Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Ma chi amerebbe Dio se non ci fosse ricompensa?

Tutto ciò che riguarda la dottrina dei Testimoni di Geova.

Moderatore: polymetis

Per Fiore d'oriente

Messaggiodi Francesco Franco Coladarci » 28/02/2011, 22:54

Visto che ancora insisti nell'usare termini come "bruna non andare a cercare esperienze,
in quella banda di matti e persone prive di sentimenti"


Ti viene assegnato un Warning.

Franco/mod
“Al di sopra del Papa, come espressione della pretesa vincolante dell’autorità ecclesiastica, resta comunque la coscienza di ciascuno, che deve essere obbedita prima di ogni altra cosa, se necessario anche contro le richieste dell’autorità ecclesiastica.”
(Cardinal Joseph Ratzinger )

skype: el_condor4
Avatar utente
Francesco Franco Coladarci
Moderatore
 
Messaggi: 3842
Iscritto il: 16/07/2009, 20:24

Messaggiodi Brambilla Bruna » 28/02/2011, 23:04

E allora non capisco i tuoi discorsi...!!!!non devi andare sempre nel personale ...perchè non puoi trovare in mezzo a loro una persona sensibile ...pensi o credi chi ami una religione sia sempre ottusa chiusa a regole e non abbia sentimenti nobili...eppure li hai qua quelle persone....aspetta cambio computur e arrivo a te.... :sorriso:



SCUSA ...ma ci scambiamo computer con mio figlio ....
quelle persone che vedi acanto scritto ex erano testimoni ...forse se tu parli con loro troverai la sensibilità che gli hanno portati a uscire da qualcosa che non credevano... ma il carattere ereditato dalla nascita...ciò che in famiglia è stato insegnato rimane in una vita per sempre ...non puoi fare di un erba un fascio ...e non è bene sempre credere che le persone che ancora sono testimoni siano come le descrivi tu...ho trovato gente meravigliosa...in mezzo a loro ...mi hanno aiutata erano si ex ...ma sono stati testimoni ...l'unico sbaglio è e qua ti parlo di convinti ...che credano che questa religione sia vera...la gusta ...cerchiamo con intelligenza a far capire dove sbagliano ...a far capire dove e perchè ..e non ha offenderli...non so se capisci cosa voglio dirti ...spero di si ciao E AUGURI PERI IL TUO PERCORSO CHE SARà PIU' NOBILE DEL MIO DEL MIO è CREDERE CHE ESISTE ANCORA L'AMORE ...LA COMPRESIONE ..TRA SIMILI BRUNA :fiori e bacio:
Avatar utente
Brambilla Bruna
Utente Platinium
 
Messaggi: 12711
Iscritto il: 16/07/2009, 15:24

Messaggiodi Sal80 » 28/02/2011, 23:42

Ma chi amerebbe Dio se non ci fosse ricompensa?


Se consideriamo come ricompensa, diventare un giorno Dio, la domanda perderebbe significato.
Cioè, essendo Dio stesso la ricompensa, e quindi la conoscenza totale e l`essenza stessa dell`amore, non avremmo scelta.
Ci sono due errori che si possono fare lungo la via verso la verità...non andare fino in fondo, e non iniziare.
Confucio

Presentazione
Avatar utente
Sal80
Utente Junior
 
Messaggi: 992
Iscritto il: 16/07/2009, 17:42
Località: Friburgo (Germania)

per Voyager...chi ti capisce è bravo

Messaggiodi Tiziano » 01/03/2011, 2:55

:boh: Sinceramente non ho ancora capito bene chi sei...passi dall'ateismo... ai trattati sulla Trinità da fare invidia al Papa


Sottoscrivo le parole di Mario...anche se io ...purtroppo... non posso dire di aver sempre amato Gesù con la dovuta intesità...si ama qualcuno perchè lo si ama...non c'è mica bisogno di sperare di ricevere qualcosa in cambio...quello non è amore...è interesse
Signore dammi la pazienza...perchè se mi dai la forza...faccio una strage

Voglio ancora una carezza dalla mia mamma .............. Roma 1°dicembre 2010

Presentazione
Avatar utente
Tiziano
Utente Senior
 
Messaggi: 2167
Iscritto il: 20/09/2009, 14:57

Continuiamo la discussione:

Messaggiodi Voyager65 » 01/03/2011, 13:05

cashmire ha scritto:...io ti rispondo così: Noi atei crediamo di dover agire secondo coscienza per un principio morale, non perché ci aspettiamo una ricompensa in Paradiso.
Margherita Hack

Per quanto riguarda la tua rabbia permettimi la schiettezza: suona come una bestemmia! No, non verso un dio che come dici tu non esiste, ma verso quelli che lottano per sopravvivere con molte meno risorse di te! Non ci vuole molto per guardarti un po' più in là del tuo naso... Senza andare lontano, per esempio, qui davanti a te c'è una persona che non ha mai conosciuto un abbraccio di mamma, che a 14 anni è stata gettata in strada, madre bambina per 2 volte, che non ha mai goduto del diritto di un lavoro regolare pur essendo unico genitore, ma solo lavori in nero mal pagati quando andava bene... che ha dormito sulle panchine del parco alla mercé dei malviventi perché buttata fuori di casa per un capriccio, che rubava negli orti dei vicini o si è svenduta per portare da mangiare ai propri figli, senza possibilità nemmeno di cure mediche... che ha conosciuto la sordità dell'assistenza sociale e delle coscienze... anche quelle dei preti... che in cambio di un pasto si son portati in bagno ... mio figlio di 6 anni... Mai conosciuto giustizia... Poi son venuti i tdg... a completare...
Scusate... sto male...

Comunque Voyager, sei stato fortunatissimo rispetto a miliardi di persone nel mondo, che si trovano nella miseria fisica ed affettiva non per propria colpa... Eppur non hanno nemmeno un decimo della tua rabbia...
In fondo se hai rinunciato a quel lavoro lo hai fatto credendo di avere in cambio qualcosa di più! E' stato qui il tuo sbaglio, ma uno sbaglio solo dettato dal tuo egoismo. Se metabolizzi questo concetto, forse, io credo sia l'unica possibilità per toglierti questo peso e vivere la vita con cuor più leggero.
Pensaci :strettamano:

Cara Cashmire, il pensare a chi sta peggio di me più che “consolarmi” mi fa stare ancora peggio e mi pone ancora più quesiti sul PERCHE’ anche pensando alla tua esperienza mi addoloro immensamente e mi fa rabbia vedere i cani dei ricchi super viziati che qualitativamente vivono meglio della maggioranza degli esseri umani e Dio cosa fa?
NULLA!
Se ai Tdg diciamo che non basta un giornaletto per sfamare un affamato, potremmo dire a Dio che non basta il pensare al figlio morto in croce per noi (?) per sfamare un affamato, ammetto però che ci sono anche cristiani che prima del vangelo pensano a dare da mangiare agli affamati e questo è l’insegnamento cristiano ma, visto che Dio sarebbe a conoscenza di questa triste situazione e che si sarebbe interessato di incaricare i suoi seguaci ad occuparsi del prossimo, come può tollerare nel vedere “cristiani” che anziché fare ciò di cui sono incaricati commettono porcate e come può tollerare il prosperare di movimenti eretici che commettono continuamente porcate?
Visto che non fa nulla, che devo pensare, che addirittura li approva?
Certo mi dite che ci sarebbe l’inferno per punire costoro, ma francamente vedo che andare all’inferno già in questa vita è facilissimo!



Citocromo ha scritto:Caro Voyager, ho letto con attenzione i tuoi due interventi. Per rispondere alla domanda di apertura del tuo 3D, posso dirti semplicemente che l’amore per Dio non è qualcosa che si raggiunge tutto di un colpo. Infatti, la tradizione spirituale cattolica mi insegna che ci sono vari passaggi nel cammino spirituale dei credenti; il cammino spirituale inizia nel momento in cui una persona ama Dio per ciò che Egli dona all’uomo, quindi per i suoi doni. Questo primo punto prende il nome di amore “mercenario”. Ciò che deve fare il credente, se vuole maturare nel suo rapporto con Dio e raggiungere la santità, è pregare Dio che gli conceda la grazia di arrivare all’amore puro, disinteressato, cioè ad amare Dio per se stesso. Il cammino da fare per arrivare a questo non è facile e in discesa, ma l’esempio dei santi dimostra che si può arrivare ad amare Dio in modo disinteressato. Basti pensare a Francesco d’Assisi, Caterina da Siena, Tommaso d’Aquino, Alfonso M. De Liguori, solo per citare quattro nomi (potrei fare un elenco che non finisce più).
Devo aggiungere che tu hai ragione a scrivere ciò che hai scritto nel tuo secondo intervento. E’ inutile rispondere alle tue domande con affermazioni astratte; infatti, se non credi, certe risposte sono per te formule vuote di significato. E per questo io non rispondo alle tue domande, ma ti pongo una domanda. Qual è l’immagine che tu hai di Dio? Oppure, quale immagine di Dio ti è stata presentata da coloro che tu hai incontrato nella tua vita (indipendentemente dalla religione a cui appartenevano)? Ti chiedo questo perché mi sembra che tu abbia un’immagine distorta di Dio.
:grazie: :ciao:

Certo ci sono state persone eccezionali nella storia della Chiesa che meritano il massimo rispetto, costoro hanno saputo percorrere la “strada stretta che porta alla vita” però mi sorge un dubbio:
Vivere in quel modo e con quella fede non è da tutti, ad esempio io finora ho conosciuto solo questa vita e di un’altra semplicemente non so nulla perciò arrivo a pensare spesso e volentieri (soprattutto a seguito della delusione geovista) che sia solo una favola e preferisco puntare più sulle cose concrete che sulle speranze, cosa che ho fatto da simpatizzante Tdg con i risultati che conoscete!
In fondo anch’io sono stato un “santo” geovista ma sono stato forzato ad esserlo, nulla di mio e questo mi rende adesso un nemico del geovismo, essere santi è un dono spontaneo di pochi ma pretendere da tutti quel tipo di “santità” utile alla WT$ (cioè pionieri e venditori) nuoce alla fede dei singoli.
Ma se ci sono stati in fondo pochi santi, che ne sarà della stragrande maggioranza dell’umanità che, come me, non se la sente di rinunciare a questa vita seguendo una speranza che, come nel mio caso, potrebbe rivelarsi un’illusione?
Saranno vere le parole di Gesù “tanti proveranno ad entrare ma pochi saranno gli eletti”?
Con questo ne consegue che quasi tutta l’umanità andrà all’inferno per patire altre pene come se quelle atroci patite in terra non bastassero?
Questo mi rende addirittura dubbioso sull’amore di Dio!



Mario70 ha scritto:Le risposte che ti sono state date evidenziano due tipologie di persone: una simile alla tua che si aspetta sempre qualcosa in cambio e una simile alla mia che non si aspetta nulla ma che è grata a prescindere, fosse solo per il fatto che siamo quì a parlarne.
Come ti ha risposto Mary, anche per me la conoscenza delle cose spirituali appaga di per se, sono sempre stato alla ricerca di Dio, lo ero prima quando ero tdg e me ne strafregavo della presunta ricompensa e lo sono tutt'ora, fa parte della mia costituzione appassionarmi di queste cose e sono contento così, da Dio non mi aspetto nulla, se reputerà che sarò degno di essergli accanto bene, se non lo riterrà opportuno pace, nel frattempo ho vissuto la mia vita, mi sono fatto una famiglia, ho amato e sono stato amato, sono contento così.
Se Dio non esistesse? Pace lo stesso, lo stile di vita che ho deciso di seguire è comunque il migliore che potessi seguire.
Ciao

Caro Mario, magari tu non ti aspetti nulla, ma se chi vive come te alla fine oltre a non ottenere nulla di buono addirittura si becca pure la dannazione eterna, pensi che ne possa essere contento?
Oppure se come te, ha vissuto nel miglior modo possibile e poi, una volta morto è finita per sempre e chi s’è visto s’è visto, non rimpiangerà di essersi negato certi piaceri che a Dio dispiacerebbero?
Guarda che ci sono molti foristi che rimpiangono le rinunce vane fatte per il geovismo!


Luciano ha scritto:
La questione è che Dio, almeno nel mio caso, non ha fatto nulla per me

Non sei di quelli che vedono il bicchiere mezzo vuoto.... lo vedi vuoto del tutto.
Pensa che eri caduto nella loro trappola e grazie alla perdita del lavoro ne sei uscito.
Dopo la disoccupazione hai sempre ritrovato un nuovo lavoro, certo non remunerato e prestigioso come il precedente.
Magari hai perso € 300000/ 400000 in differenza di emolumenti e trattamenti pensionistici, ma che vuoi che siano, ora hai noi, hai me, AHIME'.
Comunque hai reso la pariglia alla wts per la perdita a te inflitta: chissà quanti hai aiutato ad uscirne.
Ciao
Luciano

Però rimane il fatto che i miei soldi non li ho più riavuti oltre al fatto che mi infastidisce moltissimo essere ritenuto da chi ci governa “fannullone” solo perché non indosso più una uniforme e non per colpa mia, o che dire dei 5 ANNI di disoccupazione patita?
Francamente non riesco a vedere alcun bicchiere mezzo pieno, tra l’altro anche se fossi rimasto finanziere non avrei gradito affatto essere rinchiuso dentro un ufficio come lo sono oggi, se poi ci mettiamo il titolo di “fannullone” e la minore retribuzione ecco che bollo di rabbia!


Fiore d'oriente ha scritto:capiscimi bene
non voglio fare paragoni
su chi ha perso di piu' stando dentro quella banda di matti
tu il lavoro io mai sentiro' quella dolcissima parola <mamma>
tu cosa preferiresti?tu che hai dei figli?
aspetto una tua risposta,
ti dico solo una cosa
fgli non figli sono felice di èssere libera e felice
e voglio arrivare nei loro confronti all'indifferenza totale
perche' non meritano nulla nemmeno il piu terribili dei senimenti
quale? l'odio :bacio: :saggio:

Cara Fiore, purtroppo come ho già detto l’assistere alle sofferenze di altri esseri umani non mi “consola” affatto, anzi mette altre lacrime ai miei occhi!
E pure mi riempie di sofferenza la mia assoluta impotenza nel risolvere questi problemi, ma ancora più mi indigna vedere gente che fa volontariamente il male altrui e che la passa liscia o che (come certi mafiosi da comando generale) si prendono lodi, soldi ed onori!


Franco Coladarci ha scritto:Caro Corrado.
tu dici.
Ma chi amerebbe Dio se non ci fosse ricompensa?


Ti risponderò volentieri, se prima rispondi ad una mia domanda Teologica.

Perché Dio dovrebbe amare l'uomo quando la maggioranza degli uomini lo ignora?

Franco

Io invece me/te ne faccio un’altra:
Perché Dio avrebbe creato l’uomo per poi farlo atrocemente soffrire?


Sal80 ha scritto:
Ma chi amerebbe Dio se non ci fosse ricompensa?


Se consideriamo come ricompensa, diventare un giorno Dio, la domanda perderebbe significato.
Cioè, essendo Dio stesso la ricompensa, e quindi la conoscenza totale e l`essenza stessa dell`amore, non avremmo scelta.

Dio sarebbe la ricompensa e la mancanza di Dio sarebbe il castigo ma come possiamo conciliare la giustizia con la condanna al castigo di chi non ha mai conosciuto Dio?
Oppure anche con chi, seppur conosce Dio, nel proprio intimo non riesce a convincersi dell’esistenza di un’altra vita con premio o castigo?


opepo ha scritto::boh: Sinceramente non ho ancora capito bene chi sei...passi dall'ateismo... ai trattati sulla Trinità da fare invidia al Papa

Sottoscrivo le parole di Mario...anche se io ...purtroppo... non posso dire di aver sempre amato Gesù con la dovuta intesità...si ama qualcuno perchè lo si ama...non c'è mica bisogno di sperare di ricevere qualcosa in cambio...quello non è amore...è interesse

Purtroppo sono roso dal tarlo del dubbio e voglio anche approfondire ciò che mi causa dubbi, non agirò più, come quando simpatizzavo per i Tdg, che mi mettevo a tacere i dubbi ed inseguivo chimere, se ci sono argomenti ormai chiari e ben radicati come la dottrina trinitaria, ci sono pure argomenti dove nutro seri dubbi come l’amore di Dio, l’amore degli uomini verso Dio e l’esistenza di un’altra vita, questi sono tutti dubbi che mi sono stati istigati dalla frustrante esperienza geovista.

PS: riconosco che l’espressione sul geovismo: religione da stupidi che rende stupidi è un po’ infelice e chiedo scusa, infatti molti Tdg (i capi ed i capetti) hanno trovato nel geovismo il modo di realizzarsi come persone e guadagnare bene facendo ciò che a loro piace fare, mentre nel MIO caso la mia espressione è purtroppo vera: sono stato reso stupido dal geovismo ed ho agito da stupido.
Chi è lo stupido? Secondo uno studio lo stupido è colui che fa del male a se stesso e ad altri, io ho fatto tanto male a me stesso, ma pure ad altri (a cui ho predicato) e soprattutto ad uno che ha finito per battezzarsi Tdg, anche se in quel caso quella persona stava attraversando un momento particolare della sua vita: sua moglie lo tradiva regolarmente (aveva un amante) ed il suo matrimonio stava naufragando, aveva già un fratello carnale Tdg ed in fondo volle aderire al geovismo per poter trovare, tra le rassicuranti mura delle sale del regno, una nuova moglie.
Certo però che mi dispiace del male che gli ho fatto, magari avrà trovato una nuova moglie però avrà problemi ben più gravi della solitudine nel geovismo!
Purtroppo da quando abbandonai il geovismo persi pure i contatti con lui, arrivai ad assistere al suo bagno teocratico e lui frequentava un’altra congregazione dove c’era già suo fratello che serviva come anziano.
:ciao: :loveitdg:
Se la sapienza di questo mondo è stoltezza presso Dio, l'ignoranza lo è ancora di più!
Avatar utente
Voyager65
Utente Junior
 
Messaggi: 853
Iscritto il: 28/08/2009, 11:09

Messaggiodi Brambilla Bruna » 01/03/2011, 13:57

Corrado ..posso dirti due parole ...altrimenti penso e credo... e forse è cosi ...di non averti mai conosciuto....!!!!
secondo me ti fai colpe che non esistono ...certo hai sofferto per un tuo ....... non dico sbaglio ... ma adesione a una certa religione...e quello che sommi oggi ...è un lavoro che non ti piace...un pensiero di aver inflitto male al prossimo...rabbia per un Dio che nemmeno sai se riconoscerlo tale oppure no... non riconosci come un creatore imparziale... cosa vorresti i miracoli descritti sulla bibbia ...vorresti che sanasse il mondo con un miracolo ..tutti felici e contenti e nessun pensiero...????
forse ho capito io male da come rispondi e te ne do merito...della mia ignoranza non è una cosa che io possa nascondere ... ...ma credimi non capisco te....!!!!! spiegami ... con amicizia BRUNA :fiori e bacio:
Avatar utente
Brambilla Bruna
Utente Platinium
 
Messaggi: 12711
Iscritto il: 16/07/2009, 15:24

Messaggiodi Citocromo » 01/03/2011, 14:33

Caro Voyager, le tue risposte hanno confermato la mia opinione: tu hai un'immagine distorta di Dio, senza dubbio viziata dal pensiero geovista. I tuoi dubbi sono sacrosanti, fai benissimo porti delle domande, ma non banalizzare questioni serie e importanti. Io posso solo pregare affinchè tu possa trovare la serenità, la pace e, soprattutto, Dio. Cerca di purificare l'immagine che hai di Dio, anche se so che non è facile. L'uomo ha dentro di se domande reali a cui vuole dare una risposta; il geovismo dà risposte chesembrano appaganti ma che nella sostanza sono posticce, preconfezionate e ideologiche. Ma l'uomo ha bisogno di risposte sensate, che abbiano un senso e che diano senso alla vita. Ti auguro di trovarle!
:grazie: :ciao:
Le verità della fede sono una collana di perle preziose, tenute insieme da un filo che è la divinità di Cristo. Tagliato il filo perdete tutta la collana. (padre A. Gasparino)
Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=78
Citocromo
Utente Junior
 
Messaggi: 635
Iscritto il: 18/07/2009, 9:36

carissimo amico voyager

Messaggiodi Fiore d'oriente » 01/03/2011, 14:56

mi rispecchio nella risposta che mi hai dato
percepisco la grande sofferenza che hai
anche a me non consola sapere che altri ci hanno rimesso
piu' di me restando nella wts anzi mi fa' soffrire ancora di piu'
e soffro tantissimo come te perche continuano a fare del male
e la passano liscia,ma ti dico una cosa con il cuore
perchè non sopporto vederti soffrire,
non dare loro modo di farti altro male,il solo pensare a cio' che hai perso
e il tuo soffrire gli sta' dando un grande potere,lascia perdere meritano solo indifferenza
e non preoccuparti arrivera' il momento che pagheranno per tutto il male che ci hanno fatto.
ti abbraccio forte forte e ricorda per te i sono sempre :bacio: fiore
Tieni il viso rivolto al sole e non vedrai le ombre. (Helen Keller)

Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=4451&p=58599#p58599
Avatar utente
Fiore d'oriente
Utente Junior
 
Messaggi: 936
Iscritto il: 29/08/2010, 13:38

Messaggiodi Aquarivs » 01/03/2011, 16:29

Citocromo ha scritto:Caro Voyager, le tue risposte hanno confermato la mia opinione: tu hai un'immagine distorta di Dio, senza dubbio viziata dal pensiero geovista. I tuoi dubbi sono sacrosanti, fai benissimo porti delle domande, ma non banalizzare questioni serie e importanti. Io posso solo pregare affinchè tu possa trovare la serenità, la pace e, soprattutto, Dio. Cerca di purificare l'immagine che hai di Dio, anche se so che non è facile. L'uomo ha dentro di se domande reali a cui vuole dare una risposta; il geovismo dà risposte chesembrano appaganti ma che nella sostanza sono posticce, preconfezionate e ideologiche. Ma l'uomo ha bisogno di risposte sensate, che abbiano un senso e che diano senso alla vita. Ti auguro di trovarle!
:grazie: :ciao:


Perché le risposte invece fornite dal cattolicesimo non lo sono?

Se la fede è fede ci sarà un motivo..
Aquarivs
 

Messaggiodi Citocromo » 01/03/2011, 18:33

No, perchè bisogna distinguere la fede dal fideismo. La mia è una fede ragionevole, maturata in un cammino di approfondimento. E' molto diversa dalla fede degli aderenti ai NMR, che riducono la religione a prodotto di consumo.
:grazie: :ciao:
Le verità della fede sono una collana di perle preziose, tenute insieme da un filo che è la divinità di Cristo. Tagliato il filo perdete tutta la collana. (padre A. Gasparino)
Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=78
Citocromo
Utente Junior
 
Messaggi: 635
Iscritto il: 18/07/2009, 9:36

Messaggiodi cavallino fiammiferino » 01/03/2011, 22:12

intervengo per illustrare il mio percorso:
nei 5 anni successivi alla disassociazione i miei sentimenti erano simili a quelli di Acquarius.Ma avevo bisogno di "riprogrammarmi".sono partito grazie ad un anno di scambio culturale in quello che ritenevo il miglior paese del mondo :la Svezia.E non mi ha affatto deluso.Lì ho vissuto la società politica che viene emanata da un background luterano:aperta,colta,accorta,vivace fondamentalmente onesta.Ma ero sempre un Italiano con le sue radici qui,i suoi affetti qui,le origini delle sue crisi qui.Quindi è come se stessi in una comunità di recupero,protetto anche solo dal fatto che dovevo parlare un'altra lingua ed evitare "spiacevoli risonanze" anche solo a livello di linguaggio(quello teocratico)che in quel periodo mi provocavano ira e rabbia.
Ma non ero completo,tant'è che nessun amore,sebbene sbocciato potè arrivare a compimento per sbilanciamento tra i due...chiedevo troppo all'altra persona,dovevo colmare un buco dentro di me e chiedevo questo ad una donna!
Dal 96 sono rientrato in Italia ospite dei miei genitori,tuttora ,tronfio per l'acquisto della conoscenza di 3 lingue straniere........farò furori qui,dove la maggioranza dei giovani parla a malapena un inglese stereotipato senza riuscire a discernere il linguaggio figurativo o alte peculiarità....pensavo.
Così non è stato perchè laddove vedevo che c'erano delle operazioni che turbavano la mia coscienza(parliamo di onestà intellettuale ed economica)non ero spinto a proseguire.
Dio allora non c'era nei miei pensieri e nemmeno il Gesù che vi ho descritto in presentazione,confidavo nella misericordia di chi tutto vede e tutto capisce.
Usavo dire"ho perso una religione ma non dei principi"(c'era pure una canzone allora,ricordate i REM?)
Per l'amore non ero pronto,e lo cercavo e lo cercavo finchè in una vacanza in un periodo in cui vedevo delle possibilità di stabilizzazione lavorativa incontro una persona e iniziamo dalla "conoscenza biblica"....altro errore e dolore,ho sbagliato qualcosa ma questa volta il conto era pari,non cercavo una infermiera del cuore e la persona elideva la mia famiglia.
Altra consapevolezza ,pagata con la sofferenza.
Continuavo a vivere a casa dai miei(mai trovato un impiego a tempo indeterminato che mi permettesse di vivere per conto mio e per contro se lo avessi trovato avrei acquistato casa laddove ora non mi sarebbe più piaciuto),alti e bassi sul lavoro,inizio a perdere i familiari del passato:Zii che se ne vanno,cugini acquisiti che muoiono di tumare,un assetto di certezze che si sgretola un senso di incertezza e di sconforto......amicizie che durano solo il tempo della collaborazione lavorativa........
(qui inserisco una parentesi perchè il seguito della storia si presta a sviluppare delle argomentazioni che sarebbero OT)
Focalizziamo solo che se non ci fossero stati i Miei genitori,la mia "assicurazione sulla vita"avrei accettato dei compromessi pesanti(parliamo di dignità sul lavoro).
Una storia da perdente? una sequela di sfighe?..............
No ,in questo io vedo Gesù,perchè solo recentemente ho capito il valore pregnante del concetto trinitario, il senso delle parole di S.Paolo "Affinchè Voi siate "IN" Lui e Lui IN voi.
Altra truffa della WT!!!(ricordare che queste parole sono.."applicate agli unti")
Forse è vero che Gesù è" vero Dio e vero Uomo"e che può dimorare in noi e che ci fa soffrire per migliorarci.
Ora sono vicino alla mia mamma e al mio papà,che sono sul viale del tramonto fisico,con le loro convinzioni ma con il loro amore di genitori,che non è mai venuto meno,lo attesto fermamente.Sono al posto giusto per me,so dove voglio andare a vivere,e sono pronto ad accoglire una "sorella"come sposa secondo il rito di Santa Romana Chiesa.
Io in questo vedo DIO:
Per la sofferenza degli uomini se mi è permesso il copia -incolla ho trovato di recente sublimi queste parole:

"Ho letto tante offese, tante bestemmie, eppure in queste parole c'è un disperato grido d'aiuto, un disperato bisogno d'amore, un immenso vuoto e ricerca di DIO.
Forse è senza forse, in queste persone che lo insultano, DIO c'è, e lavora, in...stancabile, con il suo amore infinito e la sua ancor maggiore tenacia, Egli non abbandona mai i suoi figli, (qualche madre carnale si, ma non LUI)
Gridi disperati, gridi di estremo dolore, che urlano al cielo persone che quasi sembrano...... possedute. Non nel senso dei films, ma nel senso che hanno voltato le spalle a Cristo, per dedicarsi al mondo.
Ma non completamente, e queste urla, questa rabbia (tipica di chi e prigioniero) ne sono la prova più eclatante.

Un giorno qualcuno mi disse: se vuoi veramente pregare
, non pregare x gli ammalati, non pregare per i poveri, i bisognosi.
gli orfani, i miseri.
Ma prega per coloro che sono sulla strada che porta dritto dritto ...all'inferno prega per loro francesco, prega per loro.

Ed è giusto, che sia così; e chissa che anch'io non sia...
sulla strada che porta dritto dritto all'inferno. Chi più misero?
Chi vorrebbe che un propio caro, il padre, la madre un fratello,
un figlio/a
facesse quella fine, che differenza c'è tra gli altri o parenti degli altri;
e noi?
Nessuna, proprio nessuna."(parole non mie,ma........di un ......"Angelo")
Avatar utente
cavallino fiammiferino
Nuovo Utente
 
Messaggi: 345
Iscritto il: 28/02/2011, 8:47

Messaggiodi Brambilla Bruna » 01/03/2011, 22:49

cavallino fiammiferino ha scritto:intervengo per illustrare il mio percorso:

Un giorno qualcuno mi disse: se vuoi veramente pregare
, non pregare x gli ammalati, non pregare per i poveri, i bisognosi.
gli orfani, i miseri.
Ma prega per coloro che sono sulla strada che porta dritto dritto ...all'inferno prega per loro francesco, prega per loro.

SE ho capito bene e correggimi se dico male ...queste persone conoscono Dio nella sofferenza !!!
Ed è giusto, che sia così; e chissa che anch'io non sia...
sulla strada che porta dritto dritto all'inferno. Chi più misero?
Chi vorrebbe che un propio caro, il padre, la madre un fratello,
un figlio/a
facesse quella fine, che differenza c'è tra gli altri o parenti degli altri;
e noi?
Nessuna, proprio nessuna."(parole non mie,ma........di un ......"Angelo")

no !!! non so se dico bene le tue parole scusa... le riporto come ho capito!!! ... dici ...che nessuna differenza passa tra un fratello o sorella o parente prossimo ... a uno sconosciuto...che come amore attenzioni devi dare uguale ..in tale misura ha tutti..e di pregare per chi ... fa cose ...che vanno oltre alla nostra educazione ..ciè fare del male a persone innocenti...chi commette questi crimini sono da pregare...
perche non hanno trovato la via che conduce a DIO ....
SE HO DETTO TANTE STUPIDATE DILLO...non ti preoccupare... ciao da BRUNA :fiori e bacio:
Avatar utente
Brambilla Bruna
Utente Platinium
 
Messaggi: 12711
Iscritto il: 16/07/2009, 15:24

Messaggiodi cavallino fiammiferino » 02/03/2011, 0:08

per Bruna:
ribadisco che non sono parole mie,le ho trovate sui commenti ad un post su FB(si può citare? sorry if not)dove girava una immagine di Cristo e di papa Giovanni Paolo 2.a mò di catena di S.Antonio.Questa iniziativa ha scatenato una serie violentissima di commenti dal più irrispettoso al più "devoto".Ho estrapolato queste parole da un discorso che mi è piaciuto tantissimo e forse è stata la spinta a fare la presentazione.

In definitiva,se c'è l'anima immortale,Cristo può dimorare in noi ,ed è quella forza che ti fa stare male se eviti di fare il bene,che ti tormenta nel rimorso di una azione sbagliata e nel rimpianto di una omissione,quella forza che ti fa affrontare la morte per la Verità e la giustezza.Che ti fa amare gli altri perchè anche loro possono ricevere Cristo vero Dio e vero uomo in loro stessi.
Ecco il perchè delle esortazioni pastorali eccolo il senso delle parole (non ricordo la scrittura)"Affinchè il Cristo dimori in noi e sia ogni cosa per tutti,perchè altrimenti San Paolo non sapeva se era meglio morire subito per stare con Cristo oppure proseguire il suo ministero sulla terra(non ricordo la scritturaesatta)
Le anime che si perdono sono una tragedia perchè saranno sempre lontane dall'Amore come al freddo,ed è per questo che bisogna pregare per le anime dei malvagi,perchè per quelle dei buoni ci sono i sacramenti e la comunione.
Ricordi ?fra Cristoforo e l'Innominato? ..."verrà un giorno!!!!"e la notte insonne dell'innominato ,e la sua conversione? roba dell'800 si direbbe,ma ne avremmo veramente bisogno adesso!!
Si battezzano i neonati perchè nelle altre epoche c'era un tasso di mortalità infantile molto alto e si voleva dare da subito uno strumento per il paradiso,la visione del Signore che già dimora in noi.
é lavoro dell'uomo migliorare le condizioni della sua esistenza e la nascita dei figli deformi o malati non toglie loro lo Spirito e la Grazia.Ci si cura di graziosi animaletti e non ci si dovrebbe prendere cura di esistenze sfortunate ma figli di Dio come me e te?
E lavoro della politica costruire le basi per la solidarietà sociale ed il cristiano dovrebbe essere in prima fila nell'impegnarsi in essa.
Non è la sofferenza di per sè a evocare Cristo ,ma avere Cristo in sè comporta anche sofferenza(la famosa Croce)assieme a Gioia,perchè si è parte del tutto gioiamo e soffriamo col tutto perchè non si può più essere indifferenti od egotisti.
Chiedo soccorso a Citocromo se sto dicendo eresie.
Avatar utente
cavallino fiammiferino
Nuovo Utente
 
Messaggi: 345
Iscritto il: 28/02/2011, 8:47

Messaggiodi Brambilla Bruna » 02/03/2011, 0:31

NON TI PREOCCUPARE ....ho capito..non sono una gran intelligenza ..non me ne vergogno...ma il tuo pensiero l'ho capito ...non saprei spiegarlo con belle parole ..e allora come faccio di solito stò zitta ...ma caro amico ho capito ...sbagliavo in alcuni punti del mio discorso precedente...ora il tassello è completo...ti ringrazio dal profondo del cuore per avermi risposto ..ti auguro buon proseguimento ... un saluto da BRUNA :fiori e bacio: :fiori:
Avatar utente
Brambilla Bruna
Utente Platinium
 
Messaggi: 12711
Iscritto il: 16/07/2009, 15:24

I GRANDI DEL TEATRO - Salvo Randone "La conversione dell'inn

Messaggiodi Brambilla Bruna » 02/03/2011, 0:49






è QUESTO CHE MI ACCENNI NEL TUO DISCORSO CAVALLINO FIAMMIFERO ????? :fiori e bacio: SE è SBAGLIATO DILLO :fiori e bacio:
Avatar utente
Brambilla Bruna
Utente Platinium
 
Messaggi: 12711
Iscritto il: 16/07/2009, 15:24

Messaggiodi cavallino fiammiferino » 02/03/2011, 1:52

per bruna: é giusto,persona dolcissima!!!buonanotte!
Avatar utente
cavallino fiammiferino
Nuovo Utente
 
Messaggi: 345
Iscritto il: 28/02/2011, 8:47

Messaggiodi Brambilla Bruna » 02/03/2011, 2:25

cavallino fiammiferino ha scritto:per bruna: é giusto,persona dolcissima!!!buonanotte!


NOTTE A TE caro Cvallino ... :timido: :fiori e bacio: grazie BRUNA
Avatar utente
Brambilla Bruna
Utente Platinium
 
Messaggi: 12711
Iscritto il: 16/07/2009, 15:24

Messaggiodi davidemax1981 » 02/03/2011, 11:01

Voyager65 ha scritto:Chi è disposto ad amare Dio solo per amore senza sperare di avere nulla da Lui?
I credenti sono davvero sicuri che amerebbero lo stesso Dio e seguirebbero le sue norme se sapessero che non ne otterrebbero alcun beneficio nè in questa vita nè in un'altra?
Chi sarebbe così "stupido" da amare Dio disinteressatamente così come si ama un amico?


Caro Voyager, la tua, a mio parere, non è un'antipatica insinuazione, ma un vero e proprio ragionamento logico.
Spesso il buonismo viene confuso con la fede e la paura di stare al mondo con il credere in un dio qualsiasi.

La fede è credere in un essere che con noi non comunica, che non vediamo, di cui non sappiamo nulla. Se si è disposti a morire o soffrire per "lui", benissimo: è una scelta come altre.

Ma, in effetti, credo che la maggioranza degli esseri umani che hanno fede sperano nella ricompensa, altrimenti andrebbero contro il normale istinto di auto-conservazione.
Quicquid Venus imperat, labor est suavis
Avatar utente
davidemax1981
Nuovo Utente
 
Messaggi: 80
Iscritto il: 22/02/2011, 14:56

Messaggiodi Aquarivs » 02/03/2011, 11:51

Vorrei vederli tutti questi innamorati di dio, di nascosto, come una piccola mosca, nelle loro giornate quotidiane chissà quante cose fanno a dimostrazione che non sono per nulla interessati nè innamorati del loro vicino di casa, del loro collega, del loro dirimpettaio che ESISTONO tanto più dovrei credere la medesima cosa di un dio che non esiste..

E' facile dire di amare dio, ma vorrei capire quest'amore a cosa è legato. Questo sentimento quanto è amore e non altro..
E' facile dira amo dio quanto un ragazzino alla prima cotta. L'amore si basa su cose importanti come la relazione, lo scambio fra due individui, la conoscenza dovuta alla frequentazione, al convissuto..
Ci sono ragazzine che sono innamorate dei loro idoli, televisivi artistici.. ma di fatto innamorate de che? Non hanno mai scambiato una sola parola con loro eppure si dicono innamorate..

E questo è solo un esempio fra i tanti.
Aquarivs
 

Messaggiodi davidemax1981 » 02/03/2011, 12:25

Aquarivs ha scritto:Vorrei vederli tutti questi innamorati di dio, di nascosto, come una piccola mosca, nelle loro giornate quotidiane chissà quante cose fanno a dimostrazione che non sono per nulla interessati nè innamorati del loro vicino di casa, del loro collega, del loro dirimpettaio che ESISTONO tanto più dovrei credere la medesima cosa di un dio che non esiste..

E' facile dire di amare dio, ma vorrei capire quest'amore a cosa è legato. Questo sentimento quanto è amore e non altro..
E' facile dira amo dio quanto un ragazzino alla prima cotta. L'amore si basa su cose importanti come la relazione, lo scambio fra due individui, la conoscenza dovuta alla frequentazione, al convissuto..
Ci sono ragazzine che sono innamorate dei loro idoli, televisivi artistici.. ma di fatto innamorate de che? Non hanno mai scambiato una sola parola con loro eppure si dicono innamorate..

E questo è solo un esempio fra i tanti.


Oh! Quanto è vero...
Quicquid Venus imperat, labor est suavis
Avatar utente
davidemax1981
Nuovo Utente
 
Messaggi: 80
Iscritto il: 22/02/2011, 14:56

Messaggiodi The Spirit of Nikopol » 02/03/2011, 13:09

Aquarivs ha scritto:Vorrei vederli tutti questi innamorati di dio, di nascosto, come una piccola mosca, nelle loro giornate quotidiane chissà quante cose fanno a dimostrazione che non sono per nulla interessati nè innamorati del loro vicino di casa, del loro collega, del loro dirimpettaio che ESISTONO tanto più dovrei credere la medesima cosa di un dio che non esiste..

E' facile dire di amare dio, ma vorrei capire quest'amore a cosa è legato. Questo sentimento quanto è amore e non altro..
E' facile dira amo dio quanto un ragazzino alla prima cotta. L'amore si basa su cose importanti come la relazione, lo scambio fra due individui, la conoscenza dovuta alla frequentazione, al convissuto..
Ci sono ragazzine che sono innamorate dei loro idoli, televisivi artistici.. ma di fatto innamorate de che? Non hanno mai scambiato una sola parola con loro eppure si dicono innamorate..

E questo è solo un esempio fra i tanti.



Bell'intervento! :ok:
Immagine
Avatar utente
The Spirit of Nikopol
Utente Junior
 
Messaggi: 657
Iscritto il: 28/01/2010, 16:35

Messaggiodi Voyager65 » 02/03/2011, 13:44

Brambilla Bruna ha scritto:Corrado ..posso dirti due parole ...altrimenti penso e credo... e forse è cosi ...di non averti mai conosciuto....!!!!
secondo me ti fai colpe che non esistono ...certo hai sofferto per un tuo ....... non dico sbaglio ... ma adesione a una certa religione...e quello che sommi oggi ...è un lavoro che non ti piace...un pensiero di aver inflitto male al prossimo...rabbia per un Dio che nemmeno sai se riconoscerlo tale oppure no... non riconosci come un creatore imparziale... cosa vorresti i miracoli descritti sulla bibbia ...vorresti che sanasse il mondo con un miracolo ..tutti felici e contenti e nessun pensiero...????
forse ho capito io male da come rispondi e te ne do merito...della mia ignoranza non è una cosa che io possa nascondere ... ...ma credimi non capisco te....!!!!! spiegami ... con amicizia BRUNA :fiori e bacio:

Cara Bruna amica mia, come vedi ho una gran confusione in testa e conoscermi è davvero un’impresa, non mi conosco bene neanche io stesso!
E’ vero che mi sento in colpa per aver promosso una fede errata e di aver introdotto nel geovismo una persona di cui da quando sono uscito non ho saputo più nulla, però cerco di consolarmi dicendomi che in fondo lui voleva trovare una nuova moglie tra le sicure mura delle sale del regno anche se così facendo l’ho menato in cattività, ma in fondo c’era anche la sua volontà di aderire e se non trovava me avrebbe trovato qualcun altro.
Provo rabbia verso Dio in quanto, malgrado gli sforzi, non riesco a districarmi dall’immagine di giudice crudele, distruttore e corrucciato che me ne ha dato la WT$ un’immagine per la quale provo un odio profondo anche perché per essa rinunciai al mio lavoro e non l’ho più riavuto.
Il mio lavoro attuale più che non piacere a me, non piace a chi ci governa, gente piena di soldi e belle donne che non si rendono conto di quanto impegno ci vuole per fare funzionare una scuola, ci impegniamo tantissimo nel lavoro ma se chi giudica il nostro operato ci considera “fannulloni” a prescindere, io non ce la faccio ad essere soddisfatto del mio lavoro soprattutto se considero che questo lavoro sarebbe “appropriato” per un Tdg e non è considerato lavoro che “offende geova”, mi consolo solo con le pratiche “proibite” che faccio per l’insegnamento della religione cattolica e collaborando per la costruzione del presepe d’Istituto, nonché con un bel crocifisso nel mio ufficio!
Certo, il geovismo mi aveva dato l’idea del dio supereroe che distrugge i cattivi e regala ai buoni (i Tdg) la felicità, poi con la disoccupazione è arrivata la delusione e mi viene in mente una vecchia canzone di Sanremo: “Ed io che ti ritenevo un superman, ma non sei neanche un man, scemo! Non sei neanche la metà di un man!”
Oggi mi è dura accettare l’idea del Dio di amore, è un idea completamente estranea alla mia esperienza di fede (mal riposta) e non riesco a passare da un estremo all’altro, per questo preferisco l’ateismo.

Citocromo ha scritto:Caro Voyager, le tue risposte hanno confermato la mia opinione: tu hai un'immagine distorta di Dio, senza dubbio viziata dal pensiero geovista. I tuoi dubbi sono sacrosanti, fai benissimo porti delle domande, ma non banalizzare questioni serie e importanti. Io posso solo pregare affinchè tu possa trovare la serenità, la pace e, soprattutto, Dio. Cerca di purificare l'immagine che hai di Dio, anche se so che non è facile. L'uomo ha dentro di se domande reali a cui vuole dare una risposta; il geovismo dà risposte chesembrano appaganti ma che nella sostanza sono posticce, preconfezionate e ideologiche. Ma l'uomo ha bisogno di risposte sensate, che abbiano un senso e che diano senso alla vita. Ti auguro di trovarle!
:grazie: :ciao:

Caro Citocromo di questo me ne rendo conto anch’io il geovismo mi ha avvelenato dentro ed è davvero dura uscirne con la mente, non leggo la bibbia perché se la leggo trovo i passi della mia prigionia e rovina e mi viene voglia di buttarla via, tanto che ancora pochi giorni fa discutendone con una evangelica le ho detto: “vendono la bibbia sempre a minor prezzo? Bene, quando costerà meno della carta igienica la comprerò!”

Fiore d'oriente ha scritto:mi rispecchio nella risposta che mi hai dato
percepisco la grande sofferenza che hai
anche a me non consola sapere che altri ci hanno rimesso
piu' di me restando nella wts anzi mi fa' soffrire ancora di piu'
e soffro tantissimo come te perche continuano a fare del male
e la passano liscia,ma ti dico una cosa con il cuore
perchè non sopporto vederti soffrire,
non dare loro modo di farti altro male,il solo pensare a cio' che hai perso
e il tuo soffrire gli sta' dando un grande potere,lascia perdere meritano solo indifferenza
e non preoccuparti arrivera' il momento che pagheranno per tutto il male che ci hanno fatto.
ti abbraccio forte forte e ricorda per te i sono sempre :bacio: fiore

Cara Fiore, come vedi in molti punti abbiamo concordia di vedute e quando lo vuoi sai che anch’io per te ci sono sempre!

cavallino fiammiferino ha scritto:intervengo per illustrare il mio percorso:
...
Ed è giusto, che sia così; e chissa che anch'io non sia...
sulla strada che porta dritto dritto all'inferno. Chi più misero?
Chi vorrebbe che un propio caro, il padre, la madre un fratello,
un figlio/a
facesse quella fine, che differenza c'è tra gli altri o parenti degli altri;
e noi?
Nessuna, proprio nessuna."(parole non mie,ma........di un ......"Angelo")

Caro Cavallino ho letto con attenzione la tua esperienza, sei pronto ad accogliere una lei nella tua vita? Non ti preoccupare, arriverà, in fondo si dice che la vita è come un albero di natale, c’è sempre chi rompe le p….!
Scusami, sto scherzando, è più forte di me!
In fondo mia moglie mitiga di molto il mio malessere, il mio è un cielo buio di notte dove però brilla una bellissima luna piena!

davidemax1981 ha scritto:
Voyager65 ha scritto:Chi è disposto ad amare Dio solo per amore senza sperare di avere nulla da Lui?
I credenti sono davvero sicuri che amerebbero lo stesso Dio e seguirebbero le sue norme se sapessero che non ne otterrebbero alcun beneficio nè in questa vita nè in un'altra?
Chi sarebbe così "stupido" da amare Dio disinteressatamente così come si ama un amico?


Caro Voyager, la tua, a mio parere, non è un'antipatica insinuazione, ma un vero e proprio ragionamento logico.
Spesso il buonismo viene confuso con la fede e la paura di stare al mondo con il credere in un dio qualsiasi.

La fede è credere in un essere che con noi non comunica, che non vediamo, di cui non sappiamo nulla. Se si è disposti a morire o soffrire per "lui", benissimo: è una scelta come altre.

Ma, in effetti, credo che la maggioranza degli esseri umani che hanno fede sperano nella ricompensa, altrimenti andrebbero contro il normale istinto di auto-conservazione.

Caro Davide, queste sono proprio le domande che mi pongo sempre, mi chiedo davvero, vedendo persone di grande fede, chi di loro farebbe davvero la “strada stretta” se sapesse con certezza che farlo è completamente inutile, certo l’avrebbe detto Gesù di seguire la strada stretta ma poi bisogna crederci per seguirla, vedi, io non ci credo più perché nel geovismo seguivo si una strada stretta e tortuosa eppure alla sua fine non c’era affatto la vita, c’era l’inferno della disoccupazione!
Allora non ci si può fidare neanche delle strade strette in quanto gli uomini si divertono a crearne a danno altrui e profitto proprio, perciò francamente è meglio la larga e comoda, alla fine muoio lo stesso ma almeno un pò me la godo e mi diverto!
:witdg:
Se la sapienza di questo mondo è stoltezza presso Dio, l'ignoranza lo è ancora di più!
Avatar utente
Voyager65
Utente Junior
 
Messaggi: 853
Iscritto il: 28/08/2009, 11:09

Messaggiodi Voyager65 » 02/03/2011, 13:53

Aquarivs ha scritto:Vorrei vederli tutti questi innamorati di dio, di nascosto, come una piccola mosca, nelle loro giornate quotidiane chissà quante cose fanno a dimostrazione che non sono per nulla interessati nè innamorati del loro vicino di casa, del loro collega, del loro dirimpettaio che ESISTONO tanto più dovrei credere la medesima cosa di un dio che non esiste..

E' facile dire di amare dio, ma vorrei capire quest'amore a cosa è legato. Questo sentimento quanto è amore e non altro..
E' facile dira amo dio quanto un ragazzino alla prima cotta. L'amore si basa su cose importanti come la relazione, lo scambio fra due individui, la conoscenza dovuta alla frequentazione, al convissuto..
Ci sono ragazzine che sono innamorate dei loro idoli, televisivi artistici.. ma di fatto innamorate de che? Non hanno mai scambiato una sola parola con loro eppure si dicono innamorate..

E questo è solo un esempio fra i tanti.

Hai mirabilmente azzeccato il punto! :quoto100:
Infatti come si può amare colui che non interviene per nulla nella nostra vita e che come merito avrebbe solo quello di essersi fatto uomo e averci salvato dal peccato, a parte il fatto che un avvenimento di 2000 anni fa resta avvolto nel dubbio se sia realmente accaduto, abbiamo anche una "salvezza" con un significato alquanto misterioso e, alla luce dell'esperienza quotidiana, pure bizzarro.
Hai voglia a dire "Cristo è morto per te!" ma quando ero disoccupato francamente avrei preferito sentirmi dire "Cristo ti ha fatto riammettere in servizio" oppure "Cristo ti ha trovato un nuovo lavoro per te!", insomma se resto disoccupato cosa me ne può importare della "buona novella"?
Come potrei amare chi, di fronte ai miei problemi, mi propone cose che non mi interessano?
Se la sapienza di questo mondo è stoltezza presso Dio, l'ignoranza lo è ancora di più!
Avatar utente
Voyager65
Utente Junior
 
Messaggi: 853
Iscritto il: 28/08/2009, 11:09

Messaggiodi Brambilla Bruna » 02/03/2011, 14:12

[quote="Voyager65"][quote="Brambilla Bruna"]Corrado
ciao eccoti ora ti riconosco...so che non è facjle !!!!...sono pensieri che tubano a volte anche me...vedo in tante persone al quale io voglio bene indifferenza ...l'aiutare il prossimo è diventata una virtù altrimenti sei un parassita ...ho nel cuore e nella mia mente la porta di casa mia era sempre aperta a tutti era..ora la chiudo a chiave...sono cambiata io sono cambiati i tempi ...eppure dietro a questo schermo che vedi davanti a te ho un cuore ...ma nessuno sente nessuno se non in casi speciali ti chiede come stai ..un buon giorno...una buona notte....dimmi come credere che esista...!!! questo Dio che infondi nei nostri cuori quel minimo di fratellanza ..e di amore...riconoscerlo perla sua bonta'... eppure tanti credono ...io faccio fatica ... credimi non sono una santa...ma forse sogno di un sogno che rimane dentro a me stessa ...che mi rifugio per non guardarmi intorno ...e giuro vorrei avere quella fede gusta sbagliata che sia e sentirmi tranquilla sotto questa ala prottrettrice ..che illuminerebbe la mia via......lasciando il mio cammino libero...non credo nei miracoli...credo che nonostante tutto l'uomo sia buono...almeno spero ..che un giorno guardandosi intorno ritrovi se stesso e i suoi principi ...di fratellanza e di bontà..... ciao caro amico ti voglio bene BRUNA :fiori e bacio: :bacio: :fiori:
Avatar utente
Brambilla Bruna
Utente Platinium
 
Messaggi: 12711
Iscritto il: 16/07/2009, 15:24

per acquarius

Messaggiodi cavallino fiammiferino » 02/03/2011, 14:13

Se Gesù è Dio,se noi abbiamo un'anima,se Dio è amore,se il percorso terreno è un passaggio,se Dio ci vuole con Lui ,ma ci lascia liberi come tu faresti con la tua donna se scoprissi che non ti amasse ,eppure nel nome del tuo amore non le augureresti delle sofferenze,se Egli è venuto in carne ed ha sofferto(mai visto la passione di Mel Gibson?)per i nostri peccati ,se Egli può già dimorare in noi come un fuoco che ci riscalda,sapremmo comportarci con rispetto ed altruismo verso il prossimo,nei limiti delle nostre capacità ed energie,e chissà se Lui in noi non ce ne dia all'occorrenza!
Dio Cristo è venuto una sola volta,ma ne abbiamo notizia storica e testimonianza evangelica.
Non diamo retta a "zeitgeist",Cristo è Persona Vivente,non raffigurazione allegorica!!!!!!!!
Se l'attuale società è stata costruita su un principio di libertarismo,dove tutti sono atomizzati e quindi meglio controllabili dalle "forze del mercato"forse è colpa di qualche "genio luciferino" che applica il Dividi et imperat.
Se la figura femminile viene costantemente mercificata ,nel corpo e nell'anima tant'è che per molti,l'unica comunicazione tra uomo e donna è di tipo sessuale ed abbiamo in Italia da una parte le donne odiosamente aggressive,dall'altra gli uomini depotenziati ed imbelli,la colpa non è di Dio (riguardiamoci i Vangeli e vediamo come Gesù trattava le donne)ma di quello che i Testimoni di Geova chiamano...la bestia selvaggia,il marketing commerciale.
Se da famiglie di fede robusta escono persone ragionevoli e responsabili(da diverse denominazioni,ma da noi in Italia le buone famiglie cattoliche non mancano)questo è già un vantaggio.
Perchè nella Chiesa il Cristo è crocefisso e gronda di sangue:saranno dei sadici perversi,o forse ad ogni nostra mancanza,Dio Cristo sanguina ancora?

Io vengo dal Salento,una terra dove ad ogni paese corrisponde una campana,di antiche tradizioni agricole e dove la Chiesa era importante(come in Sardegna)Lo si vede dalla gentilezza dei popoli,dalla "creanza" che nelle nostre metropoli sta scomparendo ,dalla fertilità di giovani menti vivaci e creative.
Bel progresso,uccidere la terra per avere il cellulare di ultima generazione,pieno di contenuti a pagamento che valgono poco . Essere tutti interconnessi per poterci insultare,perchè non sappiamo più confrontarci,avere dei politici che sono dei"lobbisti" e non dei rappresentanti del popolo.Se questi valori sono trascurati è perchè forse sotto sotto ognuno di noi desidera essere qualcosa di speciale,e lo siamo in effetti,ma Cristo ci offre qualcosa di immensamente più grande!!
Avatar utente
cavallino fiammiferino
Nuovo Utente
 
Messaggi: 345
Iscritto il: 28/02/2011, 8:47

Messaggiodi Luciano » 02/03/2011, 14:43

e persone prive di sentimenti"

volevo mediare questa frase
"Soffocate nei sentimenti"
andrebbe meglio?
Luciano mediatore (ma non l'unico)
Avatar utente
Luciano
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3396
Iscritto il: 25/08/2009, 16:59

Messaggiodi Aquarivs » 02/03/2011, 15:08

Se Gesù è Dio,se noi abbiamo un'anima,se Dio è amore,se il percorso terreno è un passaggio,se Dio ci vuole con Lui ,ma ci lascia liberi


Già ci sono troppi se in questa frase. Stiamo parlando di AMARE. E l'amore non si poggia sui se ma sui fatti.

come tu faresti con la tua donna se scoprissi che non ti amasse ,eppure nel nome del tuo amore non le augureresti delle sofferenze


se questa donna non mi ha voluto, proprio per l'amore che ho per lei la lascio andare senza alcuna condanna. Non ha senso dire che la amo e la lascio libera mentre però le spezzo le gambe così non potrà camminare più come dio avrebbe fatto nel momento in cui si è accorto che non lo volevamo maledicendoci..

,se Egli è venuto in carne ed ha sofferto(mai visto la passione di Mel Gibson?)


millenni di storia, questo dio sarebbe venuto un attimino e si aspetta pure che crediamo ad un attimo di presenza in millenni e millenzi di totale assenza e menefreghismo? Ps.. non mi parlare di quel filmaccio che è talmente traculento da far venire la nausea..

per i nostri peccati ,se Egli può già dimorare in noi come un fuoco che ci riscalda,sapremmo comportarci con rispetto ed altruismo verso il prossimo,nei limiti delle nostre capacità ed energie,e chissà se Lui in noi non ce ne dia all'occorrenza!


mi pare che esistano miliardi di persone che non credono in cristo non lo ritengono nè un dio nè altro eppure sono persone che rispettano il loro prossimo..

Dio Cristo è venuto una sola volta,ma ne abbiamo notizia storica e testimonianza evangelica.


non esistono testimonianze storiche sulla natura divina di cristo.. non diciamo eresie..


Non diamo retta a "zeitgeist",Cristo è Persona Vivente,non raffigurazione allegorica!!!!!!!!


evengelico, eh?

Se l'attuale società è stata costruita su un principio di libertarismo,dove tutti sono atomizzati e quindi meglio controllabili dalle "forze del mercato"forse è colpa di qualche "genio luciferino" che applica il Dividi et imperat.


A me sembra che stia avvenendo il contrario. Cito casualmente i filosofi del 900 per puntualizzare che la libertà dell'uomo è inversamente proporzionale alla schiavitù posta dalla religione..

Se la figura femminile viene costantemente mercificata ,nel corpo e nell'anima tant'è che per molti,l'unica comunicazione tra uomo e donna è di tipo sessuale ed abbiamo in Italia da una parte le donne odiosamente aggressive,dall'altra gli uomini depotenziati ed imbelli,la colpa non è di Dio (riguardiamoci i Vangeli e vediamo come Gesù trattava le donne)ma di quello che i Testimoni di Geova chiamano...la bestia selvaggia,il marketing commerciale.


Non ho capito che c'entra.. Ma probabilmente hai ragione.. Anch'io se vedessi struprare una donna in un vicolo fare spallucce e direi: embè non è colpa mia no?

Se da famiglie di fede robusta escono persone ragionevoli e responsabili(da diverse denominazioni,ma da noi in Italia le buone famiglie cattoliche non mancano)questo è già un vantaggio.
Perchè nella Chiesa il Cristo è crocefisso e gronda di sangue:saranno dei sadici perversi,o forse ad ogni nostra mancanza,Dio Cristo sanguina ancora?


Non è la fede che crea persone ragionevoli e saggie. Altrimenti avremmo migliaia di persone che non lo sono essendo atee.. non confondiamo le minestre per cortesia ..

Io vengo dal Salento,una terra dove ad ogni paese corrisponde una campana,di antiche tradizioni agricole e dove la Chiesa era importante(come in Sardegna)Lo si vede dalla gentilezza dei popoli,dalla "creanza" che nelle nostre metropoli sta scomparendo ,dalla fertilità di giovani menti vivaci e creative.
Bel progresso,uccidere la terra per avere il cellulare di ultima generazione,pieno di contenuti a pagamento che valgono poco . Essere tutti interconnessi per poterci insultare,perchè non sappiamo più confrontarci,avere dei politici che sono dei"lobbisti" e non dei rappresentanti del popolo.Se questi valori sono trascurati è perchè forse sotto sotto ognuno di noi desidera essere qualcosa di speciale,e lo siamo in effetti,ma Cristo ci offre qualcosa di immensamente più grande!!


Non ho capito nemmeno questo.. Cosa mi offrirebbe Cristo di più grande? Chi ti dice che io non possa avere quello che desidero senza quest'intervento miracoloso?
Aquarivs
 

Messaggiodi cavallino fiammiferino » 02/03/2011, 15:30

Voyager65 ha scritto:
Caro Cavallino ho letto con attenzione la tua esperienza, sei pronto ad accogliere una lei nella tua vita? Non ti preoccupare, arriverà, in fondo si dice che la vita è come un albero di natale, c’è sempre chi rompe le p….!
Scusami, sto scherzando, è più forte di me!
In fondo mia moglie mitiga di molto il mio malessere, il mio è un cielo buio di notte dove però brilla una bellissima luna piena!



Non vedo l'ora che ti tolga quegli occhiali scuri da terminator!!!!perchè già ti sento ridere dentro!!!!!!!!
Avatar utente
cavallino fiammiferino
Nuovo Utente
 
Messaggi: 345
Iscritto il: 28/02/2011, 8:47

Messaggiodi cavallino fiammiferino » 02/03/2011, 17:21

Aquarivs ha scritto:
Se Gesù è Dio,se noi abbiamo un'anima,se Dio è amore,se il percorso terreno è un passaggio,se Dio ci vuole con Lui ,ma ci lascia liberi


Già ci sono troppi se in questa frase. Stiamo parlando di AMARE. E l'amore non si poggia sui se ma sui fatti.


E in effetti sono dei "se dubitativi"utilizzati per esporre degli articoli di fede.Ma li ho messi per evidenziare che il punto di partenza é la concezione teologica dei Testimoni di Geova.


come tu faresti con la tua donna se scoprissi che non ti amasse ,eppure nel nome del tuo amore non le augureresti delle sofferenze


se questa donna non mi ha voluto, proprio per l'amore che ho per lei la lascio andare senza alcuna condanna. Non ha senso dire che la amo e la lascio libera mentre però le spezzo le gambe così non potrà camminare più come dio avrebbe fatto nel momento in cui si è accorto che non lo volevamo maledicendoci..



E se non fosse possibile altrimenti? e se la vita si basasse su un principio "energetico?",prova a sostituire energia con Amore( e penso a quei neonati che crescono meglio se "coccolati" dalle infermiere)


se Egli è venuto in carne ed ha sofferto(mai visto la passione di Mel Gibson?)

millenni di storia, questo dio sarebbe venuto un attimino e si aspetta pure che crediamo ad un attimo di presenza in millenni e millenzi di totale assenza e menefreghismo?



Questo perchè(la pensavo esattamente come te)la propaganda massonica(scuola istituzionale)e la prospettiva storica fornita dalla Wt sono falsate.Ognuno vive "here and now"e non posso fare un coacervo delle nozioni cronologiche cercando di fare una "summa"risolutiva e spiegare la storia ed incolpare Dio di trascuratezza.Ognuno nella vita fa delle scelte in base al suo livello di consapevolezza delle cose.Non è inconciliabile con l'idea di Amore=suprema energia.La Chiesa ha la sua storia di 2000 anni ed in ogni secondo di essa ci sono state persone che come me e te si interrogavano sulla ragione delle sofferenze.
Ps.. non mi parlare di quel filmaccio che è talmente traculento da far venire la nausea..


Citato solo perche nella sua pornografica rappresentazione della violenza inflitta a Cristo è l'unico che da l'idea di quello che realmente ha passato(preferisci "ombre rosse" o "balla coi lupi?")

per i nostri peccati ,se Egli può già dimorare in noi come un fuoco che ci riscalda,sapremmo comportarci con rispetto ed altruismo verso il prossimo,nei limiti delle nostre capacità ed energie,e chissà se Lui in noi non ce ne dia all'occorrenza!


mi pare che esistano miliardi di persone che non credono in cristo non lo ritengono nè un dio nè altro eppure sono persone che rispettano il loro prossimo..


Non credo che il Cristianesimo non rispetti il prossimo,offre una strada,difficile,scabrosa,intensa dicendo che è quanto di meglio ci sia per l'uomo,addirittura raggiungere Dio dopo la morte e ricongiungersi al Padre,origine e sostentatore della vita.A me pare sublime ed insperato.Sono i fondamentalismi tipo WT che violano le coscienze.Il Cristianesimo richiede"testimonianza",non proselitismo.

Dio Cristo è venuto una sola volta,ma ne abbiamo notizia storica e testimonianza evangelica.


non esistono testimonianze storiche sulla natura divina di cristo.. non diciamo eresie..


Su questo devo documentarmi meglio,ma non sareì il solo a crederlo. I vangeli parlano comunque di miracoli.

Non diamo retta a "zeitgeist",Cristo è Persona Vivente,non raffigurazione allegorica!!!!!!!!


evengelico, eh?


Qui ci inseriamo nella differenza tra Cattolicesimo e Protestantesimo,Dottrina apostolica e Tradizione contro "Sola Scrittura".Personalmente devo approfondire l'argomento,mi serve tempo e testi,ma non partirei da zero.Semplicemente so che non sono io ad essermelo inventato

Se l'attuale società è stata costruita su un principio di libertarismo,dove tutti sono atomizzati e quindi meglio controllabili dalle "forze del mercato"forse è colpa di qualche "genio luciferino" che applica il Dividi et imperat.


A me sembra che stia avvenendo il contrario. Cito casualmente i filosofi del 900 per puntualizzare che la libertà dell'uomo è inversamente proporzionale alla schiavitù posta dalla religione..


Per sostituirla con la schiavitù posta dai mercati....complimenti!!!!(c'è tutta un'area di pensiero filosofico di matrice Cattolica che ne fa l'analisi e l'antitesi.Purtroppo non è divulgata come la filosofia che tu citi,è materia settoriale(studi universitari) ed ecclesiale, e questo è un peccato.

Se la figura femminile viene costantemente mercificata ,nel corpo e nell'anima tant'è che per molti,l'unica comunicazione tra uomo e donna è di tipo sessuale ed abbiamo in Italia da una parte le donne odiosamente aggressive,dall'altra gli uomini depotenziati ed imbelli,la colpa non è di Dio (riguardiamoci i Vangeli e vediamo come Gesù trattava le donne)ma di quello che i Testimoni di Geova chiamano...la bestia selvaggia,il marketing commerciale.


Non ho capito che c'entra.. Ma probabilmente hai ragione.. Anch'io se vedessi struprare una donna in un vicolo fare spallucce e direi: embè non è colpa mia no?


Chi è lo stupratore,..Dio? Nessun vero credente stuprerebbe e se mi trovassi nei paraggi intervverrei,penso di esser su questa terra per contribuire ad una cultura di crescita e rispetto delle persone.Non sono Dio e non ti so dire perchè Egli non interviene.Posso solo dire che Cristo non ha stuprato nessuno e se a volte nei Vangeli mi è apparso un pò scorbutico,lo ammetto,avrà avuto le sue buone ragioni.

Se da famiglie di fede robusta escono persone ragionevoli e responsabili(da diverse denominazioni,ma da noi in Italia le buone famiglie cattoliche non mancano)questo è già un vantaggio.
Perchè nella Chiesa il Cristo è crocefisso e gronda di sangue:saranno dei sadici perversi,o forse ad ogni nostra mancanza,Dio Cristo sanguina ancora?


Non è la fede che crea persone ragionevoli e saggie. Altrimenti avremmo migliaia di persone che non lo sono essendo atee.. non confondiamo le minestre per cortesia ..


Non è la ragionevolezza che metto in dicussione nè la saggezza.La fede riguarda i destini ultimi dell'Uomo e se ne parla da millenni.Per me questa affermazione è un ulteriore retaggio della visione delle cose"Geovista".

Io vengo dal Salento,una terra dove ad ogni paese corrisponde una campana,di antiche tradizioni agricole e dove la Chiesa era importante(come in Sardegna)Lo si vede dalla gentilezza dei popoli,dalla "creanza" che nelle nostre metropoli sta scomparendo ,dalla fertilità di giovani menti vivaci e creative.
Bel progresso,uccidere la terra per avere il cellulare di ultima generazione,pieno di contenuti a pagamento che valgono poco . Essere tutti interconnessi per poterci insultare,perchè non sappiamo più confrontarci,avere dei politici che sono dei"lobbisti" e non dei rappresentanti del popolo.Se questi valori sono trascurati è perchè forse sotto sotto ognuno di noi desidera essere qualcosa di speciale,e lo siamo in effetti,ma Cristo ci offre qualcosa di immensamente più grande!!


Non ho capito nemmeno questo.. Cosa mi offrirebbe Cristo di più grande? Chi ti dice che io non possa avere quello che desidero senza quest'intervento miracoloso?


Quello che tu desideri in questa vita è a portata di mano e non viene negato (ovviamente non siamo onnipotenti).Ma non si parla di intervento miracoloso,la vita è di per sè un miracolo.(qualcuno dice un dono)La Chiesa dice che DioCristo vuole portare la nostra essenza,l'anima,chiamala come vuoi ,in una condizione di consapevolezza inimmaginabile,presso di Lui,che dirti ,spirito ,energia nell'energia,pulsazione sincrona,beatitudine,non so che dirti,compartecipazione al bene assoluto.
Le istruzioni sono nel vangelo,accogliere Cristo per me significa sintonizzarmi,la frequenza la trovo in un paio di occhi sorridenti,e non è una cosa cervellotica "alla Brooklin",forse la capiscono già i bambini

Con rispetto ed amicizia.
Ultima modifica di cavallino fiammiferino il 02/03/2011, 17:44, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
cavallino fiammiferino
Nuovo Utente
 
Messaggi: 345
Iscritto il: 28/02/2011, 8:47

Messaggiodi cavallino fiammiferino » 02/03/2011, 17:24

chiedo scusa per il turchese troppo chiaro
Avatar utente
cavallino fiammiferino
Nuovo Utente
 
Messaggi: 345
Iscritto il: 28/02/2011, 8:47

PrecedenteProssimo

Torna a Argomenti dottrinali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici