Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Business privato nella WT ossia farsi i soldi grazie alla WT

In questo spazio si discute di argomenti di vario genere relativi ai Testimoni di Geova e che non sono inclusi nelle altre sezioni

Moderatore: Cogitabonda

Business privato nella WT ossia farsi i soldi grazie alla WT

Messaggiodi Roberto » 06/11/2009, 10:22

In barba alle direttive esposte nel Ministero del Regno (vedi qui di seguito) inerenti le attività commerciaie aventi come mira i componenti della congregazione, come potenziali clienti e i pretesti teocratici (materiale per il servizio di campo, per la biblioteca personale e simili) ora esiste un sito internet chiamato TMSWARE (ossia Programmi – software – per la Scuola di Ministero Teocratico) che vende software per la gestione della Scuola per un prezzo annuale di 25 dollari, in 15 differenti lingue, incluso l’italiano.

Se si calcola il numero delle congregazioni e si moltiplica per il costo del programma, si può avere un idea del potenziale mercato aperto a questa iniziativa.

Eccovi il sito che ne fa la vendita: http://www.tmsware.com/index.html

Ed eccovi i km che la proibiscono:

Km 11/73 “Risposta a Domande”
È giusto che la congregazione o alcuni fratelli organizzino vendite di vari oggetti per devolverne il ricavato alla congregazione e coinvolgervi la congregazione?Se un componente della congregazione vuole organizzare la vendita di alcuni oggetti è una questione di natura personale e spetta a lui decidere. Ciò che farà poi dei proventi è pure una questione personale. Comunque, non è mai appropriato organizzare una simile vendita e coinvolgervi la congregazione o indicare in qualche modo che vi ha a che fare la congregazione.
In ciascuna Sala del Regno c’è una cassetta delle contribuzioni dove si possono mettere le contribuzioni della congregazione, contribuzioni di natura completamente volontaria. Le Scritture indicano chiaramente che i cristiani dovrebbero avere la possibilità di contribuire alle necessarie spese della congregazione, ma questo si deve fare spontaneamente, di cuore, non per il desiderio di trarre un guadagno materiale in cambio di ciò che si dà. — 2 Cor. 9:7.

Km 12/77 “Risposta a Domande”
È appropriato registrare discorsi pubblici pronunciati da fratelli e poi vendere ad altri copie di tali registrazioni?
Con la diffusione del registratore portatile in anni recenti, molti fratelli registrano i discorsi che sentono alle assemblee, nelle Sale del Regno e in adunanze speciali. A volte questi discorsi vengono riascoltati da altri componenti della propria famiglia, o da persone confinate a casa e inferme, o da altri che non erano presenti per ascoltare il discorso originale. A volte quelli che fanno la registrazione desiderano risentire le registrazioni per proprio piacere.
Sembra che non ci sia nulla di male nel registrare i discorsi per il proprio piacere o per il beneficio di altri che non li hanno ascoltati. Ma che dire se uno riproducesse tali registrazioni e quindi le mettesse in vendita fra i fratelli promuovendo così un’impresa commerciale? A volte alcuni fanno questo senza neanche chiedere l’autorizzazione dell’oratore. È una cosa registrare un discorso, ma è una cosa ben diversa riprodurre il discorso e venderlo ad altri, con o senza il permesso dell’oratore. Vendendo tali registrazioni si entra nel campo commerciale e questo diventa un elemento perturbatore nelle congregazioni. Sarebbe dunque bene evitare questa pratica non corretta di vendere registrazioni.

Km 7/77 “Risposta a Domande”
Come bisogna considerare le attività commerciali nell’ambito della congregazione?
Quando abbiamo chiaro nella mente lo scopo delle adunanze e dell’associazione con i fratelli, non è difficile rispondere a questa domanda. Assistiamo alle adunanze e stiamo con i fratelli per essere spiritualmente incoraggiati. (Ebr. 10:23-25) Perciò, non sarebbe appropriato occuparsi di cose, attività commerciali incluse, che sminuirebbero le ragioni scritturali per cui ci riuniamo insieme.
Alcuni si sono detti preoccupati perché, in certi casi, è stato inviato loro personalmente o alla Sala del Regno materiale pubblicitario da persone che chiedevano di leggere alla congregazione, far circolare tra i fratelli o affiggere sulla tabella delle informazioni materiale pubblicitario di viaggi in comitiva in altre città o nazioni. In altri casi sono stati ricevuti opuscoli e lettere inerenti a lettere a catena, possibilità d’impiego, programmi di tirocinio per un lavoro secolare, merce, ecc., che non hanno niente a che fare con il promuovere gli interessi del Regno. Eviteremo di suscitare inutili dubbi nella mente di altri se terremo le occupazioni secolari separate dalle attività che svolgiamo alle nostre adunanze per l’adorazione. — 1 Cor. 10:23, 24, 31-33; Filip. 1:9, 10.
Quindi è meglio non sfruttare le compagnie teocratiche dando inizio o facendo pubblicità alla vendita di beni o servizi per uno scopo commerciale nella Sala del Regno, agli studi di libro di congregazione e alle assemblee del popolo di Geova. Questo ci aiuterà a prestare agli interessi spirituali tutta l’attenzione che meritano e a tenere al loro posto le attività commerciali.
Chi sono
Roberto di Stefano
Sito: http://www.testimoni-di-geova.info/ - Blog: http://testimoni-di-geova.blogspot.com/
Prima le Libertà e i Diritti Umani Fondamentali - La dove regna l'impostura, non c'è posto per me ! (Vincenzo Vela)
Avatar utente
Roberto
Utente Senior
 
Messaggi: 619
Iscritto il: 16/06/2009, 6:49
Località: Ginevra - Svizzera

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 06/11/2009, 10:41

Roberto ha scritto: ora esiste un sito internet chiamato TMSWARE (ossia Programmi – software – per la Scuola di Ministero Teocratico) che vende software per la gestione della Scuola per un prezzo annuale di 25 dollari, in 15 differenti lingue, incluso l’italiano.

Se si calcola il numero delle congregazioni e si moltiplica per il costo del programma, si può avere un idea del potenziale mercato aperto a questa iniziativa.

Ma, c'è modo d'accertarsi che questa iniziativa non abbia il placet, anche non ufficiale, della società?
Dopotutto esistono e vengono favorite compagnie di viaggi secolari e ditte specializzate in articoli per proclamatori (valigette, agende, copertine, ecc,)
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi paolonerossonero » 06/11/2009, 11:51

A Milano già da quando ero bimbo, anni 1964, 65, c'era una rilegatoria ,se non sbaglio era di un fratello di nome SACCHI, che rilegava le riviste, i libri, faceva rilegature a BIBBIE FORMATO LUSSO, aveva raccoglitori di volantine e riviste in pelle e per le note di casa in casa, oltre che vendere le borse per la predicazione.
In lombardia era l'unico che aveva il BUSNESS, e la Betel di Roma lo sapeva bene dato che si venivono a rifornire SORVEGLIANTI DI DISTRETTO E CIRCOSCRIZIONE.
Avatar utente
paolonerossonero
Utente Junior
 
Messaggi: 200
Iscritto il: 21/09/2009, 7:56

Messaggiodi al.64 » 06/11/2009, 12:06

paolonerossonero ha scritto:A Milano già da quando ero bimbo, anni 1964, 65, c'era una rilegatoria ,se non sbaglio era di un fratello di nome SACCHI, che rilegava le riviste, i libri, faceva rilegature a BIBBIE FORMATO LUSSO, aveva raccoglitori di volantine e riviste in pelle e per le note di casa in casa, oltre che vendere le borse per la predicazione.
In lombardia era l'unico che aveva il BUSNESS, e la Betel di Roma lo sapeva bene dato che si venivono a rifornire SORVEGLIANTI DI DISTRETTO E CIRCOSCRIZIONE.



si, mi ricordo anche io.
se non sbaglio si trova a rescaldina (MI).


:ciao: :ilovejesus:
Matteo 22:39
Il secondo, simile a questo, è: "Ama il tuo prossimo come te stesso".
Avatar utente
al.64
Nuovo Utente
 
Messaggi: 163
Iscritto il: 21/09/2009, 9:16

Messaggiodi ilnonnosa » 06/11/2009, 13:47

al.64 ha scritto:
paolonerossonero ha scritto:A Milano già da quando ero bimbo, anni 1964, 65, c'era una rilegatoria ,se non sbaglio era di un fratello di nome SACCHI, che rilegava le riviste, i libri, faceva rilegature a BIBBIE FORMATO LUSSO, aveva raccoglitori di volantine e riviste in pelle e per le note di casa in casa, oltre che vendere le borse per la predicazione.
In lombardia era l'unico che aveva il BUSNESS, e la Betel di Roma lo sapeva bene dato che si venivono a rifornire SORVEGLIANTI DI DISTRETTO E CIRCOSCRIZIONE.



si, mi ricordo anche io.
se non sbaglio si trova a rescaldina (MI).


:ciao: :ilovejesus:


C’era anche una circolare: SCA:SSF 20 febbraio 1983 che ne parlava: “… nelle Sale del Regno non dovrebbero essere esposti cataloghi di prodotti commerciali, anche se hanno una certa attinenza con l’attività teocratica e gli anziani e nessun altro fratello dovrebbero divenire i coordinatori di acquisti globali a beneficio dell’intera congregazione. in altre parole desideriamo dire che se un fratello desidera acquistare del materiale presso la ditta Sacchi di Milano è liberissimo di farlo, ma non lo farà certamente rivolgendosi agli anziani perché effettuino l’acquisto per suo conto”.

Ciao. Ilnonnosa
Presentazione

“Non c’è nulla di male se una persona cerca di confutare gli insegnamenti e le pratiche di un gruppo religioso che ritiene in errore”. (Svegliatevi! 8 settembre 1997, pagina 6)
Avatar utente
ilnonnosa
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1066
Iscritto il: 26/08/2009, 12:03

Messaggiodi Ely » 06/11/2009, 13:57

ilnonnosa ha scritto:
C’era anche una circolare: SCA:SSF 20 febbraio 1983 che ne parlava: “… nelle Sale del Regno non dovrebbero essere esposti cataloghi di prodotti commerciali, anche se hanno una certa attinenza con l’attività teocratica e gli anziani e nessun altro fratello dovrebbero divenire i coordinatori di acquisti globali a beneficio dell’intera congregazione. in altre parole desideriamo dire che se un fratello desidera acquistare del materiale presso la ditta Sacchi di Milano è liberissimo di farlo, ma non lo farà certamente rivolgendosi agli anziani perché effettuino l’acquisto per suo conto”.

Ciao. Ilnonnosa



Ecco! :risata:
Alla faccia della coerenza!



Ely
Ora vi preghiamo, fratelli, riguardo alla venuta del Signore nostro Gesù Cristo ..., di non lasciarvi così facilmente confondere e turbare, ... quasi che il giorno del Signore sia imminente. (II Tess. 2,1-2)

Mia presentazione: http://freeforumzone.leonardo.it/discus ... 370991&p=1
Avatar utente
Ely
Veterano del Forum
 
Messaggi: 1933
Iscritto il: 10/06/2009, 20:14

Messaggiodi shadow » 06/11/2009, 17:29

paolonerossonero ha scritto:A Milano già da quando ero bimbo, anni 1964, 65, c'era una rilegatoria ,se non sbaglio era di un fratello di nome SACCHI, che rilegava le riviste, i libri, faceva rilegature a BIBBIE FORMATO LUSSO, aveva raccoglitori di volantine e riviste in pelle e per le note di casa in casa, oltre che vendere le borse per la predicazione.
In lombardia era l'unico che aveva il BUSNESS, e la Betel di Roma lo sapeva bene dato che si venivono a rifornire SORVEGLIANTI DI DISTRETTO E CIRCOSCRIZIONE.


Si si mi ricordo anche io, quando ero bimbo con la mia famiglia eravamo andati a fare acquisti essendo che eravamo di strada ad andare a trovare dei parenti che stanno a Milano....mi ricordo che era molto di moda la bibbia con il libro ragioniamo incorporato, edizione lusso...

In effetti questi signori, con la Wts hanno davvero trovato l' America, ahahahaha :risatina:
Avatar utente
shadow
Nuovo Utente
 
Messaggi: 13
Iscritto il: 17/07/2009, 18:00
Località: Alba

Messaggiodi paolo76 » 06/11/2009, 22:13

Mi ricordo anch'io di questa rilegatoria.
Ma che dire delle sale del regno?? Quando hanno costruito la Sala del Regno nella mia citta'
2000/2001 i fornitori pagati erano sempre gli stessi ( posa serramenti,pavimenti ,tetto lamellare ecc...)
Questi fratelli giravano l'Italia solo per costruire Congregazioni......e non gratis!
E i medici??? A Milano c'era un fratello , non so se medico o pseudomedico, che curava fratelli di mezza Lombardia.
Una volta portai una sorella della mia congregazione. Qui ci voleva striscia la notizia.
Altro che Business.
Avatar utente
paolo76
Utente Senior
 
Messaggi: 725
Iscritto il: 21/09/2009, 20:28

Messaggiodi Roberto » 07/11/2009, 10:15

paolonerossonero ha scritto:A Milano già da quando ero bimbo, anni 1964, 65, c'era una rilegatoria ,se non sbaglio era di un fratello di nome SACCHI, che rilegava le riviste, i libri, faceva rilegature a BIBBIE FORMATO LUSSO, aveva raccoglitori di volantine e riviste in pelle e per le note di casa in casa, oltre che vendere le borse per la predicazione.
In lombardia era l'unico che aveva il BUSNESS, e la Betel di Roma lo sapeva bene dato che si venivono a rifornire SORVEGLIANTI DI DISTRETTO E CIRCOSCRIZIONE.


Anche noi, qui in Svizzera, ricordo benissimo che usavamo i servizi della ditta SACCHI, quando, specialmente a fine anno, facevamo le ordinazioni per la rilegatura non solo delle riviste ma anche dei i Ministeri del Regno.
Anche io mi sono servito per anni, e ho ancora tutte le annate rilegate del tempo, eccetto la famosa Bibbia-Accertatevi che non ho mai ordinato, in quanto o l'una o l'altra delle pubblicazioni rischiava di vedere una nuova versione rendendo il tutto inutilizzabile.

Non ricordo che noi qui in Svizzera avessimo ricevuto la circolare citata dal ilnonnosa, ma alcuni anni dopo, il Sorvegliante di Circoscrizione ci fece comprendere che la WT non era a favore di questo commercio fatto dai privati sulle spalle dei fratelli.

Perciò, rifletto oggi, poco tempo dopo questa comunicazione da parte del SdC, e visto che questa specie di business non era una prerogativa italiana, la WT ha finito per fiutare il business, così si sono messi a produrre loro stessi i volumi rilegati che si ordinavano, ovviamente, tramite il reparto letteratura.

Non potevano mica perdere questa opportunità di incrementare i guadagni ... così, dopo averti "venduto" le 24 edizioni delle riviste g e wt durante l'anno, alla fine dell'anno, ti riproponevano la stessa minestra, della quale avevi già una copia, sotto forma rilegata, e noi, sprovveduti, acquistavamo questa e quella, perché stava bene avere le ultime trovate della WT, altrimenti si era guardati come se fossimo "fuori posto": "come, non hai le riviste rilegate?".

Personalmente, ero "nelle righe", dunque ho sempre acquistato sia le riviste singole che quelle rilegate perfino quando nel 1995, mi sembra, ho iniziato a comprare pure il CD, così ne avevo 3 versioni: singole, rilegate e sotto forma digitale!

Più furbi di questo, a venderti tre volte gli stessi articoli senza valore, non esistono; è un impresa da salutare come veramente eccezionale e noi, ossia io, come dei veri stupidi!
Chi sono
Roberto di Stefano
Sito: http://www.testimoni-di-geova.info/ - Blog: http://testimoni-di-geova.blogspot.com/
Prima le Libertà e i Diritti Umani Fondamentali - La dove regna l'impostura, non c'è posto per me ! (Vincenzo Vela)
Avatar utente
Roberto
Utente Senior
 
Messaggi: 619
Iscritto il: 16/06/2009, 6:49
Località: Ginevra - Svizzera

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 07/11/2009, 10:23

Roberto ha scritto: durante l'anno, alla fine dell'anno, ti riproponevano la stessa minestra, della quale avevi già una copia, sotto forma rilegata, e noi, sprovveduti, acquistavamo questa e quella, perché stava bene avere le ultime trovate della WT, altrimenti si era guardati come se fossimo "fuori posto": "come, non hai le riviste rilegate?".

Personalmente, ero "nelle righe", dunque ho sempre acquistato sia le riviste singole che quelle rilegate perfino quando nel 1995, mi sembra, ho iniziato a comprare pure il CD, così ne avevo 3 versioni: singole, rilegate e sotto forma digitale!

Più furbi di questo, a venderti tre volte gli stessi articoli senza valore, non esistono; è un impresa da salutare come veramente eccezionale e noi, ossia io, come dei veri stupidi!

Il motivo per cui ho pensato che ci sia un'approvazione sottaciuta della società circa il sito internet che hai segnalato, è legato anche al fatto del trasferimento in atto delle tipografie in Germania.
Può essere che, temporaneamente, questo sia un sistema per sopperire a difficoltà oggettive.
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Prerogative della Sede Centrale e indipendenza delle Filiali

Messaggiodi Roberto » 07/11/2009, 10:41

Gabriella ha scritto

Ma, c'è modo d'accertarsi che questa iniziativa non abbia il placet, anche non ufficiale, della società?
Dopotutto esistono e vengono favorite compagnie di viaggi secolari e ditte specializzate in articoli per proclamatori (valigette, agende, copertine, ecc,)
Gabriella


Non credo che “questa iniziativa” abbia avuto il “placet della Società”.

Forse è bene che spieghi come la penso:

Anzitutto, è bene definire cosa si intende per “Società” e fare la distinzione tra la Filiale nazionale e la Sede Centrale.

Per esempio, nel caso che ho citato sopra a Paolorossonero, fino a quando la Sede Centrale non avesse preso in mano il business delle riviste rilegate, le filiali si sono regolate da se.
Dicevo giustamente che, la circolare menzionata da ilnonnosa, contiene un informazione prettamente “nazionale”, visto che menziona il nome della ditta Sacchi che si trova su territorio italiano.
Dunque, sembrerebbe che, proprio come dice Gabriella, la filiale di Roma, perlomeno fino a quando le riviste rilegate dalla WT in lingua italiana, non sono state messe sul mercato, abbia dato il suo placet alla ditta Sacchi. Ma era una disposizione locale italiana, visto che in Svizzera la filiale di Thun scoraggiava l’acquisto da parte dei fratelli dalla ditta Sacchi.
Dunque non c’era una armonia nelle direttive, in quanto non venivano dalla Sede Centrale.

Un'altra cosa da notare, che rafforza questo concetto di “indipendenza nazionale”, anche se solo fino ad un certo punto e poi STOP, perché diventa la prerogativa della Sede Centrale, è che solo quanto pubblicato sulle riviste e i libri editi dalla WT, che sono i medesimi in tutte le lingue nelle quali la WT le pubblica, possono essere considerati “della Società”.

Il contenuto, la forma e i dettagli di quanto viene pubblicato, non dalla Sede Centrale, ma dalle Filiali nazionali, come Il Ministero del Regno e le Circolari, nonché le istruzioni trasmesse verbalmente dai SdC al Corpo degli Anziani, restano di iniziativa delle Filiali, sebbene la base sia calcata sulle direttive della Sede Centrale.

Ma qui, nuovamente, sto andando OT, in quanto il soggetto dovrebbe essere “Prerogative della Sede Centrale e indipendenza delle Filiali: dove sono i limiti”.
Chi sono
Roberto di Stefano
Sito: http://www.testimoni-di-geova.info/ - Blog: http://testimoni-di-geova.blogspot.com/
Prima le Libertà e i Diritti Umani Fondamentali - La dove regna l'impostura, non c'è posto per me ! (Vincenzo Vela)
Avatar utente
Roberto
Utente Senior
 
Messaggi: 619
Iscritto il: 16/06/2009, 6:49
Località: Ginevra - Svizzera

Messaggiodi Roberto » 07/11/2009, 11:10

paolo76 ha scritto:Mi ricordo anch'io di questa rilegatoria.
Ma che dire delle sale del regno?? Quando hanno costruito la Sala del Regno nella mia citta'
2000/2001 i fornitori pagati erano sempre gli stessi ( posa serramenti,pavimenti ,tetto lamellare ecc...)
Questi fratelli giravano l'Italia solo per costruire Congregazioni......e non gratis!
E i medici??? A Milano c'era un fratello , non so se medico o pseudomedico, che curava fratelli di mezza Lombardia.
Una volta portai una sorella della mia congregazione. Qui ci voleva striscia la notizia.
Altro che Business.


Confermo quanto scritto da Paolo, benché lui si riferisca alla situazione italiana, e forse solo della Lombardia.

Anche qui da noi in Svizzera, ritroviamo i soliti fornitori, sempre “fratelli”, per quanto riguarda materiali per la costruzione delle Sale del Regno.
E non solo, come già scrissi sull’altro forum, dopo aver allestito il complesso delle Sale del Regno di Ginevra alla fine degli anni 80, mi sono ritrovato le MEDESIME poltroncine fornite dallo stesso fornitore spagnolo, ma nel complesso delle Sale del Regno di Aosta città.
Chiesi allora quanto le avessero pagate e mi dissero 50'000 lire (25 euro) l’una, mentre noi qui a Ginevra le pagammo, al fratello di lingua spagnola che ne era il rappresentante locale, ben 75 euro; lo so perché ero il verificatore dei conti del Comitato Regionale Costruzioni delle Sale del Regno.

Dunque, si può ben sospettare che qualcuno si guadagnava più che da vivere con i progetti di costruzione.

Cosa dire, per mettere in relazione questa riflessione con quanto detto da Gabriella, aveva questa disposizione il “placet della Società”?
Beh, indirettamente, direi, di sì, perché il Comitato Regionale Costruzioni delle Sale del Regno è costituito dalla Filiale nazionale ed è responsabilità del Comitato Regionale di fare la scelta dei fornitori del materiale.

Dunque, benché non si possa dire che il guadagno sospetto sia stato fatto con il “placet diretto della Società”, sia essa la Sede Centrale che la il Comitato di Filiale nominato da quest’ultima, è indubbio che un certo grado di responsabilità esiste, in quanto uno nomina l’altro fino al più insignificante partecipante al progetto.
Chi sono
Roberto di Stefano
Sito: http://www.testimoni-di-geova.info/ - Blog: http://testimoni-di-geova.blogspot.com/
Prima le Libertà e i Diritti Umani Fondamentali - La dove regna l'impostura, non c'è posto per me ! (Vincenzo Vela)
Avatar utente
Roberto
Utente Senior
 
Messaggi: 619
Iscritto il: 16/06/2009, 6:49
Località: Ginevra - Svizzera

La solita ipocrisia!

Messaggiodi Roberto » 07/11/2009, 12:05

Gabriella ha scritto

Il motivo per cui ho pensato che ci sia un'approvazione sottaciuta della società circa il sito internet che hai segnalato, è legato anche al fatto del trasferimento in atto delle tipografie in Germania.
Può essere che, temporaneamente, questo sia un sistema per sopperire a difficoltà oggettive.


Non so, Gabri, se si può fare questo accostamento.

Dico questo, prendendo in esame i seguenti elementi:

- Il trasferimento delle stamperie in Germania è una situazione europea; il sito, benché offra il software in diverse lingue, è nato e serve praticamente solo il “mercato” statunitense, per il momento.

- Farne l’accostamento, ossia tra la decisione di trasferire stamperie in Germania o, in questo caso, in Canada, e il rendere disponibile un programma per la Scuola di Ministero Teocratico, ha poca attinenza, perché il programma della Scuola, oltre ad avere un vero valore dal punto di vista amministrativo della stessa, stampa solo quei pochi foglietti dei consigli e il programma del mese da affiggere sull’albo degli annunci, dunque, quantitativamente irrisorio.


Penso invece che l’iniziativa sia stata presa indipendentemente dalla Società, Sede o Filiale che sia, perché alla WT (intendo ora il Corpo Direttivo), non piace quando individui vogliono arrogarsi il diritto di sostituirla nelle sue prerogative, come quella di stampare i foglietti per i consigli della Scuola, in quanto hanno paura di finire per perdere la loro autorità, legittimando iniziative private.

Dico questo perché, come ho già spiegato in un altro argomento, penso sul vecchio forum, quando ero Sorvegliante della Scuola, dato che, professionalmente, usavo già sistemi informatici, avevo introdotto un sistema simile per la nostra congregazione, dovetti abbandonarlo (e per l’occasione scelsi di non essere più Sorvegliante della Scuola) dopo che il SdC me lo avesse imposto in quanto “dovevamo usare solo i moduli stampati dalla WT” e non “prenderci nessuna iniziativa privata”.

Dunque, come per apertura di siti o forum a favore dell’Organizzazione come quelli che già conosciamo in italiano, anche questa iniziativa è contraria alle istruzioni e le disposizioni dell’Organizzazione.
Un fratello qui in Svizzera che aveva aperto un sito a favore dell’Organizzazione, sviluppato poi proprio da mio figlio, ha ricevuto l’attenzione della filiale e è stato “ripreso” dagli anziani.
Ma forse, benché “predicano” una cosa, poi, forse anche per convenienza, come nel caso di questi forum o siti, finiscono per accettare tacitamente il suo contrario.

Perché non fanno chiudere i siti o forum a favore dell’organizzazione, ricorrendo perfino alla legge, come lo fanno per i forum contro la WT, se va contro le loro “disposizioni”?
La solita ipocrisia!
Chi sono
Roberto di Stefano
Sito: http://www.testimoni-di-geova.info/ - Blog: http://testimoni-di-geova.blogspot.com/
Prima le Libertà e i Diritti Umani Fondamentali - La dove regna l'impostura, non c'è posto per me ! (Vincenzo Vela)
Avatar utente
Roberto
Utente Senior
 
Messaggi: 619
Iscritto il: 16/06/2009, 6:49
Località: Ginevra - Svizzera

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 07/11/2009, 12:17

Roberto ha scritto:Ma qui, nuovamente, sto andando OT, in quanto il soggetto dovrebbe essere “Prerogative della Sede Centrale e indipendenza delle Filiali: dove sono i limiti”.

Credo sarebbe interessante, alla luce della tua esperienza, che tu potessi aprire un 3D per farci chiarezza su questi argomenti.
Ne sapremmo un po di più e potrebbero illuminarci anche su tante scelte che ci hanno toccato.
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Un ulteriore esempio

Messaggiodi Roberto » 07/11/2009, 12:53

Rispondendo a libero pensatore, sul soggetto del British Museum, ho scritto qui
posting.php?mode=edit&f=17&p=9156" target="_blank" target="_blank

Non esiste "guida della società", mio caro liberopensatore, ma "guida di imprenditori testimoni che approfittano del mercato degli stessi per guadagnarsi da vivere e più”.
Vedi l'argomento che ho aperto su questo soggetto "Business privato nella WT ossia come farsi i soldi grazia alla WT", qui
viewtopic.php?f=17&t=861" target="_blank" target="_blank" target="_blank

Infatti, se parli del tour del museo che ho fatto con mia moglie circa 25 anni fa, allora probabilmente ti riferisci al fratello che gestisce l’agenzia turistica Meander, che, tra l’altro, continua immancabilmente ogni anno a inviarmi i suoi programmi e che, ti offre i seguenti tour per il 2010:

- “British Museum” 11 tours, dal N°1 alN°12 5 € a persona, eccetto il N°10 che costa 6 €
- “London Weekend Bible Tour” >>> £ 170 ossia 200 €
- “Exodus Tour” >>> 4181€ a 4401€ secondo la stagione
- “Paul Missionary Travel” >>> 3785€
Eccovi il link:
http://www.meander.co.uk/index.php" target="_blank" target="_blank" target="_blank

Dunque, per quanto riguarda il tuo viaggio, non so quale dei 12 tour al British Museum farai, ma puoi prenderne conoscenza del contenuto sul sito del Meander, al link:
http://www.meander.co.uk/british.php" target="_blank" target="_blank" target="_blank


Anche questo è un esempio del business fatto da proclamatori sulle spalle degli altri, con il beneplacido della Filiale, se non esplicitamente, allora implicitamente da ben 28 anni da quando esiste questa Agenzia Turistica “Teocratica” a Londra.


Ma di “Agenzie Turistiche Teocaritche” ne abbiamo già parlato innumerevoli volte, questa è solo un ulteriore esempio !!!
Chi sono
Roberto di Stefano
Sito: http://www.testimoni-di-geova.info/ - Blog: http://testimoni-di-geova.blogspot.com/
Prima le Libertà e i Diritti Umani Fondamentali - La dove regna l'impostura, non c'è posto per me ! (Vincenzo Vela)
Avatar utente
Roberto
Utente Senior
 
Messaggi: 619
Iscritto il: 16/06/2009, 6:49
Località: Ginevra - Svizzera

Ovviamente, solo stupide elucubrazioni …

Messaggiodi Roberto » 07/11/2009, 13:40

Riflettendo ancora di più su questo soggetto, mi sono chiesto …

Se quanto insegnato dall’Organizzazione fosse vero, ossia la prossima venuta del Nuovo Mondo, o Nuovo Sistema di Cose, come sarebbe …

oltre alle molte elucubrazione alle quali ci possiamo facilmente lasciarci andare, come, per esempio, se ‘ci saranno trattori per arare la terra?, cimiteri per “i cattivi” che periranno durante il millennio (vedi Isai 65:20 ““Non ci sarà più da quel luogo lattante di pochi giorni, né vecchio che non compia i suoi giorni; poiché uno morirà come semplice ragazzo, benché all’età di cent’anni”) ?, distribuzione di energia elettrica?', e così via, potremmo chiederci:

La WT, che allora non esisterà più, in quanto è solo un Ente Legale costituito in base alle leggi degli stati che saranno stati distrutti ad Armaghedon, o il Nucleo Centrale del Nuovo Mondo, ossia i famosi “principi”, lasceranno i cittadini liberi di esercitare la loro creatività e imprenditorialità o ogni iniziativa privata sul cosa produrre, a chi venderlo, quando venderlo, a che prezzo venderlo, se di vendere si potrà parlare, in quanto “corre voce” che i soldi non ci saranno più, oppure ogni cosa sarà gestita, amministrata, controllata dal cosiddetto Nucleo Centrale del Nuovo Mondo?

Da controllo della mente (oggi) a … controllo del territorio e dei cittadini (nel Nuovo Ordine), ossia dittatura totale!
Chi sono
Roberto di Stefano
Sito: http://www.testimoni-di-geova.info/ - Blog: http://testimoni-di-geova.blogspot.com/
Prima le Libertà e i Diritti Umani Fondamentali - La dove regna l'impostura, non c'è posto per me ! (Vincenzo Vela)
Avatar utente
Roberto
Utente Senior
 
Messaggi: 619
Iscritto il: 16/06/2009, 6:49
Località: Ginevra - Svizzera

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 07/11/2009, 13:44

Roberto ha scritto:Riflettendo ancora di più su questo soggetto, mi sono chiesto …

Se quanto insegnato dall’Organizzazione fosse vero, ossia la prossima venuta del Nuovo Mondo, o Nuovo Sistema di Cose, come sarebbe …

oltre alle molte elucubrazione alle quali ci possiamo facilmente lasciarci andare, come, per esempio, se ‘ci saranno trattori per arare la terra?, cimiteri per “i cattivi” che periranno durante il millennio (“morirà a 100 anni come un bambino”) ?, distribuzione di energia elettrica?', e così via, potremmo chiederci:

La WT, che allora non esisterà più, in quanto è solo un Ente Legale costituito in base alle leggi degli stati che saranno stati distrutti ad Armaghedon, o il Nucleo Centrale del Nuovo Mondo, ossia i famosi “principi”, lasceranno i cittadini liberi di esercitare la loro creatività e imprenditorialità o ogni iniziativa privata sul cosa produrre, a chi venderlo, quando venderlo, a che prezzo venderlo, se di vendere si potrà parlare, in quanto “corre voce” che i soldi non ci saranno più, oppure ogni cosa sarà gestita, amministrata, controllata dal cosiddetto Nucleo Centrale del Nuovo Mondo?

Da controllo della mente (oggi) a … controllo del territorio e dei cittadini (nel Nuovo Ordine), ossia dittatura totale!

Infatti è quello che ci fanno intendere e, forse, qualcuno del comitato direttivo se lo augura con...fede.
Ma, intanto, cercano di vivere, qui, al meglio.
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Sito vendita online "materiale teocratico"

Messaggiodi Roberto » 02/03/2010, 19:49

Avete bisogno di una chiave USB con la “nostra” posizione sul sangue?

O una chiave USB con giochi teocratici per ammazzare il tempo o rallegrare le vostre serate con i fratelli?

O semplicemente le solite borse per la predicazione, copertine per bibbie o libri, o delle agende teocratiche?

Ho trovato un sito che le vende on-line:
http://www.ministrygallery.com/index.htm

Divertitevi!
:risata: :risata: :risata:
Chi sono
Roberto di Stefano
Sito: http://www.testimoni-di-geova.info/ - Blog: http://testimoni-di-geova.blogspot.com/
Prima le Libertà e i Diritti Umani Fondamentali - La dove regna l'impostura, non c'è posto per me ! (Vincenzo Vela)
Avatar utente
Roberto
Utente Senior
 
Messaggi: 619
Iscritto il: 16/06/2009, 6:49
Località: Ginevra - Svizzera

Messaggiodi darklight » 03/03/2010, 12:27

Ricordo anche io di aver ordinato la prima borsa per il servizio da un catalogo, e ricordo anche che ne avevo viste a prezzi più economici in altri posti, ma la ditta del catalogo era di un fratello e quindi non si discuteva...
La questione delle rilegatura delle riviste e di comprare i cd della società mi ha fatto venire in mentre un altro aneddoto, quando comprai il primo pc mia madre provo ad ordinare il cd con tutta la libreria ma bisognava attendere non so quanti mesi perchè pochi fratelli avevano il pc e si aspettava di ordinare almeno un certo numero di copie. Al che io super tecnologico dotato di masterizzatore proposi di fare una copia del cd che possiedeva un servitore di ministero.
Risposta non si poteva perchè non era giusto , con il prezzo del cd si ripagava il lavoro dei fratelli che altrimenti l'anno prossimo non avrebbero potuto fare il cd bla bla.
Ora come sapete fra il costo di un cd vuoto e quella della società c`è un abisso, quindi il bravo testimone sta pagando per l'ennesima volta la torre di guardia ingiustamente.
darklight
Nuovo Utente
 
Messaggi: 133
Iscritto il: 11/12/2009, 12:13

Messaggiodi zeus10 » 03/03/2010, 13:55

di Roberto:
Anche questo è un esempio del business fatto da proclamatori sulle spalle degli altri, con il beneplacido della Filiale, se non esplicitamente, allora implicitamente da ben 28 anni da quando esiste questa Agenzia Turistica “Teocratica” a Londra.
Ma di “Agenzie Turistiche Teocaritche” ne abbiamo già parlato innumerevoli volte, questa è solo un ulteriore esempio !!!


Ciao Roberto,questa tua affermazione mi ha riportato in mente quando in sala,durante gli annunci teocratici,venivano propinati i vari viaggi nei "luoghi biblici".Ho sempre avuto un'impressione negativa in relazione a questa iniziativa,ed una delle cose che mi chiedevo era proprio se qualcuno non avesse interessi economici grazie a quella trovata.Ora ne ho la conferma.
Mi sai indicare un link dove è stato trattato questo argomento? Grazie mille.
‘Peggio che dire una menzogna è passare tutta la vita rimanendo fedeli ad una menzogna.’
Robert Brault.
Avatar utente
zeus10
Utente Senior
 
Messaggi: 606
Iscritto il: 21/09/2009, 6:52
Località: italia

Messaggiodi zeus10 » 03/03/2010, 14:09

di Roberto » 06/11/2009, 11:22

In barba alle direttive esposte nel Ministero del Regno (vedi qui di seguito) inerenti le attività commerciaie aventi come mira i componenti della congregazione, come potenziali clienti e i pretesti teocratici (materiale per il servizio di campo, per la biblioteca personale e simili) ora esiste un sito internet chiamato TMSWARE (ossia Programmi – software – per la Scuola di Ministero Teocratico) che vende software per la gestione della Scuola per un prezzo annuale di 25 dollari, in 15 differenti lingue, incluso l’italiano.

Se si calcola il numero delle congregazioni e si moltiplica per il costo del programma, si può avere un idea del potenziale mercato aperto a questa iniziativa.

Eccovi il sito che ne fa la vendita: http://www.tmsware.com/index.html


Ho visitato questo sito e sono rimasto a bocca aperta.Fra le varie voci,esiste anche un'agenzia, la American Travel Bethel Tours, che organizza viaggi per visitare le betel in America a pagamento.E' incredibile!!
Scusa Roberto ma ho visto bene ho mi sono sbagliato?
‘Peggio che dire una menzogna è passare tutta la vita rimanendo fedeli ad una menzogna.’
Robert Brault.
Avatar utente
zeus10
Utente Senior
 
Messaggi: 606
Iscritto il: 21/09/2009, 6:52
Località: italia

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 03/03/2010, 14:35

La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi zeus10 » 03/03/2010, 15:02

Grazie Gabriella. :ciao:
‘Peggio che dire una menzogna è passare tutta la vita rimanendo fedeli ad una menzogna.’
Robert Brault.
Avatar utente
zeus10
Utente Senior
 
Messaggi: 606
Iscritto il: 21/09/2009, 6:52
Località: italia


Torna a Forum principale

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici