Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Dialogo tra TdG ed ex TdG

In questo spazio si discute di argomenti di vario genere relativi ai Testimoni di Geova e che non sono inclusi nelle altre sezioni

Moderatore: Cogitabonda

Messaggiodi Francesco Franco Coladarci » 10/10/2010, 13:32

Grazia
Non sono molto d'accordo ,in quanto è vero che l'ostracismo viola la dignità della persona ed è un fatto grave , ma ci anche altri problemi seri come il negare una trasfusione per la cui muoino delle vittime innocenti , e che ne dici delle libertà personali ? Grazia


Cara Grazia, hai perfettamente ragione, però a mio intendere, mentre la trasfusione per un adulto potrebbe rientrare nella sua decisione personale (anche se condizionata, mentre per il minore c’è il giudice tutelare) ed i casi sono sporadici, l’ostracismo abbraccia migliaia di persone ed è “pane quotidiano”, quindi a mio avviso è l’ostracismo per primo che va combattuto, poiché viola il diritto alla libertà religiosa senza discriminazione riconosciuto ovunque.
Ciao
Franco
“Al di sopra del Papa, come espressione della pretesa vincolante dell’autorità ecclesiastica, resta comunque la coscienza di ciascuno, che deve essere obbedita prima di ogni altra cosa, se necessario anche contro le richieste dell’autorità ecclesiastica.”
(Cardinal Joseph Ratzinger )

skype: el_condor4
Avatar utente
Francesco Franco Coladarci
Moderatore
 
Messaggi: 3812
Iscritto il: 16/07/2009, 20:24

Messaggiodi MoonRose » 10/10/2010, 13:45

francocoladarci ha scritto:Grazia
Non sono molto d'accordo ,in quanto è vero che l'ostracismo viola la dignità della persona ed è un fatto grave , ma ci anche altri problemi seri come il negare una trasfusione per la cui muoino delle vittime innocenti , e che ne dici delle libertà personali ? Grazia


Cara Grazia, hai perfettamente ragione, però a mio intendere, mentre la trasfusione per un adulto potrebbe rientrare nella sua decisione personale (anche se condizionata, mentre per il minore c’è il giudice tutelare) ed i casi sono sporadici, l’ostracismo abbraccia migliaia di persone ed è “pane quotidiano”, quindi a mio avviso è l’ostracismo per primo che va combattuto, poiché viola il diritto alla libertà religiosa senza discriminazione riconosciuto ovunque.
Ciao
Franco


Diciamo che l'ostracismo più di tutto è ciò che impedisce un sano confronto che risveglierebbe lo spirito critico delle persone. Se puoi parlare con un dissidente, e informarti sulle VERE ragioni della sua fuoriuscita (visto che spesso anche queste informazioni vengono falsate, facendo passare per peccatori impenitenti persone che hanno avuto l'unica "colpa" di pensare con la propria testa), a quel punto puoi valutare quelle ragioni, pesarle, confrontarle, e magari anche accettarle. Quindi puoi mettere in discussione tantissime cose, come il divieto riguardante le trasfusioni, la dottrina, il controllo e le limitazioni della libertà personale.
Immagine

Omnia Vincit Amor
(L'Amore vince su tutto)

"Voglio cambiare il mondo", disse la ragazzina.
Il professore rise. "E come penseresti di fare a cambiarlo?"
"Con l'Amore", disse lei sorridendo.
Avatar utente
MoonRose
Utente Junior
 
Messaggi: 555
Iscritto il: 05/10/2010, 8:19

Messaggiodi JackieWhite » 10/10/2010, 14:45

mancagraziella ha scritto:
JackieWhite ha scritto:
Edmond Dantés ha scritto:Non credevo sarebbe stato così, però abbiamo dato un bello spettacolo a chi si diverte nell'eterna lotta tra tdG ed ex, cosa che io tento di smorzare. Ma nessuna delle due controparti vuole.

Nessuna delle due controparti PUO'.
La prima perchè vincolata da un'interpretazione bislacca della bibbia.
La seconda perchè ostracizzata dalla prima proprio in virtù di quella interpretazione.

Condivido il pensiero di Anna totalmente.
Negli anni di infelice permanenza in questa setta sono stato plurisegnato e disassociato. Tra i tg il dissenso ideologico e l'autonomia di pensiero si pagano. Cari.
A proposito della difficolta' di ragionamento con tg: Sono appena rientrato a casa dopo una cena a casa di parenti tg. (Preciso che sono anch'io un tg, ma in TOTALE disaccordo con i metodi della setta). Si e' parlato di vari argomenti, come accade quando si e' a tavola, tenendoci accuratamente lontani da quelli "sensibili". Fino a quando ho fatto osservare che secondo me nel mondo non c'e' solo male e depravazione. Panico: ma come? E Satana? Le malattie? La corruzione? L'inquinamento? Le scarpe fuori moda? "Ma come fai a non vedere che va tutto a rotoli? Moriremo tutti!!" E Bla, bla, bla... Io volevo solo sostenere che il Bene e' una forza motrice immensa, e il pianeta ne possiede ancora generose quantita', grazie a Dio. Molte persone perbene fanno funzionare le cose, la struttura sociale, le aziende. Nonostante tutto. Comunque, per farla corta, ad un certo punto mio suocero (il prototipo del tg ottuso) in mancanza di argomenti validi a sostegno delle sue opinioni, mi ha augurato di stare male, di ammalarmi e di morire. Non sto scherzando, ne' esagerando. Mi ha augurato tutto questo. Il mio tentativo di parlare di cose belle e positive e' stato inefficace, di fronte al suo permafrost mentale.
C'e' da capirlo: non manca mai di ricevere le settimanali dosi di puro pessimismo che le noiosissime adunanze infondono.
Ci rendiamo conto di che "mostri" produce questa setta? Questa e' gente che domani mettera' la cravattina e andra' in servizio per salvare gli altri, dopo aver ridicolizzato e distrutto se stessi. :cer:

Tu ti trovi in una situazione non molto diversa dalla mia. Ogni volta che provi ad andare un minimo controcorrente, ti trovi additato e criticato. E' perfettamente normale.
Io mi trovo, in quanto a concetto globale, in uno stato di "salviamo il salvabile" ed approfittare del "salvabile" per ottenere altri obiettivi.
Da solo non potrò fare granché, ma ritengo che semplicemente scappare e perdere tutto, non è la mossa più saggia, io punto a costruire qualcosa che abbatta l'ostracismo. E' quello il perno. E nel tempo lo farò, con l'aiuto di chiunque vorrà.

A proposito. :strettamano:

Da una barca ha che ha mille falle cosa salversti ? o ti salvi o affondi con essa ! Grazia :timido:

Perfetto, che bel ragionamento...
Questo è proprio il discorso della WTS riguardo al mondo.

Se hai una visione del tipo "te ne vai e basta" mi dispiace, perché l'indifferentismo non produce niente.
LOVE is everything
JackieWhite
Nuovo Utente
 
Messaggi: 326
Iscritto il: 07/08/2010, 18:53

Messaggiodi Achille » 10/10/2010, 16:09

Gabriella Prosperi ha scritto:... ma nulla sarebbe come prima
Quoto interamente questa tua risposta. e in particolare sottolineo le parole citate.
Nulla potrà più essere come prima. Non si può più credere a parole di amore, affetto e considerazione tra parenti, quando questi parenti, questi membri della tua famiglia, nel nome dell'aderenza a dei precetti farisaici ed inumani, ti hanno trattato per anni come se tu non esistessi.
Chi non ha provato sulla sua pelle cosa significa tutto questo farebbe meglio a tacere.
Eventuali consigli e suggerimenti io li accetto solo da chi condivide in toto questa situazione.

Achille
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 13333
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

PER JACKIE WHITE

Messaggiodi mancagraziella » 10/10/2010, 17:28

Non si tratta di essere indifferenti , l'ostracismo non è il solo problema di questa religione , e noi tutti lo sappiamo bene , ma tu di questa religione salveresti solo l'ostracismo ? cosa significa per te salvare il salvabile ? Grazia :timido:
Avatar utente
mancagraziella
Utente Junior
 
Messaggi: 665
Iscritto il: 18/07/2009, 10:06

Messaggiodi Francesco Franco Coladarci » 10/10/2010, 17:31

Gabriella scrive.
Non è che non accetterebbero l'opportunità di dialogare con i Testimoni qualora fosse consentito, ma se permetti, ci sarebbe una qualche difficoltà nel concedere la propria fiducia a chi ci ha ignorato per molto o poco tempo che sia.
Ci sarebbe sempre una sorta di velo di diffidenza, soprattutto verso i propri famigliari e magari gli amici d'infanzia che, volendo, avrebbero potuto mantenere un contatto.


In effetti hai perfettamente ragione.

Qual’ora la WTS togliesse l’ostracismo, non è che i rapporti tornano nella cristallinità, sappiamo bene che le cose stanno diversamente. Vediamo.
Ora vi sono due tipi di TdG, coloro che “desiderano” veramente salutare, stare in compagnia, parlare, con gli ex TdG, allora cosa fanno?, si guardano intorno, vedono se c’è qualcuno che li possa riconoscere e se il campo è libero, ecco che ti salutano, chiedono come stai, si interessano di te, e questo comportamento è sincero, quando invece ti passano davanti ma insieme a qualche TdG, fanno finta di non vederti, magari cercano d’incrociare il tuo sguardo, come per dire “mi dispiace non posso parlarti”.
Ora con l’ostracismo tolto, queste persone sono sincere nel relazionarsi con chi TdG non lo è più, di queste ci si può fidare.

Vi sono poi TdG, i quali anche se soli ti passano davanti come un bulldozer, non ti guardano neanche se stai in terra, questi sono quelli che agiscono perché convinti che gli ex sono come la peste, da evitare a tutti i costi, questi sono quelli i quali aggiungono il loro carico, come ad esempio” guarda, Tal dei Tali, è tornato al proprio vomito”.
Con l’ostracismo tolto, per questi “cristiani” non è cambiato nulla, per loro sei sempre “un cane il quale è tornato al proprio vomito”, il loro atteggiamento difficilmente cambierà, poiché è radicato nel loro essere, se contatto ci potrà essere sarà solo formale, un secco buongiorno, oppure buonasera.
Di queste ultime persone non si potrà avere fiducia, poiché il loro agire (il saluto o quant’altro) è motivato non dal proprio cuore ma dall’ubbidienza al CD, a meno che, spinti da interessi personali.
Il caso è diverso nell’ambito famigliare (genitori e figli), anche se “inizialmente” i rapporti potranno avere una qualche formalità, ci si accontenterà, poiché il tempo è un buon medico, e prima o poi la voce del sangue e della ragione si faranno sentire.

Franco
“Al di sopra del Papa, come espressione della pretesa vincolante dell’autorità ecclesiastica, resta comunque la coscienza di ciascuno, che deve essere obbedita prima di ogni altra cosa, se necessario anche contro le richieste dell’autorità ecclesiastica.”
(Cardinal Joseph Ratzinger )

skype: el_condor4
Avatar utente
Francesco Franco Coladarci
Moderatore
 
Messaggi: 3812
Iscritto il: 16/07/2009, 20:24

Messaggiodi mancagraziella » 10/10/2010, 17:36

francocoladarci ha scritto:Grazia
Non sono molto d'accordo ,in quanto è vero che l'ostracismo viola la dignità della persona ed è un fatto grave , ma ci anche altri problemi seri come il negare una trasfusione per la cui muoino delle vittime innocenti , e che ne dici delle libertà personali ? Grazia


Cara Grazia, hai perfettamente ragione, però a mio intendere, mentre la trasfusione per un adulto potrebbe rientrare nella sua decisione personale (anche se condizionata, mentre per il minore c’è il giudice tutelare) ed i casi sono sporadici, l’ostracismo abbraccia migliaia di persone ed è “pane quotidiano”, quindi a mio avviso è l’ostracismo per primo che va combattuto, poiché viola il diritto alla libertà religiosa senza discriminazione riconosciuto ovunque.
Ciao
Franco


Non penso che il divieto della trasfusione rientra nella scelta personale , sono imposizioni della società , mi spieghi allora perchè firmare un documento della società , e perchè "loro "stanno dietro le porte degli ospedali ? Quante persone devono ancora morire per questo divieto ? magari poi fra qualche anno dire" ci siamo sbagliati "! è cambiato l' intendimento , cè la luce progressiva .Non cè libertà in questa religione ,in nessuna forma ! Grazia :timido:
Avatar utente
mancagraziella
Utente Junior
 
Messaggi: 665
Iscritto il: 18/07/2009, 10:06

Messaggiodi Lucio » 10/10/2010, 17:50

Arrivo solo ora per impegni della vita reale ma cerco di dare il mio contributo.

@Luciano: aggiungi pure, avevo sottointeso la cosa ma è giusto specificarla.

@Jacky: non è che io o altri ce l'abbiamo su con te come pensi. E' che da centinaia di post su questo 3D e su altri (non ho voglia e tempo di fare link ed elenchi) si vanno dicendo le stesse cose ovvero:

1) che tu vuoi abbattere l'ostracismo e altri aspetti negativi dei Tdg dall'interno, e già hai ricevuto i nostri auguri sinceri di buona fortuna (perchè ne avrai bisogno)

2) che c'è gente che invece di vivere una vita a metà (o potremmo quotare la nuova firma di Gabriella molto adatta alla situazione) tra essere Tdg e mostrare dissenso ha deciso di prendere in mano il proprio futuro e costruirsi la propria vita, forse sbagliando, forse cercando cose che prima gli erano negate e che non daranno le soddisfazioni sperate. Ma non importa: se togliamo il libro arbitrio alle persone è come renderle automi vuoti. E a molti di noi, io incluso, la vita da semi-automa del testimone di Geova andava stretta. Questa gente ha preso la sua decisione, è uscita, e sta subendone TUTTE le conseguenze. E' fuggita? E' stata codarda? Non lo so e non mi frega, mi interessa che si sia riappropriata della sua esistenza, e sta dimostrando ogni giorno agli ex-fratelli che non è finita in un lurido inferno spirituale fatto di sesso, droga, alcool e vizi.

3) c'è altra gente che invece decide di stare con un piede dentro e uno fuori. Inattivo, attivo-dissidente, poco attivo e poco dissidente. Non subisce la pena dell'espulsione e non gode nemmeno dei benefici di libertà che ne derivano. Scelta propria, fa parte della libertà di cui sopra.

Credo poi che se vedi nella replica ad affermazioni che sono tue e tue sole e non condivise dalla maggioranza (magari unite a commenti che accusano il lettore di non capire, non saper leggere, non essere informato ecc..) un attacco personale, ti sbagli.

@All: E questo fantomatico tdg-dissidente-aperto al dialogo per me un po' come gli unicorsi e i draghi... forse esiste, ma sono talmente pochi che non si può pensare di chiamarli "La Resistenza".

Infine per concludere, io e il rancore abitiamo in città separate. Se mia sorella, mia mamma e i miei ex(perdecisioneloro)amici mi dicessero "Lu, abbiamo fatto una gran cavolata con questo ostracismo" non avrei problemi a risalutarli e farci tutto il resto. Anzi credo che sarei così contento che mi basterebbe lo sguardo, non vorrei neanche le scuse ufficiali. Sarei felice per me, per loro e per il futuro. Credo che la poesia INVICTUS di William Ernest Henley sia appropriata al tema:

Dal profondo della notte che mi avvolge,
buia come il pozzo più profondo che va da un polo all'altro,
ringrazio gli dei chiunque essi siano
per l'indomabile anima mia.

Nella feroce morsa delle circostanze
non mi sono tirato indietro né ho gridato per l'angoscia.
Sotto i colpi d'ascia della sorte
il mio capo è sanguinante, ma indomito.

Oltre questo luogo di collera e lacrime
incombe solo l'Orrore delle ombre,
eppure la minaccia degli anni
mi trova, e mi troverà, senza paura.

Non importa quanto sia stretta la porta,
quanto piena di castighi la vita.
Io sono il padrone del mio destino:
io sono il capitano della mia anima.
Lucio
Utente Senior
 
Messaggi: 1746
Iscritto il: 05/07/2010, 20:43

Messaggiodi JackieWhite » 10/10/2010, 23:00

mancagraziella ha scritto:ma tu di questa religione salveresti solo l'ostracismo ?

GASP!


P.S.
Non c'è un'icona con gli occhi da fuori?
LOVE is everything
JackieWhite
Nuovo Utente
 
Messaggi: 326
Iscritto il: 07/08/2010, 18:53

Messaggiodi JackieWhite » 10/10/2010, 23:10

Lucio ha scritto:@All: E questo fantomatico tdg-dissidente-aperto al dialogo per me un po' come gli unicorsi e i draghi... forse esiste, ma sono talmente pochi che non si può pensare di chiamarli "La Resistenza".

Ma guarda che la conscious class è piuttosto ampia. Solo che è frammentata.


Per il resto siamo al punto di partenza, c'è prevenzione su molti punti. Ho già chiarito come la penso, sono disposto a parlare con tutti ma non quando mi si bersaglia.
E si dice continuamente "non l'hai vissuto sulla tua pelle eccetera eccetera", come se l'idea di perdere i pochi amici che ho ed una potenziale comunità intercontinentale non fosse già estenuante. L'ostracismo si pregusta benissimo, e mi sono preso un impegno a lungo termine che va oltre la semplice fuga. Me lo sono imposto per obiettivi più complessi. La conscious class deve compattarsi ed agire in blocco, è così che farà qualcosa.
LOVE is everything
JackieWhite
Nuovo Utente
 
Messaggi: 326
Iscritto il: 07/08/2010, 18:53

Messaggiodi mancagraziella » 11/10/2010, 6:35

JackieWhite ha scritto:
mancagraziella ha scritto:ma tu di questa religione salveresti solo l'ostracismo ?

GASP!


P.S.
Non c'è un'icona con gli occhi da fuori?



ti prego di scusarmi ! ma ho sbagliato nel trascrivere , era inteso anche il non .Scusami ancora .Grazia :timido:
Avatar utente
mancagraziella
Utente Junior
 
Messaggi: 665
Iscritto il: 18/07/2009, 10:06

Messaggiodi Lucio » 11/10/2010, 12:47

JackieWhite ha scritto:
Lucio ha scritto:@All: E questo fantomatico tdg-dissidente-aperto al dialogo per me un po' come gli unicorsi e i draghi... forse esiste, ma sono talmente pochi che non si può pensare di chiamarli "La Resistenza".

Ma guarda che la conscious class è piuttosto ampia. Solo che è frammentata.

Frammentata ed esigua... non so in che zona d'Italia vivi (o se lo hai scritto non lo ricordo) ma ti parlo del bresciano-bergamasco che conosco abbastanza bene. Dissenso serpeggiante non ne vedo, anche perchè dopo tante angherie gli espulsi preferiscono farsi la loro vita e cancellare i residui del geovismo o piegare le orecchie e tornare per riabbracciare i parenti.
Moti insurrezionali non ne vedo, e se ci sono o sono ben nascosti o sono come "polvere sulla bilancia".
Comunque buona fortuna per la tua conscious class.
Lucio
Utente Senior
 
Messaggi: 1746
Iscritto il: 05/07/2010, 20:43

Messaggiodi JackieWhite » 11/10/2010, 19:42

Lucio ha scritto:Frammentata ed esigua...

Non è esigua, soltanto frammentata.
Se gli elementi totalitari cadessero, allora si che la noteresti. E poi non parlo soltanto dell'Italia, è un discorso globale.

Moti insurrezionali non ne vedo, e se ci sono o sono ben nascosti o sono come "polvere sulla bilancia".

Devi guardare più in grande, non limitarti a quello che conosci di persona.

Comunque buona fortuna per la tua conscious class.

E per la tua indifferenza. Se non hai il minimo della volontà, soffrirai e non cambierai niente.
LOVE is everything
JackieWhite
Nuovo Utente
 
Messaggi: 326
Iscritto il: 07/08/2010, 18:53

Messaggiodi Achille » 11/10/2010, 19:57

JackieWhite ha scritto:E per la tua indifferenza. Se non hai il minimo della volontà, soffrirai e non cambierai niente.
Tu ti lamenti perché saresti continuamente attaccato e criticato. Però tu non ti astieni affatto dal criticare le persone.
Come qui, dove menzioni la presunta indifferenza del tuo interlocutore, dicendo anche che manca della benché minima volontà di cambiare le cose.
Se continui a "giudicare" in questo modo, inevitabilmente sarai a tua volta giudicato.
Ti invito quindi ad attenerti agli argomenti, evitando di indirizzare i tuoi commenti/critiche alle persone.

Achille/mod
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 13333
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Lucio » 11/10/2010, 20:22

JackieWhite ha scritto:
Lucio ha scritto:Frammentata ed esigua...

Non è esigua, soltanto frammentata.
Se gli elementi totalitari cadessero, allora si che la noteresti. E poi non parlo soltanto dell'Italia, è un discorso globale.


A Roma hanno ranzato un importante membro del comitato di filiale per le sue idee. Non ho visto insurrezioni, solo mormorii e accuse sussurrate sottovoce. Ho visto anziani di fama uscire da comitati azzerati, ho visto mio padre dall'altare alla polvere in 2 dico DUE sere. Stavolta te lo dico io, non parlare di cose che non sai, non darmi del provinciale: non stai parlando di miliziani, di militanti politici o di tifosi sportivi, stai parlando di gente con i problemi normali delle famiglie normali che è felice quando il CO gli dice "Oggi esci con me". Stai parlando di persone mediamente umili che hanno una memoria storica molto breve. Stai parlando di gente che in una settimana dimentica che il dissociato del giorno è l'anziano che ha sputato sangue per decenni per tirare in piedi la congregazione. Ho visto anziani, sorveglianti di città e membri del comitato di costruzione essere rimossi dopo decenni di incarichi di livello ed essere trattati come il più umile neo-battezzato. Certo mi conforterebbe sapere che tu abbia una rete di contatti tali da conoscere gente in grado di minare il sistema.

JackieWhite ha scritto:
Comunque buona fortuna per la tua conscious class.

E per la tua indifferenza. Se non hai il minimo della volontà, soffrirai e non cambierai niente.


Mi sembra superfluo controbattere a tono, scivolerei sulla banana che mi hai messo davanti. Io ho già cambiato molto, mi sono ripreso la mia vita, ho imparato a viverla senza dovermi sentire in colpa, ho sconfitto lo spettro del dover rendere conto agli altri qualunque cosa facessi Sto dimostrando ai miei familiari, testimoni e non testimoni, che sono la stessa persona di prima, anzi forse più serena ed equilibrata. Come già ti dissi altrove in un post non puoi obbligare tutti ad essere eroi. Io non sono un eroe come te forse, mi accontento di poco.
Ma quel poco che ho mi permette di vivere una vita alla luce del sole, senza sotterfugi e menzogne e finzioni. Ho scritto almeno 3 volte la lettera di dissociazione, e al momento di consegnarla al SP sentirsi dire "Ti stavamo per raccomandare come anziano, ci hai deluso" è stata una delle violenze più grandi che ho subito. Più tutto il resto in casa, che evito di citare. Se per te non è volontà questa non so, di sicuro non è codardia.
Perchè quando vado a dormire alla sera non devo pensare se oggi nel predicare nel campo forse ho diffuso qualche messaggio che so essere falso, non devo cancellare la cronologia del mio pc per evitare che venga scoperto un sito "apostata", e non devo vivere di rimpianti perchè ho sempre desiderato indossare la pettorina in una mezza maratona ma non ho mai potuto farlo perchè è una cosa da mondo di Satana.
Ognuno sceglie come vivere, e ognuno è libero di far vivere gli altri come vogliono.
Lucio
Utente Senior
 
Messaggi: 1746
Iscritto il: 05/07/2010, 20:43

Messaggiodi JackieWhite » 11/10/2010, 20:42

Lucio ha scritto:
JackieWhite ha scritto:
Comunque buona fortuna per la tua conscious class.

E per la tua indifferenza. Se non hai il minimo della volontà, soffrirai e non cambierai niente.


Mi sembra superfluo controbattere a tono

Il tuo "buona fortuna per la tua conscious class" appariva sarcastico, ti ripeto, non si può sminuire la questione della "classe cosciente" perché quella è un punto centrale.
Anche questa frase: "Io non sono un eroe come te forse, mi accontento di poco" appare sarcastica.

Non sono un eroe ma se devo fare qualcosa, partecipare a qualcosa di grosso, spero che tu sia dalla parte di quelli che possono dare un contributo e non ti accontenti della semplice fuga. E così anche tutti quelli che come me non si accontentano di scappare lasciando tutta la propria parentela, le amicizie, e tutta la vita passata dietro le spalle senza tentare di cambiarlo.
LOVE is everything
JackieWhite
Nuovo Utente
 
Messaggi: 326
Iscritto il: 07/08/2010, 18:53

per achille

Messaggiodi Fiore d'oriente » 11/10/2010, 20:44

[quote="Lucio"]

Infine per concludere, io e il rancore abitiamo in città separate. Se mia sorella, mia mamma e i miei ex(perdecisioneloro)amici mi dicessero "Lu, abbiamo fatto una gran cavolata con questo ostracismo" non avrei problemi a risalutarli e farci tutto il resto. Anzi credo che sarei così contento che mi basterebbe lo sguardo, non vorrei neanche le scuse ufficiali. Sarei felice per me, per loro e per il futuro.
la mia esperienza..........
io per 2anni ho fatto ostracismo a mio fratello,
per lealta' a geova,per riportarlo dentro,
perchè in passato dato che parlavo a un ex sorella che aveva
un bimbo in fin di vita,gli anziani dissero che mi avrebbero disassociato
se non smettevo,nemmeno quando a mio fratello è morto
un figlio sono andata al funerale,e se lo consolavo,sempre dicendogli di tornare dentro,
ma soffrivo tantissimo.quando ho scoperto la verità,
l'ho chiamato subito,lui è venuto,l'ho abbracciato forte forte e piangendo gli ho chiesto perdono
lui mi ha detto che non èra arrabbiato con me,ma aveva capito,e difeso con mia cognata,
nonostante il suo perdono io mi sento sempre in colpa nei suoi confronti,
sono io a non perdonarmi per come ho agito con lui
anche mia cognata col tempo mi ha perdonato.
ho telefonato,anche alla ex sorella a cui e' morto il bimbo e le ho chiesto perdono,le ho detto che mi avevano ricattato
anche lei mi ha perdonato,quando è venuta dalle mie parti ci siamo incontrate in un autogril,ci siamo parlate e tra le sue braccia ho
ho pianto. <vera la frase l'amore vince su tutto> quando sarò disassociata toccherà a me subire l'ostracismo,si una volta sono stata carnefice dopo sarò vittima.
caro achille voglio sapere cosa pensi di me,dimmi la verità :ciao:
Tieni il viso rivolto al sole e non vedrai le ombre. (Helen Keller)

Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=4451&p=58599#p58599
Avatar utente
Fiore d'oriente
Utente Junior
 
Messaggi: 936
Iscritto il: 29/08/2010, 13:38

Messaggiodi Lucio » 11/10/2010, 20:52

[quote="JackieWhite"
Il tuo "buona fortuna per la tua conscious class" appariva sarcastico, ti ripeto, non si può sminuire la questione della "classe cosciente" perché quella è un punto centrale.
Anche questa frase: "Io non sono un eroe come te forse, mi accontento di poco" appare sarcastica.

Non sono un eroe ma se devo fare qualcosa, partecipare a qualcosa di grosso, spero che tu sia dalla parte di quelli che possono dare un contributo e non ti accontenti della semplice fuga. E così anche tutti quelli che come me non si accontentano di scappare lasciando tutta la propria parentela, le amicizie, e tutta la vita passata dietro le spalle senza tentare di cambiarlo.[/quote]

Qualcosa di grosso? A volte mi vengono i dubbi che tu stia davvero in una congregazione Tdg e non in un film dell'era pre-caduta del muro di Berlino!

Non era sarcastico, era un augurio vero. Ed è vero che mi accontento di poco, te l'ho dimostrato. La citazione dell'eroe ricordo che era inserita in un altro 3D in cui ti facevo notare che non tutti sono eroi sotto questo punto di vista: fare gli infiltrati (e parlo per quelli veri tipo agenti sotto copertura) richiede sforzo e spesso rende la vita dell'infilitrato in bilico tra il bene che vuole che prevalga e il male che dovrebbe sconfiggere.

Io non ho lasciato le amicizie, sono loro che hanno lasciato me. Se per loro la mia amicizia valeva meno di un comando di 10 vecchietti, bhe, sono contento di averli persi.
Idem per i familiari: se per mia sorella la presenza di suo fratello al matrimonio era meno importante che quella della congregazione, buon per lei. Ha mostrato la sincerità dei suoi sentimenti e l'approvazione di chi le interessava avere. Ora, dopo averlo metabolizzato, non ho problemi a dirlo.

Ma quando mi rado la mattina, ho la coscienza pulita e non temo la psicopolizia teocratica.
Lucio
Utente Senior
 
Messaggi: 1746
Iscritto il: 05/07/2010, 20:43

Messaggiodi JackieWhite » 11/10/2010, 21:01

Lucio ha scritto:Io non ho lasciato le amicizie, sono loro che hanno lasciato me. Se per loro la mia amicizia valeva meno di un comando di 10 vecchietti, bhe, sono contento di averli persi.

E' proprio questo che non condivido.

Se tu fossi stato educato da fondamentalisti orientali, probabilmente ora ti staresti lanciando con un velivolo su una portaerei nemica per andare in paradiso qualche secondo dopo.
Amico, quando si parla di fede religiosa (o forti posizioni filosofiche - politiche o quant'altro), la cosa non è affatto così banale come la descrivi.
Per te basta che ubbidiscano alla loro fede ed automaticamente "sei contento di averli persi".
Forse anche tu allora, quando eri "tdG praticante", facevi cose che ti meritavano l'avversione di molti, e neanche te ne rendevi conto.

Rimango fiducioso che sia il risentimento di questa fase, a farti parlare così.
LOVE is everything
JackieWhite
Nuovo Utente
 
Messaggi: 326
Iscritto il: 07/08/2010, 18:53

Messaggiodi Lucio » 11/10/2010, 21:14

JackieWhite ha scritto:
Lucio ha scritto:Io non ho lasciato le amicizie, sono loro che hanno lasciato me. Se per loro la mia amicizia valeva meno di un comando di 10 vecchietti, bhe, sono contento di averli persi.

E' proprio questo che non condivido.

Se tu fossi stato educato da fondamentalisti orientali, probabilmente ora ti staresti lanciando con un velivolo su una portaerei nemica per andare in paradiso qualche secondo dopo.
Amico, quando si parla di fede religiosa (o forti posizioni filosofiche - politiche o quant'altro), la cosa non è affatto così banale come la descrivi.
Per te basta che ubbidiscano alla loro fede ed automaticamente "sei contento di averli persi".
Forse anche tu allora, quando eri "tdG praticante", facevi cose che ti meritavano l'avversione di molti, e neanche te ne rendevi conto.

Rimango fiducioso che sia il risentimento di questa fase, a farti parlare così.


Innanzi tutto amico è una parola importante e ricca di valore anche se oggi abusata, e noi non ci conosciamo nemmeno per cui il suo luogo mi sembra fuori luogo.

Tu non condividi la mia posizione? Mi spiace... ho avuto amici e amiche che hanno preferito la compagnia della mia ex alla mia nel momento in cui ci siamo lasciati. Che ci devo fare? Li uccido? Agisco nell'ombra per dissolverli? E perchè mai? Se stanno bene così, che restino con lei. Io ho fatto lo stesso, ho lasciato amici che evidentemente amici non erano.
Io non avevo comportamenti errati solo quando ero Tdg, ma anche ora, ci mancherebbe! Ho perso l'amicizia di compagni perchè "erano del mondo". Ho sbagliato, è colpa mia. Ma altri ragazzini figli di fratelli hanno invece deciso di preferire quell'amicizia alla congregazione e sono usciti.
E non ho detto che sono contento di avere perso degli amici. Ho detto che se per loro io valevo così poco, allora non valevo poi molto e amici non erano. E visto che amici non erano, averli persi mi è dispiaciuto e ci sono stato male, ma hanno dimostrato quello che erano. O quello che l'educazione "all'amore cristiano" che hanno ricevuto li ha fatti diventare.
Lucio
Utente Senior
 
Messaggi: 1746
Iscritto il: 05/07/2010, 20:43

Messaggiodi JackieWhite » 11/10/2010, 21:17

Lucio ha scritto:Innanzi tutto amico è una parola importante e ricca di valore anche se oggi abusata, e noi non ci conosciamo nemmeno per cui il suo luogo mi sembra fuori luogo.

E' generalmente un intercalare, ma se proprio ci tieni non la userò più.
LOVE is everything
JackieWhite
Nuovo Utente
 
Messaggi: 326
Iscritto il: 07/08/2010, 18:53

Messaggiodi Luciano » 11/10/2010, 23:35

Amici e vaddidi

(Amici e guardati)
Luciano
Avatar utente
Luciano
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3393
Iscritto il: 25/08/2009, 16:59

Messaggiodi MoonRose » 12/10/2010, 7:21

JackieWhite ha scritto: E così anche tutti quelli che come me non si accontentano di scappare lasciando tutta la propria parentela, le amicizie, e tutta la vita passata dietro le spalle senza tentare di cambiarlo.


Scusatemi, intervengo solo perchè non riesco a tacere dopo aver letto una frase come questa.
Ma io non lo so se tu ti rendi conto di quello che implicitamente significa scrivere questo. O forse te ne rendi conto, ma spero di no, perchè sarebbe peggio. Una persona che non sapesse come stanno le cose leggendoti penserebbe che tu sei l'unico coraggioso, e che tutti quelli che lasciano i tdg sono solo dei vigliacchi a cui non interessa nulla della famiglia e delle amicizie e che non ha nessuna intenzione di cambiare le cose, perchè ha troppa paura per provarci.
Ora perdonami ma come fai davvero a voler scrivere una cosa del genere?
NON è assolutamente così, e tu lo sai. Ci vuole coraggio per andarsene, non per restare e fingere di sottostare a regole disumane e assurde che non hanno nulla a che vedere con l'Amore di Dio. Ci vuole coraggio ad alzare la testa e reclamare la propria Libertà e il diritto di Vivere, invece che Esistere, e non per continuare a tenere la testa bassa e poi sfogarsi nei forum protetti dall'anonimato. Ci vuole coraggio per raccontare la propria esperienza (e se ne hai lette almeno alcune, sai quanto possano essere traumatiche e terribili) in modo da illuminare chi non ha minimamente idea di quello che di nascosto avviene nell'organizzazione... ci vuole coraggio per lottare perchè le persone sappiano la VERITA'. Ci vuole coraggio anche e soprattutto perchè sai che facendolo tutte le persone che dicevano di Amarti ti volteranno le spalle, perchè sono così manipolati da credere che sia Dio a volerlo. E sai cosa ti dico? Ci vuole più coraggio a lasciarli e sopportare l'ostracismo sapendo che potrebbe essere l'unico modo per aiutarle, quelle stesse persone che ora ci disprezzano... perchè se io scrivo nei forum, e condivido link su facebook che parlano dei testimoni, e non perdo occasione per dire a tutti come stanno le cose, non è perchè me ne venga qualcosa in tasca, ma perchè voglio che la verità esca fuori e che questo culto distruttivo cessi di esistere e le persone che ne sono soggiogate siano LIBERE, comprese quelle che qui dentro non perdono l'occasione per offendere e dire che siamo intolleranti.
E non farci passare come persone vigliacche che non lottano per cambiare le cose, perchè se Achille ha creato questo luogo virtuale di confronto e sostegno non è certo per vigliaccheria.
Tutta una vita passata senza tentare di cambiarlo? No, mi dispiace, ma questo è un giudizio gratuito che non ci meritiamo. Io ogni giorno bado alla casa e alla famiglia, ai bambini, scrivo qui, sono attiva nella lotta alle sètte e ai gruppi fondamentalisti, mi interesso di donne maltrattate e di violenza sui minori, scrivo poesie e lettere di denuncia, mi occupo di aiutare a livello individuale persone uscite dalle sètte, o donne sole con bambini, o qualsiasi altro tipo di persona bisognosa di aiuto e conforto possa venirti in mente. Rinuncio spesso a notti di sonno per scrivere mail a persone che stanno MALE compresi ex tdg vittime dell'ostracismo, e NON ACCETTO che persone che hanno il coraggio di denunciare la verità dei fatti (me compresa) vengano dipinte come persone che sono scappate lasciandosi dietro la famiglia, perchè la verità è che la famiglia è fuggita da noi perchè l'insegnamento della WT è così distruttivo e lesivo della dignità personale che per i testimoni viene prima di qualsiasi altra cosa o persona. E chi ha un minimo di onestà intellettuale dovrebbe poterlo ammettere.

Vi prego di perdonare i miei toni, e se il mio sfogo non è in linea con la politica del forum chiedo scusa in tutta umiltà, ma non sono proprio riuscita a tacere.
Immagine

Omnia Vincit Amor
(L'Amore vince su tutto)

"Voglio cambiare il mondo", disse la ragazzina.
Il professore rise. "E come penseresti di fare a cambiarlo?"
"Con l'Amore", disse lei sorridendo.
Avatar utente
MoonRose
Utente Junior
 
Messaggi: 555
Iscritto il: 05/10/2010, 8:19

Messaggiodi sconvolta » 12/10/2010, 7:40

MoonRose ha scritto:
JackieWhite ha scritto: E così anche tutti quelli che come me non si accontentano di scappare lasciando tutta la propria parentela, le amicizie, e tutta la vita passata dietro le spalle senza tentare di cambiarlo.


Scusatemi, intervengo solo perchè non riesco a tacere dopo aver letto una frase come questa.
Ma io non lo so se tu ti rendi conto di quello che implicitamente significa scrivere questo. O forse te ne rendi conto, ma spero di no, perchè sarebbe peggio. Una persona che non sapesse come stanno le cose leggendoti penserebbe che tu sei l'unico coraggioso, e che tutti quelli che lasciano i tdg sono solo dei vigliacchi a cui non interessa nulla della famiglia e delle amicizie e che non ha nessuna intenzione di cambiare le cose, perchè ha troppa paura per provarci.
Ora perdonami ma come fai davvero a voler scrivere una cosa del genere?
NON è assolutamente così, e tu lo sai. Ci vuole coraggio per andarsene, non per restare e fingere di sottostare a regole disumane e assurde che non hanno nulla a che vedere con l'Amore di Dio. Ci vuole coraggio ad alzare la testa e reclamare la propria Libertà e il diritto di Vivere, invece che Esistere, e non per continuare a tenere la testa bassa e poi sfogarsi nei forum protetti dall'anonimato. Ci vuole coraggio per raccontare la propria esperienza (e se ne hai lette almeno alcune, sai quanto possano essere traumatiche e terribili) in modo da illuminare chi non ha minimamente idea di quello che di nascosto avviene nell'organizzazione... ci vuole coraggio per lottare perchè le persone sappiano la VERITA'. Ci vuole coraggio anche e soprattutto perchè sai che facendolo tutte le persone che dicevano di Amarti ti volteranno le spalle, perchè sono così manipolati da credere che sia Dio a volerlo. E sai cosa ti dico? Ci vuole più coraggio a lasciarli e sopportare l'ostracismo sapendo che potrebbe essere l'unico modo per aiutarle, quelle stesse persone che ora ci disprezzano... perchè se io scrivo nei forum, e condivido link su facebook che parlano dei testimoni, e non perdo occasione per dire a tutti come stanno le cose, non è perchè me ne venga qualcosa in tasca, ma perchè voglio che la verità esca fuori e che questo culto distruttivo cessi di esistere e le persone che ne sono soggiogate siano LIBERE, comprese quelle che qui dentro non perdono l'occasione per offendere e dire che siamo intolleranti.
E non farci passare come persone vigliacche che non lottano per cambiare le cose, perchè se Achille ha creato questo luogo virtuale di confronto e sostegno non è certo per vigliaccheria.
Tutta una vita passata senza tentare di cambiarlo? No, mi dispiace, ma questo è un giudizio gratuito che non ci meritiamo. Io ogni giorno bado alla casa e alla famiglia, ai bambini, scrivo qui, sono attiva nella lotta alle sètte e ai gruppi fondamentalisti, mi interesso di donne maltrattate e di violenza sui minori, scrivo poesie e lettere di denuncia, mi occupo di aiutare a livello individuale persone uscite dalle sètte, o donne sole con bambini, o qualsiasi altro tipo di persona bisognosa di aiuto e conforto possa venirti in mente. Rinuncio spesso a notti di sonno per scrivere mail a persone che stanno MALE compresi ex tdg vittime dell'ostracismo, e NON ACCETTO che persone che hanno il coraggio di denunciare la verità dei fatti (me compresa) vengano dipinte come persone che sono scappate lasciandosi dietro la famiglia, perchè la verità è che la famiglia è fuggita da noi perchè l'insegnamento della WT è così distruttivo e lesivo della dignità personale che per i testimoni viene prima di qualsiasi altra cosa o persona. E chi ha un minimo di onestà intellettuale dovrebbe poterlo ammettere.

Vi prego di perdonare i miei toni, e se il mio sfogo non è in linea con la politica del forum chiedo scusa in tutta umiltà, ma non sono proprio riuscita a tacere.

Eccellente, complimenti per il tuo impegno! :appl: :appl: :appl: :appl: :appl: :appl: :appl: :appl: :appl: :bravo: :witdg:
I principi di Brooklyn non possiedono la verità:questa è la causa reale che li ha costretti, e li costringe anche ora,a ritrattare continuamente ciò che hanno proclamato ieri o decine di anni addietro,come verità biblica e divina. (Gunther Pape)
Presentazione
Avatar utente
sconvolta
Utente Senior
 
Messaggi: 1718
Iscritto il: 07/07/2010, 22:50

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 12/10/2010, 8:08

Il problema vero MoonRose è che JackieWhite DEVE crearsi una propria filosofia e sostenerla con qualsiasi (lecito?) mezzo, altrimenti si renderebbe conto, amaramente, di quanto sia inutile la sua ''strategia dall'interno''.
L'invenzione del misuratore di coraggio si deve a questo: per andare avanti, non solo lui, ma temo anche altri, devono sostenere d'essere martiri della causa.
In termini incomprensibili ( è un mio limite lo so, ma non ho ancora capito in che consista questa strategia), sviluppano tesi atte a renderci visibile il carico di responsabilità che reggono dovendo restare in un culto in cui non credono più (almeno nella maggior parte delle dottrine), per salvare altri come loro.
Ma intanto godono dell'affetto e della stima dei confratelli e parenti, predicano a ignari le teorie in cui non credono, ma soffrono, oh quanto soffrono.
Fino ad ora ho creduto se non proprio alla buona fede, almeno all'ingenuità, ora non più.
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi Lucio » 12/10/2010, 8:26

Gabriella Prosperi ha scritto:Il problema vero MoonRose è che JackieWhite DEVE crearsi una propria filosofia e sostenerla con qualsiasi (lecito?) mezzo, altrimenti si renderebbe conto, amaramente, di quanto sia inutile la sua ''strategia dall'interno''.


Non si può imputare a Gabriella l'astio di chi è uscito e sta pagando il prezzo dell'ostracismo. Quindi la sua riflessione, vista anche l'età più matura della mia di sicuro, mi sembra meditata e ponderata oltre che obiettiva.

Solo una cosa, perchè usiamo sempre il plurale parlando di queste entità ribelle della "classe cosciente"? Arriviamo alla decina se facciamo la conta? Consiglio la visione del Sarto di Panama (o la lettura del libro, ancora meglio). Li un uomo si inventava una cospirazione, e altri ci credevano. Ma era fuffa, un frutto della sua mente annoiata e fantasiosa.
Lucio
Utente Senior
 
Messaggi: 1746
Iscritto il: 05/07/2010, 20:43

Messaggiodi Viandante » 12/10/2010, 8:29

Gabriella Prosperi ha scritto:L'invenzione del misuratore di coraggio si deve a questo: per andare avanti, non solo lui, ma temo anche altri, devono sostenere d'essere martiri della causa.
In termini incomprensibili ( è un mio limite lo so, ma non ho ancora capito in che consista questa strategia), sviluppano tesi atte a renderci visibile il carico di responsabilità che reggono dovendo restare in un culto in cui non credono più (almeno nella maggior parte delle dottrine), per salvare altri come loro.


Devo dissentire cara Gabriella su ciò che dici!

Mi chiedo perchè dovrei accettare le tue sofferenze uscendone e tu non dovresti accettare le mie rimanendo dall'interno!

Perchè vuoi sminuire il lavoro di chi sta dentro e che per svariati motivi, certamente non da te o da altri sindacabili, non manda tutto al diavolo ed è costretto ad andare contro le sue ideologie magari per non dispiacere la madre o per non mettersi contro il marito o la moglie tentando di portare prima al ragionamento tali persone almeno per prepararli ad un eventuale dissociazione casomai avverrà?

No! Non credo che sia giusto sminuire tale responsabilità e lavoro altrui come nessuno mai si è sognato di sminuire la responsabilità e il carico di chi ha deciso di "tagliare la corda". E permettimi d dire se qualche volta si ostenta tale "sofferenza" anche da parte di chi nn è fuori è ben poca cosa in riferimento alla tanto descritta, dibattuta, parlata, scritta, trasmessa sofferenza di chi ha lasciato (tanto è che buona parte delle discussioni ruotano intorno a tale sofferenza)
Saluti
Viandante



"L'unica rivoluzione possibile è quella interiore..."
Viandante
Utente Senior
 
Messaggi: 1030
Iscritto il: 23/09/2009, 18:40

Messaggiodi Lucio » 12/10/2010, 8:38

reny2000 ha scritto:Mi chiedo perchè dovrei accettare le tue sofferenze uscendone e tu non dovresti accettare le mie rimanendo dall'interno!


Deciditi Reny, una settimana fa hai detto che tu non sei più dentro i Tdg se non nominalmente, non ti vengono a trovare e non predichi... nessuna accusa nei tuoi ocnfronti è solo per capire chi ho di fronte quando mi viene dato del "piangina".

Perchè tu non sei obbligato a restare, nessun Tdg è obbligato a restare Tdg. Può scegliere, con costi, spese emotive, ma può uscirne. Per chi è ex invece il trattamento è imposto da altri, non lo sceglie lui.
E non usiamo espressioni tipo tagliare la corda o simili: sa tanto di patetici tentativi di rendere ignobile un atto che invece è espressione della propria libertà e autocoscienza.

Quelli che stanno lì nel limbo tra l'inattività e l'uscita non ci vengano a dire che stanno abbattendo le mura dall'interno: questa tesi la posso accettare da chi è almeno nominato, e davvero agisce dalle fondamenta dell'organizzazione, diffondendo il dubbio e informando l'esterno per quanto può. Ma se sei uno di quelli che se ne sta lì a casa sua zitto e muto e comodo comodo e non esce dai Tdg solo per non perdere la cena della domenica con mamma Tdg e sorella pioniera... allora per piacere la morale si vada a farla da un'altra parte perchè ad un osservatore esterno la scelta di comodo sembrerebbe proprio questa.

W l'anonimato del web che protegge queste furie rivoluzionarie!
Lucio
Utente Senior
 
Messaggi: 1746
Iscritto il: 05/07/2010, 20:43

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 12/10/2010, 8:42

Io non misuro il coraggio tanto per partito preso, perchè ogni persona ha i motivi che ritiene validi per comportarsi secondo coscienza, ma parimenti, non accetto chi misura il mio o di altri.
Non dubito che strangolare il proprio io per restare dentro un culto che soffoca sia doloroso e ne sarei compartecipe non ci fossero alternative, ma quando si vuol far passare la soluzione scelta per l'unica via percorribile dando dei vigliacchi a chi ne ha scelta un'altra, bhe, allora consentimi di alterarmi alquanto.
A mio parere potete agire come vi pare, ma non venite a dirci che noi si ha scelto la via comoda quando avete sotto gli occhi esperienze tragiche affrontate con una lucidità e, consentimi, con una abnegazione unica.
Perchè qui e altrove, giorno dopo giorno, nonostante il coacervo di situazione quotidiane, siamo qui per analizzare, spiegare, confortare.
Ma, soprattutto, non rischiamo di danneggiare, visto che non predichiamo più, qualcosa in cui non crediamo.
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi Viandante » 12/10/2010, 8:57

Lucio ha scritto:
Deciditi Reny, una settimana fa hai detto che tu non sei più dentro i Tdg se non nominalmente, non ti vengono a trovare e non predichi... nessuna accusa nei tuoi ocnfronti è solo per capire chi ho di fronte quando mi viene dato del "piangina".

Ovviamente quel "mie" era inteso in senso "globale" ovvero in riferimento a quelle persone che lo sono ancora nonostante le ideologie diverse e che sono state accusate di strategie varie.

Lucio ha scritto:Perchè tu non sei obbligato a restare, nessun Tdg è obbligato a restare Tdg. Può scegliere, con costi, spese emotive, ma può uscirne. Per chi è ex invece il trattamento è imposto da altri, non lo sceglie lui.


non stavo dibattendo su questo stavo sottolineando di evitare di sminuire le sofferenze di chi sta dentro non per una questione di comodo.

Lucio ha scritto:E non usiamo espressioni tipo tagliare la corda o simili: sa tanto di patetici tentativi di rendere ignobile un atto che invece è espressione della propria libertà e autocoscienza.


Bhè vedila come vuoi! Il senso l'hai capito che era in riferimento a tagliare con questa religione. Quando ci si riferisce ad un tdg parole come stratega però devono essere accettate senza per questo sottolineare che rende l'individuo, subdolo, scaltro, con lo scopo di mettere in atto strategie "distruttive". Suvvia!

Lucio ha scritto:Quelli che stanno lì nel limbo tra l'inattività e l'uscita non ci vengano a dire che stanno abbattendo le mura dall'interno: questa tesi


Chi sta nel limbo come tu lo chiami può esserci per svariati motivi ma l'unico motivo che si vuole addure qui è una scelta di comodo ed è questo su cui stavo dibattendo quindi come vedo ogni occasione è buona per cercare di "punzecchiare" altri, dibattiamo gli argomenti non l'essere tdg o meno per favore!
Saluti
Viandante



"L'unica rivoluzione possibile è quella interiore..."
Viandante
Utente Senior
 
Messaggi: 1030
Iscritto il: 23/09/2009, 18:40

PrecedenteProssimo

Torna a Forum principale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 8 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici