Pagina 1 di 1

Una vera chicca sulla cronologia geovista

MessaggioInviato: 01/11/2009, 23:58
di Topos
Come è noto la Torre di Guardia sostiene che la caduta di Gerusalemme nelle mani dei babilonesi avvenne nel 607 a.C. e non nel 587 come è invece sosteunto da tutti gli storici. Questa è la classica argomentazione dei TDG : "«Quindi risalendo di 70 anni da quando i giudei tornarono nella loro patria nel 537 a.E.V., arriviamo al 607 a.E.V., data in cui Nabucodonosor nel suo 18° anno di regno distrusse Gerusalemme, rimosse Sedechia dal trono e pose fine alla discendenza di re giudei» - Libro Venga il tuo regno, Appendice, p. 189. Si badi al dato relativo al 18 anno di regno di Nabucodonosor, dato assolutamente biblico che deriva da II Re 25: 8-12 e Ger 52: 29.
Ora nel libro pubblicato dalla Watchtower nel 1958 e intitolato "Your will be done on earth" alla pag. 365 è presente una cronologia del regno neo-babilonese in cui si fa iniziare il regno di Nabucodonosor nel 607 a.C. ( quasi seguendo in questo gli storici del "mondo" che lo fanno iniziare nel 605 a.C.), ma nonostante ciò in tale schema la caduta di Gerusalemme è sempre posta nel 607 a.C. .
Da questo schema quindi sembrerebbe che la Watchtower propugni il fatto che Gerusalemme sia caduta nel primo anno di Nabucodonosor, mentre la Bibbia (da cui i Tdg a parole dicono di voler trarre sempre i loro insegnamenti) la pone nel 18/19 anno di regno.
Il libro si può trovare scannerizzato a questo link : http://ia311221.us.archive.org/1/items/ ... _Earth.pdf
Che ne pensate?
Ciao,
Topos

MessaggioInviato: 02/11/2009, 8:57
di agabo
Topos ha scritto:Come è noto la Torre di Guardia sostiene che la caduta di Gerusalemme nelle mani dei babilonesi avvenne nel 607 a.C. e non nel 587 come è invece sosteunto da tutti gli storici. Questa è la classica argomentazione dei TDG : "«Quindi risalendo di 70 anni da quando i giudei tornarono nella loro patria nel 537 a.E.V., arriviamo al 607 a.E.V., data in cui Nabucodonosor nel suo 18° anno di regno distrusse Gerusalemme, rimosse Sedechia dal trono e pose fine alla discendenza di re giudei» - Libro Venga il tuo regno, Appendice, p. 189. Si badi al dato relativo al 18 anno di regno di Nabucodonosor, dato assolutamente biblico che deriva da II Re 25: 8-12 e Ger 52: 29.
Ora nel libro pubblicato dalla Watchtower nel 1958 e intitolato "Your will be done on earth" alla pag. 365 è presente una cronologia del regno neo-babilonese in cui si fa iniziare il regno di Nabucodonosor nel 607 a.C. ( quasi seguendo in questo gli storici del "mondo" che lo fanno iniziare nel 605 a.C.), ma nonostante ciò in tale schema la caduta di Gerusalemme è sempre posta nel 607 a.C. .
Da questo schema quindi sembrerebbe che la Watchtower propugni il fatto che Gerusalemme sia caduta nel primo anno di Nabucodonosor, mentre la Bibbia (da cui i Tdg a parole dicono di voler trarre sempre i loro insegnamenti) la pone nel 18/19 anno di regno.
Il libro si può trovare scannerizzato a questo link : http://ia311221.us.archive.org/1/items/ ... _Earth.pdf" target="_blank" target="_blank
Che ne pensate?
Ciao,
Topos


Purtroppo, a me non sembra che la tua deduzione sia corretta. La pagina in questione è precisamente la 367 . E' vero che la dicitura "BABYLONIAN EMPIRE
(607-539 B .C .)"
è sviante, ma è anche vero che nel box di destra la data della distruzione di Gerusalemme dichiarata è il 607 B.C.

Ciò che non fa tornare i conti è la data della fine del regno di Nabucodonosor, o inizio del regno di "Evil-merodach, 582 B .C ." Se si retrocede, infatti, di 43 anni, ovvero la durata del regno di Nabucco, si giunge al 625 a.C., che è poi la data ufficiale dell'inizio del regno di Nabucodonosor.
Nulla di nuovo o di diverso, quindi. :piange:
:ciao:

MessaggioInviato: 02/11/2009, 9:14
di vlady100
Magari diventero noioso, ma vorrei dire, cosa cambiano 20 anni di piu o di meno? La profezia rimane, ed anche Gesu lo aveva confermato nel vangelo che nel finire tempi di gentili gerusalemme non sara piu calpestata, e Lui tornera, e profezia si e compiuta israele tornato a casa, gerusalemme libera dai gentili ed abiamo una marea di segni di presenza del Signore. Come quando e venuto prima volta non era importante sapere giorno di venuta, ma riconoscere i segni, cosi anche alla seconda venuta che per molti rimane secreta (cosi come anche prima venuta non era riconosciuta da magioranza) importante riconoscere il fatto avenuto e non giorno preciso del evento. Pace

MessaggioInviato: 02/11/2009, 9:39
di Gabriella Prosperi
vlady100 ha scritto:Magari diventero noioso, ma vorrei dire, cosa cambiano 20 anni di piu o di meno?

Cambiano le fondamenta della dottrina della ccTdG, per lei sono importanti, tant'è che contro tutte le prove degli studiosi si ostina a ribadire quello che oramai, a tutti, appare un errore.
Gabriella

MessaggioInviato: 02/11/2009, 17:42
di brian67
Gabriella Prosperi ha scritto:
vlady100 ha scritto:Magari diventero noioso, ma vorrei dire, cosa cambiano 20 anni di piu o di meno?

Cambiano le fondamenta della dottrina della ccTdG, per lei sono importanti, tant'è che contro tutte le prove degli studiosi si ostina a ribadire quello che oramai, a tutti, appare un errore.
Gabriella

:quoto100: quanto detto da Gabriella

Pochi giorni fa, con mio fratello (zelante tdg) abbiamo preso (anche) questo discorso.
Per lui non cambia niente se Gerusalemme fu distrutta 20 anni prima o dopo.
Per me invece è fondamentale. Cade tutto quello che avevo costruito con la wts.
È tutta questione di correttezza fiducia e umiltà. Caratteristiche indispensabili (per me) per continuare un rapporto di lealtà . . . con una persona o con un’organizzazione.
Una volta che si perde la fiducia, tutto il resto (passato presente e futuro) è messo in discussione.
Scoprire che un “amico” ti ha riempito di chiacchiere da una vita, non è SAGGIO prestagli ancora ascolto.
A meno ché, non ci piace farci solleticare gli orecchi.
Brian

MessaggioInviato: 02/11/2009, 17:51
di Sal80
Brian67: Una volta che si perde la fiducia, tutto il resto (passato presente e futuro) è messo in discussione.


:quoto100: , chi ci assicura che quello che dice lo "schiavo" sia giusto, se poi dopo una decina di anni cambia opinione/intendimento? Ci sono due possibilità, o questo "schiavo" non ha i requisiti adatti, oppure lo Spirito Santo lo ha guidato in maniera sbagliata. Io scelgo la prima ipotesi.

MessaggioInviato: 04/11/2009, 14:52
di liberopensatore
vlady100 ha scritto:Magari diventero noioso, ma vorrei dire, cosa cambiano 20 anni di piu o di meno?


cambia che il 1914 diventa 1934, così facendo tutte le cose scritte ed aggiustate per farle combaciare con quell' epoca verrebbero a meno.
Un complesso e preciso contratto può venire a meno solo per la mancaza della data, così anche la "caduta" del 607 farebbe decadere il contratto di "fiducia" della wts verso molti suoi adepti.


Saluti LP