Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Come vanno trattati i disassociati e i dissociati

In questo spazio si discute di argomenti di vario genere relativi ai Testimoni di Geova e che non sono inclusi nelle altre sezioni

Moderatore: Cogitabonda

Come vanno trattati i disassociati e i dissociati

Messaggiodi AXL ROSE » 28/09/2009, 18:43

Si parla molto su internet nei forum dei TESTIMONI DI GEOVA dei FUORIUSCITI ,di questi MALEDETTI che hanno lasciato l'organizzazione.
Ognuno ,nei forum dei TDG dice la sua ,a volte facendo trasparire le direttive del CORPO DIRETTIVO e molte altre volte dicendo la propria sull'argomento DISASSOCIATI o DISSOCIATI.

Detto questo ,in questo tread,esamineremo ,passo per passo , una delle TORRE DI GUARDIA piu' quotate dagli Anziani,dai Fratelli e specialmente dai COMITATI GIUDIZIARI per dare VOCE al CORPO DIRETTIVO su come trattare i DISASSOCIATI.

LA TORRE DI GUARDIA in questione e' quella del 1° GENNAIO 1982 ,PAGINE 21 A 26.


AXL ROSE
Avatar utente
AXL ROSE
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1432
Iscritto il: 16/07/2009, 15:55

Messaggiodi AXL ROSE » 28/09/2009, 18:48

LETTURA DEI PARAGRAFI 1 e 2:

Come considerare la disassociazione

“O Geova, . . . chi risiederà sul tuo monte santo? Colui che cammina senza difetto e pratica la giustizia”. — Sal. 15:1, 2.

GEOVA è giusto e santo. Pur essendo misericordioso e comprensivo verso gli uomini imperfetti, si aspetta che quelli che lo adorano riflettano la sua santità cercando di sostenere le sue giuste norme. — Sal. 103:8-14; Num. 15:40.

2 L’israelita che violava deliberatamente i comandi di Dio, come quelli contro l’apostasia, l’adulterio o l’assassinio, doveva essere stroncato, messo a morte. (Num. 15:30, 31; 35:31; Deut. 13:1-5; Lev. 20:10) Questa fermezza nel sostenere le ragionevoli e giuste norme di Dio era per il bene di tutti gli israeliti, perché serviva a mantenere pura la congregazione. Serviva anche da deterrente, scoraggiando il diffondersi della corruzione fra il popolo che portava il nome di Dio.



Come avete notato dai paragrafi 1 e 2 L'Israelita che violava deliberatamente i comandi di Dio veniva messo a morte,mica si scherzava a quei tempi! Questo manteneva pura la congregazione ,a quel tempo c'erano poche congregazioni! ISRAELE NORD ,ISRAELE SUD,ISRAELE BRANCACCIO ecc...per intenderci.

Il tutto "serviva come deterrente", si uccideva il peccatore cosi' che tutti avevano paura di essere messi a morte e prima di peccare ci pensavano 10 volte! Questo e' quello che e' scritto nel paragrafo 2,non mi sono inventato niente! L'Israelita serviva DIO perche' se la faceva addosso e non perche' amava GEOVA! Questo e' un po' il pensiero del paragrafo 2!


CONTINUA.....

AXL ROSE
Avatar utente
AXL ROSE
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1432
Iscritto il: 16/07/2009, 15:55

Messaggiodi AXL ROSE » 28/09/2009, 20:15

Passiamo avanti.Lettura dei paragrafi 3 e 4 :

3 Nel primo secolo E.V. i giudei sotto il dominio romano non avevano l’autorità di eseguire la pena di morte. (Giov. 18:28-31) Ma un giudeo colpevole di aver violato la Legge poteva essere espulso dalla sinagoga. Un effetto di questa severa punizione era che gli altri giudei avrebbero evitato la persona espulsa, standone alla larga. Sembra che con una tale persona gli altri non avessero nemmeno rapporti commerciali, salvo venderle il necessario per vivere. — Giov. 9:22; 12:42; 16:2.

4 Una volta istituita, la congregazione cristiana prese il posto della nazione ebraica come popolo che portava il nome di Dio. (Matt. 21:43; Atti 15:14) Di conseguenza era logico aspettarsi che i cristiani sostenessero la giustizia di Geova. L’apostolo Pietro scrisse: ‘Secondo il Santo che vi ha chiamati, divenite anche voi santi in tutta la vostra condotta, perché è scritto: “Dovete esser santi, perché io sono santo”’. (I Piet. 1:14-16) Geova ama il suo popolo e desidera proteggere la purezza della congregazione cristiana. Perciò ha istituito un provvedimento per allontanare o espellere chi persiste in un comportamento che disonora Dio e mette in pericolo la congregazione.



I giudei ,visto che erano sotto il dominio Romano,non potevano lapidare il peccatore ,e quindi inventarono la DISASSOCIAZIONE !Cosi' dice il paragrafo 3 ! Non lo salutavano ,non avevano rapporti commerciali pero' il pane glielo vendevano.

Il paragrafo 4 inizia con il dire che i Cristiani del 1° secolo portavano il nome di Dio.Vuoi vedere che venivano chiamati TESTIMONI DI GEOVA !Il paragrafo 4 annulla di fatto il concetto di DISCIPLINA AMOREVOLE DI DIO perche' il provvedimento della "DISASSOCIAZIONE" in questo caso serve ad "ALLONTANARE","ESPELLERE","TOGLIERE IL PERICOLO DALLA CONGREGAZIONE" ,insomma,a buttare nella spazzatura il marcio.

Provvedimento amorevole per gli altri ma sicuramente non per il DISASSOCIATO!Ahahahahah!!!Bella questa!




Vabbene,passiamo avanti!

AXL ROSE
Avatar utente
AXL ROSE
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1432
Iscritto il: 16/07/2009, 15:55

Messaggiodi AXL ROSE » 28/09/2009, 20:31

Lettura dei paragrafi 5 e 6:



5 L’apostolo Paolo raccomandò: “In quanto all’uomo che promuove una setta, rigettalo dopo una prima e una seconda ammonizione; sapendo che tale uomo è stato pervertito e pecca, essendo condannato da se stesso”. (Tito 3:10, 11) Sì, gli anziani spirituali, come Tito, cercano prima di aiutare amorevolmente il trasgressore. Se egli non si lascia aiutare e persiste in un comportamento ‘peccaminoso’, essi hanno l’autorità di convocare un comitato di anziani per “giudicare quelli che fanno parte della comunità”. (I Cor. 5:12, Parola del Signore, Il Nuovo Testamento) L’amore per Dio e per la purezza del suo popolo richiede che i membri della “comunità”, la congregazione, rigettino tale uomo.

6 Nel primo secolo ci furono casi di trasgressori di questa sorta. Imeneo e Alessandro erano di questi, uomini che avevano fatto “naufragio riguardo alla loro fede”. Paolo disse: “Li ho consegnati a Satana affinché mediante la disciplina imparino a non bestemmiare”. (I Tim. 1:19, 20) L’espulsione di quei due uomini fu un severo castigo o disciplina, una punizione che poteva insegnare loro a non bestemmiare il santo e vivente Iddio. (Confronta Luca 23:16, dove ricorre la basilare parola greca spesso tradotta “disciplina”). Era giusto che quei bestemmiatori fossero consegnati all’autorità di Satana, gettati nelle tenebre del mondo su cui Satana esercita la sua influenza. — II Cor. 4:4; Efes. 4:17-19; I Giov. 5:19; confronta Atti 26:18.


Qui Paolo si riferisce a Fratelli che promuovono una setta.

Viene citata la scrittura di 1 corinti 5:12 "PAROLA DEL SIGNORE" perche' L'apostolo Paolo non trovava la borsa con la TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO. Ogni tanto succede nelle TORRE DI GUARDIA di vedere una scrittura citata da un'altra traduzione della Bibbia ,NUOVA GERUSALEMME,CEI,PAROLA DEL SIGNORE ecc...

Frederik Franz ,dovete sapere ,che non aveva figli ma aveva due nipoti che giocavano con la TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO e ogni tanto strappavano qualche pagina.Quando Franz non trovava il versetto nella TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO perche' la pagina era strappata ricorreva alle altre Bibbie che aveva in casa.Ecco perche' ogni tanto troviamo questo scherzetto nelle Pubblicazioni!

PASSIAMO AVANTI CHE E' MEGLIO!

AXL ROSE
Avatar utente
AXL ROSE
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1432
Iscritto il: 16/07/2009, 15:55

Messaggiodi AXL ROSE » 28/09/2009, 22:15

Lettura dei paragrafi 7 a 9

Sottotitolo:

COME TRATTARE LE PERSONE ESPULSE


7 Potrebbero comunque sorgere alcune domande su come trattare un ex componente della congregazione dopo che è stato espulso. Siamo grati a Dio di averci provveduto nella sua Parola risposte e indicazioni che, possiamo esserne certi, sono perfette, giuste ed eque. — Ger. 17:10; Deut. 32:4.

8 Un uomo della congregazione di Corinto praticava l’immoralità ed evidentemente non era pentito. Paolo scrisse che quell’uomo ‘doveva essere tolto di mezzo a loro’, poiché era come un po’ di lievito che poteva far fermentare, o corrompere, un’intera massa. (I Cor. 5:1, 2, 6) Ma una volta espulso, doveva forse essere trattato come una qualsiasi persona del mondo che i cristiani potevano incontrare nel vicinato o nel corso della vita quotidiana? Notate ciò che disse Paolo.

9 “Nella mia lettera vi scrissi di cessar di mischiarvi in compagnia dei fornicatori, non volendo dire interamente coi fornicatori di questo mondo o con gli avidi e i rapaci o gli idolatri. Altrimenti, dovreste effettivamente uscire dal mondo”. (I Cor. 5:9, 10) Con queste parole Paolo riconosceva realisticamente che la maggioranza delle persone con cui veniamo a contatto nella vita quotidiana non hanno mai conosciuto o seguito la via di Dio. Possono essere fornicatori, rapaci o idolatri, per cui non sono persone che i cristiani scelgono come intimi e regolari compagni. Ciò nonostante, viviamo su questo pianeta fra il genere umano e possiamo dover stare vicino a tali persone e parlare con loro sul lavoro, a scuola o nel vicinato.


Paolo dice ai Cristiani di cessare di mischiarsi in compagnia dei fornicatori. Il paragrafo 9 ,stranamente ,catapulta l'apostolo Paolo nei nostri giorni !Notate: "Con queste parole Paolo riconosceva realisticamente che la maggioranza delle persone con cui veniamo a contatto nella vita quotidiana non hanno mai conosciuto o seguito la via di Dio." Ahahahhaahah!

Il paragrafo 9 dice che viviamo su questo pianeta dove ci sono gli ESSERI UMANI (AHAHAHAHAHA) e dobbiamo purtroppo stare vicino ai fornicatori che ci danno il lavoro ,che ci fanno arrivare a fine mese,che fanno gli attori e i presentatori in tv e noi siamo costretti a guardarli,che girano le soap opera che fanno piangere le sorelle,che hanno quei bei ristoranti dove noi andiamo quasi tutte lke settimane,che vendono auto di lusso che a noi piacciono tanto ,che hanno inventato internet che a noi serve tanto ecc...

Che possiamo fare !!! Dobbiamo sopportarli questi fornicatori!!!Attenzione!L'importante che questi non sia un ex Fratello! Metti che sia un pedofilo vabbene! Se e' un ex Fratello ,ecco,meglio il pedofilo!

AXL ROSE
Avatar utente
AXL ROSE
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1432
Iscritto il: 16/07/2009, 15:55

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 29/09/2009, 6:40

Sai quale è la cosa che mi scandalizza, deprime, ecc. in questo atteggiamento?
Che si mette al primo posto la congregazione, non l'uomo.
Spero nella misericordia di Dio per loro.
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi al.64 » 29/09/2009, 8:47

Gabriella Prosperi ha scritto:Sai quale è la cosa che mi scandalizza, deprime, ecc. in questo atteggiamento?
Che si mette al primo posto la congregazione, non l'uomo.
Spero nella misericordia di Dio per loro.
Gabriella



secondo me non meritano nessuna misericordia....errare e' umano ma loro perseverano nel comportarsi in modo disumano :pace:
Matteo 22:39
Il secondo, simile a questo, è: "Ama il tuo prossimo come te stesso".
Avatar utente
al.64
Nuovo Utente
 
Messaggi: 163
Iscritto il: 21/09/2009, 9:16

Messaggiodi Mario70 » 29/09/2009, 8:50

al.64 ha scritto:
Gabriella Prosperi ha scritto:Sai quale è la cosa che mi scandalizza, deprime, ecc. in questo atteggiamento?
Che si mette al primo posto la congregazione, non l'uomo.
Spero nella misericordia di Dio per loro.
Gabriella



secondo me non meritano nessuna misericordia....errare e' umano ma loro perseverano nel comportarsi in modo disumano :pace:


E' pur vero che dovremmo essere noi che dichiariamo di aver capito quale è l'errore, a dover dare l'esempio proprio mostrando misericordia verso il singolo tdg, il quale il più delle volte si adegua a quello che colui che egli considera "lo schiavo di Cristo" gli ha insegnato.
Combattiamo quindi l'insegnamento ostracista ma amiamo il tdg.
Ciao
«Ortodossia vuol dire non pensare, non aver bisogno di pensare. Ortodossia e inconsapevolezza son la stessa cosa.»

(1984) George Orwell
Avatar utente
Mario70
Utente Gold
 
Messaggi: 6072
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 29/09/2009, 9:34

al.64 ha scritto:
secondo me non meritano nessuna misericordia....errare e' umano ma loro perseverano nel comportarsi in modo disumano :pace:

Come giustamente ha detto Mario, cerchiamo di cambiare il modo di intendere cete dottrine, non combattiao i nostri simili.
Il culto che molti di noi hanno professato,non dimentichiamolo mai, costringe a comportamenti iniqui, sono questi che, sempre civilmente, si cerca di camniare.
E' pur vero che il male che abbiamo sopportato e che molti ancora sopportano ci è venuto da uomini, ma occorre rammentare che i nostri carnefici sono, a loro volta, vittime di un sistema.
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi Aquarivs » 29/09/2009, 13:15

Come giustamente ha detto Mario, cerchiamo di cambiare il modo di intendere cete dottrine, non combattiao i nostri simili.
Il culto che molti di noi hanno professato,non dimentichiamolo mai, costringe a comportamenti iniqui, sono questi che, sempre civilmente, si cerca di camniare.
E' pur vero che il male che abbiamo sopportato e che molti ancora sopportano ci è venuto da uomini, ma occorre rammentare che i nostri carnefici sono, a loro volta, vittime di un sistema.


Tranne quando, permettimi di perfezionare il tiro, i "carnefici" si rendono conto di ciò che stanno facendo e continuano (per paura, voglia, stupidità, qual si voglia motivazione) a farlo.
A livello giuridico invece sono colpevoli sempre. Anche da ignari.
Ma qui parliamo socialmente e non giuridicamente, sbaglio?
Aquarivs
 

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 29/09/2009, 15:22

Aquarivs ha scritto:Tranne quando, permettimi di perfezionare il tiro, i "carnefici" si rendono conto di ciò che stanno facendo e continuano (per paura, voglia, stupidità, qual si voglia motivazione) a farlo.
A livello giuridico invece sono colpevoli sempre. Anche da ignari.
Ma qui parliamo socialmente e non giuridicamente, sbaglio?

Stiamo parlando di persone che credono, almeno io concedo sempre il beneficio del dubbio, credono, dicevo di ottemperare alla volontà di Dio.
Persone a cui viene negato, almeno ufficialmente, il confronto con altri culti, di frequentare università, persone, quindi che ritengono di agire giustamente poichè perfino il lor argomentare è materia di studio, non nasce spontaneamente.
E non dubito che ad alcuni il dover osservare l'ostracismo verso parenti ed amici costi davvero molto.
Cosa si può fare?
A livello giuridico, se una sentenza, come spero, potrà un giorno dichiarare che l'ostracismo è, ad esempio, anticostituzionale, sarebbe un grande sollievo.
A livello sociale, si può dimostrare loro, sempre ad esempio, che è l'empatia che vince, mentre l'ostracismo allontana.
In sintesi, se ci siamo allontanati, preferisci che cerchi di nuovo la tua amicizia perchè ho stima di te o perchè ho paura di restare senza amici?
Ora la WTS insegna che la seconda risposta è quella che vale, io spero in un futuro in cui la risposta giusta sia la prima
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi jwscientist » 29/09/2009, 15:30

E' l'etica del vecchio e nuovo testamento un etica di migliaia di anni fa, immaginate che c'erano gli schiavi , che San Paolo accetava la schiavitu ' ,e che disse abbiamo predicato in tutta la terra abitata , mentre l'america non la conoscevano .
Ora lasicamo agli americani ignorantoni fondamentalisit leggera' la bibbia come il manualetto divino , noi figli di Leonardo da vinci ,Michelangelo e Galileo Galilei , diventiam oridicoli se facciamo la stessa cosa
Avatar utente
jwscientist
Utente Senior
 
Messaggi: 670
Iscritto il: 19/09/2009, 8:35

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 29/09/2009, 16:20

jwscientist ha scritto:.
Ora lasicamo agli americani ignorantoni fondamentalisit leggera' la bibbia come il manualetto divino , noi figli di Leonardo da vinci ,Michelangelo e Galileo Galilei , diventiam oridicoli se facciamo la stessa cosa

La disperazione a volte, l'ignoranza intesa come non conoscenza, il fatto di nascere in una particolare religione, non meritano un giudizio così severo.
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi Cicciobello » 29/09/2009, 17:00

gabriella sono d'accordo, quando si dice che parliamo di persone.
ma dobbiamo capire anche un altro fatto, che ci sono persone che ignorano tutto.
ma persone nominate da tempo, che hanno circolari, è ks i libro che danno solo agli anziani,
che sono informati delle decisioni della wts. questi ultimi non sono scusabili, perchè sannò!!
poi sviano coloro che sono in buona fede. :saggio: :saggio: salvatore :ciao: :ciao:
Cicciobello
 

Messaggiodi Aquarivs » 29/09/2009, 18:24

Si ma Gabriella sottointende che il culto può penetrare così nel profondo che l'individuo perde la propria concezione di ciò che è giusto e sbagliato e diviene un tutt'uno con la propria religione assorbendone verità e giudizi. Sappiamo bene come il primo passo della wts sta proprio nel smontare la propria personalità per plagiare e modellare a proprio piacimento.

Tuttavia ritengo che non sono pochi quelli che si "svegliano" e, nonostante ciò, continuano a perpetuare uno stile di vita, un codice di leggi come nulla fosse. Nei casi più gravi questi individui addirittura disciplinano severamente i subordinati benché abbiano mangiato la foglia.
Aquarivs
 

Messaggiodi AXL ROSE » 29/09/2009, 20:07

PASSIAMO AVANTI!


Lettura dei paragrafi 10 e 11


10 Nel versetto successivo Paolo fa un contrasto fra questa situazione e il modo in cui i cristiani dovrebbero comportarsi verso un ex “fratello” cristiano espulso dalla congregazione a motivo di trasgressione: “Ma ora io vi scrivo di cessar di mischiarvi in compagnia [“non frequentare”, Today’s English Version] di alcuno chiamato fratello che è fornicatore o avido o idolatra o oltraggiatore o ubriacone o rapace, non mangiando nemmeno con un tal uomo”. — I Cor. 5:11.

11 “L’espulso non è semplicemente un uomo del mondo che non conosce Dio e che non vive secondo le Sue norme. È uno che ha conosciuto la via della verità e della giustizia, ma che l’ha abbandonata e ha continuato a peccare senza pentimento fino al punto di dover essere espulso. Perciò va trattato in modo diverso. Pietro indicò come questi ex cristiani differiscano dal normale “uomo della strada”. L’apostolo disse: “Se, dopo essere sfuggiti alle contaminazioni del mondo mediante l’accurata conoscenza del Signore e Salvatore Gesù Cristo, sono coinvolti di nuovo in queste cose e ne sono sopraffatti, le loro condizioni finali son divenute peggiori delle prime. . . . È accaduta loro la parola del verace proverbio: ‘Il cane è tornato al proprio vomito e la scrofa ch’era stata lavata a rivoltolarsi nel fango’”. — II Piet. 2:20-22; I Cor. 6:11.




Il paragrafo 11 cataloga tutti i non TDG a persone che non sanno che commettere ADULTERIO o FORNICAZIONE sia un peccato grave.Mha!

L'apostolo Paolo parla chiaramente di persone un tempo peccatori che avevano abbandonato la loro condotta peccaminosa e che erano tornati a peccare come un tempo.Punto.

Il paragrafo 11 dice testualmente: Pietro indicò come questi ex cristiani differiscano dal normale “uomo della strada”

"UOMO DELLA STRADA" mi sa' che si riferisce proprio ai CATTOLICI,EVANGELICI,MUSULMANI,persone che se inciampano e commettono fornicazione possono essere trattati allo stesso modo dal TDG. Li possiamo salutare,possiamo mangiare con loro ecc...che a primo impatto potrebbe essere una cosa positiva se loro non conoscessero il paragrafo 11 di pagina 28 della TORRE DI GUARDIA del 1° gennaio del 1982.

Voi CATTOLICI,EVANGELICI,BUDDISTI,non conoscete Dio,siete UOMINI DI STRADA,non vivete secondo le norme di Dio !Per questo possiamo stare con voi ,salutarvi,mangiare insieme! Ora ,cortesemente,lasciate stare l'apostolo Paolo!Prendetevela con il paragrafo 11 che e' meglio!

AXL ROSE
Avatar utente
AXL ROSE
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1432
Iscritto il: 16/07/2009, 15:55

Messaggiodi jwscientist » 30/09/2009, 6:31

Queste riviste sono scritte in modo da non poter essere mai criticate e fare ipotesi .
Ora chi e' il mondo e chi non e' il mondo , siamo sicuri dhe Dio sappia che il mondo e' tutto cio' che e' fuori dalla sala del regno?
Ora la persona da non frequentare che commette quei peccati era frequentata da Gesu' che stava con peccatori, puo' essere che l'arrogante San Paolo sia uscito dagli insegnamenti di Gesu'.
E poi se una famiglia smette di frequentare un ragazzo che usa eroina, ma davvero lo aiuta?
Oppure lo aiuta di piu' un aiuto psicologico e un centro di recupero?
Epoi cosa hanno in comune san paolo e la congragazion e dei testimonid geova oggi? se tutte le religioni del mondo cristiane diconoche san paolo e' con loro
Avatar utente
jwscientist
Utente Senior
 
Messaggi: 670
Iscritto il: 19/09/2009, 8:35

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 30/09/2009, 6:51

Paolo doveva difendere da contaminazioni pagane e quindi da eresie le neonate congregazioni cristiane, doveva, quindi, imporre un comportamento severo.
Ora, questo modo può apparire in contrasto con la parola e l'esempio del Cristo, ma non dimentichiamo che, ai tempi, il cristianesimo era considerato una setta ed era in contrasto e disprezzato dalle religioni esistenti.
Prendere per oro colato certi passi Paolini, oggi, oserei dire che è in contrasto non solo con la mentalità del XXI secolo, ma soprattutto con il pensiero della Chiesa.
Siamo seri, mi rivolgo ai vertici dei Testimoni, se devo prendere alla lettera ciò che è nella Bibbia, allora non è scritturale che le donne possano fare il"fervorino" di 5 minuti in sala, non è scritturale che vadano in predicazione (quando mai ai tempi non solo di Paolo?),
ogni volta che debbo andare in bagno dovrei munirmi di pala e andare all'estrema periferia della città?
dovrei far sacrificare dal mio parroco una vacca ogni volta che si debba fare un rito di purificazione?
Ma và.
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi AXL ROSE » 30/09/2009, 20:29

PARAGRAFO 12:



12 Sì, la Bibbia comanda ai cristiani di non stare in compagnia o in associazione con chi è stato espulso dalla congregazione. Perciò i testimoni di Geova chiamano appropriatamente “disassociazione” l’espulsione di un trasgressore impenitente e il successivo stato di isolamento in cui viene tenuto. Il loro rifiuto di associarsi in qualsiasi modo a livello spirituale o ricreativo con una persona espulsa è indice di lealtà alle norme di Dio e di ubbidienza al suo comando riportato in I Corinti 5:11, 13. Questo è in armonia con l’esortazione di Gesù di considerare tale persona allo stesso modo in cui “un uomo delle nazioni” era allora considerato dai giudei. Per un certo tempo dopo la morte degli apostoli quelli che professavano il cristianesimo seguirono evidentemente la procedura biblica. Ma quante chiese oggi si conformano alle chiare direttive di Dio a questo riguardo?



"STATO DI ISOLAMENTO!" Avete visto che se cercate nelle pubblicazioni alla fine trovate la giusta disciplina che merita un peccato grave come la fornicazione quanto un piccolo peccato che puo' essere cedere al vizio del fumo per un mese e non pentirsi ?

"LO STATO DI ISOLAMENTO" !!!!
Lo Stato e le leggi di Dio non ci permettono di LAPIDARE il peccatore? Bene,ISOLIAMOLO!

Meno male che le CHIESE non si conformano alle "chiare direttive" di certi PAZZI SCATENATI!

AXL ROSE
Avatar utente
AXL ROSE
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1432
Iscritto il: 16/07/2009, 15:55

Messaggiodi Paxuxu » 30/09/2009, 21:05

Più leggo e più sono convinto di tenermi alla larga dalla Vostra Religione!


:risata:



Paxuxu
Avatar utente
Paxuxu
Utente Master
 
Messaggi: 4032
Iscritto il: 17/07/2009, 11:40

Messaggiodi AXL ROSE » 30/09/2009, 22:03

Paxuxu ha scritto:Più leggo e più sono convinto di tenermi alla larga dalla Vostra Religione!


:risata:



Paxuxu



Bene! Allora ti faccio leggere i paragrafi .
Non stare troppo alla larga se no non ti sentiamo quando leggi le pubblicazioni dei Testimoni di Geova e cerca di stare attento che molti leggendo queste cose si sono poi battezzate fra i TDG ! Si chiama EFFETTO BOOMERANG.

AXL ROSE
Avatar utente
AXL ROSE
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1432
Iscritto il: 16/07/2009, 15:55

Messaggiodi Paxuxu » 30/09/2009, 22:30

Però, leggendo bene, tanti torti non ce l'hanno i testimoni di Geova, e se veramente avessero ragione dopotutto?


:boh:


Paxuxu
Avatar utente
Paxuxu
Utente Master
 
Messaggi: 4032
Iscritto il: 17/07/2009, 11:40

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 01/10/2009, 4:55

Paxuxu ha scritto:Però, leggendo bene, tanti torti non ce l'hanno i testimoni di Geova, e se veramente avessero ragione dopotutto?


:boh:


Paxuxu

Bhe, se avessero ragione, io sto bene dalla parte del torto. :ok:
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi Cicciobello » 01/10/2009, 16:44

Paxuxu ha scritto:Però, leggendo bene, tanti torti non ce l'hanno i testimoni di Geova, e se veramente avessero ragione dopotutto?


:boh:


Paxuxu


prova.. poi mi dici come si sta con i tdg. scordati i gelati al pistacchio. à proposito hanno aperto una nuova gelateri nel paese dove abito, sono siciliani e fanno un gelatino cosi buono ma cosi buono, che non te lo posso mandare. :ciao: :ciao: michele da salvatore è un gelatino pistacchio........ho nò!!!! :felice: :felice: :felice: :felice:
Cicciobello
 

Messaggiodi Aquarivs » 01/10/2009, 19:02

in gelati nessuno batte i siciliani.. nei dolci in genere soprattutto..
Aquarivs
 

Messaggiodi jwscientist » 02/10/2009, 10:27

in gelati nessuno batte i siciliani.. nei dolci in genere soprattutto..



verissimo ma c'e un metodo per stargli dietro si chiama cucina molecolare
Avatar utente
jwscientist
Utente Senior
 
Messaggi: 670
Iscritto il: 19/09/2009, 8:35

Messaggiodi AXL ROSE » 02/10/2009, 21:25

LETTURA DEI PARAGRAFI 13 E 14:

QUELLI CHE SI DISSOCIANO



13 Un cristiano potrebbe indebolirsi spiritualmente, forse perché non studia regolarmente la Parola di Dio o perché ha problemi personali o incontra persecuzione. (I Cor. 11:30; Rom. 14:1) Può succedere che smetta di frequentare le adunanze cristiane. Cosa si deve fare? Ricordate che gli apostoli abbandonarono Gesù la notte del suo arresto. Eppure Cristo aveva esortato Pietro, dicendo: “Tu, una volta tornato, rafforza i tuoi fratelli [che pure abbandonarono Gesù]”. (Luca 22:32) Perciò, spinti dall’amore, gli anziani cristiani e altri possono visitare e aiutare colui che è divenuto debole e inattivo. (I Tess. 5:14; Rom. 15:1; Ebr. 12:12, 13) La questione è ben diversa quando una persona ripudia la sua identità cristiana e si dissocia.

14 Uno che prima era un vero cristiano potrebbe rinunciare alla via della verità e dichiarare che non si ritiene più un testimone di Geova né desidera essere considerato tale. Quando questo raro fatto si verifica, la persona rinuncia alla sua posizione di cristiano, dissociandosi deliberatamente dalla congregazione. L’apostolo Giovanni scrisse: “Sono usciti da noi, ma non erano della nostra sorta; poiché se fossero stati della nostra sorta, sarebbero rimasti con noi”. — I Giov. 2:19.



Quando un TESTIMONE DI GEOVA si dissocia, un caso raro nel 1982 anche perche' ancora RAYMOND FRANZ non si era "pentito",rinuncia alla sua posizione di Cristiano!

Il paragrafo 14 intervista addirittura l'apostolo Giovanni per confermare il fatto che chi si dissocia dai Testimoni di Geova non e' Cristiano! Giovanni ,quando nella sua prima lettera nel capitolo 2 versetto 19 parla degli ANTICRISTI si sta riferendo all'ex Fratello Rossi che 4000 anni dopo si sarebbe dissociato da una religione nata negli Stati Uniti alla fine dell'ottocento !
Si riferisce a quella religione che per il troppo zelo sono 120 anni che "illude" l'ex Fratello Rossi dando o alludendo date sulla fine di questo sistema di cose!

Si riferisce a quella religione che dopo aver "ipotizzato" le date sulla fine di questo sistema di cose ha dato la colpa all'ex Fratello Rossi per aver INTESO MALE che allo scadere dei 6000 anni sarebbe stato probabile l'inizio del MILLENNIO predetto nella Rivelazione di Giovanni, poveretto aveva capito male!

Signori ,se GIOVANNI dice chiaramente che se un TESTIMONE DI GEOVA si dissocia non e' piu' un CRISTIANO allora si, LA FINE E' VICINA!



AXL ROSE
Avatar utente
AXL ROSE
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1432
Iscritto il: 16/07/2009, 15:55

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 03/10/2009, 11:43

axlrose24 ha scritto:[size=150]13 Un cristiano potrebbe indebolirsi spiritualmente, forse perché non studia regolarmente la Parola di Dio o perché ha problemi personali o incontra persecuzione. (I Cor. 11:30; Rom. 14:1)

Firse perchè non crede più in quell'organizzazione.
Dovrebbero ammetterlo, per onestà.
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi Sal80 » 03/10/2009, 11:55

Firse perchè non crede più in quell'organizzazione.
Dovrebbero ammetterlo, per onestà.
Gabriella


Infatti, non ammettono che non frequentare più le adunanze, sia spesso una conseguenza del fondamento instabile costruito dalla WT.
Ci sono due errori che si possono fare lungo la via verso la verità...non andare fino in fondo, e non iniziare.
Confucio

Presentazione
Avatar utente
Sal80
Utente Senior
 
Messaggi: 993
Iscritto il: 16/07/2009, 17:42
Località: Friburgo (Germania)

Messaggiodi Aquarivs » 03/10/2009, 12:19

Una verità non ha bisogno di continue prove ed alimentazioni per sussistere! Una volta messa in luce brilla da sola. Ci sono leggi della fisica, principi morali e capisaldi della matematica che esistono da millenni senza che nessuno li abbia mai continuamente spiattellati in faccia alla gente. Eppure nessuno li mette in discussione.
quindi se la wts continua a sentire il bisogno di tenersi stretti i propri seguaci mi chiedo quanto sia immortale la verità che pretende di possedere..
Aquarivs
 

Prossimo

Torna a Forum principale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici