Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Himmler odiava i tdg?

In questo spazio si discute di argomenti di vario genere relativi ai Testimoni di Geova e che non sono inclusi nelle altre sezioni

Moderatore: Cogitabonda

Himmler odiava i tdg?

Messaggiodi Barzillai » 14/09/2020, 23:28

Ho notato da vari stati whatsapp di conoscenti che la rivista della settimana scorsa ha riscosso notevole successo .
Molti hanno postato i paragrafi da 15 a 17 dove viene detto ciò:

15 Durante il nazismo migliaia di fratelli e sorelle furono mandati nei campi di concentramento. Hitler e il capo delle SS, Heinrich Himmler, odiavano i Testimoni di Geova. Stando al racconto di una sorella, Himmler disse a un gruppo di sorelle imprigionate in un campo di concentramento: “Il vostro Geova può regnare in cielo, ma qui sulla terra comandiamo noi! Vi faremo vedere chi resisterà più a lungo, voi o noi!” Cosa aiutò quei servitori di Geova a rimanere fedeli?
16 Quegli Studenti Biblici sapevano che il Regno di Dio aveva cominciato a governare nel 1914. Non erano sorpresi di dover affrontare quell’intensa opposizione. Ma erano sicuri che nessun governo umano avrebbe impedito al proposito di Geova di realizzarsi. Hitler non avrebbe potuto eliminare la vera adorazione o istituire un governo più forte del Regno di Dio. I nostri fratelli erano certi che in un modo o nell’altro il dominio di Hitler sarebbe finito.
17 Quella convinzione non era infondata. Di lì a poco il regime nazista crollò e Heinrich Himmler, che aveva detto “qui sulla terra comandiamo noi”, fu costretto alla fuga. Mentre fuggiva incontrò il fratello Lübke, un ex prigioniero, e lo riconobbe. Profondamente sconfortato, gli chiese: “Beh, Studente Biblico, che accade ora?” Il fratello Lübke spiegò che i Testimoni di Geova sapevano fin dall’inizio che il regime nazista sarebbe caduto e che loro sarebbero stati liberati. Himmler, che aveva avuto così tanto da dire sui Testimoni di Geova, rimase senza parole. Poco dopo si suicidò. Cosa impariamo? Studiare la Bibbia, comprese le profezie, può aiutarci a edificare una fede incrollabile in Dio e darci coraggio durante le prove (2 Piet. 1:19-21).


Qui viene detto che Himmler odiava i testimoni e lascia velatamente capire che a seguito della conversazione con il fratello lubke si suicidò.
siamo sicuri che Himmler davvero odiava cosi i testimoni?
basta fare una veloce ricerca su internet e sul sito jw.org per provare a rispondere
Innanzitutto sul sito triangoli viola, di certo non un sito di apostatacci si trova questo:
Persino il capo delle SS, Heinrich Himmler, aveva di loro un'alta opinione. In una lettera a Kaltenbrunner scrisse: "Fra le cose positive dei Testimoni di Geova vi è il fatto che non compiono il servizio militare né lavorano per la guerra. Non bevono né fumano. Sono persone laboriose e sincere. Non aspirano alla ricchezza. Dovrebbero predicare al popolo per trasmettere le loro idee pacifiste"(18).
la nota 18: 18- Lettera del 21 luglio 1944, n.5590\44, per cortesia del KZ Gedenkstatte Dachau.
Non mi sembra da questa lettera l'atteggiamento di chi odiasse in modo particolare questo gruppo
Andiamo avanti
Sul vecchio forum di questo sito si trova questa discussione che cita un libro di pollina/aveta:
A proposito del ruolo di Kersten, è interessante leggere il seguente commento:
dal 1942/43 in poi i Testimoni internati godettero di un significativo sollievo dalle pressioni cui erano sottoposti, grazie all'intercessione del dott. Kersten, medico personale di Himmler, che convinse il capo delle famigerate SS ad impartire direttive più "benevole" circa il modo di trattare i Testimoni di Geova internati. È interessante notare che l’intercessione del dott. Felix Kersten a favore dei Testimoni di Geova internati produsse i suoi effetti proprio nel periodo più critico della orrenda storia dei lager. Infatti, “con la guerra contro la Russia ogni residuo interesse delle autorità (naziste) per l’essere umano scomparve, e si spalancò la porta allo sterminio di milioni di persone. A causa dell’urgente necessità di mano d’opera per far fronte a una guerra totale, si profilò un cambiamento di politica verso quelle persone che, dentro e fuori dei campi, furono giudicate prive di valore per lo Stato. Tutti gli indesiderabili abili al lavoro dovevano lavorare fino a morirne, mentre gli altri dovevano puramente e semplicemente essere uccisi. ... Per ciascuno stadio del processo produttivo furono creati ‘impianti’ distinti. Ci furono campi di raccolta e di distribuzione, nei quali i prigionieri venivano selezionati e inviati o ai campi di lavoro o ai campi di sterminio. La produzione si articolava così su almeno tre unità separate: i campi di raccolta, i campi di lavoro, i campi di sterminio” (citazione tratta da Pollina-Aveta, "Scontro tra totalitarismi: nazifascismo e geovismo", pag. 98).
Strano che uno che odia i testimoni acconsenta a trattarli con dignità.
Si potrebbe pensare sia un informazione distorta.
Facendo una breve ricerca nella biblioteca geovista si trova questa rivista del 2010 che narra l'esperienza del fratello Gottlieb Bernhardt :

La mia successiva destinazione fu l’Obersalzberg, una montagna bavarese dove si trovava una delle basi operative di Hitler. Era presente anche Heinrich Himmler, capo delle SS. Dispose che venissi curato da Felix Kersten, il suo medico e massaggiatore personale. In seguito seppi che Kersten possedeva vicino a Berlino una tenuta chiamata Hartzwalde. A guerra inoltrata chiese a Himmler di permettere ai testimoni di Geova di un vicino campo di concentramento di lavorare nella tenuta. Himmler acconsentì e Kersten trattò i Testimoni con dignità. Una Testimone, che lavorava per Kersten in Svezia, metteva sempre nella valigia del medico una copia della Torre di Guardia per i Testimoni della Germania.*

Quindi sostanzialmente conferma il racconto di Aveta.

Himmler viene nell'articolo messo sullo stesso piano di Hitler ma da queste fonti si evince che probabilmente la watchtower ha forzato la realtà delle cose , come spesso le piace fare, allo scopo di alimentare il proprio vittimismo.
Con gran successo su whatsapp
Barzillai
Nuovo Utente
 
Messaggi: 2
Iscritto il: 14/09/2020, 18:16

Messaggiodi Achille » 15/09/2020, 8:07

Barzillai ha scritto:Sul vecchio forum di questo sito si trova questa discussione che cita un libro di pollina/aveta:
A proposito del ruolo di Kersten, è interessante leggere il seguente commento:
dal 1942/43 in poi i Testimoni internati godettero di un significativo sollievo dalle pressioni cui erano sottoposti, grazie all'intercessione del dott. Kersten, medico personale di Himmler, che convinse il capo delle famigerate SS ad impartire direttive più "benevole" circa il modo di trattare i Testimoni di Geova internati. È interessante notare che l’intercessione del dott. Felix Kersten a favore dei Testimoni di Geova internati produsse i suoi effetti proprio nel periodo più critico della orrenda storia dei lager. Infatti, “con la guerra contro la Russia ogni residuo interesse delle autorità (naziste) per l’essere umano scomparve, e si spalancò la porta allo sterminio di milioni di persone. A causa dell’urgente necessità di mano d’opera per far fronte a una guerra totale, si profilò un cambiamento di politica verso quelle persone che, dentro e fuori dei campi, furono giudicate prive di valore per lo Stato. Tutti gli indesiderabili abili al lavoro dovevano lavorare fino a morirne, mentre gli altri dovevano puramente e semplicemente essere uccisi. ... Per ciascuno stadio del processo produttivo furono creati ‘impianti’ distinti. Ci furono campi di raccolta e di distribuzione, nei quali i prigionieri venivano selezionati e inviati o ai campi di lavoro o ai campi di sterminio. La produzione si articolava così su almeno tre unità separate: i campi di raccolta, i campi di lavoro, i campi di sterminio” (citazione tratta da Pollina-Aveta, "Scontro tra totalitarismi: nazifascismo e geovismo", pag. 98).
Il link al forum citato: https://infotdgeova.freeforumzone.com/d ... dd=4592189
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 13969
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Un mero esecutore.

Messaggiodi sandrosolustri » 15/09/2020, 11:12

Himmler, come la maggioranza dei gerarchi nazisti era un mero esecutore della politica di Hitleriana, la quale richiedeva lo sterminio generazionale di tutti gli ebrei. Poi vi erano i pesi inutili della società tedesca: omosessuali, zingari, Testimoni di Geova e tutti i religiosi ostili alla propaganda nazista tra cui molti sacerdoti cattolici, parecchi dei quali finiti nelle camere a gas per aver aiutato alcuni ebrei a salvarsi. Ora, qualora si volesse dedicare una sorta di agiografia nei confronti delle vittime dell'olocausto, il primo posto andrebbe a chi gli ebrei volle salvarli. E i Testimoni? Dopo la pubblicazione della <Dichiarazione dei Fatti>la loro "neutralità" andrebbe rivista totalmente. Il suicidio di Himmler? Ma veramente qualcuno è così sprovveduto da pensare che sia avvenuto dopo aver parlato con un T.d.G.? No. Dopo aver escogitato innumerevoli compromessi per salvar la pelle, si avvelenò col cianuro alcuni giorni dopo il suo arresto. Al processo di Norimberga, altri gerarchi sostennero di aver agito per coscienza verso gli ordini e il partito.


Non si fa mai il male così pienamente
e così allegramente
come quando lo si fa
per coscienza. Blaise Pascal

https://it.wikipedia.org/wiki/Heinrich_Himmler
sandrosolustri
Utente Junior
 
Messaggi: 703
Iscritto il: 30/06/2019, 11:55

Messaggiodi Romagnolo » 15/09/2020, 12:24

Persino il capo delle SS, Heinrich Himmler, aveva di loro un'alta opinione. In una lettera a Kaltenbrunner scrisse: "Fra le cose positive dei Testimoni di Geova vi è il fatto che non compiono il servizio militare né lavorano per la guerra. Non bevono né fumano. Sono persone laboriose e sincere. Non aspirano alla ricchezza. Dovrebbero predicare al popolo per trasmettere le loro idee pacifiste"(18).
la nota 18: 18- Lettera del 21 luglio 1944, n.5590\44, per cortesia del KZ Gedenkstatte Dachau.[quote][/quote]
Ciao Barzilllai, bella ricerca :ok:
Andando però a mente, il contesto del passo sopra mi sembra che si riferisse al fatto che Himmler voleva per quei motivi sostenere il Geovismo in Russia nell' ambito di una politica di fiaccamento dell' Unione Sovietica.
Dubito che al capo delle SS stesse simpatico chi non volesse fare il servizio militare per la sua Germania.
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Master
 
Messaggi: 6130
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi sandrosolustri » 15/09/2020, 14:02

Intere masse di comuni cittadini, scelsero di rinunciare alle proprie facoltà individuali di giudizio critico. IL TERZO REICH di Michael Burleigh
Sbaglio o intravedo qualcosa di simile...
sandrosolustri
Utente Junior
 
Messaggi: 703
Iscritto il: 30/06/2019, 11:55

Messaggiodi deliverance1979 » 15/09/2020, 20:34

Nel regime nazista, i TDG, spesso tedeschi, erano considerati come persone da"rieducare". Le violenze e le brutalità fatte dai nazisti, servivano a questo. Se volevano sterminare i TDG, i nazisti ci avrebbero messo una settimana, perdite tanto. Visto che all'epoca, c'erano 40.000 TDG.
Mentre invece, i TDG pensano che tale loro sopravvivenza, sia opera e volontà di Geova...
Ognuno, in ogni evento storico, reale la morale che più lo aggrada.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 6102
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Romagnolo » 15/09/2020, 20:36

Dunque piccola ricerchina sù "La Seconda Guerra Mondiale" di Enzo Biagi, ottavo volume pagina 2512.
Come potete leggere nell' immagine allegata Himmler non era affatto un tipo preso dalla voglia di farla finita per la delusione del tracollo del Terzo Reich, direi che piuttosto mirava a vivere in clandestinità il più possibile.
Si uccise solo per evitare di fare chissà quale fine nelle mani degli Alleati.
Sicuramente la coscienza gli era talmente sporca che sapeva già non l' avrebbe passata liscia.
Decisamente disonesto dal punto di vista intellettuale, l' azione operata dalla watchtower di voler farlo passarlo per uno caduto in pieno sconforto perchè i TdG avevano avuto ragione nella loro speranza.
Allegati
Fine di Himmler 2.jpg
Fine di Himmler 2.jpg (213.36 KiB) Osservato 133 volte
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Master
 
Messaggi: 6130
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi sandrosolustri » 16/09/2020, 10:29

La Watch Tower sta riempendo di balle la testa dei suoi poveri adepti. Poi qualcuno fa una ricerchina e scopre di essere stato, insieme ai propri compagni di fede, preso per il c.. , pardon . Sedere.
sandrosolustri
Utente Junior
 
Messaggi: 703
Iscritto il: 30/06/2019, 11:55


Torna a Forum principale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici