Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Analisi critica sull'Arca di Noè e sul Diluvio

In questo spazio si discute di argomenti di vario genere relativi ai Testimoni di Geova e che non sono inclusi nelle altre sezioni

Moderatore: Cogitabonda

Analisi critica sull'Arca di Noè e sul Diluvio

Messaggiodi deliverance1979 » 23/05/2018, 9:38

In questa discussione, spero che non ce ne siano state altre, volevo proporre una critica a tale evento biblico, tanto caro alle religioni millenaristiche tra le quali i TDG.

Il diluvio noetico non è una questione di poco conto, poichè esso rappresenta il fondamento di tali religioni, che, vedono in quell'evento passato, il riflesso di ciò che dovrà poi accadere (con altri strumenti di distruzione divina) nell'Harmagheddon descritto nell'ultimo libro della bibbia, Rivelazione o apocalisse.

Volevo pertanto analizzare in chiave critica questo evento e spero in un contributo da parte di tutti i poveri apostati delle tenebre di fuori....

Il racconto di questo evento, considerato reale da molti culti millenaristi, tra i quali i TDG, lo troviamo nei capitoli 6-7-8 - 9 di Genesi.

Bene, iniziamo con le danze....

Le dimensioni dell'arca sono descritte in Genesi capitolo 6 versetti 14, 15, 16

Come possiamo notare, le dimensioni dell'arca erano di 300 cubiti di Lunghezza, cinquanta di larghezza e trenta di altezza.

Ora il problema principale è capire a quale cubito si fa riferimento.

Nell'antichità, queste misure variavano da tipologia di popolo o periodo storico, in un range che va da un minimo di 44,45 cm ovvero il cubito ebraico, (passando per tutti gli altri tipi di cubiti che possono essere nel mezzo) e terminando fino a quello reale egiziano che era di una lunghezza pari a 52,36 cm.
Poichè chi scrisse i primi cinque libri della Bibbia era Mosè, vattela a pesca su quale cubito aveva in mente per l'Arca, ma siccome noi siamo buoni, prendiamo il cubito reale egiziano, che è il più lungo.

Pertanto l'arca, aveva le seguenti dimensioni:

Lunghezza 300*52,36 cm= 157,08 metri
Larghezza 50*52,36 cm= 26,18 metri
Altezza 30*52,36 cm= 15,70 metri

L'arca aveva anche tre piani.

La superficie di ogni ripiano era pari a Lunghezza*Larghezza= 157,08*26,18= 4112,35 metri quadrati.

Pertanto Noè aveva a disposizione 12337 metri quadrati suddivisi su tre piani.
Ogni piano aveva un altezza di circa 5 metri.

Per avere una proporzione sulla superficie che Noè poteva sfruttare su tutti e tre i piani, questa è pari a circa 616 stanze (senza muri) da 20 metri quadrati ciascuna.

A questo punto sorgono i primi dubbi tecnici.
Il racconto biblico, proprio come nel racconto mitologico di Dedalo ed Icaro, cosi come in ogni racconto horror o di fantascienza che si rispetti, si prende una bella sospensione della realtà, non dando alcun dettaglio tecnico di come l'arca potesse essere costruita.

Infatti, l'autore greco che scrisse la storia di Dedalo ed Icaro, disse che Icaro spiccò il volo con delle ali.
Ora, noi come persone moderne sappiamo benissimo che l'uomo può volare, ma ad oggi, sappiamo anche che con le ali di Icaro, se ti butti da un palazzo di 30 piani ti schianti a terra, semplicemente perchè, per far volare un uomo servono due cose, o una portata alare molto ampia e con poca spinta, cosi da poter avere la dovuta portanza dell'aria per sostenere il peso, oppure, proprio come nei caccia militari che hanno ali piccole, una forte spinta propulsiva data dai motori che sopperiscono alla bassa superficie di cui l'ala è provvista.

Torniamo ad Icaro ed all'autore.
L'autore molto probabilmente si è ispirato al volo degli uccelli, ed in maniera maccheronica, ha detto, se lo fanno gli uccelli, un genio come Dedalo avrà trovato il modo per fare altrettanto.
Ottima mossa narrativa, tipica della fantascienza moderna.
Si prende qualcosa di fattibile, ci si fantastica un pò sopra ed ecco che ti esce un terminator, una macchina del tempo o anche il mostro di Frankenstein...
Ma in nessuno di questi eventi, viene detto con un progetto tecnico come è potuto accadere un prodigio del genere.
Si offre solo l'idea.

Bene, per l'arca è successa la stessa cosa.
Sappiamo le dimensioni dell'arca, e sappiamo che molto probabilmente all'epoca di quanto venne scritto il racconto (Mosè lo scrisse millenni dopo quell'evento), si conosceva la navigazione.
Ma non ci sono dettagli tecnici su che legni fossero usati, come dovevano essere legati o giuntati, lo spessore del fasciame esterno che doveva permettere all'arca di galleggiare e non spezzarsi e via dicendo...
Che tipo di legni utilizzare, quanto stagionati, di che spessore..... vabbè, glissiamo su questi tecnicismi, ma sapete, doveva essere un'opera che doveva preservare l'umanità, e che dio non delegò ad un miracolo, ma volle farla costruire agli uomini....

Quindi anche qui l'intermittenza della fede.... si fa con tecnologie umane sconosciute, ma dove non ci sono dettagli, prove o altro a supporto di una tale opera, si sopperisce con il miracoloso.... :conf: :boh: :fronte: :mirror: :mirror: :mirror: :ciuccio: :ciuccio:

Non solo, l'Arca doveva essere stile nave corazzata militare o robusta stile una rompighiaccio.
Nel mentre del diluvio che inondava tutto, fin dagli inizi, contro l'arca poteva sbatterci di tutto, tronchi di albero, detriti e via dicendo.
E con il sollevarsi delle acque le cose potevano anche peggiorare, con onde molto alte ed eventi climatici terrificanti.
Senza contare che l'arca non aveva il timone ma veniva portata in giro in balia della corrente e poteva urtare contro pareti rocciosi di montagne o colline....

Ahhh si, anche qui il miracolo ad intermittenza....
Prima Dio o Geova fa costruire un natante del genere per fede, ma dando e non dando troppi dettagli tecnici (sapete, sia mai problemi di copyright), e poi guida lui il tutto attraverso lo spirito santo.... facendo si che l'arca abbia una sorta di barriera protettiva invisibile che la risparmia da vari urti e collisioni, e sia anche dotata di un pilota automatico che la faccia incagliare precisa precisa, altro che le navi moderne, proprio sui monti Ararat, sull'altopiano utile per lo sbarco di Noè, della sua famiglia e di tutti gli animali....e vabbè....

Quindi, idea fattibile, ma buttata li in maniera maccheronica.
Tra dire di possedere la tecnologia per costruire un terminator, e farne uno ce ne passa...

Ma andiamo avanti, lo spazio effettivo dell'arca.
Abbiamo detto che Noè aveva a disposizione circa 616 stanze da 20 metri quadrati ciascuna.

quanti erano nell'arca?

Noè e la sua famiglia erano 8 persone in tutto.

Inoltre, la bibbia dice in Genesi capitolo 7 versetto 2 che Noè doveva prendere 7 coppie di ogni razza di animale puro, ed una coppia di tutti gli altri animali impuri.

Tale selezione animale verrà poi ripresa in Levitico dai capitoli 11 in avanti, e per ulteriori approfondimenti c'è anche questo link interessante

https://www.bellacarne.it/blog/animali-puri-e-impuri-kasherut/

Ora, nel link c'è scritto che l'antilope è consumata nei tempi moderni, quindi, quando Mosè scrisse del Diluvio noetico, aveva in mente la legge mosaica e molto probabilmente non si mangiavano le antilopi (anche se non ne abbiamo la certezza), ma c'è un problema, Noè non mangiava carne prima del diluvio, quindi l'antilope, era da considerarsi pura e quindi facente parte di quelle sette coppie?

Il bufalo ed il bisonte?
Questi sono ruminanti con l'unghia spaccata proprio come la mucca..... :ironico: :boh:

La risposta è fondamentale per questioni di spazio...... :ironico:

Fuori pioveva e la terra veniva sommersa, i biglietti per la salvezza erano per pochi mica per tutti...

Ma continuiamo...

Tra gli impuri, per motivi di spazio dovremmo ricordare grandi animali quali L'elefante, il rinoceronte, la giraffa, l'ippopotamo, la tigre, il leone.

Solo l'elefante mangia 200 kg di verdura al giorno.

Non dimentichiamo che la maggior parte degli animali che era nell'arca, a causa della famosa pace erbivora pre diluvio (tanto cara ai TDG), non mangiavano carne....

Ma quanto durò quest'apocalisse acquatica?

La bibbia in Genesi capitolo 8 versetto 5 ci dice che le acque del Diluvio andarono diminuendo fino al decimo mese....
Quindi, Noè, la sua famiglia e tutti gli animali, stettero nell'arca per 10 mesi.

Ora, solo i due elefanti, che anche li mettessimo a dieta, facendo loro mangiare 120 Kg di vegetazione al giorno, dopo 10 mesi, avrebbero consumato la bellezza di 72000 chili di verdura....

E stiamo parlando solo di due elefanti e per di più messi a dieta, visto che un elefante mangia molto di più....

Ahh, e non incominciamo a dire ciò che la bibbia non dice....

Lo stesso Mosè, testimone della miracolosa manna nel deserto, non dice che Dio o Geova creava cibo all'infinito nell'Arca, ma che comandò a Noè in Genesi capitolo 7 versetto 21 di radunare tutto il cibo necessario per Lui, la sua famiglia e gli animali.

Ma anche qui, la bibbia, come un buon libro di fantascienza, omette di dire con precisione maniacale più che richiesta ad un Dio, quanto tempo sarebbe dovuto durare il Diluvio.

quindi Noè, per quanti giorni doveva portarsi da mangiare nell'arca?

Mistero.... :boh: :boh: :boh:

Ora ho finito di tediarvi con le mie osservazioni, voi che ne pensate?

PS: Mi raccomando, non demolite tutto ma proprio tutto che poi Palego profeta Elia ci rimane male... e pure i TDG.... :ironico:
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4923
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi VictorVonDoom » 23/05/2018, 10:28

Si ma troppi ragionamenti per uno che crede ai miracoli e al Diluvio (come ci credevo io :fronte: .... mammamia che imbecille :fronte: )
L'avvenimento è assurdo di per se e non sta ne in cielo ne in terra (li ci vuole), quindi non c'è ragionamento "logico" che possa scalfire la mente di uno che crede sia avvenuto davvero. Ovviamente concordo su tutto, basta farsi due semplici calcoli e leggere le prime due pagine di qualsiasi libro di storia e scienza delle scuole medie per rendersene conto. Ma tant'è...

In ogni caso, trovi un'ampia ed interessante trattazione anche qui: https://jwanalyze.wordpress.com/il-diluvio-universale/

:ok:
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 1483
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Deliverance, scusa la domanda....

Messaggiodi Vieri » 23/05/2018, 13:19

Ma tu soffri di insonnia?....... :risata:
Per pensare a tutte queste cose....?

Io ritengo che come abbiamo visto anche in altri capitoli della Bibbia dove si citano decine e decine di nomi relativi alle diverse generazioni e dove nessuno poteva controllarne la veridicità, oltre alle esagerazioni numeriche in fatto di età o di numero di ebrei ( 700.000......) che uscirono dall'Egitto con Mosè, anche qui ritengo sia stata usata la stessa tecnica.

Se io desidero raccontare una storia ( con finalità non storiche ma di "insegnamenti di Dio" ) e di fronte a degli interlocutori composti in genere da pastori ignoranti, devo essere da un lato credibile (aggiungendo poi precisi particolari dei quali nessuno potrà poi confutare...) e dall'altro colpire la loro immaginazione tanto da far ricordare quanto affermato.

Pensi che tutti quei pastori si siano messi li a fare i calcoli di quanto fieno poteva occorre per mantenere un elefante ?

Tra l'altro, ridendo e scherzando, se hai visto il film "Noah" con Russel Crowe, fra le diverse fesserie avevano fatto l'unica cosa intelligente: tutti gli animali entrando, alla fine cadevano in letargo....e quindi ....risolto il problema..... :ironico:

Ma anche oggi per fare "pubblicità" non si usano le stesse tecniche di comunicazione e mica ti ricordi della marca di una auto se non fa qualche cosa di speciale in una zona che sicuramente non è quella vicina a casa tua?

Morale:
per me l'uomo anche a distanza di secoli rimane sempre lo stesso e le tecniche di comunicazione :pure.....
:grazie:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5626
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Mario70 » 23/05/2018, 15:05

deliverance1979 ha scritto:In questa discussione, spero che non ce ne siano state altre, volevo proporre una critica a tale evento biblico, tanto caro alle religioni millenaristiche tra le quali i TDG.

Il diluvio noetico non è una questione di poco conto, poichè esso rappresenta il fondamento di tali religioni, che, vedono in quell'evento passato, il riflesso di ciò che dovrà poi accadere (con altri strumenti di distruzione divina) nell'Harmagheddon descritto nell'ultimo libro della bibbia, Rivelazione o apocalisse.

Volevo pertanto analizzare in chiave critica questo evento e spero in un contributo da parte di tutti i poveri apostati delle tenebre di fuori....

Il racconto di questo evento, considerato reale da molti culti millenaristi, tra i quali i TDG, lo troviamo nei capitoli 6-7-8 - 9 di Genesi.

Bene, iniziamo con le danze....

Le dimensioni dell'arca sono descritte in Genesi capitolo 6 versetti 14, 15, 16

Come possiamo notare, le dimensioni dell'arca erano di 300 cubiti di Lunghezza, cinquanta di larghezza e trenta di altezza.

Ora il problema principale è capire a quale cubito si fa riferimento.

Nell'antichità, queste misure variavano da tipologia di popolo o periodo storico, in un range che va da un minimo di 44,45 cm ovvero il cubito ebraico, (passando per tutti gli altri tipi di cubiti che possono essere nel mezzo) e terminando fino a quello reale egiziano che era di una lunghezza pari a 52,36 cm.
Poichè chi scrisse i primi cinque libri della Bibbia era Mosè, vattela a pesca su quale cubito aveva in mente per l'Arca, ma siccome noi siamo buoni, prendiamo il cubito reale egiziano, che è il più lungo.

Pertanto l'arca, aveva le seguenti dimensioni:

Lunghezza 300*52,36 cm= 157,08 metri
Larghezza 50*52,36 cm= 26,18 metri
Altezza 30*52,36 cm= 15,70 metri

L'arca aveva anche tre piani.

La superficie di ogni ripiano era pari a Lunghezza*Larghezza= 157,08*26,18= 4112,35 metri quadrati.

Pertanto Noè aveva a disposizione 12337 metri quadrati suddivisi su tre piani.
Ogni piano aveva un altezza di circa 5 metri.

Per avere una proporzione sulla superficie che Noè poteva sfruttare su tutti e tre i piani, questa è pari a circa 616 stanze (senza muri) da 20 metri quadrati ciascuna.

A questo punto sorgono i primi dubbi tecnici.
Il racconto biblico, proprio come nel racconto mitologico di Dedalo ed Icaro, cosi come in ogni racconto horror o di fantascienza che si rispetti, si prende una bella sospensione della realtà, non dando alcun dettaglio tecnico di come l'arca potesse essere costruita.

Infatti, l'autore greco che scrisse la storia di Dedalo ed Icaro, disse che Icaro spiccò il volo con delle ali.
Ora, noi come persone moderne sappiamo benissimo che l'uomo può volare, ma ad oggi, sappiamo anche che con le ali di Icaro, se ti butti da un palazzo di 30 piani ti schianti a terra, semplicemente perchè, per far volare un uomo servono due cose, o una portata alare molto ampia e con poca spinta, cosi da poter avere la dovuta portanza dell'aria per sostenere il peso, oppure, proprio come nei caccia militari che hanno ali piccole, una forte spinta propulsiva data dai motori che sopperiscono alla bassa superficie di cui l'ala è provvista.

Torniamo ad Icaro ed all'autore.
L'autore molto probabilmente si è ispirato al volo degli uccelli, ed in maniera maccheronica, ha detto, se lo fanno gli uccelli, un genio come Dedalo avrà trovato il modo per fare altrettanto.
Ottima mossa narrativa, tipica della fantascienza moderna.
Si prende qualcosa di fattibile, ci si fantastica un pò sopra ed ecco che ti esce un terminator, una macchina del tempo o anche il mostro di Frankenstein...
Ma in nessuno di questi eventi, viene detto con un progetto tecnico come è potuto accadere un prodigio del genere.
Si offre solo l'idea.

Bene, per l'arca è successa la stessa cosa.
Sappiamo le dimensioni dell'arca, e sappiamo che molto probabilmente all'epoca di quanto venne scritto il racconto (Mosè lo scrisse millenni dopo quell'evento), si conosceva la navigazione.
Ma non ci sono dettagli tecnici su che legni fossero usati, come dovevano essere legati o giuntati, lo spessore del fasciame esterno che doveva permettere all'arca di galleggiare e non spezzarsi e via dicendo...
Che tipo di legni utilizzare, quanto stagionati, di che spessore..... vabbè, glissiamo su questi tecnicismi, ma sapete, doveva essere un'opera che doveva preservare l'umanità, e che dio non delegò ad un miracolo, ma volle farla costruire agli uomini....

Quindi anche qui l'intermittenza della fede.... si fa con tecnologie umane sconosciute, ma dove non ci sono dettagli, prove o altro a supporto di una tale opera, si sopperisce con il miracoloso.... :conf: :boh: :fronte: :mirror: :mirror: :mirror: :ciuccio: :ciuccio:

Non solo, l'Arca doveva essere stile nave corazzata militare o robusta stile una rompighiaccio.
Nel mentre del diluvio che inondava tutto, fin dagli inizi, contro l'arca poteva sbatterci di tutto, tronchi di albero, detriti e via dicendo.
E con il sollevarsi delle acque le cose potevano anche peggiorare, con onde molto alte ed eventi climatici terrificanti.
Senza contare che l'arca non aveva il timone ma veniva portata in giro in balia della corrente e poteva urtare contro pareti rocciosi di montagne o colline....

Ahhh si, anche qui il miracolo ad intermittenza....
Prima Dio o Geova fa costruire un natante del genere per fede, ma dando e non dando troppi dettagli tecnici (sapete, sia mai problemi di copyright), e poi guida lui il tutto attraverso lo spirito santo.... facendo si che l'arca abbia una sorta di barriera protettiva invisibile che la risparmia da vari urti e collisioni, e sia anche dotata di un pilota automatico che la faccia incagliare precisa precisa, altro che le navi moderne, proprio sui monti Ararat, sull'altopiano utile per lo sbarco di Noè, della sua famiglia e di tutti gli animali....e vabbè....

Quindi, idea fattibile, ma buttata li in maniera maccheronica.
Tra dire di possedere la tecnologia per costruire un terminator, e farne uno ce ne passa...

Ma andiamo avanti, lo spazio effettivo dell'arca.
Abbiamo detto che Noè aveva a disposizione circa 616 stanze da 20 metri quadrati ciascuna.

quanti erano nell'arca?

Noè e la sua famiglia erano 8 persone in tutto.

Inoltre, la bibbia dice in Genesi capitolo 7 versetto 2 che Noè doveva prendere 7 coppie di ogni razza di animale puro, ed una coppia di tutti gli altri animali impuri.

Tale selezione animale verrà poi ripresa in Levitico dai capitoli 11 in avanti, e per ulteriori approfondimenti c'è anche questo link interessante

https://www.bellacarne.it/blog/animali-puri-e-impuri-kasherut/

Ora, nel link c'è scritto che l'antilope è consumata nei tempi moderni, quindi, quando Mosè scrisse del Diluvio noetico, aveva in mente la legge mosaica e molto probabilmente non si mangiavano le antilopi (anche se non ne abbiamo la certezza), ma c'è un problema, Noè non mangiava carne prima del diluvio, quindi l'antilope, era da considerarsi pura e quindi facente parte di quelle sette coppie?

Il bufalo ed il bisonte?
Questi sono ruminanti con l'unghia spaccata proprio come la mucca..... :ironico: :boh:

La risposta è fondamentale per questioni di spazio...... :ironico:

Fuori pioveva e la terra veniva sommersa, i biglietti per la salvezza erano per pochi mica per tutti...

Ma continuiamo...

Tra gli impuri, per motivi di spazio dovremmo ricordare grandi animali quali L'elefante, il rinoceronte, la giraffa, l'ippopotamo, la tigre, il leone.

Solo l'elefante mangia 200 kg di verdura al giorno.

Non dimentichiamo che la maggior parte degli animali che era nell'arca, a causa della famosa pace erbivora pre diluvio (tanto cara ai TDG), non mangiavano carne....

Ma quanto durò quest'apocalisse acquatica?

La bibbia in Genesi capitolo 8 versetto 5 ci dice che le acque del Diluvio andarono diminuendo fino al decimo mese....
Quindi, Noè, la sua famiglia e tutti gli animali, stettero nell'arca per 10 mesi.

Ora, solo i due elefanti, che anche li mettessimo a dieta, facendo loro mangiare 120 Kg di vegetazione al giorno, dopo 10 mesi, avrebbero consumato la bellezza di 72000 chili di verdura....

E stiamo parlando solo di due elefanti e per di più messi a dieta, visto che un elefante mangia molto di più....

Ahh, e non incominciamo a dire ciò che la bibbia non dice....

Lo stesso Mosè, testimone della miracolosa manna nel deserto, non dice che Dio o Geova creava cibo all'infinito nell'Arca, ma che comandò a Noè in Genesi capitolo 7 versetto 21 di radunare tutto il cibo necessario per Lui, la sua famiglia e gli animali.

Ma anche qui, la bibbia, come un buon libro di fantascienza, omette di dire con precisione maniacale più che richiesta ad un Dio, quanto tempo sarebbe dovuto durare il Diluvio.

quindi Noè, per quanti giorni doveva portarsi da mangiare nell'arca?

Mistero.... :boh: :boh: :boh:

Ora ho finito di tediarvi con le mie osservazioni, voi che ne pensate?

PS: Mi raccomando, non demolite tutto ma proprio tutto che poi Palego profeta Elia ci rimane male... e pure i TDG.... :ironico:


Tempo fa feci un lavoro simile, l'ho salvato nel mio sito che uso come archivio, se può esserti utile:

http://testimonidigeovaedex.freeforumzone.com/mobile/discussione.aspx?idd=10083081
«È vero, in tempi passati vi sono stati alcuni che hanno predetto la "fine del mondo", annunciando perfino una data specifica. Alcuni hanno raccolto intorno a sé gruppi di persone ... aspettando la fine. Tuttavia non è accaduto nulla. La "fine" non è venuta. Si sono resi colpevoli di falsa profezia» (Svegliatevi!, 22/4/1969, p. 23).
Presentazione
Avatar utente
Mario70
Utente Master
 
Messaggi: 5733
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Per adesso i distrutti... siamo io ed Achille secondo Elia ma il terzo sei te.

Messaggiodi Ray » 23/05/2018, 16:21

Ma caro Delive apostata miscredente delle tenebre di fuori, non lo sai che gli animali nell'arca erano come sotto ad
Un influsso tipo letargo ?
Si erano abbuffati di cibo tempo prima .

Poi se vuoi aggiornati la jworg ti da le pagine per lo studio. :ironico:
... https://wol.jw.org/it/wol/d/r6/lp-i/1200270475
Aggiornati, c'è pure come fare un modellino. :occhiol:
:addio:
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 11064
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Messaggiodi VictorVonDoom » 23/05/2018, 16:39

Ray ha scritto:Ma caro Delive apostata miscredente delle tenebre di fuori, non lo sai che gli animali nell'arca erano come sotto ad
Un influsso tipo letargo ?
Si erano abbuffati di cibo tempo prima .

Poi se vuoi aggiornati la jworg ti da le pagine per lo studio. :ironico:
... https://wol.jw.org/it/wol/d/r6/lp-i/1200270475
Aggiornati, c'è pure come fare un modellino. :occhiol:
:addio:


Il letargo!! :risatina:

Riporto alcune conclusioni da JWFacts:

"Come ultima risorsa, gli apologeti di un allagamento globale, metteranno in dubbio l’accuratezza delle informazioni, ad esempio i metodi di datazione. Per altre questioni, dove non è possibile confutare, la risposta comune è che “a Dio tutto è possibile”. Per esempio, Dio può aver trasportato miracolosamente tutti gli animali fino alla zona dell’arca e poi di nuovo indietro nella loro regione locale. Forse Dio ha aggiunto acqua extra per il diluvio e poi l’ha rimossa subito dopo. Forse Dio ha ibernato gli animali, per questo quindi non ci sono stati problemi con la carenza di cibo, di acqua o l’abbondanza di letame dentro l’arca. Se ricorrere alla magia è una risposta valida allora sì, se è per questo, Dio avrebbe potuto ridurre l’intera popolazione globale di animali alle dimensioni di un Lego e teletrasportarli tutti sull’arca. E pensandoci davvero su, se fosse stato necessario un tale miracolo, allora perché non usare solo un metodo più umano di omicidio, come mettere tutti i malvagi a morte nel sonno? Un diluvio universale avrebbe richiesto che Dio violasse le sue stesse leggi fisiche e poi cancellasse le prove. Perché tutti questi sforzi per una storia che molti millenni dopo una persona istruita troverebbe impossibile da credere?"
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 1483
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Messaggiodi Achille » 23/05/2018, 16:41

Mario70 ha scritto:Tempo fa feci un lavoro simile, l'ho salvato nel mio sito che uso come archivio, se può esserti utile:

http://testimonidigeovaedex.freeforumzone.com/mobile/discussione.aspx?idd=10083081
Dovresti correggere il link iniziale alla mia pagina sul diluvio: https://www.infotdgeova.it/scienza/diluvio.php
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12290
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi deliverance1979 » 23/05/2018, 16:41

Vieri ha scritto:Ma tu soffri di insonnia?.......
Per pensare a tutte queste cose....?


Te ne sei accorto adesso che non sono normale?
Andiamo bene.... :ironico:

Mario70 ha scritto:Tempo fa feci un lavoro simile, l'ho salvato nel mio sito che uso come archivio, se può esserti utile:

http://testimonidigeovaedex.freeforumzo ... d=10083081


Molto accurato Mario, complimenti. :ok:

Ray ha scritto:Ma caro Delive apostata miscredente delle tenebre di fuori, non lo sai che gli animali nell'arca erano come sotto ad
Un influsso tipo letargo ?
Si erano abbuffati di cibo tempo prima .

Poi se vuoi aggiornati la jworg ti da le pagine per lo studio.
... https://wol.jw.org/it/wol/d/r6/lp-i/1200270475
Aggiornati, c'è pure come fare un modellino.


Ray, fortuna tu che ancora ti dedichi ai sacri scritti.... fai ancora in tempo a rientrare, lascia perdere le cattive compagnie.... cioè noi, torna nell'ovile come il figliol prodigo... :ironico: :ok:

Comunque, grazie alla dritta di Ray, e grazie a JW.ORG, ho trovato un articolo che rasenta in grottesco....

Eè una domanda dai lettori intitolata: Quanti esemplari di ciascuna specie di animali puri portò Noè nell’arca, sette o sette paia?

https://wol.jw.org/it/wol/d/r6/lp-i/2007208#h=1:0-7:717


Cioè, qui quelli del corpo direttivo, hanno il barbaro coraggio di dire che in genesi 7:2, il numero degli animali puri sette a sette e degli impuri una coppia, non è un numero letterale... :help: :help: :help:

La scrittura recita (Traduzione Nuovo Mondo): Di ogni animale puro devi prendere sette esemplari,*+ il maschio e la sua compagna, mentre di ogni animale che non è puro solo due, il maschio e la sua compagna

Mentre invece, tutte le altre traduzioni bibliche, o la gran parte di esse (ma sappiamo benissimo che sono opera degli apostati maledetti brutti e sporchi di cattolici che sono figli del diavolo.... :ironico: :ironico: :ironico: ) le considera sette paia.

Di seguito il link con le traduzioni comparate per chi volesse leggere....
http://www.laparola.net/testo.php

ma per praticità riporto alcune traduzioni:

Nuova Riveduta:
Genesi 7:2
Di ogni specie di animali puri prendine sette paia, maschio e femmina; e degli animali impuri un paio, maschio e femmina.

C.E.I.:
Genesi 7:2
D'ogni animale mondo prendine con te sette paia, il maschio e la sua femmina; degli animali che non sono mondi un paio, il maschio e la sua femmina.

Nuova Diodati:
Genesi 7:2
Di ogni specie di animali puri prendine sette coppie, maschio e femmina; e degli animali impuri una coppia, maschio e femmina;

Ora, per i TDG sette esemplari che significa, 4 maschi e tre femmine, oppure 4 femmine e tre maschi?

Sette è un numero simbolico per rendere più credibile il miracolo del diluvio e provare a spiegarlo come evento reale? :conf: :ciuccio: :mirror:
144.000 invece è letterale quando invece tutto il contesto è simbolico? :help: :ciuccio: :mirror: :prega: :fronte:

Cioè, più letterale del diluvio noetico dove Geova da numeri e misure, penso che non possa esistere altro evento più pratico.

Ma anche fossero sette animali, lo spazio per loro e per i rifornimenti non sarebbero comunque bastati.

Per rispondere a molti altri foristi, il letargo degli animali nell'arca, non sta scritto da nessuna parte.... :ironico: :ironico: :ironico: ehh, ehh, ehh bricconcelli, ci avete provato.

Anche perchè, si legge chiaramente che Dio comandava a Noè di portare il cibo per se e per gli animali, ma non gli dice quanto tempo sarebbe dovuto stare nell'arca.

E questo non è un dettaglio da poco, ma sono tutti indizi tipici di una narrazione fantastica, dove si tralasciano appunto i particolari tecnici perchè inspiegabili o perchè lo scrittore non ha le competenze tecniche necessarie...

Torniamo sempre all'amatissimo horror.... perchè gli zombie per ucciderli devi sparargli in testa?
Ahhhh...... Fatevi i ca..i vostri! :inca: :inca: :inca: :ironico:
E' cosi e basta! :inca: :ironico:
E' un virus genetico frutto di una sperimentazione militare usator una nuova arma biologica che è sfuggito di mano.... :ironico:
Ma che virus, ma come è possibile, ma un corpo umano cosi ammalato non ha coordinamento, e poi, il sangue, come fanno a mantenere la temperatura corporea, e come si coordina il cervello e.... diranno i detrattori.... :ciuccio: :ciuccio: :ciuccio:

Ahhhh, rispondera lo scrittore, ma allora siete di coccio.....
.... E vomiterà loro addosso qualche altra piccola vaccata biologica ma credibile presa da qualche virus che si trova in natura, ci metterà chissà cosa venuto dallo spazio e preso da un meteorite, shakererà il tutto con tantissima fantasia e "dogmi scientifici possibilisti".... è cosi... sospensione della realtà... ed il gioco è fatto... :appl: :strettamano:

Ora nella bibbia tutto questo lo si riempie con l'onnipotenza di Dio, che sopperisce a questa o quella lacuna.
Ma a conti fatti, si capisce che proprio come Dedalo ed Icaro, siamo dinanzi ad una leggenda, priva di moltissime basi scientifiche e tecniche che la renderebbero veramente credibile.
Come gli scrittori moderni, anche Mosè ha preso cose reali, naviglio, animali, basi costruttive di un natante, e le ha inserite in uno scenario apocalittico....

Ma la storia fa acqua da tutte le parti, ed i TDG come altri culti del genere, sono costretti a giustificare l'ingiustificabile...
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4923
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Achille » 23/05/2018, 16:58

deliverance1979 ha scritto:Comunque, grazie alla dritta di Ray, e grazie a JW.ORG, ho trovato un articolo che rasenta in grottesco....

Eè una domanda dai lettori intitolata: Quanti esemplari di ciascuna specie di animali puri portò Noè nell’arca, sette o sette paia?

https://wol.jw.org/it/wol/d/r6/lp-i/2007208#h=1:0-7:717


Cioè, qui quelli del corpo direttivo, hanno il barbaro coraggio di dire che in genesi 7:2, il numero degli animali puri sette a sette e degli impuri una coppia, non è un numero letterale... :help: :help: :help:
Nella "Domanda dai lettori" escludono la possibilità che si trattasse di coppie di animali (come invece viene reso nelle altre traduzioni italiane), mentre nella nota in calce ammettono che il passo potrebbe anche essere reso "O forse “sette paia”...
La "Domanda dai lettori" è del 2007... magari ci sarà qualche nuovo intendimento in vista.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12290
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Morpheus » 23/05/2018, 17:14

deliverance1979 ha scritto:In questa discussione, spero che non ce ne siano state altre, volevo proporre una critica a tale evento biblico, tanto caro alle religioni millenaristiche tra le quali i TDG


No no, figurati, ne parliamo solo ogni 10gg circa :)

Cmq meglio troppo che poco
“I nostri nemici sono stati l’ignoranza e la rassegnazione”. Non so perché, ma ormai è andata così.

Presentazione
Morpheus
Utente Junior
 
Messaggi: 849
Iscritto il: 13/01/2014, 10:52

Messaggiodi deliverance1979 » 23/05/2018, 17:37

Achille ha scritto:
deliverance1979 ha scritto:Comunque, grazie alla dritta di Ray, e grazie a JW.ORG, ho trovato un articolo che rasenta in grottesco....

Eè una domanda dai lettori intitolata: Quanti esemplari di ciascuna specie di animali puri portò Noè nell’arca, sette o sette paia?

https://wol.jw.org/it/wol/d/r6/lp-i/2007208#h=1:0-7:717


Cioè, qui quelli del corpo direttivo, hanno il barbaro coraggio di dire che in genesi 7:2, il numero degli animali puri sette a sette e degli impuri una coppia, non è un numero letterale... :help: :help: :help:
Nella "Domanda dai lettori" escludono la possibilità che si trattasse di coppie di animali (come invece viene reso nelle altre traduzioni italiane), mentre nella nota in calce ammettono che il passo potrebbe anche essere reso "O forse “sette paia”...
La "Domanda dai lettori" è del 2007... magari ci sarà qualche nuovo intendimento in vista.


Ah bè, se non l'hanno capito dopo 100 anni di luce progressiva, e con la guida dello spirito santo, c'è da preoccuparsi. Comunque cercano di abborracciare spiegazioni pseudo scientifiche credibili per non far aprire una voragine nella loro fede. Già Harmagheddon tarda a venire, se gli demoliamo anche l'unico evento paragonabile all'imminente fine sono kaput
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4923
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi VictorVonDoom » 24/05/2018, 8:32

deliverance1979 ha scritto:Ah bè, se non l'hanno capito dopo 100 anni di luce progressiva, e con la guida dello spirito santo, c'è da preoccuparsi. Comunque cercano di abborracciare spiegazioni pseudo scientifiche credibili per non far aprire una voragine nella loro fede. Già Harmagheddon tarda a venire, se gli demoliamo anche l'unico evento paragonabile all'imminente fine sono kaput


Già, perchè tali spiegazioni servono a prendere per i fondelli il loro stesso cervello, dato che appena appena escono dalla sala dell'indottrinamento... ops del regno... e dicono al primo pirla che passa li davanti che il diluvio è stato un evento reale chiamano la neuro! :fronte:
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 1483
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Messaggiodi deliverance1979 » 24/05/2018, 8:58

VictorVonDoom ha scritto:Già, perchè tali spiegazioni servono a prendere per i fondelli il loro stesso cervello, dato che appena appena escono dalla sala dell'indottrinamento... ops del regno... e dicono al primo pirla che passa li davanti che il diluvio è stato un evento reale chiamano la neuro!


Caro Victor, questo non è un evento da trascurare.

Ogni volta che vanno alle adunanze e che seguono i consigli del Corpo Direttivo, ovvero quello di documentarsi solo ed esclusivamente con il "cibo spirituale" (pubblicazioni) della WTS, ogni TDG vive praticamente in un mondo parallelo fatto da informazioni e distorsioni tipiche del loro indottrinamento.

Dopo anni di tale lavaggio del cervello, dove l'individuo frequenta adunanze e TDG che se la suonano e se la cantano tra di loro senza alcuna critica, se non quelle che possono abbracciare la sfera sociale nei confronti di simpatie o antipatie di questo o quell'azinano, di lamentarsi per aver subito questo o quel torto o disparità di trattamento rispetto ad un altro fratello o sorella, il TDG medio crede fermamente alle vaccate del corpo direttivo, e pensa che i racconti mitologici della bibbia siano veri.

Inoltre, grazie all'indottrinamento, la sua mente filtra le informazioni che provengono dal mondo (letture, documentari, conferenze) compiendo dei carotaggi ad hoc solo ed esclusivamente sulle informazioni che possono avvalorare le fondamenta del suo credo.

Visto e considerato che le prove concrete che loro siano l'unica e la vera religione autorizzata da Geova a predicare la salvezza prima di Harmagheddon, o che viviamo negli ultimi giorni prima della fine del sistema di cose non ci sono, e che tali sensazioni o consapevolezze sono degli auto convincimenti ripetuti stile litania dal podio e nelle pubblicazioni, è bene cercare di trovare dei palliativi che diano ragione e supporto nel vivere la vita da TDG in funzione di questa presunta fine.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4923
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Romagnolo » 24/05/2018, 12:20

Inoltre, grazie all'indottrinamento, la sua mente filtra le informazioni che provengono dal mondo (letture, documentari, conferenze) compiendo dei carotaggi ad hoc solo ed esclusivamente sulle informazioni che possono avvalorare le fondamenta del suo credo.

Esatto carissimo Deliv. :ok: io facevo proprio così!
Riguardo le dimensioni dell' Arca, coi TdG te la cavi meglio perchè accettano il cubito corto e non quello egizio per cui l' arca per loro era di qualche metro più piccola, quindi con volumi inferiori a quelli da te proposti, non sò invece le altre chiese integraliste.
Sul discorso Diluvio ho scritto in passato diverse ricerche in "Scienza e Testimoni di Geova"; purtroppo ora non ho il tempo di tornare a cercarle ma se vai a vedere troverai anche quella sul calcolo volumetrico di animali e vettovagliamenti. :ciao:
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4915
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi deliverance1979 » 24/05/2018, 20:49

Visto che Romagnolo è come sempre un apostata delle tenebre di fuori pignolo e sta sempre li a rompere le balle e puntualizzare, accontentiamolo... ma non troppo.... :ironico: :ironico: :ironico:

Allora, sempre stando alle mie ricerche maccheroniche, una mucca, mangia 22 chili di fieno secco e 120 chili di erba fresca al giorno...
Ma siccome siamo buoni, e Dio aveva detto a Noè che sarebbe dovuto rimanere nell'arca per un tempo abbastanza lungo (sempre misterioso ma lungo), diciamo che la mucca noetica mangiava in media solo 15 chili di fieno al giorno.
E che cavoli, doveva anche lei fare qualche sacrificio....

Di conseguenza, volendo come sempre essere buoni, e dando per buono che i bovini, secondo l'interpretazione dei TDG fossero 7 in tutto e non sette paia (ovvero 14), il consumo di fieno per 10 mesi sarebbe pari a 31500 chili di fieno secco.....

Peccato che le razze di bovini, escludendo quelle estinte come ad esempio l'URO, conosciuto però in epoca classica (greco romana) siano circa una ventina, sempre per essere buoni....
quindi i chili di tale vettovagliamento, solo per questi animali sale alla modica cifra di.... 630000 chili.....

Gli spazi cominciano a scarseggiare.... :ironico: :ironico: :ironico:

Bella non è disse il pollo dentro il forno.... ed adesso tutte ste patate chi se le mangia....? :ironico: :help: :fronte:

Per i detrattori di tale disamina, la nave più grande del mondo per il trasporto del bestiame, la Becrux, trasporta 20.000 bovini e 60.000 ovini.

questa quà per capirci... 176 metri di lunghezza per 32 di larghezza.....
Più lunga di 20 metri dell'Arca di Noè e più larga di sei metri....

Immagine



Ma è più grande dell'Arca di Noè ed ha sistemi di pompaggio dell'aria utili per non far morire asfissiate le povere bestie stipate al suo interno.
Perchè l'ossigeno, in una nave del genere è di fondamentale importanza che venga pompato a forza attraverso dei condotti di aerazione con relativi compressori di pompaggio.
Altrimenti, la nave si trasformerebbe in una camera a gas.
Senza contare che il viaggio con una nave del genere, non dura 10 mesi...
https://fr.wikipedia.org/wiki/Becrux

altri dettagli tecnici sulla nave Becrux

https://www.marineinsight.com/types-of-ships/mv-becrux-the-largest-livestock-carrier-in-the-world/
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4923
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi deliverance1979 » 25/05/2018, 7:56

Errata corrige

deliverance1979 ha scritto:Per i detrattori di tale disamina, la nave più grande del mondo per il trasporto del bestiame, la Becrux, trasporta 20.000 bovini e 60.000 ovini.


Questa nave può trasportare o 20.000 bovini, oppure 60.000 ovini, ammassati in condizioni che possiamo immaginare.

Esiste un documento circa il tasso di mortalità degli animali e le condizioni di trasporto che la nave ha...

http://www.liveexportshame.com/publications/mortality/AMSA%20MORTALITY%20REPORT%20BECRUX%208.06.02-14.6.02.pdf

Inoltre, volevo ricordare che mentre l'Arca di Noè ha solo tre ponti o piani, questa nave ne ha sette.

Senza contare poi, la fattezza ed i materiali con cui è stato costruito il natante moderno, fatto per navigare nei mari e non in mezzo ad un'apocalisse acquatica.
Figuratevi l'arca, con le stesse dimensioni (più piccola) ma legata alla bene e meglio con che cosa, pezzi di ferro artigianali o corde?

Vi immaginate quante prove di calcolo siano servite agli ingegneri della Beacrux o di navi del genere prima di varare un natante di questa stazza, e specifico per il trasporto degli animali?
Quante migliaia di pagine di progetti siano stati necessari o simulazioni al computer siano servite prima del varo?
E senza contare che l'uomo ha dimistichezza con la navigazione oceanica da oltre 500 anni....

Mentre Noè, costruisce una cosa del genere, basata su tre misure tutte, diciamo quattro, dettate da Dio in un momento imprecisato di 5000 anni fa, e lui, con la matita sull'orecchio a mo di falegname o muratore, la prende con la mano, strappa un pezzo di carta e dice.... " Ahh, ok Signore, com'erà la porta grandezza della porta? " :fronte:

"Si, forse avrò qualche problemino con il tetto, ma dai si può fare, i miei figli brontoleranno per qualche oretta di straordinario, ma che cavoli, la salvezza se la dovranno pure guadagnare in qualche modo...." :fronte:

Senza immaginare le forze torcenti che le acque del diluvio potevano effettuare sullo scafo dell'arca.

A conti fatti, non so neanche se una cosa del genere, fatta completamente in legno, sia fattibile costruirla oggi, ma senza ausili modrni, solo misure dell'arca e mabsta. al massimo utilizzando la tecnologia del legno lamellare che permette l'esecuzione di lunghi pezzi di legno incollati tra di loro, e molto resistenti.

Per chi fosse curioso di conoscere la storia e le dimensioni di alcune delle navi in legno più grandi della storia della navigazione, a partire dalla nave di Caligola in poi, l'ormai onnipresente Wikipedia in inglese ci viene come sempre in aiuto.

https://en.wikipedia.org/wiki/List_of_longest_wooden_ships
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4923
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi VictorVonDoom » 25/05/2018, 9:03

deliverance1979 ha scritto:A conti fatti, non so neanche se una cosa del genere, fatta completamente in legno, sia fattibile costruirla oggi, ma senza ausili modrni, solo misure dell'arca e mabsta. al massimo utilizzando la tecnologia del legno lamellare che permette l'esecuzione di lunghi pezzi di legno incollati tra di loro, e molto resistenti.


No, ovviamente.

Da JWFacts:

"La lunghezza massima di qualsiasi barca di legno nota è di soli 115 metri. Questo è considerato il limite fisico per la costruzione di barche in legno, perché oltre questa lunghezza non è possibile prevenire flessioni del legno e infiltrazioni. Le navi costruite con una lunghezza di 100 metri durante il 1800 hanno sofferto problemi di infiltrazioni, nonostante siano state rinforzate e serrate con l’acciaio. Si dice che l’arca sia stata di 300 cubiti, o 134 metri (438 piedi). È solo a partire dall’invenzione delle costruzioni navali in acciaio che le dimensioni delle navi sono aumentate drasticamente.

Se ci fosse stata un’arca costruita alla lunghezza data nella Bibbia, è improbabile che sia stata a tenuta stagna, anche realizzandola con la tecnologia odierna. Noè aveva il problema aggiuntivo di vivere all’inizio dell’età del Bronzo, con strumenti molto primitivi, realizzati con metalli morbidi. Ciò avrebbe esasperato il problema di lavorare il legno rispettando rigorose tolleranze.

Le sollecitazioni a cui sarebbe stata sottoposta l’arca dovevano essere anche maggiori di quanto viene generalmente sperimentato da una nave. L’arca non avrebbe dovuto solo galleggiare, ma anche resistere alla turbolenza dell’enorme massa d’acqua del diluvio. Il volume dell’acqua necessaria per inondare la terra al di sopra del livello delle montagne in 40 giorni doveva significare piogge torrenziali, fiumi infuriati dai torrenti di montagna ed enormi e violente mareggiate. Questo avrebbe sottoposto ad uno sforzo straordinario una nave che già era stata costruita oltre il limite che i materiali consentivano.

La Watchtower ammette che questa lunghezza è considerata improbabile per una nave in legno, non in relazione all’arca, però, ma per quanto riguarda un resoconto delle navi cinesi.

Le navi dei tesori di Zheng He: quante erano e quanto erano grandi?

Stando ai resoconti storici della dinastia dei Ming, le navi dei tesori di Zheng He sarebbero state insolitamente grandi: 136 metri di lunghezza per 56 metri di larghezza. Davanti a queste dimensioni gli esperti sono perplessi, dato che le navi di legno più lunghe di una novantina di metri sono strutturalmente deboli.

“Tutto sembra indicare che le dimensioni mastodontiche delle navi menzionate nei resoconti siano un’esagerazione”, dice un articolo sull’argomento. “Sarebbe molto più realistico pensare a una nave lunga tra i 60 e i 75 metri, piuttosto che a una di oltre 135”. In ogni caso, nel XV secolo le navi lunghe più di 60 metri erano sicuramente un’eccezione e nella flotta di Zheng He ce n’erano ben 62.

Svegliatevi! Settembre 2013 p.15
"

Certo, i cinesi non avevano Geova! :occhiol:
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 1483
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Messaggiodi deliverance1979 » 25/05/2018, 10:49

Infatti, la nave di Caligola di dinensioni notevoli, ma non era l'arca di noè, venne costruita nel 37 dopo Cristo, con una tecnologia molto più avanzata che ai tempi di Noè. In pieno impero romano, dove il genio militare e le conoscenze navali erano sicuramente più avanti.
Ve la immaginate l'arca assemblata alla bene e meglio, essere sballottata a destra o a manca dalle acque del diluvio?
Ahh si, il miracolo dell'intervento divino.
Ma allora che senso aveva far costruire un natante del genere per 60 anni per poi intervenire comunque.
Atto di fede?
Ma allora questa sparata irrealizzabile poteva risparmiarcela a noi poveri illuministi dell'età moderna...
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4923
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Morrisfriendly » 25/05/2018, 11:18

Mario70 ha scritto:
Tempo fa feci un lavoro simile, l'ho salvato nel mio sito che uso come archivio, se può esserti utile:

http://testimonidigeovaedex.freeforumzone.com/mobile/discussione.aspx?idd=10083081



Mario come è bello vederti che sei qui e stai bene!!
Avatar utente
Morrisfriendly
Nuovo Utente
 
Messaggi: 159
Iscritto il: 09/04/2017, 17:53

Messaggiodi deliverance1979 » 25/05/2018, 13:21

VictorVonDoom ha scritto:No, ovviamente.


Infatti carto Victor, se vai a vedere nel link di wikipedia in inglese che ho inserito nel mio precedente commento, tra le navi in legno costruite nella storia della navigazione conosciuta, c'è una nave, la Wyoming, fatta completamente in legno, che a detta dell'enciclopedia è stata la più grande conosciuta.
Ecco cosa dice Wikipedia in inglese (tradotto): "Wyoming era una goletta di legno a sei alberi , la più grande goletta di legno mai costruita. [ citazione necessaria ] Fu costruita e completata nel 1909 dalla ditta di Percy & Small a Bath, nel Maine . [1] Il Wyoming è stata anche la più grande nave di legno mai costruita , [da citare necessaria ] di 450 piedi (140 m) dallapunta del braccio del braccio a quella del braccio di randa , e l'ultima goletta a sei alberi costruita sulla costa orientale degli Stati Uniti. [ citazione necessaria ]

A causa della sua lunghezza estrema e della sua struttura in legno, il Wyoming tendeva a flettersi in mare aperto, il che avrebbe provocato la rotazione e l'allentamento delle lunghe tavole, permettendo così all'acqua di mare di penetrare nella stiva (vedere lacci e cedimenti ). Il Wyoming ha dovuto usare le pompe per mantenere la presa relativamente libera dall'acqua. Nel marzo 1924, affondò in mare aperto e affondò con la perdita di tutte le mani."


Parliamo di una nave costruita nel 1909, ovvero con delle tecnologie di poco più di 100 anni fa, molto oltre la fine della seconda rivoluzione industriale, e con tutte quelle tecnologie e conoscenze che prepareranno di li a pochi anni la prima guerra mondiale.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4923
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi VictorVonDoom » 25/05/2018, 13:44

Alle leggi fisiche non si scappa.

Quindi riassumendo:

- Diluvio fisicamente impossibile, miracolo
- Acque necessarie non presenti ne prima (vedi "fisicamente" al punto precedente) ne dopo (non ci sono oggi), miracolo
- Arca non poteva essere in quel modo, miracolo
- ecc.ecc, miracolo

Insomma, per ogni virgola di questo racconto, se fosse accaduto davvero, è necessario un miracolo. E poi dicono che la loro fede è basata su "certezze" ed "evidenze".
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 1483
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Messaggiodi Socrate69 » 25/05/2018, 15:06

Ma poi si è visto a cosa è servito il Diluvio...
L'ignorante afferma, il saggio dubita, il sapiente riflette - Aristotele

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3695
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44

Messaggiodi deliverance1979 » 25/05/2018, 18:38

VictorVonDoom ha scritto:Alle leggi fisiche non si scappa.

Quindi riassumendo:

- Diluvio fisicamente impossibile, miracolo
- Acque necessarie non presenti ne prima (vedi "fisicamente" al punto precedente) ne dopo (non ci sono oggi), miracolo
- Arca non poteva essere in quel modo, miracolo
- ecc.ecc, miracolo

Insomma, per ogni virgola di questo racconto, se fosse accaduto davvero, è necessario un miracolo. E poi dicono che la loro fede è basata su "certezze" ed "evidenze".


Socrate69 ha scritto:Ma poi si è visto a cosa è servito il Diluvio...


Ma infatti si cade in controsensi biblici enormi.
Basti pensare che all'epoca dell'esodo dall'Egitto e durante la conquista della terra promessa, Geova compiva miracoli portentosi con atti di fede infinitamente minori rispetto al Diluvio.

Li, ha comandato ad un uomo e la sua famiglia di costruire una sorta di titano di legno che non sarebbe mai riuscito a galleggiare, per poi supportare tutto con miracoli continui? :conf: :help:

Quando Sodoma e Gomorra vennero spazzate via con un bombardamento fiammeggiante dal cielo, o un solo angelo annientò in una sola notte 185.000 assiri, o le acque del Mar Rosso si aprirono per poi richiudersi sopra gli egiziani.

Che senso aveva tutta questa scenografia per spazzare via un intero sistema biologico fatto da quanti, qualche milione di persone si e no, per poi ricrearlo ex novo da zero, ed a suon di miracoli, quando semplicemente con milioni di angeli a disposizione poteva benissimo eliminare chirurgicamente chi voleva e senza fare la pantomima del diluvio... :ciuccio:

Non solo, se voleva cambiare l'ecosistema terrestre, solidificando la coltre di nuvole che stava nel cielo, e che praticamente poi divennero gli oceani che conosciamo oggi, poteva benissimo fare tutto questo fin dall'inizio....
Anche qui, onnipotenza ad intermittenza....

Mah...
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4923
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Romagnolo » 25/05/2018, 19:45

Eeeee....caro Deliv. ma non lo sai che per la Wt con una coppia di animali....si può avere tutte le specie e sottospecie che oggi ci sono?
Quindi non c' era bisogno di 20 specie differenti di bovini! :blu:
È poi...che fossero 7 singoli o 7 coppie...sempre più di due erano quindi ancora più possibile per la Wt avere la varietà odierna.
Ci si deve credere?
Ognuno pensi ciò che vuole.
Per quanto riguarda i calcoli volumetrici per animali e vettovagliamenti....ecco qua il link. :ironico:
viewtopic.php?f=14&t=22510&hilit=Elefanti
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4915
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi deliverance1979 » 25/05/2018, 20:06

Romagnolo, mi complimento per i tuoi interventi fatti nella discussione che hai linkato, cosi come gli interventi degli altri foristi.
Questo dimostra che siete dei poveri apostati delle tenebre di fuori, figli di satana, ma un pò più della scienza...
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4923
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi deliverance1979 » 25/05/2018, 20:44

Comunque, non per guastare la festa a qualcuno, ma la storiella delle coppie perfette di animali, da cui poi si svilupparono tutte le razze oggi esistenti a me pare proprio una vaccata....

Secondo la tradizione, il diluvio, avvenne circa 4200 anni fa.

Quindi, per restare in tema di vaccate.... ehm, di bovini.... :ironico: secondo voi, in quattro millenni, da una singola specie di bovini, è possibile avere queste mutazioni di generi?

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Senza contare tutte le altre specie, alcune oggi estinte come il famigerato URO

Immagine
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4923
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Ma ragazzi... spero che vi divertiate .......

Messaggiodi Vieri » 25/05/2018, 21:26

Contrariamente a "qualcuno" che soffrendo di insonnia invece di contare le pecore che la Raggi vorrebbe far pascolare per Roma, si mette a fare calcoli di quanto avrebbero dovuto mangiare questi "animalucci" ( tutti vegetariani ?...), nessuno ha mai pensato, alla fine a tutta la "emme" che avrebbe poi dovuto spalare Noé ? :risata: :risata:

Cosa dicono i testi in merito a "tale problema" :ironico: quelli di JW.org ?.....

Poi, divertendomi, per non piangere, :piange: sul fatto che esistono a questo mondo anche delle persone che credono fermamente su tali "avvenimenti".....faccio una ultima domanda:

E' appurato da parte di "qualcuno" che al centro della terra esiste una enorme massa calda fusa e le eruzioni vulcaniche ne sono una prova lampante ?... Bene....

Se allora, ammesso che piovve ( altro che governo ladro... :ironico:) così tanto da arrivare a coprire tutti i monti, ....e alla fine l'acqua si ritirò,...quest'ultima alla fine dove andò a finire ?

Uno (tdG) direbbe allora: "nelle viscere della terra"....ma non tutta poichè una parte formò gli oceani.....
Se allora dovessi dare credito a questa "teoria", quest'acqua andando nelle viscere della terra non vaporizzerebbe di nuovo a contatto con le alte temperature ? Quindi ...nuvole di nuovo ed ancora pioggia, pioggia, pioggia......

Poi se questa enorme, immensa massa d'acqua piovana sicuramente era qcqua dolce e ovviamente non salata.
E perchè allora i mari e gli oceani sono tutti formati da acqua salata?

Per me scusatemi, al limite per andare a dormire più tardi gioco a scacchi ( perdendo) con il PC e certo non mi metto a "chiarire"tali misteri della scienza...... :risata: :risata: :risata:
E "loro" come hanno risolto queste "problematiche" ?

Non voglio fare il "superscettico" poichè potrei anche credere ai miracoli ma qui Geova, da qualche parte quest'acqua alla fine doveva metterla o no ?.....
:grazie:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5626
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Achille » 26/05/2018, 9:50

Ricordo questa vecchia discussione nel forum che avevamo sulla piattaforma di FFZ:

http://infotdgeova.freeforumzone.com/di ... 591362&p=3

Copio/incollo qui un mio messaggio del 02/11/2004, inviato alle 19.29:

E chi li accudiva?
Mi chiedevo quanto lavoro ci vorrebbe per accudire e dar da mangiare a tutti questi animali.
Ho fatto anche qui qualche veloce calcolo:

8.000 coppie di uccelli, 5.000 coppie di rettili, 290 coppie di animali più grandi di una pecora, 3500 più piccoli di una pecora, 1.350 più piccoli di un ratto..., circa 36.000 bestie da sfamare ogni giorno, almeno due volte al giorno.

Visto che sull'arca assieme a Noè c'erano altre sette persone, calcolando che lavorassero dalla mattina alle 5 fino alla sera alle sette (14 ore), senza nemmeno un minuto di pausa, si otterrebbero un totale di 112 ore lavorative, pari a 6.720 minuti.
Per dare da mangiare a 36.000 animali, due volte al giorno, otto persone avrebbero dovuto impiegare, senza mai fermarsi nemmeno un istante, circa 9 secondi per ogni animale!

E poi c'era anche da pulire l'arca dagli escrementi quotidiani...

Ma come avranno fatto Noè e famiglia a sopravvivere a tutto questo? :risata:
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12290
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi deliverance1979 » 26/05/2018, 11:27

Achille ha scritto:E chi li accudiva?
Mi chiedevo quanto lavoro ci vorrebbe per accudire e dar da mangiare a tutti questi animali.
Ho fatto anche qui qualche veloce calcolo:

8.000 coppie di uccelli, 5.000 coppie di rettili, 290 coppie di animali più grandi di una pecora, 3500 più piccoli di una pecora, 1.350 più piccoli di un ratto..., circa 36.000 bestie da sfamare ogni giorno, almeno due volte al giorno.

Visto che sull'arca assieme a Noè c'erano altre sette persone, calcolando che lavorassero dalla mattina alle 5 fino alla sera alle sette (14 ore), senza nemmeno un minuto di pausa, si otterrebbero un totale di 112 ore lavorative, pari a 6.720 minuti.
Per dare da mangiare a 36.000 animali, due volte al giorno, otto persone avrebbero dovuto impiegare, senza mai fermarsi nemmeno un istante, circa 9 secondi per ogni animale!

E poi c'era anche da pulire l'arca dagli escrementi quotidiani...

Ma come avranno fatto Noè e famiglia a sopravvivere a tutto questo?


Ahhh, ma allora siete proprio degli apostati irrecuperabili....

Visto che siamo in tema di apostasia apostatiamo...

Il ragionamento di Achille, come anche i dubbi di Vieri sono più che legittimi.

Ma andiamo avanti, non appena terminò il diluvio, Noè rimase sull'arca lui e gli animali per altri due mesi....

Non solo, in questi 10 - 12 mesi da che gli animali entrarono nell'arca, essendo maschio e femmina, non si accoppiarono?
Dio li fece trattenere attraverso lo spirito santo?
Sul film con Russell Crowe Noah, Dio fece entrare in letargo gli animali, ma nella bibbia non c'è scritto che gli animali caddero in un sonno profondo e che Noè doveva accumulare cibo solo per quando questi sarebbero dovuti uscire dall'Arca.
Da quanto scritto in genesi, l'organizzazione dell'imbarco e dello sbarco dall'arca era organizzato in maniera tale che la vita dentro al natante scorresse (con tutti i limiti di spazio ed esigenze) proprio come fuori.
Quindi molti animali si accoppiarono in questi 10-12 mesi facendo altri animali ed aumentando il loro numero nell'arca..... :boh:

Inoltre devo ancora auto censurarmi in positivo....

deliverance1979 ha scritto:Secondo la tradizione, il diluvio, avvenne circa 4200 anni fa.

Quindi, per restare in tema di vaccate.... ehm, di bovini.... secondo voi, in quattro millenni, da una singola specie di bovini, è possibile avere queste mutazioni di generi?


Effettivamente mi sono sbagliato per eccesso, poichè in molti dipinti egiziani si osservano molte specie di animali, e nello stesso periodo, in altre zone del mondo, c'erano altre specie animali.
Di conseguenza, Noè, e gli animali, ripopolarono il pianeta in circa 1000 - 1500 anni di tutte le specie umane ed animali che noi conosciamo oggi? :boh: :boh: :boh:
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4923
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Romagnolo » 26/05/2018, 12:44

Linko qualche info in italiano sulla Becrux:
http://www.informare.it/news/gennews/2005/20052140.asp

Un potente sistema di ventilazione provvede a fornire aria fresca e ad asportare quella viziata da tutto il volume delle stive. Tale ricambio avviene oltre 60 volte all’ora nei ponti sotto coperta e oltre 40 volte all’ora in quelli sopra il ponte principale. Ogni box ha una bocca individuale collegata a questo sistema di ventilazione.

Da qui: http://www.pubblicitaitalia.com/eurocar ... /3975.html
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4915
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Prossimo

Torna a Forum principale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 5 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici