Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

vera religione

Tutto ciò che riguarda la dottrina dei Testimoni di Geova.

Moderatore: polymetis

vera religione

Messaggiodi Mario70 » 12/03/2011, 19:42

E' incredibile come a volte i tdg si danno da soli la zappa sui piedi.
Leggete questo paragrafo e ditemi cosa capite:
Torre di guardia del 1/5/1987 pag 6:

"Coloro che hanno introdotto nuove “profezie”, religioni e sette dopo che la Bibbia è stata completata non possono essere stati ispirati da Dio. Le vere profezie non sono state date per rivelare nuove religioni. Hanno tenuto aggiornata la vera religione e hanno fatto conoscere la futura realizzazione del proposito di Geova. Il loro adempimento è una prova del fatto che la Divinità e la potenza di Geova non hanno uguali, in quanto mostra che lui solo può predire con secoli di anticipo ciò che avverrà e farlo infallibilmente accadere. — Isaia 41:21-26; 46:9-11.

Quale religione cristiana sopravvive ancora oggi ed esiste da prima che la bibbia venisse completata?
«Ortodossia vuol dire non pensare, non aver bisogno di pensare. Ortodossia e inconsapevolezza son la stessa cosa.»

(1984) George Orwell
Avatar utente
Mario70
Utente Master
 
Messaggi: 6004
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

PROFETA DI DIO

Messaggiodi Mario70 » 12/03/2011, 19:53

A proposito di "profeta di Dio" ecco alcuni testi presi dal libro di Aldo Lorenzi:

1.jpg
1.jpg (115.8 KiB) Osservato 1718 volte


2.jpg
2.jpg (174.1 KiB) Osservato 1718 volte


3.jpg
3.jpg (166.88 KiB) Osservato 1718 volte


4.jpg
4.jpg (162.7 KiB) Osservato 1718 volte


5.jpg
5.jpg (142.79 KiB) Osservato 1718 volte
«Ortodossia vuol dire non pensare, non aver bisogno di pensare. Ortodossia e inconsapevolezza son la stessa cosa.»

(1984) George Orwell
Avatar utente
Mario70
Utente Master
 
Messaggi: 6004
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi Francesco Franco Coladarci » 12/03/2011, 19:55

Mario dice e condivido.
Quale religione cristiana sopravvive ancora oggi ed esiste da prima che la bibbia venisse completata?


Sarei proprio curioso di sapere come rispondono a questa domanda.
Franco
“Al di sopra del Papa, come espressione della pretesa vincolante dell’autorità ecclesiastica, resta comunque la coscienza di ciascuno, che deve essere obbedita prima di ogni altra cosa, se necessario anche contro le richieste dell’autorità ecclesiastica.”
(Cardinal Joseph Ratzinger )

skype: el_condor4
Avatar utente
Francesco Franco Coladarci
Moderatore
 
Messaggi: 3837
Iscritto il: 16/07/2009, 20:24

Messaggiodi Vincy » 12/03/2011, 21:52

Mario70 ha scritto:E' incredibile come a volte i tdg si danno da soli la zappa sui piedi.
Leggete questo paragrafo e ditemi cosa capite:
Torre di guardia del 1/5/1987 pag 6:

"Coloro che hanno introdotto nuove “profezie”, religioni e sette dopo che la Bibbia è stata completata non possono essere stati ispirati da Dio. Le vere profezie non sono state date per rivelare nuove religioni. Hanno tenuto aggiornata la vera religione e hanno fatto conoscere la futura realizzazione del proposito di Geova. Il loro adempimento è una prova del fatto che la Divinità e la potenza di Geova non hanno uguali, in quanto mostra che lui solo può predire con secoli di anticipo ciò che avverrà e farlo infallibilmente accadere. — Isaia 41:21-26; 46:9-11.

Quale religione cristiana sopravvive ancora oggi ed esiste da prima che la bibbia venisse completata?


Sicuramente la loro risposta sarà pressocché questa:
La vera religione era il cristianesimo dei tempi di cristo e prima della "grande apostasia" dilagata dopo la morte dell'apostolo Giovanni.
Dato che la Chiesa Cattolica Apostolica Romana come tale fu stabilita ufficialmente molti anni dopo che la Bibbia fu completata ed è il risultato della "grande apostasia", e della più grande Unione (intesa come fusione) delle fedi avvenuta, non può essere la vera religione né il proseguimento o il naturale sviluppo del vero cristianesimo.
Invece i tdg, avendo come primario obiettivo della loro esistenza il ripristino del vero cristianesimo (e qui aggiungono la profezia del grano e zizzanie, il 1914, lo "schiavo", la parusia, ecc ecc) sono il naturale proseguimento della vera religione che ha avuto un periodo di oscurantismo e poi è rinata.
Le profezie bibliche, fatte loro comprendere da Dio stesso, hanno aggiornato la vera religione e la tengono aggiornata con nuovi intendimenti!

Certo, in risposte simili, si evidenziano un sacco di errori: impostazione del ragionamento con presupposti errati a livello logico, storico, dottrinali, ecc...

Il mio è uno spunto per proseguire nell'analisi e discussione.

Vincy
"La mente che rinuncia, una volta per tutte, ad una speranza inutile, riceve come ricompensa una serenità crescente." - Raymond Victor FRANZ.
Avatar utente
Vincy
Nuovo Utente
 
Messaggi: 309
Iscritto il: 09/11/2009, 3:10

Messaggiodi Mario70 » 12/03/2011, 23:22

Vincy ha scritto:
Mario70 ha scritto:E' incredibile come a volte i tdg si danno da soli la zappa sui piedi.
Leggete questo paragrafo e ditemi cosa capite:
Torre di guardia del 1/5/1987 pag 6:

"Coloro che hanno introdotto nuove “profezie”, religioni e sette dopo che la Bibbia è stata completata non possono essere stati ispirati da Dio. Le vere profezie non sono state date per rivelare nuove religioni. Hanno tenuto aggiornata la vera religione e hanno fatto conoscere la futura realizzazione del proposito di Geova. Il loro adempimento è una prova del fatto che la Divinità e la potenza di Geova non hanno uguali, in quanto mostra che lui solo può predire con secoli di anticipo ciò che avverrà e farlo infallibilmente accadere. — Isaia 41:21-26; 46:9-11.

Quale religione cristiana sopravvive ancora oggi ed esiste da prima che la bibbia venisse completata?


Sicuramente la loro risposta sarà pressocché questa:
La vera religione era il cristianesimo dei tempi di cristo e prima della "grande apostasia" dilagata dopo la morte dell'apostolo Giovanni.
Dato che la Chiesa Cattolica Apostolica Romana come tale fu stabilita ufficialmente molti anni dopo che la Bibbia fu completata ed è il risultato della "grande apostasia", e della più grande Unione (intesa come fusione) delle fedi avvenuta, non può essere la vera religione né il proseguimento o il naturale sviluppo del vero cristianesimo.
Invece i tdg, avendo come primario obiettivo della loro esistenza il ripristino del vero cristianesimo (e qui aggiungono la profezia del grano e zizzanie, il 1914, lo "schiavo", la parusia, ecc ecc) sono il naturale proseguimento della vera religione che ha avuto un periodo di oscurantismo e poi è rinata.
Le profezie bibliche, fatte loro comprendere da Dio stesso, hanno aggiornato la vera religione e la tengono aggiornata con nuovi intendimenti!

Certo, in risposte simili, si evidenziano un sacco di errori: impostazione del ragionamento con presupposti errati a livello logico, storico, dottrinali, ecc...

Il mio è uno spunto per proseguire nell'analisi e discussione.

Vincy

Si Vincenzo ovvimente conosco la loro risposta, ma se ci atteniamo esattamente a quanto hanno scritto ovvero:

"Coloro che hanno introdotto nuove “profezie”, religioni e sette dopo che la Bibbia è stata completata non possono essere stati ispirati da Dio. Le vere profezie non sono state date per rivelare nuove religioni."

Sicuramente capiamo che la loro religione non può essere "ispirata da Dio" essendo nata 1800 anni dopo!
Insomma sono le loro stesse parole a squalificarli, oltre al fatto che come abbiamo visto dalle loro fonti a giorni alterni, quando il loro spirito santo dava la luce intermittente, si sono autoproclamati "il profeta di Geova" o coloro che profetizzano negli ultimi giorni...
Ciao
«Ortodossia vuol dire non pensare, non aver bisogno di pensare. Ortodossia e inconsapevolezza son la stessa cosa.»

(1984) George Orwell
Avatar utente
Mario70
Utente Master
 
Messaggi: 6004
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

A proposito di "profezie"

Messaggiodi Mario70 » 12/03/2011, 23:46

E' utile ricordare a chi non lo ha mai letto come lo spirito santo di Geova li ha guidati nell'interpretazione di romani 13:1 a proposito di chi fossero le autorità superiori:

1.jpg
1.jpg (138.53 KiB) Osservato 1642 volte


2.jpg
2.jpg (149.46 KiB) Osservato 1642 volte


Che vergogna, questo spirito santo è diventato uno zimbello da usare a loro proprio uso e consumo...
«Ortodossia vuol dire non pensare, non aver bisogno di pensare. Ortodossia e inconsapevolezza son la stessa cosa.»

(1984) George Orwell
Avatar utente
Mario70
Utente Master
 
Messaggi: 6004
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

e vvaiii!!!!!!

Messaggiodi cavallino fiammiferino » 13/03/2011, 4:28

:bacio:
Avatar utente
cavallino fiammiferino
Nuovo Utente
 
Messaggi: 345
Iscritto il: 28/02/2011, 8:47

Messaggiodi filadelfo » 13/03/2011, 11:49

:test: :test: :test: :test: Ma volete mettere solo loro sono i depositari della "vera" religione perchè solo loro sono glieletti gli unti ecc. ecc. poui mettere sotto gli occhi anche la cosa più evidente come la risposta di Pietro noi crediamo che sei ...... e la risposta di Gesù ma niente. anche la bibbia solo la loro è la vera le altre non contano. E accusano gli altri di mancanza di umiltà :test:
Mario70 ha scritto:E' incredibile come a volte i tdg si danno da soli la zappa sui piedi.
Leggete questo paragrafo e ditemi cosa capite:
Torre di guardia del 1/5/1987 pag 6:

"Coloro che hanno introdotto nuove “profezie”, religioni e sette dopo che la Bibbia è stata completata non possono essere stati ispirati da Dio. Le vere profezie non sono state date per rivelare nuove religioni. Hanno tenuto aggiornata la vera religione e hanno fatto conoscere la futura realizzazione del proposito di Geova. Il loro adempimento è una prova del fatto che la Divinità e la potenza di Geova non hanno uguali, in quanto mostra che lui solo può predire con secoli di anticipo ciò che avverrà e farlo infallibilmente accadere. — Isaia 41:21-26; 46:9-11.

Quale religione cristiana sopravvive ancora oggi ed esiste da prima che la bibbia venisse completata?
Avatar utente
filadelfo
Nuovo Utente
 
Messaggi: 110
Iscritto il: 04/12/2010, 17:52

Messaggiodi Potranga50 » 14/03/2011, 11:10

Ecco le citazioni tratte da
I TESTIMONI DI GEOVA. Scritti, dottrine ed evoluzione storica
Citazioni tratte dagli scritti ufficiali della Società Torre di Guardia dal 1879 al 2010
Edizioni il Cerchio:

PROFETI E PROFEZIE
“Coloro che hanno introdotto nuove “profezie”, religioni e sette dopo che la Bibbia è stata completata non possono essere stati ispirati” (La Torre di Guardia 1/5/1987 p. 6)
2162
“Veramente visse tra noi in questi ultimi giorni un profeta del Signore... i suoi lavori rimangono come una testimonianza permanente della sua saggezza e fedeltà”.
(WT 1/6/1917 reprints p. 6091)
2163
“... la via del dubbio e dell’opposizione conduce a dubitare... delle evidenze della fine del mondo... e, infine, condurrà al ripudio di Dio, del nostro Signore Gesù Cristo e del sangue col quale siamo stati comprati”.
(WT 1/5/1922 p. 132)
2164
Rutherford: “La profezia è dunque la storia dell’uomo scritta anticipatamente. Per questo motivo la profezia non può essere capita dall’uomo finché si sia adempiuta o sia in corso di adempimento”.
(La Creazione 1927 p. 104)
2165
Rutherford affermò pure: “Possiamo conoscere di aver interpretato correttamente una profezia quando siamo in grado di applicarne le parole ai fatti fisici quali realmente si svolgono e troviamo che corrispondono perfettamente”.
(Vita 1929 pp. 297-298)
2166
“Tutte le profezie furono dettate da Geova iddio e furono scritte in modo tale che nessuna creatura, neppure i profeti che le scrissero, poterono comprendere il significato prima che fosse giunto il tempo fissato da Dio perché divenissero intelligibili… Durante i secoli trascorsi la Bibbia è stata in gran parte incomprensibile a tutti… Ma all’ora attuale le profezie diventano intelligibili per coloro che realmente amano e servono Iddio… sovente la profezia è narrata in senso inverso, che, cioè, nella profezia è narrato per prima cosa ciò che è destinato ad adempiersi in ultimo, e viceversa”.
(Nemici 1937 pp. 208-209, 221)
2167
“Giovanni, caro, non pensi che dovremmo avere la Torre di Guardia e studiarla regolarmente, così potremo essere informati dello sviluppo delle profezie di Geova?”.
(Children 1941 p. 214)
2168
“Quelli che ricevono lo spirito sono benedetti con speciali privilegi concernenti la Parola di Dio… tutti quelli che sono unti con lo spirito, giovani e vecchi, maschi e femmine, “profetizzano” o dichiarano le profezie che Dio rende loro chiare per mezzo del suo spirito… lo spargimento dello spirito deve compiersi sul rimanente dei testimoni di Geova che sono membri del “corpo” di Cristo”.
(Il Regno è vicino 1950 pp. 312, 313)
2169
“I fatti dimostrano che i rimanenti discepoli unti di Cristo hanno fatto ciò profetizzando a tutte le nazioni...”.
(Lo spirito santo, la forza del nuovo ordine avvenire 1977 p. 148)
2170
“La Società Torre di Guardia… non è infallibile e non si è mai vantata di esserlo,… poiché lo spirito oggi non opera in questo modo, di tanto in tanto vengono fatte alcune correzioni”.
(La Torre di Guardia 15/5/1955 p. 316)
2171
“La parola canale è impiegata per descrivere un mezzo di trasmissione... la ‘Parola’ trasmette il messaggio o per mezzo di un messaggero angelico... o mediante lo spirito santo che ispira l’agente successivo nel sistema di comunicazione... Il canale terreno può essere tanto un profeta quanto un’organizzazione collettiva che funge da profeta... Dio dalla Pentecoste, 33 d.C. in poi abbia provveduto ai suoi servitori cristiani un fidato canale direttivo per l’intendimento di queste meravigliose rivelazioni della sua volontà e dei suoi propositi... questo canale di Dio... è costituito dalla congregazione collettiva degli unti... Che cosa si può dire dell’attuale e cristiano canale di comunicazione di Geova?... il portavoce di Geova sulla terra...”.
(La Torre di Guardia 1/11/1955 pp. 646, 649, 650, 653 e 659)
2172
“Effettivamente, vi sono oggi profeti per proclamare l’avvertimento di Geova,… vi sono coloro che proclamano le profezie riportate nella Bibbia che si riferiscono ai nostri giorni,… Quelli che oggi dichiarano questi messaggi profetici sono testimoni di Geova”.
(La Torre di Guardia 15/11/1957 p. 686)
2173
“Chi sarebbe stato il moderno Geremia?… Chi dunque annuncerà il suo messaggio profetico in questo tempo della fine delle nazioni di questo mondo?… Come fu risposto a tale domanda?… i testimoni di Geova sono stati e sono il profeta di Dio per le nazioni… I testimoni di Geova sono oggi profondamente grati che i fatti evidenti indichino che Dio si è compiaciuto di servirsi di loro”.
(La Torre di Guardia 15/7/1959 p. 432)
2174
Dio ha oggi sulla terra un’organizzazione per fare profezie.
(WT 1/10/1964 p. 601)
2175
“Come Geova rivelò le sue verità per mezzo della congregazione cristiana del primo secolo così fa oggi per mezzo della moderna congregazione cristiana. Mediante questo strumento egli fa profetizzare in proporzioni intensificate e senza precedenti. Tutta questa attività non avviene per caso. Geova è colui che la fa compiere”.
(La Torre di Guardia 1/12/1964 p. 717)
2176
“I tre requisiti fondamentali indicati da Mosè per stabilire le credenziali del vero profeta…”.
(Aid to Bible Understanding 1969 p. 1348; Perspicacia nello studio delle Scritture 1990 vol. 2 p. 663)
2177
“Quindi ciò che si dice in Rivelazione, capitolo undici, circa “i miei due testimoni” dovrebbe ben applicarsi a questo unto rimanente; e i fatti mostrano che si applica a loro… L’unto rimanente, “i miei due testimoni”, sono come altri profeti biblici, cioè Elia del decimo secolo a.E.V. e Mosè del sedicesimo secolo a.E.V.”.
(Quindi è finito il mistero di Dio 1971 pp. 264, 266)
2178
“Pertanto questo gruppo di unti seguaci di Gesù Cristo, compiendo nella cristianità un'opera parallela all'opera di Ezechiele fra i Giudei, era evidentemente il moderno Ezechiele, il ‘profeta’ incaricato da Geova per dichiarare la buona notizia del messianico regno di Dio e dare l’avvertimento alla cristianità”.
(La Torre di Guardia 15/9/1972 p. 551)
2179
“C'È OGGI una reale necessità che qualcuno parli come vero rappresentante di Dio... quale corpo di persone raduna Dio perché annuncino alla cristianità il messaggio che l’avverte della guerra che la sovrasta?... c’era alcun gruppo a cui Geova fosse disposto ad affidare l’incarico di parlare come “profeta” in Suo nome, come si era fatto a Ezechiele nel lontano 613 a.E.V.?”.
(La Torre di Guardia 1/9/1972 pp. 539, 541, 542)
2180
La risposta viene fornita ne La Torre di Guardia seguente.
“Oggi le persone... Hanno a disposizione la Bibbia, ma è poco letta o compresa. Ha dunque Geova un profeta per aiutarle, per avvertirle dei pericoli e dichiarare cose avvenire?... Chi è questo profeta?... non fu un uomo ma un gruppo di uomini e donne. Fu il piccolo gruppo dei seguaci delle orme di Gesù Cristo chiamati a quel tempo Studenti Biblici Internazionali. Oggi si chiamano cristiani testimoni di Geova... Certo, è facile dire che questo gruppo agisce quale ‘profeta’ di Dio. Darne la prova è un’altra cosa. Il solo modo in cui questo si può fare è di considerare la storia. Che cosa mostra?”.
(La Torre di Guardia 15/9/1972 p. 549)
Ma cfr. che cosa pensano i testimoni di Geova del profeta che sbaglia le profezie in: Paradiso restaurato per il genere umano dalla Teocrazia 1974 pp. 353-354 N° 2183; vedi anche Svegliatevi! 22/3/1993 p. 4 N° 2195).
2181
“Possono esser turbati dal grido della cristianità che i cristiani testimoni di Geova siano ‘falsi profeti’. Possono non essere pienamente convinti che questi siano i veri portavoce di Geova il Sovrano Signore. Se pervenissero alla conclusione che questi sono autentici portavoce sarebbero obbligati ad agire in proposito in maniera positiva... Ma è meglio conoscere ora, anziché troppo tardi, che fra noi c’è un’autentica classe profetica di cristiani e accettare il messaggio biblico e osservarlo ‘non come la parola degli uomini, ma, quale veracemente è, come la parola di Dio’… ”.
(Le nazioni conosceranno che io sono Geova come? 1973 pp. 292-293)
2182
Come riconoscere il vero profeta.
“Michea fu senz’altro un vero profeta del solo vero Dio, poiché soddisfece le tre fondamentali esigenze. Cioè: (1) Parlò nel nome del vero Dio. (2) Le sue profezie si avverarono. (3) Le sue profezie servirono e contribuirono a volgere le persone oneste al solo vero Dio”.
(La Torre di Guardia 1/5/1973 p. 263)
2183
“Geova... svergognerà tutti i falsi profeti o non adempiendo la falsa predicazione di tali sedicenti profeti o facendo adempiere le Sue proprie profezie in senso opposto alla predicazione dei falsi profeti. I falsi profeti cercheranno di nascondere la ragione per cui proveranno vergogna, negando chi essi siano realmente”.
(Paradiso restaurato per il genere umano dalla Teocrazia 1974 pp. 353-354)
Ma chi è il profeta secondo la Società; cfr. La Torre di Guardia 1/9/1972 pp. 539, 541, 542 N° 2179 e La Torre di Guardia del 15/9/1972 p. 549 N° 2180.
2184
“I testimoni di Geova, i cristiani del giorno attuale, si sforzano di predicare a tutti la buona notizia. Non pretendono d’essere infallibili o perfetti. Né sono profeti ispirati”.
(La Torre di Guardia 1/11/1976 p. 649)
2185
“Tali profeti fecero profezie del futuro in nome del loro dio. Se la profezia fatta in nome di un dio non si avverava, risultava che il dio era falso, che non era dio. Infatti, la prova di un vero dio si basava sulla sua facoltà di adempiere la sua profezia!”.
(Il nostro prossimo governo mondiale 1977 p. 18)
2186
“Tuttavia, in questi ‘ultimi giorni’, hanno alcuni servitori di Geova sostenuto in anticipo alcune errate opinioni circa la fine o telos (greco) di questo sistema? Sì”.
(La Torre di Guardia 1/7/1979 p. 29)
Quando le affermazioni del Corpo Direttivo risultano false, questi si cela dietro al generico: ‘alcuni servitori di Geova’.
2187
“Sotto la guida angelica... gli odierni testimoni di Geova hanno ‘un'eterna buona notizia da dichiarare”.
(La Torre di Guardia 15/3/1983 pp. 24–25; Ricchezza 1936 p. 303)
2188
“Per il bene di queste persone di cuore retto, Geova ha premurosamente suscitato il suo ‘profeta alle nazioni’. Geova lo ha fatto in questo ‘tempo della fine’, dalla fine della prima guerra mondiale... Il profeta suscitato da Geova... non è una singola persona come nel caso di Geremia, ma una classe di persone”.
(La Torre di Guardia 1/4/1983 p. 26)
2189
“In questa tarda data c’è solo un rimanente di questa classe del ‘profeta’ ancora sulla terra… Una cosa è certa: se la classe del ‘profeta’, la classe di Geremia, va incontro ad Har-Maghedon, vuol dire che vedrà anche la caduta di Babilonia la Grande”.
(La Torre di Guardia 1/4/1983 p. 27)
Il CD pur riconoscendo che ”i testimoni non pretendono di essere profeti ispirati” (vedi Ragioniamo facendo uso delle Scritture 1985 p. 139 N° 2191) afferma che l’organizzazione dei Testimoni è il ‘profeta alle nazioni’ come lo fu Geremia.
2190
“Oggi i testimoni di Geova additano il ‘segno’ dato da Gesù e ricordano il 1914 come l’anno in cui la sua presenza invisibile nel potere del Regno divenne una realtà. Ma come erano riusciti a venire a conoscenza in anticipo di un avvenimento tanto importante? Non a motivo di un’eccezionale sapienza umana. Piuttosto grazie al fatto che avevano studiato devotamente le Scritture, dato ascolto alla parola profetica di Dio e prestato più che la solita attenzione a ciò che aveva predetto il Figlio di Dio. Grati che Geova abbia ‘preannunziato loro le cose avanti che avvenissero’, i Testimoni sono felici di diffondere in tutta la terra questa conoscenza”.
(La Torre di Guardia 1/9/1984 p. 16)
2191
“PROFEZIA Definizione: Messaggio ispirato rivelazione della volontà e del proposito di Dio. La profezia può consistere nella predizione di cose avvenire, in un insegnamento ispirato di natura morale, o nell'espressione di un comando o giudizio divino”.
“I testimoni di Geova non pretendono di essere profeti ispirati. Hanno fatto sbagli... È vero che i Testimoni hanno fatto sbagli nel loro intendimento di quello che sarebbe accaduto alla fine di certi periodi di tempo, ma non hanno commesso l’errore di perdere la fede”.
(Ragioniamo facendo uso delle Scritture 1985 pp. 265 e 139)
2192
“Molti di questi gruppi si aspettavano che Cristo tornasse su questa terra per istituirvi il suo Regno millenario. Alcuni di loro calcolarono che il secondo avvento di Cristo si sarebbe verificato nel 1835 (gli irvingiani, in Inghilterra), nel 1836 (i seguaci di Bengel, in Germania), nel 1843 (i seguaci di Miller negli Stati Uniti), e nel 1889 (un gruppo di mennoniti, in Russia)”.
(La Torre di Guardia 1/9/1985 p. 31)
2193
“Vi interesserà sapere che Dio ha sulla terra un popolo, sulla terra i cui componenti sono tutti profeti o testimoni di Dio. Infatti sono conosciuti in tutto il mondo come testimoni di Geova”.
(Svegliatevi! 8/6/1986 p. 9)
2194
Definizione di profeta.
“Uomo per mezzo del quale vengono fatti conoscere la volontà e il proposito di Dio (Lc 1:70; At 3:18-21) Benché l’etimologia del termine ebraico per profeta (navì) sia incerta, l’uso che ne viene fatto dimostra che i veri profeti non erano comuni annunciatori, ma portavoce di Dio, ‘uomini di Dio’ che pronunciavano messaggi ispirati... Essi si trovavano ‘nell’intimo gruppo’ di Dio ed egli rivela loro ‘la sua questione confidenziale”… ”.
(Perspicacia nello studio delle Scritture vol. 2 1990 p. 661)
Quindi: se il CD è Profeta di Dio, è ispirato da Dio!
2195
“I testimoni di Geova, nella loro fervida attesa della seconda venuta di Gesù, hanno indicato certe date che si sono rivelate sbagliate. A motivo di ciò, alcuni li hanno accusati di essere falsi profeti. Tuttavia, in nessuno di questi casi essi hanno avuto la presunzione di fare predizioni 'nel nome d Geova'. Non hanno mai detto: 'Queste sono le parole di Geova'. La Torre di Guardia, l'organo ufficiale dei testimoni di Geova, ha detto: ‘Non abbiamo il dono della profezia’. (Gennaio 1883, pagina 425, ed. inglese) ‘Né vorremmo che i nostri scritti fossero riveriti o considerati infallibili”. (15 dicembre 1896, pagina 306, ed. inglese) La Torre di Guardia ha anche detto che il fatto che alcuni abbiano lo spirito di Geova ‘non significa che quelli che oggi servono quali testimoni di Geova siano ispirati. Non significa che gli scritti che appaiono si questa rivista La Torre di Guardia siano ispirati e infallibili e senza errori’. (1° dicembre 1947, pagina 301 ‘La Torre di Guardia non pretende di essere ispirata nelle sue affermazioni, né è dommatica’. (1° settembre 1951, pagina 270 ‘I fratelli che preparano queste pubblicazioni non sono infallibili. . . . I loro scritti non sono ispirati, come lo sono quelli di Paolo e degli altri scrittori della Bibbia (II Tim. 3:16) E così, a volte, è stato necessario correggere certe idee man mano che l'intendimento aumentava. (Prov 4:18)” - 15 agosto 1981, pagina 19”.
(Svegliatevi! 22/3/1993 p. 4)
Hanno però asserito che Geova ha un profeta e questo profeta sono gli attuali testimoni di Geova cfr. La Torre di Guardia 15/9/1972 p. 549 N° 2180; vedi anche Paradiso restaurato per il genere umano dalla Teocrazia 1974 pp. 353-354 N° 2183).
2196
“I testimoni di Geova sono ansiosi di sapere quando verrà il giorno di Geova. A volte nella loro premura hanno fatto dei tentativi per calcolare quando sarebbe potuto arrivare. Ma così facendo non hanno seguito, come non lo seguirono i primi discepoli, l'avvertimento del Signore Gesù: ‘Non sapete quando è il tempo fissato’. (Marco 13:32, 33) Gli schernitori hanno deriso i cristiani fedeli a motivo delle loro aspettative premature. (2 Pietro 3:3, 4) Nondimeno, dice Pietro, il giorno di Geova verrà, nel tempo da Lui fissato”.
(La Torre di Guardia 1/9/1997 pp. 21–22)

Fraternamente
Aldo Lorenzi
Potranga50
Nuovo Utente
 
Messaggi: 27
Iscritto il: 01/10/2009, 9:58

Messaggiodi lorenzo74 » 14/03/2011, 21:40

Di tutte le citazioni delle pubblicazione wts sui falsi profeti,questa mi sembra quella che rende piu’ di tutte l’idea della zappata sui piedi,anche perche e’ stata edita nel 1974,un anno prima della svista che prese Fred Franz circa il 1975,questa si che e’ una profezia avveratasi…ma per il cd della wts,”negando chi essi fossero veramente”addossando la colpa ai poveri fratelli che avevano “frainteso”!!! :triste:

Geova svergognera’ tutti i falsi profeti,o non adempiendo la falsa predicazione di tali sedicenti profeti,o facendo adempiere le Sue profezie in senso opposto alla predicazione dei falsi profeti.
I falsi profeti cercheranno di nascondere la ragione per cui proveranno vergogna,negando chi essi siano realmente. :conf:
(paradiso restaurato per il genere umano dalla teocrazia 1974 pp 353-354)
È meglio essere ignorante di una cosa piuttosto che apprenderla male (Publilio Siro)
Avatar utente
lorenzo74
Nuovo Utente
 
Messaggi: 191
Iscritto il: 29/06/2010, 21:06
Località: napoli


Torna a Argomenti dottrinali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici