Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

tdG oppure atei, agnostici

In questo spazio si discute di argomenti di vario genere relativi ai Testimoni di Geova e che non sono inclusi nelle altre sezioni

Moderatore: Cogitabonda

Messaggiodi gabbiano74 » 20/08/2018, 16:57

VictorVonDoom ha scritto:No no confermo, incapacità a comprendere. Devo ancora capire se sia dolosa o meno ma propondo per il no.


Se ti riferisci a me ti assicuro comprendo perfettamente come si possa vivere senza un Dio e senza sentirne il bisogno.
E non ho alcun disprezzo per chi sostiene questa posizione consapevolmente.

Saluti
Gabbiano74
Avatar utente
gabbiano74
Nuovo Utente
 
Messaggi: 216
Iscritto il: 10/05/2017, 13:00

Messaggiodi Mauro1971 » 20/08/2018, 17:05

Ah Gabbiano, tu sei uno dei pochi "fedeli" che ho conosciuto di cui rispetto la Fede che trovo onesta, consapevole e "razionale", come già ebbi modo di dirti tempo addietro, per cui non ho nulla da commentare sul tuo sentire e vivere.

Il discorso sulla "idea di Dio" è più generico e si basa sul fatto che questa è l'unica forma di "Dio" verificabile, aprendo eventualmente il discorso su come questa idea non più presa nella sua dimmensione individuale ma culturale diventa l'unica ipotesi logica al presupposto dell'esistenza dello stesso. Ma sarebbe orrendamente ot.
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 9017
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi Mauro1971 » 20/08/2018, 17:07

gabbiano74 ha scritto:
VictorVonDoom ha scritto:No no confermo, incapacità a comprendere. Devo ancora capire se sia dolosa o meno ma propondo per il no.


Se ti riferisci a me ti assicuro comprendo perfettamente come si possa vivere senza un Dio e senza sentirne il bisogno.
E non ho alcun disprezzo per chi sostiene questa posizione consapevolmente.

Saluti
Gabbiano74


Nel mio caso mi riferisco ad alcuni, quali Veri e Tdc, ma è intesa come una sorta di macro categoria invero. Credo la noterai pure tu.
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 9017
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi Ray » 20/08/2018, 17:11

questa idea non più presa nella sua dimmensione individuale ma culturale diventa l'unica ipotesi logica al presupposto dell'esistenza dello stesso.


Certo che si ,ognuno si porta dietro il suo bagaglio culturale più quello fatto di esperienze acquisite, negative o positive.

A volte può essere difficile "sganciarsi " da certe idee, come dice Victor è un percorso tortuoso ,ma quando
ti prende la razionalità ,le risposte sono quelle.
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 11086
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Messaggiodi Mauro1971 » 20/08/2018, 17:22

Ray ha scritto:
questa idea non più presa nella sua dimmensione individuale ma culturale diventa l'unica ipotesi logica al presupposto dell'esistenza dello stesso.


Certo che si ,ognuno si porta dietro il suo bagaglio culturale più quello fatto di esperienze acquisite, negative o positive.

A volte può essere difficile "sganciarsi " da certe idee, come dice Victor è un percorso tortuoso ,ma quando
ti prende la razionalità ,le risposte sono quelle.


In questo caso é un concetto più ampio dell'esperienza personale, si intende il corpo di tutto quel "sapere" che viene passato di generazione in generazione e senza il quale non saremmo neppure del tutto "umani" secondo i nostri stessi canoni.
Questa idea di Dio che è parte della nostra cultura da millenni è quindi parte profonda di quella sorta di, termine impreciso ma da l'idea, Imprinting che riceviamo già da neonati sino alla maturità.
La "forza" psicologica di un'idea così profonda ed antica non è cosa semplice da sradicare, anche se come recita la mia firma la "meraviglia" sta nelle domande che sorgono una volta sradicata.
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 9017
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi Romagnolo » 20/08/2018, 17:24

VictorVonDoom ha scritto:
Gianni27 ha scritto:

Quelli che riscontrano di essere stati schiavi ed ingannati dalla Torre di Guardia, escono nervosi d'aver sprecato il prezioso loro tempo nel sotto stare agli ordini e statuti del C.D. Si ribbellano poi a tal punto di dire a se stessi: "Dio non esiste"; poiche', se questa zelante religione della Torre di guardia e' risultata vana, figurati spreco che esiste nelle fredde religioni della Cristianita', e molti degli usciti diventono agnostici, oppure atei.
La vita gioiosa ed esuberante che Cristo ha acquistata e poi data a tutti i suoi credenti, la Torre, non l'ha mai data alla sua grande maggioranza dei suoi seguaci che credono profondamente nelle strutture del loro C.D. Ecco che si abbattono da non credere piu' in nessuna Deita'. - Sento il dovere d'annunciare loro, che la Vita eterna sta in Cristo (Col.3:3) da darla subito ad ogni suo fedele e seguace cristiano . Fate ancora in tempo a ricuperarla.
Gianni27


Abbiamo... Ho... Già spiegato diverse volte e con diverse parole il percorso che può compiere uno che si allontana dalla watchtower. Mi viene adesso il dubbio se essere credenti presuppone un certo grado di analfabetismo funzionale o, semplicemente, si voglia sempre e comunque inserire la propria predica religiosa.
Ragazzi, non é così o, almeno, non lo è per tutti SPECIE PER QUELLI CHE MATURANO UNA VISIONE DELLA VITA NON RELIGIOSA. Ripeto che passare da tdg ad agnostici o atei non è cosa facile, presuppone uno sforzo e un "calvario" non indifferente. La cosa più naturale sarebbe rimanere credenti, davvero... Fidatevi... Sopratutto se non siete mai stati tdg non potete presuntuosamente insistere sempre sulla solita litania. Cambiare totalmente modo di pensare e vedere la vita presuppone uno sforzo cosciente e tanto impegno intellettuale, nel senso che, chi più chi meno, bisogna farsi domande non indifferenti e accettare anche risposte che non "piacciono".
Non saprei come farlo capire se ancora non è chiaro :strettamano:

Concordo in pieno Victor :ok: , il passaggio è per nulla indolore...anzi...come a volte penso io ci vogliono le Palle con la P maiuscola per riuscirci, credo siano pochissimi quelli che diventano Atei o Agnostici a cuor leggero.
Io già l' ho specificato che desidererei essere Ateo....ma ci vogliono le prove per fare un passo del genere...e non sempre ciò che è sufficiente per uno..lo è anche per qualcun' altro.
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4981
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi VictorVonDoom » 20/08/2018, 17:26

E figurati quanto può essere difficile per un tdg porsi certe domande le cui risposte potrebbero portarlo a perdere completamente amici e familiari.
Altro che superficialmente e ottusamente "vabbè, vi siete arrabbiati e avete buttato via il bambino con l'acqua sporca"!
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 1547
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Messaggiodi Mauro1971 » 20/08/2018, 17:31

Romagnolo ha scritto:]
Concordo in pieno Victor :ok: , il passaggio è per nulla indolore...anzi...come a volte penso io ci vogliono le Palle con la P maiuscola per riuscirci, credo siano pochissimi quelli che diventano Atei o Agnostici a cuor leggero.
Io già l' ho specificato che desidererei essere Ateo....ma ci vogliono le prove per fare un passo del genere...e non sempre ciò che è sufficiente per uno..lo è anche per qualcun' altro.


Ti auguro di essere ciò che uscirà di "tuo" da te stesso.
Di cuore.
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 9017
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi deliverance1979 » 20/08/2018, 18:24

Vi sono mancato? :balla: :balla: :balla:
Come potrei non intervenire su questo argomento.....adesso siamo tutti, potete chiudere la porta... :ironico:

Stando alla mia esperienza personale, io essendo cresciuto in una famiglia di TDG diciamo che sono stato fagocitato da questo culto.
Tuttavia, l'indottrinamento avuto fin dall'infanzia, ha fatto si che io ci credessi alle fanta vaccate sparate dai TDG.

Quando poi il giocattolo si è rotto, semplicemente non ho creduto più a niente di quello che era scritto nella bibbia e praticato come religione.

Dopo aver dato molto, concretamente e tangibilmente per un reame invisibile, intangibile e forse pure inesistente, adesso come adesso non farei nulla di reale per qualcosa di indimostrabile, o che non offre prova alcuna della sua esistenza.

Basta con gli auto convincimenti.

Per questo motivo, andare via da una religione e dalla sua teologia e ritualistica, per sceglierne un'altra, francamente mi sembra di offendere la mia intelligenza.

Non capisco cosa la Chiesa, o l'ebraismo, o l'islam avrebbero da offrirmi che io non abbia già sperimentato.

Quindi, per non sapere ne leggere e ne scrivere, me ne rimango con i miei quattro guai di agnostico.
Se Dio, Gesù o chi per loro hanno voglia di contattarmi che si adoperino loro.
Io ho già sprecato 20 anni della mia vita in riunioni, studi biblici, rinunce, umiliazioni e via dicendo.
Penso che quello che dovevo dare l'ho dato.
Adesso la palla sta al reame spirituale.... :strettamano:
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4976
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Gocciazzurra » 20/08/2018, 19:19

gabbiano74 ha scritto: Scherzi a parte, non si può negare che nel pensiero moderno dopo Nietzsche la questione non è più tanto se Dio esiste, ma se l'uomo ha realmente bisogno di Dio.

Beh... nei momenti di grande dolore e sconforto un suo aiuto, anche solo a livello morale, male non farebbe... o no?
Immagine

La libertà è un vago concetto. (Otto von Bismarck)
Un po' di me Immagine
Avatar utente
Gocciazzurra
Moderatore
 
Messaggi: 5377
Iscritto il: 10/06/2009, 21:09

Gociazzurra.....

Messaggiodi Vieri » 20/08/2018, 19:41

Beh... nei momenti di grande dolore e sconforto un suo aiuto, anche solo a livello morale, male non farebbe... o no?

Certamente e se anch'io da buon "cristianuccio" sono rimasto anche a lui fedele negli anni è che in molte occasioni mi ha fatto anche "vincere facile"....non trovando grandi difficoltà.....

Devo dire però che anche in un momento difficile, quando a 40 anni con due figli piccoli ho perso il lavoro per "esigenze organizzative" in una grande azienda, mi ha dato anche la forza di ricominciare da zero ......Però, ho anche pianto.. ...
Matteo 28, 20
......Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo».
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5677
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Romagnolo » 20/08/2018, 22:13

Vieri ....felice per te che questi convincimenti ti aiutano ad avere una veduta comunque positiva dei momenti difficili superati. :sorriso:
Avrei qualche cosa da dire sulla convinzione di aiuti dall' alto ...ma mi esporrei troppo al rischio di farmi identificare e quindi soprassiedo. :triste:
Eeee si caro Deliv.....a me sei mancato sicuramente :abbr: grazie per il tuo intervento. :ok:
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4981
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi nello80 » 20/08/2018, 22:37

Come già è stato accennato da altri foristi, quando per molti anni, (10, 20, 30, 40 e anche oltre), fai parte di un gruppo che sostanzialmente ti porta, direttamente e indirettamente ad un isolamento sociale, demonizzando nel contempo tutto ciò che ti circonda in primis il cattolicesimo, diviene poi difficile, quasi impossibile passare ad un'altra "sponda".....!
Detto questo, posso dire che allo stato attuale, nel mio caso specifico quando qualcuno mi vuole convertire, diversamente a come è avvenuto in passato affronto la questione con spirito critico e giungo quasi sempre alla spiegazione che le religioni si basano su un forte auto convincimento senza alcuna prova logica o (passatemi il termine) matematica!
Però non mi posso definire completamente ateo poichè ritengo che l'ateismo puro richiede un atto di "fede" tanto quanto colui che crede.....!
In conclusione lascio la porta aperta, (non si sa mai), e quando vedrò qualcuno che oltre a farsi una camminata a pelo d'acqua farà crescere la gamba a qualche mutilato, farà vedere a qualcuno senza occhi, o addirittura resusciterà qualcuno morto da 4/5 giorni ne riparleremo..........!
Nel buio totale una voce d'uomo mi disse: "Vieni verso di me, non voglio farti del male...", ma io accesi un cerino e vidi ch'ero sul margine di un precipizio, e l'uomo che mi parlava era, invece, dalla parte opposta...

Presentazione
Avatar utente
nello80
Utente Senior
 
Messaggi: 1754
Iscritto il: 19/09/2013, 21:43

Messaggiodi Jeff » 21/08/2018, 6:13

Interessantissimo argomento. I numerosi interventi lo dimostrano. Da TdG si diceva che eravamo uniti perché la pensavamo alla stessa maniera. Balle. Ogni individuo è unico in tutto e la pensa in modo diverso dagli altri miliardi di abitanti del pianeta. Ci siamo liberati della prigione mentale lasciamo che la mente possa essere libera di scoprire nuovi orizzonti senza nessun limite.Buon viaggio :risata:
Ultima modifica di Jeff il 21/08/2018, 6:29, modificato 1 volta in totale.
Avatar utente
Jeff
Nuovo Utente
 
Messaggi: 53
Iscritto il: 24/04/2018, 6:42

Messaggiodi Mauro1971 » 21/08/2018, 6:26

Jeff ha scritto:Interessantissimo argomento. I numerosi interventi lo dimostrano. Da TdG si diceva che eravamo uniti perché la pensavamo alla stessa maniera. Balle. Ogni individuo è unico in tutto e la pensa in modo diverso dagli altri miliardi di abitanti del pianeta. Ci siamo liberati della prigione mentale lasciamo che la mente essere libera di scoprire nuovi orizzonti senza nessun limite.Buon viaggio :risata:

:quoto100:
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 9017
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi Mauro1971 » 21/08/2018, 6:58

Vieri ha scritto:
Mauro1971 ha scritto:
VictorVonDoom ha scritto:
Quello che non riescono a capire è che è più difficile per un ex tdg diventare agnostico o ateo che rimanere credente in dio e nella Bibbia.


Non lo capiscono proprio.
Io per primo ho passato dai 17 ai 43 anni a cercare e girare molte realtà diverse prima di approdare al ateismo.
Per un credente è spesso drammaticamente impossibile immaginare che per qualcuno il mondo continui ad esistere anche senza un dio. Purtroppo questa incapacitá a comprendere rende impraticabile il dialogo, per questa tipologia di credenti noi siamo qualcosa di impossibile, lnaccettabile.


Io penso che tu sia un po' drastico nei tuoi giudizi dove debba esserci incomprensione assoluta ed incapacità da parte di un credente nei confronti di un ateo anche se ovviamente i punti di partenza sono completamente diversi.

In questo discorso ritengo più che dire :"incapacità a comprendere per un credente", bisognerebbe dire, a parer mio, " incapacità umana a comprendere..." poichè alla fine per me tutto dipende principalmente dalle persone e dalla loro apertura mentale.

PS. conoscendo un poco i tdG che qualche volta mi vengono a suonare alla porta, non devi ovviamente prendere loro come termine di paragone quando come "uomo del mondo" ed appartenente alla chiesa di Satana" si chiudono a qualsiasi forma di dialogo tirando fuori la solita "bibbietta" studiata a memoria.
Se poi loro come gli dissi una volta, che mi trasfondevo una volta al mese, allora "il demonio viveva in quella casa".....
.

Sul termine "apertura mentale", sicuramente mi fischiano le orecchie imputandomi forse il fatto di non mettere la scienza e la razionalità al primo posto e dove la biologia e l'evoluzione umana sono scienze in grado di dare tutte le risposte.

Bene, è verissimo ma.....
ma...visto che a questo mondo si debba convivere tutti pacificamente e come disse uno...di ogni razza, religione e colore.....se siamo allora persone intelligenti e non "pippate" da qualche ideologia strana ritengo sia indispensabile allora trovare i punti che ci uniscono e non i punti di divisione.

Una volta avevo fatto l'esempio di due triangoli che rappresentano al vertice i nostri irrinunziabili principi di base mentre , via via scendendo alla base tutte le nostre idee, aspirazioni, comportamenti,.....

Se allora avviciniamo questi due "triangoli" e cerchiamo di avvicinarli ed integrarli, tramite il dialogo ed il rispetto reciproco, alla fine noteremo che alla base magari già molte cose potranno essere condivise pur lasciando separati sempre i due vertici.

Morale, alla fine è sempre questione non tanto di fede o non fede ma di "intelligenza" nel voler cercare il dialogo e mai lo scontro....


Mio buon Vieri,

So che dovrei evitare tanto le mie saranno parole al vento, ma tu sei proprio l'esempio classico di uno di quei credenti che non riescono neppure a concepire l'essere atei. Che questo sia per un limite intellettivo oppure per un blocco psicologico difensivo è alla fine indifferente ai fini del discorso.
Ci sono altri credenti, vedi un Valentino o un Gabbiano che invece hanno questa capacità e con loro è possibile un dialogo che si svolge nei casi sugli argomenti.
Con te ed i credenti con le tue stesse caratteristiche invece non è possibile: necessiti di trovarti una "spiegazione" coerente con la tua visione del mondo, che purtroppo è molto ristretta, per poter in qualche modo giustificare invero a te stesso che qualcuno possa essere ateo, cosa che nel tuo mondo dovrebbe essere "naturalmente impossibile".
Questo ti porta a fare affermazioni spesso tanto ingenuo quanto profondamente offensive, caratteristiche delle quali credo e spero tu non ti renda conto, sulla base delle quali vorresti poter avere "un dialogo", ma come si fa a dialogare con qualcuno che a priori non riesce neppure ad accettare non le posizioni dell'altro, ma che l'altro possa avere quelle posizioni, la possibilità stessa di una diversa forma di pensiero.
Questo si aggiunge ad un desiderio chiaramento della volontà di non apprendere nulla di nuovo che possa essere critico verso la tua visione del mondo ed i frequenti attacchi ad personam, con un poco gradevole utilizzo delle storie altrui distorcendole ad un tuo tornaconto, e rende invero una qualsiasi forma di dialogo drammaticamente impossibile.

Quello che tu chiami "dialogo" è invero ciò che si rivela tristemente il darti la possibilità di esporre i tuoi reiterati e ripetitivi monologhi che non sono in alcun modo una forma di dialogo ma solo la ripetizione di un credo ad essere gentili definibile "in forma bassa", che imbratta i vari temi di pagini non solo inutili ma alla fine decisamente noiose.

E' questo il motivo per il quale ho deciso, dopo mesi di tentativi fallimentari quantomeno di renderti evidenti alcuni errori base che esprimevi nei tuoi pensieri e che li ripeti identici ancora oggi dopo che altri oltre a me, quali un Valentino o un Vicktor, ti hano spiegato altre innumerevoli volte, vodi solo per esempio la questione del "siamo tanti per cui abbiamo ragione", dicevo sono questi i motivi per cui ho deciso di ignorarti nella maggioranza delle volte: è inutile, non sai dialogare, non è possibile un confronto con te.

Rappresenti quindi tuo malgrado una categoria di credenti purtroppo molto diffusa, in questo senso.
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 9017
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi deliverance1979 » 21/08/2018, 7:20

Intervengo di nuovo per ampliare un punto che io definisco fondamentale nella fede o religiosità dei TDG.

La religione dei TDG si basa essenzialmente sulla fine di questo sistema di cose, ed il perno su cui ruota tutto è un arco di tempo limitato prima che il mondo subisca l'Harmagheddon divino.

I TDG hanno sempre indicato l'anno 1914 come speciale (secondo la loro lettura della bibbia e delle sue profezie), e si sono adoperati in termini di sforzi economici, ore di predicazione, separazione dal mondo (la società non TDG), sacrifici personali per uniformare il proprio stile di vita a quanto detto dal Corpo Direttivo di Warwick (ex Brooklyn).

Infatti, la vita del TDG medio è bombardata da parte del Corpo Direttivo (i membri che coordinano questa religione) continue esortazioni a conformarsi il più possibile allo stile di vita del prototipo ideale di "persona spirituale".

La persona spirituale secondo i TDG è un mix tra il meglio degli antichi personaggi del vecchio testamento e le caratteristiche del cristiano del nuovo testamento.
Tale condotta, paragonata allo stile di vita del mondo non TDG, risulta aliena e piena di sacrifici, privazioni, sensi di colpa e via dicendo.

Ora, tale condotta "spirituale" cosi estremizzata (anche se nella pratica sono in pochi a seguirla, ma viene comunque costantemente riproposta in tutte le salse alle adunanze, nelle pubblicazioni e via dicendo) è per cosi dire l'addestramento del soldato spirituale che si sta preparando ad affrontare la più grande prova mai avvenuta per l'umanità da che caddero le acque del Diluvio....La Grande Tribolazione e po Harmagheddon.

Di conseguenza, la vita del TDG medio risulta essere impostata sul predicare la famosa chiave di lettura biblica che ha il Corpo Direttivo americano, e, limitare tutto il resto (lavoro, hobby, passioni etc) al giusto posto, sempre e solo dopo le attività spirituali.

Quindi, nella vita del TDG medio esiste l'attesa di questa catastrofe, la fine di questo mondo inteso come società umana.

Quando poi quelli del Corpo Direttivo dicono che la data della fine non è importante, che noi predichiamo anche se la fine di questo sistema di cose non viene o la ricordiamo, entrano in palese e pesante contraddizione con quanto poi scrivono ogni mese sulle loro riviste, ovvero che il tempo che rimane per Harmagheddon è ridotto, che i segni dei tempi (politici, economici, climatici, sociali e sanitari internazionali) dimostrano che siamo nel periodo della fine.

Poi, intanto, un pò come i produttori di sigarette, che dicono ai fumatori che il fumo nuoce gravemente alla salute nel mentre che gli vendono le sigarette, i membri del Corpo Direttivo ti dicono che uno compie tutti questi sforzi per amore di Geova, e che la fine di questo sistema di cose è importante ma....

Detto questo, che è la premessa più importante per capire lo stile di vita di chi entra a far parte dei TDG o di chi nasce in questa religione, si può capire benissimo che i giorni, i mesi e gli anni da membro di questa comunità religiosa sono come una sorta di addestramento militare o di un duro percorso di allenamento sportivo in vista della battaglia nel primo caso o di una gara nel secondo.

Quindi, ci si prepara per poter superare Harmagheddon.
Ora, in passato questa cosa era molto più sentita, durante il XX° secolo si credeva che molto probabilmente non si sarebbe ricordato un XXI° secolo sotto il dominio dell'uomo, ma che sarebbe arrivato il millenario regno di Cristo.
Quindi la disciplina all'interno della congregazione era molto più rigida, l'educazione dei figli era molto più severa.

Oggi le cose sono cambiate, ma sostanzialmente molti divieti, rinunce ed imposizioni rimangono.
Quindi, una persona che esce da questo contesto di indottrinamento continuo, di rinunce, di conformazione al protocollo teocratico, rimane nauseato da una qualsiasi imposizione religiosa che nel parlare di un mondo astratto lo obbliga a fare azioni concrete, rinunce reali e tangibili.

Molti per questa religione hanno o sono stati obbligati dai propri famigliari a rinunciare a sport, amori con le persone del mondo, carriere lavorative, carriere artistiche, carriere nelle forze armate o in politica, hanno subito censure su svaghi, divertimenti di ogni tipo, si sono visti inserire in un contesto sociale estraneo a questa fede (la società del mondo che ci circonda) ma dovevano evitare di partecipare alle loro feste pagane, eventi politici, eventi sociali che non erano conformi alla condotta "spirituale" tracciata dal Corpo Direttivo americano.
Per non parlare di quelli che per seguire questa religione sono morti o hanno fatto morire i propri famigliari per non aver fatto loro una trasfusione di sangue.
Questi comportamenti generano stress, ansia, frustrazione.
Deprimono la persona che si vede livellare la propria esistenza alla mediocrità congregazionale dei TDG che frequenta.

Ed intanto gli anni passano e pure i treni, cosi come le occasioni della vita.
Il tutto mentre si aspetta la venuta di Harmagheddon, che fondamentalmente è la motivazione scatenante perchè questa religione esista.

Quindi, una volta che uno passa tutto questo per anni o decenni, quando capisce che tutto questo è stato una grossa presa per il culo, come può buttarsi su un'altra religione?
Non dico che non ci siano TDG che poi tornano nella Chiesa Cattolica o nella loro precedente confessione religiosa, ma la nausea verso il mondo religioso e verso una spiritualità astratta ed intangibile che ha chiesto loro molto ma in cambio non ha dato niente (se non attraverso auto convincimenti), è altissima...

E penso che sia proprio questo meccanismo, ovvero l'aver dato molto per non aver ricevuto nulla in cambio, a detestare la religiosità, o la divinità che sta dietro di essa.
La stessa divinità che si professa essere amorevole, un padre misericordioso, ma che non è attento alle esigenze dei suoi propri figli, visto che non interviene per risolvere i loro guai, per lo meno più grossi.
Che tratta i fedeli che si sforzano di compiacerlo sacrificando se stessi e le cose che più amano, come quelli che lo bestemmiano dalla mattina alla sera.
E che poi ti senti dire alle adunanze che devi pregare di più per ricevere aiuto.... :boh: :boh: :boh:
Ma quale aiuto.... :boh:
Che devi gettare il peso delle tue ansietà su Geova e che egli ti ristorerà... :boh:
In che senso, cioè praticamente cosa dovrebbe accadere, il beneficio che dovrebbe provenire dal reame spirituale come mi da ristoro.... :ciuccio: :ciuccio: :ciuccio:
Lo spirito santo mi viene in aiuto dandomi energia e forza al pari di un medicinale, o integratore?
Mi aiuta dandomi forza psicologica extra?
Mi aiuta facendomi trovare la soluzione?
O mi ritrovo a parlare in preghiera con un amichetto immaginario per ore, e questa conversazione, un pò come da uno psicologo, un amico, o un prete, alla fine ha l'effetto terapeutico di farmi sfogare ed il beneficio indotto che proviene dopo questo esercizio di conversazione in solitario è solo un auto convincimento o effetto placebo?

Si potrebbero elencare migliaia di queste situazioni che alla fine fanno letteralmente vomitare la persona che ha dato una vita per il reame astratto per stare sicuramente peggio (visti i treni persi rispetto a quelli non TDG) di chi fino a ieri considerava persone che se non si convertivano sarebbero morte ad Harmagheddon, e lui, aveva trovato la grande strada per la salvezza e la svolta nella vita.... :fronte: :ciuccio: :fronte:
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4976
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Neca » 21/08/2018, 7:48

Testimone di Cristo ha scritto:
Nelle tante esperienze lette, degli ex tdG dissociati-disassociati, ed anche degli ex tdG in questo forum ,ho notato che nella totalità "correggetemi" quando si abbandona l'organizzazione , non si continua ad avere fede in Dio e a seguirlo, ma si diventa atei, agnostici ... :boh:
Non avendo una statistica precisa posso dirti che non è così per tutti, alcuni continuano a ricercare Dio, altri lo odiano, altri ancora si limitano a ricercare se stessi e a riprendere in mano la propria vita
E' forse perchè ,associandosi all'organizzazione ,fin dall'inizio, hanno posto la loro fiducia ,nell'organo dirigente ,che li conduceva e non in Dio ?
Poichè se la loro fiducia era posta in Dio, uscendo dall'organizzazione, avrebbero continuato a sperare e seguire Lui; non vi pare ?
:ciao:
Non è che la altre religioni siano da meno, vedi l'inferno, a volte la Chiesa ne faceva uno degli insegnamenti cardine altre volte lo abbandonava! Anche le altre religioni hanno strutture verticistiche che cambiano dottrine a seconda di come gira il vento, prova a chiedere ad un credente e praticante cattolico se è giusto seguire gli insegnamenti della Chiesa, ti dirà di sì! Questo dimostra che anche nella Chiesa Cattolica la maggioranza dei credenti segue gli insegnamenti della propria chiesa senza approfondire gli argomenti, è vero che non c'è rigidità come nei Testimoni di Geova, ma prova a vedere cosa succede quando qualcuno decide di abbandonare la C.C.per aderire ad un'altra fede, nella maggior parte dei casi chi abbandona la fede cattolica viene perseguitato dai familiari, parenti e altri! I Testimoni stessi potranno confermartelo con le numerose esperienze che hanno vissuto, quindi non è che voi siate poi così diversi!
Presentazione Se violenti una donna o un bambino, violenti te stesso! Ma tu non vuoi farti del male, vero? Allora smettila di violentare ed uccidere donne e bambini! Solo i vigliacchi lo fanno!
Avatar utente
Neca
Veterano del Forum
 
Messaggi: 2970
Iscritto il: 18/04/2012, 10:56

Messaggiodi gabbiano74 » 21/08/2018, 9:28

Gocciazzurra ha scritto:Beh... nei momenti di grande dolore e sconforto un suo aiuto, anche solo a livello morale, male non farebbe... o no?


Perdonami, ma a mio avviso di un Deus ex machina che serve per interpretare tutto ciò che va al di là delle nostre conoscenze
scientifiche attuali, o di un consolatore da chiamare solo quando ne sentiamo la necessità, o ancora di una entità che ci scampi
da ogni pericolo o sofferenza a patto di rispettare qualche regoletta, a mio modesto parere proprio non ne abbiamo bisogno.
Sempre a mio modesto parere, un Dio che è solo questo dura molto poco in una mente che cerca di essere razionale. Ovviamente
non mi sto riferendo a te, e non ti sto accusando di avere un tale concezione semplicistica della divinità, sto
solo usando le tue parole come spunto per una piccola riflessione. :ok:


Neca ha scritto:Non è che la altre religioni siano da meno, vedi l'inferno, a volte la Chiesa ne faceva uno degli insegnamenti cardine altre volte lo abbandonava! Anche le altre religioni hanno strutture verticistiche che cambiano dottrine a seconda di come gira il vento, prova a chiedere ad un credente e praticante cattolico se è giusto seguire gli insegnamenti della Chiesa, ti dirà di sì! Questo dimostra che anche nella Chiesa Cattolica la maggioranza dei credenti segue gli insegnamenti della propria chiesa senza approfondire gli argomenti, è vero che non c'è rigidità come nei Testimoni di Geova, ma prova a vedere cosa succede quando qualcuno decide di abbandonare la C.C.per aderire ad un'altra fede, nella maggior parte dei casi chi abbandona la fede cattolica viene perseguitato dai familiari, parenti e altri! I Testimoni stessi potranno confermartelo con le numerose esperienze che hanno vissuto, quindi non è che voi siate poi così diversi!


Perdonami ma questa visione, sempre a mio parere, risente ancora della propaganda geovista. Certamente noi cattolici non siamo dei santi, ne abbiamo combinate e ne combiniamo di tutti i colori, io per primo :risata: .
Però all'interno della C.C. c'è differenza di vedute e confronto sulla parte del magistero non ritenute immutabili. Spesso si giunge a conclusioni, anche immutabili e vincolanti per il fedele, dopo secoli di confronto
e discussione teologica. Non mi sembra che nei tdg avvenga la stessa cosa. Se un praticante segue gli insegnamenti della chiesa ciecamente senza informarsi e documentarsi e solo colpa sua, nessuno gli impedisce
di acculturarsi e di approfondire come e dove vuole. Per quanto riguarda l'abbandono della fede cattolica, non nego che si possa essere perseguitati ed osteggiati, ma questo avviene per l'ignoranza della
gente non per disposizioni interne. Nessuno ci da un codice di comportamento punitivo da seguire in presenza di "apostati". Nella mia famiglia ci sono credenti e non credenti e ci siamo sempre rispettati indipendentemente
dalle nostre convinzioni. Trovo molto riduttivo dire "non è che voi siate poi così diversi!" certamente lo siamo,almeno sulla carta :risata: , e non poco. Ciò ovviamente non implica affatto che siamo migliori, anzi molte volte non siamo per nulla un
esempio edificante.In tutte le religioni poi ci sono fondamentalismi ed integralismi, ma da quel poco che ho appreso dalla mia esperienza sono purtroppo caratteristiche intrinseche di alcune persone. Ho conosciuto persone che erano
fanatiche da credenti e lo sono rimaste anche una volta abbandonata la fede, diventando atei o agnostici fanatici.

Saluti
Gabbiano74 :ciao:
Avatar utente
gabbiano74
Nuovo Utente
 
Messaggi: 216
Iscritto il: 10/05/2017, 13:00

Messaggiodi Testimone di Cristo » 21/08/2018, 10:33

Ciao ragazzi :sorriso:
Leggendo le vostre esperienze ...,più o meno ho compreso la vostra posizione, che è rispettabilissima

Per questo motivo, andare via da una religione e dalla sua teologia e ritualistica, per sceglierne un'altra, francamente mi sembra di offendere la mia intelligenza.

Deliver ,sono d'accordo, e purtroppo ,le religioni specie settarie, autoritarie, fanno molti danni nelle vite delle persone
Se Dio, Gesù o chi per loro hanno voglia di contattarmi che si adoperino loro.


Non voglio assolutamente fare un commento proselitistico, o da semplicione, ma dico che il tempo lenisce certe ferite, e visto che ci siamo fidati di chi diceva ,di avere una investitura dall'alto, credo che non farebbe male , se nel bisogno, ci si potesse rivolgere a Colui ,che è il Buon Pastore, e che ha dato la sua vita per le pecore :sorriso: , Il Quale bussa del continuo alla porta ,appunto per contattarci.

Poi chi più chi meno ,si sostiene che Dio non esiste, e nemmeno se ne sente il bisogno.
Ragazzi :sorriso: ,io non so come si riesce a vivere sereni, senza volgere il cuore ogni Dì, a CHI è pronto a stenderti la mano; "lo dico per mia esperienza" non lo so, ma so che ci sono mali "anche se non cancerogeni", che nessun medicinale può sanare od alleviare; lo so per esperienza personale, e che non si può vivere con questi ogni dì.

Poi ,Il cuore, l'anima sentono il bisogno di essere dissetati e nulla di questo mondo può soddisfarle pienamente.

Come accennai, qualche """proiettile""", nella mia vita trascorsa come poliziotto penitenziario, l'ho preso pure io; haime e mi ha fatto molto male "credetemi non è un sermone di vittimismo il mio"
ma semplicemente dico che, si può tentare di rivolgersi a LUI , senza alcun intermediario :venite a ME voi tutti..ed IO vi darò riposo.., poichè solo LUI "il Buon Pastore " ha tolto quel macigno, e potete credermi ,quei proiettili hanno fatto molti danni ,che nessun uomo ...ha potuto lenire, ma la mia vita è un miracolo continuo da oltre un decennio.
Miracolo anche quando il semplice fatto di credere in Lui, di aver aperto il cuore ,e sperare e confidare in Lui, di conseguenza trovi il cuore pieno di gioia.
Ora lo so che per molti è pura suggestione, l'aver trovato pace al cuore in Cristo, ma se ci pensate , se fosse tale , non la si può realizzare altrove . :sorriso:
Buona giornata a tutti
Presentazione
Quanto ci Ama Gesù, Egli Donò la Sua Vita per noi
Luca 23,34 Gesù diceva: «Padre, perdona loro, perché non sanno quello che fanno».
Testimone di Cristo
Utente Junior
 
Messaggi: 893
Iscritto il: 12/12/2014, 12:30
Località: Caserta

Messaggiodi VictorVonDoom » 21/08/2018, 11:22

Che due palle di propaganda, ora capisco cosa provano quelli che al citofono gli suonano i testimoni...

"io non so come si riesce a vivere sereni, senza volgere il cuore ogni Dì, a CHI è pronto a stenderti la mano"

Si, abbiamo capito che non sai. E la differenza tra "noi" e voi" è proprio questa... Che noi nelle vostre scarpe ci siamo stati, sappiamo cosa si prova e cosa si pensa. Voi non solo non ci siete stati ma o non volete o non potete capire. Ma la cosa grave è che ripetere sempre la stessa cosa nonostante i nostri sforzi di spiegare... Vabbe ho detto nostri... Ma non volevo parlare per tutti
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 1547
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Messaggiodi Testimone di Cristo » 21/08/2018, 11:59

"VictorVonDoom"]Che due palle di propaganda, ora capisco cosa provano quelli che al citofono gli suonano i testimoni...

"io non so come si riesce a vivere sereni, senza volgere il cuore ogni Dì, a CHI è pronto a stenderti la mano"

Si, abbiamo capito che non sai. E la differenza tra "noi" e voi" è proprio questa... Che noi nelle vostre scarpe ci siamo stati, sappiamo cosa si prova e cosa si pensa. Voi non solo non ci siete stati ma o non volete o non potete capire. Ma la cosa grave è che ripetere sempre la stessa cosa nonostante i nostri sforzi di spiegare... Vabbe ho detto nostri... Ma non volevo parlare per tutti


Esimio, non serve essere polemici, irriverenti e sottilmente offensivi :saggio:
Non ti ho spinto a divenire cristiano.
Come me che sto bene nel mio essere credente, bastava che scrivevi il tuo stare bene nell'ateismo.

Ognuno ha posto un po la sua testimonianza, i suoi motivi e sono da me rispettati, ed io ho posto il mio commento e un po il mio essere credente, a chi scrive che Dio non solo non esiste, ma non ne sente il bisogno.
Con rispetto
Stammi bene
Ultima modifica di Testimone di Cristo il 21/08/2018, 12:15, modificato 1 volta in totale.
Presentazione
Quanto ci Ama Gesù, Egli Donò la Sua Vita per noi
Luca 23,34 Gesù diceva: «Padre, perdona loro, perché non sanno quello che fanno».
Testimone di Cristo
Utente Junior
 
Messaggi: 893
Iscritto il: 12/12/2014, 12:30
Località: Caserta

Messaggiodi Gocciazzurra » 21/08/2018, 12:02

deliverance1979 ha scritto:Oggi le cose sono cambiate, ma sostanzialmente molti divieti, rinunce ed imposizioni rimangono.
Quindi, una persona che esce da questo contesto di indottrinamento continuo, di rinunce, di conformazione al protocollo teocratico, rimane nauseato da una qualsiasi imposizione religiosa che nel parlare di un mondo astratto lo obbliga a fare azioni concrete, rinunce reali e tangibili. [...] E penso che sia proprio questo meccanismo, ovvero l'aver dato molto per non aver ricevuto nulla in cambio, a detestare la religiosità, o la divinità che sta dietro di essa.
La stessa divinità che si professa essere amorevole, un padre misericordioso, ma che non è attento alle esigenze dei suoi propri figli, visto che non interviene per risolvere i loro guai, per lo meno più grossi.
Che tratta i fedeli che si sforzano di compiacerlo sacrificando se stessi e le cose che più amano, come quelli che lo bestemmiano dalla mattina alla sera.
E che poi ti senti dire alle adunanze che devi pregare di più per ricevere aiuto.... :boh: :boh: :boh:
Ma quale aiuto.... :boh:
Che devi gettare il peso delle tue ansietà su Geova e che egli ti ristorerà...

Ho quotato solo una parte del tuo discorso per non quotare una lenzuolata, ma condivido tutto-ma-proprio-tutto di quello che dici! :strettamano: :appl:
Immagine

La libertà è un vago concetto. (Otto von Bismarck)
Un po' di me Immagine
Avatar utente
Gocciazzurra
Moderatore
 
Messaggi: 5377
Iscritto il: 10/06/2009, 21:09

Messaggiodi LacrimadiLuna » 21/08/2018, 12:16

Per mia esperienza i testimoni mi avevano fatto venire a repulsione la bibbia e tutto il resto . Ma dopo qualche anno ho capito che io amo ancora Dio e che ci credo ancora e sentir parlare di Gesù mi emoziona ancora. Quindi indipendente dai tdg o chiesa cattolica o tante altre io continueró a credere.
LacrimadiLuna
 

Messaggiodi Gocciazzurra » 21/08/2018, 12:25

gabbiano74 ha scritto:
Gocciazzurra ha scritto:Beh... nei momenti di grande dolore e sconforto un suo aiuto, anche solo a livello morale, male non farebbe... o no?


Perdonami, ma a mio avviso di un Deus ex machina che serve per interpretare tutto ciò che va al di là delle nostre conoscenze
scientifiche attuali, o di un consolatore da chiamare solo quando ne sentiamo la necessità, o ancora di una entità che ci scampi
da ogni pericolo o sofferenza a patto di rispettare qualche regoletta, a mio modesto parere proprio non ne abbiamo bisogno.
Sempre a mio modesto parere, un Dio che è solo questo dura molto poco in una mente che cerca di essere razionale. Ovviamente
non mi sto riferendo a te, e non ti sto accusando di avere un tale concezione semplicistica della divinità, sto
solo usando le tue parole come spunto per una piccola riflessione. :ok:

Nel mio esempio avevo in mente solo la figura di un "Padre AMOREVOLE" (forse perchè non l'ho mai avuto?) ma la tua citazione del "Deus ex machina" non mi dispiace affatto perchè risolvendo alcuni affanni dell'umanità intera dimostrerebbe di ESSERCI, di tenere a noi e quindi amarci. E questo non mi farebbe schifo. E potrei anche aspettare più serenamente tutte quelle risposte che il raziocinio m'impone.
Forse questo ragionamento è dettato dalla mia età matura perchè da ragazza, senza sapere nulla delle religioni, nutrivo una forte idiosincrasia per esse, captando la mortificazione dei piaceri della vita per un tipo trasgressivo com'ero io.
Ma si sa che con l'avanzare dell'età i pensieri possono mutare e credo sia abbastanza fisiologico.
Immagine

La libertà è un vago concetto. (Otto von Bismarck)
Un po' di me Immagine
Avatar utente
Gocciazzurra
Moderatore
 
Messaggi: 5377
Iscritto il: 10/06/2009, 21:09

Messaggiodi gabbiano74 » 21/08/2018, 12:47

Gocciazzurra ha scritto:Nel mio esempio avevo in mente solo la figura di un "Padre AMOREVOLE" (forse perchè non l'ho mai avuto?) ma la tua citazione del "Deus ex machina" non mi dispiace affatto perchè risolvendo alcuni affanni dell'umanità intera dimostrerebbe di ESSERCI, di tenere a noi e quindi amarci. E questo non mi farebbe schifo. E potrei anche aspettare più serenamente tutte quelle risposte che il raziocinio m'impone.


Più che un padre amorevole, sempre a mio modesto parere, questo mi sembra più un padre invadente ed iperprotettivo che toglie sempre le castagne dal fuoco ai figli senza lasciarli mai crescere.
E poi come faresti ad essere certa che la risoluzione del problema è effettivamente avvenuta grazie all'intervento divino?
Dubito fortemente che eventuali avvenimenti di questo tipo possano effettivamente incrementare la nostra consapevolezza della presenza di Dio e tacitare per sempre i nostri dubbi razionali.
I mali dell'umanità sono principalmente causati dalle nostre azioni e dal comportarci come non ci fosse mai un domani, forse non sarebbe meglio che cominciassimo
a darci una raddrizzata?
Poi infondo si dice aiutati che Dio ti aiuta. :ok:

Saluti
Gabbiano74 :ciao:
Avatar utente
gabbiano74
Nuovo Utente
 
Messaggi: 216
Iscritto il: 10/05/2017, 13:00

Messaggiodi cattivo esempio » 21/08/2018, 13:01

gabbiano74 ha scritto:
Gocciazzurra ha scritto:Nel mio esempio avevo in mente solo la figura di un "Padre AMOREVOLE" (forse perchè non l'ho mai avuto?) ma la tua citazione del "Deus ex machina" non mi dispiace affatto perchè risolvendo alcuni affanni dell'umanità intera dimostrerebbe di ESSERCI, di tenere a noi e quindi amarci. E questo non mi farebbe schifo. E potrei anche aspettare più serenamente tutte quelle risposte che il raziocinio m'impone.


Più che un padre amorevole, sempre a mio modesto parere, questo mi sembra più un padre invadente ed iperprotettivo che toglie sempre le castagne dal fuoco ai figli senza lasciarli mai crescere.
E poi come faresti ad essere certa che la risoluzione del problema è effettivamente avvenuta grazie all'intervento divino?
Dubito fortemente che eventuali avvenimenti di questo tipo possano effettivamente incrementare la nostra consapevolezza della presenza di Dio e tacitare per sempre i nostri dubbi razionali.
I mali dell'umanità sono principalmente causati dalle nostre azioni e dal comportarci come non ci fosse mai un domani, forse non sarebbe meglio che cominciassimo
a darci una raddrizzata?
Poi infondo si dice aiutati che Dio ti aiuta. :ok:

Saluti
Gabbiano74 :ciao:


siccome nessuno interviene quando ne abbiamo bisogno,
lo si scusa dicendo "se intervenisse sarebbe iperprotettivo" "non ci lascia crescere"

sopra il polcevera non vedo cosa ci fosse da "crescere" e magari un po' di "iperprotettività" non era male
cattivo esempio
Utente Junior
 
Messaggi: 555
Iscritto il: 07/09/2011, 19:15

Gabbiano....

Messaggiodi Vieri » 21/08/2018, 13:07

Nessuno ci da un codice di comportamento punitivo da seguire in presenza di "apostati". Nella mia famiglia ci sono credenti e non credenti e ci siamo sempre rispettati indipendentemente
dalle nostre convinzioni. Trovo molto riduttivo dire "non è che voi siate poi così diversi!" certamente lo siamo,almeno sulla carta :risata: , e non poco. Ciò ovviamente non implica affatto che siamo migliori, anzi molte volte non siamo per nulla un
esempio edificante.In tutte le religioni poi ci sono fondamentalismi ed integralismi, ma da quel poco che ho appreso dalla mia esperienza sono purtroppo caratteristiche intrinseche di alcune persone. Ho conosciuto persone che erano
fanatiche da credenti e lo sono rimaste anche una volta abbandonata la fede, diventando atei o agnostici fanatici.

:ok: Concordo con le tue parole e quello che mi spiace è quello di essere sempre considerato un "integralista"... :ironico:
Un conto, ritengo è essere convinto delle proprie idee ed un conto è non voler accettare le idee degli altri specie se diverse....
Al limite in un civile dibattito si discute e si confrontano le opinioni ma senza, per me, mai "salire in cattedra"..... :ironico:

Ritengo che l'errore principale di interpretazione della C.C. sia quella di considerare i cattolici alla stessa stregua dei tdG......mentre esistono delle differenze abissali.., ripeto: abissali....
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5677
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi deliverance1979 » 21/08/2018, 13:56

Gocciazzurra ha scritto:Ho quotato solo una parte del tuo discorso per non quotare una lenzuolata


A volte mi faccio prendere la mano.... ehm le dita nello scrivere un post... :ironico:

Cerco di fare una panoramica completa anche per chi la prima volta dovesse entrare nel forum e leggere le nostre discussioni.
Penso che una persona aliena al mondo dei TDG non riuscirebbe a comprendere appieno le meccaniche che si nascondono dietro questo culto e dietro il loro modus operandi di scandire la vita delle persone con dettagli teocratici volti a conformare l'individuo verso un prototipo ideale di cieco obbediente teocratico....
Obbediente poi sappiamo a chi....
Loro (quelli del Corpo Direttivo) dicono verso Dio, ma l'adorazione fatta secondo i loro metodi è una visione o una chiave di letture che il Corpo Direttivo applica nella bibbia...

Vabbè, per voi veterani del forum è palloso ri-leggermi di volta in volta....
Abbiate pazienza... :ironico:

VictorVonDoom ha scritto:Vabbe ho detto nostri... Ma non volevo parlare per tutti


Penso che il battaglione "AA" (Atei ed Agnostici :ironico: ) sia concorde con quanto dici.... :ok:
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4976
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi gabbiano74 » 21/08/2018, 14:22

cattivo esempio ha scritto:siccome nessuno interviene quando ne abbiamo bisogno,
lo si scusa dicendo "se intervenisse sarebbe iperprotettivo" "non ci lascia crescere"


Io non scuso niente o nessuno, semplicemente ho detto che preferisco l'immagine di un Dio meno interventista
che ci da la forza di risolvere i problemi da soli essendoci sempre vicino. Poi se tu vuoi una divinità che apre i cieli e con la barba in volto
e letteralmente con mano potente riaggiusta tutto fatti tuoi.

cattivo esempio ha scritto:sopra il polcevera non vedo cosa ci fosse da "crescere" e magari un po' di "iperprotettività" non era male


Mi rifiuto di strumentalizzare a fini teologici qualsiasi tipo di tragedia. :uffa:

Saluti
Gabbiano74
:ciao:
Avatar utente
gabbiano74
Nuovo Utente
 
Messaggi: 216
Iscritto il: 10/05/2017, 13:00

PrecedenteProssimo

Torna a Forum principale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici