Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

i terremoti secondo il Nathional Geographic

Un'analisi delle affermazioni della Watchtower in contrasto con i fatti scientifici accertati

Moderatore: Cogitabonda

i terremoti secondo il Nathional Geographic

Messaggiodi Romagnolo » 07/09/2016, 12:44

Si sente spesso dai Tdg indicare gli eventi sismici come prova degli ultimi giorni, spesso in passato si è fatta l'affermazione che tali eventi siano in aumento dal 1914 ad oggi; anche alcuni forum gestiti da Tdg vogliono sostenere questo.
Ma cosa dice un articolo apparso sul sito ufficiale di una importante testata Scientifica come il Nathional Geographic?
Ecco qua: http://www.nationalgeographic.it/scienz ... o-3210709/
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4932
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Ciao Romagnolo....

Messaggiodi Vieri » 07/09/2016, 13:40

Romagnolo ha scritto:Si sente spesso dai Tdg indicare gli eventi sismici come prova degli ultimi giorni, spesso in passato si è fatta l'affermazione che tali eventi siano in aumento dal 1914 ad oggi; anche alcuni forum gestiti da Tdg vogliono sostenere questo.
Ma cosa dice un articolo apparso sul sito ufficiale di una importante testata Scientifica come il Nathional Geographic?
Ecco qua: http://www.nationalgeographic.it/scienz ... o-3210709/

Come mai il "nostro" Russel (Charles Taze Russell (Pittsburgh, 16 febbraio 1852 – Pampa, 31 ottobre 1916) non disse niente dell'eruzione del Krakatoa del 26 agosto del 1883 ?

http://www.nextme.it/scienza/natura-e-a ... i-eruzione
La potenza di questa eruzione fu tale da causare il crollo dei fianchi del vulcano. E per tutto il pomeriggio e la notte successivi le esplosioni continuarono, fino ad una seconda violentissima, il giorno successivo, quella del 27, di potenza pari a quella di 15mila bombe atomiche. Fu allora che i due terzi dell'isola si frantumano riversandosi in mare per circa dieci chilometri di raggio.

Di tutta questa immane tragedia rimase ben poco, e fu tutto ricoperto di ceneri, che arrivarono a invadere mille e 800 chilometri di distanza. Triste anniversario pertanto quello di oggi, quando non resta che ammirare, per chi può, l’affascinante spettacolo di un vulcano in mezzo all’oceano

Quella si che era una "ghiotta" occasione..... :risata: :risata:
:ciao:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5645
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi deliverance1979 » 07/09/2016, 15:18

Senza considerare che prima dell'avvento dei sismografi e del metodo scientifico, i "grandi terremoti" lo erano in funzione delle vittime e non per potenza (magnitudo) espressa.
Di conseguenza, all'aumentare della popolazione si registravano piú terremoti per il solo semplice fatto che una zona colpita, prima era disabitata ma dopo aveva testimoni e vittime del terremoto.
Come sempre, cercare di interpretare un passo biblico con ricadute moderne e pratiche, rischia di far prendere abbagli e dire frescacce...
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4936
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi nello80 » 07/09/2016, 17:05

Ma lo sanno tutti che Nathional Geographic è sotto l'influenza si Satana il Diavolo....... :ironico: :ironico: :ironico: :ironico:
Nel buio totale una voce d'uomo mi disse: "Vieni verso di me, non voglio farti del male...", ma io accesi un cerino e vidi ch'ero sul margine di un precipizio, e l'uomo che mi parlava era, invece, dalla parte opposta...

Presentazione
Avatar utente
nello80
Utente Senior
 
Messaggi: 1752
Iscritto il: 19/09/2013, 21:43

Messaggiodi Achille » 07/09/2016, 17:57

Vieri ha scritto:Come mai il "nostro" Russel (Charles Taze Russell (Pittsburgh, 16 febbraio 1852 – Pampa, 31 ottobre 1916) non disse niente dell'eruzione del Krakatoa del 26 agosto del 1883 ?
Perché per Russell i terremoti facevano parte delle cose "normali" che sono sempre successe nel corso della storia umana. Non considerava guerre, terremoti, pestilenze, ecc., come un "segno" della fine, come hanno fatto invece in seguito i suoi "eredi" (i TdG).

«Così, in breve, Nostro Signore sintetizzò la storia secolare e insegnò ai discepoli a non aspettarsi molto presto la sua seconda venuta e il suo regno glorioso. E in che modo appropriato: certamente la storia del mondo è proprio questa: un susseguirsi di guerre, intrighi, carestie e pestilenze, nient'altro» - The Day of Vengeance (1904), p. 566:

Immagine

La Società Torre di Guardia abbandonò nel 1920 la veduta, scritturalmente corretta, del suo primo presidente. Questo avvenne evidentemente a causa della reazione emotiva scatenata dalla prima guerra mondiale e dagli esiti rovinosi della spagnola. In questo modo la Società incorse proprio nell'errore da cui Gesù mise in guardia all'inizio del discorso escatologico. Cfr. Milioni ora viventi non morranno mai, 1920, pp.17-19.

Vedi: www.infotdgeova.it/profezie/venuta.php
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12304
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Grazie Achille....

Messaggiodi Vieri » 07/09/2016, 18:13

Grazie Achille....sei un "mostro" di informazione......e da sprovveduto pensavo che una esplosione così forte possa essere stata per loro un buon "segno".....e certo anche qui denoto come siano "ballerine le "previsioni apocalittiche" dei tdg...dove pare che Dio si corregga abbastanza spesso e volentieri... .... :ironico:
:strettamano:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5645
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Romagnolo » 07/09/2016, 20:09

Giusto una precisazione....a dispetto di molte molte altre previsioni quella degli aspetti degli ultimi giorni si può definire una della più stabili...perdurando ancora uguale dopo quasi un secolo da che fu formulata. :blu:
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4932
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Achille » 08/09/2016, 5:42

Romagnolo ha scritto:Giusto una precisazione....a dispetto di molte molte altre previsioni quella degli aspetti degli ultimi giorni si può definire una della più stabili...perdurando ancora uguale dopo quasi un secolo da che fu formulata.
Però mi pare che da qualche tempo non parlino più, come facevano invece in precedenza, di un aumento senza precedenti nel numero dei terremoti rispetto ai secoli passati: http://www.infotdgeova.it/profezie/terremoti1.php

Anche altri aspetti del cosiddetto "segno" non sono più spiegati come un tempo.
Per esempio, l'"angoscia della nazioni" e i fenomeni celesti, che fino a qualche tempo fa si diceva si stessero già adempiendo, ora dicono che si adempiranno nel futuro. Vedi http://www.infotdgeova.it/dottrine/modifiche1.php
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12304
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Giovanni64 » 08/09/2016, 8:56

Achille ha scritto:Perché per Russell i terremoti facevano parte delle cose "normali" che sono sempre successe nel corso della storia umana. Non considerava guerre, terremoti, pestilenze, ecc., come un "segno" della fine, come hanno fatto invece in seguito i suoi "eredi" (i TdG).

Non saprei però come considerare quello che la Watchtower (Russell) scriveva ad esempio nella Zion's Watch Tower del 15 luglio 1894 a p.226:
Immagine

Da quello che leggo in questo documento della WT, ma anche in altri, LA WT aveva fissato già da 17 anni l'inizio "del tempo dei guai", posizionandolo nel 1874, e qualche anno dopo e sempre prima del 1914, la WT dirà anche che Gesù nel 1878 aveva assunto il potere di re in Cielo (oltre ad essere presente in maniera invisibile e spirituale sulla terra).

Nel 1914, invece, i "guai" dovevano necessariamente e finalmente finire.

Nel 1894, però, alcuni lettori seguaci della WT fanno notare che alcuni guai (problemi nel mondo del lavoro con conseguenti minacce di anarchia) erano troppo duri da sopportare e che forse la data del 1914 come data della fine dei guai sembrava quindi una data troppo lontana e che quindi poteva essere anticipata.
Russell risponde che non poteva anticipare la fine perché la data era stata fissata da Dio, ma di non disperare perché Dio in quella data aveva fissato la fine dei guai (e non certo l'inizio).

Tutto questo per dire anche che a me pare che, almeno fra i seguaci della Watchtower, già nel 1894 si guardava al presunto intensificarsi dei "guai" per capire se la fine era imminente oppure se mancava ancora qualche anno.

A ben pensarci però Russell si vanta di aver fatto la previsione della fine nel 1914 quando non c'erano guai e quando alcuni pensavano che quindi non c'erano motivi per posizionarla così vicina...Insomma lui faceva le previsioni su altro, non tenendo conto dei guai.
Avatar utente
Giovanni64
Veterano del Forum
 
Messaggi: 2896
Iscritto il: 09/01/2010, 8:59

Messaggiodi Achille » 08/09/2016, 11:26

Giovanni64 ha scritto:...A ben pensarci però Russell si vanta di aver fatto la previsione della fine nel 1914 quando non c'erano guai e quando alcuni pensavano che quindi non c'erano motivi per posizionarla così vicina...Insomma lui faceva le previsioni su altro, non tenendo conto dei guai.
Le "previsioni" di Russell si basavano sulla "cronologia" dei cosiddetti "7 tempi", cronologia che aveva scopiazzato, con qualche adattamento, dagli avventisti con cui si era associato per qualche tempo. Un'altra sua "originalità" cronologica riguardava i calcoli desunti dalla piramide, che avrebbero indicato le varie date connesse con il ritorno di Cristo e la fine.
In ogni modo per Russell era il 1874 l'anno in cui Cristo sarebbe ritornato. Su questo era dogmatico:
«Il prossimo capitolo presenterà l'evidenza biblica che il 1874 era la data esatta dell'inizio dei "tempi della restaurazione" e, pertanto, quella del ritorno del Nostro Signore» (Il tempo è vicino, p.170, 1889).
«Così abbiamo provato chiaramente con la Scrittura che il tempo del secondo avvento di Nostro Signore cadde nel 1874 e precisamente nell'ottobre di quell'anno». (Venga il tuo Regno, Studi sulle Scritture, vol.3, p. 118, 1891).
«Le Scritture provano che il secondo avvento del Signore avvenne nel 1874».
«Il Millennio iniziò nel 1874 col ritorno di Cristo» (Studi sulle Scritture, vol. 7, p.68, p.368).
«Nessuno può comprendere appropriatamente l'opera di Dio in questo tempo se non si rende conto che dal 1874, il tempo del ritorno al potere del Signore, ci fu un cambiamento completo nelle operazioni di Dio» (The Watch Tower del 15/9/1922, p.278).
Dato che gli attuali TdG non attribuiscono più alcun valore particolare al 1874, dovremmo dedurne, secondo le succitate parole, che attualmente essi non sono più in grado di comprendere il proposito di Dio...
«Le Scritture mostrano che la seconda presenza [del Signore] era avvenuta nel 1874... Questa prova dimostra che il Signore era stato presente dal 1874» (WT 1/3/1923, p.67).
«Sicuramente non c'è il minimo spazio di dubbio nella mente di una vera consacrata creatura di Dio che il Signore è presente e che lo è stato dal 1874» (WT 1/1/1924, p.5).

Uno dei libri di Russell si intitolava "Il tempo è vicino" e venne scritto nel 1889 (già allora quindi - più di cento anni fa - il tempo era vicino... cfr. Luca 21:8). In quell'opera venivano fatte molte altre dichiarazioni completamente sbagliate. Eccone alcuni esempi: «Il fatto che la sua presenza [di Cristo, dal 1799] non sia generalmente riconosciuta dal mondo, e nemmeno dalla maggioranza dei cristiani, non è un argomento contro questa verità».
Riferendosi alle "prove scritturali" che sostenevano le sue speculazioni cronologiche, Russell scrisse: «Se esse non furono divinamente provvedute, da dove vengono? Non le abbiamo messe noi nella Parola ispirata; le troviamo in essa, in tutta la loro semplicità e bellezza. Questo è del vero "cibo solido"». Nell'ultimo capitolo si legge: «Viviamo già nel settimo millennio dall'ottobre del 1872. Il grande giubileo antitipico, - tempo per restaurare tutte le cose - ebbe il suo inizio nel 1874». Nella prefazione all'edizione del 1916 di questo libro si afferma che la «cronologia della Bibbia, presentata in questo volume, mostra che il grande settimo giorno, i mille anni del regno di Cristo, cominciò nel 1873. Vediamo che gli avvenimenti di questi ultimi 43 anni - che secondo questo volume sarebbero l'inizio del millennio - sostengono pienamente le profezie della Bibbia. È nel corso di questi 43 anni che pressoché tutte le invenzioni moderne sono state fatte. La macchina da cucire [sic!] ha 43 anni... Ancora, abbiamo, in abbondanza e a prezzi modici, ogni tipo di macchine e strumenti agricoli. Con questi mezzi, le ore di lavoro sono diminuite e "il sudore della fronte", che, secondo la Bibbia, è sinonimo di maledizione, sembra già in parte eliminato. Questo conferma in modo assoluto l'asserzione del presente volume che siamo già entrati nel grande settimo giorno». - P. 33, §1; p.198, §1; p:199, §1; pp. 200-1. §2, p.205, §1; p. 390, §1; edizione francese). Da notare la sicurezza con cui Russell si esprimeva: "Abbiamo le prove", "abbiamo una chiara prova", "questa verità...", ecc.

Secondo lui quindi i miglioramenti nella vita della gente erano una prova che la fine di questo vecchio mondo era vicina. Proprio il contrario di quello che dicono i TdG.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12304
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Romagnolo » 08/09/2016, 15:57

Mi sorge però una domanda, se vedevano migliorie nel mondo...come utilizzavano ai tempi di Russell la scrittura di 1 Timoteo 3:1-5 dato che quei versetti parlano in modo negativo degli ultimi giorni? :conf:
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4932
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Achille » 08/09/2016, 17:12

Romagnolo ha scritto:Mi sorge però una domanda, se vedevano migliorie nel mondo...come utilizzavano ai tempi di Russell la scrittura di 1 Timoteo 3:1-5 dato che quei versetti parlano in modo negativo degli ultimi giorni? :conf:
Può darsi che la capissero nel modo corretto: «Vi è dunque ragione di credere che gli apostoli e i discepoli di Gesù applicassero l'espressione "gli ultimi giorni" alla storia compresa tra vita morte a risurrezione del Messia a il giudizio finale» ( http://www.infotdgeova.it/profezie/tempo.php , la parte su gli "ultimi giorni").
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12304
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Achille » 08/09/2016, 17:28

Romagnolo ha scritto:Mi sorge però una domanda, se vedevano migliorie nel mondo...come utilizzavano ai tempi di Russell la scrittura di 1 Timoteo 3:1-5 dato che quei versetti parlano in modo negativo degli ultimi giorni?
E comunque in 2 Tim 3 si parla di condizioni morali, non di progressi sociali, come le migliorie tecniche in cui Russell vedeva addirittura i segnali dell'avvento del Millennio, o di calamità naturali, come i terremoti. Russell, come si è visto, non credeva che i terremoti, le guerre, le carestie, ecc, costituissero "il segno degli ultimi giorni". Tale "intendimento" sopraggiunse dopo la sua morte, al tempo di Rutherford.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12304
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Chiaro fenomeno naturale

Messaggiodi Socrate69 » 24/03/2017, 23:31

Breve animazione che mostra che i terremoti accadono sempre più o meno negli stessi luoghi nel corso del tempo, stando a provare che è un fenomeno del tutto naturale che non c'entra con presunte profezie

https://www.youtube.com/watch?v=ph7Eczs-nTI
L'ignorante afferma, il saggio dubita, il sapiente riflette - Aristotele

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3699
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44


Torna a Scienza e Testimoni di Geova

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici