Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Bilancio dieci anni fuori dai testimoni di geova

In questo spazio si discute di argomenti di vario genere relativi ai Testimoni di Geova e che non sono inclusi nelle altre sezioni

Moderatore: Cogitabonda

Bilancio dieci anni fuori dai testimoni di geova

Messaggiodi Luigi Cesarano » 01/12/2018, 14:49

Carissimi amici del forum Infotdgeova come sapete intervengono sporadicamente nei post, tuttavia in questi giorni fanno proprio dieci anni che sono uscito dai Testimoni di Geova. Oggi mi sento di fare bilanci e mi sono posto varie domande, ho fatto bene ad uscire ? . In questi dieci anni mi sono perso qualche meraviglioso intendimento targato warch tower? I testimoni di Geova stanno cambiando?
Molti Tdg pensano che chi esce dalle loro file viva una vita sregolata, piena di tenebre mentre stare nel loro mondo ovattato ti assicura Benedizioni ( chissà perché poi queste benedizioni sono sempre in chiave futura dopo Armaghedon), per oggi come ieri basta la scrittura “Consideratela tutta gioia, fratelli miei, quando incontrate varie prove”. — GIACOMO 1:2.
La vita di un Testimone di Geova è tutta una prova, una sfida continua contro parenti cattivi, contro la società figlia di Satana ed occasione per andare in conflitto non manca mai. Non posso celebrare il Natale, non posso festeggiare il mio compleanno, se sono giovane di andare in discoteca per un po' di svago manco a parlarne. Quando conosci i Testimoni di Geova molte tue passioni volontariamente o per induzione si azzerano, non posso partecipare alla vita politica né attivamente o passivamente, non posso fare attività sportiva a livelli professionali e tanti altri non posso che non mi sto a dilungare perché la lista sarebbe incredibilmente lunga.
Veniamo a noi , io ho scelto di entrare tra le file dei Tdg in età abbastanza giovane appena l’età maggiorenne, sicuramente i primi contatti sono stati piacevoli, sembravano dare risposte razionali esistenziali a tutta la bibbia. I miei genitori erano separati da quando ero piccolo, quindi credo che nel scegliere questa religione sia entrata pure la componente aggregativa che come giovane avevo bisogno di avere, data l’assenza di una figura paterna e la presenza sì amorevole ma accentratrice di mia madre.
La vita dei Testimoni di Geova è regolamentata da continue norme che cambiano in continuazione secondo una precisa strategia del Corpo direttivo a secondo della miglior convenienza per il movimento, questo strida in modo forte con le parole di Gesù Giovanni 8:32”Io sono la Via, la Vita e la Porta” , Gesù era ieri , oggi e domani non cambia e quello che era vero duemila anni fa vale lo stesso oggi, i Testimoni di Geova non la pensano così le profezie e gli intendimenti mutano in continuazione e quello che era vero ieri oggi è falso. In alcune circostanze si è arrivati al grottesco quello che era vero dieci anni fa, cinque anni fa era falso, oggi è vero ma potrebbe essere falso domani.
Quando sono uscito dai Testimoni di Geova ho sofferto in fondo si creano amicizie, ma il tempo sana tutto. Oggi mi sono formato una famiglia con gioie, a volte difficoltà ma la vita continua .
Restare nei testimoni di geova e continuare a dire “rosso” quando le cose evidenti erano “verde” , non ti fa sentire un cristiano nato di nuovo appagato della sua relazione con il Signore ma un semplice burattino nelle mani di burattinai, quindi mi sono risparmiato dieci anni di questa vita.
Oggi i Testimoni di Geova non fanno più quella predicazione attiva, aggressiva e baldanzosa di un tempo li vedi sonnacchiosi ad un gazebo , li guardi negli occhi e scusate il mio linguaggio partenopeo sembrano dire “Ma chi me o’ fa fare?”. Volevo un vostro parere come vi sentite dopo anni fuori dai Tdg?
Allegati
udine;    iniziative con stand in città  per ricordare la morte di cristo..jpg
udine; iniziative con stand in città per ricordare la morte di cristo..jpg (136.23 KiB) Osservato 1272 volte
Avatar utente
Luigi Cesarano
Utente Senior
 
Messaggi: 728
Iscritto il: 10/01/2010, 21:22

Messaggiodi deliverance1979 » 01/12/2018, 19:55

Luigi Cesarano ha scritto:Volevo un vostro parere come vi sentite dopo anni fuori dai Tdg?


Carissimo, raccolgo subito il tuo assist.

Io sono circa 12 anni che sono fuori, ed il prossimo anno, faranno 10 anni che sto qui sul forum.

Eì si, in tutto questo tempo, anche se non è molto, si possono fare dei bilanci.

Di sicuro, oltre alla rabbia di non essermene andato via prima, ma per ogni cosa ci vuole il suo tempo ed il momento giusto, posso solo darti ragione su quanto tu hai detto.

I primi tempi che stavo fuori, soprattutto il primo anno, avevo ancora ansie e paure derivanti dall'indottrinamento subito per due decenni.
Harmagheddon, la grande tribolazione, la fine imminente, le profezie bibliche che predicevano gli eventi terreni prima del culmine di tutto.

Quante cazzate.... :fronte:

Oggi sono felice di essere uscito, e, poveracci, li osservo con pena.
Visti da fuori, i TDG appaiono per lo più come gente arresa, con le palpebre mezze calate, occhi stanchi, che si sforzano di credere alle vaccate del Corpo Direttivo, e preferiscono crederci anzichè dover affrontare la cruda realtà, ovvero, stanno sprecando il loro tempo in qualcosa che non si avvererà mai, ovvero la fine di questo sistema di cose ed il nuovo mondo.

La predicazione sembra una barzelletta, con i loro stand pubblicitari hanno raggiunto l'apice del grottesco.
Spesso li incontro per la strada e chi ha la sfiga di dover stare allo stand, ha l'aria di uno che vorrebbe stare altrove.
Sembrano veramente un bersaglio agli scherni.

Per il resto, se quando ero uscito avevo dei dubbi se questa poteva essere o meno la religione che doveva predicare la fine, con gli ultimi intendimenti, quelli dal 2007 ad oggi, mi hanno confermato che la vaccata è totale.
Meno ore di adunanza, meno ore di servizio, meno pubblicazioni, sale in vendita, revisited dottrinali, tempi riguardanti l'imminenza della fine dilatati....

Fanno pena.

Purtroppo, per molti che sono entrati da anni, quella religione è tutto quello che hanno di sociale nella loro vita.
Famigliari, amici, parenti, molti anche il lavoro.

Fuori da questa religione cosa farebbero, chi sarebbero (soprattutto per tutti quei nominati quali sorveglianti, betheliti, anziani e servitori di ministero che non avrebbero più il belato delle pecore geoviste quale standing ovation di appagamento del proprio ego).
Molti hanno rinunciato a carriere, culture e chissà cos'altro.
Quindi, con tutti i treni persi, tirare fuori gli attributi e rimettersi in gioco è veramente duro.
Con che faccia gli si dice ai figli ormai adulti, che tutti i sacrifici compiuti erano stati fatti per una vaccata,
oppure, con che coraggio si parlerebbe ai vicinati ed ai colleghi di lavoro, con i quali per anni si è cercato di convincerli che loro stavano nel torto, forse intavolando battaglie dottrinali e teologiche ridicole su ciò che è giusto e corretto contro ciò che è esacrabile e disapprovato da Geova, e quindi passibile di morte e distruzione ad Harmagheddon.
Oppure nei confronti dei propri parenti, con i quali si sono troncati i legami ed i contatti perchè sono persone del mondo...

Quindi, al netto di tutto questo, è meglio ingoiare intere palate di merdate teocratiche dispensate in quantità industriale dai cialtroni del Corpo Direttivo, pur di rimanere ancorati a quelle poche certezze (social congregazionali) di una religione che non ha ormai più senso di esistere, visto che ha totalmente fallito nel suo intento..... predicare in vista di una fine imminente ....(144, tra un pò 145 anni di attesa.... :ciuccio: :fronte: )

Io, ad oggi, dopo 12 anni da che me ne sono andato, sono ultra soddisfatto di essere uscito definitivamente da questo culto grottesco ed oscurantista... :ok:
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Gold
 
Messaggi: 6276
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Jeff » 02/12/2018, 2:43

Io Luigi ,contando la mia inattività è quasi un anno che son fuori. Non ho nessuna nostalgia. Si sono dimenticati tutti di me e io di loro. Non voglio amicizie "a comando" :se ti penti sei mio amico altrimenti un mio nemico. Rifletto spesso ,questo si, di come non abbia compiuto il grande salto tanto tempo fa ,ma se non l'ho fatto significa che non era ancora il tempo. Qualche scaramuccia con la famiglia che sono ancora ufficialmente attivi ma spero che si rendano conto anche loro del grande inganno.
Avatar utente
Jeff
Utente Junior
 
Messaggi: 346
Iscritto il: 24/04/2018, 6:42

Messaggiodi Luigi Cesarano » 02/12/2018, 13:58

deliverance1979 ha scritto:
Luigi Cesarano ha scritto:Volevo un vostro parere come vi sentite dopo anni fuori dai Tdg?

Quindi, al netto di tutto questo, è meglio ingoiare intere palate di merdate teocratiche dispensate in quantità industriale dai cialtroni del Corpo Direttivo, pur di rimanere ancorati a quelle poche certezze
Come al solito il tuo ragionamento è molto razionale e c'è poco da discutere pochi sono i leoni e tante sono le pecore.
Caro Jeff meglio poche amicizie e buone che amicizie di comodo.
Avatar utente
Luigi Cesarano
Utente Senior
 
Messaggi: 728
Iscritto il: 10/01/2010, 21:22

Messaggiodi ingannato » 02/12/2018, 23:20

deliverance1979 ha scritto:Per il resto, se quando ero uscito avevo dei dubbi se questa poteva essere o meno la religione che doveva predicare la fine, con gli ultimi intendimenti, quelli dal 2007 ad oggi, mi hanno confermato che la vaccata è totale.
Meno ore di adunanza, meno ore di servizio, meno pubblicazioni, sale in vendita, revisited dottrinali, tempi riguardanti l'imminenza della fine dilatati....

Fanno pena.

Purtroppo, per molti che sono entrati da anni, quella religione è tutto quello che hanno di sociale nella loro vita.
Famigliari, amici, parenti, molti anche il lavoro.

Fuori da questa religione cosa farebbero, chi sarebbero (soprattutto per tutti quei nominati quali sorveglianti, betheliti, anziani e servitori di ministero che non avrebbero più il belato delle pecore geoviste quale standing ovation di appagamento del proprio ego).
Molti hanno rinunciato a carriere, culture e chissà cos'altro.
Quindi, con tutti i treni persi, tirare fuori gli attributi e rimettersi in gioco è veramente duro.
Con che faccia gli si dice ai figli ormai adulti, che tutti i sacrifici compiuti erano stati fatti per una vaccata,
oppure, con che coraggio si parlerebbe ai vicinati ed ai colleghi di lavoro, con i quali per anni si è cercato di convincerli che loro stavano nel torto, forse intavolando battaglie dottrinali e teologiche ridicole su ciò che è giusto e corretto contro ciò che è esacrabile e disapprovato da Geova, e quindi passibile di morte e distruzione ad Harmagheddon.
Oppure nei confronti dei propri parenti, con i quali si sono troncati i legami ed i contatti perchè sono persone del mondo...

Quindi, al netto di tutto questo, è meglio ingoiare intere palate di merdate teocratiche dispensate in quantità industriale dai cialtroni del Corpo Direttivo, pur di rimanere ancorati a quelle poche certezze (social congregazionali) di una religione che non ha ormai più senso di esistere, visto che ha totalmente fallito nel suo intento..... predicare in vista di una fine imminente ....(144, tra un pò 145 anni di attesa.... :ciuccio: :fronte: )

Io, ad oggi, dopo 12 anni da che me ne sono andato, sono ultra soddisfatto di essere uscito definitivamente da questo culto grottesco ed oscurantista... :ok:


Solita disamina inappuntabile, leggete gente, LEGGETE!!! Sì anche voi tdg, se un briciolo di curiosità vi attira a leggere quanto contenuto in questo sito, leggete la disamina di Deliverance e abbiate il coraggio di dire se è vera o non vera!!!!
ingannato
Nuovo Utente
 
Messaggi: 77
Iscritto il: 29/03/2014, 11:10

Messaggiodi JohnC » 06/01/2019, 16:54

deliverance1979 ha scritto:
Luigi Cesarano ha scritto:Volevo un vostro parere come vi sentite dopo anni fuori dai Tdg?




Purtroppo, per molti che sono entrati da anni, quella religione è tutto quello che hanno di sociale nella loro vita.
Famigliari, amici, parenti, molti anche il lavoro.

Fuori da questa religione cosa farebbero, chi sarebbero (soprattutto per tutti quei nominati quali sorveglianti, betheliti, anziani e servitori di ministero che non avrebbero più il belato delle pecore geoviste quale standing ovation di appagamento del proprio ego).
Molti hanno rinunciato a carriere, culture e chissà cos'altro.
Quindi, con tutti i treni persi, tirare fuori gli attributi e rimettersi in gioco è veramente duro.
Con che faccia gli si dice ai figli ormai adulti, che tutti i sacrifici compiuti erano stati fatti per una vaccata,
oppure, con che coraggio si parlerebbe ai vicinati ed ai colleghi di lavoro, con i quali per anni si è cercato di convincerli che loro stavano nel torto, forse intavolando battaglie dottrinali e teologiche ridicole su ciò che è giusto e corretto contro ciò che è esacrabile e disapprovato da Geova, e quindi passibile di morte e distruzione ad Harmagheddon.
Oppure nei confronti dei propri parenti, con i quali si sono troncati i legami ed i contatti perchè sono persone del mondo...

Quindi, al netto di tutto questo, è meglio ingoiare intere palate di merdate teocratiche dispensate in quantità industriale dai cialtroni del Corpo Direttivo, pur di rimanere ancorati a quelle poche certezze (social congregazionali) di una religione che non ha ormai più senso di esistere, visto che ha totalmente fallito nel suo intento..... predicare in vista di una fine imminente ....(144, tra un pò 145 anni di attesa....
:ciuccio: :fronte: )

Io, ad oggi, dopo 12 anni da che me ne sono andato, sono ultra soddisfatto di essere uscito definitivamente da questo culto grottesco ed oscurantista... :ok:



commento da incorniciare! :strettamano:
JohnC
Nuovo Utente
 
Messaggi: 174
Iscritto il: 21/11/2015, 21:24
Località: roma


Torna a Forum principale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici