Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Riflessioni dopo una trasmissione radio.

In questo spazio si discute di argomenti di vario genere relativi ai Testimoni di Geova e che non sono inclusi nelle altre sezioni

Moderatore: Cogitabonda

Riflessioni dopo una trasmissione radio.

Messaggiodi Romagnolo » 23/01/2018, 13:41

Stamattina ascoltavo una trasmissione sù Radio Rai 3, non sò il titolo per due motivi,..1) era già iniziata, 2) non ascolto mai quella stazione quindi non ne ho dimestichezza coi palinsesti; però ha destato la mia attenzione perchè trattavano il problema della pedofilia, in particolare la trasmissione era motivata dal caso di quella ragazzina che nel tema in classe ha raccontato gli abusi sessuali subiti dal padre.
Subito la mia mente mi si è rivolta a pensare a tutti i casi di pedofilia accaduti tra i TdG, quindi ho cercato di asocltare con più attenzione possibile,...e ne sono saltate fuori un paio di enormi mancanze da parte dell' Organizzazione.
Un primo punto è stato confermato che la grande maggioranza degli abusi avviene in seno alla famiglia o da parte di membri intimi con la famigla stessa, quindi parenti e amici di famiglia.
Ma comunque restava fermo il punto che buona parte degli abusi avveniva nella ristretta cerchia famigliare...prevalemtemente il padre.
Ed è stata spiegata anche una cosa interessante....spesso le mogli quando vengono a conoscenza della situazione,...sia se incominciano ad intuire da se,..sia che venga palesemente scoperto l' abuso...tendono generalmente a cercare di salvare capra e cavoli, cioè ...proteggere sia i figli che il marito.
Non chiedetemi all' atto pratico in che senso,...sappiate però che nel mio parentado è accaduto anni e anni or sono che un genitore avesse abusato della figlia...e la madre benchè sapesse...ha continuato a tenere in piedi il matrimonio come se nulla fosse.
Quel padre non venne mai denunciato; nessuno poi può farci più nulla perchè morto da qualche decennio.
Ora consci di questo aspetto mi è venuto da pensare a come l' Organizzazione abbia più volte scritto che la vittima o i suoi genitori sono liberi di denunciare la violenza accaduta.
Bene...ora secondo voi..con le premesse sopra esposte, quanti bambini andranno mai dai carabinieri a sporgere denuncia verso il proprio genitore?
Quante mogli faranno altrettanto quando è assodato che le più tentano di minimizzare l' accaduto e di gestire la situazione in privato?
Dato che questo comportamento è un fatto assodato, l' Organizzazione ha mai incaricato gli anziani o chi altri sapesse a fare quei passi che in una famiglia..per ovvie ragioni difficilmente sarebbero stati intrappresi?
A parte recentissime...ma veramente recentissime linee guida, fino ad allora non è mai avvenuto!
In caso di abusi in famiglia,...tutto veniva scaricato sulle spalle degli individui più deboli in quanto a capacità di reazione.
Ma c' è dell' altro.
Sempre in quella trasmissione radiofonica sono state raccontate diverse esperienze di fatti reali in cui insegnanti si sono accorti che qualcosa stava accadendo a certi loro alunni, uno di questi casi riguardava una ragazza abusata da due anni dal padre.
La professoressa si attivò prontamente come richiesto dalla legge ( wè...strano che non abbia avuto bisogno del servizio legale della Betel? Chissà la poverina come avrà fatto a sapere cosa doveva fare senza i legali Watchtower? :blu: ) la ragazza venne prontamente allontanata dalla famiglia e quasi da subito se ne potè riscontrare un deciso miglioramento nel suo stato di serenità mentale,...anzi ringraziò le istituzioni per quello che avevano fatto per lei.
Ora leggiamo però cosa fino a qualche anno fà scriveva l' Organizzazione sulle sue circolari circa chi era colpevole di pedofilia:
Circolare 1-10-2012 paragrafo 12
Sarebbe appropriato che gli anziani parlino benignamente ma molto
francamente alle persone che hanno manifestato una debolezza al riguardo , avvertendoli vigorosamente
di astenersi da ogni forma di attenzione per un bambino, evitando di prenderlo in braccio o
sulle ginocchia, non rimanendo mai soli in compagnia di un bambino (a meno che non sia il loro),

Cioè..."a meno che non sia il loro"...quindi se un padre avesse abusato di un figlio/a , poteva tranquillamente continuare a restarci da solo?
Non sò se questo particolare sia stato modificato,....ma di certo non ci fanno una bella figura quando già da decenni la prassi è allontanare i figli abusati dal genitore colpevole.
Ma anche se non avesse abusato dei propri figli,...essendo riconosciuta la pedofilia come una malattia ( cosa ribadita alla radio mentre la circolare la definisce una "debolezza" ), questa disposizione metteva a serio rischio gli stessi figli del pedofilo anche se non erano stati toccati fino ad allora.
Se non ricordo male la Royal Commission Australiana ha riscontrato forti negligenze nelle disposizioni dei Testimoni di Geova in quanto tutela dei minori, solo da questi due aspetti giungo a concordare appieno con essa.
Però...che vergogna per l' auto proclamata Organizzazione guidata dallo spirito di Dio, doversi far correggere dal mondo di Satana! Non trovate?
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4789
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi deliverance1979 » 23/01/2018, 17:26

Caro romagnolo, la professoressa si è dovuta attivate di default, in quanto un compito in classe è un prodotto con valenze legali e giuridiche.
Il discorso avviene in maniera diversa in caso ci siano dei sentori, delle sensazioni. Li ci si deve andare cauti
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4833
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi CONSAPEVOLE » 23/01/2018, 17:41

Giustissimo il tuo ragionamento Romagnolo. Ma per colpa dello stato italiano loro godono degli stessi diritti dei preti cattolici che si avvalgono della confessione segreta. Tu ti sei mai chiesto se un prete sarebbe disposto a denunciare un pedofilo che gli ha confessato di aver commesso degli abusi su dei minori? Leggi questo articolo.
https://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q= ... nbM6_thPeB
CONSAPEVOLE
Nuovo Utente
 
Messaggi: 187
Iscritto il: 07/01/2014, 20:47

Messaggiodi Mauro1971 » 23/01/2018, 18:04

Beh la confessione ha per i Cattolici una sua specifica sacralità, sarebbe assurdo pretendere che questa venga rotta anche perchè a quel punto nessuno confesserebbe più nulla.
Chiedere alla CC di modificare i parametri della confessione è secondo me assurdo, impensabile ed anche non corretto.

Diversa però è la posizione dei TdG dove non esiste in alcun modo un "sacramento della Confessione" e neppure qualcosa di minimamente simile.

Quello che lascia davvero allibiti di come i TdG trattino i casi di pedofilia, ed il sito faithleaks linkato qualche giorno fa se non ricordo male dall'amico Socrate riporta un evento davvero "brutto" e molto chiaro nel rendere l'atteggiamento dei TdG. Questi vedono l'evento fondamentalmente come un "peccato", o come viene detto nel passo citato da Romagnolo come "una debolezza". Non vi è alcun riferimento non solo alla protezione effettiva delle vittime ma neppure al recupero, al prendersi cura delle vittime. Per loro non contano una beata fava.
Ed il crimine? Come se uno avesse fumato una sigaretta: disassociato e se ci mette riassociato nesso stesso identico tempo, senza alcuna differenza, trattamento particolare, senza tener conto in alcun modo di tutti gli studi in essere sulla questione.
E soprattutto senza mai, mai considerare l'atto come il TERRIBILE REATO che questo è.

Violentare un bambino, o le proprie figlie come nel caso dell'evento di Faithleaks, è equiparabile all'aver fumato una sigaretta.

C'è qualcosa che non va in quel sistema, decisamente.
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 8842
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi CONSAPEVOLE » 23/01/2018, 18:16

Mauro1971 ha scritto:Beh la confessione ha per i Cattolici una sua specifica sacralità, sarebbe assurdo pretendere che questa venga rotta anche perchè a quel punto nessuno confesserebbe più nulla.
Chiedere alla CC di modificare i parametri della confessione è secondo me assurdo, impensabile ed anche non corretto.

Diversa però è la posizione dei TdG dove non esiste in alcun modo un "sacramento della Confessione" e neppure qualcosa di minimamente simile.


A parte che io non darei proprio a nessuno il diritto di non denunciare un pedofilo, compreso la chiesa Cattolica.
Giusta la differenza che poni tra i TdG e i cattolici riguardo alla confessione, ma il problema è che lo stato italiano non ha tenuto conto di questo. Ciò significa che gli anziani che non denunciano questi abusi non commettono nessun reato secondo il nostro ordinamento.Che triste realtà!
Speriamo che i nostri legislatori si sveglino!
CONSAPEVOLE
Nuovo Utente
 
Messaggi: 187
Iscritto il: 07/01/2014, 20:47

!

Messaggiodi Morrisfriendly » 23/01/2018, 20:26

Diciamo che prima di leggere il prosieguo di questa domanda mi ha colpito subito la parte dove diceva di non prendere in braccio bambini tranne se sono suoi figli., poi la tua domanda confermava le mie perplessità..come se i pedofili guardassero sempre i figli degli altri...

Ma all' organizzazione non interessa la tutela dei bambini, interessa la sua facciata di santità ..il pedofilo deve evitare di prendere i figli altrui per evitare di turbare le coscienze di chi sa e per non creare ulteriori pettegolezzi..poi certo non avere a che fare con ii propri figli è più complesso , espone ad una serie di problemi, e sappiamo benissimo più problemi possono esserci più la reputazione dell' organizzazione di Geova è a rischio

Ammetto che non conosco tutte le circolari quindi non posso entrare nel merito, dovrei leggere anche qual è la posizione più recente della WtS sull' argomento..ricordo solo che vi era una circolare o una pubblicazione dove si diceva che gli anziani "possono" denunciare se vogliono...evidentemente non sanno la differenza tra peccato e reato

Ora la pedofilia è considerata una "debolezza"..Oh povero pedofilo è deboluccio deve pregare di più Geova...il punto non è tanto la "debolezza", m il danno che arreca ad un bambino

Il pedofilo ha una debolezza...l'omosessuale, specialmente se adolescente, gli fanno vivere le pene dell' inferno...sono rimasto sconvolto da un fratello che lo è tuttora di come fu trattato dagli anziani quando un altro TdG spifferò dell' omosessualità del fratello ...........Questo fratello gay era pioniere regolare a 15 anni e serviva un organizzazione a tempo pieno che lo considera peggio di un pedofilo...sapete cosa hanno fatto gli anziani? Prima gli hanno chiesto se si sentiva degno di essere ancora un pioniere, dopo si sono riuniti diciamo "in camera di consiglio"..e poi gli hanno dato la notizia di revoca della nomina ad un ragazzino che non aveva commesso nessun atto sessuale, nessuna impurità ...ma solo vittima di un TdG spione servitore di Ministero a cui ovviamente non gli è stata toccata la nomina per essere uno spione...per un fatto che hai fini teocratici è irrilevante dato che o gay o etero se ti attieni alle loro regole nessuno ti può toccare nomine e privilegi

Questi diavoli travestiti da pecore invece di elogiare questo 15 enne di essere un pioniere nonostante la sessualità in contrasto con tale organizzazione e nonostante le brutture che l'organizzazione ha scritto specialmente in anni passati sui gay, cosa fanno? invece di congratularsi con lui per quello che fa....Cosa fanno?? gli tolgono la nomina da pioniere regolare!!...Tutto questo è davvero disgustoso e non può essere da un Dio di Giustizia
Avatar utente
Morrisfriendly
Nuovo Utente
 
Messaggi: 154
Iscritto il: 09/04/2017, 17:53

Messaggiodi CONSAPEVOLE » 23/01/2018, 21:23

Nell'ultima circolare hanno detto chiaramente che la pedofilia è un reato.
Finalmente dopo tanti anni Dio li ha illuminati con un nuovo intendimento!
Ora aspettiamo che decidano di denunciare gli abusi alle autorità anche quando la legge non lo impone in alcuni stati!
CONSAPEVOLE
Nuovo Utente
 
Messaggi: 187
Iscritto il: 07/01/2014, 20:47

Messaggiodi Romagnolo » 23/01/2018, 22:48

Ciao Deliverance, si sapevo che l' intervento della prof. era obbligatorio per legge...infatti lo ha spiegato alla radio.
Consapevole grazie per la tua precisazione,...volevo quasi invitare il nonnosa a lineare l'ultima circolare in merito perché sapevo che avevano aggiornato le direttive,....è senz' altro una cosa positiva la cosa triste è che una cosa così ovvia da farsi sia avvenuta dopo le pressioni di vari enti governativi e casi giudiziari,....se solo pensiamo che già la Anderson negli anni 90 aveva capito il marcio di certe direttive....e gli addetti a dispensare "sano cibo Spirituale" facevano orecchie da mercante, capiamo quanto abbiano cercato di nascondere lo sporco sotto il tappeto finché hanno potuto. :blu:
Morrisfriendly, ...decisamente raccapricciante l' esperienza avuta da quel pioniere solo perché di orientamento sessuale differente, i ragionamenti che gli hanno fatto fanno letteralmente rabbrividire.
Una curiosità, ma era cresciuto nella cosiddetta Verità?
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4789
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Morrisfriendly » 23/01/2018, 23:09

Romagnolo ha scritto:Morrisfriendly, ...decisamente raccapricciante l' esperienza avuta da quel pioniere solo perché di orientamento sessuale differente, i ragionamenti che gli hanno fatto fanno letteralmente rabbrividire.
Una curiosità, ma era cresciuto nella cosiddetta Verità?



Siì è nato nella Verità, tutto questo è successo quando aveva 15 anni..il padre sotto mentite spoglie l'ha portato dallo psicologo che gli ha detto che loro lo hanno fatto vivere in una campana di vetro...forse credeva che portava il figlio dallo psicologo e che lo facesse uscire nuovo, pulito come lui diceva lavato con perlana!

Poi sai sono argomenti molto delicati e spesso quando in un secondo momento chiedevo dei dettagli spesso ricevevo risposte evasive...poi ovviamente è ancora TdG quindi più di tanto non si spinge nel dirmi tutto anche perchè non vuole parlare male della religione a cui appartiene..questo ti fa capire che questo che ti ho detto è una minimissima parte di quello che è realmente e nei fatti accaduto.....ci saranno episodi ben più vergognosi che non conosco e di cui lui non vuole parlare, quindi quello che sappiamo è la punta dell' iceberg della totale realtà....Ora da qualche anno si è trasferito all' estero da qualche anno per servire dove c'è più bisogno, e nonostante ciò ha un rapporto conflittuale con i genitori che lo fa soffrire, mentre con suo fratello che non è TdG che ha combinato testa è corna la mamma gli ha pagato matrimonio e dà soldi a lui e a quella sfaticata della moglie,,,,beh..certo sarà anche il ragazzo peggiore del mondo suo fratello, ma almeno non è froc..come il figlio TdG

dico solo una cosa...Che schifo!
Avatar utente
Morrisfriendly
Nuovo Utente
 
Messaggi: 154
Iscritto il: 09/04/2017, 17:53

Messaggiodi Romagnolo » 24/01/2018, 22:17

Mi dispiace per lui e per la vita famigliare che gli è toccato avere :triste: ,....ma cosa vuol dire che fu portato dallo psicologo sotto mentite spoglie?
Il padre non si identificò come tdg o che non fece identificare il figlio come Gay? :boh:
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4789
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Morrisfriendly » 25/01/2018, 13:15

Romagnolo ha scritto:Mi dispiace per lui e per la vita famigliare che gli è toccato avere :triste: ,....ma cosa vuol dire che fu portato dallo psicologo sotto mentite spoglie?
Il padre non si identificò come tdg o che non fece identificare il figlio come Gay? :boh:


Nel senso che il padre lo porto dallo psicologo senza dire dove lo stava portando..ora non so bene se gli ha detto una cosa per un altra, oppure lo stava portando dallo psicologo senza dire dove lo avrebbe portato...fatto sta che sto fratello solo quando è arrivato dallo psicologo aveva capito il padre dove l'aveva portato
Avatar utente
Morrisfriendly
Nuovo Utente
 
Messaggi: 154
Iscritto il: 09/04/2017, 17:53

Messaggiodi Cogitabonda » 25/01/2018, 15:26

Caro Romagnolo, se vuoi verificare come sono le direttive più recenti puoi trovare il teso della circolare del settembre 2017 in questo sito: http://jwconsapevoli.altervista.org/alt ... e-2017.pdf
Quella circolare fu ampiamente commentata da un articolo di John Redwood su JWsurvey.com, la traduzione in italiano di quell'articolo la trovi qui: https://jwanalyze.wordpress.com/2017/09 ... pedofilia/
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame
La mia presentazione
Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8382
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Precisazioni

Messaggiodi Vieri » 25/01/2018, 17:37

....eh la confessione ha per i Cattolici una sua specifica sacralità, sarebbe assurdo pretendere che questa venga rotta anche perchè a quel punto nessuno confesserebbe più nulla.
Chiedere alla CC di modificare i parametri della confessione è secondo me assurdo, impensabile ed anche non corretto.

Desidero precisare che se un sacerdote denunciasse qualsia fatto delittuoso o meno confessato durante il sacramento della confessione verrebbe scomunicato.
Nell'ambito del diritto canonico cattolico, la scomunica è la più grave delle pene che possa essere comminata a un battezzato: lo esclude dalla comunione dei fedeli e lo priva di tutti i diritti e i benefici derivanti dall'appartenenza alla Chiesa, in particolare quello di amministrare e ricevere i sacramenti.

il sacerdote che viola direttamente il sigillo sacramentale della confessione, cioè rende pubblica l'identità di un fedele e i suoi peccati (can. 1388)
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5311
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Romagnolo » 26/01/2018, 22:43

Scusate....avevo lasciato abbandonata la discussione.
Grazie Cogi per i link. :strettamano:
Grazie Vieri per il tuo intervento,...stavo però pensando che la scomunica assomiglia molto alla disassociazione tdg,...però mi pare non arrivi a ledere in profondità i rapporti privati come invece avviene tra i Testimoni. :blu:
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4789
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08


Torna a Forum principale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici