Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Manifestazione Roma.

In questo spazio si discute di argomenti di vario genere relativi ai Testimoni di Geova e che non sono inclusi nelle altre sezioni

Moderatore: Cogitabonda

Manifestazione Roma.

Messaggiodi brian67 » 08/12/2010, 16:56

Voglio lodare tutti quelli che hanno organizzato e partecipato alla manifestazione.
Mi sarebbe piaciuto parteciparvi anch’io. Ma ancora non posso uscire allo scoperto. Quindi non potendo fare altro, lodo pubblicamente chi ha contribuito a questo nobile evento.
C’è chi ha percorso centinaia di chilometri per essere presente e partecipare alla manifestazione. Viaggiare in questo periodo non è affatto una passeggiata. C´è chi all’ultimo momento è stato “trattenuto” dai familiari tdg. C´è chi ha sostenuto questa iniziativa sacrificando tempo denaro ed energie. Se eravate pochi o molti non importa, l’importante è che il mondo abbia saputo quello che avete fatto. Bravi!
Tutti i tdg dovrebbero ringraziarvi. Perché lo scopo della manifestazione era curare gli interessi non solo degli ex tdg, ma anche dei tdg. Pur desiderando fare altro, i tdg sono obbligati a troncare ogni rapporto con i fuoriusciti. Limitando esageratamente i contatti con i loro figli nipoti genitori etc, per via dell’ostracismo imposto arbitrariamente dalla WTS.
Se un giorno lo SFD annullasse l’ostracismo per via delle leggi dello stato, la prima manifestazione nella capitale contro l’ostracismo potrebbe essere ricordata come un evento storico. E chi ha partecipato, potrà dire: “Quel giorno c´ero anch’io”.
Avete fatto una casa a dir poco lodevole, non solo per i fuoriusciti ma anche per i tdg in generale.
In breve tempo la notizia si è propagata in varie parti del mondo. Questo potrebbe dare un impunt a molti altri ex a organizzare manifestazioni più grandi.

Avete la mia ammirazione. Brian
Avatar utente
brian67
Nuovo Utente
 
Messaggi: 67
Iscritto il: 16/07/2009, 12:59

Messaggiodi Achille » 08/12/2010, 17:29

brian67 ha scritto:Se un giorno lo SFD annullasse l’ostracismo per via delle leggi dello stato...
Sarebbe sufficiente che lo stato, come si legge nel volantino che abbiamo distribuito, non attribuisco «alcuna forma di tutela rinforzata, come la stipula dell'intesa ai sensi dell'art. 8 della Costituzione, a gruppi religiosi che si rendono responsabili di prassi così intolleranti come l'ostracismo» ( http://www.infotdgeova.it/sanzioni/ostracismo.php ).

Credere che la WTS annulli l'ostracismo "per via delle leggi dello stato" è un'utopia.

Ciao
Achille
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 13168
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi brian67 » 08/12/2010, 19:25

Achille Lorenzi ha scritto:Credere che la WTS annulli l'ostracismo "per via delle leggi dello stato" è un'utopia.

Ciao
Achille

Sicuramente oggi un cambiamento del genere sembra un’utopia. Ma voglio sperare che fra non molto la wts rallenti le brighe. Teniamo presente che quello che un tempo poteva essere un’utopia gradualmente divenne realtà senza tanto allarmismo.

Faccio un esempio.
20 o 30 anni fa alcuni principali componente del sangue erano assolutamente vietate. I trasgressori erano disassociati senza indugio.
Poi gradualmente cominciarono ed essere tollerati e infine considerati questione di coscienza. Le dosi furono iniettate gradualmente, con il risultato che per chi aveva perso familiari con il vecchio intendimento accettò il nuovo intendimento come se fosse una benedizione divina.
Con questo stratagemma la wts è in grado di ribaltare anche le fondamenta della sua dottrina senza creare allarmismo.
Qualche mese fa due tdg (non nello stesso momento) mi hanno detto una frase inerente all’ostracismo udita in un discorso all’assemblea di Caltanissetta. Senza dare troppo nell’occhio, un oratore si è lasciato scappare una frase a dir poco . . . rivoluzionaria.
La frase incriminata è: “ Geova continuò a comunicare con Adamo ed Eva anche dopo la loro ribellione”.
I tdg che mi hanno riferito questa frase detta dall’oratore, mi dissero che secondo il contesto del discorso, voleva indicare che nel futuro la wts potrebbe cambiare atteggiamento con i ribelli (o disassociati). Probabilmente potremmo parlare con loro come fece Dio con Adamo ed Eva dopo la ribellione. Ma prima di allora dobbiamo sottostare alle direttive dello “schiavo fedele e discreto”.

Utopia o non utopia, la domanda è: Perché mai quest’oratore si è lascato scappare questa frase davanti a migliaia di ascoltatori?
Avatar utente
brian67
Nuovo Utente
 
Messaggi: 67
Iscritto il: 16/07/2009, 12:59

Messaggiodi Mario70 » 08/12/2010, 19:28

brian67 ha scritto:
Achille Lorenzi ha scritto:Credere che la WTS annulli l'ostracismo "per via delle leggi dello stato" è un'utopia.

Ciao
Achille

Sicuramente oggi un cambiamento del genere sembra un’utopia. Ma voglio sperare che fra non molto la wts rallenti le brighe. Teniamo presente che quello che un tempo poteva essere un’utopia gradualmente divenne realtà senza tanto allarmismo.

Faccio un esempio.
20 o 30 anni fa alcuni principali componente del sangue erano assolutamente vietate. I trasgressori erano disassociati senza indugio.
Poi gradualmente cominciarono ed essere tollerati e infine considerati questione di coscienza. Le dosi furono iniettate gradualmente, con il risultato che per chi aveva perso familiari con il vecchio intendimento accettò il nuovo intendimento come se fosse una benedizione divina.
Con questo stratagemma la wts è in grado di ribaltare anche le fondamenta della sua dottrina senza creare allarmismo.
Qualche mese fa due tdg (non nello stesso momento) mi hanno detto una frase inerente all’ostracismo udita in un discorso all’assemblea di Caltanissetta. Senza dare troppo nell’occhio, un oratore si è lasciato scappare una frase a dir poco . . . rivoluzionaria.
La frase incriminata è: “ Geova continuò a comunicare con Adamo ed Eva anche dopo la loro ribellione”.
I tdg che mi hanno riferito questa frase detta dall’oratore, mi dissero che secondo il contesto del discorso, voleva indicare che nel futuro la wts potrebbe cambiare atteggiamento con i ribelli (o disassociati). Probabilmente potremmo parlare con loro come fece Dio con Adamo ed Eva dopo la ribellione. Ma prima di allora dobbiamo sottostare alle direttive dello “schiavo fedele e discreto”.

Utopia o non utopia, la domanda è: Perché mai quest’oratore si è lascato scappare questa frase davanti a migliaia di ascoltatori?


Resta il fatto che la W di febbraio rimarca tutto...
La vedo dura, comunque l'opinione pubblica credo che in qualche modo possa smuovere qualche coscienza dei componenti del CD chissà, noi comunque facciamo la nostra parte come stiamo facendo...
ciao
«È vero, in tempi passati vi sono stati alcuni che hanno predetto la "fine del mondo", annunciando perfino una data specifica. Alcuni hanno raccolto intorno a sé gruppi di persone ... aspettando la fine. Tuttavia non è accaduto nulla. La "fine" non è venuta. Si sono resi colpevoli di falsa profezia» (Svegliatevi!, 22/4/1969, p. 23).
Presentazione
Avatar utente
Mario70
Utente Master
 
Messaggi: 5875
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi Muscoril-Matisse » 08/12/2010, 20:21

Mario70 ha scritto:
brian67 ha scritto:
Achille Lorenzi ha scritto:Credere che la WTS annulli l'ostracismo "per via delle leggi dello stato" è un'utopia.

Ciao
Achille

Sicuramente oggi un cambiamento del genere sembra un’utopia. Ma voglio sperare che fra non molto la wts rallenti le brighe. Teniamo presente che quello che un tempo poteva essere un’utopia gradualmente divenne realtà senza tanto allarmismo.

Faccio un esempio.
20 o 30 anni fa alcuni principali componente del sangue erano assolutamente vietate. I trasgressori erano disassociati senza indugio.
Poi gradualmente cominciarono ed essere tollerati e infine considerati questione di coscienza. Le dosi furono iniettate gradualmente, con il risultato che per chi aveva perso familiari con il vecchio intendimento accettò il nuovo intendimento come se fosse una benedizione divina.
Con questo stratagemma la wts è in grado di ribaltare anche le fondamenta della sua dottrina senza creare allarmismo.
Qualche mese fa due tdg (non nello stesso momento) mi hanno detto una frase inerente all’ostracismo udita in un discorso all’assemblea di Caltanissetta. Senza dare troppo nell’occhio, un oratore si è lasciato scappare una frase a dir poco . . . rivoluzionaria.
La frase incriminata è: “ Geova continuò a comunicare con Adamo ed Eva anche dopo la loro ribellione”.
I tdg che mi hanno riferito questa frase detta dall’oratore, mi dissero che secondo il contesto del discorso, voleva indicare che nel futuro la wts potrebbe cambiare atteggiamento con i ribelli (o disassociati). Probabilmente potremmo parlare con loro come fece Dio con Adamo ed Eva dopo la ribellione. Ma prima di allora dobbiamo sottostare alle direttive dello “schiavo fedele e discreto”.

Utopia o non utopia, la domanda è: Perché mai quest’oratore si è lascato scappare questa frase davanti a migliaia di ascoltatori?


Resta il fatto che la W di febbraio rimarca tutto...
La vedo dura, comunque l'opinione pubblica credo che in qualche modo possa smuovere qualche coscienza dei componenti del CD chissà, noi comunque facciamo la nostra parte come stiamo facendo...
ciao


Carissimi,

Da come la vedo io, per la WTS, nelle sue valutazioni, è sempre valida l'equazione rischi-benefici.

Permettendo dei rapporti con chi ne è uscito può provocare il pericolo di "contaminazione" dei tdg nelle congregazioni. Questo non tanto da parte di chi viene considerato "illegale-delinquente", a costoro ci dovrebbe già pensare il buon giudizio dei singoli, quanto il pericolo che possano essere messe in discussione le dottrine ed i comportamenti della WTS stessa da parte degli "illegali-dissenzienti". Su questo secondo aspetto credo che la WTS non possa permettersi cedimenti, almeno finchè l'ostracismo non dovesse provocare un consistente allontanamento di tdg con legami affettivi con chi non è più tdg.

Staremo a vedere, chissà che un giorno la WTS cambi le sue proprie regole con la solita frase scarica barile: "come alcuni pensavano". :test:

Vostro
Matisse
La verita' non danneggia mai una giusta causa. M. K. GANDHI
Presentazione
Avatar utente
Muscoril-Matisse
Utente Senior
 
Messaggi: 1084
Iscritto il: 16/06/2009, 19:24

Messaggiodi MatrixRevolution » 08/12/2010, 23:54

Achille Lorenzi ha scritto:Credere che la WTS annulli l'ostracismo "per via delle leggi dello stato" è un'utopia.

Per via delle leggi dello stato no, ma magari per i soldini dell'8x1000 si... :lingua:
Iscriviti al gruppo: Testimoni di Geova su Facebook
Avatar utente
MatrixRevolution
Responsabile Tecnico del Forum
 
Messaggi: 1640
Iscritto il: 14/06/2009, 18:42
Località: Roma

Messaggiodi arwen » 09/12/2010, 8:03

MatrixRevolution ha scritto:
Achille Lorenzi ha scritto:Credere che la WTS annulli l'ostracismo "per via delle leggi dello stato" è un'utopia.

Per via delle leggi dello stato no, ma magari per i soldini dell'8x1000 si... :lingua:


Eh si, mi sa ke solo toccandoli nel portafoglio forse gli si farà cambiare qualcosa......
Presentazione

" Amore non è amore se muta quando scopre un mutamento o tende a svanire quando l'altro si allontana.
Oh no !. Amore è un faro sempre fisso che sovrasta la tempesta e non vacilla mai;
Amore non muta in poche ore o settimane, ma impavido resiste al giorno estremo del giudizio;
Se questo è errore e mi sarà provato, io non ho mai scritto, e nessuno ha mai amato. "
William Shakespeare
Avatar utente
arwen
Utente Master
 
Messaggi: 6558
Iscritto il: 03/05/2010, 8:48

Messaggiodi daniela47 » 09/12/2010, 9:46

MatrixRevolution ha scritto:
Achille Lorenzi ha scritto:Credere che la WTS annulli l'ostracismo "per via delle leggi dello stato" è un'utopia.

Per via delle leggi dello stato no, ma magari per i soldini dell'8x1000 si... :lingua:



Certo per l'otto per mille potrebbero anche fare finta di modificare questa LORO regola.
Ma eventualmente sarebbero promesse fatte “politicamente”, e non certo fatte sapere alla manovalanza TDG, che continuerebbe nell’ostracismo ai propri familiari come indicazione della W.T. ma che poi “diverrebbero” per magia delle tecniche geoviste ....... “SCELTE INDIVIDUALI!!!!”
Così oltre il danno la beffa, e sempre sulle spalle dei TDG che ancora credono nell’organizzazione e ubbidientemente si troverebbero costrette a praticare l’ostracismo perché ignare degli accordi presi dalle alte sfere, che continuaranno cinicamente a prenderli in giro.
Avatar utente
daniela47
Utente Master
 
Messaggi: 5436
Iscritto il: 16/07/2009, 18:38

Messaggiodi brian67 » 09/12/2010, 16:10

Mario70 ha scritto:[Resta il fatto che la W di febbraio rimarca tutto...
ciao

Caro Mario é vero quello che dici.
Ma questa potrebbe essere solo una manovra, come tante altre nel passato, prima del fatidico cambio di rotta. Cosi che in massa i tdg sapranno bene come comportarsi con i fuoriusciti, nonostante la wts sia stata costretta ha cambiare la sua politica.

Già m’immagino le sue dichiarazioni tramite circolari destinate agli anziani per le congregazioni:

A tutte le congregazioni
“Cari fratelli.
La fine di questo sistema di case è sempre più vicina. I cambiamenti a livello organizzativo sono una prova che Geova sta aprendo nuove vie per far si che il suo popolo sia sempre di più pronto per il salto finale.
Le leggi di questo mondo ci impediscono di rimuovere “l’uomo malvagio fra noi”, allo scopo di salvaguardare la purezza della congregazione . . . dal lievito. Ma noi tutti, sappiamo bene come la sempre pensato lo SFD, e cose dicono le scritture al riguardo.
1 Corinti 5:11-13 11 Ma ora vi scrivo di cessar di mischiarvi in compagnia di qualcuno chiamato fratello che è fornicatore o avido o idolatra o oltraggiatore o ubriacone o rapace, non mangiando nemmeno con un tal uomo. 12 Poiché spetta forse a me giudicare quelli di fuori? Non giudicate voi quelli di dentro, 13 mentre Dio giudica quelli di fuori? “Rimuovete l’[uomo] malvagio di fra voi”.


Questa scrittura ha raggiunto il suo pieno adempimento. Perché fino a ieri non avevamo motivo di chiamare fratello chi era disassociato. Oggi grazie ai governi di questo mondo che agiscono per volontà di Dio, siamo costretti a chiamare fratello chi “è fornicatore o avido o idolatra o oltraggiatore o ubriacone o rapace . . .etc”.

Questo nuovo intendimento non deve essere motivo di scoraggiamento per nessuno. Ansi ogni singolo servitore di Dio deve considerare questo cambiamento un ulteriore stimolo a salvaguardare maggiormente la propria fede. Perché se non sta attento, potrebbe scivolare nell’imitare la condotta di alcuni “chiamati fratelli”.

Cari fratelli, ricordate la parabola di Gesù del grano e delle zizzanie in Matteo 13:24-30 “. .. 30 Lasciate che entrambi crescano insieme fino alla mietitura;.

Oggi quest’altra scrittura ha raggiunto il suo pieno adempimento. Perché mai sino a oggi, il grano era stato costretto a crescere insieme con le zizzanie.
É giunto per tutti il momento di cominciare a camminare da soli in situazioni dove nostra madre (WTS) non può tenerci per mano.

Che Geova benedica tutti quelli che rimangono fedeli alla Sua organizzazione terrena.

In fede. Vostri fratelli della sede centrale”.

Con una lettera, più o meno come questa, chi ascolterà mai i discorsi dei “Chiamati fratelli” che hanno la fama di voler demolire gli insegnamenti dello SFD?
Avatar utente
brian67
Nuovo Utente
 
Messaggi: 67
Iscritto il: 16/07/2009, 12:59


Torna a Forum principale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici