Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Universo e multiverso

Tutto ciò che riguarda la dottrina dei Testimoni di Geova.

Moderatore: polymetis

Universo e multiverso

Messaggiodi Voyager65 » 15/09/2010, 9:53

Una delle teorie più accreditate ipotizzano l’esistenza di un numero illimitato di universi e che, se avviene un avvenimento che prende una certa direzione, in quell’istante si formano più universi dove quello stesso avvenimento prende tutte le direzioni possibili, questo permetterebbe anche di risolvere il paradosso dei viaggi nel tempo (ritenuti possibili) e perciò se vado indietro nel tempo e non faccio incontrare i miei nonni, ritornerò sempre in questa linea temporale dove i miei nonni si sono incontrati ed io sono venuto all’esistenza.
Questa teoria è indubbiamente affascinante ma pone dei quesiti, si afferma che anche per avvenimenti subatomici quantistici se in questo universo una data particella ha preso una determinata carica, nell’altro ha preso un’altra carica e via alla scissione di due interi universi con due Vie Lattee, due sistemi solari, due Terre, e due copie di ognuno di noi!
La cosa che mi lascia perplesso è che di avvenimenti subatomici in un sassolino ne avvengono ogni secondo in quantità infinita e perciò a causa di quel sassolino in un secondo avremmo un numero di miliardi di miliardi di copie esatte di questo universo, senza contare TUTTI gli atomi dell’universo, anche quelli di un sassolino su un pianeta non abitato tipo Marte orbitante intorno ad una stella posta in una galassia lontana 10 miliardi di anni-luce, si anche per quel sassolino di cui non saremo mai a conoscenza ci sarebbero miliardi e miliardi di copie dell’universo (e di noi stessi) in un secondo!
Ovvio che alla fine avremmo un numero pazzesco di universi che in ogni istante moltiplicherebbero di un numero pazzesco di volte, con altrettante Terre e altrettanti noi stessi!
Certo avremmo così infiniti universi dove avvengono tutti gli avvenimenti possibili immaginabili, avremmo persino universi nei quali Achille e Mario sono membri del Corpo Direttivo ed impegnatissimi nel cercare di stanare e rendere inoffensivi i fuoriusciti tra i quali ci potrebbero benissimo essere Nilo e Prays!
Avremmo universi dove l’Italia quest’anno avrebbe vinto i mondiali (sarebbe stato un miracolo!) e dove Zidane nel 2006 avrebbe segnato di testa nei supplementari il goal vittoria (non parato da Buffon) a coronamento di una grande carriera con Materazzi affranto ma non centrato al petto, avremmo pure universi dove Berlusconi non sarebbe mai entrato in politica (e questo sarebbe stato un bene!) ma pure universi dove Berlusconi si sarebbe incoronato Re, universi dove i Tdg non esisterebbero (e sarebbe un bene!) ed universi dove i Tdg sono il culto predominante planetario! (che incubo!)
A proposito di fede e religione, che ne sarebbe della predicazione di Cristo? Avremmo universi dove Gesù sarebbe rimasto un semplice falegname e non avrebbe mai predicato? O dove avrebbe entusiasmato così tanto gli ebrei da condurli a conquistare il mondo? O dobbiamo credere che in ogni universo avrebbe predicato allo stesso modo, ma che dire di quegli universi dove un virus letale avrebbe spazzato via l’umanità prima della nostra era? O che dire di quegli universi dove in un paese vicino ad Israele sarebbe sorto prima di Cristo un profeta come Maometto che avrebbe instaurato una religione tipo l’islam che avrebbe convertito con la forza Israele e se fosse sorto Cristo non avrebbe potuto nemmeno aprire bocca, altro che tre anni di ministero!
Che dire di noi? Se Cristo ha detto che ci sono molte dimore nella casa del Padre chi ci sarebbe entrato? Il Pinco Pallino che avrebbe incontrato nella sua vita le persone che avrebbero saputo tirare fuori da lui il peggio di lui o il Pinco Pallino che avrebbe incontrato le persone che avrebbero saputo tirare fuori da lui il meglio di lui? Avremmo Pinchi Pallini in paradiso e all’inferno?
Mettiamo ad esempio me stesso, i Tdg mi hanno rovinato la vita tirando fuori da me il peggio di me e causandomi un fortissimo scetticismo nei confronti della fede e di Dio, chi può dire che le cose sarebbero andate allo stesso modo se avessi incontrato persone migliori?
Sarebbe giusto condannare per l’eternità una persona che è nata e cresciuta in un letamaio di delinquenti e diventata anch’essa delinquente? Oppure premiare chi ha avuto la fortuna di avere due genitori esemplari e benestanti? Inferno in terra prima e nell’eternità poi?
Come sarebbe possibile giudicare senza tener conto del vissuto di una persona?
Mettiamo che Cristo ne tenga conto (e penso che lo farà), su cosa dovrebbe giudicare allora, sull’indole ed il carattere geneticamente acquisito di una persona?
Avremmo così persone destinate alla salvezza ed altre destinate alla dannazione?
Condannerebbe alla dannazione una persona che si è comportata rettamente solo perché ha avuto la grande fortuna di nascere e vivere in un contesto positivo ma che era di indole cattiva? Oppure la salva perché ha avuto quella fortuna alla faccia di chi non l’ha avuta?
Oppure salverebbe un criminale pluriomicida solo perché era di indole buona ma è stato danneggiato dal cattivo ambiente nel quale ha avuto la sfortuna di nascere? Oppure lo condanna facendogli patire anche nell’eternità la sfortuna che ha avuto in vita?
Che dire poi di quei bambini che hanno avuto la sfortuna di non diventare mai adulti o degli aborti? Si prenderebbero in esame le copie di quegli individui di altri universi che siano riusciti a diventare adulti, dove però troveremmo sempre copie che sono vissute in santità e copie che sono vissute da criminali?

Forse faccio troppa filosofia, ma mi piacerebbe discuterne con voi.
:ciao:
Se la sapienza di questo mondo è stoltezza presso Dio, l'ignoranza lo è ancora di più!
Avatar utente
Voyager65
Utente Junior
 
Messaggi: 853
Iscritto il: 28/08/2009, 11:09

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 15/09/2010, 10:11

Parti dal presupposto che universi paralleli abbiano forme di vita parallela ma con diverse mentalità.
Ora, da perfetta ignorante in merito, obietto che se gli universi obbediscono alle stesse leggi fisiche e biologiche , alttrimenti non so come potrebbero permettere la loro e altrui vita, cosa ci fa supporre che gli individui che ne popolano uno debbano essere dissimili da coloro che ne popolano un altro.
Se l'etnia, la cultura e l'ambiente sono parte nella formazione di una personalità, credo che anche le scelte debbano rispecchiarsi.
Se poi dalla filosofia passiamo alla teosofia, aggiungendo il misticismo, se si crede che il Cristo è Dio, allora non v'è dubbio che così come ha agito in questo universo, non può non aver agito in modo analogo nell'altro.
Per il giudizio poi, bhe, per fare un esempio banale, non credo che una persona cresciuta in un ambiente in cui i principi morali non rispecchiano quelli attuali, sia penalizzata senza aver colpe.
Dovremmo, secondo tale parametro, considerare come condannati anche molti personaggi di biblica memoria.
I nostri umani parametri sono troppo limitati per comprendere quali saranno i Suoi.
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14679
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi berescitte » 16/09/2010, 12:10

Voyager65 ha scritto:Una delle teorie più accreditate ipotizzano l’esistenza di un numero illimitato di universi e che...

Forse faccio troppa filosofia, ma mi piacerebbe discuterne con voi.
:ciao:


Al contrario. Non fai filosofia! La filosofia ti obbligherebbe a dire che questo è humour e nient'altro.

Senza inpazzirsi con il girigogolo di tutte le ipotesi e le conseguenze logiche da esse ricavabili (di logica "formale" si capisce!) basti pensare al fatto che, fatto un viaggetto nel tempo, Denzel Washington e la sua bella, ritrovatisi dopo l'esplosione della bomba, se vanno al cimitero troverebbero le loro tombe con loro stessi dentro.
Questo si chiama "assurdo" in filosofia. Cosa che non può esistere perché intrinsecamente contraddittoria. Impossibile perfino alla onnipotenza divina. :verde:

Acc! dimenticavo i... "morti viventi". :risata:
Avatar utente
berescitte
Nuovo Utente
 
Messaggi: 115
Iscritto il: 16/06/2009, 22:47

Messaggiodi Ely » 16/09/2010, 15:53

Voyager parla della teoria delle stringhe, teoria che sta prendendo sempre più piede nel mondo della scienza, soprattutto della fisica.

Vi posto il primo di 7 video che Youtube ci propone per spiegare questa teoria



Teoria affascinante, ma, secondo la mia ignoranza in materia, è pura e fervida fantasia ..ma questo lo dicevano anche della sfericità della Terra... :boh:


Ely
Ora vi preghiamo, fratelli, riguardo alla venuta del Signore nostro Gesù Cristo ..., di non lasciarvi così facilmente confondere e turbare, ... quasi che il giorno del Signore sia imminente. (II Tess. 2,1-2)

Mia presentazione: http://freeforumzone.leonardo.it/discus ... 370991&p=1
Avatar utente
Ely
Utente Senior
 
Messaggi: 1927
Iscritto il: 10/06/2009, 20:14

Messaggiodi Francesco Franco Coladarci » 16/09/2010, 17:01

Il tutto nasce dal desiderio di viaggiare nel tempo.
Noi sappiamo che il tempo è unidirezionale dal presente ci si proietta nel futuro, ora, quest’aspetto del viaggio nel futuro secondo la teoria della relatività sarebbe ipoteticamente possibile, basta viaggiare alla velocità prossima a quella della luce, andare in un luogo per poi ritornare indietro, per il viaggiatore sono passati diciamo quattro anni per la Terra ne sono passati duecento, ecco dunque che questo ipotetico viaggiatore si ritrova nel futuro, ciò è anche dimostrabile dall’osservazione delle galassie, ciò che noi vediamo non è il presente ma il passato delle medesime.

Ora il problema nasce quando si vorrebbe andare nel passato, ecco allora formulare varie teorie, come le famose Stringhe, Cunicoli, oppure sfruttare i Buchi neri, o universi paralleli che poi non si capisce bene come entrarci.

Personalmente le prendo come espressione dei molti interrogativi dell’uomo, ma sono d’accordo con Berescitte quanto dice
Senza impazzirsi con il girigogolo di tutte le ipotesi e le conseguenze logiche da esse ricavabili (di logica "formale" si capisce!) basti pensare al fatto che, fatto un viaggetto nel tempo, Denzel Washington e la sua bella, ritrovatisi dopo l'esplosione della bomba, se vanno al cimitero troverebbero le loro tombe con loro stessi dentro.
Questo si chiama "assurdo" in filosofia. Cosa che non può esistere perché intrinsecamente contraddittoria. Impossibile perfino alla onnipotenza divina.


Franco
“Al di sopra del Papa, come espressione della pretesa vincolante dell’autorità ecclesiastica, resta comunque la coscienza di ciascuno, che deve essere obbedita prima di ogni altra cosa, se necessario anche contro le richieste dell’autorità ecclesiastica.”
(Cardinal Joseph Ratzinger )

skype: el_condor4
Avatar utente
Francesco Franco Coladarci
Moderatore
 
Messaggi: 3683
Iscritto il: 16/07/2009, 20:24

Messaggiodi Ely » 16/09/2010, 17:15

In ogni caso, anche se la teoria delle stringhe potesse rivelarsi valida, questo non inficerebbe l'esistenza di Dio che, anzi, dimostrerebbe quanto più grande sia di quanto NON riusciamo nemmeno a immaginare ora!


Ely
Ora vi preghiamo, fratelli, riguardo alla venuta del Signore nostro Gesù Cristo ..., di non lasciarvi così facilmente confondere e turbare, ... quasi che il giorno del Signore sia imminente. (II Tess. 2,1-2)

Mia presentazione: http://freeforumzone.leonardo.it/discus ... 370991&p=1
Avatar utente
Ely
Utente Senior
 
Messaggi: 1927
Iscritto il: 10/06/2009, 20:14

Messaggiodi berescitte » 16/09/2010, 18:05

Grazie della segnalazione, Ely.
Me li sono sorbiti tutti e sette e altrettanto farò con quelli analoghi, perché la mia curiosità di ultracentenario è inguaribile.
E ti dirò che quelle stringhe (che richiamano la struttura dell'ameba da cui è iniziata la vita) mi erano simpatiche e ci sono rimasto male quando le hanno trasformate in membrane. :verde:

Ma non sarà per caso che è tutto frutto di una compensazione? Non siamo capaci neanche di arrivare sul pianeta più vicino e, invece di sentirci piccoli piccoli di fronte all'immensità del nostro universo fatto di miliardi di galassie ci tuffiamo perfino oltre l'universo moltiplicandone il numero a piacere?
Sono le mie sensazioni di profano che però sa distinguere (cosa che non sembra facciano quegli scienziati del video) tra fantascienza e pazzascienza. la prima è tecnicamente impossibile al momento ma potrebbe esserlo un domani e quando narra un discorso fantastico segue però i dettami della scienza; la seconda è impossibile ora e sempre perché assurda (per assurdo intendo qualcosa che esige il funzionamento e la non validità della logica, così da postulare e discettare su affermazioni e tesi che si vuole che valgano mentre si sa che non possono stare in piedi perché si autosqualificano da se stesse).

Però c'è una cosa che non mi piace nel narratore (scienziato pure lui?). La sua pieghetta di autosufficienza ai lati della bocca che fa sospettare due ipotesi: o che sanno che ci stanno prendendo in giro facendo humour anziché scienza e lo fanno a spese dei contribuenti i quali hanno solo la possibilità di finanziare ma non certo di capire di che parlano e su quel che capiscono non saprebbero opporre nulla perché non addetti ai lavori; o ci credono davvero pur sapendo che si tratta di teorie "non verificabili scientificamente" (lo ha detto) e nonostante ciò ci si perde tempo appresso (per motivi editoriali? Per alimentare il filone pazzascientifico?)
A quando altri scienziati che critichino queste trovate dimostrandone la gratuità e l'assurdità?
Uno per esempio ha detto che è una fisima quella di esigere che il tempo abbia avuto inizio. Eppure io ho sentito con queste mie orecchie Rubbia che ha detto all'Università lateranense che questo tempo un tempo non c'era e che è iniziato e che ciò è dimostrabile scientificamente.

Segnalo l'affermazione fatta da uno degli scienziati: "I teorici delle stringhe creano problemi pieni di postulati". Ma ci sono postulati "veri" come quelli della geometria euclidea, e postulati fantastici, come questi necessari a tenere in piedi le stringhe. Fatti i postulati poi si adopera la logica che arriva alle ipotesi più strabilianti ma tutto è appeso alla gratuità di quei postulati che in corretto italiano si chiamano fantasia.

E segnalo ciò che ha detto un'altra narratrice in "UNIVERSI PARALLELI - Parte 1 di 6 - la macchina del tempo" «Ogni volta che gli scienziati credono di aver capito tutto, la natura ha in serbo una clamorosa sorpresa che li costringe a rivoluzionare le loro ipotesi».

Ma loro sò de coccio e insistono, come quelli che vogliono tirare fuori l'intelligenza umana dagli animali.
Per contro le conquiste della filosofia perenne non si rimangiano nulla, perché si ancorano alle evidenze. "L'essere è e il non essere non è" risale a Parmenide e non è stato distrutto dal "tutto scorre" di Eraclito ma vi si è armonizzato giacché per scorrere è necessario un essere che permanga; sotto la nostra mutazione biologica deve esistere un nucleo unificante di continuità. Tanto per dirne una...
Avatar utente
berescitte
Nuovo Utente
 
Messaggi: 115
Iscritto il: 16/06/2009, 22:47

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 16/09/2010, 18:22

berescitte ha scritto:o che sanno che ci stanno prendendo in giro facendo humour anziché scienza e lo fanno a spese dei contribuenti i quali hanno solo la possibilità di finanziare ma non certo di capire di che parlano e su quel che capiscono non saprebbero opporre nulla perché non addetti ai lavori...

Tra fantascienza e pazzascienza c'era una trasmissione TV (peraltro gradevole) che si titolava ''Gaiascienza'', chissà...... :sorriso:
In quanto ai contribuenti, su youtube chi inserisce filmati guadagna e bene, mi ripeto, chissà.... :mrgreen:
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14679
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi berescitte » 16/09/2010, 20:14

Sai, noi del GRIS ci interessiamo di tutti i movimenti alternativi alla religiosità cattolica. E oltre alle sette e ai Nuovi movimenti Religiosi abbiamo a che fare, e dobbiamo denunciarne la forza suggestiva, anche con la New Age.
E questo discorso dei multiversi sa tanto di New Age, che è tutto l'opposto della scientificità e gioca molto sulla magia, che appunto si permette di insultare le regole della logica.
Il gioco sta tutto nel formulare una teoria dicendo qualcosa di plausibile, collegandolo a conquiste scientifiche reali, appoggiarlo a giganti della scienza che hanno rivoluzionato posizioni precedenti con nuove scoperte, e nel tirarne poi fuori delle conclusioni che non si vede proprio come derivino da quei punti precedenti. E tu (un tu generico) resti basito perché non capisci il collegamento, non osi ipotizzare che non c'è, e in quanto profano non osi dirgli "ma che stai a dì!"
Avatar utente
berescitte
Nuovo Utente
 
Messaggi: 115
Iscritto il: 16/06/2009, 22:47

Messaggiodi Ely » 16/09/2010, 20:27

E tu (un tu generico) resti basito perché non capisci il collegamento, non osi ipotizzare che non c'è, e in quanto profano non osi dirgli "ma che stai a dì!"



:quoto100:

Ely
Ora vi preghiamo, fratelli, riguardo alla venuta del Signore nostro Gesù Cristo ..., di non lasciarvi così facilmente confondere e turbare, ... quasi che il giorno del Signore sia imminente. (II Tess. 2,1-2)

Mia presentazione: http://freeforumzone.leonardo.it/discus ... 370991&p=1
Avatar utente
Ely
Utente Senior
 
Messaggi: 1927
Iscritto il: 10/06/2009, 20:14


Torna a Argomenti dottrinali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici