Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

TDG ATEI

In questo spazio si discute di argomenti di vario genere relativi ai Testimoni di Geova e che non sono inclusi nelle altre sezioni

Moderatore: Cogitabonda

TDG ATEI

Messaggiodi Panacca » 06/12/2017, 18:15

Ormai è il 4° tdg che mi confida di essere Ateo!!!!

Caspiterina invece di non credere più allo SFD, non Credono in DIO!!! :help:
Presentazione

Ci sono due tipi di sciocchi:
chi vede complotti dappertutto
e chi non li vede da nessuna parte
entrambi sono dispensati dal Pensare.
Avatar utente
Panacca
Utente Senior
 
Messaggi: 1369
Iscritto il: 20/01/2015, 18:49

Messaggiodi enkidu » 06/12/2017, 20:17

Panacca ha scritto:Ormai è il 4° tdg che mi confida di essere Ateo!!!!

Caspiterina invece di non credere più allo SFD, non Credono in DIO!!! :help:

Ho paura a dirlo, ma a volte fredo che anche certi sacerdoti non sappiano in cosa credere. Dio mi perdoni.
enkidu
Nuovo Utente
 
Messaggi: 225
Iscritto il: 09/05/2011, 19:11

Messaggiodi Romagnolo » 07/12/2017, 12:15

Con me fai il quinto. :sorriso:
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4639
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi LIALA » 07/12/2017, 14:26

:saggio: io credo ancora a Dio ma non nelle religioni :ilovejesus:
Mi presento


Devi imparare le regole del gioco. E poi devi giocare meglio di chiunque altro.
(Albert Einstein)


Immagine
Avatar utente
LIALA
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4145
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32

...

Messaggiodi JohnC » 28/12/2017, 23:33

una religione che ti porta a credere che tutto ciò che è scritto nella Bibbia è perfetto ed ispirato da Dio, è una religione monca.

Appena si rompe un mattoncino (cioè appena ti accorgi di una vaccata biblica) crolla tutto il castello

dopo la watchtower c'è solo l'ateismo (in senso biblico), chi si tuffa in un'altra religione lo fa per non avere disperazione interiore
JohnC
Nuovo Utente
 
Messaggi: 134
Iscritto il: 21/11/2015, 21:24
Località: roma

Messaggiodi Ray » 29/12/2017, 13:29

JohnC ha scritto:una religione che ti porta a credere che tutto ciò che è scritto nella Bibbia è perfetto ed ispirato da Dio, è una religione monca.

Appena si rompe un mattoncino (cioè appena ti accorgi di una vaccata biblica) crolla tutto il castello

dopo la watchtower c'è solo l'ateismo (in senso biblico), chi si tuffa in un'altra religione lo fa per non avere disperazione interiore


È l'errore che fanno molti ex tdg, quando si capisce o si arriva
a comprendere che di certo D-o con la Bibbia non c'entra si elimina a priori l'esistenza di un creatore.

Non si va oltre a una possibile tesi alternativa.
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 10911
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Popolo di miscredenti, pentitevi, pentitevi.....

Messaggiodi Vieri » 29/12/2017, 13:58

Popolo di miscredenti, pentitevi, pentitevi.....

Ragazzi, sto scherzando.... :risata: :risata: però quando dico che la congregazione dei tdG è la più grande fabbrica di atei che esista alla fine non potete darmi torto.

E questo perché ?
Per la semplice ragione che un credo, una religione non si deve imporre con un costante lavaggio del cervello dove tutta la propria vita debba essere impostata sulle interpretazioni di umani di un libro sicuramente sacro ma certamente non da non prendersi alla lettera.....

Quando non si vuole per un attimo muovere le cellule cerebrali e pensare che molti numeri biblici dal 7 al 40 tanto per fare un esempio erano numeri simbolici e che certi fatti ed avvenimenti erano stati volutamente esagerati e mitizzati per renderli comprensibili e facilmente ricordabili ad un popolo di pastori ignoranti,.....dobbiamo oggi prenderli per verità assoluta o per quanto gli scrittori del tempo volevano insegnare ?

E' certo che se quando uno come il sottoscritto legge che Mosè scappò dall'Egitto portandosi dietro 600.000 uomini oltre alle mogli ed ai figli con un numero totale presumibile di oltre 1.500.000 di persone oltre agli armenti spopolando letteralmente l'Egitto e con conti di discendenza da Giuseppe ed i suoi fratelli assolutamente impossibili...
.....cosa può pensare ? Tutte balle!

Poi se ci ripensa un attimo e se invece avesse letto: "Mosè lasciò l'Egitto con qualche decina di migliaia di ebrei, rimanendo nel deserto per qualche anno".....perdendosi nel deserto .....qualcuno di loro se ne sarebbe ricordato ? No.
Quello che conta è il messaggio e gli insegnamenti che si sono voluti dare, non certo date e numeri ......

Ragazzi, allora, fate un "reset" e magari riprendete gli insegnamenti di un certo "Gesù", così ignorato dai tdG osservando poi bene che cosa aveva detto.......e vedrete che qualche cosa di buono, per non dire molto, trovate senza rigettare alla fine tutto il mondo alle ortiche.......
Buon anno.....
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4960
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi pasqualebucca » 30/12/2017, 13:16

È perché non hanno/avete fede, in questa maniera l'ateismo diventa dilagante.
L'uomo ha necessità di credere, fa parte del nostro io.
È un bisogno prioritario per vivere, immaginate la terra popolata da atei o agnostici, o meglio non credenti?
Che mondo sarebbe?
Avatar utente
pasqualebucca
Utente Junior
 
Messaggi: 654
Iscritto il: 05/02/2017, 16:01

Messaggiodi Ray » 30/12/2017, 17:10

pasqualebucca ha scritto:È perché non hanno/avete fede, in questa maniera l'ateismo diventa dilagante.
L'uomo ha necessità di credere, fa parte del nostro io.
È un bisogno prioritario per vivere, immaginate la terra popolata da atei o agnostici, o meglio non credenti?
Che mondo sarebbe?

Non peggio di questo attuale Pasquale.
Auguri.
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 10911
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Ray, Ray questa volta te la sei cercata....

Messaggiodi Vieri » 30/12/2017, 18:44

Non peggio di questo attuale Pasquale.
Auguri.

Un mondo senza Dio è un mondo senza speranza....

....e se non c'è speranza...che cosa si potrebbe allora augurare ?

Da me invece gli auguri di buon anno te li becchi sinceri sinceri....ma lascia stare il "flit"per l'anno prossimo.... :risata: :risata:
:cin:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4960
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Ray » 30/12/2017, 19:13

Vieri ha scritto:
Non peggio di questo attuale Pasquale.
Auguri.

Un mondo senza Dio è un mondo senza speranza....

....e se non c'è speranza...che cosa si potrebbe allora augurare ?

Da me invece gli auguri di buon anno te li becchi sinceri sinceri....ma lascia stare il "flit"per l'anno prossimo.... :risata: :risata:
:cin:

Speranza? Di che?
Intendi la resurrezione ?
Vabbè ma credi nella speranza scritta è inventata dall'uomo ,non dico che nonostante tutto, potrebbe essere
plausibile questa tesi, sempre se me lo dimostri, il problema di fondo è che tu non credi in D-o, ma nell'immagine o nello stereotipo
che l'umanità o le varie culture se ne sono fatti.

Anche i miei auguri sono sinceri perché non hanno nessun fine ,diciamo ... proselitismo. :occhiol:
:risatina:
:ciao:
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 10911
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Messaggiodi pasqualebucca » 31/12/2017, 9:43

Ray ha scritto:
Vieri ha scritto:
Non peggio di questo attuale Pasquale.
Auguri.

Un mondo senza Dio è un mondo senza speranza....

....e se non c'è speranza...che cosa si potrebbe allora augurare ?

Da me invece gli auguri di buon anno te li becchi sinceri sinceri....ma lascia stare il "flit"per l'anno prossimo.... :risata: :risata:
:cin:

Speranza? Di che?
Intendi la resurrezione ?
Vabbè ma credi nella speranza scritta è inventata dall'uomo ,non dico che nonostante tutto, potrebbe essere
plausibile questa tesi, sempre se me lo dimostri, il problema di fondo è che tu non credi in D-o, ma nell'immagine o nello stereotipo
che l'umanità o le varie culture se ne sono fatti.

Anche i miei auguri sono sinceri perché non hanno nessun fine ,diciamo ... proselitismo. :occhiol:
:risatina:
:ciao:


Certo, speranza per chi crede e ha fede, speranza divina di essere con Dio un giorno.
O con geova o Allah o con Budda.
Ognuno spera di essere al cospetto dell'altissimo un giorno nero o bianco o giallo, gay bisex, o etero, belli o brutti non importerà nulla, ci sarà un giudizio e il giusto collocamento in paradiso se si sarà veramente pentiti.
I miei auguri sono Cristiani a 360 gradi e sinceri, io mi impegno ogni anno a fare qualcosa di samaritano e il mio augurio e che nel vostro piccolo lo facciate anche voi.
Buon Anno a tutti, belli e brutti, atei, agnistici, e co.
Che Dio vi benedica tutti.
Avatar utente
pasqualebucca
Utente Junior
 
Messaggi: 654
Iscritto il: 05/02/2017, 16:01

Messaggiodi Mauro1971 » 31/12/2017, 10:13

pasqualebucca ha scritto:È perché non hanno/avete fede, in questa maniera l'ateismo diventa dilagante.

...che orrore, che roba brutta. Che mostri, quali bestie immonde sono questi "non credenti". Perchè non metterli al rogo come una volta?

L'uomo ha necessità di credere, fa parte del nostro io.

Quanta sicurezza in questa affermazione.
Capisco tu l'abbia letta in qualche Enciclica ma fare una ricerca seria sulla veridicità di questa prima di bersela tappandosi il naso?
L'ipotesi che ci possa essere "semplicemente" una predisposizione evolutiva al "credere" (e sarebbe davvero ampio il discorso qui) in quanto funzione utile sino a tempi recenti per la sopravvivenza del gene, prenderla almeno in considerazione no, vero?

È un bisogno prioritario per vivere,

Questo invece è proprio falso.
L'ossigeno è prioritario, senza in pochissimi minuti muori.
L'acqua è prioritaria, senza in un paio di giorni muori.
IL cibo è prioritario, senza in un periodo variabile dalla fisicità della persona, ma semre entro alcune settimane, muori.
IL sonno è prioritario, senza dopo alcuni giorni muori.
Sono prioritari vestiti ed un riparo a seconda del clima dove si vive, senza entro pochi giorni muori.

MA Il credere in qualche forma del "Divino" proprio no. Senza non muori affatto, vivi esattemente come r quanto un credente.
Troverai poi tra gli atei persone felici e persone infelici esattamente come tra i vari credenti, in quanto questa è la natura umana ben al di la del credere o meno.
Per cui no, non ha davvero nulla di prioritario, non è in alcun modo necessatio per vivere, qualsiasi senso tu voglia dare al termine "vivere".

immaginate la terra popolata da atei o agnostici, o meglio non credenti?
Che mondo sarebbe?

Come la Svezia o la Norvegia ma con un clima decisamente migliore.
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 8688
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi JohnC » 31/12/2017, 10:31

Mauro1971 ha scritto:
pasqualebucca ha scritto:È perché non hanno/avete fede, in questa maniera l'ateismo diventa dilagante.

...che orrore, che roba brutta. Che mostri, quali bestie immonde sono questi "non credenti". Perchè non metterli al rogo come una volta?

L'uomo ha necessità di credere, fa parte del nostro io.

Quanta sicurezza in questa affermazione.
Capisco tu l'abbia letta in qualche Enciclica ma fare una ricerca seria sulla veridicità di questa prima di bersela tappandosi il naso?
L'ipotesi che ci possa essere "semplicemente" una predisposizione evolutiva al "credere" (e sarebbe davvero ampio il discorso qui) in quanto funzione utile sino a tempi recenti per la sopravvivenza del gene, prenderla almeno in considerazione no, vero?

È un bisogno prioritario per vivere,

Questo invece è proprio falso.
L'ossigeno è prioritario, senza in pochissimi minuti muori.
L'acqua è prioritaria, senza in un paio di giorni muori.
IL cibo è prioritario, senza in un periodo variabile dalla fisicità della persona, ma semre entro alcune settimane, muori.
IL sonno è prioritario, senza dopo alcuni giorni muori.
Sono prioritari vestiti ed un riparo a seconda del clima dove si vive, senza entro pochi giorni muori.

MA Il credere in qualche forma del "Divino" proprio no. Senza non muori affatto, vivi esattemente come r quanto un credente.
Troverai poi tra gli atei persone felici e persone infelici esattamente come tra i vari credenti, in quanto questa è la natura umana ben al di la del credere o meno.
Per cui no, non ha davvero nulla di prioritario, non è in alcun modo necessatio per vivere, qualsiasi senso tu voglia dare al termine "vivere".

immaginate la terra popolata da atei o agnostici, o meglio non credenti?
Che mondo sarebbe?

Come la Svezia o la Norvegia ma con un clima decisamente migliore.


Sono d'accordo con Mauro.

Sono cresciuto in una famiglia cattolica e fin da bambino mi hanno dipinto gli atei come persone che non si fanno scrupolo nel mentire, rubare, uccidere, darsi alla condotta lasciva e immorale, in una parola, il male da estirpare. Stessa linea in seno ai TdG. Sono cresciuto anche io con la convinzione instillata che l'uomo abbia "bisogno" di adorare qualcuno.

Poi cresci, studi, e scopri che le peggiori nefandezze, i peggiori crimini, i peggiori massacri, i peggiori stupri ed atti pedofili sono stati praticati da sedicenti cristiani.

Ho conosciuto ATEI dalla morale molto più nobile dei sedicenti cristiani, pronti - in nome di Cristo - a compiere le più atroci bassezze. :saggio:

Ho pertanto sviluppato, ahimè, un senso di disgusto verso l'autoincensamento religioso e verso qualunque cosa abbia a che fare con la religione.
JohnC
Nuovo Utente
 
Messaggi: 134
Iscritto il: 21/11/2015, 21:24
Località: roma

Messaggiodi Panacca » 31/12/2017, 10:39

Penso che il mondo non si divide in:

Credenti
Atei
Bianchi
Neri
Gay
ecc

Ma in Brave persone e Fetenti indipendentemente dai propri credi,
anche se c'è da riconoscere che la Religione fa leva direttamente e/o indirettamente sui lati peggiori
Presentazione

Ci sono due tipi di sciocchi:
chi vede complotti dappertutto
e chi non li vede da nessuna parte
entrambi sono dispensati dal Pensare.
Avatar utente
Panacca
Utente Senior
 
Messaggi: 1369
Iscritto il: 20/01/2015, 18:49

Messaggiodi pasqualebucca » 31/12/2017, 11:21

Questo è l'esempio dell'essere senza credo, ognuno faccia come gli pare, libertà a 360 gradi, ciò che ho espresso era il mio punto di vista.
Mi domando come si faccia a vivere senza credere, senza la speranza divina, senza la speranza della vita eterna.
Pur rispettando le vostre idee non le condivido e da credente pregherò per voi(almeno questo non me lo potrete vietare o impedire).
Da piccolo e misero Cristiano quale sono.
Saluti a tutti voi. :pace:
Avatar utente
pasqualebucca
Utente Junior
 
Messaggi: 654
Iscritto il: 05/02/2017, 16:01

Messaggiodi Socrate69 » 31/12/2017, 11:29

pasqualebucca ha scritto:Questo è l'esempio dell'essere senza credo, ognuno faccia come gli pare, libertà a 360 gradi, ciò che ho espresso era il mio punto di vista.
Mi domando come si faccia a vivere senza credere, senza la speranza divina, senza la speranza della vita eterna.
Pur rispettando le vostre idee non le condivido e da credente pregherò per voi(almeno questo non me lo potrete vietare o impedire).
Da piccolo e misero Cristiano quale sono.
Saluti a tutti voi. :pace:

In fondo in fondo, Pasquale, anche voi credenti al 100% non avete certezze assolute, poiché 'aspettate di vedere' se la vostra fede avrà qualche riscontro dopo la morte.
L'ignorante afferma, il saggio dubita, il sapiente riflette - Aristotele

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3558
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44

Messaggiodi pasqualebucca » 31/12/2017, 14:46

Socrate69 ha scritto:
pasqualebucca ha scritto:Questo è l'esempio dell'essere senza credo, ognuno faccia come gli pare, libertà a 360 gradi, ciò che ho espresso era il mio punto di vista.
Mi domando come si faccia a vivere senza credere, senza la speranza divina, senza la speranza della vita eterna.
Pur rispettando le vostre idee non le condivido e da credente pregherò per voi(almeno questo non me lo potrete vietare o impedire).
Da piccolo e misero Cristiano quale sono.
Saluti a tutti voi. :pace:

In fondo in fondo, Pasquale, anche voi credenti al 100% non avete certezze assolute, poiché 'aspettate di vedere' se la vostra fede avrà qualche riscontro dopo la morte.


Purtroppo la certezza ci sarà dopo la morte, hai ragione, e allora la religione mi aiuta, la fede mi guida, e spero di morire cosciente potendo chiedere perdono per i miei peccati.
Il resto della storia non lo conosco.....
Lo immagino e spero di poter andare in paradiso, certo dopo il purgatorio s'intende.
Sempre a Dio piacendo.
Avatar utente
pasqualebucca
Utente Junior
 
Messaggi: 654
Iscritto il: 05/02/2017, 16:01

Pensierino di fine anno e non parliamo di fede ma di speranza:...

Messaggiodi Vieri » 31/12/2017, 16:37

Ritorniamo alla mia frase iniziale:
Un mondo senza Dio è un mondo senza speranza....

Lasciamo allora da parte ogni proselitismo.... e parliamo invece di ottimismo e di pessimismo.....

Io non vorrei sentenziare giudizi a casaccio ma quante persone che non credono sono in genere dei pessimisti ?
Il pessimismo è o non è generato dalla mancanza di speranza e dall'impossibilità di credere in un cambiamento, in una prospettiva, in una soluzione?
Io ho trovato persone che pur estremamente provate nella vita hanno avuto comportamenti molto diversi.

Alcuni di loro li ho visti sempre sereni e sorridenti mentre altri sempre contro il mondo intero, arrabbiati e contro un dio inesistente....
Perchè tutto questo ? Ve lo siete mai spiegato?

Qui non si tratta di fare le solite predicozze ma di aver esaminato la realtà dei fatti dove alcuni sono dei "beati imbecilli" mentre altri dei "perfetti realisti" ?

Qui carissimi non si tratta di Bibbia o non Bibbia e di tutto quello che avete letto e vi hanno fatto capire a modo loro....ma di avere dentro noi stessi un dono immenso che è la "speranza".

"Speranza", allora, in che cosa ?
.....non di pensare a future esistenze felici ultraterrene ed a paradisi idilliaci ........per avere il giusto premio delle nostre pene.... ma la "speranza" è consapevolezza che in qualsiasi frangente negativo della nostra vita NON CI SENTIAMO MAI SOLI.....
Questa è la forza della speranza e se questa forza, ti abbandona che cosa rimane allora se non la disperazione ?

Voi direte che:" io non mi preoccupo più di tanto, faccio la mia vita benissimo e non ho bisogno certamente di predicozze....."
Ma questo scusate è la politica dello struzzo dove non si pensa che prima o poi tutto quello che avete accumulato nella vita come , affetti, soldi, lavoro, cultura, viaggi,....non serviranno a niente trovandovi alla fine soli, completamente soli, senza più prospettive, senza più niente indipendentemente da quanto di buono o di rimarchevole,sino ad ora avete commesso ?
Possibile che tutta questa esistenza si concluda sotto un metro di terra ? Ma cosa allora, sono vissuta a fare? .......

Chi ha allora paura della morte ? Chi ha maledetto il mondo intero o chi lo ha sempre amato nonostante tutto?

Qui direi di fare un discorso che esula dalla fede poichè alla fine di tutto chi muore maledicendo non avrà speranza ma chi morirà nel porre tutta la sua vita davanti a chi forse non ha mai voluto riconoscerne l'esistenza ma che in quel momento accetta e riconosce le sue debolezze,...sarà salvato.
Buon anno...
:cin:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4960
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Cogitabonda » 31/12/2017, 17:10

Alzo volentieri il bicchiere con Vieri
:B.A.2:

e poi torno all'argomento del thread, cioè quegli atei che rimangono nominalmente testimoni di un Dio in cui non credono. Questo è proprio l'effetto che ci si può aspettare da un culto trappola, in cui è facile entrare, ma da cui è possibile uscire solo a prezzo di dolorose ferite. Non è il caso di sorprenderci di questo fenomeno, dobbiamo solo sperare che sempre meno persone si facciano irretire da quel culto.
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame
La mia presentazione
Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8368
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Messaggiodi Valentino » 31/12/2017, 19:05

Il "tema" del 3d si basa su esperienze personali ed aneddotiche dal valore statistico nullo. Non so se esiste uno studio statistico su cui poter "ragionare" ed in assenza di dati certi credo che non si possano fare affermazioni perentorie secondo le quali la religione dei tdG "sfornerebbe" più atei di altre. In realtà diventano atee persone provenienti dalle più disparate religioni.
Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=17403
“Se mi si riesce a convincere, provandomi che le mie idee e le mie azioni sono scorrette, sarò felice di cambiare, perché ciò che io cerco è la verità, dalla quale nessuno ha mai ricevuto danno, mentre lo riceve chi persevera nel proprio errore e nella propria ignoranza.” (Marco Aurelio)
Avatar utente
Valentino
Utente Senior
 
Messaggi: 1235
Iscritto il: 15/01/2014, 6:40

Valentino, buon anno...

Messaggiodi Vieri » 31/12/2017, 19:44

Valentino ha scritto:Il "tema" del 3d si basa su esperienze personali ed aneddotiche dal valore statistico nullo. Non so se esiste uno studio statistico su cui poter "ragionare" ed in assenza di dati certi credo che non si possano fare affermazioni perentorie secondo le quali la religione dei tdG "sfornerebbe" più atei di altre. In realtà diventano atee persone provenienti dalle più disparate religioni.

Certamente non si possono fare affermazioni perentorie ma in genere o si diventa atei per prima essere "tiepidi" e poi "freddi" per la negazione di valori diversi da quelli terreni,...o quando una "religione" diventa assillante, totalitaria, libertaria e con interpretazioni "fantasiose e letterali della Bibbia" ....come nel caso specifico dei tdG, è più probabile che chi ne venga fuori abbia alla fine un senso di ribrezzo e negazione tale da diventare ateo o agnostico.

Del resto, un campione interessante è dato da questo forum dove chi è stato tdg per anni alla fine in molti casi, dopo questa "indigestione" ha scelto l'ateismo e la negazione di ogni religione....o mi sbaglio ?
Buon anno...
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4960
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Quixote » 31/12/2017, 20:10

Personalmente sono diventato ateo, senza alcun astio per la religione, quando mi sono accorto che non ero piú un bambino e che dovevo ragionare da uomo; ho dalla mia l’esempio simile di Leopardi. Ho contro l’esempio altrettanto illustre e degno di Manzoni, che sembra aver fatto il cammino inverso. Quindi non faccio testo, ma su una cosa devo contraddirti: pessimismo e ottimismo – intellettuali o esistenzali – sono presenti a pari frequenza in chi crede e in chi non crede; Giobbe e l’Ecclesiaste, l’Imitazione di Cristo, non sono opera di miscredenti; Pascal e Kierkegaard non erano miscredenti. Sant’Agostino morente, in un’Ippona assediata e devastata dai Vandali, si consolava dell’attualità del male col pensiero di un sapiente pagano che affermava non esser serio tenere in conto pietre e legno che crollavano, o mortali che morivano (Possidio, Vita Augustini, 28, in P. L. 32, 58) Quel sapiente era Plotino (Enn. 1, 4, 7, 22-4).
Καὶ ἠγάπησαν οἱ ἄνθρωποι μᾶλλον τὸ σκότος ἢ τὸ φῶς.
E gli uomini vollero piuttosto le tenebre che la luce.
GIOVANNI, III, 19. (G. Leopardi, La ginestra, esergo)
======================================
Primo postPresentazioneStaurós: palo o croce? (link esterno)
Avatar utente
Quixote
Moderatore
 
Messaggi: 3866
Iscritto il: 15/08/2011, 22:26
Località: Cesena

Messaggiodi Panacca » 31/12/2017, 20:56

é Impossibile avere la certezza sia per Credenti che per Atei

ma la cosa più Triste è che se non c'è nessuna speranza si morirà senza mai sapere come stanno relamente le cose!!! :help:
Presentazione

Ci sono due tipi di sciocchi:
chi vede complotti dappertutto
e chi non li vede da nessuna parte
entrambi sono dispensati dal Pensare.
Avatar utente
Panacca
Utente Senior
 
Messaggi: 1369
Iscritto il: 20/01/2015, 18:49

Ciao Quix,...

Messaggiodi Vieri » 31/12/2017, 21:12

pessimismo e ottimismo – intellettuali o esistenziali – sono presenti a pari frequenza in chi crede e in chi non crede;

Come sai nei mie pensieri non faccio mai delle trattazioni che possano rappresentare delle verità assolute ed incontestabili dato che su 6 miliardi e pussa di persone non se ne trova mai una eguale....

Io ovviamente mi esprimo e mi baso sulle mie esperienze personali ma devo dire però che chi crede veramente e non fa solo finta di andare a scaldare le panche in chiesa, non è in genere una persona pessimista ma se non almeno particolarmente ottimista, cosciente almeno delle prove che la vita ti da.

Poi ovviamente ci sono sempre le eccezioni ma per me chi non ha (veramente) fede non ha "speranza", fiducia nella vita e nel prossimo e chi non dispone di queste "caratteristiche" secondo me è uno pessimista.
Il pessimismo è in senso generico un atteggiamento sentimentale che tende a sottolineare gli aspetti negativi di un'esperienza della realtà caratterizzata dall'infelicità e dal dolore. Questa visione, dal punto di vista etico, si traduce in un giudizio di prevalenza del male sul bene.

Buon anno.
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4960
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Valentino » 31/12/2017, 21:49

Vieri ha scritto:Certamente non si possono fare affermazioni perentorie


Appunto!

Vieri ha scritto:ma in genere


In genere? Ed in base a quali evidenze affermi "in genere". Se chiedi agli atei perché sono diventati atei potrai avere risposte molto diverse.

Vieri ha scritto:o si diventa atei per prima essere "tiepidi" e poi "freddi" per la negazione di valori diversi da quelli terreni


Questa è una generalizzazione. Una possibilità tra le tante....non l'unica. Ci sono persone diventate atee che erano in origine, religiosamente parlando, tutt'altro che "tiepide".

Vieri ha scritto:o quando una "religione" diventa assillante, totalitaria, libertaria e con interpretazioni "fantasiose e letterali della Bibbia" ....come nel caso specifico dei tdG, è più probabile che chi ne venga fuori abbia alla fine un senso di ribrezzo e negazione tale da diventare ateo o agnostico.


E' solo un'ipotesi ma non ci sono statistiche che la confermano. D'altra parte abbiamo anche testimonianze di "esperienze inverse", ovvero persone che in origine erano atee e che sono diventate credenti dopo essere entrati in contatto con la religione dei tdG.

Vieri ha scritto:Del resto, un campione interessante è dato da questo forum dove chi è stato tdg per anni alla fine in molti casi, dopo questa "indigestione" ha scelto l'ateismo e la negazione di ogni religione....o mi sbaglio ?


Nel forum ci sono anche ex-tdG che NON sono diventati atei ma sono ancora credenti. Talvolta hanno aderito ad un'altra confessione religiosa, oppure sono rimasti credenti ma non hanno aderito ad una religione specifica. Insomma il panorama è piuttosto vasto ed in assenza di dati statistici non si può generalizzare.
Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=17403
“Se mi si riesce a convincere, provandomi che le mie idee e le mie azioni sono scorrette, sarò felice di cambiare, perché ciò che io cerco è la verità, dalla quale nessuno ha mai ricevuto danno, mentre lo riceve chi persevera nel proprio errore e nella propria ignoranza.” (Marco Aurelio)
Avatar utente
Valentino
Utente Senior
 
Messaggi: 1235
Iscritto il: 15/01/2014, 6:40

Valentino ma non ti accorgi mai di essere incorreggibile.....

Messaggiodi Vieri » 31/12/2017, 22:01

Scusa Valentino, ma ti rendi conto qualche volta che la tua pignoleria ed il desiderio di voler aggiungere sempre l'ultima parola può farti rendere non particolarmente sopportabile'..... :ironico:

Se avessi letto meglio, ho scritto:
Come sai nei mie pensieri non faccio mai delle trattazioni che possano rappresentare delle verità assolute ed incontestabili dato che su 6 miliardi e pussa di persone non se ne trova mai una eguale....

Io ovviamente mi esprimo e mi baso sulle mie esperienze personali ma devo dire però che chi crede veramente e non fa solo finta di andare a scaldare le panche in chiesa, non è in genere una persona pessimista ma se non almeno particolarmente ottimista, cosciente almeno delle prove che la vita ti da.

Quindi il tutto rimane sempre una mia opinione personale che ovviamente, COME HO SCRITTO non è estrapolabile a tutti i casi del mondo....e quindi potevi risparmiarti almeno una volta.....
Auguri ancora.......
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4960
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55


Torna a Forum principale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot], Majestic-12 [Bot] e 5 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici