastri naturali, diversamente no. Ma non è una questione di probabilità che una specie sviluppi una caratteristica piuttosto che un'altra, è casuale.
Inoltre di nuovo ti manca la percezione "storica" dell'evoluzione della vita e di quanto sia accaduto almeno in termini generali in quei 3 miliardi e mezzo di anni, forse anche più.
Anche noi siamo usciti fuori non per la "perfezione del sistema" ma per mera botta di culo.

Mi lascia attonito poi il cosiddetto "miracolo della vita" dove tutto agisce, si trasforma e cresce in relazione SEMPRE a piani naturali ben precisi dove la struttura del DNA rappresenta sempre la chiave di tali diversità.

Di nuovo è errato. Non c'è nessun piano naturale, c'è il caso e le contingenze.
L'Evoluzione non ha e non segue alcun piano, non è un cammino progressivo verso un miglioramente della specie. E' adattamento alla sopravvivenza del proprioo gene. E' il diffondersi in una popolazione delle mutazioni del singono e la loro somma.
Un percorso continuo dove anche il concetto stesso di specie diventa altro perchè in ottica Evolutiva non esiste qualcosa di statico e definibile in modo preciso ed assoluto quale "specie" ma è tutto in continuo divenire. Solo il tempo limitato della durata della nostra vita ci dona l'illusione che esistano specie precise ma non è così nell'insieme del tempo della vita.
Dopodichè ci serve una definizione di "specie" per praticità e perchè nel tempo presente le differnze riscontrabili sono catalogabili in questi termini, ma specie non ha più il significato che aveva qualche decennio fa.

La "perfezione" di cui parli è illusione tua, possibile perchè non conosci l'argomento del quale vorresti trattare.

Per Ray.
Ovviamente, per il calcolo delle probabilità ritengo possibile l'esistenza della vita anche su altri pianeti....
Per il resto erano semplici fantasie che lasciano il tempo he trovano...

Li hai fatto affermazioni non troppo distanti dalle fantasie dei Mormoni... fai tu.
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)
"Io riconosco di essere un dilettante nella misura in cui io cerco ricavare diletto da tutto ciò che faccio" (Philo Vance)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Platinium
 
Messaggi: 10386
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi VictorVonDoom » 05/01/2021, 11:13

Vieri ha scritto:Anche il calcolo delle probabilità alla fine segue delle leggi ben precise ma quello che mi lascia però attonito è la perfezione raggiunta in questo processo dove tutto, dall'uomo, agli animali ed alle piante possa esistere un ecosistema così perfetto dove tutto assume una posizione ed un compito ben preciso in una struttura ambientale atta perfettamente alla vita, dalla gravità terrestre, al clima, alla perfetta combinazione dei gas presenti solo in 10.000 m di altezza sulla crosta terrestre.


C'è una buca nel terreno. Piove e si riempie d'acqua. L'acqua la riempie così perfettamente (ha anche la stessa forma della buca!) che potrei concludere che la buca sia stata fatta apposta per contenere quella quantità d'acqua. O forse no?
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Master
 
Messaggi: 3206
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Mauro, Mauro...

Messaggiodi Vieri » 05/01/2021, 13:14

Anche noi siamo usciti fuori non per la "perfezione del sistema" ma per mera botta di culo.

Beh, se la pensi così, io allora non mi posso lamentare.....
Ma Mauro, detto tra noi, come fai a pensare di essere solo "il figlio unico " (uomo) di una combinazione fortuita senza notare che TUTTO quello che trovi intorno a te ha un senso è un ordine preciso ?
Tu hai chiamato l'evoluzione anche con il termine "legge naturale" ma se è allora una "legge" per me significa che anche questo "processo" OBBEDISCE a qualche cosa o Qualcuno .......
:befana2:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Gold
 
Messaggi: 8104
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Mauro1971 » 05/01/2021, 13:50

Te l'ho appena esposto nei post precedenti Vieri. Rileggi.
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)
"Io riconosco di essere un dilettante nella misura in cui io cerco ricavare diletto da tutto ciò che faccio" (Philo Vance)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Platinium
 
Messaggi: 10386
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi Antonyos » 05/01/2021, 14:20

Qual è la vera religione? Perché si parte dal presupposto che ci debba essere una vera religione?
Io sono arrivato alla mia personale conclusione che non c'è una vera religione, laddove c'è religione ci sono organizzazioni e uomini soggetti all'errore o propensi all'inganno. Gesù ha mai parlato di religione? Ha mai fondato una religione?

Partendo dal presupposto che se c'è un Dio biblico che ha creato pianeti galassie e dinosauri e uomini, che fa scrivere tutto per filo e per segno addirittura 600 leggi, poteva fare dire a Gesù ed agli apostoli di fondare una religione, o dire che la sua era quella giusta o che si chiamavano già testimoni di Geova e che lui era il più grande testimone di Geova o che il primo è stato Abele? No stop. Io penso che Gesù abbia dato dei principi, degli esempi, dei modelli da seguire per quanto possibile. Quante organizzazioni religiose e credenze ci sono nel mondo? Ogni popolo dai cinesi agli aztechi hanno le loro superstizioni credenze sulla morte e roba varia, chi può dire che quello è sbagliato e questo giusto? O meglio quello falso e questo vero? Chissà cosa esiste nell'universo, tra le varie galassie, ogni cosa è possibile. E penso anche che se il Dio biblico esiste ha lasciato le cose in modo da avere più dubbi e confusione piuttosto che certezze. Io penso che esista una entità suprema che può aver dato il via alla vita anche forse tramite evoluzione, ammetto che non sono scienziato e non posso dire che non sia così, e che ci sia un fattore X che ha gettato le basi per un'esistenza su un pianeta.
Antonyos
Nuovo Utente
 
Messaggi: 68
Iscritto il: 15/05/2019, 12:57


Torna a Argomenti dottrinali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici