Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

SPIRITO SANTO

Tutto ciò che riguarda la dottrina dei Testimoni di Geova.

Moderatore: polymetis

Spirito Santo e la Trinità

Messaggiodi golden68 » 24/03/2011, 6:07

Dagli scritti di mio nonno:

La dottrina della Trinità tocca direttamente qualsiasi studio intorno alla realtà di Dio. Per questo, per chiarire la dottrina dello Spirito ed i Suoi rapporti con il Padre ed il Figlio, siamo quasi inevitabilmete costretti a prestare la nostra attenzione alla dottrina della Trinità.

Le Scritture ci presentano:
Un Padre che è Dio (Romani 1:7 ... a voi tutti che siete in Roma, amati da Dio, santi chiamati: grazia, e pace da Dio, nostro Padre, e dal Signor Gesù Cristo)
Un Figlio che è Dio (Ebrei 1:8 ... del Figliuolo dice: O Dio, il tuo trono è ne' secoli de' secoli; lo scettro del tuo regno è uno scettro di dirittura)
Uno Spirito Santo che è Dio (Atti 5:3, 4 3 Ma Pietro disse: Anania, perchè ha Satana riempito il cuor tuo, per mentire allo Spirito Santo, e frodar del prezzo della possessione? 4 S'ella restava, non restava ella a te? ed essendo venduta, non era ella in tuo potere? perchè ti sei messo in cuore questa cosa? tu non hai mentito agli uomini, ma a Dio)

L'intera realtà della Trinità è così presentata: "Il Padre è la pienezza della Deità invisibile (Giovanni 1:18 Niuno vide giammai Iddio; l'unigenito Figliuolo, ch'è nel seno del Padre, è quel che l'ha dichiarato); il Figlio è la pienezza della Deità manifestata (Giovanni 1:14 E la Parola è stata fatta carne, ed è abitata fra noi (e noi abbiam contemplata la sua gloria, gloria, come del­l'unigenito proceduto dal Padre), piena di grazia, e di verità); lo Spirito Santo è la pienezza della Deità che agisce non mediatamente sulla creatura (1 Corinzi 2:9, 10 9 Ma egli è come è scritto: Le cose che occhio non ha vedute, ed orecchio non ha udite, e non son salite in cuor d'uomo, son quelle che Iddio ha preparate a quelli che l'amano. 10 Ma Iddio le ha rivelate a noi per lo suo Spirito; perciocchè lo Spirito investiga ogni cosa, eziandio le cose profonde di Dio)".

Questa lezione potrebbe essere utilmente introdotta da una discussione sul significato del termine <<personalità>>. Incominciando col porre la domanda: <<Che cosa costituisce la personalità?>>. E' difficile, per la natura stessa del soggetto, definire la personalità quando il termine è usato per l'Essere divino, poiché Dio non può essere definito. Secondo alcuni la personalità è associata ad una forma corporea. <<Dio non è un uomo deificato; l'uomo piuttosto, è un dio limitato. Dio solo ha una personalità perfetta>>. Ci sono però, nella personalità alcuni elementi che possiamo identificare: intelletto, sensibilità e volontà.

L'intelletto include la mente ed è la facoltà di ragionare, giudicare, comprendere, ecc. E' distinto dalla sensibilità, che ha la capacità di sentire, o di ircevere sensazioni, impressioni (piacevoli o penose), e dalla volontà che è la facoltà di scegliere o di agire, il potere di autodeterminazione.

E' ovvio che quando qualcuno possiede gli attributi, le proprietà e le qualità della personalità, bisogna allora affermare chiaramente la personalità di un tale essere. Lo Spirito Santo possiede tali proprietà? Lo vedremo.

LA PERSONALITA' DELLO SPIRITO SANTO

Nomi dati allo Spirito Santo. <<Consolatore>> non può essere usato per indicare una forza o influenza astratta e impersonale. Ciò è chiaro da 1Giovanni 2:1, dove la stessa parola - qui tradotta <<avvocato>> - viene usata per Cristo (1Giovanni 2:1 Figliuoletti miei, io vi scrivo queste cose, acciocchè non pecchiate; e se pure alcuno ha peccato, noi abbiamo un avvocato presso il Padre, cioè Gesù Cristo giusto) In Giovanni 14:16 vediamo lo Spirito Santo, quale <<Paracleto>>, che prende il posto di una Persona, Gesù Cristo, e ministra ai discepoli proprio come aveva fatto Gesù (Giovanni 14:16 Ed io pregherò il Padre, ed egli vi darà un altro Consolatore, che dimori con voi in perpetuo) Solo una persona può prendere il posto di una persona. Nessuna pura e semplice influenza impersonale avrebbe potuto prendere il posto di Gesù Cristo, la più grande personalità che sia mai vissuta.

Pronomi usati per lo Spirito Santo. Dodici volte nei versetti di Giovanni capitolo 16, che si riferiscono al Consolatore, Cristo usa il pronome maschile <<Ekeinos>> (quello, quegli, egli) riferendosi allo Spirito. La stessa parola è usata per il Cristo in 1Giovanni 2:6 (Chi dice di dimorare in lui, deve, come egli camminò, camminare egli ancora simigliantemente); 1Giovanni 3:3, 5, 7, 16 (3 E chiunque ha questa speranza in lui si purifica, com'egli è puro ... 5 E voi sapete ch'egli è apparito, acciocchè togliesse via i nostri peccati; e peccato alcuno non è in lui ... 7 Figlioletti, niuno vi seduca: chi opera la giustizia è giusto, siccome egli è giusto ... 16 Da questo abbiamo conosciuto l'amore: egli ha dato la sua vita per noi; anche noi dobbiamo dare la nostra vita per i fratelli) Questa è un'affermazione netta e chiara della Personalità dello Spirito Santo.

Identificazione con il Padre, il Figlio e con i credenti. Nella formula battesimale (Matteo 28:19 Andate adunque, ed ammaestrate tutti i popoli; battezzandoli nel nome del Padre, e del Figliuolo, e dello Spirito Santo) e nella benedizione apostolica (2Corinzi 13:13 La grazia del Signor Gesù Cristo, e la carità di Dio, e la comunione dello Spirito Santo, sia con tutti voi. Amen), lo Spirito Santo è identificato con il Padre e con il Figliuolo in maniera tale da implicare una personalità, non una potenza o una forza astratta. Come suonerebbe assurdo <<battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e della potenza) o <<forza>>! E' anche da notare che questo brano non dice <<nei nomi>> ma <<nel nome>>, implicando così la realtà delle tre Persone uguali.

Attributi e attività personali ascritti allo Spirito Santo. Nel Nuovo Testamento lo Spirito Santo è descritto in maniera da non lasciare dubbio circa la Sua personalità. Egli esercita tutti gli attributi della personalità: mente (Romani 8:27 E colui che investiga i cuori conosce qual sia la mente, e l'affetto dello Spirito; poichè esso interviene per li santi, secondo Iddio); volontà (1Corinzi 12:11 Or tutte queste cose opera quell'uno e medesimo Spirito, distribuendo particolarmente i suoi doni a ciascuno, come egli vuole); sentimenti (Efesini 4:30 E non contristate lo Spirito Santo di Dio, col quale siete stati suggellati per il giorno della redenzione). Gli vengono attribuite attività personali: Egli rivela (2Pietro 1:21 Perciocchè la profezia non fu già recata per volontà umana; ma i santi uomini di Dio hanno parlato, essendo sospinti dallo Spirito Santo); insegna (Giovanni 14:26 Ma il Consolatore, cioè lo Spirito Santo, il quale il Padre manderà nel nome mio, esso v'insegnerà ogni cosa, e vi rammemorerà tutte le cose che io vi ho dette); attesta (Galati 4:6 Ora, perciocchè voi siete figliuoli, Iddio ha mandato lo Spirito del suo Figliuolo ne' cuori vostri, che grida: Abba, Padre); intercede (Romani 8:26 Parimente ancora lo Spirito solleva le nostre debolezze; perciocchè noi non sappiamo ciò che dobbiam pregare, come si conviene; ma lo Spirito interviene egli stesso per noi con sospiri ineffabili); parla (Apocalisse 2:7 Chi ha orecchio ascolti ciò che lo Spirito dice alle chiese: A chi vince io darò a mangiare dell'albero della vita, che è in mezzo del paradiso dell'Iddio mio); ordina (Atti 16:6, 7 6 Poi, avendo traversata la Frigia, e il paese della Galazia, essendo divietati dallo Spirito Santo d'annunziar la parola in Asia, 7 vennero in Misia, e tentavano d'andare in Bitinia; ma lo Spirito di Gesù nol permise loro) e rende testimonianza (Giovanni 15:26 Ma, quando sarà venuto il Consolatore, il quale io vi manderò dal Padre, che è lo Spirito della verità, il qual procede dal Padre mio, egli testimonierà di me). E' sensibile ai rapporti personali. Si può contristare lo Spirito Santo (Efesini 4:30 E non contristate lo Spirito Santo di Dio, col quale siete stati suggellati per il giorno della redenzione); mentire allo Spirito Santo (Atti 5:3 Ma Pietro disse: Anania, perchè ha Satana riempito il cuor tuo, per mentire allo Spirito Santo, e frodar del prezzo della possessione?) e bestemmiare contro di Lui (Matteo 12:31, 32 31 Perciò, io vi dico: Ogni peccato e bestemmia sarà rimessa agli uomini; ma la bestemmia contro allo Spirito non sarà loro rimessa. 32 Ed a chiunque avrà detta alcuna parola contro al Figliuol dell'uomo, sarà perdonato; ma a niuno che l'abbia detta contro allo Spirito Santo, sarà perdonato, nè in questo secolo, nè nel futuro)

Per adesso mi fermo anche perchè avrei un po' di sonno.

Nota: Questi sono gli scritti originali di mio nonno scomparso nel 2003. E' stato per 35 anni Pastore Evangelico e per un periodo credo di 5-6 anni anche missionario. Visto il legame che c'è stato fra noi mi ha lasciato in eredità tutti i suoi scritti che preparava, specie quelli che usava quando in un giorno prefissato della settimana c'era la cosiddetta Riunione e si parlava di dottrine. Indipendentemente dalla religione devo molto a lui che è stato l'unico che mi ha fatto capire e tolti tutti quei dubbi che avevo riguardante la Trinità.

I passi della Bibbia che avete letto sono della Diodati ed il linguaggio è un po' arcaico perchè spesso mio nonno usava una edizione risalente al 1956.

Valentino
Non t'amo se non perché t'amo e dall'amarti a non amarti giungo e dall'attenderti quando non t'attendo passa dal freddo al fuoco il mio cuore.
Ti amo solo perché io ti amo, senza fine t'odio, e odiandoti ti prego, e la misura del mio amor viandante è non vederti e amarti come un cieco.
(Pablo Neruda)
Avatar utente
golden68
Nuovo Utente
 
Messaggi: 85
Iscritto il: 11/10/2009, 4:09
Località: Cerreto Guidi (FI)

Messaggiodi caribu70 » 24/03/2011, 20:14

Uomo di spirito tuo nonno......... :occhiol: :occhiol: grazie per avere condiviso con noi i suoi scritti....
Allora Gesù gli disse: «Che vuoi che io ti faccia?». E il cieco a lui: «Rabbunì, che io riabbia la vista!» (Mc10,51)
Presentazione
Avatar utente
caribu70
Utente Senior
 
Messaggi: 563
Iscritto il: 04/01/2011, 22:32
Località: Cesena

Precedente

Torna a Argomenti dottrinali

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici