Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

I Testimoni di Geova e il loro paradiso sulla terra

Tutto ciò che riguarda la dottrina dei Testimoni di Geova.

Moderatore: polymetis

I Testimoni di Geova e il loro paradiso sulla terra

Messaggiodi Bicchiere mezzo pieno » 21/04/2010, 6:43

Tratto da S. DE PAOLIS, "Sarebbero divertenti se non fossero impertinenti", Pescara 1991, pagg. 12-14

In migliaia di pubblicazioni, la Società Torre di Guardia sforna immagini variopinte di questo paradiso da società dei consumi. E tutto a colori, splendidi colori. Le immagini sono talmente verosimili da sembrare filmate, o, meglio, tutto è talmente ben dipinto che vien da credere che i disegnatori vi abbiano realmente soggiornato. Molte persone ingenue ed incolte si lasciano facilmente abbindolare dall'arcano fascino esercitato da questa astuta rappresentazione iconografica: paesaggi stupendi con monti innevati, foreste e boschi lussureggianti, verdi vallate percorse da ruscelli limpidi e ridenti, prati fioriti punteggiati qua e là da miti pecorelle, rupi, anfratti e macchie di verde ombregiati da alberi secolari. Non si scorgono città ma solo graziose villette unifamiliari, immerse nel verde di alberi fronzuti... Abbondano dappertutto animali selvatici quali: leprotti, caprioli, uccelli variopinti, nonchè leoni mansueti e tigri caserecce che giocano con bimbi deliziosi e riderelli. Mancano Biancaneve e i sette Nani ma si ha l'impressione che stiano per sbucar fuori da qualche macchia fiorita.
I 'beati' abitatori di questo Eden prefabbricato sono tutti bellissimi e sprizzano gioia da tutti i pori, colgono fiori, coltivano ortaggi o discorrono amabilmente standosene mollemente adagiati sull'erba soffice dei prati. Tutti, indistintamentem ridono gaiamente mettendo in mostra dentature perfette e bianchissime... E poi: frutta! Molta frutta! Dipinta alla perfezione, da sembrare vera: uva, mele, pere, fragole, banane, ananas e pomi esotici assai gradevoli a vedersi. I 'beati' mangiano tanta frutta con evidente godimento (raramente si scorge del latte e del formaggio); probabilmente mangiano anche ortaggi, visto che vengono coltivati, ma i disegnatori puntano tutto sulla frutta assai più seducente a vedersi.
Pensate: un'eternità di broccoli e banane! Che prospettiva meravigliosa! Questo è, dunque, il paradiso geovista: lavoro interessante, frutta, verdura e conversazioni dilettevoli. E per l'eternità! Ma hanno idea i Tdg di che cosa voglia dire la parola 'eternità'? L'eternità non consiste in un milione di anni, nè in un miliardo, nè in mille miliardi di anni; l'eternità non avrà mai fine. Se il paradiso ortofrutticolo dei Tdg si avverasse è d'obbligo pensare che dopo un milione di anni ogni essere umano conoscerà a menadito ogni angolo della terra. Dopo cento milioni di anni, avrà contato i granelli di sabbia di tutti i mari... Dopo un miliardo di anni avrà individuato e battezzato tutte le stelle del cielo e dopo dieci miliardi di anni conoscerà a memoria tutti i crocicchi dell'universo. Dopo cento miliardi di anni, avrà studiato, scritto, inventato, costruito, dipinto, intagliato, scolpito, miniato, tutto quello che c'era da studiare e da realizzare... Ogni essere umano soprattutto avrà ingerito milioni di tonnellate di frutta, ortaggi e verdura che avrà dovuto digerire ed evacuare giorno dopo giorno nella sua povera vita da consumista. E tutti questi pereagreicoli avvenimenti si svolgeranno in un mondo di adulti perchè ad un certo punto Geova renderà di colpo tutti sterili.
Ciononostante i disegnatori americani continuano a dipingere un paradiso terrestre popolato da graziosissimi bimbi (fanno tanta tenerezza e il tutto risulta più vendibile). Ma, dopo un certo tempo, poco o molto non importa, i poveri condannati ai broccoli perpetui non ne potranno più e invocheranno la morte pur di uscire da questo incubo ortofrutticolo e, se non la otterranno, se la procureranno cessando semplicemente di mangiare le policrome delizie. Frutta e verdura? No, grazie! Gesù Cristo ha promesso il Regno dei Cieli a tutti i credenti.
Bicchiere mezzo pieno
Utente Junior
 
Messaggi: 750
Iscritto il: 20/09/2009, 18:11

Messaggiodi Bicchiere mezzo pieno » 21/04/2010, 7:04

La citazione di cui sopra mi sembra abbastanza esplicativa su come è assurda l'idea dell'eternità in un universo materiale e fisico come quello attuale. Nell'Apocalisse si parla di una ricreazione (capitolo 21), perciò è possibilissimo che tutto il cosmo verrà ricreato consentendo in una maniera completamente diversa dal nostro, dove le cose saranno diverse e atte alla nostra nuova condizione.
Se la "terra promessa" finale fosse la nostra stessa terra nell'universo fisico conosciuto allora si avrebbero gli stessi problemi che si avrebbero adesso: in questo mondo ad esempio esiste il concetto di famiglia e di amore fra uomo e donna.
Quante volte abbiamo sentito di delitti passionali o gente che si suicida per la disperazione di una delusione sentimentale? Essendo che queste cose sono intrinseche nella natura umana attuale e provocano di per sè sofferenza e dolore, mi sembra evidente che il futuro per i "gloriosi" dovrà essere di un tipo completamente diverso da quello dell'universo fisico conosciuto.
Senza contare che le lettere di Pietro parlano di una fine del cosmo e in Apocalisse si parla di "nuovi cieli" e "nuova terra". Inoltre il suolo (e quindi la terra) è stato maledetto da Dio con il peccato di Adamo ed Eva (Genesi 3:17), e non ci sono riscontri biblici che qualcosa di maledetto sia mai stato salvato.

Gesù stesso, indicando la speranza celeste, disse che i "resuscitati sarebbero stati come angeli". Questo non può valer che per i resuscitati che erediteranno l Regno dei Cieli, o al massimo i resuscitati, sempre nel Regno dei Cieli, che abiteranno quell'universo fisico ricreato con condizioni che oggi noi non possiamo immaginare. Pensare che nell'universo fisico come quello attuale i resuscitati saranno come gli angeli, sarebbe fonte di dolore e disperazione come mette ben in evidenza la seguente citazione di un mio conoscente:

"A Brooklyn hanno anche pensato a questo. Per loro i resuscitati saranno "come gli angeli" e quindi non sentiranno nessun impulso sessuale. Perciò il resuscitato starà lì a reggere il moccolo mentre la sua cara mogliettina risposata dopo la sua morte, si fa passare e ripassare dal suo nuovo maritino. Che gioia sarà sapere che la propria moglie si fa penetrare dal membro di un altro uomo che ha avuto solo la fortuna di non morire prima di Armaghedon!

Allora sì che si adempierà la scrittura:
"Ed egli asciugherà ogni lacrima dai loro occhi e non ci sarà più cordoglio nè grido nè dolore. Le cose precedenti sono passate" (Apocalisse 21:4).
Tutto rose e fiori eh? Non c'è che dire! Il maritino resuscitato cornuto e anche contento. Guai a non essere felice perchè altrimenti Geova ti distrugge!

Aspetta un attimo, ma forse quando Gesù disse "saranno come gli angeli" si riferiva alla promessa celeste, per coloro che andranno in cielo. Eh già lì non ci sono di questi problemi. Ma è impossibile che il "canale di Dio" possa sbagliare, a meno che non sia lui stesso a comunicare di aver sbagliato. Perciò fin quando a Brooklynn non cambieranno intendimento, i Tdg dovranno essere felici nel pensare che se dovessero morire prima di Armaghedon e verrano rescuscitati, l'eventuale nuovo marito della moglie si tr..berà in tutte le posizioni possibili e immaginabili la propria consorte; potranno ammirare allo specchio, per tutta l'eternità, le lunghe corna di alce che gli saranno cresciute sulla testa."

Un universo ricostruito in un modo completamente diverso, come, diciamo, estensione del reame celeste, dove la famiglia e la natura intrinseca fisica dell'essere umano con i propri travagli (delusioni sentimentali, ecc) non ci saranno più è invece più accettabile come "terra promessa" definitiva dove esisterà solo gioia e felicità e tutti i dolori saranno cessati.
Bicchiere mezzo pieno
Utente Junior
 
Messaggi: 750
Iscritto il: 20/09/2009, 18:11

Messaggiodi The Spirit of Nikopol » 21/04/2010, 8:08

Mi dispiace ma quanto scritto rivela una grande ignoranza del pensiero geovista o di come gli adepti vedano la speranza della vita eterna.

Viviamo in un universo in espansione, probabilmente infinito o comunque dotato di spazi inimmaginabili, mondi probabilmente abitabili o abitati, con civiltà che nemmeno immaginiamo. Davvero pensate che un TdG dotato di media vivacità intellettuale limiti il pensiero dell'eternità a quest'isoletta nel cosmo che è a Terra?

Oltre alle migliaia di scienze a cui dedicarsi, o forme d'arte, o scoperte che ancora questo pianeta ha da offrire ad ognuno di noi, là fuori esiste un universo fatto di esperienze infinite e scoperte incredibili.

Leonardo da Vinci odiava dormire: per lui era perdere tempo. Lui che era l'Uomo Universale, che si dedicava a tutti i campi, soffriva il fatto di avere poco tempo.

Forse le pubblicazioni dei TdG propongono dei clichè ma come direbbero loro, visto che vanno in tutto il mondo devono tenersi più generiche ed appetibili alle masse possibile. Ma pochissimi TdG vedono solo quello nella speranza terrena.
Immagine
Avatar utente
The Spirit of Nikopol
Utente Junior
 
Messaggi: 657
Iscritto il: 28/01/2010, 16:35

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 21/04/2010, 8:30

Manco sicuramente di fantasia, ma parto dal presupposto che i sopravvissuti dovranno ricominciare da zero.
A parte lo sbarazzarsi di miliardi di cadaveri, ci saranno da ripristinare e rimettere in funzione tutte le tecnologie esistenti.
Vero che l'eternità è lunga, ma almeno, al principio, mancando le speciaizzazioni ci sarà una regressione tecnologica.
Quanti secoli saranno necessari non solo per raggiungere gli attuali livelli e poi superarli per spaziare in nuovi mondi?
Sette milioni di sopravvissuti, ammesso che tutti lo siano, come potranno fare ciò?
Dove saranno i professori in grado d'insegnare?
Ma sarà poi concesso "perder tempo" per lo studio anzichè predicare ai resuscitati?
Mha, lascio il sogno a chi crede.
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14679
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi Mario70 » 21/04/2010, 8:38

The Spirit of Nikopol ha scritto:Mi dispiace ma quanto scritto rivela una grande ignoranza del pensiero geovista o di come gli adepti vedano la speranza della vita eterna.

Viviamo in un universo in espansione, probabilmente infinito o comunque dotato di spazi inimmaginabili, mondi probabilmente abitabili o abitati, con civiltà che nemmeno immaginiamo. Davvero pensate che un TdG dotato di media vivacità intellettuale limiti il pensiero dell'eternità a quest'isoletta nel cosmo che è a Terra?

Oltre alle migliaia di scienze a cui dedicarsi, o forme d'arte, o scoperte che ancora questo pianeta ha da offrire ad ognuno di noi, là fuori esiste un universo fatto di esperienze infinite e scoperte incredibili.

Leonardo da Vinci odiava dormire: per lui era perdere tempo. Lui che era l'Uomo Universale, che si dedicava a tutti i campi, soffriva il fatto di avere poco tempo.

Forse le pubblicazioni dei TdG propongono dei clichè ma come direbbero loro, visto che vanno in tutto il mondo devono tenersi più generiche ed appetibili alle masse possibile. Ma pochissimi TdG vedono solo quello nella speranza terrena.


Quello che dici non è sufficiente, perchè abbiamo davanti non un lunghissimo perioodo di tempo, ma l'infinito, se non siamo strutturalmente predisposti per una cosa del genere, tutto rimane inconciliabile, la materia non può essere infinita, solo lo spirito può esserlo e a meno che non "veniamo rivestiti dell'uomo celeste" come scrisse Paolo, non potrà esserci nessuna vita eterna.

Ciao
«È vero, in tempi passati vi sono stati alcuni che hanno predetto la "fine del mondo", annunciando perfino una data specifica. Alcuni hanno raccolto intorno a sé gruppi di persone ... aspettando la fine. Tuttavia non è accaduto nulla. La "fine" non è venuta. Si sono resi colpevoli di falsa profezia» (Svegliatevi!, 22/4/1969, p. 23).
Presentazione
Avatar utente
Mario70
Utente Master
 
Messaggi: 5728
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi Bicchiere mezzo pieno » 21/04/2010, 8:56

Viviamo in un universo in espansione, probabilmente infinito o comunque dotato di spazi inimmaginabili, mondi probabilmente abitabili o abitati, con civiltà che nemmeno immaginiamo. Davvero pensate che un TdG dotato di media vivacità intellettuale limiti il pensiero dell'eternità a quest'isoletta nel cosmo che è a Terra?


Che l’universo sia infinito questa è una cosa che non è stata ancora dimostrata scientificamente. Inoltre non si può prendere la scienza come autorità solo quando fa interesse alla nostra causa. Se per questo la terra, dicono gli scienziati, è destinata a cadere all’interno del sole quando esso in una fase successiva, come tutte le nane gialle, arriverà a ingrandirsi a dismisura fino a coinvolgere i pianeti che gli stanno vicino prima di spegnersi del tutto.
Questo è un dato certo, non un semplice indizio in merito al fatto che l’universo è infinito.
Inoltre non è affatto vero che i Tdg credono in altri mondi abitati (abitabili sì ma abitati no) giacchè tutto il discorso della contesa universale lo vedono sullo sfondo delle vicende celesti (nel reame celeste) e della relazione fra l’uomo e Dio. Il ragionamento è che se infatti esistessero degli altri pianeti con esseri viventi, allora la contesa universale avrebbe coinvolto anche loro e anche loro avrebbero dovuto dimostrare se seguire Dio o meno fosse il miglior modo di vivere. Se avessero ascoltato, essendo che ci sarebbero degli esseri che avrebbero dimostrato che si poteva ascoltare Dio senza venire meno, non sarebbe nemmeno stata necessaria la contesa. Se invece questi esseri avessero disubbidito, allora Gesù Cristo sarebbe dovuto andare a morire anche sul loro pianeta, per concedere anche a loro la possibilità di riconciliarsi con Dio riscattandoli dal peccato (cosa impensabile!).
Ne consegue che per i Tdg non possono esistere pianeti abitati.

Oltre alle migliaia di scienze a cui dedicarsi, o forme d'arte, o scoperte che ancora questo pianeta ha da offrire ad ognuno di noi, là fuori esiste un universo fatto di esperienze infinite e scoperte incredibili.


Sì ma l’eternità è l’eternità e non ha mai fine! A meno che non si postula la certezza dell’universo infinito (cosa non dimostrata a livello scientifico) allora prima o poi si arriverà alla saturazione della conoscenza che non potrebbe essere infinita se l’universo non è infinito. E quindi si potrebbe benissimo arrivare alle conseguenze, anche se fatte con enfasi e iperbole, della citazione messa all’inizio del topic.

Leonardo da Vinci odiava dormire: per lui era perdere tempo. Lui che era l'Uomo Universale, che si dedicava a tutti i campi, soffriva il fatto di avere poco tempo.


E’ vero! Ma se settanta o ottant’anni sono pochi, l’eternità è decisamente troppa perché anche se uno vivesse 10000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000 di anni avrebbe ancora un’eternità da vivere! A meno di non postulare come dato certo che l’universo è infinito e di conseguenza è infinita la conoscenza, allora diventerebbe davvero impensabile come concetto.
Bicchiere mezzo pieno
Utente Junior
 
Messaggi: 750
Iscritto il: 20/09/2009, 18:11

Messaggiodi The Spirit of Nikopol » 21/04/2010, 9:11

Guardate che io non sto disquisendo sulla fatibilità, bellezza o altro della vita eterna nell'universo fisico. Sinceramente non mi interessa, dato che non è realizzabile nè promessa da Dio, a conti fatti.
Sto facendo capire che il TdG medio non si vede per i secoli dei secoli immerso nel verde con capretti uccellini a mangiare banane parlando di Geova col fratello bungabunga immigrato sei secoli prima in Italia perchè in Uganda c'era crisi. Le aspettative che i TdG hanno non centrano niente con le immagini patinate delle riviste.

Le mie crociate sono solo contro le chiacchiere da bar, spesso enunciate da chi non è MAI STATO TdG.
Immagine
Avatar utente
The Spirit of Nikopol
Utente Junior
 
Messaggi: 657
Iscritto il: 28/01/2010, 16:35

Messaggiodi Bicchiere mezzo pieno » 21/04/2010, 9:24

Sto facendo capire che il TdG medio non si vede per i secoli dei secoli immerso nel verde con capretti uccellini a mangiare banane parlando di Geova col fratello bungabunga immigrato sei secoli prima in Italia perchè in Uganda c'era crisi.


Beh, però devi cosiderare che dalla prospettiva di chi ambisce alla speranza celeste e crede di poter essere presente alla gloria di Cristo Gesù nel Regno dei Cieli, quella della vita terna sulla terra pare essere una realtà davvero riduttiva! E' chiaro che la citazione era intesa come ad iperbole, in maniera esagerata. Poi c'è anche da dire che una religione la si conosce completamente solo facendone parte, ma questo allora vale nei confronti di qualunque religione e non solo dei Tdg. Eppure ciò non vieta ai Tdg di poter parlare liberamente delle credenze altrui mettendone in evidenza le assurdità intrinseche (quando invece magari non sono assurdità ma sono spiegabilissime se veramente si conosce ciò che per quella fede insegna la dottrina in questione).
Però se gli altri intendono male le loro dottrine, senza metterle nella giusta prospettiva che a loro è congeniale, subito si lamentano dell'ignoranza e della malafede degli altri. Se invece loro lo fanno nei confronti delle altrui fedi allora va bene perchè tanto sono, ai loro occhi, delle pagliacciate.

Non mi sembra un discorso molto equo e paritario (non ce l'ho con te ma con il modo di approcciarsi al dialogo dei tuoi "fratelli").
Bicchiere mezzo pieno
Utente Junior
 
Messaggi: 750
Iscritto il: 20/09/2009, 18:11

Messaggiodi The Spirit of Nikopol » 21/04/2010, 9:42

Primo, non sono più i miei fratelli di fede, sono esseri umani come tutti gli altri. Secondo, le chiacchiere da bar le fanno tutti e si potrebbe dire che i TdG stessi sono una religione fondata su chiacchiere da bar, ad analizzare la loro "teologia".

Terzo, mia nota personale, l'idea di vedere Dio sinceramente non mi affascina, nè mi attira. Potessi scegliere, resterei qua. E' come l'idea di andare a trovare una zia vecchia che non ho mai conosciuto se non per sentito dire e trasferirmi a casa sua senza potermene più andare per il resto della mia vita.
Immagine
Avatar utente
The Spirit of Nikopol
Utente Junior
 
Messaggi: 657
Iscritto il: 28/01/2010, 16:35

Messaggiodi Citocromo » 21/04/2010, 10:25

Sto facendo capire che il TdG medio non si vede per i secoli dei secoli immerso nel verde con capretti uccellini a mangiare banane parlando di Geova col fratello bungabunga immigrato sei secoli prima in Italia perchè in Uganda c'era crisi. Le aspettative che i TdG hanno non centrano niente con le immagini patinate delle riviste.

Caro Nikopol, siccome è un argomento che mi interessa, potresti spiegarti meglio? Quale sarebbero le aspettative dei tdg?
:grazie: :ciao:
Le verità della fede sono una collana di perle preziose, tenute insieme da un filo che è la divinità di Cristo. Tagliato il filo perdete tutta la collana. (padre A. Gasparino)
Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=78
Citocromo
Utente Junior
 
Messaggi: 635
Iscritto il: 18/07/2009, 9:36

Messaggiodi The Spirit of Nikopol » 21/04/2010, 10:56

Il modo migliore per evitare le ciacole da bar è quello di evitare di GENERALIZZARE. Ogni TdG ha le sue personali aspettative e visioni del Nuovo Mondo, anche perchè viene insegnato che saranno aperti "Nuovi Rotoli" con nuove leggi; inoltre viene insegnato che il vero potenziale umano verrà fuori liberato dall'imperfezione.

Immagina: sei giovane, (quasi) immortale, sano e superintelligente. Niente e nessuno può fermarti. Che faresti, a parte tentare di dominare il mondo? :risata:
Immagine
Avatar utente
The Spirit of Nikopol
Utente Junior
 
Messaggi: 657
Iscritto il: 28/01/2010, 16:35

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 21/04/2010, 11:39

The Spirit of Nikopol ha scritto:Immagina: sei giovane, (quasi) immortale, sano e superintelligente. Niente e nessuno può fermarti. Che faresti, a parte tentare di dominare il mondo? :risata:

Mha, sarei annichilita al pensiero di dover obbedire agli stessi a cui obbedivo prima di armaghedon.
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14679
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi Mamy » 21/04/2010, 11:49

Mi ritrovo con quello che dice SPIRT,vuovi celi e nuova terra.IL NUOVO non è come noi lo possiamo pensare perchè non lo conosciamo,lo possia solo immaginare in base alle cose che conosciamo e che abbiamo letto sulla BIBBIA. daniela :scuse:
Mamy
 

Messaggiodi Mario70 » 21/04/2010, 11:52

danielaprati ha scritto:Mi ritrovo con quello che dice SPIRT,vuovi celi e nuova terra.IL NUOVO non è come noi lo possiamo pensare perchè non lo conosciamo,lo possia solo immaginare in base alle cose che conosciamo e che abbiamo letto sulla BIBBIA. daniela :scuse:


Peccato che per i tdg la "nuova terra" è una nuova società di persone, la terra sarà sempre la stessa nella quale stiamo vivendo ma trasformata in un paradiso.

ciao
«È vero, in tempi passati vi sono stati alcuni che hanno predetto la "fine del mondo", annunciando perfino una data specifica. Alcuni hanno raccolto intorno a sé gruppi di persone ... aspettando la fine. Tuttavia non è accaduto nulla. La "fine" non è venuta. Si sono resi colpevoli di falsa profezia» (Svegliatevi!, 22/4/1969, p. 23).
Presentazione
Avatar utente
Mario70
Utente Master
 
Messaggi: 5728
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi Mamy » 21/04/2010, 12:02

Questo lo sappiamo e sinceramente mi dispiace per loro,però sono belle queste signore che vanno in predicazione, oggi ne ho incontrate due uscendo di casa,una la conoscevo da tempo,ci siamo salutate con affetto,io sono sicura che loro sono in buona fede per quello che dicono.Adesso scappo che dewvo andare a lavorara.Baci daniela :fronte:
Mamy
 

Messaggiodi Citocromo » 21/04/2010, 12:13

Bravo Mario!
Di questo argomento si è discusso qui: viewtopic.php?f=25&t=2532&p=31319#p31319
:grazie: :ciao:
Le verità della fede sono una collana di perle preziose, tenute insieme da un filo che è la divinità di Cristo. Tagliato il filo perdete tutta la collana. (padre A. Gasparino)
Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=78
Citocromo
Utente Junior
 
Messaggi: 635
Iscritto il: 18/07/2009, 9:36

Messaggiodi Bicchiere mezzo pieno » 21/04/2010, 12:41

Bicchiere mezzo pieno ha scritto:
Senza contare che le lettere di Pietro parlano di una fine del cosmo e in Apocalisse si parla di "nuovi cieli" e "nuova terra". Inoltre il suolo (e quindi la terra) è stato maledetto da Dio con il peccato di Adamo ed Eva (Genesi 3:17), e non ci sono riscontri biblici che qualcosa di maledetto sia mai stato salvato.


Il fatto che Dio abbia decretato buone e giuste le sue creazioni (come si legge in buona parte dell'AT, sebbene bisogna tenere conto che l'At va letto alla luce del NT e non il contrario) non implica ovviamente che a seconda di quanto accade non possa anche cambiare idea adeguandosi alle esigenze. Quando l'uomo peccò il suolo (la terra) venne maledetto come dice Genersi 3:17:

"Ad Adamo disse: «Poiché hai dato ascolto alla voce di tua moglie e hai mangiato del frutto dall'albero circa il quale io ti avevo ordinato di non mangiarne, il suolo sarà maledetto per causa tua; ne mangerai il frutto con affanno, tutti i giorni della tua vita."

Nella Bibbia è scritto chiaramente, alla luce della rivelazione cristiana, che la 'terra' promessa nell'AT è lo stesso Regno dei Cieli, come riportato in questo studio analizzando il verso di Matteo 5:5.

"Una delle dottrine peculiari dei Testimoni di Geova è quella di credere che esistano due speranze di vita differenti per i cristiani: la speranza celeste per i 144000 e quella terrena per il resto dei cristiani. A sostengo di ciò spesso riportano come cavallo di battaglia la scrittura di Matteo 5:5

"Beati i mansueti, perché erediteranno la terra."

A leggere così parrebbe che Gesù abbia indicato un secondo tipo di speranza all'uditorio presente al suo sermone del monte, ma è realmente così? Oppure si tratta di una semplicioneria dovuta al non leggere questo passo secondo le concezioni mentali israelitiche?

Innanzi tutto chiediamoci: cosa intendeva Gesù per "terra"? Intendevano il terzo pianeta abitato del sistema solare forse?

Sappiamo che quando gli Ebrei vennero liberati dalla prigionia in terra d'Egitto, tramite Mosè, Dio promise di condurre il popolo nella 'terra dove scorre miele e latte', altrove questa 'terra' viene indicata come 'terra promessa' giacchè designata dal Signore come promessa a Israele in qualità di Suo Popolo Eletto.

La 'terra promessa' era il paese di Canaan, che venne dato agli Israeliti quando, dietro la guida del condottiero Giosuè, ne occuparono le zone e i territori. Le parole di 'terra' o 'terra promessa' divennero quindi sinonimo di posto o luogo nel quale Dio avrebbe benedetto la Sua Gente.

Passiamo a Gesù e al Suo Vangelo. Qual era la promessa che Gesù stava facendo ai suoi ascoltatori durante il Sermone del Monte? Quella di 'ereditare il regno dei cieli'. Lo si può leggere in tutto il contesto del capitolo 5 di Matteo. Ecco che perciò la 'terra' che Cristo promette ai miti, nel verso 4, altro non è che ancora 'il Rengo dei Cieli', ossia la 'terra promessa' di cui Gesù stava parlando nel suo discorso.

Che la 'terra' indicata nel verso 5 di Matteo 5 sia chiaramente 'il regno dei cieli' ciò è dimostrato, dicevo, dall'analisi del contesto del capitolo. Inseriamo il verso 5 nel suo contesto:

"1 Gesù, vedendo le folle, salì sul monte e si mise a sedere. I suoi discepoli si accostarono a lui, 2 ed egli, aperta la bocca, insegnava loro dicendo:
3 «Beati i poveri in spirito, perché di loro è il regno dei cieli.
4 Beati quelli che sono afflitti, perché saranno consolati.
5 Beati i mansueti, perché erediteranno la terra.
6 Beati quelli che sono affamati e assetati di giustizia, perché saranno saziati.
7 Beati i misericordiosi, perché a loro misericordia sarà fatta.
8 Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio.
9 Beati quelli che si adoperano per la pace, perché saranno chiamati figli di Dio.
10 Beati i perseguitati per motivo di giustizia, perché di loro è il regno dei cieli.
11 Beati voi, quando vi insulteranno e vi perseguiteranno e, mentendo, diranno contro di voi ogni sorta di male per causa mia. 12 Rallegratevi e giubilate, perché il vostro premio è grande nei cieli; poiché così hanno perseguitato i profeti che sono stati prima di voi."

(Matteo 5:1-11)

Che certamente il termine 'terra' veniva considerato dagli ascoltatori di Cristo come sinonimo di 'posto' o di 'luogo' benedetto è proprio questo sermone del monte di Cristo, dove viene indicato che la 'terra' e il 'regno dei cieli' sono la stessa cosa (infatti 'il regno dei cieli' è la terra promessa da Cristo).

Facciamo un ragionamento logico. Dal verso 5 leggiamo che i mansueti erediteranno la terra; dagli altri verso invece leggiamo che i perseguitati (verso 10 e 11), gli adoperatori per la pace (verso 9) e i puri di cuore (verso 8) come promessa hanno il 'regno dei cieli'. E allora le cose sono due: o tutti i perseguitati, adoperatori di pace e puri di cuore non possono essere mansueti oppure la 'terra' promessa ai mansueti deve per forza essere 'il regno dei cieli'. Infatti se una persona è allo stesso tempo mansueta e perseguitata cosa succede? Metà di essa se ne va in cielo e l'altra metà se me sta sulla terra?
Se una persona è pura di cuore e allo stesso tempo mansueta, cosa succede? Il suo corpo viene diviso in due e metà di essa se ne resta sulla terra mentre l'altra metà se ne va in cielo?

E' ovvio che non può essere così.

Se partiamo da questo assunto, allora comprendiamo anche le vecchie profezie bibliche relative ai salmi 'i giusti stessi possederanno la terra' e altre di simile livello, dove sempre si parla di 'terra' sia nel Vecchio che nel Nuovo Testamento, e comprendiamo che la promessa, quella definitiva, che è stata fatta all'Israele Spirituale (la Chiesa di Cristo) assumono altri significati, e che non è che esistano diverse speranze ma solo una, la più eccelsa in assoluito, quella di andare nel reame celeste a godere della luce di Dio per tutta l'eternità, che era proprio la cosa che gli apostoli desideravano di poter fare il prima possibile."

Inoltre nelle lettera di Pietro si parla degli elementi che fonderanno e delle cose che passeranno come un rumnore sibilante. Questo in ossequio alla 'maledizione del suolo' che per colpa di Adamo la terra ha ereditato.

Sebbene nell'AT non fosse completamente chiara la prospettiva definitiva dell'uomo (tant'è che ancora oggi gli Ebrei, seppur credendo in una prospettiva di lunga durata di vita sulla terra non sanno se essa sarà per sempre oppure no) è col NT che diventa invece chiara. Così come nel NT diventa chiaro il concetto di 'Messia', di 'Riscatto', di 'Regno di Davide' ecc. Rispetto all'interpretazione ebraica, il cristianesimo corredato dai testi del NT e della Sua Tradizione da cui il NT discende offre una nuova chiave di lettura per l'AT tenendo conto della rivelazione stessa cristiana e dunque dell'evoluzione teologica.

Sarebbe sbagliato cogliere il senso della prospetiva finale dell'uomo dall'AT e continuarlo nel NT. Il procedimento da fare è esattamente l'inverso.
Bicchiere mezzo pieno
Utente Junior
 
Messaggi: 750
Iscritto il: 20/09/2009, 18:11

Messaggiodi The Spirit of Nikopol » 21/04/2010, 13:05

Gabriella Prosperi ha scritto:
The Spirit of Nikopol ha scritto:Immagina: sei giovane, (quasi) immortale, sano e superintelligente. Niente e nessuno può fermarti. Che faresti, a parte tentare di dominare il mondo? :risata:

Mha, sarei annichilita al pensiero di dover obbedire agli stessi a cui obbedivo prima di armaghedon.
Gabriella


Questo non viene contemplato affatto. Saranno i 144000 e Gesù a governare direttamente, senza la WTS. Sarebbe un contesto migliore penso :risata:
Immagine
Avatar utente
The Spirit of Nikopol
Utente Junior
 
Messaggi: 657
Iscritto il: 28/01/2010, 16:35

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 21/04/2010, 15:19

Ma ne sei certo?
I membri passati, presenti e futuri del CD non credo siano del tuo stesso avviso! :sorriso:
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14679
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi The Spirit of Nikopol » 21/04/2010, 15:49

Ah non so dirti, io mi baso sugli intendimenti che conosco! Eh son poco spirituale, non sono "al passo con la Verità"! :risata:
Immagine
Avatar utente
The Spirit of Nikopol
Utente Junior
 
Messaggi: 657
Iscritto il: 28/01/2010, 16:35

Messaggiodi J-T » 21/04/2010, 21:20

Citocromo ha scritto:
Sto facendo capire che il TdG medio non si vede per i secoli dei secoli immerso nel verde con capretti uccellini a mangiare banane parlando di Geova col fratello bungabunga immigrato sei secoli prima in Italia perchè in Uganda c'era crisi. Le aspettative che i TdG hanno non centrano niente con le immagini patinate delle riviste.

Caro Nikopol, siccome è un argomento che mi interessa, potresti spiegarti meglio? Quale sarebbero le aspettative dei tdg?
:grazie: :ciao:


Ce chi non vede l ora di costruirsi la casa dei suoi sogni, chi non vede l ora di poter passare la vita in vacanza girando tutto il mondo.

I malati cronici ed i disabili sognano il giorno in cui saranno sani e guariti da ogni loro infermità.

Quasi tutti pensano ai propri cari defunti e a quando li rivedranno.

Tutti anelano ad un mondo pacifico e sicuro senza violenza cattiverie ecc ecc..

Diciamo che mangiare l anguria nel prato di fianco al leone col fratello nero e quello giallo è semplicemente uno slogan, pubblicità! :risata:
J-T
Nuovo Utente
 
Messaggi: 325
Iscritto il: 09/10/2009, 19:12

Messaggiodi Barfedio » 26/04/2010, 15:50

Va bé, ammesso che il sottoscritto venga gentilmente ammesso nel "nuovo mondo" - cosa di cui dubito ampiamente :mrgreen: - vediamo cosa potrei fare nell'eternità.
Sollevato dalle fatiche psicofisiche del lavoro, mi dedicherei:
- a collezionare francobolli, monete antiche, coltellini svizzeri, farfalle (oibò, dovrei ucciderle, sarà ammesso ciò?), e qualche centinaio di altre collezioni;
- a coltivare l'hobby della pittura, della scultura e del giardinaggio;
- a viaggiare per il mondo;
- a contemplare le stelle;
- a costruire modellini di navi antiche e moderne (saranno ammesse le navi da guerra come la Victory?);
- a costruirmi una casa al mare, una ai monti, una ai laghi, una in Val Vattelapesca (ci saranno i muratori?);
- a ... ecc. ecc. ecc.
Ma una volta completate le collezioni, esaurite le vene creative pittural-sculturistiche, coltivate tutte le varietà di fiori ed ortaggi, visitati tutti i posti del mondo, osservate tutte le stelle del firmamento, costruiti tutti i vascelli immaginabili, cementificato mezzo pianeta ... che cappero farò per il resto dell'eternità, avendo esaurito tutto il fattibile? ... ah, sì, dimenticavo un pizzico di erotismo: dopo aver accontentato tutte le donzelle accontentabili :risata: ... ripeto: che capperò mi resterà da fare se non ricordarmi i versi di una canzone di Califano "TUTTO IL RESTO E' NOIA" che, tradotto terra-terra, vuol dire: che due p..le!!!
Ma non potevano inventarsi una Terra paradisiaca meno noiosa?
Barfedio
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3305
Iscritto il: 27/08/2009, 8:18

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 26/04/2010, 16:21

Eheheheh, ma voi, sognatori, dimenticate che avrete molto più da fare rispetto agli attuali Testimoni.
Ci saranno, a scadenze annunciate nelle adunanze, nuovi scaglioni di clonat..pardon, resuscitati a cui fare gli studi, in tutte le lingue del mondo.
Quindi, prima di pensare agli hobby, corsi accellerati di lingue, mappe del territorio e, alè, studi biblici.
Con anziani integerrimi che vi punguleranno e schiere di unti spirituali quel tanto da dare mazzate ai pigri.
E se con le lingue moderne sarà anche facile, voglio vedervi alle prese col greco antico, l'aramaico, il babilonese, ecc.
Case al mare e ai monti?
Ma quelle sono per i principi, come insegna Rutherford.
Già, perchè ci sranno pure i principi in carne e ossa a comandarvi.
Mha, contenti voi.... :risata:
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14679
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi The Spirit of Nikopol » 26/04/2010, 16:26

Barfedio ha scritto:Va bé, ammesso che il sottoscritto venga gentilmente ammesso nel "nuovo mondo" - cosa di cui dubito ampiamente :mrgreen: - vediamo cosa potrei fare nell'eternità.
Sollevato dalle fatiche psicofisiche del lavoro, mi dedicherei:
- a collezionare francobolli, monete antiche, coltellini svizzeri, farfalle (oibò, dovrei ucciderle, sarà ammesso ciò?), e qualche centinaio di altre collezioni;
- a coltivare l'hobby della pittura, della scultura e del giardinaggio;
- a viaggiare per il mondo;
- a contemplare le stelle;
- a costruire modellini di navi antiche e moderne (saranno ammesse le navi da guerra come la Victory?);
- a costruirmi una casa al mare, una ai monti, una ai laghi, una in Val Vattelapesca (ci saranno i muratori?);
- a ... ecc. ecc. ecc.
Ma una volta completate le collezioni, esaurite le vene creative pittural-sculturistiche, coltivate tutte le varietà di fiori ed ortaggi, visitati tutti i posti del mondo, osservate tutte le stelle del firmamento, costruiti tutti i vascelli immaginabili, cementificato mezzo pianeta ... che cappero farò per il resto dell'eternità, avendo esaurito tutto il fattibile? ... ah, sì, dimenticavo un pizzico di erotismo: dopo aver accontentato tutte le donzelle accontentabili :risata: ... ripeto: che capperò mi resterà da fare se non ricordarmi i versi di una canzone di Califano "TUTTO IL RESTO E' NOIA" che, tradotto terra-terra, vuol dire: che due p..le!!!
Ma non potevano inventarsi una Terra paradisiaca meno noiosa?



A PRESCINDERE dalla questione della salvezza su Terra o Cieli... ma davvero avete una mente un botto ristretta ragà!!! Pensate ad annoiarvi quando potete fare tutto? E in Cielo scusate, ma che pensate di fare!?!?!?!?!? Giocare a tresette con Pietro bevendo Lavazza?

Immagine
Ultima modifica di The Spirit of Nikopol il 26/04/2010, 16:29, modificato 1 volta in totale.
Immagine
Avatar utente
The Spirit of Nikopol
Utente Junior
 
Messaggi: 657
Iscritto il: 28/01/2010, 16:35

Messaggiodi Mario70 » 26/04/2010, 16:26

Barfedio ha scritto:Va bé, ammesso che il sottoscritto venga gentilmente ammesso nel "nuovo mondo" - cosa di cui dubito ampiamente :mrgreen: - vediamo cosa potrei fare nell'eternità.
Sollevato dalle fatiche psicofisiche del lavoro, mi dedicherei:
- a collezionare francobolli, monete antiche, coltellini svizzeri, farfalle (oibò, dovrei ucciderle, sarà ammesso ciò?), e qualche centinaio di altre collezioni;
- a coltivare l'hobby della pittura, della scultura e del giardinaggio;
- a viaggiare per il mondo;
- a contemplare le stelle;
- a costruire modellini di navi antiche e moderne (saranno ammesse le navi da guerra come la Victory?);
- a costruirmi una casa al mare, una ai monti, una ai laghi, una in Val Vattelapesca (ci saranno i muratori?);
- a ... ecc. ecc. ecc.
Ma una volta completate le collezioni, esaurite le vene creative pittural-sculturistiche, coltivate tutte le varietà di fiori ed ortaggi, visitati tutti i posti del mondo, osservate tutte le stelle del firmamento, costruiti tutti i vascelli immaginabili, cementificato mezzo pianeta ... che cappero farò per il resto dell'eternità, avendo esaurito tutto il fattibile? ... ah, sì, dimenticavo un pizzico di erotismo: dopo aver accontentato tutte le donzelle accontentabili :risata: ... ripeto: che capperò mi resterà da fare se non ricordarmi i versi di una canzone di Califano "TUTTO IL RESTO E' NOIA" che, tradotto terra-terra, vuol dire: che due p..le!!!
Ma non potevano inventarsi una Terra paradisiaca meno noiosa?


Nooooo tutti sterili, lo vuoi capire o no?
Niente sesso!
ciao
«È vero, in tempi passati vi sono stati alcuni che hanno predetto la "fine del mondo", annunciando perfino una data specifica. Alcuni hanno raccolto intorno a sé gruppi di persone ... aspettando la fine. Tuttavia non è accaduto nulla. La "fine" non è venuta. Si sono resi colpevoli di falsa profezia» (Svegliatevi!, 22/4/1969, p. 23).
Presentazione
Avatar utente
Mario70
Utente Master
 
Messaggi: 5728
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi Mario70 » 26/04/2010, 16:29

The Spirit of Nikopol ha scritto:
Barfedio ha scritto:Va bé, ammesso che il sottoscritto venga gentilmente ammesso nel "nuovo mondo" - cosa di cui dubito ampiamente :mrgreen: - vediamo cosa potrei fare nell'eternità.
Sollevato dalle fatiche psicofisiche del lavoro, mi dedicherei:
- a collezionare francobolli, monete antiche, coltellini svizzeri, farfalle (oibò, dovrei ucciderle, sarà ammesso ciò?), e qualche centinaio di altre collezioni;
- a coltivare l'hobby della pittura, della scultura e del giardinaggio;
- a viaggiare per il mondo;
- a contemplare le stelle;
- a costruire modellini di navi antiche e moderne (saranno ammesse le navi da guerra come la Victory?);
- a costruirmi una casa al mare, una ai monti, una ai laghi, una in Val Vattelapesca (ci saranno i muratori?);
- a ... ecc. ecc. ecc.
Ma una volta completate le collezioni, esaurite le vene creative pittural-sculturistiche, coltivate tutte le varietà di fiori ed ortaggi, visitati tutti i posti del mondo, osservate tutte le stelle del firmamento, costruiti tutti i vascelli immaginabili, cementificato mezzo pianeta ... che cappero farò per il resto dell'eternità, avendo esaurito tutto il fattibile? ... ah, sì, dimenticavo un pizzico di erotismo: dopo aver accontentato tutte le donzelle accontentabili :risata: ... ripeto: che capperò mi resterà da fare se non ricordarmi i versi di una canzone di Califano "TUTTO IL RESTO E' NOIA" che, tradotto terra-terra, vuol dire: che due p..le!!!
Ma non potevano inventarsi una Terra paradisiaca meno noiosa?



A PRESCINDERE dalla questione della salvezza su Terra o Cieli... ma davvero avete una mente un botto ristretta ragà!!! Pensate ad annoiarvi quando potete fare tutto? E in Cielo scusate, ma che pensate di fare!?!?!?!?!? Giocare a tresette con Pietro bevendo Lavazza?


Studiati la deificazione dell'uomo e poi ne riparliamo, si entra nella dimensione atemporale di Dio, diventi eterno costituzionalmente, a quel punto il tempo non ha senso, semplicemente non esiste.
ciao
«È vero, in tempi passati vi sono stati alcuni che hanno predetto la "fine del mondo", annunciando perfino una data specifica. Alcuni hanno raccolto intorno a sé gruppi di persone ... aspettando la fine. Tuttavia non è accaduto nulla. La "fine" non è venuta. Si sono resi colpevoli di falsa profezia» (Svegliatevi!, 22/4/1969, p. 23).
Presentazione
Avatar utente
Mario70
Utente Master
 
Messaggi: 5728
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi The Spirit of Nikopol » 26/04/2010, 16:31

Sì ma non pensi ai brutti incontri!?

Immagine
Immagine
Avatar utente
The Spirit of Nikopol
Utente Junior
 
Messaggi: 657
Iscritto il: 28/01/2010, 16:35

Messaggiodi Barfedio » 26/04/2010, 20:44

Mario70 ha scritto:Nooooo tutti sterili, lo vuoi capire o no?
Niente sesso!
Proprio niente niente? :boh: :boh: :boh:
Sei sicuro? Nemmeno con un pò di Viagra? :mrgreen: :mrgreen: :mrgreen:
Ma allora é proprio una noia ... mortale :test: :test: :test:
The Spirit of Nikopol ha scritto:A PRESCINDERE dalla questione della salvezza su Terra o Cieli... ma davvero avete una mente un botto ristretta ragà!!! Pensate ad annoiarvi quando potete fare tutto? E in Cielo scusate, ma che pensate di fare!?!?!?!?!? Giocare a tresette con Pietro bevendo Lavazza?
Bè, proprio tutto tutto, come ha scritto Mario70, pare di no. Ed era proprio la parte più divertente.
E poi perché non si potrebbe giocare a tresette e bere un buon caffé? Se le "angelesse" sono come quelle della pubblicità .... ARRIVOOOOO !!! :risata:
Barfedio
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3305
Iscritto il: 27/08/2009, 8:18

Messaggiodi Gianni Bissoli » 26/04/2010, 21:03

vedo che in materia siete un po scarsini.ascoltate di più the spirit !ha me non hanno mai detto che non ci saranno più bambini!voglio ricordarvi che c'è un'intero universo da riempire.e poi adamo ed eva furono creati per vivere sulla terra e non in cielo!è questo il destino dell'uomo,mettetevelo bene in testa.vivere per sempre in un universo paradisiaco!altro che fare gli angioletti sulle nuvolette.!
Gianni Bissoli
Nuovo Utente
 
Messaggi: 33
Iscritto il: 01/04/2010, 19:42

Messaggiodi Sal80 » 26/04/2010, 21:33

Gianni Bissoli ha scritto:vedo che in materia siete un po scarsini.ascoltate di più the spirit !ha me non hanno mai detto che non ci saranno più bambini!voglio ricordarvi che c'è un'intero universo da riempire.e poi adamo ed eva furono creati per vivere sulla terra e non in cielo!è questo il destino dell'uomo,mettetevelo bene in testa.vivere per sempre in un universo paradisiaco!altro che fare gli angioletti sulle nuvolette.!


Allora come interpreti questi versetti?


TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO:
34 Gesù disse loro: “I figli di questo sistema di cose si sposano e sono dati in matrimonio, 35 ma quelli che sono stati considerati degni di guadagnare quel sistema di cose e la risurrezione dai morti non si sposano né sono dati in matrimonio. 36 Infatti, non possono neanche più morire, poiché sono come gli angeli, e sono figli di Dio, essendo figli della risurrezione. 37 Ma che i morti siano destati lo ha rivelato anche Mosè nel racconto del roveto, quando chiama Geova ‘l’Iddio di Abraamo e l’Iddio di Isacco e l’Iddio di Giacobbe’. 38 Egli non è l’Iddio dei morti, ma dei viventi, poiché per lui sono tutti viventi”. Luca 20:34-38
:strettamano:
Ci sono due errori che si possono fare lungo la via verso la verità...non andare fino in fondo, e non iniziare.
Confucio

Presentazione
Avatar utente
Sal80
Utente Junior
 
Messaggi: 992
Iscritto il: 16/07/2009, 17:42
Località: Friburgo (Germania)

Prossimo

Torna a Argomenti dottrinali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici