Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Incoerenza sull' impiego del nome Geova

In questo spazio si discute di argomenti di vario genere relativi ai Testimoni di Geova e che non sono inclusi nelle altre sezioni

Moderatore: Cogitabonda

Messaggiodi Vera Icona » 10/09/2019, 12:20

polymetis ha scritto:
cattivo esempio ha scritto:poly
In ogni caso concordo con te ne dire che la Tradizione della Chiesa, che in questo caso risale agli apostoli, ha adottato questa pratica, e non vedo un solo motivo per cambiarla.

Ad maiora


questa affermazione è falsa e lo sai, dato che nulla di apostolico è giunto a noi
è la traditio (successiva) che dice che gli apostoli pensavano così


Ma dico sei folgorato o cosa? I testi del Nuovo Testamento sono traditio apostolica. Traditio in latino significa "ciò che è trasmesso". La Tradizione della Chiesa ha due parti, una scritta (chiamata Nuovo Testamento) e una orale. La Traditio apostolica è dunque testimoniata in parte nel Nuovo Testamento. Ebbene, il Nuovo Testamento ha forse qualche Yhwh? No, proprio no. Dunque gli apostoli non usavano nessun Yhwh, e questa è Traditio apostolica. Il resto sono fantasie senza alcuna base. Non si tratta comunque del mero fatto che Yhwh nel NT non ci sia, ma del fatto che anche Gesù quando parla ricorre e perifrasi e modi di dire, come il cosiddetto "passivo teologico", tipici di chi, allora come oggi, vuole evitare di pronunciare il nome. Davanti al sinedrio ad esempio Gesù dice “alla destra della Potenza”, ove "potenza" viene usato come sostituito di Yhwh. La circonlocuzione oi ouranoi (i cieli) per definire Dio in Matteo è frequentissima, 31 volte ad esempio “hê basileia tôn ouranôn” (il regno dei cieli=il regno di Dio), così come “en tô(i) ouranô(i)”/”en tois ouranois” (= presso Dio) eis ton ouranon (verso Dio), ex ouranou (da dio)
Frequentissimo poi il fenomeno del già citato passivo teologico per evitare di nominare dio. (Si veda per le attestazioni J. Jeremias, Teologia del Nuovo Testamento, Brescia 1972 pp. 17-22)

Ad maiora


Quello che pero io non capisco è, se il tetragramma è un non nome, perché mai dovevano non pronunciare o usare come scritto un no Name?,
Andava benissimo per definire Dio ,no?
Avatar utente
Vera Icona
Utente Junior
 
Messaggi: 843
Iscritto il: 02/09/2017, 14:29

Messaggiodi Wyclif » 10/09/2019, 15:18

Il Tetragramma come spiegato giustamente da un utente esperto in un commento sopra non può essere il nome di Dio Onnipotente perché essendo al di fuori del tempo e della natura materiale dell'intero universo ( che è tangibile con mano umana ) non può avere un nome di un alfabeto inventato dagli uomini che si pronuncia con suoni che si odono solo con elementi materiali. Un Dio con un nome fatto con un alfabeto terrestre, un nome di lettere appartenenti a uomini terrestri non è il nome di Dio !

Il Tetragramma radice del verbo essere è un nome che nell'occasione Dio ha utilizzato per la guerra fra Dei al tempi del Faraone, finita l'alleanza con quel popolo, tale verbo è stato abbandonato da Dio stesso, infatti Dio non lo ha più inserito negli otre 5000 manoscritti greci.

Tutte le argomentazione fallaci della WTS che il Tetragramma doveva esserci appartengono alle mutevoli opinioni umane, i FATTI sono che i manoscritti greci non lo contengono punto e basta! Il resto non serve a niente - inutile insistere - il nome non c'è - Basta!

Il CD si annulla da solo quando dice che "Satana non è riuscito ad eliminare il nome Yhwh dai manoscritti ebraici, e poi dice che "dai manoscritti greci è stato Satana a toglierlo." E' in aperta contraddizione, ma nessuno dei suoi adepti ci ragiona.

Il Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova va alla ricerca di personaggi (come conferma l'Appendice della TNM con riferimenti) che in un qualche periodo hanno inserito il Tetragramma nella LORO traduzione (non ispirata da Dio)e il CD rende tale versione medioevale autorevole, se poi lo stesso personaggio insegna che Dio è una trinità allora non è autorevole e appartiene a Babilonia.

Quello che vale non sono le opinioni umani del Corpo Direttivo ma i Fatti che Dio ha lasciato cioè 5000 manoscritti senza il verbo essere YHWH
Presentazione





"Dobbiamo ubbidire a Dio quale Governante anziché agli uomini" Atti 5:29
Avatar utente
Wyclif
Utente Senior
 
Messaggi: 1768
Iscritto il: 14/12/2014, 9:22

Messaggiodi Romagnolo » 11/09/2019, 13:45

Wyclif :strettamano: :appl: :appl: :appl:
Oppure non esiste nessun Dio che si sia mai presentato con quel nome ma gli uomini se lo sono ideato...e quando quella figura con quel nome non serviva più o peggio era scomodo...ecco subito pronti a fare un bel restailing di nome e di immagine.
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Master
 
Messaggi: 5563
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Wyclif » 11/09/2019, 14:13

Romagnolo ha scritto:Oppure non esiste nessun Dio che si sia mai presentato con quel nome ma gli uomini se lo sono ideato...e quando quella figura con quel nome non serviva più o peggio era scomodo...ecco subito pronti a fare un bel restailing di nome e di immagine.


:ok: :ok: :ok:
Presentazione





"Dobbiamo ubbidire a Dio quale Governante anziché agli uomini" Atti 5:29
Avatar utente
Wyclif
Utente Senior
 
Messaggi: 1768
Iscritto il: 14/12/2014, 9:22

Messaggiodi polymetis » 13/09/2019, 17:34

Quello che pero io non capisco è, se il tetragramma è un non nome, perché mai dovevano non pronunciare o usare come scritto un no Name?,
Andava benissimo per definire Dio ,no?


Ad esempio "Dio" non è un nome proprio, ne converrai, eppure gli ebrei ortodossi non pronunciano né scrivono questa parola, e la scrivono "D-o", o, se devono scrivere in ebraico elohim, mettono al posto della "h" nella scrittura ebraica una "q".
Quanto al motivo per cui Gesù non pronunciava il tetragramma davvero non ti saprei dire. Forse neppure sapeva come si pronunciasse, o forse, semplicemente, sapeva che avrebbero tentato di lapidarlo in qualsiasi occasione avesse provato a pronunciarlo, e dunque non era funzionale all'interno di un progetto di predicazione mettersi ad usare questo nome. Al massimo, fossi stato in lui, l'avrei riservato al momento culminante della mia predicazione, magari l'ultimo.
Inoltre non dobbiamo confondere due problemi. Il problema se Yhwh sia un nome è un problema del tutto diverso dal problema se Yhwh fosse o meno ritenuto un nome da Gesù e dai suoi contemporanei. Io ad esempio non credo che Yhwh sia il nome di Dio, ma ciò non toglie che diversi autori della Bibbia ci credevano. Infatti come ripeto questo è il nome di una divinità locale, un figlio della divinità suprema El assegnato al popolo ebraico e solo a loro, in seguito trasformato dagli Ebrei in divinità universale. Dunque certamente Yhwh è il nome di questa divinità. Se poi Dio abbia un nome, è tutt'altro problema. La Bibbia ha corretto il tiro non appena il Dio degli israeliti è diventato l'unico dell'universo. A quel punto l'idea che Yhwh fosse un nome proprio è finita in discredito.

Ad maiora
Presentazione


Alla base delle scelte fondamentali del Nolano - a Londra come a Roma -, c'era il convincimento di appartenere alla "casa" dei filosofi, e che ad essa bisogna essere sempre fedeli, anche nei rapporti con i potenti della Chiesa e dello Stato, perché la casa della filosofia è la casa della verità: in un modo intelligente e anche astuto, certo, ma sempre fedeli. (Michele Ciliberto)
Avatar utente
polymetis
Moderatore
 
Messaggi: 4535
Iscritto il: 16/06/2009, 14:43

Precedente

Torna a Forum principale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici