Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Ötzi

Un'analisi delle affermazioni della Watchtower in contrasto con i fatti scientifici accertati

Moderatore: Gabriele Traggiai

Ötzi, l'Uomo venuto dal ghiaccio

Messaggiodi Achille » 20/09/2016, 11:57

Clicca per vedere l'immagine a dimensioni originali
(cliccare per ingrandire)

http://iceman.it/oetzi-luomo-venuto-dal-ghiaccio/

La mummia di Ötzi risale a oltre 5000 anni fa.
Il che fa sorgere parecchi interrogativi in merito alla cosiddetta "cronologia biblica" dei TdG...
Ötzi sarebbe vissuto molti secoli prima del diluvio....
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 11646
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Achille,....

Messaggiodi Vieri » 20/09/2016, 12:29

Scusami Achille per la risposta cretina ma risponderanno:
"si è vero, ma poi sono stati affogati tutti"...... :risata:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4230
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Achille » 20/09/2016, 18:06

Vieri ha scritto:Scusami Achille per la risposta cretina ma risponderanno:
"si è vero, ma poi sono stati affogati tutti"...... :risata:
Per cui, se fosse così, quest'uomo sarebbe perito nel diluvio.
Ma la datazione che viene data del reperto è precedente di diversi secoli al diluvio. Nota che per i TdG il diluvio sarebbe avvenuno nell'autunno del 2370 a. C., mentre a Ötzi viene attribuita "un'età compresa tra il 5300 e il 5200 a.C." (https://it.wikipedia.org/wiki/Mummia_del_Similaun ). Per cui il suo decesso è avvenuto secoli prima di tale data.
Il luogo del ritrovamento è a 3210 metri di quota. Per essersi conservato così bene questo corpo deve essere stato ricoperto dalla neve e dal ghiaccio subito dopo la morte.
E qui sorgono diverse incongruenze, non solo cronologiche, rispetto a quanto insegna la WTS:
per la WTS prima del 2370 a. C. non esistevano montagne elevate, ma al massimo colline. Come mai Ötzi è stato ritrovato su una montagna alta oltre 3000 metri?
I TdG dicono che tali montagne si sono formate dopo il 2370 a. C. (!!!) il che è assolutamente inverosimile.
Non solo, ma per la WTS prima del diluvio il clima era uniforme e temperato in tutta la terra. Come mai quindi Ötzi venne ricoperto dai ghiacci?
La fanta-geologia della WTS non ha né capo né coda. :conf:
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 11646
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Romagnolo » 20/09/2016, 18:49

E' da un bel po' che ho in cantiere l'idea di una bella ricerca " teocratica" :ironico: sul nostro beniamino Otzi, ci sarebbero un sacco di cose da estrapolare dal suo ritrovamento....e tutto a danno della WT.un giorno o l'altro la farò ...comunque complimenti Achille per le tue osservazioni,...argomenti che già pensavo di utilizzare anche io.
Comunque giusto per curiosità ...si parla di 5000 anni a partire da oggi...o di 5000 anni A.C ?
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4316
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Achille » 20/09/2016, 19:32

Romagnolo ha scritto:Comunque giusto per curiosità ...si parla di 5000 anni a partire da oggi...o di 5000 anni A.C ?
Ho citato wikipedia e mi sono accorto ora che c'è un errore: la datazione corretta è 3300-3100 a.C: http://www.bolzano.net/it/oetzi.html

Sempre comunque parecchi secoli prima del diluvio, che per i TdG, come ben sai, è avvenuto nel 2370 a.C., cioè circa 1000 anni dopo Oetzi.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 11646
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Panacca » 20/09/2016, 19:48

Sembra che il metodo della datazione C14 sia da prendere con le pinze

http://www.focus.it/scienza/scienze/le- ... heologiche

penso ci siano troppe variabili, ritenere stabile nell'arco di migliaia di anni la quantia in ATM del C12 la vedo molto azzardata
Presentazione

Ci sono due tipi di sciocchi:
chi vede complotti dappertutto
e chi non li vede da nessuna parte
entrambi sono dispensati dal Pensare.
Avatar utente
Panacca
Utente Senior
 
Messaggi: 1297
Iscritto il: 20/01/2015, 18:49

Scusami Achille per la battuta ma...

Messaggiodi Vieri » 20/09/2016, 19:55

Achille ha scritto:
Vieri ha scritto:Scusami Achille per la risposta cretina ma risponderanno:
"si è vero, ma poi sono stati affogati tutti"...... :risata:
Per cui, se fosse così, quest'uomo sarebbe perito nel diluvio.
Ma la datazione che viene data del reperto è precedente di diversi secoli al diluvio. Nota che per i TdG il diluvio sarebbe avvenuno nell'autunno del 2370 a. C., mentre a Ötzi viene attribuita "un'età compresa tra il 5300 e il 5200 a.C." (https://it.wikipedia.org/wiki/Mummia_del_Similaun ). Per cui il suo decesso è avvenuto secoli prima di tale data.
Il luogo del ritrovamento è a 3210 metri di quota. Per essersi conservato così bene questo corpo deve essere stato ricoperto dalla neve e dal ghiaccio subito dopo la morte.
E qui sorgono diverse incongruenze, non solo cronologiche, rispetto a quanto insegna la WTS:
per la WTS prima del 2370 a. C. non esistevano montagne elevate, ma al massimo colline. Come mai Ötzi è stato ritrovato su una montagna alta oltre 3000 metri?
I TdG dicono che tali montagne si sono formate dopo il 2370 a. C. (!!!) il che è assolutamente inverosimile.
Non solo, ma per la WTS prima del diluvio il clima era uniforme e temperato in tutta la terra. Come mai quindi Ötzi venne ricoperto dai ghiacci?
La fanta-geologia della WTS non ha né capo né coda. :conf:

Concordo perfettamente con te ma se noti la "sottigliezza"....non ho scritto "sarebbe affogato" ma "poi sono stai affogati tutti" riferendomi ovviamente ai suoi successori... :sorriso:

Onestamente la storia del diluvio universale su tutto il globo è talmente inverosimile che scusatemi se a volte la prendo scherzando ( per non piangere...)

Si è recentemente parlato delle dinastie dei faraoni che tranquillamente vissero prima e dopo questo "diluvio universale" e non so se in altra occasione avete accennato alla storia millenaria della Cina dove ho trovato interessante questo sito:
http://www.museocineseparma.org/risorse ... _index.htm

dove tra l'altro il periodo arcaico dal 6000 al 2100 A.C. copre abbondantemente sia la nascita di Adamo ed Eva che il periodo del diluvio....

Il periodo Arcaico

Il periodo arcaico (o neolitico) della storia cinese spazia dal 6000 a.C. al 2100 a.C., e precede la dinastia Xia. E’ governato dai Tre Augusti e i Cinque Imperatori, che gli storici moderni ritengono capi di varie etnie, ricchi di mitologia antica, che con la loro saggezza e poteri, furono in grado di migliorare la vita umana. Alcuni di essi, infatti, divennero deità taoiste.

Dalle migrazioni nomadi a una vita sedentaria, le popolazioni vivevano in villaggi rudimentali, basandosi su pesca e caccia. Già nel 5000 a.C., la cultura di Yangshao (e più tardi la cultura Longshan nel 3000 a.C.) è presente nella valle del Fiume Giallo con un’agricoltura che assicura un aumento della popolazione (data l’abilità nell’immagazzinare le risorse), un sistema amministrativo, costruzioni di case, l’artigianato, e il culto degli antenati.

Da qui l’esistenza di vasi e anfore a scopo familiare, conservazione di granaglie, ed anche per riti funebri che celebravano il ricordo dell’antenato. Le prime ceramiche prodotte in Cina risalgono a più di 10,000 anni fa, con vasi di terrecotte sottili e delicati dipinti, che ne ritraggono la loro bellezza, maestria e praticità.

Gli artigiani Longshan conoscevano l’uso del tornio e produssero vasellame di fattura molto pregiata. La coltura del riso, del baco e la produzione di seta era già diffusa in questo periodo.

Poi se vogliamo ancora "sparare sulla Croce Rossa parliamo anche dell'India...:
http://www.liceoberchet.it/ricerche/geo ... _2aliv.htm

La prima civiltà importante dell'India prosperò per mille anni, dal 2500 a.C. circa, sulle rive del Fiume Indo. Le città più importanti erano Mohenjodaro e Harappa (che attualmente si trova in Pakistan), dove fiorì una complessa civiltà governata da una classe di sacerdoti, nella quale si possono rintracciare le origini dell'induismo. Gli invasori ariani razziarono il sud partendo dall'Asia centrale tra il 1500 e il 200 a.C

Un ultimo dubbio.
Se secondo i tdg alla fine del diluvio "universale"sopravvisse solo Noè e la sua famiglia figliando e ripopolando poi tutto il mondo.....

Alla fine ritengo a questo punto che l'etnia mondiale fosse allora tutta di razza ebraica...e i cinesini con gli occhietti a mandorla ed i bei negretti dell'Africa, gli indiani dell'India, oltre che a tutti gli egiziani presso i quali si rifugiò Abramo e consorte novantenne piacente,...non avrebbero dovuto essere stati tutti parenti alla lontana....?
Se dovessimo fare allora a tutti la prova del DNA .....dovremmo avere sicuramente discendenze ebraiche o sbaglio ?

La mia curiosità a questo punto diventa "perversa".... :ironico:
Buona serata

:strettamano:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4230
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Achille » 20/09/2016, 20:09

Panacca ha scritto:Sembra che il metodo della datazione C14 sia da prendere con le pinze

http://www.focus.it/scienza/scienze/le- ... heologiche

penso ci siano troppe variabili, ritenere stabile nell'arco di migliaia di anni la quantia in ATM del C12 la vedo molto azzardata
Il metodo di datazione ha qualche incertezza, tuttavia, come ho scritto nel mio sito «grazie a delle verifiche incrociate — cronologia basata sugli anelli degli alberi, datazioni della termoluminescenza e oggetti datati con documentazione certa — è stato dimostrato che per gli ultimi 1200 anni il margine di errore per le datazioni al C14 è inferiore al due per cento.[16]
L’errore aumenta per il materiale più antico, come fa notare anche la Watch Tower: «[Si è scoperto] che la velocità con cui il carbonio radioattivo si forma nell’atmosfera non è rimasta costante nel tempo, e che questo metodo non è attendibile se si datano oggetti anteriori al 2000 a.E.V. circa». (Libro "Creazione", p. 97).

Per gli oggetti datati 3000 e 4000 a. C., in effetti, la differenza tra le datazioni col C14 e quelle con gli anelli degli alberi arriva a ottocento, mille anni. Ma anche un simile margine di errore non consente di spostare tutti gli insediamenti più antichi a dopo il 2370, anno in cui, secondo i TdG, sarebbe avvenuto il Diluvio. Per esempio i più antichi strati di Gerico sono stati datati con il radiocarbonio al 6250 e 5850 circa a.C., mentre gli strati più bassi di Çatal Hüyük e Hacilar, in Anatolia, hanno avuto datazioni rispettivamente al 6385 ± 101 e 5614 ± 92.
Quello che poi la Watch Tower dimentica di precisare è che per l’era precristiana le datazioni al C14 — come è stato dimostrato con la prova degli anelli degli alberi — tendono a risultare troppo recenti e mai troppo antiche! Ciò significa che un oggetto datato al 3.500 a.C. (circa) con il metodo del radiocarbonio, in realtà risale al 4300 A.C. (circa). Pertanto, l’errore nella datazione al C14 aumenta anziché risolvere i problemi legati alla cronologia dei TdG
». (http://www.infotdgeova.it/scienza/diluvio.php ).

Per cui anche l'età che viene attribuita ad Oetzi (3.300-3100 a.C.) potrebbe essere anche più recente di quella reale.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 11646
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Achille » 20/09/2016, 20:17

Vieri ha scritto:Alla fine ritengo a questo punto che l'etnia mondiale fosse allora tutta di razza ebraica...e i cinesini con gli occhietti a mandorla ed i bei negretti dell'Africa, gli indiani dell'India, oltre che a tutti gli egiziani presso i quali si rifugiò Abramo e consorte novantenne piacente,...non avrebbero dovuto essere stati tutti parenti alla lontana....?
Se dovessimo fare allora a tutti la prova del DNA .....dovremmo avere sicuramente discendenze ebraiche o sbaglio ?
Gli Ebrei non erano ancora venuti all'esistenza. Noè e consorte e i loro tre figli, Cam (Camiti), Sem (Semiti) e Jafet (Giapetici) avrebbero dato origine a tutte le famiglie e razze post-diluviane. Questo è quello che credono coloro che prendono alla lettera il racconto biblico, come i TdG. Vedi anche http://www.fmboschetto.it/religione/Genesi/Genesi_7.htm
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 11646
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Romagnolo » 20/09/2016, 21:11

Cam se non ricordo male sarebbe stato di carnagione scura. :blu: :blu:
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4316
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Romagnolo....

Messaggiodi Vieri » 20/09/2016, 22:06

Romagnolo ha scritto:Cam se non ricordo male sarebbe stato di carnagione scura. :blu: :blu:

Ciao Romagnolo, non vorrei essere ancora super scettico ma un conto è avere un figlio di carnagione "scura" ed un conto essere alla fine nero come il carbone...
Avrà poi preso troppo sole....? :ironico:

Immagine


Poi scusate ma sulla piantina che mi ha indicato gentilmente Achille non vedo l'India e la Cina oltre all'Australia e le Americhe.....
:strettamano:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4230
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Achille » 21/09/2016, 4:49

Vieri ha scritto:Poi scusate ma sulla piantina che mi ha indicato gentilmente Achille non vedo l'India e la Cina oltre all'Australia e le Americhe.....
:strettamano:
In quei posti lì a quel tempo non ci erano ancora arrivati. Ci andarono dopo aver costruito la Torre I Babele. :sorriso:

http://www.vatican.va/archive/bible/gen ... itolo%2011 (il versetto 9)
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 11646
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Socrate69 » 21/09/2016, 5:23

E che dire di scoperte come queste, ritrovamenti di strumenti di popolazioni antichissime nella parte opposta della Terra ?

http://www.ansa.it/scienza/notizie/raga ... 9e322.html
L'ignorante afferma, il saggio dubita, il sapiente riflette - Aristotele

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3360
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44

Messaggiodi Romagnolo » 21/09/2016, 9:15

Bel sito Socrate, non lo conoscevo :strettamano: :ok: :strettamano: , al tuo link aggiungiamo pure questo:
http://www.ansa.it/scienza/notizie/raga ... 1fcfa.html
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4316
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Romagnolo » 22/09/2016, 18:35

Si può aggiungere al discorso anche questo ritrovamento:
http://www.nationalgeographic.it/popoli ... i-3232828/
Ciò starebbe a dimostrare che all' epoca pre diluvian a ...( secondo la cronologia WT) il clima non era così universalmente caldo e mite tale da non consentire la formazione della neve ....e ghiacciai.
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4316
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi cercaverità » 22/09/2016, 19:17

Panacca ha scritto:Sembra che il metodo della datazione C14 sia da prendere con le pinze

http://www.focus.it/scienza/scienze/le- ... heologiche

penso ci siano troppe variabili, ritenere stabile nell'arco di migliaia di anni la quantia in ATM del C12 la vedo molto azzardata


Lo ha già fatto notare Achille, ma lo voglio ripetere. Abbiamo che se fosse vero quello che riporta Focus in realtà gli oggetti datati sarebbero ancora più antichi di quello che crediamo perciò è ancor peggio difendere le posizioni WTS :felice: :felice:
Presentazione

Dt 18:21,22 Se tu pensi: Come riconosceremo la parola che il Signore non ha detta? Quando il profeta parlerà in nome del Signore e la cosa non accadrà e non si realizzerà, quella parola non l'ha detta il Signore; l'ha detta il profeta per presunzione: di lui non devi aver paura.

Mai discutere con un TDG, ti trascina al suo livello e ti frega con l'esperienza : Wilde
Avatar utente
cercaverità
Utente Junior
 
Messaggi: 481
Iscritto il: 09/05/2012, 17:55

Ötzi

Messaggiodi Achille » 24/09/2017, 10:29

La cosiddetta "mummia del Similaun" è stata datata al 3500 a.C. circa.
https://m.facebook.com/story.php?story_ ... 1642877111

FB_IMG_1506245468184.jpg
FB_IMG_1506245468184.jpg (30.63 KiB) Osservato 1805 volte
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 11646
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Mauro1971 » 24/09/2017, 10:36



ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 8316
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi Vera Icona » 24/09/2017, 10:53

E quindi?
Avatar utente
Vera Icona
Nuovo Utente
 
Messaggi: 351
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

Messaggiodi Achille » 24/09/2017, 11:11

Vera Icona ha scritto:E quindi?
Per i TdG il diluvio è avvenuto nel 2370 a.C....
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 11646
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Romagnolo » 24/09/2017, 11:22

Vera Icona ha scritto:E quindi?

Provo a dirtene una: La datazione lo pone a prima del diluvio universale quindi quando secondo la Wt il clima mondiale era sostanzialmente omogeneo. ( a conferma, caratteristica ribadita un anno fa da un anziano della mia congregazione in un discorso dal podio)
Eppure secondo gli studi alla sua morte fu quasi subito ricoperto da una nevicata, i pollini presenti su di lui dimostrano che morì in primavera, per avere la neve in primavera in un mondo a clima mite diventa necessario avere un monte alto almeno migliaia di metri così da avere un clima sufficientemente freddo.
Per cui ....se nevicava prima del Diluvio....sicuramente a quote più basse pioveva...così cade L' idea che Noè non avesse mai visto piovere fino al diluvio, se il monte era di alcune migliaia di metri...L' acqua necessaria a ricoprire tutte le vette diventa necessariamente maggiore di quanto richiederebbe il sommergere le collinette ipotizzate dalla Wt esistenti all' epoca, questo perché L' acqua del diluvio per la Wt sono finite tutte negli oceani e da sole non bastano a sommergere i monti più alti.
Postai un calcolo un paio di anni fa per dimostrare l' inconsistenza di questa credenza Wt.
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4316
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Achille » 24/09/2017, 11:42

Mi sono ricordato che c'era un'altra discussione su questo argomento: viewtopic.php?f=14&t=22567
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 11646
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Achille » 24/09/2017, 11:49

Achille ha scritto:Mi sono ricordato che c'era un'altra discussione su questo argomento: viewtopic.php?f=14&t=22567
Ho unito le due discussioni.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 11646
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Achille » 24/09/2017, 12:02

Achille ha scritto:Ho citato wikipedia e mi sono accorto ora che c'è un errore: la datazione corretta è 3300-3100 a.C: http://www.bolzano.net/it/oetzi.html

Sempre comunque parecchi secoli prima del diluvio, che per i TdG, come ben sai, è avvenuto nel 2370 a.C., cioè circa 1000 anni dopo Oetzi.
La datazione che viene attribuita ai reperti, nel museo di Bolzano, è ancora più antecedente al diluvio, secondo la cronologia geovista:
IMG_20170924_104611.jpg
IMG_20170924_104611.jpg (3.2 MiB) Osservato 1764 volte
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 11646
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Mauro1971 » 24/09/2017, 12:10

Achille ha scritto:
Panacca ha scritto:Sembra che il metodo della datazione C14 sia da prendere con le pinze

http://www.focus.it/scienza/scienze/le- ... heologiche

penso ci siano troppe variabili, ritenere stabile nell'arco di migliaia di anni la quantia in ATM del C12 la vedo molto azzardata
Il metodo di datazione ha qualche incertezza, tuttavia, come ho scritto nel mio sito «grazie a delle verifiche incrociate — cronologia basata sugli anelli degli alberi, datazioni della termoluminescenza e oggetti datati con documentazione certa — è stato dimostrato che per gli ultimi 1200 anni il margine di errore per le datazioni al C14 è inferiore al due per cento.[16]
L’errore aumenta per il materiale più antico, come fa notare anche la Watch Tower: «[Si è scoperto] che la velocità con cui il carbonio radioattivo si forma nell’atmosfera non è rimasta costante nel tempo, e che questo metodo non è attendibile se si datano oggetti anteriori al 2000 a.E.V. circa». (Libro "Creazione", p. 97).

Per gli oggetti datati 3000 e 4000 a. C., in effetti, la differenza tra le datazioni col C14 e quelle con gli anelli degli alberi arriva a ottocento, mille anni. Ma anche un simile margine di errore non consente di spostare tutti gli insediamenti più antichi a dopo il 2370, anno in cui, secondo i TdG, sarebbe avvenuto il Diluvio. Per esempio i più antichi strati di Gerico sono stati datati con il radiocarbonio al 6250 e 5850 circa a.C., mentre gli strati più bassi di Çatal Hüyük e Hacilar, in Anatolia, hanno avuto datazioni rispettivamente al 6385 ± 101 e 5614 ± 92.
Quello che poi la Watch Tower dimentica di precisare è che per l’era precristiana le datazioni al C14 — come è stato dimostrato con la prova degli anelli degli alberi — tendono a risultare troppo recenti e mai troppo antiche! Ciò significa che un oggetto datato al 3.500 a.C. (circa) con il metodo del radiocarbonio, in realtà risale al 4300 A.C. (circa). Pertanto, l’errore nella datazione al C14 aumenta anziché risolvere i problemi legati alla cronologia dei TdG
». (http://www.infotdgeova.it/scienza/diluvio.php ).

Per cui anche l'età che viene attribuita ad Oetzi (3.300-3100 a.C.) potrebbe essere anche più recente di quella reale.


L'articolo di Focus non è corretto.

A parte che non vi è riferimento, o almeno a me è sfuggito, all'articolo originale di questa ricercatrice della quale non è riportato neppure il nome, ma la quantità di C14 non è costante nel tempo, così come quella di C12 e C13.
A parte un sistema applicato per correggere eventuali influenze del C13, siccome gli scienziati tendono a non essere dei pirla, hanno studiato un modo per correggere appunto le analisi sulle basi delle condizioni ambientali dei vari periodi storici e zone geografiche.
Per scoprire quali erano queste condizioni si utilizza la correzione applicando delle scale dendrocronologiche, perchè gli anelli degli alberi crescendo inglobano l'atmosfera di quel momento esatto.

Le datazioni al C14 quindi tengono conto di queste variazioni e per costruire delle scale dendrocronologiche valide a questo scopo è stato fatto un lavoro enorme.

L'articolo in questione invece può riguardare in modo esclusivo solo le valutazioni che vanno da oggi al 1850 c.a., ma questa variazione dovuta all'uso massiccio di carburante fossile è ben conosciuta ed è già correggibile anche essa con le scale di cui sopra.

Per cui nulla di nuovo sotto il sole, in effetti si parla di cose conosciute già da almeno una 60ina di anni, ad occhio e croce, in quanto il problema non è solo odierno ma già presente dalla seconda metà del XIX° secolo.

La Sindone, essendo di molto precedente, non vedo proprio come possa esserne in alcun modo coinvolta.
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 8316
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi mr-shadow » 25/09/2017, 16:34

Vieri ha scritto:i cinesini con gli occhietti a mandorla ed i bei negretti dell'Africa, gli indiani dell'India, oltre che a tutti gli egiziani presso i quali si rifugiò Abramo e consorte novantenne piacente,...non avrebbero dovuto essere stati tutti parenti alla lontana....?


Infatti siamo tutti parenti alla lontana. Ognuno di noi ha due genitori. Ha quindi 4 nonni, 8 bisnonni, 16 trisnonni, 32 avoli, 64 bisavoli, 128 trisavoli, 256 quadrisavoli... e cosi via. Se contiamo le classiche quattro generazioni per secolo (una ogni 25 anni) nel rinascimento abbiamo già 131.072 antenati, aggiungendo altre dodici generazioni e risalendo al medioevo il numero degli antenati sale a 536.870.912. All'epoca degli etruschi, poi, questi antenati si contano a cifre a nove e quasi dieci zeri. Risalendo di 48 generazioni si arriva a 140.737.488.355.328. E questo, in teoria, per ogni singolo abitante della terra. Ovviamente c'è qualcosa di sbagliato in questo conto, perché all'inizio del XX secolo nel mondo c'erano 2 miliardi scarsi di persone (ne mancherebbero all'appello 2398 milardi) e la stima del totale degli Uomini che hanno abitato la Terra, in ogni epoca, sia stato un numero di non più di 120 miliardi di individui.

Tradotto significa che più si va indietro nel tempo, meno sono gli antenati comuni a tutti gli uomini. La ragione principale è che negli alberi genealogici di ognuno di noi ci sono persone che sono anche negli alberi genealogici degli altri. Ad esempio io e mio cugino abbiamo ognuno quattro nonni. Ma siccome mio papà e il papà di mio cugino sono fratelli (beh, siamo cugini!), avevano gli stessi genitori. Quindi io e mio cugino, insieme, non abbiamo otto nonni, ma solo sei, perché due sono gli stessi. Ecco, più si risale nel tempo, più parenti abbiamo in comune con chiunque altro sul pianeta. Cioè siamo tutti imparentati. Con Iseppo e, alla lunga, anche col giornalaio sotto casa.

Le razze umane derivano da un unico ceppo originario dell'Africa che progressivamente si espande ed emigra verso l'Asia e l'Europa. Nel corso dell'espansione le razze umane si differenziano in tre gruppi: la razza bianca (caucasica), la razza gialla (mongolica) e la razza nera (africana). L'uso del termine razze per distinguere la specie umana è tuttavia improprio. In passato il termine razza è stato utilizzato per classificare le diverse caratteristiche morfologiche dei tratti esteriori delle varie etnie. Tuttavia, dal punto di vista biologico non sussistono importanti differenze genetiche e la specie umana è sostanzialmente omogenea. In zoologia il termine razza sottintende, invece, una marcata diversità genetica tra una razza e un'altra. L'uso del termine razza per classificare la specie umana è pertanto scientificamente improprio. La sua diffusione deriva dall'utilizzo improprio del termine nella letteratura scientifica dell'ottocento e del primo novecento. Quando ci si riferisce alle diversità della specie umana è necessario definire i gruppi come etnie o popolazioni. In epoca contemporanea l'uso del termine razza per distinguere le diversità somatiche non è più ammesso in ambito scientifico.

Vieri ha scritto:razza ebraica


Allora vuol dire che se domani mi converto alla fede ebraica cesso di essere caucasico?
il credente si inalbera per tre motivi: 1) se deve a turbare la pace in cui è immerso, dovendosi chiedere come mai esista ancora qualche folle istigato da Satana a "combattere l'Onnipotente"; 2) quando si sente stupido se il critico dimostra d'aver ragione con argomentazioni serie e sensate; 3) quando è costretto ad ascoltare frasi di negazione, dato che dio è il "Si"
Avatar utente
mr-shadow
Utente Senior
 
Messaggi: 2375
Iscritto il: 10/04/2010, 9:21

Ciao Mr. Shadow...

Messaggiodi Vieri » 25/09/2017, 16:58

Scusami per la frase:
Vieri ha scritto:
razza ebraica


Allora vuol dire che se domani mi converto alla fede ebraica cesso di essere caucasico?

In effetti mi sono reso conto che questo termine che identifica le "origini di un popolo con caratteristiche omogenee" poteva essere interpretato malamente considerando le "vecchie memorie" del passato... :triste:

Ti ringrazio della bella spiegazione delle genealogie ma io e mia moglie siamo figli unici e non sono molto abituato ai conti di parentela .....e pertanto dopo i primi conteggi sono andato in tilt... :risata: :risata:
Buona giornata.

PS. certo che è un "bel divertimento" andare sempre a parlare dell'acqua calda ( per i comuni mortali.... :ironico: ) mentre c'è sempre da :piange: pensando a chi ancora ci crede davvero.....
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4230
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Giovanni64 » 25/09/2017, 18:02

mr-shadow ha scritto:Infatti siamo tutti parenti alla lontana. Ognuno di noi ha due genitori. Ha quindi 4 nonni, 8 bisnonni, 16 trisnonni, 32 avoli, 64 bisavoli, 128 trisavoli, 256 quadrisavoli... e cosi via.

Qualche anno fa mi sono interessato ai miei antenati ed ho fatto qualche ricerca...

Conosco il nome e cognome di tutti i miei nonni, bisnonni e di tutti i miei 16 trisnonni. Poi a seguire ne conosco: 18 su 32 , 5 su 64, 1 su 128, 2 su 256, 2 su 512. Uno di questi ultimi 2 su 512 è nato nel 1648.

Come osservavi tu, ci possono essere degli stessi antenati che compaiono in più rami e che abbassano il numero complessivo di antenati possibili. Ciò diventa sempre più probabile quando più si va indietro. Finora a me non è capitato di osservare un evento del genere, anche perché, come si vede, a partire da una certa "profondità" ne conosco pochissimi.
Avatar utente
Giovanni64
Veterano del Forum
 
Messaggi: 2756
Iscritto il: 09/01/2010, 8:59

Messaggiodi mr-shadow » 25/09/2017, 19:01

Salvo poche genealogie "fortunate" (non necessariamente nobiliari) ad un certo punto gli archivi civili e religiosi cessano di dare risposte.
il credente si inalbera per tre motivi: 1) se deve a turbare la pace in cui è immerso, dovendosi chiedere come mai esista ancora qualche folle istigato da Satana a "combattere l'Onnipotente"; 2) quando si sente stupido se il critico dimostra d'aver ragione con argomentazioni serie e sensate; 3) quando è costretto ad ascoltare frasi di negazione, dato che dio è il "Si"
Avatar utente
mr-shadow
Utente Senior
 
Messaggi: 2375
Iscritto il: 10/04/2010, 9:21

Messaggiodi Achille » 26/09/2017, 6:38

Tornando in tema:
«Recenti ricerche sul contenuto dell'intestino hanno rivelato che l'Uomo venuto dal ghiaccio aveva mangiato poco prima della sua morte una purea o del pane di farro, carne di stambecco e cervo e verdure imprecisate. I pollini presenti nell'intestino dimostrano che dodici ore prima di morire egli si trovava ancora in Val Venosta». http://www.bolzano.net/it/oetzi.html

Anche questo dettaglio smentisce la "fantavaccata" geovista che prima del 2370 a.C. l'uomo fosse vegetariano. :conf:
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 11646
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Prossimo

Torna a Scienza e Testimoni di Geova

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici