Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Dialogo tra TdG ed ex TdG

In questo spazio si discute di argomenti di vario genere relativi ai Testimoni di Geova e che non sono inclusi nelle altre sezioni

Moderatore: Cogitabonda

Messaggiodi JackieWhite » 08/10/2010, 20:34

Achille Lorenzi ha scritto:JackieWhite ha scritto:
Per quanto riguarda il lavoro la cosa è più morbida, e questo è ufficiale.
"Potrebbe essere necessario discutere con lui su questioni di lavoro o stare a contatto con lui sul posto di lavoro, ma le conversazioni spirituali e i rapporti d’amicizia sarebbero cose del passato" (TG82, 1/1)
La frase che hai citato è preceduta però da quest'altra:
Se [size=150]per il momento foste obbligati sotto il profilo contrattuale o finanziario a continuare il rapporto di lavoro...
Quindi si tratta di una situazione "forzata", causata da obblighi legali/contrattuali.
Se un datore di lavoro TdG non ha tali obblighi, certamente licenzierà l'ex TdG, specialmente se costui non ha alcuna intenzione di "pentirsi" e di farsi riassociare.
Letta nel suo contesto quindi la frase che citi non mostra alcuna "morbidezza".

Achille[/size]

E' pur sempre un caso più "morbido", poiché prevede contatti che non ci sarebbero in altri casi.
Se sei "costretto" per motivi di lavoro ci parli, mentre se lo incontrassi per strada o in un altro luogo, non succederebbe.

Idem nel caso di obblighi familiari.
LOVE is everything
JackieWhite
Nuovo Utente
 
Messaggi: 326
Iscritto il: 07/08/2010, 18:53

Messaggiodi Lucio » 08/10/2010, 21:00

JackieWhite ha scritto:Idem nel caso di obblighi familiari.


Nel caso degli obblighi con i familiari non sotto lo stesso tetto più o meno il principio è lo stesso. Ridurre a pochi casi di necessità le comunicazioni.
Lucio
Utente Senior
 
Messaggi: 1746
Iscritto il: 05/07/2010, 20:43

Messaggiodi MoonRose » 08/10/2010, 21:24

In caso di familiari che non vivono sotto lo stesso tetto: solo in caso di estrema necessità. In poche parole, i miei fratelli che non mi chiamano mai nemmeno per sapere se la loro nipote è viva o morta, fanno bene. Mia mamma che invece mi chiama quando è giù di morale è una disobbediente. Ma siccome sta zitta e nessuno lo sa, va bene così.

E comunque io credo che a voler cercare "il pelo nell'uovo" rischiamo di perdere di vista il punto principale. L'ostracismo c'è. Nessuno può negarlo. E' disumano e lesivo dei diritti delle persone. Punto.
Immagine

Omnia Vincit Amor
(L'Amore vince su tutto)

"Voglio cambiare il mondo", disse la ragazzina.
Il professore rise. "E come penseresti di fare a cambiarlo?"
"Con l'Amore", disse lei sorridendo.
Avatar utente
MoonRose
Utente Junior
 
Messaggi: 555
Iscritto il: 05/10/2010, 8:19

Messaggiodi Lucio » 08/10/2010, 21:58

MoonRose ha scritto:In caso di familiari che non vivono sotto lo stesso tetto: solo in caso di estrema necessità. In poche parole, i miei fratelli che non mi chiamano mai nemmeno per sapere se la loro nipote è viva o morta, fanno bene. Mia mamma che invece mi chiama quando è giù di morale è una disobbediente. Ma siccome sta zitta e nessuno lo sa, va bene così.

E comunque io credo che a voler cercare "il pelo nell'uovo" rischiamo di perdere di vista il punto principale. L'ostracismo c'è. Nessuno può negarlo. E' disumano e lesivo dei diritti delle persone. Punto.


L'ostracismo tra familiari infatti è ancora peggiore dell'altro. A me sinceramente che la settantenne vedova della congregazione non mi saluti può anche fregarmene poco. Magari l'ho sempre salutata mal volentieri anche prima, e lei ha fatto lo stesso con me.
Ma intervenendo nei rapporti famigliari si fa un salto di livello, ci si intromette in un ambito strettamente privato e legato da vincoli che dovrebbero essere indissolubili.
Lucio
Utente Senior
 
Messaggi: 1746
Iscritto il: 05/07/2010, 20:43

Messaggiodi Achille » 09/10/2010, 6:51

JackieWhite ha scritto:E' pur sempre un caso più "morbido", poiché prevede contatti che non ci sarebbero in altri casi.
Se sei "costretto" per motivi di lavoro ci parli, mentre se lo incontrassi per strada o in un altro luogo, non succederebbe.
Robe da matti: si parla di licenziare non appena è possibile farlo un ex TdG, e di essere "costretti" a parlarci per via di obblighi legali, e tu dici che si tratta di una posizione morbida?
Perché si possa definire "dura" cosa ci vuole? La lapidazione?
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 13343
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Luciano » 09/10/2010, 7:10

Il cameriere ex_tdg, cuoco tdg:
"Ponti i due risotti per il tavolo 5?"
Se il cuoco risponde:
"Sono già pronti" allora è una posizione morbida.
Se lo ignora, una posizione in linea con la pratica generale dell'ostracismo.

Idem nel caso di obblighi familiari.

Ancora un tentativo di nascondere una realtà scomoda.
Sono pochissimi i casi in cui un familiare non convivente possa essere soggetto di attenzione; per esempio se si discute di eredità.
Avatar utente
Luciano
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3393
Iscritto il: 25/08/2009, 16:59

Messaggiodi Achille » 09/10/2010, 8:01

Luciano ha scritto:Ancora un tentativo di nascondere una realtà scomoda.
Sono pochissimi i casi in cui un familiare non convivente possa essere soggetto di attenzione; per esempio se si discute di eredità.
Esatto, e questo riguarda anche i rapporti genitori/figli:

«Dopo un discorso udito a un’assemblea di circoscrizione, un fratello e sua sorella capirono che dovevano cambiare il modo in cui trattavano la madre, che viveva altrove e che era stata disassociata sei anni prima. Subito dopo l’assemblea l’uomo chiamò la madre e, dopo averle assicurato che le volevano bene, le spiegò che non le avrebbero più parlato se non per questioni familiari importanti» (km 8/02).
«Anche se eventuali questioni di famiglia richiedessero qualche contatto, è certo che questi contatti dovrebbero essere mantenuti al minimo» (W 15/4/1988).

Se questa è morbidezza, chissà com'è la durezza...
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 13343
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi MoonRose » 09/10/2010, 8:12

Achille Lorenzi ha scritto:
Se questa è morbidezza, chissà com'è la durezza...


Beh Einstein la chiamava relatività. Un coltello è un'arma meno pericolosa del bazooka. E parlare ai familiari solo se costretti è morbidezza in confronto a non parlargli affatto. O no? :conf: :conf: :conf:

Il fatto è che si continua a cavillare pur di non ammettere che c'è una violazione di diritti umani fondamentali! Per non ammettere che si obbligano le persone a strapparsi il sangue dalle vene e il cuore dal petto pur di non trasgredire al comando di emarginare i dissidenti. E' violenza psicologica, e anche se io continuo ad affermare che uno può sempre scegliere di non obbedire, in realtà la scelta è terribile: perdi uno solo dei tuoi familiari, o perdi tutti gli altri? E' disumano, e non esistono scuse, ne puntualizzazioni che tengano.
Immagine

Omnia Vincit Amor
(L'Amore vince su tutto)

"Voglio cambiare il mondo", disse la ragazzina.
Il professore rise. "E come penseresti di fare a cambiarlo?"
"Con l'Amore", disse lei sorridendo.
Avatar utente
MoonRose
Utente Junior
 
Messaggi: 555
Iscritto il: 05/10/2010, 8:19

Messaggiodi JackieWhite » 09/10/2010, 12:01

Come al solito si FRAINTENDE. Forse volutamente? :inca:

Ho citato il caso dei rapporti di lavoro per rispondere a Lucio quando ha detto "Come mai non ti salutano, ma per lavoro sì?".

E ho citato quella TG per spiegare questa distinzione.

Poi è venuto Achille e come al solito, la questione è CAMBIATA e c'è chi si è messo a parlare contro come se io volessi fare l'avvocato di qualcuno.

Come al solito si interviene senza leggere tutto il contesto e si prendono fischi per fiaschi. E poi guai se dico una parola io per difendermi.

JackieWhite ha scritto:
Lucio ha scritto:LUCIO: E permettemi di ridere all'espressione "per lavoro è concesso": è un'altra prova dell'ipocrisia della cosa. E lo so che deriva dal fatto che il trattare l'ex come un "esattore di tasse" prevedeva che con l'esattore ci parlavi al momento dell'esazione, ma fa sorridere. Una persona che incontrata per strada mi eviterebbe, prende la cornetta per riscuotere la sua parcella.

JACKIEWHITE: Per quanto riguarda il lavoro la cosa è più morbida, e questo è ufficiale.
"Potrebbe essere necessario discutere con lui su questioni di lavoro o stare a contatto con lui sul posto di lavoro, ma le conversazioni spirituali e i rapporti d’amicizia sarebbero cose del passato" (TG82, 1/1)




Ora gradirei che la discussione tornasse sui suoi binari, perché è deragliata notevolmente.
LOVE is everything
JackieWhite
Nuovo Utente
 
Messaggi: 326
Iscritto il: 07/08/2010, 18:53

Messaggiodi Lucio » 09/10/2010, 13:26

JackieWhite ha scritto:Come al solito si FRAINTENDE. Forse volutamente? :inca:

Non c'è bisogno che ti inca... a volte la vis polemica prende un po' tutti. E cmq sai, queste regole sui familiari non sotto lo stesso tetto non è che siano proprio caramelle, per cui può darsi che uno si faccia prendere nel parlarne. Comunque si è partito tutto dalla mia digressione sul Tdg fornitore dell'ex-Tdg.

JackieWhite ha scritto:Ora gradirei che la discussione tornasse sui suoi binari, perché è deragliata notevolmente.


Torniamo a parlare di dialogo tra Tdg veri ed ex-Tdg? Allora basta ripetere la parola ASSENTE. Schematizziamo per chi si collegasse ora:

Dialogo tra Tdg ed ex-Tdg:
Questioni dottrinali: ASSENTE
Questioni quotidiane: ASSENTE
Questioni personali: ASSENTE
Tra famigliari sotto lo stesso tetto: PRESENTE
Tra famigliari non sotto lo stesso tetto: ASSENTE se non per questioni importanti

Fuori concorso: dialogo tra Tdg-birichini ed ex-Tdg
Questioni dottrinali: PRESENTE MA OCCHIO A NON FARSI BECCARE
Questioni quotidiane: PRESENTE MA OCCHIO A NON FARSI BECCARE
Questioni personali: PRESENTE MA OCCHIO A NON FARSI BECCARE
Tra famigliari sotto lo stesso tetto: PRESENTE
Fra familiari sotto lo stesso tetto per questioni dottrinali e spirituali: ASSENTE
Tra famigliari non sotto lo stesso tetto: PRESENTE MA OCCHIO A NON FARSI BECCARE

modificato daa Luciano come d'accordo
Lucio
Utente Senior
 
Messaggi: 1746
Iscritto il: 05/07/2010, 20:43

Messaggiodi Luciano » 09/10/2010, 13:42

Lucio aggiungi:
Fra familiari sotto lo stesso tetto per questioni dottrinali e spirituali: ASSENTE
se acconsenti lo aggiugo io nel tuo post
Avatar utente
Luciano
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3393
Iscritto il: 25/08/2009, 16:59

Messaggiodi JackieWhite » 09/10/2010, 14:11

Lucio ha scritto:Non c'è bisogno che ti inca... a volte la vis polemica prende un po' tutti.

Un po' troppo facilmente e frequentemente e sempre verso la stessa persona.


Lucio ha scritto:
JackieWhite ha scritto:Ora gradirei che la discussione tornasse sui suoi binari, perché è deragliata notevolmente.


Torniamo a parlare di dialogo tra Tdg veri ed ex-Tdg? Allora basta ripetere la parola ASSENTE. Schematizziamo per chi si collegasse ora:

Dialogo tra Tdg ed ex-Tdg:
Questioni dottrinali: ASSENTE
Questioni quotidiane: ASSENTE
Questioni personali: ASSENTE
Tra famigliari sotto lo stesso tetto: PRESENTE
Tra famigliari non sotto lo stesso tetto: ASSENTE se non per questioni importanti

Fuori concorso: dialogo tra Tdg-birichini ed ex-Tdg
Questioni dottrinali: PRESENTE MA OCCHIO A NON FARSI BECCARE
Questioni quotidiane: PRESENTE MA OCCHIO A NON FARSI BECCARE
Questioni personali: PRESENTE MA OCCHIO A NON FARSI BECCARE
Tra famigliari sotto lo stesso tetto: PRESENTE
Tra famigliari non sotto lo stesso tetto: PRESENTE MA OCCHIO A NON FARSI BECCARE

Non è di questo che stavamo parlando. Bensì di ipotesi sulla caduta dell'ostracismo.
Ultima modifica di JackieWhite il 09/10/2010, 14:15, modificato 4 volte in totale.
LOVE is everything
JackieWhite
Nuovo Utente
 
Messaggi: 326
Iscritto il: 07/08/2010, 18:53

Messaggiodi JackieWhite » 09/10/2010, 14:12

Luciano ha scritto:Lucio aggiungi:
Fra familiari sotto lo stesso tetto per questioni dottrinali e spirituali: ASSENTE
se acconsenti lo aggiugo io nel tuo post

Ecco, tu per esempio continui ad avere il dente avvelenato verso di me, criticando in modo provocatorio la WTS pensando di colpire me. Auguri.
LOVE is everything
JackieWhite
Nuovo Utente
 
Messaggi: 326
Iscritto il: 07/08/2010, 18:53

Messaggiodi Achille » 09/10/2010, 14:25

JackieWhite ha scritto:Come al solito si FRAINTENDE. Forse volutamente? :inca:

...Poi è venuto Achille e come al solito, la questione è CAMBIATA ...

Come al solito si interviene senza leggere tutto il contesto e si prendono fischi per fiaschi.
Come al solito invece tu te la prendi con tutti i foristi, che, come al solito, sarebbero subito pronti a fraintendere (volutamente?) e a cercare di polemizzare con te senza motivo.
Visto che parli di contesto, il mio intervento è stato necessario proprio per una questione di contesto, dato che tu hai omesso di citare una frase dell'articolo sui rapporti di lavoro che possono esistere con gli ex membri, parte assolutamente necessaria per comprendere che tale "concessione" non è la regola e che, non appena possibile, i TdG troncano qualsiasi contatto non assolutamente necessario con gli ex membri.
Per cui non c'è nessuna morbidezza o concessione: è solo una questione di obblighi legali e contrattuali.
Per allargare il discorso ad altri campi, un padrone di casa TdG, non appena potrà sfrattare l'ex TdG "impenitente", lo farà.
Fino a che però sarà obbligato da motivi legali/contrattuali ad affittare l'alloggio di sua proprietà all'ex membro, potrà riscuotere da lui l'affitto e anche parlare di questioni relative all'alloggio.

Tornando in tema, come ho già osservato, ribadisco che non può esserci alcuna forma di dialogo - inteso come scambio reciproco e costruttivo di idee e di opinioni - con chi aderisca ad un'ideologia totalitaria ed assolutista come quella dei TdG: chi considera solo la propria "setta" depositaria assoluta della Verità religiosa, chi disprezza ed odia chi lascia il culto per dissensi ideologici, chi considera tutto il mondo in mano a Satana e che ritiene che TUTTI debbano cambiare idea per accettare la loro "verità", non sa nemmeno cosa voglia dire la parola "dialogo".
Ed infatti tale parola viene abusata dai "proclamatori" che la usano quando cercano di convincere i loro interlocutori ad ascoltare e ad accettare, in maniera del tutto unilaterale, il loro messaggio.

Achille
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 13343
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi JackieWhite » 09/10/2010, 14:36

Achille Lorenzi ha scritto:Visto che parli di contesto, il mio intervento è stato necessario proprio per una questione di contesto, dato che tu hai omesso di citare una frase dell'articolo sui rapporti di lavoro che possono esistere con gli ex membri, parte assolutamente necessaria per comprendere che tale "concessione" non è la regola e che, non appena possibile, i TdG troncano qualsiasi contatto non assolutamente necessario con gli ex membri.
Per cui non c'è nessuna morbidezza o concessione: è solo una questione di obblighi legali e contrattuali.
Per allargare il discorso ad altri campi, un padrone di casa TdG, non appena potrà sfrattare l'ex TdG "impenitente", lo farà.
Fino a che però sarà obbligato da motivi legali/contrattuali ad affittare l'alloggio di sua proprietà all'ex membro, potrà riscuotere da lui l'affitto e anche parlare di questioni relative all'alloggio.

APPUNTO: Ecco la questione.
Lucio ha detto "Non possono parlare con gli ex, ma per motivi di LAVORO lo fanno!"

E io ho risposto "Sì, poiché per motivi lavorativi può succedere" ed ho citato una TG.

E' tutta lì la questione.
LOVE is everything
JackieWhite
Nuovo Utente
 
Messaggi: 326
Iscritto il: 07/08/2010, 18:53

Messaggiodi JackieWhite » 09/10/2010, 14:54

Achille Lorenzi ha scritto:
Tornando in tema, come ho già osservato, ribadisco che non può esserci alcuna forma di dialogo - inteso come scambio reciproco e costruttivo di idee e di opinioni - con chi aderisca ad un'ideologia totalitaria ed assolutista come quella dei TdG: chi considera solo la propria "setta" depositaria assoluta della Verità religiosa, chi disprezza ed odia chi lascia il culto per dissensi ideologici, chi considera tutto il mondo in mano a Satana e che ritiene che TUTTI debbano cambiare idea per accettare la loro "verità", non sa nemmeno cosa voglia dire la parola "dialogo".
Ed infatti tale parola viene abusata dai "proclamatori" che la usano quando cercano di convincere i loro interlocutori ad ascoltare e ad accettare, in maniera del tutto unilaterale, il loro messaggio.


Comunque, vorrei sottolineare che il titolo del Thread non l'ho deciso io.
Il "Dialogo" in senso stretto non esiste, per definizione. Ma questa frase è la scoperta dell'acqua calda.

Parlavo di ipotesi relative alla caduta dell'ostracismo, almeno è questo l'ultimo argomento che si affrontava.
LOVE is everything
JackieWhite
Nuovo Utente
 
Messaggi: 326
Iscritto il: 07/08/2010, 18:53

Messaggiodi Achille » 09/10/2010, 14:56

JackieWhite ha scritto:
Non ho capito a chi sia rivolto questo. Se a me, spero che sia uno scherzo... Altrimenti ho veramente parlato a vuoto per 2 mesi.
Il mio messaggio non riguarda eventuali TdG "dissidenti".
L'ideologia geovista, come è noto, non ha spazio per vedute e opinioni diverse da quelle ufficiali, non ammette quindi alcuna forma di dissenso, seppure moderato.
I "dissidenti", se non si pentono e non ritrattano, vengono espulsi.

Un TdG "dissidente" in questo forum non rappresenta quindi l'ideologia.
JackieWhite sa benissimo che la sua presenza in un forum come questo, se conosciuta, porterebbe alla sua espulsione.
Io quando parlo di dialogo impossibile mi riferisco quindi ai TdG "ortodossi", cioè a coloro che seguono le direttive del culto.
L'ho precisato anche in un altro mio messaggio nella discussione in oggetto, messaggio che trascrivo nuovamente:

«Questo thread mi ha fatto venire in mente una discussione del vecchio forum, dove sottolineavo l'impossibilità di instaurare un vero dialogo con i TdG:

http://freeforumzone.leonardo.it/discus ... dd=6861666

Ribadisco questo concetto.
Non si può dialogare con chi aderisce ad una simile ideologia totalitaria e assolutista.
Ogni tentativo di dialogo e confronto con i "TdG convinti" si rivelerà una perdita di tempo.
Qualcuno ha detto che si dimostra più carità cristiana nel chiudere educatamente la porta di fronte ai propagandisti di tale credo, piuttosto che cercare di discutere e di dimostrare loro che si stanno sbagliando.
Sono d'accordo.

Achille»
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 13343
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi JackieWhite » 09/10/2010, 14:59

Achille Lorenzi ha scritto:Ribadisco questo concetto.
Non si può dialogare con chi aderisce ad una simile ideologia totalitaria e assolutista.
Ogni tentativo di dialogo e confronto con i "TdG convinti" si rivelerà una perdita di tempo.

Appunto, con i "TdG convinti". Ma questa categoria, agisce esclusivamente in funzione dei cambi di intendimento.
Sappiamo tuttavia che esiste un'altra categoria, quelli "meno ortodossi".

Riguardo alla prima categoria, per sussistere un dialogo di qualche tipo dovrebbe solo cadere l'ostracismo.
Non parliamo necessariamente di dialogo "ecumenico", ma di dialogo in senso lato che non preveda le barriere.
LOVE is everything
JackieWhite
Nuovo Utente
 
Messaggi: 326
Iscritto il: 07/08/2010, 18:53

Messaggiodi Achille » 09/10/2010, 15:02

JackieWhite ha scritto:E io ho risposto "Sì, poiché per motivi lavorativi può succedere" ed ho citato una TG.

E' tutta lì la questione.
E l'hai però citata in maniera parziale, omettendo la frase precedente che faceva capire come tale "morbidezza" fosse dovuta ad una costrizione legale/contrattuale.
Ho voluto quindi precisare che nemmeno in tali situazioni si può parlare di maggiore "morbidezza".
E' tutta lì la questione.

Achille
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 13343
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi JackieWhite » 09/10/2010, 15:10

Achille Lorenzi ha scritto:
JackieWhite ha scritto:E io ho risposto "Sì, poiché per motivi lavorativi può succedere" ed ho citato una TG.

E' tutta lì la questione.
E l'hai però citata in maniera parziale, omettendo la frase precedente che faceva capire come tale "morbidezza" fosse dovuta ad una costrizione legale/contrattuale.
Ho voluto quindi precisare che nemmeno in tali situazioni si può parlare di maggiore "morbidezza".
E' tutta lì la questione.

Achille

Non è morbidezza nel senso di "diminuzione della cosa", ma sono sì eccezioni, stavo rispondendo a Lucio sulla questione del lavoro.

Altri sono intervenuti polemizzando sul fantomatico discorso che io stessi "cercando di nascondere o minimizzare la realtà dell'ostracismo".
LOVE is everything
JackieWhite
Nuovo Utente
 
Messaggi: 326
Iscritto il: 07/08/2010, 18:53

Messaggiodi Achille » 10/10/2010, 7:46

JackieWhite ha scritto:Sappiamo tuttavia che esiste un'altra categoria, quelli "meno ortodossi".
Mi piacerebbe sapere dove si trova questa "categoria".
Per quello che mi riguarda, io nella vita reale ho incontrato solo TdG che si comportano come dice la WTS, a partire dai miei parenti TdG che, da che sono uscito, hanno troncato i rapporti con me. E non c'è nulla che possa indurli a cambiare atteggiamento e ad avere un comportamento più umano e ragionevole.
L'unico modo per far sì che cambi qualcosa sarebbe quello di farsi riassociare.
E stiamo parlando di parenti e familiari, cioè di persone con cui si hanno dei legami maggiori che con il resto della "fratellanza".
Di fronte a tale condanna a morte sociale, a questa separazione senza fine, dettata dall'aderenza ad un culto, sentir parlare di dialogo, di comprensione e di tolleranza (da parte degli ex) nei confronti dei TdG, suona, a dir poco, come una presa in giro...
Le vittime devono avere comprensione per i carnefici, devono cercare di capirli e di dialogare con loro, anziché lamentarsi.
E, se proprio si devono lamentare, devono farlo con pacatezza e cortesia, per non offendere i carnefici...

Achille
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 13343
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Luciano » 10/10/2010, 8:14

JackieWhite ha scritto:
Luciano ha scritto:Lucio aggiungi:
Fra familiari sotto lo stesso tetto per questioni dottrinali e spirituali: ASSENTE
se acconsenti lo aggiugo io nel tuo post

Ecco, tu per esempio continui ad avere il dente avvelenato verso di me, criticando in modo provocatorio la WTS pensando di colpire me. Auguri.


Lucio ha fatto un elenco dimenticando un elemento della lista.
Quell'elemento è assolutamente veritiero, posso citare la tg dove si fa quella affermazione;
Ho semplicemente ricordato a Lucio l'elemento; non ho fatto riferimento a te nè ti ho pensato.
Questo è un 3d pubblico e possono partecipare tutti; me compreso.
La tua risposta quindi è infondata e nessuna provocazione se non la tua.
Buongiorno
Avatar utente
Luciano
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3393
Iscritto il: 25/08/2009, 16:59

Messaggiodi sconvolta » 10/10/2010, 9:21

Achille Lorenzi ha scritto:
JackieWhite ha scritto:E io ho risposto "Sì, poiché per motivi lavorativi può succedere" ed ho citato una TG.

E' tutta lì la questione.
E l'hai però citata in maniera parziale, omettendo la frase precedente che faceva capire come tale "morbidezza" fosse dovuta ad una costrizione legale/contrattuale.
Ho voluto quindi precisare che nemmeno in tali situazioni si può parlare di maggiore "morbidezza".
E' tutta lì la questione.

Achille
A questo proposito voglio raccontare un'esperienza vissuta da vicino:"pochi anni fa,un fratello nel servizio continuo è stato "ingiustamente" disassociato (non posso dire altro);ebbene,avendo figli a carico,lavorava con alcuni fratelli,che ,prontamente,nel giro di pochi giorni,lo hanno buttato in mezzo alla strada,con moglie e figlio a carico;lo hanno rovinato e distrutto sia emotivamente che fisicamente,perchè non più giovane e con decenni di servizio continuo sulle spalle è un vero sconvolgimento della vita!Meno male che ,conoscendo la situazione, pochi fratelli tra cui io e mio marito ,gli siamo stati vicini e lo abbiamo aiutato nonostante fosse disassociato,ma lo abbiamo dovuto fare di nascosto!!!!!!!!!Ma vi rendete conto che ,se non ci fossimo stati quei pochi,cosa avrebbe potuto fare questo fratello????????????'Sono situazioni dolorosissime e gravissime, ed è proprio da questa situazione che io ho incominciato ad "aprire gli occhi".Vergogna per gli insegnamenti della Torre di guardia!!!!!!!!!!! Far buttare in mezzo a una strada un padre di famiglia, dopo che ti ha dato gli anni migliori della sua vita mettendosi a disposizione della "società",dopo averlo spremuto come un limone, e quando ormai uscendo nel mondo è troppo tardi per tutto !Questo,insieme ad altro ,mi ha letteralmente SCONVOLTA! :senzaparole: :senzaparole: :senzaparole:
I principi di Brooklyn non possiedono la verità:questa è la causa reale che li ha costretti, e li costringe anche ora,a ritrattare continuamente ciò che hanno proclamato ieri o decine di anni addietro,come verità biblica e divina. (Gunther Pape)
Presentazione
Avatar utente
sconvolta
Utente Senior
 
Messaggi: 1718
Iscritto il: 07/07/2010, 22:50

Messaggiodi JackieWhite » 10/10/2010, 10:08

Luciano ha scritto:
JackieWhite ha scritto:
Luciano ha scritto:Lucio aggiungi:
Fra familiari sotto lo stesso tetto per questioni dottrinali e spirituali: ASSENTE
se acconsenti lo aggiugo io nel tuo post

Ecco, tu per esempio continui ad avere il dente avvelenato verso di me, criticando in modo provocatorio la WTS pensando di colpire me. Auguri.


Lucio ha fatto un elenco dimenticando un elemento della lista.
Quell'elemento è assolutamente veritiero, posso citare la tg dove si fa quella affermazione;
Ho semplicemente ricordato a Lucio l'elemento; non ho fatto riferimento a te nè ti ho pensato.
Questo è un 3d pubblico e possono partecipare tutti; me compreso.
La tua risposta quindi è infondata e nessuna provocazione se non la tua.
Buongiorno

Non mi interessa se veritiero o no, i modi in cui ti poni (anche in passato) sono tutto un programma, non venirmi a dire che sono un visionario perché sai bene che non è così.
LOVE is everything
JackieWhite
Nuovo Utente
 
Messaggi: 326
Iscritto il: 07/08/2010, 18:53

Messaggiodi JackieWhite » 10/10/2010, 10:45

Achille Lorenzi ha scritto:
JackieWhite ha scritto:Sappiamo tuttavia che esiste un'altra categoria, quelli "meno ortodossi".
Mi piacerebbe sapere dove si trova questa "categoria".

"Dove"? Tra i dissidenti, è fondamentalmente questo che vuol dire "meno ortodossi".

Achille Lorenzi ha scritto:Le vittime devono avere comprensione per i carnefici, devono cercare di capirli e di dialogare con loro, anziché lamentarsi.
E, se proprio si devono lamentare, devono farlo con pacatezza e cortesia, per non offendere i carnefici...

Questa scimmiottatura di mie frasi la ritengo un'ironia fuori luogo verso chi cerca di esser pacifico, se si preferisce urlare di dolore tutto il tempo e "offendere i carnefici" almeno lo si ammetta, senza sbranare chiunque la pensi diversamente, poiché a diverse persone basta davvero una virgola per scattare e lo abbiamo visto finora.
Se la gente vuole fare la guerra non sarò certo io ad impedirlo, ma è mio sacrosanto diritto dissentire senza esser lapidato dalla folla.

Mi sembra chiaro che questa discussione ha fatto il suo tempo, abbiamo capito che "i tdG non dialogano con gli ex" (scoperta dell'acqua calda), e che se si presentasse l'opportunità, gli ex non l'accetterebbero.
Questo è spiacevole, perché mentre i tdG sono costretti in tal direzione, gli esterni non lo sono.

Non ho mai giudicato nessuno, prego di fare lo stesso.
LOVE is everything
JackieWhite
Nuovo Utente
 
Messaggi: 326
Iscritto il: 07/08/2010, 18:53

Messaggiodi mancagraziella » 10/10/2010, 10:56

Gabriella Prosperi ha scritto:Vedi, JackieWhite, per instaurare un dialogo occorrono molte cose:
innanzitutto l'ascolto dell'altro, il rispetto delle sue convinzioni e la volontà di mettere in discussione le proprie se messi di fronte a un'evidenza.
Naturalmente questi fattori devono essere reciproci.
Ora, se da una parte il culto dei Testimoni demonizza il dialogo con gli ex, anche se si limitasse ad un ''buon giorno'', dimmi come ci si può parlare.
Tu dici:'' qui, nel forum, protetti dall'anonimato, si può instaurare'', ma ti rispondo che anche qui, gli ingredienti cui accennavo sono necessari e aggiungo che, un dialogo dietro il paravento informatico, necessita del sacrificio della propria coscienza, poichè quello che si sostiene in privato, se si è convinti e non ci sono regole ricattatorie, dovrebbe essere espresso sempre.
E ciò, con i Testimoni, non può avvenire.
L'ascolto, il rispetto e la volontà, se sono a senso unico (voluto o obbligato), non portano a nulla.
Gabriella




:quoto100: :quoto100: :quoto100: :quoto100: Grazia :timido:
Avatar utente
mancagraziella
Utente Junior
 
Messaggi: 665
Iscritto il: 18/07/2009, 10:06

Messaggiodi mancagraziella » 10/10/2010, 11:03

JackieWhite ha scritto:
Edmond Dantés ha scritto:Non credevo sarebbe stato così, però abbiamo dato un bello spettacolo a chi si diverte nell'eterna lotta tra tdG ed ex, cosa che io tento di smorzare. Ma nessuna delle due controparti vuole.

Nessuna delle due controparti PUO'.
La prima perchè vincolata da un'interpretazione bislacca della bibbia.
La seconda perchè ostracizzata dalla prima proprio in virtù di quella interpretazione.

Condivido il pensiero di Anna totalmente.
Negli anni di infelice permanenza in questa setta sono stato plurisegnato e disassociato. Tra i tg il dissenso ideologico e l'autonomia di pensiero si pagano. Cari.
A proposito della difficolta' di ragionamento con tg: Sono appena rientrato a casa dopo una cena a casa di parenti tg. (Preciso che sono anch'io un tg, ma in TOTALE disaccordo con i metodi della setta). Si e' parlato di vari argomenti, come accade quando si e' a tavola, tenendoci accuratamente lontani da quelli "sensibili". Fino a quando ho fatto osservare che secondo me nel mondo non c'e' solo male e depravazione. Panico: ma come? E Satana? Le malattie? La corruzione? L'inquinamento? Le scarpe fuori moda? "Ma come fai a non vedere che va tutto a rotoli? Moriremo tutti!!" E Bla, bla, bla... Io volevo solo sostenere che il Bene e' una forza motrice immensa, e il pianeta ne possiede ancora generose quantita', grazie a Dio. Molte persone perbene fanno funzionare le cose, la struttura sociale, le aziende. Nonostante tutto. Comunque, per farla corta, ad un certo punto mio suocero (il prototipo del tg ottuso) in mancanza di argomenti validi a sostegno delle sue opinioni, mi ha augurato di stare male, di ammalarmi e di morire. Non sto scherzando, ne' esagerando. Mi ha augurato tutto questo. Il mio tentativo di parlare di cose belle e positive e' stato inefficace, di fronte al suo permafrost mentale.
C'e' da capirlo: non manca mai di ricevere le settimanali dosi di puro pessimismo che le noiosissime adunanze infondono.
Ci rendiamo conto di che "mostri" produce questa setta? Questa e' gente che domani mettera' la cravattina e andra' in servizio per salvare gli altri, dopo aver ridicolizzato e distrutto se stessi. :cer:

Tu ti trovi in una situazione non molto diversa dalla mia. Ogni volta che provi ad andare un minimo controcorrente, ti trovi additato e criticato. E' perfettamente normale.
Io mi trovo, in quanto a concetto globale, in uno stato di "salviamo il salvabile" ed approfittare del "salvabile" per ottenere altri obiettivi.
Da solo non potrò fare granché, ma ritengo che semplicemente scappare e perdere tutto, non è la mossa più saggia, io punto a costruire qualcosa che abbatta l'ostracismo. E' quello il perno. E nel tempo lo farò, con l'aiuto di chiunque vorrà.

A proposito. :strettamano:

Da una barca ha che ha mille falle cosa salversti ? o ti salvi o affondi con essa ! Grazia :timido:
Avatar utente
mancagraziella
Utente Junior
 
Messaggi: 665
Iscritto il: 18/07/2009, 10:06

Messaggiodi mancagraziella » 10/10/2010, 11:14

francocoladarci ha scritto:Il problema con la WTS è esclusivamente “ L’Ostracismo”, e non mi pare che sia poco, in merito poi alle dottrine esse sono scelte personali, se una persona vuole credere che la terra è piatta ( e ve ne sono che credono in questo) nessuno può impedirglielo, e questo vale per ogni aspetto dottrinale di qualsiasi movimento alternativo.

Che la dottrina della WTS sia campata in aria è cosa risaputa, ma non vedo cosa ci sia da “abbattere”, perché allora vi sarebbero altri culti nella stessa situazione, vedi ad esempio i “Raeliani” o pseudo dottrine come la “New Age” la “Wicca”, il mondo è pieno di varie e strane dottrine, se vogliono aderire ad un credo sono liberi di farlo, ma il tutto nel rispetto della dignità della persona, quando si viola tale rispetto è allora che le dottrine di quel movimento/setta diventano pericolose.

La WTS viola tale rispetto, facendo dell’ostracismo un micidiale mezzo per tenere blindati i suoi adepti, ed è proprio tale violazione che necessita “abbattere”, il resto! è storia.

Franco


Non sono molto d'accordo ,in quanto è vero che l'ostracismo viola la dignità della persona ed è un fatto grave , ma ci anche altri problemi seri come il negare una trasfusione per la cui muoino delle vittime innocenti , e che ne dici delle libertà personali ? Grazia :timido:
Avatar utente
mancagraziella
Utente Junior
 
Messaggi: 665
Iscritto il: 18/07/2009, 10:06

Messaggiodi mancagraziella » 10/10/2010, 11:31

JackieWhite ha scritto:
Lucio ha scritto:
Quando ero piccolo mia mamma mi sgridava quando dicevo che "non potevo" mangiare la torta di compleanno. Ponevano l'accento, lei e gli anziani, che era meglio dicessi che "non volevo" facendo così capire a compagni e maestre che era una decisione mia. Ma questa è solo una mia piccola esperienza personale legata ai miei primi anni di vita, non pretende di essere di insegnamento per nessuno.

Ti dicono di dire "non voglio" anziché "non posso" perché si presuppone che tu ritenessi giusto il tutto. E il "non posso" fa l'effetto di un'imposizione.
Ma questo è un altro discorso, perché la WTS ti dice "cosa fare" e tu, si sottintende, lo ritieni giusto.

Ma se così non fosse, non puoi comportarti diversamente senza subire le simpatiche conseguenze. Quindi non ha senso discriminare tra "non volere" e "non potere".


Io lo chiamerei più ricatto ! se parli con gli extdg ne subirai le conseguenze !Grazia :timido:
Avatar utente
mancagraziella
Utente Junior
 
Messaggi: 665
Iscritto il: 18/07/2009, 10:06

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 10/10/2010, 11:59

JackieWhite ha scritto:Mi sembra chiaro che questa discussione ha fatto il suo tempo, abbiamo capito che "i tdG non dialogano con gli ex" (scoperta dell'acqua calda), e che se si presentasse l'opportunità, gli ex non l'accetterebbero.
Questo è spiacevole, perché mentre i tdG sono costretti in tal direzione, gli esterni non lo sono.

Non è che non accetterebbero l'opportunità di dialogare con i Testimoni qualora fosse consentito, ma se permetti, ci sarebbe una qualche difficoltà nel concedere la propria fiducia a chi ci ha ignorato per molto o poco tempo che sia.
Ci sarebbe sempre una sorta di velo di diffidenza, soprattutto verso i propri famigliari e magari gli amici d'infanzia che, volendo, avrebbero potuto mantenere un contatto.
E non dirmi che oggigiorno i modi non esistono.
Come minimo una domanda, a me che per grazia di Dio ( e del sito di Achille) non sono stata battezzata e non ho parenti nel culto, mi sorgerebbe:
''Ma se fino a ieri era volontà di Geova che io fossi morta per voi, dimostratemi, secondo scrittura, come mai oggi sono resuscitata''
Vedi, le ferite dell'ostracismo non si rimarginano con un abbraccio, ci vuole tempo per rimarginarle, non negherei certo il perdono cercando di comprendere mille e più motivi, non rinnegherei il mio amore così come non l'ho rinnegato quando mi veniva rifiutato, ma nulla sarebbe come prima.
L'unica consolazione sarebbe il sapere che nuove generazioni non conoscerebbero mai l'agonia che l'ostracismo impone e questo mi basterebbe.
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

PrecedenteProssimo

Torna a Forum principale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici