Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Rapporti di servizio consegnati di spontanea volontà.

In questo spazio si discute di argomenti di vario genere relativi ai Testimoni di Geova e che non sono inclusi nelle altre sezioni

Moderatore: Cogitabonda

Rapporti di servizio consegnati di spontanea volontà.

Messaggiodi Romagnolo » 06/01/2018, 20:55

Nel sito di JW.Org , a questo link https://www.jw.org/it/testimoni-di-geov ... oni-geova/
ho trovato questa frase: Ogni mese ciascun Testimone presenta alla congregazione locale un rapporto della propria attività di predicazione. Questo rapporto viene consegnato di propria spontanea volontà.
Mi è preso un mezzo colpo nel leggere che il rapporto di servizio viene consegnato di "Spontanea volontà"!
Sì,...certamente nessuno viene a prenderci il rapporto con la forza nel caso non lo consegnassimo, ma..veramente è un atto dettato dalla nostra spontanea volontà? :boh:
Vediamo questa definizione di volontario:
1. che è fatto consapevolmente e deliberatamente, che scaturisce da un atto di volontà del soggetto: omicidio volontario; esilio volontario ...
2. spontaneo, non forzato, non obbligatorio: offerta volontaria

https://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q= ... Opy8p8sQtO
Ora compilare e consegnare il rapporto di servizio scaturisce da un atto di volontà del soggetto? Si può definire non forzato?
Ebbene che succede se un proclamatore pur continuando a fare il suo servizio di campo, decidesse in cuor suo di non consegnare più il rapporto?
Innanzi tutto non consegnare rapporti per 6 mesi rende ufficialmente " irregolari", dopo tale periodo si diventa "Inattivi", poi si deve sottostare all' interessamento degli anziani che vogliono indagare il perchè si sia cessato di presentarlo, dovendo subire le spiegazioni che verranno fornite sull' importanza di compilarlo e consegnarlo,...del resto pure il Sorvegliante Viaggiante quando viene in visita nelle congregazioni vuole vedere i rapporti di servizio e cosa si evince da essi.
Poi se consegnarlo è solo un atto dettato dalla propria spontanea volontà, perchè l' Organizzazione ha fatto scrivere nei passati Ministeri del Regno quanto fosse importante che i proclamatori lo compilassero?
Se deve essere consegnato di spontanea volontà perchè ad ogni ultima adunanza del mese viene sempre ricordato con annuncio dal podio di ricordarsi di compilare e consegnare il rapporto del mese?
E se è da dare di spontanea volontà, perchè se uno non lo fà, il segretario di congregazione telefona ai mancanti all' appello per sollecitarne l' invio così che può compilare le medie mensili?
Se veramente tale foglietto del rapporto di servizio fosse da consegnare dietro una propria libera iniziativa, io dovrei essere libero di consegnarlo quando voglio e "se voglio", libero da qualsivoglia forma di pressione per farmelo compilare e consegnare per tempo.
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4976
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi CONSAPEVOLE » 06/01/2018, 21:43

Romagnolo ha scritto:Nel sito di JW.Org , a questo link https://www.jw.org/it/testimoni-di-geov ... oni-geova/
ho trovato questa frase: Ogni mese ciascun Testimone presenta alla congregazione locale un rapporto della propria attività di predicazione. Questo rapporto viene consegnato di propria spontanea volontà.
Mi è preso un mezzo colpo nel leggere che il rapporto di servizio viene consegnato di "Spontanea volontà"!
Sì,...certamente nessuno viene a prenderci il rapporto con la forza nel caso non lo consegnassimo, ma..veramente è un atto dettato dalla nostra spontanea volontà? :boh:
Vediamo questa definizione di volontario:
1. che è fatto consapevolmente e deliberatamente, che scaturisce da un atto di volontà del soggetto: omicidio volontario; esilio volontario ...
2. spontaneo, non forzato, non obbligatorio: offerta volontaria

https://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q= ... Opy8p8sQtO
Ora compilare e consegnare il rapporto di servizio scaturisce da un atto di volontà del soggetto? Si può definire non forzato?
Ebbene che succede se un proclamatore pur continuando a fare il suo servizio di campo, decidesse in cuor suo di non consegnare più il rapporto?
Innanzi tutto non consegnare rapporti per 6 mesi rende ufficialmente " irregolari", dopo tale periodo si diventa "Inattivi", poi si deve sottostare all' interessamento degli anziani che vogliono indagare il perchè si sia cessato di presentarlo, dovendo subire le spiegazioni che verranno fornite sull' importanza di compilarlo e consegnarlo,...del resto pure il Sorvegliante Viaggiante quando viene in visita nelle congregazioni vuole vedere i rapporti di servizio e cosa si evince da essi.
Poi se consegnarlo è solo un atto dettato dalla propria spontanea volontà, perchè l' Organizzazione ha fatto scrivere nei passati Ministeri del Regno quanto fosse importante che i proclamatori lo compilassero?
Se deve essere consegnato di spontanea volontà perchè ad ogni ultima adunanza del mese viene sempre ricordato con annuncio dal podio di ricordarsi di compilare e consegnare il rapporto del mese?
E se è da dare di spontanea volontà, perchè se uno non lo fà, il segretario di congregazione telefona ai mancanti all' appello per sollecitarne l' invio così che può compilare le medie mensili?
Se veramente tale foglietto del rapporto di servizio fosse da consegnare dietro una propria libera iniziativa, io dovrei essere libero di consegnarlo quando voglio e "se voglio", libero da qualsivoglia forma di pressione per farmelo compilare e consegnare per tempo.


Mi hai fatto tornare in mente che nella congregazione che frequentavo tanti anni fa c'era un fratello che per diversi mesi si ostinò a non consegnare il rapporto di servizio agli anziani. Siccome questa storia andò avanti per diversi mesi, ogni fine mese c'era l'anziano del gruppo di libro dove si associava questo fratello che cercava di convincerlo a consegnare il rapporto.
Altro che rapporto consegnato di propria spontanea volontà!
CONSAPEVOLE
Nuovo Utente
 
Messaggi: 192
Iscritto il: 07/01/2014, 20:47

Parlando male di qualcuno......

Messaggiodi Vieri » 06/01/2018, 23:50

Romagnolo ha scritto:Nel sito di JW.Org , a questo link https://www.jw.org/it/testimoni-di-geov ... oni-geova/
ho trovato questa frase: Ogni mese ciascun Testimone presenta alla congregazione locale un rapporto della propria attività di predicazione. Questo rapporto viene consegnato di propria spontanea volontà.
Mi è preso un mezzo colpo nel leggere che il rapporto di servizio viene consegnato di "Spontanea volontà"!
Sì,...certamente nessuno viene a prenderci il rapporto con la forza nel caso non lo consegnassimo, ma..veramente è un atto dettato dalla nostra spontanea volontà? :boh:
Vediamo questa definizione di volontario:
1. che è fatto consapevolmente e deliberatamente, che scaturisce da un atto di volontà del soggetto: omicidio volontario; esilio volontario ...
2. spontaneo, non forzato, non obbligatorio: offerta volontaria

https://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q= ... Opy8p8sQtO
Ora compilare e consegnare il rapporto di servizio scaturisce da un atto di volontà del soggetto? Si può definire non forzato?
Ebbene che succede se un proclamatore pur continuando a fare il suo servizio di campo, decidesse in cuor suo di non consegnare più il rapporto?
Innanzi tutto non consegnare rapporti per 6 mesi rende ufficialmente " irregolari", dopo tale periodo si diventa "Inattivi", poi si deve sottostare all' interessamento degli anziani che vogliono indagare il perchè si sia cessato di presentarlo, dovendo subire le spiegazioni che verranno fornite sull' importanza di compilarlo e consegnarlo,...del resto pure il Sorvegliante Viaggiante quando viene in visita nelle congregazioni vuole vedere i rapporti di servizio e cosa si evince da essi.
Poi se consegnarlo è solo un atto dettato dalla propria spontanea volontà, perchè l' Organizzazione ha fatto scrivere nei passati Ministeri del Regno quanto fosse importante che i proclamatori lo compilassero?
Se deve essere consegnato di spontanea volontà perchè ad ogni ultima adunanza del mese viene sempre ricordato con annuncio dal podio di ricordarsi di compilare e consegnare il rapporto del mese?
E se è da dare di spontanea volontà, perchè se uno non lo fà, il segretario di congregazione telefona ai mancanti all' appello per sollecitarne l' invio così che può compilare le medie mensili?
Se veramente tale foglietto del rapporto di servizio fosse da consegnare dietro una propria libera iniziativa, io dovrei essere libero di consegnarlo quando voglio e "se voglio", libero da qualsivoglia forma di pressione per farmelo compilare e consegnare per tempo.

Per me c'è li dentro almeno "uno" che non fa da tempo apostolato in giro e falsifica i rapporti......oppure lo hanno già catalogato come "inattivo" e tenuto d'occhio?... :diablo: :diablo: :ironico:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5670
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Socrate69 » 07/01/2018, 7:34

Come al solito, sul sito jw.org annacquano, perché pubblico.
Tutti i TdG sanno molto bene quanto sia importante consegnare a fine mese il noto foglietto, e cosa accade se non lo fà, come hai descritto, Rom.
È così importante che non si diventa "proclamatore" approvato della congregazione se non si consegna il primo rapporto.
Ma a fin di verità, è suggerita la lettura delle parti sui rapporti di servizio nel ibro "Organizzati", manuale "base" per chi vuole battezzarsi (scaricabile a questo link https://www.jw.org/it/pubblicazioni/libri/?start=12).
L'ignorante afferma, il saggio dubita, il sapiente riflette - Aristotele

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3707
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44

Messaggiodi deliverance1979 » 07/01/2018, 12:07

Sei spontaneamente obbligato a farlo.... :ironico:

Scherzi a parte, mio padre che è stato anziano segretario di congregazione per molti anni, tra la fine del mese in corso e gli inizi di quello successivo, doveva fare il giro di telefonate per tutti quelli che praticamente non avevano ancora consegnato il rapporto.

Da questo atteggiamento farisaico scaturiscono due comportamenti sbagliati.

1- Il senso di cappa opprimente che si ha nel dover fare una cosa che dovrebbe essere una piacere, ma non essendo tale (la predicazione) viene continuamente sollecitata attraverso richiami alla responsabilità, all'onnipresente senso di colpa della "mancata testimonianza" e quindi della colpa del sangue su possibili persone che non si sono potute salvare ad Harmagheddon. Quindi di gioioso, vediamo che c'è ben poco se non le fantastiche esperienze con sorriso a 32 denti di quei pochi, e ripeto pochi (rispetto alla massa dei TDG) che fanno pionieri e sorveglianti e dicono di essere felici nel fare tale opera....

2- L'incoraggiamento indiretto di far creare ai vari TDG che non vanno in servizio, che non fanno chissà quante ore di predicazione, dei rapporti falsati pur di non venire stressati da sorveglianti del servizio e segretari di congregazione che continuamente chiedono conto di perchè cosi poche ore di servizio, come mai poche visite ulteriori, o come mai non si sono iniziati studi biblici.

3- La spada di Damocle che pende su ogni corpo degli anziani che riguarda la famosa riprensione sul loro operato di pascere la congregazione da parte del sorvegliante viaggiante o di distretto, se nel qual caso, durante la loro visita, ci fossero molti inattivi (ovvero persone che non consegnano il rapporto di servizio per tot mesi). Da questo sistema di controllo, gli uni (anziani) per non essere stressati si rifanno con continue esortazioni sugli altri (i proclamatori della congregazione), che a loro volta compiono questi escamotage di rapporti falsati, per salvare capro e cavoli.

L'osservazione che hai fatto, caro Romagnolo, è molto interessante, ed in questo caso, quello dei rapporti, non fa altro che confermare il modus operandi di questa religione, nei confronti di tutte le altre cose lecite che si potrebbero fare nel corso della vita di ogni TDG o persona del mondo, come anche in tutte quelle situazioni che vengono definite da quelli del "Corpo Direttivo" come le famose questioni di coscienza.

Sulla carta tutto bello, tutto possibile.
Nella realtà, sappiamo benissimo che la risposta è NO.

Ma tornando a noi, qualche TDG internettiano, che ci legge, potrebbe obiettare che nessuno ha obbligato queste persone a diventare proclamatori.
Al che si potrebbe replicare, che un TDG può essere proclamatore anche con una media di 1 ora al mese.

Vi ricordate quando qualche anno fa veniva pubblicata la media nazionale?
Con ora altamente falsate, ma vabbè, era quella che faceva da riferimento per tutti i TDG circa la media ideale e corretta che si doveva avere per essere definito un buon TDG?

Ora, dove sta la spontaneità di tutto questo se io, devo venire paragonato con dei dati statistici di una tabella, devo essere incoraggiato da un anziano a migliorare le mie performance di servizio stile venditore ambulante o rappresentante di una multinazionale, con tanto di uscita in predicazione con questo o quell'aziano del servizio, che quando visita il mio gruppo di studio di libro, esponendo la sua volontà di uscire in servizio con me, mi dice costantemente dove posso o devo migliorarmi?

Ma se io non voglio migliorarmi o progredire?
Se io non voglio essere stressato?

Basta dirlo?

E quanti hanno voglia di farlo?

E gli anziani che figura ci farebbero poi davanti ai sorveglianti, nel gestire una congregazione con molti TDG che fanno poche ore o non vanno in servizio?

E' un cane che si morde la coda, ed una situazione per la quale non se ne esce.

Ma, osservo che ora molti di questi atteggiamenti da statistica stanno scomparendo.

Ora, quelli della WTS possono sparare tutte le vaccate che vogliono, ma la realtà, è che tali performance sono falsate, che i TDG sono stanchi di predicare e che le nuove generazioni non ci credono più.
Se le cose andavano bene, pubblicavano dati e statistiche a caratteri cubitali, proprio come hanno fatto per tutto il XX° secolo e primi anni del XXI° secolo.

Ma oggi le cose vanno molto diversamente, e quindi, sia quelli del mondo, che gli apostati, ma forse ancora di più l'eventuale dissidenza che potrebbe nascere all'interno dei TDG (vedi vari siti e forum), meno sanno e meglio stanno...
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4966
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Achille » 07/01/2018, 18:24

Una lettera della Betel tratta questo argomento:

FRATELLO CHE NON VUOLE FARE IL RAPPORTO DI SERVIZIO:
È evidente che il fratello non ha compreso bene il motivo per cui i proclamatori sono invitati a fare rapporto di servizio. L'avete visitato regolarmente e l'avete aiutato a comprendere la necessità di adeguarsi alle norme stabilite ma sembra che egli si rifiuti di farle. Non crediamo sia il caso di farne un problema. Se egli si rifiuta di consegnare il rapporto di servizio per motivi suoi è libero di farlo. Naturalmente, non sarà considerato un proclamatore esemplare per cui i suoi privilegi di servizio dovranno essere limitati. È ovvio che se egli cerca di convincere altri a non consegnare il loro rapporto di servizio allora si renderebbe colpevole di settarismo e di creare divisione in seno alla congregazione In un caso del genere, dovrebbe essere chiamato davanti ad un comitato giudiziario Ma se ciò non avviene e non effettua alcuna opera di convincimento nei riguardi dei suoi conservi allora sarà considerato semplicemente un proclamatore spiritualmente non maturo e non esemplare. Si continuerà ad aiutare. Di tanto in tanto sarà opportuno parlargli non tanto in relazione al fatto che non consegna il rapporto, quanto in relazione alla sua crescita spirituale nella verità. Potrebbe essere conveniente offrirgli addirittura uno studio biblico a domicilio perché è evidente che non è spiritualmente a posto. (SCA:SSH 7.2.86)


Tratto da http://www.infotdgeova.it/question3.php#_ftnref36

Quindi un TdG che non consegna il rapporto è considerato non esemplare, spiritualmente non maturo, non a posto. I suoi "privilegi di servizio", si legge nella lettera succitata, "dovranno essere limitati".
Se fosse un anziano o un servitore di ministero, sarebbe quindi rimosso dagli incarichi. Un "fratello semplice" non potrebbe fare la preghiera pubblica, leggere allo studio "Torre di Guardia", fare l'usciere, ecc.
Al pensiero di subire simili conseguenze, la stragrande maggioranza dei TdG si sentirà "obbligata" a consegnare il rapporto di servizio, adeguandosi alle "norme stabilite" (e se sono "norme stabilite" non sono certo cose lasciate alla volontarietà degli individui).
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12333
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi deliverance1979 » 07/01/2018, 18:53

Achille ha scritto:È evidente che il fratello non ha compreso bene il motivo per cui i proclamatori sono invitati a fare rapporto di servizio.


Praticamente, quello che ho detto io all'inizio del mio intervento.... "Tutti i TDG sono volontariamente obbligate a fare rapporto"...

Con questa frase ipocrita e farisaica che la dice lunga sulla gestione geoviana o geovista (ci pensino i cattedratici del forum a dipanare tale dubbio grammaticale... :ironico: ) delle varie situazioni che si vengono a creare all'interno della vita quotidiana di un TDG.

Ogni cosa, che sembra lecita, ha in realtà un'infinità di ripercussioni più o meno gravi, di ragionamenti fatti ad hoc per armonizzare ogni libero pensiero alla condotta teocratica ideale, cosi, da tagliare, castrare, reprimere quanto più possibile sul nascere, ogni atteggiamento che non sia conforme ai canoni cristiano-geovisti della WTS....

Stiamo andando OT, ma non è facile non andarci, visto il modus operandi simile che poi lo si può riscontrare sulla scelta del lavoro, dello svago, delle compagnie, dei rapporti con l'altro sesso e via dicendo.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4966
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Achille » 07/01/2018, 19:15

Socrate69 ha scritto:Come al solito, sul sito jw.org annacquano, perché pubblico.
Tutti i TdG sanno molto bene quanto sia importante consegnare a fine mese il noto foglietto, e cosa accade se non lo fà, come hai descritto, Rom.
È così importante che non si diventa "proclamatore" approvato della congregazione se non si consegna il primo rapporto.
Ma a fin di verità, è suggerita la lettura delle parti sui rapporti di servizio nel ibro "Organizzati", manuale "base" per chi vuole battezzarsi (scaricabile a questo link https://www.jw.org/it/pubblicazioni/libri/?start=12).
Il Libro "Organizzati", a p. 80, dice che consegnare i rapporti significa assolvere «un compito importante». E si osserva che «Piccoli gesti come [consegnare i rapporti] indicano che siamo sottomessi all’organizzazione di Geova». Ergo, chi non consegna il rapporto dimostra di non avere tale sottomissione.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12333
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Vera Icona » 07/01/2018, 20:51

Mi sono giustamente chiesta, ma perché hanno scritto questa frase nel sito?
Ha forse a che vedere con qualche legge sulla privacy?
Avatar utente
Vera Icona
Utente Junior
 
Messaggi: 666
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

Messaggiodi Romagnolo » 07/01/2018, 23:51

Vera Icona ha scritto:Mi sono giustamente chiesta, ma perché hanno scritto questa frase nel sito?
Ha forse a che vedere con qualche legge sulla privacy?

Guarda,...me lo sono domandato pure io. :boh:
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4976
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Achille » 08/01/2018, 9:45

Vera Icona ha scritto:Mi sono giustamente chiesta, ma perché hanno scritto questa frase nel sito?
Ha forse a che vedere con qualche legge sulla privacy?
Ha a che vedere con il fatto che si vuole sempre trasmettere all'esterno l'immagine rassicurante e serena di una comunità felice, dove tutto viene fatto spontaneamente, con gioia e senza obblighi di alcun genere. Si chiama propaganda.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12333
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Drago Alato » 09/01/2018, 16:00

In questa organizzazione non c'è nulla e non c'è mai stato nulla di volontario, in modo coatto è tutto forzato, dal rapporto di servizio, al servizio volontario e contribuzioni
Avatar utente
Drago Alato
Nuovo Utente
 
Messaggi: 263
Iscritto il: 21/05/2015, 16:57

Messaggiodi Malcico71 » 10/01/2018, 0:08

Ricordo molto bene che periodicamente il sorvegliante del servizio faceva visita agli studi di libro con le cartelline relative ad ogni singolo proclamatore ... e poteva farti notare quanto stavi progredendo o meno in base ai rapporti di servizio che si facevano mensilmente ... non mi risulta proprio che il fare rapportino fosse una cosa volontaria!!!

Per caso in questi ultimi è cambiata questa prassi?

Malcico
La verità è solo quello che il Partito ritiene vero. Non è possibile discernere la realtà se non attraverso gli occhi del Partito. - George Orwell - 1984



Presentazione: prima parte - seconda parte
Avatar utente
Malcico71
Utente Senior
 
Messaggi: 1310
Iscritto il: 01/07/2010, 22:18

Messaggiodi Romagnolo » 11/01/2018, 10:49

Malcico71 ha scritto:Ricordo molto bene che periodicamente il sorvegliante del servizio faceva visita agli studi di libro con le cartelline relative ad ogni singolo proclamatore ... e poteva farti notare quanto stavi progredendo o meno in base ai rapporti di servizio che si facevano mensilmente ... non mi risulta proprio che il fare rapportino fosse una cosa volontaria!!!

Per caso in questi ultimi è cambiata questa prassi?

Malcico

Sì, non si tiene più,...credo il colpo di grazia alla prassi sia stato quando hanno tolto lo Studio di Libro come adunanza a parte. :blu:
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4976
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Malcico71 » 14/01/2018, 18:21

Romagnolo ha scritto:
Malcico71 ha scritto:Ricordo molto bene che periodicamente il sorvegliante del servizio faceva visita agli studi di libro con le cartelline relative ad ogni singolo proclamatore ... e poteva farti notare quanto stavi progredendo o meno in base ai rapporti di servizio che si facevano mensilmente ... non mi risulta proprio che il fare rapportino fosse una cosa volontaria!!!

Per caso in questi ultimi è cambiata questa prassi?

Malcico

Sì, non si tiene più,...credo il colpo di grazia alla prassi sia stato quando hanno tolto lo Studio di Libro come adunanza a parte. :blu:


Grazie Romagnolo della info ...
Sono rimasto indietro :risata: :risata: :risata:
La verità è solo quello che il Partito ritiene vero. Non è possibile discernere la realtà se non attraverso gli occhi del Partito. - George Orwell - 1984



Presentazione: prima parte - seconda parte
Avatar utente
Malcico71
Utente Senior
 
Messaggi: 1310
Iscritto il: 01/07/2010, 22:18


Torna a Forum principale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici