Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Disturbi mentali, dei gruppi con una morale estremista

In questo spazio si discute di argomenti di vario genere relativi ai Testimoni di Geova e che non sono inclusi nelle altre sezioni

Moderatore: Cogitabonda

Messaggiodi jwscientist » 01/10/2009, 12:18

Avatar utente
jwscientist
Utente Senior
 
Messaggi: 670
Iscritto il: 19/09/2009, 8:35

Messaggiodi mackenzie » 01/10/2009, 12:44

jwscientist ha scritto:Delirio - Deliri

I deliri sono convinzioni o idee errate, non condivisibili e persistenti nonostante le evidenze contrarie (in correlazione con l’ambiente socio-culturale).

dal centro italiano di psicologia


Estrapolato così e fatto precedere dalle tue interpretazione, chiunque non la pensa come la maggioranza e non aderisce alla cultura generale del suo tempo è in delirio... ma questo è semplicemente assurdo... per parlare di psichiatria con cognizione di causa e di psocologia, ci vogliono anni e anni di studi professionalizzati, proprio perchè la materia non è semplice, e facilmente fraintendibile... non si può fare gli psicologi altrui e di intere masse, senza competenze opportune, ma solo sulla base di studi personali...

Ecco come definisce delirio Wikipedia:
http://it.wikipedia.org/wiki/Delirio

"In psichiatria, il termine delirio indica una varietà di stati mentali confusionali in cui l'attenzione, la percezione e la cognizione del soggetto appaiono significativamente ridotti. Di per sé il delirio non è una patologia quanto una sindrome (un complesso di sintomi) che può presentarsi in diverse forme, essere acuta o cronica, e avere molteplici cause. Il termine «delirio» deriva dal latino lira, "solco", per cui delirare significa etimologicamente "uscire dal solco", ovvero dalla dritta via della ragione.[1]
Le forme croniche di delirio sono spesso basate sull'elaborazione, razionale e lucida, di un sistema di credenze errate; in questo caso si parla in particolare di disturbo delirante o paranoia.
Il delirio è una sindrome piuttosto comune; per esempio, è stato stimato che una percentuale compresa fra il 10% e il 20% degli adulti ospedalizzati si trovino almeno sporadicamente in questa condizione. La percentuale sale al 30%-40% del caso dei pazienti ospedalizzati anziani.
e numerose forme di delirio possono essere classificate da diversi punti di vista, per esempio in funzione della causa fisiologica scatenante, della durata, o della sintomatologia. Fra le specificazioni del termine delirio si possono citare le seguenti:

* delirio da collasso: condizione transitoria che si verifica frequentemente nelle malattie acute, in concomitanza con la cessazione di stati febbrili;
* delirio di influenzamento o delirio di riferimento: il paziente attribuisce un significato speciale a oggetti, eventi o persone a lui prossime;
* delirio da toccamento: consiste nella mania eccessiva di toccare alcuni oggetti;
* delirio nichilista: si riscontra nelle depressioni melanconiche, ed è costituito da un ammasso incoerente di idee negative;
* delirio onirico: consiste in un perturbamento della coscienza che conduce a emozioni simili a quelli presenti nella fase onirica; la coscienza del perturbato entra in una fase tale da non riuscire a distinguere la realtà dal profilo onirico di essa stessa.
* delirio professionale o di occupazione: consiste nel ricreare, da parte del paziente, le condizioni e i luoghi abituali di lavoro;
* delirio residuale: rappresentato dal perdurare di rappresentazioni deliranti a livello del pensiero, anche dopo la cessazione del perturbamento;
* delirio interpretativo: il soggetto interpreta fatti casuali come fatti a lui legati, sentendosi l'attore principale o sentendosi indicato come parte in causa;
* delirio di persecuzione: il paziente ritiene di essere oggetto di una persecuzione (situazione spesso identificata anche col termine paranoia);
* delirio bizzarro: il paziente aderisce a un sistema di credenze totalmente non plausibili (nella cultura di riferimento);
* delirio di controllo: il paziente è convinto che i propri pensieri o le proprie emozioni siano sotto il controllo di qualche forza esterna;
* delirio di inserimento: simile al precedente; il paziente è convinto che alcuni dei suoi pensieri gli vengano imposti da una forza esterna;
* delirio erotomanico o erotomania: il paziente è convinto che una certa persona (spesso una celebrità) sia segretamente innamorata di lui;
* delirio di gelosia: il paziente ha la convinzione infondata e ossessiva di essere tradito dal proprio partner;
* delirio di grandezza o megalomania: il paziente ha la convinzione di essere estremamente importante, per esempio di essere stato prescelto da Dio per compiere una missione di fondamentale importanza, o di essere l'unico detentore di conoscenze o poteri straordinari;
* delirio somatico: il paziente è convinto che il proprio corpo abbia qualche cosa di inusuale, come una rara malattia, qualche tipo di parassita o un odore sgradevole;
* delirio di trasmissione del pensiero: il paziente è convinto di esprimere inconsapevolmente i propri pensieri a voce alta, o comunque che gli altri possano percepirli.
"
Avatar utente
mackenzie
Utente Junior
 
Messaggi: 262
Iscritto il: 17/07/2009, 9:24

Messaggiodi daniela47 » 01/10/2009, 13:38

Cicciobello ha scritto:noncentra il delirio.. ma è la wts che ti porta al delirio.
perchè
prima non vuole che i tdg si curano con i pisghiatri.
poi non vanno bene neanche i piscologi.
poi non vuole che i tdg prendano antidepressivi.
perchè di tutto questo?? perchè fanno parte del sistema di satana.
solo GEOVA puo quarire da certe malattie.


allora mi chiedo. tutti quei tdg che si sono suicidati, per depressione sono rigettati da GEOVA?????????
se si inbase à quale scritture? se no! perchè la wts raggiona, antiscritturale?
è porta i suoi adepti alla morte, ho alla malattia mentale inreversibile?

la risposta posso darla ma vorrei che voi,lo facessi. ho facesti? :saggio: :saggio: :ciao: :ciao: salvatore :ciao:



Quindi per riallaciarmi ad altre conversazioni, come mai tanta depressione nei TDG ?

Naturalmente qualcuno potrebbe rispondere che la depressione è una malattia moderma da cui sono afflitte tantissime persone.

Ma giustamente in una comunità cosi felice come i TDG, quanto meno certe situazioni dovrebbero essere rare.

Invece al contrario il numero è elevato.

Anzichè negare e scuotersi di dosso il problema rispondendo che nel mondo o in Italia è statisticamente provato che c'è il numero tal dei tali ... di suicidi e depressioni, si dovrebbe invece entrare più a fondo per capire cosa c'è che non và in questa comunità che annovera così tanti problemi.
Avatar utente
daniela47
Utente Gold
 
Messaggi: 5436
Iscritto il: 16/07/2009, 18:38

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 01/10/2009, 13:45

jwscientist ha scritto:Delirio - Deliri

I deliri sono convinzioni o idee errate, non condivisibili e persistenti nonostante le evidenze contrarie (in correlazione con l’ambiente socio-culturale).



dal centro italiano di psicologia

Allora il centro italiano di psicologia, secondo questa definizone, dichiara che Galileo, per fare un esempio, aveva...dei problemi?.
Non credo sia sufficiente applicare una definizione ad un problema per trovare la diagnosi.
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi jwscientist » 01/10/2009, 16:53

"uscire dal solco", ovvero dalla dritta via della ragione.[1]


Piu' di cosi' morire per non prendere una trasfusione di sangue in caso di arteria lacerata o in un deserto dove il sangue verde non c'e e se c'e non serve a nulla , non e' un delirio

Mac sei fuori anche tu
Avatar utente
jwscientist
Utente Senior
 
Messaggi: 670
Iscritto il: 19/09/2009, 8:35

Messaggiodi jwscientist » 01/10/2009, 16:54

Allora il centro italiano di psicologia, secondo questa definizone, dichiara che Galileo, per fare un esempio, aveva...dei problemi?.
Non credo sia sufficiente applicare una definizione ad un problema per trovare la diagnosi.
Gabriella


Gabriella non mettertici anche tu che gia' delira mac, galileo aveva prove sceintifiche
Avatar utente
jwscientist
Utente Senior
 
Messaggi: 670
Iscritto il: 19/09/2009, 8:35

Messaggiodi mackenzie » 01/10/2009, 17:58

jwscientist ha scritto:
Allora il centro italiano di psicologia, secondo questa definizone, dichiara che Galileo, per fare un esempio, aveva...dei problemi?.
Non credo sia sufficiente applicare una definizione ad un problema per trovare la diagnosi.
Gabriella


Gabriella non mettertici anche tu che gia' delira mac, galileo aveva prove sceintifiche


Non stiamo parlando ora delle trasfusioni... stiamo parlando della tua definizione di delirio.... secondo la quale anche galileo era un paranoico, per quello che per lui era scienza in quel dato momento per gli altri era delirio... questo per dire che giuste o sbagliate che siano delle convinzioni, se sono basate un ragionamento (ripeto giusto o sbagliato) non sono = delirio!
Il delirio è se dico di vivere con george clooney, ed invece divido casa con un gatto... per intenderci... deriva delle ragione!
Avatar utente
mackenzie
Utente Junior
 
Messaggi: 262
Iscritto il: 17/07/2009, 9:24

Messaggiodi jwscientist » 01/10/2009, 18:44

Mac ha ragione --- ubi major minor cessat
Prendo una pausa dal forum
Avatar utente
jwscientist
Utente Senior
 
Messaggi: 670
Iscritto il: 19/09/2009, 8:35

Precedente

Torna a Forum principale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici