Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Quando la Storia smentisce il diluvio biblico

Un'analisi delle affermazioni della Watchtower in contrasto con i fatti scientifici accertati

Moderatore: Cogitabonda

Messaggiodi Testimone di Cristo » 26/01/2017, 11:44

Mauro1971 ha scritto:@Testimone:

"Tutto quello che lei non capisce, signore, lo attribuisce a Dio. Dio per lei è dove si spazzano via tutti i misteri del mondo, tutte le sfide alla nostra intelligenza. Lei spegne semplicemente il suo cervello e dice che l'ha fatto Dio" (cit)

Cosa è successo Mauro ; ora mi dai del lei e del signore, non siamo più amici virtualmente ? :sorriso:

Purtroppo ciò che appare evidenze è la tua assoluta ignaranza in questa materia, ma vorresti parlarne autoritativamente.


No caro, io non mi accingo nemmeno ad entrare in questi temi ove la mente limitata dell'uomo vuole scandagliare l'universo e porre le sue basi , fondandole dal Nulla; dal Niente.
Non sono un matematico " ho appena una licenza media ", ma so che Niente più Niente , fa Nulla, e con un poco di senno riesco a valutare che non siamo frutto del Caso o del Niente, ed a non accettare che l'origine dell'universo non ha la Mano di un Creatore; e tu caro " sempre con rispetto parlando " , sul Nulla vuoi fondare le tue certezze, e sul Niente le basi della nascita dell'universo :boh: :fronte:

Scusami ancora , ma convinzione per nulla intelligente

:ciao:

Messaggio di mr-shadow » 6 minuti fa

Testimone di Cristo ha scritto:
No Testimone, il paragone che fai è errato nelle sue fondamenta.
L'universo non è una fabbrica, l'universo è ciò che accade quando metti abbastanza energia con determinate costanti universali. Fa tutto da solo.

Caro Mauro
Ma ti rendi conto di come cade nel ridicolo quanto sostieni ?
Quindi dimmi: se prima dell'universo vi era il Nulla, il Niente , questa energia da dove nasce ...?una mente assennata e coerente con se, se la farebbe tale domanda; ti pare ?


[b]La realtà è che dell'origine dell'universo non sappiamo niente. Esistono delle teorie come quella dell'esplosione iniziale dal nulla (concetto difficile da comprendere perché si presume che non esisteva nemmeno il vuoto) ma si basano sulla fisica come la intendiamo su questo pianeta...
[/b]
Certo Caro, quindi non possiamo fare un salto nel vuoto e con una posizione che ci rende poco intelligenti, affermare che tutto l'universo è frutto del Niente del Nulla; proprio non ha basi..
Ed ogni teoria resta tale.

:ciao:
:strettamano:
Presentazione
Quanto ci Ama Gesù, Egli Donò la Sua Vita per noi
Luca 23,34 Gesù diceva: «Padre, perdona loro, perché non sanno quello che fanno».
Testimone di Cristo
Utente Junior
 
Messaggi: 882
Iscritto il: 12/12/2014, 12:30
Località: Caserta

Romagnolo, a me non mi convince affatto.....

Messaggiodi Vieri » 26/01/2017, 12:35

Romagnolo ha scritto:L'astrofisico Stephen Awkins ( quello sulla carrozzina a rotelle per intenderci che parla grazie ad un compiuter) sostiene proprio questo, che il Nulla può regalarci un intero Universo!
Il suo documentario era in rete sù you tube alcuni anni fà,..chissà se c'è ancora. :boh:

Carissimo Romagnolo, ma secondo te, uno che si professa ateo e poi dice:
Ringrazio nonostante tutto la vita che ho avuto..."

Nulla può regalarci un intero Universo

Ti sembra uno che non creda assolutamente in niente ( chi dovrebbe ringraziare se per lui Dio non esiste?) o chi sarebbe questo "nulla" in contrapposizione a chi ci ha "regalato" un intero universo (come fa il caso a "regalare" qualche cosa quando la parola "regalo" implica una "donazione")......?

Io continuo a dire che questo signore non mi convince affatto che non creda assolutamente in niente.....
Meditate gente meditate....
:ciao:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5645
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Achille » 26/01/2017, 12:39

Torniamo in tema.

Achille/mod
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12304
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Testimone di Cristo » 27/01/2017, 13:01

Romagnolo ha scritto:Wow...allora ho il Trehad tutto per me adesso? :ironico: :risata:
Ok,...procedo con le mie disquisizioni volumetriche allora. :blu:
Forse a molti scappa un altro particolare circa quanti animali salirono sull' Arca,..ovvero che oltre gli animali puri saliti a 7 a 7, anche degli uccelli viene detto che sarebbero saliti a coppie di 7. (Genesi 7:3)
Ergo ne sovviene che se le specie di uccelli sono 10000 stando a quanto riporta il libro Perspicacia, sull' Arca avrebbero trovato posto qualcosa come 140000 volatili!
Ci sarebbero stati tutti?
Ora basandomi su dimensioni medie dei volatili che ho potuto visionare sia dal vivo che nelle sezioni Ornitologia dei musei , direi che attribuire una media di 40 Centimetri quadrati a coppia, possa essere fattibile...anche se così facendo i due starebbero strettini.
Quindi se si calcolano 70000 coppie di uccelli per metri cubici 0,40 si ottiene un volume pari a 28000 metri cubi! (Correggetemi se sbaglio qualche calcolo mi raccomando)
Se come ho calcolato nel post precedente sul volume di poco più di 31000 metri cubi di capienza dell' Arca, all' incirca 1500 metri cubi erano necessari per l' alimentazione dei soli animali Puri, risulta palese che togliendo ulteriori 28000 metri cubi,...rimarrebbero solo poco più di 2000 metri per tutti gli altri animali, per Noè e famiglia e i restanti alimenti!
Ma non fermiamoci qui,...quanto spazio sara stato necessario per alimentare tutti quei volatili?
Se erano veramente tutti ..."vegetariani" prema del diluvio,...potrei ipotizzare che magari Noè li avrà sfamati a granaglie.
Di Quanto cibo giornaliero avrebbero avuto bisogno?
Anche qui...tenedoli a stecchetto...io mi ipotizzo una media di un KG di granaglie per specie,...quindi 1Kg ogni 14 uccelli, il che se le specie sono 10000, fa 10000 Kg di granaglia al giorno; 10 Tonnellate insomma!
Per cui se facciamo Kg 10000 x 377 giorni,...abbiamo 3770000Kg di granaglie caricate!
Quanto spazio occupperebbero?
Sempre stando al sito dei pesi e volumi linkato nel post precedente,...il grano pesa al massimo 780 Kg per metro cubo, quindi dividendo 3770000 per 780 si ha 4833 metri cubi!!! :sor:
Direi che a questo punto abbiamo già sforato la capienza massima stimata per l'Arca di Noè,...e questo senza aver ancora fatto entrare tutti gli altri animali terrestri e Noè con la sua famiglia.
.....Però ..questo calcolo non è ancora preciso...perchè se è vero che Genesi 7:3 dice "creature volatili" è chiaro che non si parla di soli uccelli....infatti abbiamo escluso i pipistrelli in tutte le loro specie!
E le Mosche? Api? Libellule? Locuste?...e tutti i restanti insetti volanti? Che Dio solo sà quanti siano....anche queste sono da intendere Creature volatili??
Chiudo con un ultima osservazione riguardante le granaglie; da un mio amico che se ne intende...ho saputo che le rese di grano per ettaro qui nella pianura Padana, si attestano sui 7000Kg per ettaro...e questo tenendo presente delle moderne tecniche di coltivazione coi selezionati grani di oggi.
Prendiamo quindi per buono e valido questo parametro...anche se per 4000 anni fà direi che le stime siano da rivedere al ribasso :blu: , ne risulta che per ottenere un carico di 3770000 Kg di granaglie a fronte di una produzione di 7000Kg per ettaro, Noè e famiglia avrebbero dovuto coltivare e mietere qualcosa come 538,5 ettari di terreno!!
Ci tenevo a far sapere...che per quanto mi risulta,..latifondi del genere coltivati a granaglie,...esistono solo negli Stati Uniti d' America.


Ciao Caro Romagnolo
Bella descrizione, anche se non ci è detto nei particolari ciò che è accaduto in quel progetto o contesto; ma credo che tu :sorriso: , trascuri qualcosa di determinante, ossia che alla guida di tutto ciò, vi è Il Potente di Giacobbe, La Roccia Eterna, Il Condottiero d'Israele, ossia Il Figlio, Il Grande Signore della Gloria, Grande Dio e Salvatore, che come moltiplica pochi pani e alcuni pesci e sfama circa 20000 e più persone stimate, certo non ha avuto difficoltà a sfamare quelli dell'arca.
Lui è lo stesso Dio che con un vasetto di olio " forse di 0,50 litro "e un po di farina.., ha sfamato il profeta Elia insieme alla vedova di Sarepta con suo figlio per lungo tempo vista la siccita durata oltre tre anni in quel tempo 1^ Re 17..:
E' lo stesso Dio che da un vasetto d'olio "di 0,50 litro " , ha fatto riempire numerosi vasi 2^ Re 4, 6; e che con pochi pani ha sfamato cento persone al tempo di Eliseo..
Stammi bene
Presentazione
Quanto ci Ama Gesù, Egli Donò la Sua Vita per noi
Luca 23,34 Gesù diceva: «Padre, perdona loro, perché non sanno quello che fanno».
Testimone di Cristo
Utente Junior
 
Messaggi: 882
Iscritto il: 12/12/2014, 12:30
Località: Caserta

Messaggiodi Romagnolo » 27/01/2017, 14:13

Giustissima osservazione Testimone di Cristo,..solo che così facendo vai oltre la scrittura ..la quale..anche se nella bibbia vengono narrate miracolose moltiplicazioni di vivande varie,...questa soluzione non viene minimamente paventata nel caso di Noè e degli animali con lui,..anzi...Dio ordina a Noè di radunarsi provviste per se e per tutti quelli che sarebbero entrati nell' arca con lui.
Con questi calcoli stò solo facendo una stima puramente accademica basandomi sui dati conosciuti e quelli stimati per vedere cosa salta fuori.
Poi le problematiche teologiche le lascio agli altri.
Dunque...procediamo coi resti dei conteggi,...Caro Vieri ...in base alla risposta che ti diedi ora mi viene da aggiungere che.. parlando di deiezioni..tu inviti la Lepre a correre. :ironico:
Nò non ho fatto il calcolo del letame da spalare,...però mi sono ricordato di una cosa comune in tutte le stalle!
Il Pagliericcio! Ovvero quello strato di paglia che viene messo dove "alloggia" l'animale per rendergli l'ambiente accogliente,...ma non solo per quello,...ora proviamo un attimo ad immaginarci cosa vorrebbe dire avere centinaia e centinaia di animali che orinano per un anno intero sulla stessa pavimentazione dove risiedono,..specie se il locale è umido e scarsamente aereeggiato come poteva essere l' Arca.
Le deiezioni solide si possono sempre raccogliere,..ma quelle liquide come avrebbero potuto Noè e famiglia risolvere il problema?
Semplice...usando il metodo che ancora oggi si utilla...stendere uno strato di paglia che ha la funzione di assorbire la parte liquida delle deiezioni animali.
Del resto..gettando la paglia..si gettava via anche buona parte di orina.
Ora dalle ricerche che ho fatto ( cercando in rete e domandando a chi di animali ne teneva) risulta che ..almeno per i grandi animali..come le mucche ...il pagliericcio viene cambiato quotidianamente..e richiede almeno 2,5 Kg di paglia.
Avendo questi dati di riferimento ho voluto provare a calcolare il fabbisogno volumetrico di cui avrebbe necessitato Noè se avesse voluto fare le cose veramente per bene...curando cioè al meglio il benessere degli animali imbarcati.
Ovviamente per tipologia di grandezze animali ho cambiato un pò a occhio il fabbisogno giornaliero di paglia.
Tengo conto del sito di pesi e volumi linkato precedentemente così che mi risulta un metro cubo di paglia..ogni 70Kg
Veniamo ai nostri 14 Bovini ( 14 perchè animali puri), avremmo 14x 2,5Kg di paglia x 377 giorni che fà 13195kg = a 188,5 metri cubi.
Per i 28 ovini-caprini penso che 2 kg bastino abbondantemente per cui 28x 2kg x 377 fà 13572kg = a 193,8 metri cubi
Dal Perspicacia prendiamo le 290 specie più grandi di una pecora,...anzi pardon 287, perchè bovini, Capre e pecore le abbiamo già calcolate a parte.
Essendo queste 287 specie entrate a coppie risulterebbero almeno 574 animali.
per cui 574x 2,5kg x 377 fà 540995Kg = a 7728,5 metri cubi di paglia.
Se stando al Perspicacia ci sono 5000 specie di mammiferi di cui 290 più grandi di una pecora e 1360 più piccoli di un ratto ne sovviene che rimangono 3353 specie più piccole di una capra e più grandi di un ratto (non 3356 perchè le 3 specie di animali puri avendo già fatto i debiti calcoli le ho depennate dal risultato).
Per cui essendo anch' esse entrate a coppie sarebbero 6706 individui.
Ora 6706 x 1kg di paglia x 377 fà 2528162Kg = a 36116 metri cubi
E quelli più piccoli di un ratto?
Vogliamo lasciarli senza un pò di nido? Certamente nel loro caso non sarà stato necessario cambiarglielo quotidianamente,...facciamo una volta ogni 7 giorni..così avremmo che verrebbe cambiato solo 75 volte in tutto per ciascuno.
Date le dimensioni inferiori al ratto, un etto di paglia a testa basterebbe di sicuro, per cui avremmo 1360 animaletti che in coppia diventano 2720 x 0,1Kg di paglia x 75 volte fà 20400Kg = a 291,4 Metri cubi di paglia.
Adesso facciamo i totali :
188,5+193,8+7728,5+36116+291,4= 44518,2 Metri cubi!!!! :sor:
Insomma....solo per i pagliericci abbiamo già sforato la metratura volumetrica lorda dell' arca!!! :fronte:
Ok,..non disperiamo....è solo fondamentalmente un calcolo ipotetico..che parte anche dalla base che il cambio con paglia nuova avvenisse quotidianamente quasi per tutti.
Ma...raffrontato al dato che nei post precedenti eravamo rimasti con 2-3000 metri cubi liberi,...viene difficile pensare che possano bastare per l'eventuale paglia che Noè e figli avrebbero dovuto stivare!
Per contro...se non li avessero mai cambiati neppure una volta sarebbero bastati solo 121 Metri cubi.
A già..dimenticavo....ma agli uccelli?
Un pò di nido non glielo vogliamo fare? :blu:
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4932
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Romagnolo....Romagnolo.....

Messaggiodi Vieri » 27/01/2017, 14:23

Ciao Romagnolo, Ti ringrazio per le tue ulteriori spiegazioni molto professionali e dettagliate ma certo siamo caduti veramente in basso e mi sento veramente piccolo piccolo nelle mie miserie umane se da un discorso di fede, di principi e di insegnamenti divini siamo andati a finire a fare un conto della "emme" che avrebbe dovuto spalare Noè e figli..... :risata: :risata: :risata:
PS. ma tu avresti il coraggio di andare nella Sala del regno e professare liberamente "questi studi così dettagliati"... :risata: :risata: :risata:
senza destare interesse e perplessità oltre all'odore che ne verrebbe fuori... :risata: :risata:

Oltre questo io direi di passare al forum dell'"UMORISMO"....... :ok:
Toh, metto un po' di fiori per levare la puzza..... :fiori e bacio: :fiori e bacio: :fiori e bacio: :fiori e bacio: :fiori e bacio:
:ciao:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5645
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Testimone di Cristo » 27/01/2017, 14:34

Giustissima osservazione Testimone di Cristo,..solo che così facendo vai oltre la scrittura ..la quale..anche se nella bibbia vengono narrate miracolose moltiplicazioni di vivande varie,...questa soluzione non viene minimamente paventata nel caso di Noè e degli animali con lui,..anzi...Dio ordina a Noè di radunarsi provviste per se e per tutti quelli che sarebbero entrati nell' arca con lui.


Ciao Caro
Non intendo minimamente andare oltre ciò che è scritto, ma ho solo fatto presente che Molte , dico molte informazioni dettagliate circa il diluvio , l'arca, gli animale ecc....., non ci vengono descritte.
Poi come ho scritto , tutto quanto da te evidenziato " giustamente",per Il Grande Signore ,non sarebbe stato certo un problema..
Del resto anche la manna Egli ogni giorno la provvedeva fresca....

Con questi calcoli stò solo facendo una stima puramente accademica basandomi sui dati conosciuti e quelli stimati per vedere cosa salta fuori.

Certo, è giusto

:ciao:
Presentazione
Quanto ci Ama Gesù, Egli Donò la Sua Vita per noi
Luca 23,34 Gesù diceva: «Padre, perdona loro, perché non sanno quello che fanno».
Testimone di Cristo
Utente Junior
 
Messaggi: 882
Iscritto il: 12/12/2014, 12:30
Località: Caserta

Messaggiodi Quixote » 27/01/2017, 22:52

Testimone di Cristo ha scritto:
Non intendo minimamente andare oltre ciò che è scritto, ma ho solo fatto presente che Molte , dico molte informazioni dettagliate circa il diluvio , l'arca, gli animale ecc....., non ci vengono descritte.
Poi come ho scritto , tutto quanto da te evidenziato " giustamente",per Il Grande Signore ,non sarebbe stato certo un problema..
Del resto anche la manna Egli ogni giorno la provvedeva fresca....



Non è cosí semplice, Luigi. Nella tradizione cristiana, a differenza di quella musulmana, l’onnipotenza divina è relativa, non assoluta. Vale a Dire che Dio è vincolato alle leggi stesse del mondo che ha creato, perchè se le infrangesse, entrerebbe in contraddizione con Se stesso. Dio non può fare, per esempio, già secondo Tommaso d’Aquino, che una cosa sia stata, e poi non sia stata (Tommaso fa l’esempio di una verginità perduta). E naturalmente non può infrangere le leggi di natura che Lui stesso ha stabilito. Potrà forse crear dal nulla la manna, o pesci e pane, come un mago Merlino qualunque (scusa il paragone ma questo è il senso), ma non può fare, in via generale e assoluta, che l’acqua pesi e non pesi, che il sole scaldi e non scaldi, che l’uomo pecchi e non pecchi. Di fatto, se sei evangelico, la sola scriptura importa certo piú di quanto importi in casa cattolica. Nondimeno anche in casa protestante non mi pare facile accostarsi troppo a una concezione di stampo islamico, ove Dio può veramente tutto e di piú, e la scienza deve in qualsiasi caso accordarsi con la fede. Gli stessi TdG hanno bisogno di giustificare razionalmente i miti biblici, basta vedere le loro pubblicazioni. Che poi, messi alle strette, finiscano per svicolare nell’onnipotenza divina, mi sembra si riscontri piú nella pratica della predicazione, che nei loro scritti. Se non fosse cosí, tutto quel che Romagnolo e altri prima di lui hanno scritto sul diluvio, in ottica critica verso i TdG, sarebbe perfettamente inutile. Io penso invece che lo abbiano fatto perché, conoscendo meglio di noi estranei la mentalità TdG, l’argomentazione razionale abbia per i testimoni un certo peso. Comunque attendo eventuali lumi e rettifiche dagli ex e/o inattivi, al riguardo, in quanto è noto che io, TdG non sono mai stato, e sulla questione ne so assai meno di loro.
Καὶ ἠγάπησαν οἱ ἄνθρωποι μᾶλλον τὸ σκότος ἢ τὸ φῶς.
E gli uomini vollero piuttosto le tenebre che la luce.
GIOVANNI, III, 19. (G. Leopardi, La ginestra, esergo)
======================================
Primo postPresentazioneStaurós: palo o croce? (link esterno)
Avatar utente
Quixote
Moderatore
 
Messaggi: 3990
Iscritto il: 15/08/2011, 22:26
Località: Cesena

Messaggiodi Mauro1971 » 28/01/2017, 7:56

Testimone di Cristo ha scritto:Ciao Caro Romagnolo
Bella descrizione, anche se non ci è detto nei particolari ciò che è accaduto in quel progetto o contesto; ma credo che tu :sorriso: , trascuri qualcosa di determinante, ossia che alla guida di tutto ciò, vi è Il Potente di Giacobbe, La Roccia Eterna, Il Condottiero d'Israele, ossia Il Figlio, Il Grande Signore della Gloria, Grande Dio e Salvatore, che come moltiplica pochi pani e alcuni pesci e sfama circa 20000 e più persone stimate, certo non ha avuto difficoltà a sfamare quelli dell'arca.
Lui è lo stesso Dio che con un vasetto di olio " forse di 0,50 litro "e un po di farina.., ha sfamato il profeta Elia insieme alla vedova di Sarepta con suo figlio per lungo tempo vista la siccita durata oltre tre anni in quel tempo 1^ Re 17..:
E' lo stesso Dio che da un vasetto d'olio "di 0,50 litro " , ha fatto riempire numerosi vasi 2^ Re 4, 6; e che con pochi pani ha sfamato cento persone al tempo di Eliseo..
Stammi bene


Avrei una domanda per te Testimone: se un membro battezzato della tua chiesa decide di non volerne fare più parte mgari perchè vuole farsi cattolico, voi come vi comportate con lui? Continuate a frequentarlo come prima, lo allontanate, lo considerate un'amicizia da continuare a coltivare o qualcuno da evitare?
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 9017
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi Testimone di Cristo » 28/01/2017, 9:43

Mauro1971 ha scritto:
Testimone di Cristo ha scritto:Ciao Caro Romagnolo
Bella descrizione, anche se non ci è detto nei particolari ciò che è accaduto in quel progetto o contesto; ma credo che tu :sorriso: , trascuri qualcosa di determinante, ossia che alla guida di tutto ciò, vi è Il Potente di Giacobbe, La Roccia Eterna, Il Condottiero d'Israele, ossia Il Figlio, Il Grande Signore della Gloria, Grande Dio e Salvatore, che come moltiplica pochi pani e alcuni pesci e sfama circa 20000 e più persone stimate, certo non ha avuto difficoltà a sfamare quelli dell'arca.
Lui è lo stesso Dio che con un vasetto di olio " forse di 0,50 litro "e un po di farina.., ha sfamato il profeta Elia insieme alla vedova di Sarepta con suo figlio per lungo tempo vista la siccita durata oltre tre anni in quel tempo 1^ Re 17..:
E' lo stesso Dio che da un vasetto d'olio "di 0,50 litro " , ha fatto riempire numerosi vasi 2^ Re 4, 6; e che con pochi pani ha sfamato cento persone al tempo di Eliseo..
Stammi bene


Avrei una domanda per te Testimone: se un membro battezzato della tua chiesa decide di non volerne fare più parte mgari perchè vuole farsi cattolico, voi come vi comportate con lui? Continuate a frequentarlo come prima, lo allontanate, lo considerate un'amicizia da continuare a coltivare o qualcuno da evitare ?


No Caro Mauro, assolutamente no; io lo abbraccio forte, lo bacio fraternamente, dicendogli, fai la tua scelta, solo fonda sempre la tua vita sul Cristo Il Grande Signore , Il Salvatore, e mai sugli uomini; poi dicendogli che quando vuole possiamo vederci, a casa mia, sua, mangiare una pizza insieme…,dialogare su tutto quanto ha nel cuore , e sarà sempre un fratello in Cristo Gesù Il Signore.
Perché la vita di un cristiana ,è fondata e deve essere fondata e costruita, su di Lui Il Cristo e non sugli uomini.
Stammi bene
Luigi
Ps :Angelo poi replico..
Presentazione
Quanto ci Ama Gesù, Egli Donò la Sua Vita per noi
Luca 23,34 Gesù diceva: «Padre, perdona loro, perché non sanno quello che fanno».
Testimone di Cristo
Utente Junior
 
Messaggi: 882
Iscritto il: 12/12/2014, 12:30
Località: Caserta

Messaggiodi Testimone di Cristo » 28/01/2017, 11:04

Quixote ha scritto:
Testimone di Cristo ha scritto:
Non intendo minimamente andare oltre ciò che è scritto, ma ho solo fatto presente che Molte , dico molte informazioni dettagliate circa il diluvio , l'arca, gli animale ecc....., non ci vengono descritte.
Poi come ho scritto , tutto quanto da te evidenziato " giustamente",per Il Grande Signore ,non sarebbe stato certo un problema..
Del resto anche la manna Egli ogni giorno la provvedeva fresca....



Non è cosí semplice, Luigi. Nella tradizione cristiana, a differenza di quella musulmana, l’onnipotenza divina è relativa, non assoluta. Vale a Dire che Dio è vincolato alle leggi stesse del mondo che ha creato, perchè se le infrangesse, entrerebbe in contraddizione con Se stesso. Dio non può fare, per esempio, già secondo Tommaso d’Aquino, che una cosa sia stata, e poi non sia stata (Tommaso fa l’esempio di una verginità perduta). E naturalmente non può infrangere le leggi di natura che Lui stesso ha stabilito.


Caro Angelo, capisco il tuo pensiero, anche quella di una verginità perduta, non ho mai visto questo prodigio operato dal Signore, anche se è scritto che non vi è nulla che Egli non possa fare.
Ne conosco molti , che hanno dato il cuore al Signore Cristo, guariti dal cancro, altri sterili per anni ed oggi hanno due figli "li conosco personalmente, altri liberati dall'alcool e tossicodipendenza e oggi servono Il Signore.



Potrà forse crear dal nulla la manna, o pesci e pane, come un mago Merlino qualunque (scusa il paragone ma questo è il senso), ma non può fare, in via generale e assoluta, che l’acqua pesi e non pesi, che il sole scaldi e non scaldi, che l’uomo pecchi e non pecchi.

Capisco, ma provvedere nell'arca secondo il bisogno, non credo che Il Signore, creando dal nulla, o moltiplicando di volta in volta ,le vivande “ in giacenza , a questo mi riferivo“ necessarie agli inquilini, Egli avrebbe infranto le leggi del mondo che ha creato. :sorriso:


Di fatto, se sei evangelico, la sola scriptura importa certo piú di quanto importi in casa cattolica. Nondimeno anche in casa protestante non mi pare facile accostarsi troppo a una concezione di stampo islamico, ove Dio può veramente tutto e di piú, e la scienza deve in qualsiasi caso accordarsi con la fede. Gli stessi TdG hanno bisogno di giustificare razionalmente i miti biblici, basta vedere le loro pubblicazioni. Che poi, messi alle strette, finiscano per svicolare nell’onnipotenza divina, mi sembra si riscontri piú nella pratica della predicazione, che nei loro scritti. Se non fosse cosí, tutto quel che Romagnolo e altri prima di lui hanno scritto sul diluvio, in ottica critica verso i TdG, sarebbe perfettamente inutile. Io penso invece che lo abbiano fatto perché, conoscendo meglio di noi estranei la mentalità TdG, l’argomentazione razionale abbia per i testimoni un certo peso. Comunque attendo eventuali lumi e rettifiche dagli ex e/o inattivi, al riguardo, in quanto è noto che io, TdG non sono mai stato, e sulla questione ne so assai meno di loro.


Nemmeno a me piace semplicizzare e far svicolare il tutto nell'Onnipotenza di Dio, ma esamino l'operato Suo e ," sempre razionalmente ", visto , quante poche informazioni vi siano a riguardo del Diluvio, ne concludo che certo la Sua Mano ha Operato secondo le necessità .
Poi Caro Angelo, io non ho letto circa le sue limitazioni in tal senso nelle scritture. :sorriso:
Del resto non credo che qualcuno potrebbe dirgli : che fai; o stai sbagliando , visto che Lui E' Amore .


ma non può fare, in via generale e assoluta, che l’acqua pesi e non pesi, che il sole scaldi e non scaldi, che l’uomo pecchi e non pecchi.

Qui non ho compreso il tuo punto di vista ; cosa avrebbe infranto, secondo il mio pensiero postato ? puoi semplificarmi il tuo pensiero ?
Grazie
Stammi bene
Luigi
Presentazione
Quanto ci Ama Gesù, Egli Donò la Sua Vita per noi
Luca 23,34 Gesù diceva: «Padre, perdona loro, perché non sanno quello che fanno».
Testimone di Cristo
Utente Junior
 
Messaggi: 882
Iscritto il: 12/12/2014, 12:30
Località: Caserta

Messaggiodi Quixote » 28/01/2017, 13:52

Testimone di Cristo ha scritto:
ma non può fare, in via generale e assoluta, che l’acqua pesi e non pesi, che il sole scaldi e non scaldi, che l’uomo pecchi e non pecchi.

Qui non ho compreso il tuo punto di vista ; cosa avrebbe infranto, secondo il mio pensiero postato ? puoi semplificarmi il tuo pensiero ?


Non è il mio pensiero, ma, molto sintetizzato, e quindi espresso anche in maniera approssimata, quello della tradizione cattolica, dalla scolastica al metodo storico-critico degli ultimi secoli, per il quale la Bibbia non può piú leggersi, oggi, in chiave unicamente letterale, per le infinite contraddizioni che questo comporta; il caso del dliuvio non è che uno fra tanti. Come indice di quel che Dio può fare e non può fare, nell’esempio che avevo riportato, Tommaso scriveva che Dio può sí restituire la verginità a una donna che l’avesse persa, ma non può far che la stessa non l’abbia mai persa. Questo vale in genere anche per i peccati, per questo ho scritto che Dio non può fare che l’uomo pecchi e non pecchi. Allo stesso modo però Dio è tenuto a osservare le leggi con cui ha strutturato il mondo, siano o non siano le migliori possibili. Cioè non può fare che quel che chiamiam acqua sia composto da altro che H2O. E poiché parlando di diluvio parliamo di acqua, e dobbiamo constatare che tutti i dati in nostro possesso contraddicono la possibilità di un diluvio universale, ne viene giocoforza minata l’autorità della Scrittura; il che non è un problema per un cattolico, che rimane sostenuto dalla tradizione, ma lo è per chi sostiene la letteralità della Scrittura. Ciò premesso a me non interessava tanto il concetto di onnipotenza divina negli evangelici, ma come la interpretino i TdG.
Καὶ ἠγάπησαν οἱ ἄνθρωποι μᾶλλον τὸ σκότος ἢ τὸ φῶς.
E gli uomini vollero piuttosto le tenebre che la luce.
GIOVANNI, III, 19. (G. Leopardi, La ginestra, esergo)
======================================
Primo postPresentazioneStaurós: palo o croce? (link esterno)
Avatar utente
Quixote
Moderatore
 
Messaggi: 3990
Iscritto il: 15/08/2011, 22:26
Località: Cesena

Messaggiodi Romagnolo » 28/01/2017, 20:31

Dunque...mi faccio avanti io :sorriso:
I Testimoni credono che Dio non può venire meno alle sue stesse leggi,...ma più che altro in quelle di carattere morale e legale.
Quelle relative alle forze della natura,...li può si stravolgere...vedi L'attraversamento del giordano; ma in quei casi si trattava più che altro di intervenire sulle forze della natura....tramite principi di fisica sempre in armonia con gli effetti che andava creando.
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4932
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Romagnolo » 28/01/2017, 20:36

Vieri ha scritto:Ciao Romagnolo, Ti ringrazio per le tue ulteriori spiegazioni molto professionali e dettagliate ma certo siamo caduti veramente in basso e mi sento veramente piccolo piccolo nelle mie miserie umane se da un discorso di fede, di principi e di insegnamenti divini siamo andati a finire a fare un conto della "emme" che avrebbe dovuto spalare Noè e figli..... :risata: :risata: :risata:
PS. ma tu avresti il coraggio di andare nella Sala del regno e professare liberamente "questi studi così dettagliati"... :risata: :risata: :risata:
senza destare interesse e perplessità oltre all'odore che ne verrebbe fuori... :risata: :risata:

Oltre questo io direi di passare al forum dell'"UMORISMO"....... :ok:
Toh, metto un po' di fiori per levare la puzza..... :fiori e bacio: :fiori e bacio: :fiori e bacio: :fiori e bacio: :fiori e bacio:
:ciao:

Dirli apertamente in Sala?
Ma vuoi farmi mandare in saletta con 3 anziani ad adunanza terminata? :mirror:
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4932
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Giovanni64 » 29/01/2017, 9:35

A me sta benissimo anche che uno creda perfino, per fede, letteralmente al diluvio biblico. Tuttavia se poi viene a casa mia e ne fa non una questione fideistica ma una questione logica e razionale, o anche solo "ragionevole", allora a quel punto, sia pure molto civilmente, posso anche dire cosa penso.

Provo a spiegami con un esempio. Io so, entro certi limiti, ovviamente, come e perché un telefonino "funziona". Il fatto che funziona è evidente non solo a me ma anche ad altri. Però qualcuno potrebbe introdurre questa credenza: sembra che funzioni perché Dio, che può tutto, ti fa e ci fa sembrare così, ma in realtà non funziona. Ora, per quanto sia legittima una credenza del genere, essa mina alla base qualsiasi concetto di evidenza condivisa. Da quel punto in poi, cioè, diventa inutile parlare di qualsiasi cosa.

In modo analogo qualcun altro potrebbe venire a casa mia a dirmi che con un sasso posso parlare con mia zia in America. Se costui non pretende di mischiare o addirittura far coincidere la sua fede con ciò che è "ragionevole", a me ancora una volta sta benissimo e non replicherei nemmeno. Altrimenti gli dico cosa penso.

Insomma il diluvio biblico in senso letterale è evidentemente non ragionevole, senza tirare in ballo chissà quali ricerche. Tuttavia capisco romagnolo: siccome la sua fede glie lo propina come "scientificamente ragionevole" allora lui, giustamente, mostra che "scientificamente ragionevole" non lo è nemmeno di striscio.
Avatar utente
Giovanni64
Veterano del Forum
 
Messaggi: 2896
Iscritto il: 09/01/2010, 8:59

Messaggiodi cercaverità » 29/01/2017, 10:59

:quoto100: Giovanni64! Un conto è dire per me è vero per fede e un conto è volere provare qualcosa scientificamente. Il Diluvio è uno dei miei argomenti preferiti quando incontro qualcuno che sembra attratto dalle dottrine TDG per metterlo in guardia su certe assurdità del loro credo. Infatti mi sembra che inizialmente anche questo è un argomento che i TDG cercano di evitare quando fanno un cosidetto studio biblico a qualcuno. Poi detta fra noi quando trattarono con me questo argomento visto che non credevo alle giustificazioni pseudoscientifiche ricorsero al "lo ha detto anche Gesù, tu credi a Gesù?", ho capito anche da lì che le loro dottrine zoppicano. Gesù ha anche detto di cavarsi un occhio se pecca tanto per dirne una e non mi sembra che nessuno sano di mente abbia obbedito letteralmente. Comunque sul diluvio vorrei sapere come una "cosa galleggiante" di quelle dimensioni fosse tenuta insieme, usando solo legno. Si era a cavallo fra l'età del rame e del bronzo e non mi sembra che abbiano indicato l'uso di questi materiali per rinforzare l'arca. Secondo me se chiedete a un progettista navale se è possibile costruire l'arca usando solo legno e farla tanto robusta da resistere al mare aperto si mette a ridere. Ricordo infatti un documentario che parlava di navi dall'antichità fino ad oggi e ,senza menzionare l'arca, diceva che le più grandi navi in legno furono costruite verso il 1800 usando le tecnologie più moderne note a quei tempi inferiori come dimensioni all'arca essendo intorno ai cento metri di lunghezza. L'arca era secondo i TDG di 134 metri più o meno
Ultima modifica di cercaverità il 29/01/2017, 11:17, modificato 1 volta in totale.
Presentazione

Dt 18:21,22 Se tu pensi: Come riconosceremo la parola che il Signore non ha detta? Quando il profeta parlerà in nome del Signore e la cosa non accadrà e non si realizzerà, quella parola non l'ha detta il Signore; l'ha detta il profeta per presunzione: di lui non devi aver paura.

Mai discutere con un TDG, ti trascina al suo livello e ti frega con l'esperienza : Wilde
Avatar utente
cercaverità
Utente Junior
 
Messaggi: 484
Iscritto il: 09/05/2012, 17:55

Messaggiodi Testimone di Cristo » 29/01/2017, 11:10

Quixote ha scritto:
Testimone di Cristo ha scritto:
ma non può fare, in via generale e assoluta, che l’acqua pesi e non pesi, che il sole scaldi e non scaldi, che l’uomo pecchi e non pecchi.

Qui non ho compreso il tuo punto di vista ; cosa avrebbe infranto, secondo il mio pensiero postato ? puoi semplificarmi il tuo pensiero ?


Non è il mio pensiero, ma, molto sintetizzato, e quindi espresso anche in maniera approssimata, quello della tradizione cattolica, dalla scolastica al metodo storico-critico degli ultimi secoli, per il quale la Bibbia non può piú leggersi, oggi, in chiave unicamente letterale, per le infinite contraddizioni che questo comporta; il caso del dliuvio non è che uno fra tanti.

Caro Angelo
Anche io mi rendo conto che vi sono molti simbolismi che si celano dietro vari passi della scrittura, come sui numeri in essa contenuti, e quindi ci si va pian pianino nella disamina.

Come indice di quel che Dio può fare e non può fare, nell’esempio che avevo riportato, Tommaso scriveva che Dio può sí restituire la verginità a una donna che l’avesse persa, ma non può far che la stessa non l’abbia mai persa. Questo vale in genere anche per i peccati, per questo ho scritto che Dio non può fare che l’uomo pecchi e non pecchi.


Giusto, del resto ciò fa parte proprio del libero arbitrio donato all'uomo da Dio , e del quale ognuno ne risponde, in questa vita che davanti a Lui in bene o in male, viceversa sarebbe un automa l'uomo-donna.


Allo stesso modo però Dio è tenuto a osservare le leggi con cui ha strutturato il mondo, siano o non siano le migliori possibili. Cioè non può fare che quel che chiamiam acqua sia composto da altro che H2O. E poiché parlando di diluvio parliamo di acqua, e dobbiamo constatare che tutti i dati in nostro possesso contraddicono la possibilità di un diluvio universale, ne viene giocoforza minata l’autorità della Scrittura; il che non è un problema per un cattolico, che rimane sostenuto dalla tradizione, ma lo è per chi sostiene la letteralità della Scrittura. Ciò premesso a me non interessava tanto il concetto di onnipotenza divina negli evangelici, ma come la interpretino i TdG.

Afferrato il concetto; perciò a riguardo circa la provenienza di tale massa d'acqua che supera di circa 15 metri la vetta più alta del pianeta, senza volare di fantasia, avevo scritto:

Messaggiodi Testimone di Cristo » 23/01/2017, 11:38

Ciao Panacca

Sai, credo che dal passo della genesi in questione, non ci è dato di capire tanto alcuni versi, perchè credo che bisognerebbe sapere con una certezza , cosa significa sostanzialmente:
Genesi 7,10 Trascorsi i sette giorni, le acque del diluvio vennero sulla terra. 11 Il seicentesimo anno della vita di Noè, il secondo mese, il diciassettesimo giorno del mese, in quel giorno tutte le fonti del grande abisso eruppero e le cateratte del cielo si aprirono. 12 Piovve sulla terra quaranta giorni e quaranta notti.
Ciao

Non so, e non faccio come si dice voli pindarici, e nemmeno cerco di arrampicarmi sugli specchi; non so da dove è scaturità tale massa di acqua; sicuramente " credo "che fosse esterna alla terra stessa, e quella contenuta dalle nuvole, non sarebbe bastata " penso " ma certo per Lui non sarebbe stato un problema farla arrivare dall'esterno del pianeta.
Del resto sappiamo che in parte conosciamo , ed in parte profetizziamo; non abbiamo quindi una larga conoscenza che ci dia risposte dettagliate, e con questo non la voglio buttare tutta sull'Onnipotenza di Dio.
Ma una cosa so con certezza "per me "che Lui Esiste, e senza superbia ipocrisia..., ne E' una certezza nella mia vita
Ciao e stammi bene vivendo una bella domenica
Luigi

:ciao:
Presentazione
Quanto ci Ama Gesù, Egli Donò la Sua Vita per noi
Luca 23,34 Gesù diceva: «Padre, perdona loro, perché non sanno quello che fanno».
Testimone di Cristo
Utente Junior
 
Messaggi: 882
Iscritto il: 12/12/2014, 12:30
Località: Caserta

Messaggiodi Testimone di Cristo » 29/01/2017, 11:12

Ops
Ho fatto ancora un po di confusione nel quotare; scusatemi :sorriso:
Presentazione
Quanto ci Ama Gesù, Egli Donò la Sua Vita per noi
Luca 23,34 Gesù diceva: «Padre, perdona loro, perché non sanno quello che fanno».
Testimone di Cristo
Utente Junior
 
Messaggi: 882
Iscritto il: 12/12/2014, 12:30
Località: Caserta

Messaggiodi Quixote » 29/01/2017, 15:02

Testimone di Cristo ha scritto:Ops
Ho fatto ancora un po di confusione nel quotare; scusatemi :sorriso:

Non preocuparti, ho corretto io il quote. piuttosto, la tua spiegazione, se cosí posso chiamarla, e che penso sia comune non solo a molti TdG, ma anche a cattolici poco smaliziati, fa anch’essa acqua da tutte le parti, non tanto perché sia fisicamente impossibile, ma perché fondamentalmente è illogica. Hai infatti scritto:

non so da dove è scaturità tale massa di acqua; sicuramente " credo "che fosse esterna alla terra stessa, e quella contenuta dalle nuvole, non sarebbe bastata " penso " ma certo per Lui non sarebbe stato un problema farla arrivare dall'esterno del pianeta.


Lasciamo pur perdere che in tal modo si afferma un diluvio universale di cui il nostro pianeta non conserva traccia, ed è quindi piú economico ritenere che esso non abbia mai avuto luogo, e che l’autore di Genesi abbia scritto sotto l’effetto di allucinogeni (detto per scherzo e senza offesa: in realtà gli antichi mitografi obbedivano alle leggi del mito). Il vero problema è che questa interpretazione letterale avvilisce, anziche celebrare, l’Onnipotenza divina, in quanto trasforma Dio, appunto, in una sorta di mago Merlino dai poteri cosmici, che vuol stupire Noè e i suoi discendenti con effetti speciali. Quando poi era tanto piú semplice inviare un Suo messo celeste, a far un lavoro pulito, che avesse risparmiato gli innocenti (ché gli infanti o i non sani di mente, per esempio, non si capisce di che fossero colpevoli) e soprattutto gli animali, che privi di ragione, non potevano essere imputati dei loro atti.

Davvero, da un dio del genere, Lucifero ci scampi, perché sí immane atrocità non potrebbe in alcun modo giustificarsi con le imperscrutabili vie del Signore. Purtroppo quei movimenti, quelle sette a sfondo religioso che mantengono, come i TdG, questo tipo di lettura integralista della Bibbia non si rendono conto che la disaffezione sempre maggiore dell’uomo moderno per la religione, è dovuta non solo agli scandali e ai comportamenti non cristiani dei loro membri, ma soprattutto all’assurdità di dottrine in ultima analisi puerili, e di sostanza piú superstiziosa, che religiosa.
Καὶ ἠγάπησαν οἱ ἄνθρωποι μᾶλλον τὸ σκότος ἢ τὸ φῶς.
E gli uomini vollero piuttosto le tenebre che la luce.
GIOVANNI, III, 19. (G. Leopardi, La ginestra, esergo)
======================================
Primo postPresentazioneStaurós: palo o croce? (link esterno)
Avatar utente
Quixote
Moderatore
 
Messaggi: 3990
Iscritto il: 15/08/2011, 22:26
Località: Cesena

Messaggiodi Mauro1971 » 29/01/2017, 16:13

Quindi "Dio può tutto" per cui ci ha pensao lui.

Epppure tutto il mondo intorno racconta una storia diversa.
A parte l'impossibilità fisica di ciò che è descritto, ma perchè cancellarne tutte le tracce?
E le piante? Le avrebbe fatte sopravvivere pure quelle "per miracolo"? Perchè un evento di quel tipo avrebbe distrutto praticamente tutta la vegetazione terrestre allo stesso momento, e questo ancora avrebbe lasciato una traccia geologica chiarissima.
Altresì le barriere coralline. Sarebbero state ricoperte per un periodo troppo lungo da una quantità d'acqua tale da non essere raggiunte dalla luce terrestre, sarebbero morte tutte. Eppure la Grande Barriera Corrallina ha iniziato a crescere circa 20.000 anni fa, e non mostra altro che segni di continuità.
Senza contare la moria dei pesci di acqua salata per la diminuzione della salinità che sarebbe derivata dall'apporto di acque dolci, o di quelli di acqua dolce se l'apporto fosse stato di acqua salata.
Non c'è evidenza, non c'è alcuna traccia in alcun luogo di un evento di simile portata.

Perchè Dio avrebbe dovuto fare tutto sto casino, proteggere magicamente piante, coralli, pesci, e non gli altri animali, tra l'altro per salvarne solo una coppia che poi avrebbe dovuto far "moltiplicare" sempre magicamente perchè una coppia non è sufficente in alcun modo a salvare una specie, per poi cancellare ogni traccia dell'avvenuto, anzi facendo in modo che l'univorso non solo non ne avesse memoria ma avesse una memoria totalmente diversa?

Per non parlare dell'umanità. QUando sarebbe avvenuto l'evento? Perchè pure ripopolare il pianeta partendo da una popolazione di meno di una decina di persone... ce ne voglio tante di migliaia di anni, diverse decine.

Credere al Diluvio non è semplicemente fare un atto di fede e credere a qualcosa di irrazionale, ma è negare pesantemente la realtà.
C'è una bella differenza.
Abiamo le prove che non è mai esistito, non è mai accaduto, e tale prova è il nostro pianeta.

Come si può sostenere ina posizione di questo genere? Allora vedi che la citazione che avevo portato è molto adatta, purtroppo?
Questo è scegliere di spegnere il cervello, rifiutarsi di usare la propria intellignzza ed affermare "Dio l'ha fatto".
Beh... nessuno l'ha fatto perchè non è successo. Mai.
E ripeto non è che uno sceglie di credere una cosa o l'altra, non è questioni di opinioni, è che non è successo perchè l'intero pianeta terra, beh la crosta invero e tutto ciò che ci sta sopra, è la prova che non c'è stato alcun Ddiluvio Universale.
Ergo, è un fatto, non opinabile.

Perchè negate la realtà?
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 9017
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi Ray » 29/01/2017, 17:15

Razionalmente parlando anzi scrivendo, il D-O descritto nella genesi avrebbe inondato fino a coprire ogni vetta
il mondo per quaranta giorni più altri ,tutto distrutto animali vegetazione ecc.. ma una volta scesi dall'arca
tutte le coppie cosa avrebbero mangiato se non c'era più niente ,acqua sporca ?
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 11067
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Messaggiodi Mauro1971 » 29/01/2017, 17:28

Ray ha scritto:Razionalmente parlando anzi scrivendo, il D-O descritto nella genesi avrebbe inondato fino a coprire ogni vetta
il mondo per quaranta giorni più altri ,tutto distrutto animali vegetazione ecc.. ma una volta scesi dall'arca
tutte le coppie cosa avrebbero mangiato se non c'era più niente ,acqua sporca ?


Eh!

La sequela di miracoli che avrebbero dovuti essere operati ma dei quali nulla è detto è talmente lunga da andare oltre i limiti dell'assurdo.

Non basta la "fede" a giustificare il voler credere a qualcosa di simile.
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 9017
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Posso dire boh !......

Messaggiodi Vieri » 29/01/2017, 18:37

A me, da povero illetterato, ma conoscitore di un po' di storia ed archeologia mi pare noto che la parola "universale" sia stata spesso usata per indicare il termine: "che interessa tutti".
Se colleghiamo pertanto questa parola alle conoscenze geografiche del tempo che ovviamente erano limitate principalmente all'area geografica che partiva dall'Egitto per andate fino alla attuale Turchia, mi pare che sia abbastanza logico, anche per un bambino, che questo termine" universale" comprendesse esclusivamente le zone conosciute.

Oltre a queste considerazioni di carattere geografico è anche abbastanza semplice pensare che sia l'età di Noè, le dimensioni impossibili da realizzare, non da un miracolo di Dio, che potrebbe essere un atto di fede, ma da poche persone (umani) in uno stretto periodo di tempo e con le tecnologie del tempo, nonché la quantità di animali presenti e salvati, diverrebbe il tutto una chiara esagerazione magari di un avvenimento successo veramente ma nell'entità decisamente più limitata, probabilmente avvenuto alla confluenza del Tigri con l'Eufrate.....come del resto storicamente accertato dai numerosi carotaggi di residui di limo derivati da molte inondazioni in quelle zone.

Molti si impuntano sul fatto che contestando questo avvenimento come assolutamente impossibile, la Bibbia sia in breve, tutto un libro di favole e completamente da rigettare...senza pensare che questo avvenimento fosse stato raccontato in maniera diciamo "normale" nessuno poi lo avrebbe alla fine ricordato.....

Del resto queste esagerazioni non sono sicuramente le sole come anche qui il numero di 40 giorni e 40 notti di pioggia ricorrente anche nell'esodo dove gli ebei stettero nel deserto 40 anni....ma solo scritte come forma tale per colpire l'immaginazione di persone semplici e con poca cultura .

La Bibbia essendo un libro scritto da uomini ma con la precisa volontà di parlare di Dio in base alla sua "parola" il fine ultimo non è il fatto, la storia, anche nei suoi dettagli, ma il messaggio illuminante che presagisce in questo caso, l'avvento di Gesù Cristo...

Il suo avvento ed il suo sacrificio sulla croce, "annegò" il peccato del mondo e la sua resurrezione ci indica la possibilità, nella fede di arrivare su una "nuova terra".....

In breve, potranno continuare in eterno a disquisire sul numero, l'età, il peso, le dimensioni, ecc.ecc. senza riuscire a capire veramente il vero messaggio istruttivo e profetico della Bibbia.
:strettamano:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5645
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Mauro1971 » 29/01/2017, 18:45

Vieri ha scritto:A me, da povero illetterato, ma conoscitore di un po' di storia ed archeologia mi pare noto che la parola "universale" sia stata spesso usata per indicare il termine: "che interessa tutti".
Se colleghiamo pertanto questa parola alle conoscenze geografiche del tempo che ovviamente erano limitate principalmente all'area geografica che partiva dall'Egitto per andate fino alla attuale Turchia, mi pare che sia abbastanza logico, anche per un bambino, che questo termine" universale" comprendesse esclusivamente le zone conosciute.

Oltre a queste considerazioni di carattere geografico è anche abbastanza semplice pensare che sia l'età di Noè, le dimensioni impossibili da realizzare, non da un miracolo di Dio, che potrebbe essere un atto di fede, ma da poche persone (umani) in uno stretto periodo di tempo e con le tecnologie del tempo, nonché la quantità di animali presenti e salvati, diverrebbe il tutto una chiara esagerazione magari di un avvenimento successo veramente ma nell'entità decisamente più limitata, probabilmente avvenuto alla confluenza del Tigri con l'Eufrate.....come del resto storicamente accertato dai numerosi carotaggi di residui di limo derivati da molte inondazioni in quelle zone.

Molti si impuntano sul fatto che contestando questo avvenimento come assolutamente impossibile, la Bibbia sia in breve, tutto un libro di favole e completamente da rigettare...senza pensare che questo avvenimento fosse stato raccontato in maniera diciamo "normale" nessuno poi lo avrebbe alla fine ricordato.....

Del resto queste esagerazioni non sono sicuramente le sole come anche qui il numero di 40 giorni e 40 notti di pioggia ricorrente anche nell'esodo dove gli ebei stettero nel deserto 40 anni....ma solo scritte come forma tale per colpire l'immaginazione di persone semplici e con poca cultura .

La Bibbia essendo un libro scritto da uomini ma con la precisa volontà di parlare di Dio in base alla sua "parola" il fine ultimo non è il fatto, la storia, anche nei suoi dettagli, ma il messaggio illuminante che presagisce in questo caso, l'avvento di Gesù Cristo...

Il suo avvento ed il suo sacrificio sulla croce, "annegò" il peccato del mondo e la sua resurrezione ci indica la possibilità, nella fede di arrivare su una "nuova terra".....

In breve, potranno continuare in eterno a disquisire sul numero, l'età, il peso, le dimensioni, ecc.ecc. senza riuscire a capire veramente il vero messaggio istruttivo e profetico della Bibbia.
:strettamano:


Che a Dio quando gli girano ci mette un'attimo a fare una strage? :ironico: :ironico: :ironico:
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 9017
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Dammi la pazienza....

Messaggiodi Vieri » 29/01/2017, 18:50

Dio, ti prego, dammi la pazienza (cristiana) perché se mi dai la forza faccio anch'io una strage.....(ovviamente di miscredenti...) :risata: :risata:
:ciao:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5645
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Testimone di Cristo » 29/01/2017, 20:50

Ray ha scritto:Razionalmente parlando anzi scrivendo, il D-O descritto nella genesi avrebbe inondato fino a coprire ogni vetta
il mondo per quaranta giorni più altri ,tutto distrutto animali vegetazione ecc.. ma una volta scesi dall'arca
tutte le coppie cosa avrebbero mangiato se non c'era più niente ,acqua sporca ?


Caro Ray
Non era tutto distrutto..., come credi; poiche si legge : Genesi 6, 10 Aspettò " Noè "altri sette giorni, poi mandò di nuovo la colomba fuori dell'arca. 11 E la colomba tornò da lui verso sera; ed ecco, aveva nel becco una foglia fresca d'ulivo. Così Noè capì che le acque erano diminuite sopra la terra.
A cosa lo vogliamo riferire, ad un prodigio del Signore ?

:ciao:
Presentazione
Quanto ci Ama Gesù, Egli Donò la Sua Vita per noi
Luca 23,34 Gesù diceva: «Padre, perdona loro, perché non sanno quello che fanno».
Testimone di Cristo
Utente Junior
 
Messaggi: 882
Iscritto il: 12/12/2014, 12:30
Località: Caserta

Messaggiodi Mauro1971 » 29/01/2017, 21:23

Testimone di Cristo ha scritto:
Ray ha scritto:Razionalmente parlando anzi scrivendo, il D-O descritto nella genesi avrebbe inondato fino a coprire ogni vetta
il mondo per quaranta giorni più altri ,tutto distrutto animali vegetazione ecc.. ma una volta scesi dall'arca
tutte le coppie cosa avrebbero mangiato se non c'era più niente ,acqua sporca ?


Caro Ray
Non era tutto distrutto..., come credi; poiche si legge : Genesi 6, 10 Aspettò " Noè "altri sette giorni, poi mandò di nuovo la colomba fuori dell'arca. 11 E la colomba tornò da lui verso sera; ed ecco, aveva nel becco una foglia fresca d'ulivo. Così Noè capì che le acque erano diminuite sopra la terra.
A cosa lo vogliamo riferire, ad un prodigio del Signore ?

:ciao:


Esatto. Non può che essere altrimenti.
La terra doveva essere coperta tutta, e gli ulivi vivono sino a poche centinaia di metri d'altezza, per cui sarebbero stati distrutti tutti anche solo dalla pressione, senza contare tutto il resto.
Anche questa è una affermazione fisicamente impossibile, per cui anche qui non resta che l'opzione prodigio.

Oppure accettare che sia un racconto mitologico.
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 9017
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

La foglia galleggiava o era attaccata ancora alla pianta ?

Messaggiodi Ray » 29/01/2017, 21:55

Testimone di Cristo ha scritto:
Ray ha scritto:Razionalmente parlando anzi scrivendo, il D-O descritto nella genesi avrebbe inondato fino a coprire ogni vetta
il mondo per quaranta giorni più altri ,tutto distrutto animali vegetazione ecc.. ma una volta scesi dall'arca
tutte le coppie cosa avrebbero mangiato se non c'era più niente ,acqua sporca ?


Caro Ray
Non era tutto distrutto..., come credi; poiche si legge : Genesi 6, 10 Aspettò " Noè "altri sette giorni, poi mandò di nuovo la colomba fuori dell'arca. 11 E la colomba tornò da lui verso sera; ed ecco, aveva nel becco una foglia fresca d'ulivo. Così Noè capì che le acque erano diminuite sopra la terra.
A cosa lo vogliamo riferire, ad un prodigio del Signore ?

:ciao:

Con una fogliolina non sfami nessuno,ma questo ti fa comprendere l'assurdità delle cose
una tale quantità d'acqua è si salva la fogliolina d''ulivo o intendi dire che si salvò tutta la pianta e tutte
le altre piante compreso i frutti ?

Allora dobbiamo declassare questo diluvio ad un semplice acquazzone ,se si salvarono gli ulivi
allora si salvarono anche alcune persone,allora dobbiamo configurare il tutto.

Genesi 7:17 Il diluvio durò sulla terra quaranta giorni: le acque crebbero e sollevarono l'arca che si innalzò sulla terra. 18 Le acque divennero poderose e crebbero molto sopra la terra e l'arca galleggiava sulle acque. 19 Le acque si innalzarono sempre più sopra la terra e coprirono tutti i monti più alti che sono sotto tutto il cielo. 20 Le acque superarono in altezza di quindici cubiti i monti che avevano ricoperto.
21 Perì ogni essere vivente che si muove sulla terra, uccelli, bestiame e fiere e tutti gli esseri che brulicano sulla terra e tutti gli uomini. 22 Ogni essere che ha un alito di vita nelle narici, cioè quanto era sulla terra asciutta morì.
23 Così fu sterminato ogni essere che era sulla terra: con gli uomini, gli animali domestici, i rettili e gli uccelli del cielo; essi furono sterminati dalla terra e rimase solo Noè e chi stava con lui nell'arca.
24 Le acque restarono alte sopra la terra centocinquanta giorni.


Se le acque si alzarono di quindici cubiti sopra i monti e calcolando l'Everest come montagna più alta
seguendo la logica del racconto fu distrutto ogni cosa vivente ,quindi sembra logico che anche piante
subissero la stessa sorte dato che "le acque divennero poderose".

Se poi la colomba ha portato un ramo di ulivo il narratore si è dimenticato
di aver scritto prima che le acque erano "poderose",è alla favola ha aggiunto un'altro po di mito.

Ma siamo seri ...Noè e famiglia a mangiare insalata di foglie di ulivo.
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 11067
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Messaggiodi Romagnolo » 29/01/2017, 23:01

Vedo che Mauro1971 ha citato il problem barriere coralline,..problema di cui disquisii anche io tempo fa,....allego quindi link alla discussione. :occhiol:
viewtopic.php?f=14&t=19910
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4932
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Mauro1971 » 30/01/2017, 8:03

Romagnolo ha scritto:Vedo che Mauro1971 ha citato il problem barriere coralline,..problema di cui disquisii anche io tempo fa,....allego quindi link alla discussione. :occhiol:
viewtopic.php?f=14&t=19910


Esatto :ok:
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 9017
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

PrecedenteProssimo

Torna a Scienza e Testimoni di Geova

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici