Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Figli di un Dio Misogino

In questo spazio si discute di argomenti di vario genere relativi ai Testimoni di Geova e che non sono inclusi nelle altre sezioni

Moderatore: Cogitabonda

Figli di un Dio Misogino

Messaggiodi Romagnolo » 04/02/2018, 9:51

Penso di non rivelare nulla di nuovo se scrivo che nella bibbia troviamo ampie tracce che rivelino la natura misogena del Dio creatore dei cieli e della terra e che si presenta come padre dell' umanità.
Dalla donna che quando partoriva un maschio restava impura per 40 giorni, mentre se una femmina ...per ben 80!
Al permesso del marito di divorziare dalla moglie mentre per lei tare medesimo diritto non era accordato, fino al fatto che gli incarichi di responsabilità venivano sempre invariabilmenti assegnati ai maschi.
Oggi però leggendomi qualche passo della Bibbia per tutt' altri motivi, mi sono imbattuto in un passo a cui non avevo mai fatto caso...ovvero mai notato sotto l' ottica di quanto mettesse il sesso femminile in una condizione di "minor valore"...nel vero senso della parola.
LEVITICO 27 Geova disse ancora a Mosè: 2 “Parla agli israeliti e di’ loro: ‘Se un uomo fa un voto speciale+ per offrire a Geova il valore stimato di una persona,* 3 il valore stimato di un maschio tra i 20 e i 60 anni d’età sarà di 50 sicli* d’argento in base al siclo ufficiale del luogo santo.* 4 Se è una femmina, il valore stimato sarà di 30 sicli. 5 Se l’età è tra i 5 e i 20 anni, il valore stimato del maschio sarà di 20 sicli e quello della femmina di 10. 6 Se l’età è tra un mese e i 5 anni, il valore stimato del maschio sarà di 5 sicli d’argento e quello della femmina di 3.
7 “‘Se l’età è dai 60 anni in su, il valore stimato sarà di 15 sicli per il maschio e di 10 sicli per la femmina."

E sì,...anche sotto il profilo economico per Dio la Donna vale meno dell' uomo.
Chissà poi perchè ?
A i motivi possono essere i più disparati,...forse perchè il maschio è tendenzialmente più forte e più alto della femmina?
Ha più carattere?
Sinceramente credo che non esista un valore assoluto per dire che noi maschi siamo più delle femmine, ognuno ha i suoi punti di forza e debolezza così, se di superiorità o maggior valore di un sesso rispetto ad un' altro si vuol parlare...questo deve essere visto
nel contesto in cui la situazione faccia emergere i punti di forza dell' uno o dell' altra.
Vi lascio questo simpatico video che ironicamente trasmette il senso di ciò che ho voluto dire:
https://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q= ... 6s_9mXOLGx
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4871
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Misogino ,certo D-o non può esserlo. Magari è l'uomo che lo fa diventare...

Messaggiodi Ray » 04/02/2018, 10:44

Il termine misoginia (dal greco μισέω misèō, "odiare" e γυνή gynḕ, "donna") indica un sentimento e un conseguente
atteggiamento d'odio o avversione nei confronti delle donne, perpetrato indifferentemente da parte di uomini o altre donne.
wiki

miṡògino agg. e s. m. (f. -a) [dal gr. μισόγυνος, comp. di μισο- «miso-» e -γυνος «-gino»]. – Di persona che prova una repulsione patologica verso la donna, anche per ciò che concerne i rapporti sessuali, o che ha un’avversione generica, mista a disprezzo, per tutte le donne. Per estens., come agg., di ciò che rivela misoginia: atteggiamento m.; la letteratura m. medievale.
Treccani

Non è disprezzo ,la Bibbia non disprezza le donne le svaluta, o meglio gli autori non disprezzano
le donne ,questo perché l'uomo essendo di corporatura più forte della donna poteva assolvere ai lavori manuali
poteva essere un soldato, ecc.. quindi era più utile per quei tempi avere una forza lavorativa o un buon soldato che magari al mercato degli schiavi comprarsi
una donna, ma come diceva Totò la serva serve, io preferisco la donna... :ironico:
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 11033
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Messaggiodi Romagnolo » 04/02/2018, 13:12

Ecco...."avversione generica" come dice la treccani!
Mista a disprezzo? Far sentire inferiore una persona non mi suona molto come una forma di ...apprezzamento. :blu:
Sono d'accordo sul principio che l' uomo sia più forte della donna, ma questo non impediva a società antiche di avere una visione paritaria del gentil sesso.
http://www.aton-ra.com/egitto/monumenti ... gitto.html
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4871
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Domanda ma non tanto stupida....

Messaggiodi Vieri » 04/02/2018, 14:04

Come è noto la Bibbia è composta dal V.T. e dal N.T. detto anche Vangelo.....

Io noto allora in questo una specie di "accanimento terapeutico" da un po' di tempo per non dire da sempre, nell'andare a cercare le pulci ed i peli nelle uova....sul V.T andando poi non dico "perfidamente" ma direi "con un po' di malizia sospetta", ad andare a trovare tutti quei passi che anche per un cattolico risultano particolarmente difficili, emblematici e di difficile comprensione se non solo facendo un esame dettagliato nel considerare la mentalità e gli usi delle persone del tempo di quando furono scritti quei libri.

In breve si criticano spesso "ad arte" con la mentalità di oggi quei passi, facendo poi finta alla fine di fare la parte farisiaca delle "brave persone" che inorridiscono di fronte ad un Geova così "cattivo"......

Scusate la sincerità, ma noto alla fine di queste analisi spesso analizzando parola per parola con la mentalità tipica dei tdG, (anche se uno poi pare li abbia rinnegati ma spesso non del tutto) si va a perdere di vista il VERO messaggio contenuto nella Bibbia che è la presenza salvifica di un Dio che è amore e perdono.

Perchè poi non si parla MAI del Vangelo ?

Tutte queste letture alla fine, non devono portarci a rinnegare pessimisticamente sia Dio che la vita stessa nel più completo pessimismo ( che spesso noto...) ma ad approfondire meglio tali concetti e tali principi per fornirci alla fine un messaggio vero di SPERANZA.
Se volete poi, aggiungo anche : amen..... :ironico:

PS. Non sparate come al solito sul "pianista" o usare il flit sulla solita mosca bianca che vede le cose spesso diversamente da voi....

Un abbraccio particolare poi al mio caro e "ruspante" mr. Romagnolo...... :sorriso:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5549
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Romagnolo » 04/02/2018, 15:48

Ahahahahha....sapevo vecchio mio che non ti saresti lasciato scappare l' occasione, infatti postando pensavo proprio a te. :risata:
Vedi qui non si tratta di ragionare da tdg, chissà magari inconsciamente continuiamo ancora a farlo, ma la cosa non credo sia voluta. :sorriso:
Il punto è solo capire che cosa Dio riveli di essere analizzando le scritture che parlano di lui,...in special modo quelle in cui lui parla ed espone i suoi punti di vista.
Nella Legge Mosaica si presenta in un modo che molto spesso stride con la nostra mentalità odierna,....ma basta guardarsi un po' in giro nella storia passata per vedere che la nostra mentalità di oggi non è poi cosi unica e moderna,...ed è in parte frutto di quegli avanzamenti lo si deve anche al Vangelo , questo non lo si può negare.
Ma se Dio ci dice che lui non cambia e presso di lui non c' volgimento d' ombra come ci insegna Giacomo nella sua lettera, cosa dobbiamo pensare quando addirittura dando un valore economiche agli individui dimostra palesemente di non considerare i suoi figli uguali?
Quale padre umano direbbe " mia figlia vale tot e mio figlio un' altro prezzo?" Che impatto emotivo avrebbe tale affermazione su quello che si sente attribuire un valore minore?
E se questo valore fosse attribuito unicamente al sesso a cui appartiene?
Pensa L' umiliazione che potrebbe provare una figlia che magari ha studiato fino a laurearsi, ha raggiunto un buon impiego col quale aiuta i genitori anziani, provvedendo non solo economicamente ma prestandosi col suo tempo ed energie, e poi magari sentirsi dire che rispetto al fratello magari gran lazzarone , che per i suoi genitori lui ha maggior valore di lei?
Nella società di oggi si fa un gran dire sul fatto di quanto sia ingiusto che alle donne non vengano riconosciuti pari diritti a quelli degli uomini, vedi ad esempio sotto il profilo salariale....se sei donna prendi di meno di un omologo maschio, chissà poi perché ?
Ora riflettiamo...con certi comandi che ha dato nella Legge Mosaica Dio ha elevato la condizione della donna o ha mantenuto o peggio alimentato quel sub strato culturale che la vede sempre concettualmente inferiore agli uomini?
A me pare quest' ultima,....anzi se certe vedute arretrate si sono mantenute nei secoli direi che sia proprio grazie al contributo di questo libro sacro,.....forse forse era meglio se invece della Bibbia ci avessero fatto da guida gli scritti sacri egizi! :blu: :boh:
Ovviamente quest' ultima era una battuta. :occhiol:
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4871
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Carissimo Romagnolo,.....

Messaggiodi Vieri » 04/02/2018, 16:27

Carissimo Romagnolo, la tua disgrazia è che hai la stessa età di mio figlio e quindi devi scusarmi se a volte ti tratto come tale ( sgridandoti anche spesso..ma certo non per convertirti ma nell'avere una mentalità un po' più aperta...) e del resto potremo essere anche parenti visto che mia nonna era di Russi..... :risata:
hai scritto:
Nella Legge Mosaica si presenta in un modo che molto spesso stride con la nostra mentalità odierna,....ma basta guardarsi un po' in giro nella storia passata per vedere che la nostra mentalità di oggi non è poi cosi unica e moderna,...ed è in parte frutto di quegli avanzamenti lo si deve anche al Vangelo , questo non lo si può negare.
Ma se Dio ci dice che lui non cambia e presso di lui non c' volgimento d' ombra come ci insegna Giacomo nella sua lettera, cosa dobbiamo pensare quando addirittura dando un valore economiche agli individui dimostra palesemente di non considerare i suoi figli uguali?
Quale padre umano direbbe " mia figlia vale tot e mio figlio un' altro prezzo?" Che impatto emotivo avrebbe tale affermazione su quello che si sente attribuire un valore minore?

E se questo valore fosse attribuito unicamente al sesso a cui appartiene?
Pensa L' umiliazione che potrebbe provare una figlia che magari ha studiato fino a laurearsi, ha raggiunto un buon impiego col quale aiuta i genitori anziani, provvedendo non solo economicamente ma prestandosi col suo tempo ed energie, e poi magari sentirsi dire che rispetto al fratello magari gran lazzarone , che per i suoi genitori lui ha maggior valore di lei?

Nella società di oggi si fa un gran dire sul fatto di quanto sia ingiusto che alle donne non vengano riconosciuti pari diritti a quelli degli uomini, vedi ad esempio sotto il profilo salariale....se sei donna prendi di meno di un omologo maschio, chissà poi perché ?
Ora riflettiamo...con certi comandi che ha dato nella Legge Mosaica Dio ha elevato la condizione della donna o ha mantenuto o peggio alimentato quel sub strato culturale che la vede sempre concettualmente inferiore agli uomini?
A me pare quest' ultima,....anzi se certe vedute arretrate si sono mantenute nei secoli direi che sia proprio grazie al contributo di questo libro sacro


Per me con queste tue osservazioni ti stai contraddicendo alla grande perchè e scusami se te lo dico, continui ancora, nonostante tutto, a ragionare con la stessa mentalità dei tdG e di prendere per "legge" tutto quanto presente nella Bibbia senza alcuna riflessione.....se non di critica aperta e negazione.....

Quello che mi da sempre alla testa è che dovresti da un lato rileggere quanto avevo scritto circa l'interpretazione della Bibbia da parte della commissione Biblica Pontificia,
http://www.pensieri.info/la-bibbia-e-co ... tarla.html

sia l'ultima mia risposta a Ray circa la mia analisi sugli scritti biblici che mi permetto di riproporti:

Nel leggere la Bibbia, se parti invece dal considerare questi parametri:

. Vuoi (ispirato o meno da Dio a seconda se ci possa credere o meno...) fornire al tuo popolo un messaggio nuovo che è quello di abbandonare idoli o dei precedenti ma di credere ad un Dio unico che è amore, speranza e misericordia.

- Desideri con questo tuo messaggio dare anche una spiegazione adeguata ai tempi ed al livello culturale di allora, a dei temi come l'avvento dell'uomo sulla terra e sapere e dell'esistenza del male nel mondo...

- Periodo storico nel quale ti trovi e della tipica mentalità nonchè degli usi e costumi del tempo.

- Nell'esprimere certi concetti (presenza di Dio ) è indubbio che qualsiasi uomo intelligente parta dalle sue conoscenze ed esperienza maturata e se quindi ad esempio la leggenda del diluvio universale e di Noè è molto probabile che sia stata suggerita da racconti preesistenti di diluvi ed inondazioni frequenti nella zona fra il Tigri e l'Eufrate....

- Considerare il livello culturale delle persone alle quali ti rivolgi decisamente non istruite e popolo prevalentemente di pastori.- 

- Non hai la possibilità di scrivere questo tuo messaggio ed anche se poi lo scrivessi quasi nessuno alla fine sarebbe stato in grado di leggerlo. Non per niente la Torah si dice "orale" poichè trasmessa poi ricordando parola per parola.....

- Hai la necessità che questo nuovo messaggio salvifico venga assolutamente ricordato e tramandato nel tempo spingendoti quindi a esprimerti con un linguaggio per immagini, per leggende, o storico di essere necessariamente costretto ( per la stessa natura dell'uomo...) ad esagerare o ampliare certi avvenimenti.  P S. se avessero allora raccontato che Mosè con poche centinaia di ebrei lasciò allora l'Egitto senza passare dal mar Rosso ma passando dalle solite vie carovaniere note da secoli per raggiungere Israele, penso che alla fine nessuno dico nessuno si sarebbe alla fine ricordato di lui..... In breve è la leggenda e l'esagerazione che fa dire "oooh ! " a delle persone semplici ma ignoranti è quella che poi facilmente si ricorda....

- Oltre a questo era importante sottolineare che "questa nuova Entità" annunciata oltre ad essere buona e misericordiosa amava il suo popolo in tal misura che lo aveva definito "eletto". Del resto avere un nuovo e potente "Padre" (esclusivo) che ti vuole bene e ti protegge dai tuoi nemici, rappresenta certamente uno stimolo a credergli maggiormente.....

Quindi se noti bene da queste considerazioni tu non devi mai prendere alla lettera usi, regole tradizioni di 2.500- 3.000 anni fa ormai desuete e direi oggi improponibili ma il messaggio globale che traspare dll'esame di tutto il capitolo dove troverai sempre gli stessi immutabili concetti di un Dio che è misericordia e perdono, pentimento preghiera, comandamenti ad avere una vita retta, ecc.

Una cosa interessante che potrai notare nell'analisi della Commissione Biblica della C.C. è:
Come interpretare correttamente la Bibbia

La vita della Chiesa si fonda sulla Parola di Dio. Essa viene tramandata nella Sacra Scrittura, ossia negli scritti dell’Antico e del Nuovo Testamento.
Secondo la fede della Chiesa, tutti questi scritti sono ispirati, hanno Dio per autore, il quale si è servito di uomini da lui scelti per la loro stesura. A causa della loro ispirazione divina, i libri biblici comunicano la verità.

Gli Scritti che non provengono da Dio non possono comunicare la Parola di Dio e scritti che non sono veri non possono fondare e animare la vita e la missione della Chiesa. Tuttavia la verità presente nei testi sacri non sempre è facilmente riconoscibile.

Talvolta vi sono, almeno apparentemente, dei contrasti fra ciò che si legge nei racconti biblici e i risultati delle scienze naturali e storiche. Queste sembrano contraddire ciò che affermano gli scritti biblici e metterne in dubbio la verità.
È ovvio che questa situazione coinvolge anche l’ispirazione biblica: se ciò che viene comunicato nella Bibbia non è vero, come può avere Dio per autore?

A partire da questi interrogativi la Pontificia Commissione Biblica si è sforzata di indagare sul rapporto che esiste tra ispirazione e verità e di verificare in quale modo gli stessi scritti biblici trattano questi concetti.
Si deve anzitutto constatare che raramente gli scritti sacri parlano direttamente di ispirazione (cf. 2Tm 3,16; 2Pt 1,20-21), ma mostrano continuamente il rapporto tra i loro autori umani e Dio ed esprimono in tal modo la loro provenienza da Dio e nell’Antico Testamento questo rapporto che lega l’autore umano a Dio e viceversa viene attestato in forme e caratteristiche diverse.

La Commissione Biblica si è soffermata a esaminare alcune difficoltà che sembrano problematiche dal punto di vista storico o etico-sociale.
Per rispondere a questi interrogativi è necessario leggere e comprendere in maniera adeguata i testi che pongono difficoltà, tenendo conto dei risultati delle scienze moderne e al contempo del loro argomento principale, ossia Dio e il suo piano salvifico. Tale approccio mostra come i dubbi che si sollevano contro la verità e la provenienza da Dio possono essere spiegati e superati.

Il contesto dello studio dell’ispirazione e della verità della Bibbia

Nella proclamazione dei brani biblici si afferma sempre che sono «Parola di Dio» (o «Parola del Signore»). Questa affermazione può essere compresa in un duplice senso: innanzitutto come parola che proviene da Dio, ma anche come parola che parla di Dio.

Questi due significati sono intimamente connessi tra loro. Solo Dio conosce Dio; di conseguenza, solo Dio può parlare di Dio in un modo adeguato e affidabile. Perciò soltanto una parola che proviene da Dio può parlare giustamente di Dio.

L’affermazione «Parola di Dio» invita i fedeli a essere consapevoli di che cosa stanno ascoltando e a prestarvi un’attenzione proporzionata. Essi devono avere la riverenza e la gratitudine che sono dovute alla Parola che proviene da Dio, e devono essere attenti per intendere e comprendere che cosa questa Parola comunica su Dio, e così entrare in una unione sempre più viva con Lui.

Ti faccio pertanto riflettere sul fatto che benchè i cattolici considerino la Bibbia unica compreso tutti i libri diciamo "discutibili"... nessuna delle storie truci spesso anche dettagliatamente raccontate viene mai letta in corrispondenza di una delle lettere daegli apostoli e del vangelo per la semplice ragione come dice la Commissione:
Nella proclamazione dei brani biblici si afferma sempre che sono «Parola di Dio» (o «Parola del Signore»). Questa affermazione può essere compresa in un duplice senso: innanzitutto come parola che proviene da Dio, ma anche come parola che parla di Dio

Quindi se in questi testi "la parola"non parla di Dio ma come asservimento di Dio ai diversi personaggi umani per infondere coraggio ai combattenti in breve la solita "pubblicità usata in tutte le battaglie da che mondo è mondo compreso i tedeschi nell'ultima guerra dove nelle fibbie dei soldati c'era scritto "Gott mit uns " ( Dio è con noi".....) NON E' PAROLA DI DIO.......
In breve anche se leggendo il capitolo più volte non noti nessun insegnamento divino, nessuna "parola di Dio" anche da altri commentatori, sicuramente questo capitolo NON E' PAROLA DI DIO".....ma storia più o meno credibile scritta ad usum in quel tempo per il popolo ebraico per altri scopi indipendenti dal messaggi globale di tutta la Bibbia.

Spero di essermi un po' chiarito...
Buonissima domenica
:ciao:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5549
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Gocciazzurra » 04/02/2018, 18:08

Vieri ha scritto: [...] se non solo facendo un esame dettagliato nel considerare la mentalità e gli usi delle persone del tempo di quando furono scritti quei libri.
In breve si criticano spesso "ad arte" con la mentalità di oggi quei passi [...]
L'errore, a mio parere, non sta nel criticare con la mentalità odierna, ma bensì avere dato origine sin da allora alla svalutazione femminile! Visto che, secondo i geovisti, la Bibbia fu scritta sotto l'ispirazione divina, l'errore risiede proprio nel fatto che fu Dio a creare una disparità valutativa fra l'uomo e la donna. Che c'entra il fatto che all'epoca la mentalità delle persone fosse differente da quella di oggi? Dio dettava leggi, usi e costumi e se avesse da subito stabilito la parità fra uomo e donna il popolo antico lo avrebbe dovuto accettare, proprio perchè lo aveva decretato Dio. E se così fosse stato tale costume avrebbe seguito i tempi sino ai nostri giorni.
Pertanto ribadisco che l'errore è stato compiuto proprio da Dio.


P.S.: Vieri, visto che sei solito a fare lenzuolate di quote, hai letto questo topic? :occhiol:
viewtopic.php?f=4&t=24228
Immagine

La libertà è un vago concetto. (Otto von Bismarck)
Un po' di me Immagine
Avatar utente
Gocciazzurra
Moderatore
 
Messaggi: 5308
Iscritto il: 10/06/2009, 21:09

Gocciazzurra....

Messaggiodi Vieri » 04/02/2018, 19:05

Gocciazzurra ha scritto:
Vieri ha scritto: [...] se non solo facendo un esame dettagliato nel considerare la mentalità e gli usi delle persone del tempo di quando furono scritti quei libri.
In breve si criticano spesso "ad arte" con la mentalità di oggi quei passi [...]
L'errore, a mio parere, non sta nel criticare con la mentalità odierna, ma bensì avere dato origine sin da allora alla svalutazione femminile! Visto che, secondo i geovisti, la Bibbia fu scritta sotto l'ispirazione divina, l'errore risiede proprio nel fatto che fu Dio a creare una disparità valutativa fra l'uomo e la donna. Che c'entra il fatto che all'epoca la mentalità delle persone fosse differente da quella di oggi? Dio dettava leggi, usi e costumi e se avesse da subito stabilito la parità fra uomo e donna il popolo antico lo avrebbe dovuto accettare, proprio perchè lo aveva decretato Dio. E se così fosse stato tale costume avrebbe seguito i tempi sino ai nostri giorni.
Pertanto ribadisco che l'errore è stato compiuto proprio da Dio.


P.S.: Vieri, visto che sei solito a fare lenzuolate di quote, hai letto questo topic? :occhiol:
viewtopic.php?f=4&t=24228

Carissima, partendo dall'ultima raccomandazione è stato detto che i testi non prendono spazio come immagini e filmati.....

Ritornando poi all'argomento bisogna sempre a parer mio, come avevo detto, e non voglio ovviamente ripetermi per non occupare altro spazio in internet.... :risata: considerare quello che è "parola di Dio perchè parla di Dio" e certamente anche se "ispirati" gli scrittori del tempo della Bibbia risentivano certamente degli usi e delle abitudini del tempo dove la donna era considerata inferiore all'uomo tanto da farla togliere da una costola di Adamo mentre Dio avrebbe potuto benissimo crearne una nuova come aveva fatto con lui..... :ironico:

Del resto non è una novità che l'idea di avere una donna in secondo piano per non dire sottomessa all'uomo sia perdurata nei secoli ed anche nella lettera agli Efesini si dice:
21Siate sottomessi gli uni agli altri nel timore di Cristo.
22Le mogli siano sottomesse ai mariti come al Signore; 23il marito infatti è capo della moglie, come anche Cristo è capo della Chiesa, lui che è il salvatore del suo corpo. 24E come la Chiesa sta sottomessa a Cristo, così anche le mogli siano soggette ai loro mariti in tutto.

Tra l'altro anche nell'ISLAM e nel Corano nel 630 D.C. la stessa idea si ripete...:
Sura IV, v. 34: “Gli uomini sono anteposti alle donne, a causa della preferenza che Allah concede agli uni rispetto alle altre”;

esagerando anche che se non sono obbedienti si possono anche picchiare ( però "senza lasciare segni.".. :ironico: )

Se andiamo poi a vedere anche altre regioni tribali dell'Africa le donne (poverine) alla fine sono quelle che lavorano di più.....

Direi pertanto che per ragioni principalmente fisiche questa idea di supremazia dell'uomo sia rimasta invariata per millenni e di certo chi scrisse la bibbia allora non si sognò di certo di modificare certe regole....

Tra l'altro se vogliamo parlare di "emancipazione femminile" anche in tutto l'occidente civilizzato ed evoluto è solo da un po' più di un secolo che le donne con i primi movimenti delle suffragette nel 1869 e con il loro apporto fondamentale alla guerra del 1914 che si iniziò veramente ad una loro vera considerazione.
Interessante leggere:
https://radioincorso.it/il-ruolo-delle- ... de-guerra/
Grazie alla guerra furono messi in discussione modelli di comportamento fino ad allora ritenuti immutabili e gerarchie e distinzioni che sembravano ormai fortemente consolidate.

All’inizio del XX secolo, le donne non sposate vivevano all’ombra del padre e quelle sposate erano completamente sottomesse al marito, capo unico e assoluto. Le loro condizioni variavano però in base alla classe di appartenenza. Le donne dell’alta borghesia erano esclusivamente mogli e madri e si occupavano dell’educazione dei figli e della gestione della casa senza poter svolgere un lavoro autonomo, mentre quelle della piccola borghesia spesso erano occupate già da prima del matrimonio in professioni tipicamente femminili, come l’insegnante o la bambinaia.

Le donne della classe operaia, oltre a fare i lavori di casa, lavoravano come governanti nelle famiglie più abbienti o nelle fabbriche come operaie sottopagate. In ogni caso, per intraprendere un’attività professionale era indispensabile il consenso del marito.

Se pensiamo poi che in Italia le donne votarono per la prima volta il 2 Giugno del 1946 ....

Conclusioni finali:
Il fatto di dare la colpa alla Bibbia di questa limitata considerazione delle donne in tutti questi due millenni D.C. ritengo che sia tutta una storia poichè se è pur vero che la religione cristiana ed anche islamica dava indicazioni precise, l'uomo (maschio) da sempre e parlo da quanto è diventato homo sapiens che si è sempre approfittato di questa situazione.

Se volete poi dire che si sia adattato la religione( cristiana e islamica) su misura per mantenere i propri privilegi......beh! non posso essere così "fanatico religioso" da non poterlo ammettere.....

Però, per dirla tutta alla fine bisogna anche dare un colpo al cerchio ed un colpo alla botte e da Dalida, Betsabea, Messalina, Cleopatra, Maria Walewska, ecc.ecc...ala fine con l'arma della "seduzione" hanno sempre comandato più loro,...mogli comprese.... :ironico:

Buona domenica
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5549
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Mauro1971 » 04/02/2018, 19:23

Vieri ha scritto:Carissima, partendo dall'ultima raccomandazione è stato detto che i testi non prendono spazio come immagini e filmati.....


Precisazione:

Foto, file pdf e filmati occupano spazio SE allegati.
Quando invece questi sono link a siti esterni occupano solo lo spazio della stringa di testo del link.

Ad esempio se metti un video di youtube questo sul forum è solo il link, quindi una stringqa di testo (più i tag HTML per i più precisi). In questo caso il file del filmato non viene caricato sul forum ma è su Youtube.

Così per le immagini e quant'altro.

Invece se alleghi un file quello viene caricato sul server del forum e questi occupa spazio.
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 8997
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi Gocciazzurra » 04/02/2018, 20:29

Caro Vieri,
per quanto riguarda il risparmio dello spazio sul nostro server forse ti è sfuggito quanto Quixqote ha scritto (i caratteri in rosso sono miei):
"Ora però sai che succede se scarichi il codice sorgente della pagina, che contiene il numero effettivo di byte adoperati nel server, con questi soli 11 post? La cifra esatta è 54.322 byte, vale a dire 8 volte il numero dei caratteri che noi abbiamo realmente immesso nel forum. Questo perché il sistema fornisce in automatico nomi utenti, avatar qualifiche e dati sullo stesso, link del post, ora del post, il link ai PM, la tua presentazione, con tutti irelativi link ed altro, che fanno sí che il tuo post di 1000 byte ne conti almeno 4.000-5.000. Aggiungi poi tutto quel che appartiene alla pagina di extra, vale a dire intestazione, programmazione degli stili, cod. java, link vari, contatori ecc. e arrivi al 54.000 e rotti che ti ho detto."

Inoltre si è parlato anche di Netiquette che già hai bellamente bypassato poichè il rispondere al mio post immediatamente precedente implica la NON quotatura.
Non vedo perchè non vi possa essere collaborazione con i mod...
Chiuso l'OT torniamo al tema del 3D.

Tutte le tue spiegazioni non sono convincenti perchè chi ha compiuto l'errore iniziale è stato proprio Dio trasmettendo al popolo antico un messaggio "razzista": siccome Lui creò Eva attraverso una costola di Adamo, la considerò inferiore a quest'ultimo.
Quindi Dio stesso istruì l'umanità ad essere maschilisti. E ci riuscì con ottimi risultati dal momento che nel terzo millenio ci sono ancora popoli che considerano la donna meno di zero. Fine della storia. :cer:
Immagine

La libertà è un vago concetto. (Otto von Bismarck)
Un po' di me Immagine
Avatar utente
Gocciazzurra
Moderatore
 
Messaggi: 5308
Iscritto il: 10/06/2009, 21:09

Messaggiodi Mauro1971 » 04/02/2018, 21:07

@Gocciazzurra

Oppure una società fortemente patriarcale ha fatto parlare il suo Dio. Non poteva dire qualcosa di diverso.
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 8997
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi Gocciazzurra » 04/02/2018, 21:47

Certo, ma la sostanza non cambia, no?
Immagine

La libertà è un vago concetto. (Otto von Bismarck)
Un po' di me Immagine
Avatar utente
Gocciazzurra
Moderatore
 
Messaggi: 5308
Iscritto il: 10/06/2009, 21:09

Ciao Gocciazzurra....

Messaggiodi Vieri » 04/02/2018, 21:52

Seguirò sicuramente anch'io i tuoi consigli limitando lo spazio dei miei interventi magari citando solo il collegamento al sito e gli argomenti principali trattati.
Il fatto è che come "umano" a volte sono anch'io indotto in tentazione e mi accorgo solo alla fine della "pappardella".
Prometto di stare più attento.
inoltre si è parlato anche di Netiquette che già hai bellamente bypassato poichè il rispondere al mio post immediatamente precedente implica la NON quotatura.
Non vedo perchè non vi possa essere collaborazione con i mod..

Scusami ma non sono obbligato a rispondere a tutti ed anche se ho abbastanza tempo per seguire i vari argomenti non sono certamente Pico della Mirandola....e sicuramente potrà essermi sfuggito.....

Relativamente alla tua risposta:
Tutte le tue spiegazioni non sono convincenti perchè chi ha compiuto l'errore iniziale è stato proprio Dio trasmettendo al popolo antico un messaggio "razzista": siccome Lui creò Eva attraverso una costola di Adamo, la considerò inferiore a quest'ultimo.
Quindi Dio stesso istruì l'umanità ad essere maschilisti. E ci riuscì con ottimi risultati dal momento che nel terzo millenio ci sono ancora popoli che considerano la donna meno di zero. Fine della storia. :cer:

Ovviamente dipende dai punti di vista ma dare la colpa subito a Dio di una realtà esistente fin dall'homo sapiens non mi trova assolutamente d'accordo.

L'uomo cacciava mentre le donne facevano le raccoglitrici ed anche la poligamia accettata comunemente per il proseguimento della specie ponendo la donna per ragioni fisiche sempre in posizione di sudditanza rispetto all'uomo.

Questa è una pura realtà storica che si perde nei tempi e che gli scrittori della Bibbia ne presero atto come "fatto normale ed universalmente accettato da tutti e che quindi per loro ovviamente voluto anche da Dio poichè in questo non trovarono niente di male....

Che poi come ho indicato, nei secoli successivi l'uomo maschio desiderò continuare a volere questa supremazia adducendo anche questioni religiose, è un'altra storia ma direi che alla fine se ne approfittò a man bassa di una "consuetudine" vecchia di secoli addietro.

Tra l'altro questa storia mi ricorda sempre le parole: "Dio è con noi",..."Dio lo vuole", " re per grazia di Dio e per volontà della nazione"....»dove adducendo spesso motivi pseudo religiosi si incitava il popolo alla battaglia o ci si incoronava con maggiore autorità.....

Il grosso guaio è che queste parole presenti anche nelle lettere degli apostoli, 2.000 anni fa sono state dure ad essere riconsiderate e questo cambiamento non è avvenuto per "benevolenza" degli uomini maschi per un desiderio di giustizia ma per la necessità impellente di aver assolutamente bisogno delle donne specie nelle varie guerre dell'ultimo secolo riconoscendone alla fine i loro giusti diritti....
Speriamo allora anche nell'ISLAM ma il loro Allah non è certamente il mio Dio....... :ironico:
Buona serata.
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5549
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Mauro1971 » 04/02/2018, 22:00

Gocciazzurra ha scritto:Certo, ma la sostanza non cambia, no?


Per le donne che hanno vissuto sotto questa mentalità in effetti non molto.
Per chi applica uno dei due punti di vista parecchio.
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 8997
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

vieri troppo comodo

Messaggiodi cattivo esempio » 04/02/2018, 22:22

quando ti conviene

l'inno alla carità di S. Paolo, basta leggerli per considerarli, per chi crede, e farne l'indirizzo (possibilmente) della propria vita.

paolo è l'essenza del cristianesimo, chiaramente ispirato da dio

quando non ti conviene

Questa è una pura realtà storica che si perde nei tempi e che gli scrittori della Bibbia ne presero atto come "fatto normale ed universalmente accettato da tutti e che quindi per loro ovviamente voluto anche da Dio poichè in questo non trovarono niente di male....
oppure

Il grosso guaio è che queste parole presenti anche nelle lettere degli apostoli, 2.000 anni fa sono state dure ad essere riconsiderate

parole di uomini del loro tempo, che chiaramente non vengono da dio
cattivo esempio
Utente Junior
 
Messaggi: 516
Iscritto il: 07/09/2011, 19:15

Messaggiodi Gocciazzurra » 04/02/2018, 22:53

Vieri ha scritto:Scusami ma non sono obbligato a rispondere a tutti ed anche se ho abbastanza tempo per seguire i vari argomenti non sono certamente Pico della Mirandola....e sicuramente potrà essermi sfuggito.....
Ciao Vieri, forse mi hai frainteso: non ho detto che devi rispondere a tutti! Ho precisato che quando rispondi all’utente immediatamente precedente non occorre quotare il suo post!
Ovviamente dipende dai punti di vista ma dare la colpa subito a Dio di una realtà esistente fin dall'homo sapiens non mi trova assolutamente d'accordo.
Se non si è capito i miei riferimenti si basano solo sulle dottrine geoviste (visto che lo sono stata per 30 anni) e non cattoliche o altro, pertanto dal loro punto di vista l’homo sapiens è praticamente Adamo (ed Eva) perché prima di loro non esisteva alcuna forma di umanità.
A parte il creare Eva dalla costola di Adamo che venne definita un complemento dell’uomo e quindi dovrebbe esserci equiparazione, il problema nasce dopo il peccato in quanto Dio disse ad Eva:
Aumenterò grandemente il dolore della tua gravidanza, e con doglie partorirai figli; i tuoi desideri ti spingeranno verso tuo marito, ma lui ti dominerà”. E sappiamo che anche gli apostoli, specialmente quel simpaticone di Paolo, continuavano a considerare la donna una nullità.
Quindi 'sta sottomissione della donna all'uomo è stato un esplicito comando/punizione di Dio.
Ripeto: ciò dal punto di vista geovista. Gli altri credi non li conosco.
Immagine

La libertà è un vago concetto. (Otto von Bismarck)
Un po' di me Immagine
Avatar utente
Gocciazzurra
Moderatore
 
Messaggi: 5308
Iscritto il: 10/06/2009, 21:09

Messaggiodi Gocciazzurra » 04/02/2018, 22:56

Mauro1971 ha scritto:
Gocciazzurra ha scritto:Certo, ma la sostanza non cambia, no?


Per le donne che hanno vissuto sotto questa mentalità in effetti non molto.
Per chi applica uno dei due punti di vista parecchio.

Non mi è chiara la seconda frase...
Immagine

La libertà è un vago concetto. (Otto von Bismarck)
Un po' di me Immagine
Avatar utente
Gocciazzurra
Moderatore
 
Messaggi: 5308
Iscritto il: 10/06/2009, 21:09

Messaggiodi Romagnolo » 05/02/2018, 0:05

Come interpretare correttamente la Bibbia

La vita della Chiesa si fonda sulla Parola di Dio. Essa viene tramandata nella Sacra Scrittura, ossia negli scritti dell’Antico e del Nuovo Testamento.
Secondo la fede della Chiesa, tutti questi scritti sono ispirati, hanno Dio per autore, il quale si è servito di uomini da lui scelti per la loro stesura. A causa della loro ispirazione divina, i libri biblici comunicano la verità.......


Caro amico mio, vedo che passano gli anni...ma ci ritroviamo sempre sugli stessi fronti opposti, l' importante per ora è che non diventino mai fronti reali ma sempre e solo un metaforicamente parlando :sorriso:
Dunque volevo farti notare un particolare di quanto esponi che forse è sfuggito alla tua attenzione, per la Chiesa Cattolica, Vechio e Nuovo Testamento contengono la parola di Dio, e sono da lui "ispirati" .
Ora accettiamo pure che con "contengono la parola di Dio" nel senso non che sia Tutto Parola di Dio ma che in mezzo a tanta spazzatura umana vi sia qualche preziosa Verità che origina da Dio, ora il ragionamento che porto non è minimamente intaccato da questa presunta realtà, ti faccio un esempio introduttivo...se non ricordo male tu nella tua vita hai anche avuto un periodo lavorativo in cui eri imprenditore di te stesso,...correggimi se sbaglio.
forse avrai avuto del personale sotto di te, forse avrai avuto qualcuno che sovrintendeva il lavoro degli altri, ora immaginiamo che questo qualcuno ...compili un codice di comportamento aziendale che richiede che il personale femminile vesta sempre coperto da capo a piedi come se indossasse un burka, che ogni volta che sono nel corridoio che porta ai loro uffici devono sempre stare dietro di almeno due passi ai colleghi maschi e guai a superarli, che quando è l' ora di pausa alle macchinette del caffè ci va prima il personale di sesso maschile e poi una volta che se ne è andato allora anche le dipendenti donne possono usufruirne per i minuti o secondi rimanenti; che solo gli uomini possono aspirare a posizioni di comando e fare carriera,...e poi spacciasse il tutto come una tua direttiva quando invece si è inventato tutto lui...ma tu..una volta venutolo a sapere ...che cosa faresti?
Silenzio di tomba e lasci che si mantenga in essere queste disposizioni?
Intervieni negando qualsiasi tuo coinvolgimento e dando una sonora lavata di capo al tuo sottoposto?
Cioè...che faresti in coscienza?
Ecco...pur prendendo per buona la scusa che le cose brutte se le sono inventate gli uomini attribuendone erroneamente il volere a Dio,...lui vedendo tutto ciò che cosa ha fatto per porvi rimedio?
Per caso si è messo a dire...we ragazzi! Ste cose che trovate scritte in Levitico 27 mica le ho ispirate o peggio ancora dettate io!
È il mio servo Mose' a cui il potere ha dato non poco alla testa il vero responsabile, figuriamoci se io faccio le differenze tra i membri del mio popolo.
Purtroppo dobbiamo prendere atto che come il silenzio divino si è sentito nel caso del "Dio lo vuole " o " Dio è con noi " dei nostri tempi,...altrettanto si è udito nei secoli passati quando in nome suo,..nei libri che per giunta ci dovrebbero parlare di lui e nei quali non si sarebbe tirato indietro dall'inserire dei suoi interventi diretti, vengono a lui attribuiti comandi "vincolanti" che certo non gli fanno onore.
Ecco anche in tal caso il buon Dio non ne esce con una bella immagine, perché avrebbe permesso e tollerato comportamenti e atteggiamenti volti a svilire la persona di milioni di donne quando invece sarebbe bastato un suo intervento correttivo per dimostrare di essere quel Dio di Amore e benevolenza che tanto le religioni di tutti i tipi vanno presentando.
E poi una cosa non avrei ben capito, perché mai le cose brutte che lasciano esterrefatti noi del XXI secolo devono essere degli inserimenti umani, mentre ciò che ci piace tanto e ci colpisce favorevolmente deve per forza essere da Dio?
Ma non potrebbe essere l'esatto contrario?
I gusti religiosi che abbiamo noi oggi non potrebbero portarci nella stessa fallacia dei popoli antichi...che seguivano in analoga maniera le preferenze loro in fatto di deità?
Ciao Carissimo e buona riflessione. :occhiol:
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4871
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Mauro1971 » 05/02/2018, 7:34

Gocciazzurra ha scritto:
Mauro1971 ha scritto:Per le donne che hanno vissuto sotto questa mentalità in effetti non molto.
Per chi applica uno dei due punti di vista parecchio.

Non mi è chiara la seconda frase...


La tua affermazione prevede il credere nell'esistenza di un Dio che abbia dettato principi misogeni ai suoi fedeli, la mia esclude l'ipotesi "Dio" in quanto non necessaria all'evento.

In entrambi i casi la diffusione del Cristianesi ha anche portato seco questa visione negativa della donna per molti secoli ed ancora oggi è presente nelle società moderne, per quanto in misura molto minore.
Certo non è solo appannaggio di Ebrei e Cristiani, gli antichi Greci non brillavano per come trattavano le donne, e Confucio disse: "Quando rientri a casa la sera batti tu moglio con il bastone. Tu non sai il perchè ma lei si".
Il Confucianesimo è stato ed è un pilastro talmente importante della cultura Cinese per cui anche in tempi recenti si è assistito ad infantici di bambine per non doverle crescere in quanto "di nessun valore".
Insomma principi misogeni obrobriosi per il nostro umanistico sentire che hanno radici antiche in società pratiarcali dell'epoca del bronzo o del ferro.
Mi auguro ci si possa liberare al più presto di queste zavorre culturali oltre l'obsoleto.
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 8997
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Carissimo Romagnolo....

Messaggiodi Vieri » 05/02/2018, 14:30

Carissimo, come al solito devo sempre "sgridarti" per le tue solite frequentazioni Geoviste e alla fine ti fanno sempre il solito lavaggio del cervello dove per loro :

Primo: la Bibbia è un libro storico da prendersi sempre alla lettera compreso anche tutte le sue evidentissime esagerazioni e che contiene tutte le verità alla quale bisogna attenersi esattamente sempre e senza eccezioni parola per parola.

Secondo: Il Vangelo è un bel libro ma derivante dai pensieri di una "Persona" che anche se importantissima era solo "chiamato" il Figlio di Dio.... ma non Dio stesso...
Da JW.org:
Dio non ha mai avuto figli da una donna. D’altra parte, è il Creatore di ogni forma di vita (Rivelazione [Apocalisse] 4:11). Per questo il primo essere umano che Dio creò, Adamo, fu chiamato “figlio di Dio” (Luca 3:38). La Bibbia insegna che anche Gesù fu creato da Dio, quindi anche Gesù è chiamato “Figlio di Dio” (Giovanni 1:49).

e che quindi molto spesso le indicazioni contenute nella Bibbia (V.T.) prevalgono su quanto scritto nel Vangelo. (leggi: le parole di perdonare sempre nel Vangelo alle quali fanno seguito e si sovrappongono quelle bibliche di non essere obbligati a perdonare quando il reo non si pente...giustificando così l'ostracismo...)

In base pertanto a questi parametri certamente allora il tuo ragionamento ( che reputo però completamente errato) non farebbe una grinza.....

Io non voglio ripetetemi ancora una ennesima volta ma non entra ancora in testa che la Bibbia sia stata scritta in epoche differenti da autori differenti (molto antiche) con usi ed abitudini allora usuali per i loro tempi belle o brutte ( come ad esempio quello di non fare prigionieri....) dove in molti libri è " parola che proviene da Dio, ma anche come parola che parla di Dio." come citato dalla Commissione Biblica Pontificia, mentre in altri libri, tipo quello dei re ad esempio gli avvenimenti narrati (anche se facenti parte della Bibbia stessa) non parlano di DIO o meglio ne parlano non come un insegnamento ma come un evidentissimo "asservimento" di Dio all'interesse umano.
Tecnica del resto vecchia come il mondo come già citato prima. ( Dio lo vuole, Dio è con noi, ecc.ecc.)
Ci sarà pure una ragione se nella C.C non vengono mai citati questi passi incriminati insieme alle altre letture degli atti degli apostoli e del Vangelo? ......Pensaci....

Quindi quanto mi scrivi:
Ecco anche in tal caso il buon Dio non ne esce con una bella immagine, perché avrebbe permesso e tollerato comportamenti e atteggiamenti volti a svilire la persona di milioni di donne quando invece sarebbe bastato un suo intervento correttivo per dimostrare di essere quel Dio di Amore e benevolenza che tanto le religioni di tutti i tipi vanno presentando.

E poi una cosa non avrei ben capito, perché mai le cose brutte che lasciano esterrefatti noi del XXI secolo devono essere degli inserimenti umani, mentre ciò che ci piace tanto e ci colpisce favorevolmente deve per forza essere da Dio?
Ma non potrebbe essere l'esatto contrario?

I gusti religiosi che abbiamo noi oggi non potrebbero portarci nella stessa fallacia dei popoli antichi...che seguivano in analoga maniera le preferenze loro in fatto di deità?

Se pertanto, alla fine, invece di polemizzare sempre citando spesso le cose truci o "irragionevoli per i nostri tempi" della Bibbia riuscissi a DIVIDERE gli INSEGNAMENTI VERI dalle storie umane scritte per altre ragioni ma non certo per volontà di Dio sarebbe per me "cosa buona e giusta e fonte di salvezza"..... :santo: per ragionare POSITIVO.....

Come vedi ho sottolineato in rosso le tue ultime parole concludendo:
Ma vogliamo essere allora tutti come i talebani prendendo tutta integralmente la Bibbia o il Corano alla lettera come fanno loro o siamo persone che ragionano ?

Non vorrei azzardare un pensiero (sincero) ma per me i tdg sono un po'come i talebani della Bibbia.....O mi sbaglio ? :ironico:

Ciao Romagnolo carissimo, per favore esci da questa mentalità di costante ricerca della critica, del pelo nell'uovo per osteggiare i tuoi "amichetti" poichè alla fine per me ti rovina solo l'anima portandoti sempre ad una visione sterile della vita e non propositiva ed ottimistica.

Guarda in alto e leggiti piuttosto delle pagine del Vangelo quando sei in un bell'uliveto.....Guarda che quando lo facevo io in Grecia da solo mi aveva sempre fatto un gran bene poichè ti depuri dalle chicchere e rimanendo solo riesci veramente ad interrogare té stesso e per il buono e positivo che hai sicuramente dentro....

Non guardare sempre regole, regolette ed usi e costumi arcaici ai quali bisognerebbe per alcuni obbedire sempre ma leggi e cerca di interpretare le pagine del vangelo che è la vera essenza del cristianesimo......

PS. Comunicazione di servizio:
Non è ovviamente un invito alla "conversione" ma ad ampliare la tua cultura religiosa nel notare anche altri aspetti positivi di un certo credo.
Che poi tu li osservi anche senza "crederci" mi sembra poi, conoscendoti un poco, anche abbastanza ovvio.... :sorriso: :sorriso:

Ciao ragazzo,....ti voglio bene lo stesso anche se non mi dai mai tanto retta.... :sorriso:
Ma ascolta....il :saggio:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5549
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Cara Gocciazzurra....

Messaggiodi Vieri » 05/02/2018, 15:44

E' un po' le prime volte che iniziamo a dialogare ed a conoscerci e partendo sicuramente da esperienze completamente diverse ritengo possa essere abbastanza ovvio avere anche dei malintesi.

In effetti, se noti, alcune mie osservazioni in merito alla Bibbia, possano risultare per te difficili e forse inconcepibili come del resto cercare per me di sforzarmi a comprendere come certi passi possano essere stati presi sempre letteralmente senza un adeguato ragionamento se non imposto dal C.D.
Hai commentato:
Se non si è capito i miei riferimenti si basano solo sulle dottrine geoviste (visto che lo sono stata per 30 anni) e non cattoliche o altro, pertanto dal loro punto di vista l’homo sapiens è praticamente Adamo (ed Eva) perché prima di loro non esisteva alcuna forma di umanità.
A parte il creare Eva dalla costola di Adamo che venne definita un complemento dell’uomo e quindi dovrebbe esserci equiparazione, il problema nasce dopo il peccato in quanto Dio disse ad Eva:
“Aumenterò grandemente il dolore della tua gravidanza, e con doglie partorirai figli; i tuoi desideri ti spingeranno verso tuo marito, ma lui ti dominerà”. E sappiamo che anche gli apostoli, specialmente quel simpaticone di Paolo, continuavano a considerare la donna una nullità.
Quindi 'sta sottomissione della donna all'uomo è stato un esplicito comando/punizione di Dio.
Ripeto: ciò dal punto di vista geovista. Gli altri credi non li conosco.

In queste ultime righe :
" aumenterò grandemente il dolore della tua gravidanza"....
io ritengo che si possano leggere sotto questo aspetto:

Il primo è che l'autore di quel passo desiderava sicuramente dare una risposta al perchè le donne dovessero soffrire nel parto senza poter offrire una ragione fisica allora sconosciuta.

Cosa c'era di meglio allora dire che questo dolore Eva, e quindi tutte le donne dopo di lei, se lo era meritato come "punizione" divina per aver colto la famosa mela e data ad Adamo ?

Sicuramente poi come affermato in precedenza gli autori biblici del tempo non erano stati "fiondati" da un pianeta sconosciuto ma persone del loro tempo e delle loro credenze ed abitudini maturate da secoli.

Il concetto poi della donna "sottomessa all'uomo" non è nuovo e non l'ha certo inventato la Bibbia ma come avevo detto, per ragioni fisiche fino dai tempi dell'homo sapiens c'è sempre stata questa accettazione.

Quindi, questi "poveri" scrittori della Bibbia hanno per me solo inserito come un fatto ed una volontà religiosa quello che esisteva fin dall'origine dei tempi.

Come poi dici "quel simpaticone di Paolo, continuava a considerare la donna una nullità" ... ma poverino era sempre opinione comune come detenere allora degli schiavi anche se i rapporti uomo-donna e padrone-schiavo erano stati notevolmente addolciti come trovi nel Vangelo....
Efesini 5,21-33
21 Siate sottomessi gli uni agli altri nel timore di Cristo.
22 Le mogli siano sottomesse ai mariti come al Signore; 23 il marito infatti è capo della moglie, come anche Cristo è capo della Chiesa, lui che è il salvatore del suo corpo. 24 E come la Chiesa sta sottomessa a Cristo, così anche le mogli siano soggette ai loro mariti in tutto.
25 E voi, mariti, amate le vostre mogli, come Cristo ha amato la Chiesa e ha dato se stesso per lei, 26 per renderla santa, purificandola per mezzo del lavacro dell'acqua accompagnato dalla parola,

Giovanni 15
12 Questo è il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri, come io vi ho amati. 13 Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la vita per i propri amici. 14 Voi siete miei amici, se farete ciò che io vi comando. 15 Non vi chiamo più servi, perché il servo non sa quello che fa il suo padrone; ma vi ho chiamati amici, perché tutto ciò che ho udito dal Padre l'ho fatto conoscere a voi.


Luca 17,37
37Chi di voi, se ha un servo ad arare o a pascolare il gregge, gli dirà quando rientra dal campo: Vieni subito e mettiti a tavola? 8Non gli dirà piuttosto: Preparami da mangiare, rimboccati la veste e servimi, finché io abbia mangiato e bevuto, e dopo mangerai e berrai anche tu? 9Si riterrà obbligato verso il suo servo, perché ha eseguito gli ordini ricevuti? 10Così anche voi, quando avrete fatto tutto quello che vi è stato ordinato, dite: Siamo servi inutili. Abbiamo fatto quanto dovevamo fare».

In breve anche questo passo non è da leggersi alla lettera nel considerare lo schiavo sottomesso al padrone che deve sempre, prima di lui, servirlo e riverirlo...ma quando "servi" ovvero obbedisci alla volontà di Dio (padrone) fai alla fine solo il tuo dovere senza alcun merito....

Come potrai notare, del resto anche in altre pagine del Vangelo, non si può fare una lettura superficiale,.....notando anche che non viene mai citata la parola "schiavo" ma "servo" e poi tramutata in "amico".

In breve il servo rimane a disposizione del suo padrone ma per Gesù non ci considera "servi" ma amici.....e su questa ultima parola ci sarebbero poi da fare uleriori ragionamenti al riguardo magari da trattare in altro trehad.

PS. Cara Gocciazzurra, ho avuto modo di leggere la tua triste esperienza personale e comprendo appieno il tuo astio verso una religione sbagliata che in pratica ha sempre considerato la donna come "peccatrice" creandoti alla fine grande dolore.

Ti auguro pertanto che in questi anni abbia potuto rimarginare tali ferite e ricostruire té stessa come un comune essere umano al pari di tutti gli altri esseri umani ovviamente uomini compresi....

Buona serata.
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5549
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Gocciazzurra » 05/02/2018, 16:07

Vieri ha scritto:In effetti, se noti, alcune mie osservazioni in merito alla Bibbia, possano risultare per te difficili e forse inconcepibili come del resto cercare per me di sforzarmi a comprendere come certi passi possano essere stati presi sempre letteralmente senza un adeguato ragionamento se non imposto dal C.D.
E' vero, partiamo da 2 ottiche differenti e inevitabilmente il discorso perde di fluidità...
PS. Cara Gocciazzurra, ho avuto modo di leggere la tua triste esperienza personale e comprendo appieno il tuo astio verso una religione sbagliata che in pratica ha sempre considerato la donna come "peccatrice" creandoti alla fine grande dolore.
Ti auguro pertanto che in questi anni abbia potuto rimarginare tali ferite e ricostruire té stessa come un comune essere umano al pari di tutti gli altri esseri umani ovviamente uomini compresi....
Beh, le ferite interiori, com'è noto, sono molto più difficili da rimarginare soprattutto in vista del tempo prolungato in cui sono state inferte... Comunque ti ringrazio della comprensione e degli auguri. :strettamano:
Immagine

La libertà è un vago concetto. (Otto von Bismarck)
Un po' di me Immagine
Avatar utente
Gocciazzurra
Moderatore
 
Messaggi: 5308
Iscritto il: 10/06/2009, 21:09

Messaggiodi Gocciazzurra » 05/02/2018, 16:12

Mauro1971 ha scritto:
Gocciazzurra ha scritto:
Mauro1971 ha scritto:Per le donne che hanno vissuto sotto questa mentalità in effetti non molto.
Per chi applica uno dei due punti di vista parecchio.

Non mi è chiara la seconda frase...


La tua affermazione prevede il credere nell'esistenza di un Dio che abbia dettato principi misogeni ai suoi fedeli, la mia esclude l'ipotesi "Dio" in quanto non necessaria all'evento.
E' vero, l'altro punto non l'avevo considerato perchè, come un' altra utente si è definita, mi trovo in una posizione di credente-agnostica.
'
Immagine

La libertà è un vago concetto. (Otto von Bismarck)
Un po' di me Immagine
Avatar utente
Gocciazzurra
Moderatore
 
Messaggi: 5308
Iscritto il: 10/06/2009, 21:09

Misoginia....o una forma di tutela?

Messaggiodi Valentino » 05/02/2018, 16:55

Francamente non riesco a dire che i versetti in questione possano essere definiti "misogeni". A me sembra invece che si tratti di una "forma di tutela" più che "misoginia". In sostanza cosa viene specificato? Viene specificato che se un uomo o una donna fanno un voto per offrire sotto forma di denaro il "valore stimato" di se stessi, l'uomo è tenuto a versare più denaro di una donna! Ora se io fossi "genovese" (e non me ne vogliano i genovesi per la battuta) e particolarmente "spilorcio" avrei preferito nascere donna a questo punto. Scherzi a parte, tenendo presente che la sperequazione finanziaria tra uomo e donna è un problema ancora attuale, tanto che nel 2018 notiamo che le donne sono sottopagate rispetto agli uomini anche a parità di attività lavorativa, mi chiedo quanto potesse essere sperequata la situazione in una società la cui economia si basava principalmente sull'agricoltura e la pastorizia. Ora non sono un economista e non sono un esperto in materia ma immagino che se la sperequazione finanziaria tra uomo e donna è ancora un problema ai giorni nostri probabilmente la situazione non doveva essere tanto diversa a quei tempi, sicché il fatto che una donna, a "parità di voto" dovesse versare meno denaro di un uomo, mi sembra più una tutela che un "deprezzamento", tutela estesa anche a bambini, minorenni e persone anziane i quali pure erano tenute a dare meno sicli d'argento rispetto agli adulti d'età compresa tra i 20 e i 60 anni.
Ragionando in "termini fiscali" trovereste giusto che un imprenditore paghi in tasse la stessa quantità di denaro di un operaio della FIAT? Sul "piano umano" non è che lo Stato considera l'imprenditore "migliore" dell'operaio, ma ovviamente il "valore stimato" di un imprenditore non è sovrapponibile al "valore stimato" di un operaio e lo Stato chiederà più soldi all'imprenditore e meno soldi all'operaio.....o, almeno mi auguro che sia così!!! :risata:
Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=17403
“Se mi si riesce a convincere, provandomi che le mie idee e le mie azioni sono scorrette, sarò felice di cambiare, perché ciò che io cerco è la verità, dalla quale nessuno ha mai ricevuto danno, mentre lo riceve chi persevera nel proprio errore e nella propria ignoranza.” (Marco Aurelio)
Avatar utente
Valentino
Utente Senior
 
Messaggi: 1477
Iscritto il: 15/01/2014, 6:40

Messaggiodi Romagnolo » 05/02/2018, 18:52

Valentino grazie del tuo intervento, messa come la poni tu la cosa diventa più equilibrata ed accettabile, e voglio pensare che quella sia l' interpretazione corretta .
Vieri carissimo, torno a ripeterti che la stessa pappardella che già sai a memoria,...oramai più che a dibattere mi pare di stare a fare una partita a tennis o Ping pong,...sempre a ritirarci la stessa pallina. :risata:
Se io ( immaginiamoci che sia Dio )faccio conoscere la mia parola e volere attraverso un libro dove oltre al mio volere vengono presentate opinioni umane personali degli scrittori, punti di vista della loro società arcaica, e chi più vuole più ne metta,...il tutto fatto passare come voluto o approvato da me,....e me ne sto zitto....allora sono responsabile dei danni che ciò crea al pari che ne fossi stato io stesso a dichiararle.
Perché chi pagava quella tassa (sempre restando in Levitico 27) sempre convintissimo che fossi io a volerla restava,...anche se mai mi fossi sognato di volerla imporre.
Del resto quando i cananei sacrificavano i loro figli nel fuoco , Dio lo diceva che disapprovava quella prassi,...quando iniziarono a farlo gli ebrei...sempre Dio lo diceva che mai si era sognato di richiedere una cosa del genere,....quindi se quando il suo popolo o chi per lui eseguiva cose contrarie al suo volere...Dio interveniva a correggere la situazione , screditando il credo originario...che dire quando invece non interveniva affatto lasciando che certe disposizioni venissero spacciate come provenienti da lui?
Dovrei dedurne che lui le approva...o che verosimilmente provengano da Lui.
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4871
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Giovanni64 » 05/02/2018, 18:53

Altro che alieno, Yahweh a quei tempi era socialdemocratico.
Avatar utente
Giovanni64
Veterano del Forum
 
Messaggi: 2896
Iscritto il: 09/01/2010, 8:59

Romagnolissimo.....

Messaggiodi Vieri » 05/02/2018, 19:09

Romagnolo ha scritto:Vieri carissimo, torno a ripeterti che la stessa pappardella che già sai a memoria,...oramai più che a dibattere mi pare di stare a fare una partita a tennis o Ping pong,...sempre a ritirarci la stessa pallina. :risata:
Se io ( immaginiamoci che sia Dio )faccio conoscere la mia parola e volere attraverso un libro dove oltre al mio volere vengono presentate opinioni umane personali degli scrittori, punti di vista della loro società arcaica, e chi più vuole più ne metta,...il tutto fatto passare come voluto o approvato da me,....e me ne sto zitto....allora sono responsabile dei danni che ciò crea al pari che ne fossi stato io stesso a dichiararle.
Perché chi pagava quella tassa (sempre restando in Levitico 27) sempre convintissimo che fossi io a volerla restava,...anche se mai mi fossi sognato di volerla imporre.
Del resto quando i cananei sacrificavano i loro figli nel fuoco , Dio lo diceva che disapprovava quella prassi,...quando iniziarono a farlo gli ebrei...sempre Dio lo diceva che mai si era sognato di richiedere una cosa del genere,....quindi se quando il suo popolo o chi per lui eseguiva cose contrarie al suo volere...Dio interveniva a correggere la situazione , screditando il credo originario...che dire quando invece non interveniva affatto lasciando che certe disposizioni venissero spacciate come provenienti da lui?
Dovrei dedurne che lui le approva...o che verosimilmente provengano da Lui.

Va beh, fai sempre come credi ma prima o poi ti tiro la palla in un posto tale che non riuscirai più a prenderla e dovrà restare nel tuo campo...magari sopra un bell'ulivo in alto....in modo tale che per cercare di raggiungerla sarai costretto ad alzare per una volta gli occhi al cielo.... :santo:

Oh, questa mi è venuta bene e di botto e spero poi alla fine che capisca la "parabola"..... :risata: :risata:
:ciao:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5549
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Romagnolo » 06/02/2018, 13:43

Stavo quasi per mettermi l' animo finalmente in pace quando ripensando alla spiegazione di Valentino e quanto invece si trova scritto in Levitico 27, mi salta all' attenzione che forse Valentino e di conseguenza io , abbiamo preso un abbaglio; ovvero avevo capito bene all' inizio ma poi "dopo" non mi sono ricordato esattamente il punto da cui si è originato questo Trehad.
Dunque Valentino aveva scritto:
In sostanza cosa viene specificato? Viene specificato che se un uomo o una donna fanno un voto per offrire sotto forma di denaro il "valore stimato" di se stessi, l'uomo è tenuto a versare più denaro di una donna!

Ho ricontrollato la TnM e anche la CEI ed infine la TILC che riporto quì sotto:

27
Aggiunta
Tariffe per le promesse

1Il Signore disse a Mosè 2di comunicare agli Israeleiti le seguenti prescrizioni:
'Se qualcuno ha promesso di consacrare una persona al Signore, può adempiere la sua promessa anche pagando una somma di denaro, 3-4secondo le seguenti tariffe:
'Per una persona dai venti ai sessant'anni: cinquanta pezzi d'argento per un uomo, trenta pezzi per una donna - secondo la moneta ufficiale del santuario.
5'Per un ragazzo dai cinque ai vent'anni: venti pezzi per un ragazzo, dieci pezzi per una ragazza.
6'Per un bambino da un mese a cinque anni: cinque pezzi per un bambino, tre pezzi per una bambina.
7'Per una persona di più di sessant'anni: quindici pezzi per un uomo, dieci pezzi per una donna.
8'Se qualcuno è troppo povero per pagare la somma prevista, deve condurre la persona interessata davanti al sacerdote; egli farà una stima del prezzo da pagare, calcolando i mezzi di chi ha fatto la promessa.

Ora è palese che qui non si stà parlando di persone che presentano in voto se stesse e quindi pagano un corrispondete in base alla propria condizione economica dettata da una sperequazione finanziaria dovuta al sesso di appartenenza, ma si parla di un qualsiasi tizio ( Maschio o femmina pare indifferente) che volesse votare al signore qualcun' altro!
Lo si capisce anche perchè risulterebbe un pò difficile che un bambino o una bambina dai 0 ai 5 anni venisse mai in mente un gesto del genere,..nè tanto meno che possedesse il denaro occorrente.
Insomma la sperequazione finanziaria non centrerebbe nulla, semplicemente agli occhi di Dio in base alle varie fascie di età, Maschi valgono sempre più delle femmine.
Per Vieri,....attenzione che sono pratico di arrampicate sugli alberi,...quindi se mi tiri la palla su un olivo....nulla di più facile da prendere senza neppure rimirare il cielo. :risata:
Ok battute a parte...riflettiamo sull' inizio del capitolo in questione:
Signore disse a Mosè 2di comunicare agli Israeleiti le seguenti prescrizioni:
Ora l' introduzione a tutto il seguito è chiara,...è Dio chiedere che vengano trasmesse quelle direttive, quindi qualunque cosa esse rivelino....provengono da Lui e in tal modo ci lasciano capire che soggetto sia.
Ma,..accettiamo che Lui non le abbia mai proferite nè comandate a Mosè,..ma che qualcun altro le abbia rese obbligatorie spacciandole per divine, perchè...tanto così tutti quanti all' epoca erano in uso fare.
Dio è intervenuto a riaggiustare le cose?
Ha impedito che venissero inserite nel libro che dovrebbe parlare di Lui e che Lui stesso a volta impiega per farsi conoscere?
Si dice che chi tace acconsente,...dato che ha taciuto sù tali disposizioni ne consegue che (riempite i puntini :blu: ) . ......... il chè di fatto lo rende ........ !
Per cui alla fine c' ho sempre ragione! :ironico:
Ok dai questa la eliminiamo...era solo per ironizzare. :lingua:
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4871
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Ma ragazzi....

Messaggiodi Vieri » 06/02/2018, 14:04

Ma ragazzi, mi avete fatto un mazzo così ........con tutte le invettive del caso....quando mi ero permesso di citare i 613 precetti del Talmud che poi erano ripresi dalla Bibbia per sapere se c'era ancora qualcuno che li rispettasse :ironico: e ora mi andate a citare il "preziario" di Mosè ? :boh:

Se allora prendete per buono il fatto che le donne valessero di meno, primo non era una novità per quei tempi come già spiegato il altro thread, e se volete allora anche crederci dovete anche "costruire delle latrine negli accampamenti"
• 605-192P - Organizza delle latrine al di fuori degli accampamenti. - Deut. 23:13

quando fate campeggio libero..... :ironico:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5549
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Romagnolo » 06/02/2018, 20:34

Se allora prendete per buono il fatto che le donne valessero di meno, primo non era una novità per quei tempi come già spiegato il altro thread, e se volete allora anche crederci dovete anche "costruire delle latrine negli accampamenti"

No, No! ...il Cristo ha abolito la Legge e lo sai benissimo anche tu. :lingua:
Quindi stì cavoli che in sta stagione vado a scoprirmi le chiappe fuori! :ironico: :ironico:
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4871
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Prossimo

Torna a Forum principale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici