Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Riflettiamo !

Per discutere di temi ed argomenti di vario genere.

Moderatore: Quixote

Messaggiodi Mauro1971 » 09/04/2013, 19:21

Amalia ha scritto:3) non so perchè ma provo un certo fastidio a vedere queste storie di esseri umani sofferenti messe in piazza come a far pubblicità alla propria fede. Una fede non dovrebbe, sempre secondo me, aver bisogno di questi "testimonial" di dolore. Quanti altri soffrono e muoiono con la grande speranza di vedere Dio e non perdono fiducia nel suo amore anche nei peggiori momenti della loro vita...ma non vengono esposti, non si espongono, vivono senza ridondanze quest'esperienza umana. Mettere in piazza queste vicende secondo me non aggiunge nulla alla fede degli altri (non alla mia almeno) ma può sortire addirittura l'effetto contrario, facendo sorgere domande come quelle di chi si chiede come fa un Dio d'amore ad essere così crudele da "chiamare a sè" tramite la malattia e la morte proprio i suoi più amorevoli figli.

4) in tutta questa storia io trovo eccezionale solo l'ottimismo, la serenità e la fiducia nell'amore di Dio di questa ragazza, e non è cosa da nulla. Avrebbe potuto reagire a ciò che stava vivendo con una perdita della fede, chiedere "perchè proprio a me Signore?! Sei stato ingiusto" e voltargli le spalle. Non l'ha fatto. Non è da tutti. Ma che questa sia santità, non lo so. Non ci sono forse esempi di altri che vivono con la stessa dignità esperienze simili, pur senza far riferimento per forza alla propria fede, cristiana, musulmana o da Testimone di Geova o ebreo o ateo o chissà......ma di questo non si parla?

Questi sono i pensieri che mi sono venuti vedendo il filmato e leggendo i vostri post....non sono prese di posizione categoriche ma solo l'opinione che mi son fatta, anche alla luce di esperienze personali...e spero che per tali li prendiate.

:appl: :appl: :appl: :appl: :appl: :appl: :appl:

Ti quotissimo Amalia :abbr:

Vorrei però spiegarmi un attimo.

Per me un discorso è quando si parla di religione, fede e quant'altro in termini generali; dei principi, dei ragionamenti, delle nostre posizioni.

Tutt'altro è quando si parla di esperienze del tutto personali.
Nel senso, se è cosa necessaria ad una persona affinchè possa vivere meglio, ben venga.
Dal mio punto di vista, è molto meglio una persona che è felice credendo, piuttosto che una persona con gli occhi aperti ma infelice. Se c'è una scelta, quando c'è, non ci si può esimere dal dare un consiglio (se richiesto) o altro, in questa direzione.

Nel caso di questa ragazza, ben venga che ci sia stata la sua fede. Non mi interessa minimamente se sia vera o falsa, illusione o realtà, ma se le ha permesso di passare gli ultimi mesi o anni della sua vita in serenità, ed affrontare la morte con dignità e conforto, allora che sia benedetta.
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)
"Io riconosco di essere un dilettante nella misura in cui io cerco ricavare diletto da tutto ciò che faccio" (Philo Vance)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Platinium
 
Messaggi: 10327
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi Ray » 09/04/2013, 19:57

Nel caso di questa ragazza, ben venga che ci sia stata la sua fede. Non mi interessa minimamente se sia vera o falsa, illusione o realtà, ma se le ha permesso di passare gli ultimi mesi o anni della sua vita in serenità, ed affrontare la morte con dignità e conforto, allora che sia benedetta.


:quoto100: :bravo: :bravo:
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 11560
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Messaggiodi Mamy » 10/04/2013, 9:42

Finalmente oggi ho visto il filmato ,molto bello e commovente .

Grazie Enzo :abbr:


Mamy .
Mamy
 

Messaggiodi Cogitabonda » 10/04/2013, 18:08

enzo2010 ha scritto:Mi dispiaceva più per l'importanza del video postato e per le sofferenze provate sia da Chiara che dalla famiglia di Chiara, volevo solo condividere con voi (tra l'altro nella sezione fuori tema) questo video.

Però in compenso con un solo video postato sono stato stato accusato di "Plagio" - "di fare proselitismo", ammazza se mi impegno prima che raggiungo i 100 messaggi nel forum vengo arrestato ...

Vi richiedo nuovamente scusa, e chiedo al moderatore di cancellare la discussione ...

Saluti ...
Caro Enzo, capisco che tu sia sconcertato, ma per favore non offenderti e soprattutto non scappare. Lascia prima che ti spieghi un po' chi siamo.

Siamo un gruppo eterogeneo, non ci sono solo ex-testimoni di Geova, ma anche persone che hanno un familiare TdG, altre che per un periodo si sono lasciate convincere a studiare le loro dottrine ma poi hanno detto no, altre ancora che sono ancora dentro l'organizzazione ma dissidenti nella loro coscienza, e inoltre ci sono studiosi che offrono il loro aiuto per esaminare la Bibbia dei TdG, le loro interpretazioni esegetiche, i falsi storici, teorie "scientifiche" eccetera. Se vuoi sapere con chi hai a che fare, quando partecipi a una discussione o semplicemente leggi, vedrai che nella "firma" in calce a ciascun intervento c'è un link alla presentazione di quella persona, dove questa ha spiegato il motivo che l'ha portata qui.

Qui esaminiamo tutto ciò che riguarda i TdG, dai loro bilanci (in quei paesi in cui sono obbligati a pubblicarli) alle statistiche di vario genere che li riguardano. Cerchiamo di mostrare dei TdG anche quei lati oscuri che essi si sforzano di tenere segreti (per esempio le procedure disciplinari verso i loro fratelli che sgarrano). Lo facciamo perchè abbiamo riconosciuto in quest'organizzazione un culto abusante che fa del male agli individui, alle famiglie e alla società. Cooperando per uno scopo comune, pur essendo diversi siamo anche diventati amici, e da amici si sta insieme volentieri anche per chiacchierare di argomenti vari (religione compresa) e scherzare. La porta è sempre aperta per accogliere amici nuovi. Se deciderai di continuare a frequentarci imparerai a conoscere le varie personalità, oltre ai rispettivi orientamenti religiosi.

Ho iniziato scrivendo che capisco il tuo sconcerto, perchè noi che abbiamo partecipato finora a questa discussione ci conosciamo da tempo, sappiamo leggere tra le righe dei rispettivi messaggi (anche se a volte gli equivoci sorgono ugualmente) e mi rendo conto che questo rende difficili le cose per chi è appena arrivato. Puoi star certo che non ti volevamo, e non vogliamo, metterti sotto processo. Mi dispiace molto che tu possa aver scambiato per un'accusa il mio invito a muoverti con prudenza, poiché mi sembravi camminare sul confine. Errore mio sicuramente. Quanto a Paxuxu e la sua accusa di plagio, beh, se resterai scoprirai che è un tipo un po' particolare: i suoi commenti sono quasi sempre o molto acuti o da ignorare completamente, il giusto mezzo non gli piace.

Mi sembrava giusta e doverosa questa presentazione collettiva. Se ti va di stare con noi puoi essere una ricchezza in più per il forum e i suoi frequentatori.
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame

Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8481
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Messaggiodi enzo2010 » 10/04/2013, 18:56

Cogitabonda ha scritto:
enzo2010 ha scritto:Mi dispiaceva più per l'importanza del video postato e per le sofferenze provate sia da Chiara che dalla famiglia di Chiara, volevo solo condividere con voi (tra l'altro nella sezione fuori tema) questo video.

Però in compenso con un solo video postato sono stato stato accusato di "Plagio" - "di fare proselitismo", ammazza se mi impegno prima che raggiungo i 100 messaggi nel forum vengo arrestato ...

Vi richiedo nuovamente scusa, e chiedo al moderatore di cancellare la discussione ...

Saluti ...
Caro Enzo, capisco che tu sia sconcertato, ma per favore non offenderti e soprattutto non scappare. Lascia prima che ti spieghi un po' chi siamo.

Siamo un gruppo eterogeneo, non ci sono solo ex-testimoni di Geova, ma anche persone che hanno un familiare TdG, altre che per un periodo si sono lasciate convincere a studiare le loro dottrine ma poi hanno detto no, altre ancora che sono ancora dentro l'organizzazione ma dissidenti nella loro coscienza, e inoltre ci sono studiosi che offrono il loro aiuto per esaminare la Bibbia dei TdG, le loro interpretazioni esegetiche, i falsi storici, teorie "scientifiche" eccetera. Se vuoi sapere con chi hai a che fare, quando partecipi a una discussione o semplicemente leggi, vedrai che nella "firma" in calce a ciascun intervento c'è un link alla presentazione di quella persona, dove questa ha spiegato il motivo che l'ha portata qui.

Qui esaminiamo tutto ciò che riguarda i TdG, dai loro bilanci (in quei paesi in cui sono obbligati a pubblicarli) alle statistiche di vario genere che li riguardano. Cerchiamo di mostrare dei TdG anche quei lati oscuri che essi si sforzano di tenere segreti (per esempio le procedure disciplinari verso i loro fratelli che sgarrano). Lo facciamo perchè abbiamo riconosciuto in quest'organizzazione un culto abusante che fa del male agli individui, alle famiglie e alla società. Cooperando per uno scopo comune, pur essendo diversi siamo anche diventati amici, e da amici si sta insieme volentieri anche per chiacchierare di argomenti vari (religione compresa) e scherzare. La porta è sempre aperta per accogliere amici nuovi. Se deciderai di continuare a frequentarci imparerai a conoscere le varie personalità, oltre ai rispettivi orientamenti religiosi.

Ho iniziato scrivendo che capisco il tuo sconcerto, perchè noi che abbiamo partecipato finora a questa discussione ci conosciamo da tempo, sappiamo leggere tra le righe dei rispettivi messaggi (anche se a volte gli equivoci sorgono ugualmente) e mi rendo conto che questo rende difficili le cose per chi è appena arrivato. Puoi star certo che non ti volevamo, e non vogliamo, metterti sotto processo. Mi dispiace molto che tu possa aver scambiato per un'accusa il mio invito a muoverti con prudenza, poiché mi sembravi camminare sul confine. Errore mio sicuramente. Quanto a Paxuxu e la sua accusa di plagio, beh, se resterai scoprirai che è un tipo un po' particolare: i suoi commenti sono quasi sempre o molto acuti o da ignorare completamente, il giusto mezzo non gli piace.

Mi sembrava giusta e doverosa questa presentazione collettiva. Se ti va di stare con noi puoi essere una ricchezza in più per il forum e i suoi frequentatori.



Ciao Anna, mi fà piacere questa tua precisazione, non ho intenzione di lasciare il forum, cercate di capire che sono in "rodaggio", giustamente in un forum dove non trovi persone della tua stessa religione ma eterogenee, forse ho osato un pò troppo, postare questo video e sperare che tutti avrebbero potuto vederlo con lo stesso "sentimento" con cui lo vedo io, (per via della mia religione), la richiesta che avevo fatto di non commentare, (stupida in effetti su un forum) era solo per rispetto per Chiara e la sua famiglia, vista la delicatezza del video e del completo abbandono sia di Chiara che della famiglia stessa ...

Ti ringrazio ancora per la precisazione ...
Dio ti ama, non lasciarti ingannare ...
Avatar utente
enzo2010
Nuovo Utente
 
Messaggi: 75
Iscritto il: 04/04/2013, 17:17

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 10/04/2013, 19:12

Come moderatore e come utente, nulla ho da aggiungere allo scritto di Cogitabonda e apprezzo anche quanto tu hai espresso.
Come avrai potuto leggere, pur avendo orientamenti eterogenei, nessuno ha criticato e tantomeno offeso i sentimenti delle persone coinvolte in questa esperienza.
Se ci sono, come è logico che vi siano, perplessita', non sono certamene rivolte all'onesta' di queste persone, ma solo al messaggio trasmesso.
In questo senso siamo stati fedeli al titolo: si è riflettuto.
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Messaggiodi Amalia » 10/04/2013, 19:17

Ciao Enzo
sono lieta che hai un po' inquadrato meglio lo spirito di un forum, e di questo in particolare. :strettamano:

Visto che qui hai proposto un argomento (invero molto delicato) e hai ricevuto le reazioni e le risposte personali di molti utenti...non è che ti andrebbe di rispondere ad alcuni spunti di riflessione che sono emersi? Giusto per approfondire il discorso, non certo per mancanza di rispetto per i protagonisti di questa storia.
Per esempio come risponderesti a ciò che ho scritto ieri sera? A parte il primo punto che mi sembra essere stato chiarito, cosa ne pensi delle altre cose che ho scritto? Le condividi? Cosa ne pensi?
Hai notato l'intervento di Gabriella, ripreso da Arwen, sulla "santità"? Come risponderesti? Tu come ti poni di fronte alla domanda "in quelle condizioni io cosa farei? Come mi sentirei e come dimostrerei la mia fede?"...per come la senti e la vivi tu ovviamente.

Non sono domande provocatorie, sia beninteso, solo spunti di riflessione per approfondire il dibattito e magari conoscere meglio le diverse opinioni e pensieri... :strettamano:
"Chi porta il paraocchi si ricordi che del completo fanno parte il morso e la sferza."
Stanisław Jerzy Lec
"Non condivido la tua idea, ma darei la vita perché tu la possa esprimere." Voltaire
Presentazione - FacebookImmagine
Avatar utente
Amalia
Utente Gold
 
Messaggi: 5512
Iscritto il: 07/11/2011, 2:31
Località: Torino

Messaggiodi ryuzaki77 » 11/04/2013, 8:07

L'uomo ha da sempre Bisogno di sentirsi protetto, di una mamma e un papà che sono lì proprio nel momento del bisogno, quando non sa dove sbattere la testa. Alcuni si rifugiano nell'amore, altri nelle amicizie, altri in Dio. Sempre meglio che chiudersi in se stessi.. Questa ragazza aveva in Dio la spalla su cui poggiare le proprie disgrazie. Illusione? Forse, ma questa illusione le dava una speranza. Nonostante la sua condizione di morte lei era viva.
Avatar utente
ryuzaki77
Utente Senior
 
Messaggi: 510
Iscritto il: 26/09/2009, 8:22

Messaggiodi enzo2010 » 11/04/2013, 9:11

Amalia ha scritto:Ciao Enzo
sono lieta che hai un po' inquadrato meglio lo spirito di un forum, e di questo in particolare. :strettamano:

Visto che qui hai proposto un argomento (invero molto delicato) e hai ricevuto le reazioni e le risposte personali di molti utenti...non è che ti andrebbe di rispondere ad alcuni spunti di riflessione che sono emersi? Giusto per approfondire il discorso, non certo per mancanza di rispetto per i protagonisti di questa storia.
Per esempio come risponderesti a ciò che ho scritto ieri sera? A parte il primo punto che mi sembra essere stato chiarito, cosa ne pensi delle altre cose che ho scritto? Le condividi? Cosa ne pensi?
Hai notato l'intervento di Gabriella, ripreso da Arwen, sulla "santità"? Come risponderesti? Tu come ti poni di fronte alla domanda "in quelle condizioni io cosa farei? Come mi sentirei e come dimostrerei la mia fede?"...per come la senti e la vivi tu ovviamente.

Non sono domande provocatorie, sia beninteso, solo spunti di riflessione per approfondire il dibattito e magari conoscere meglio le diverse opinioni e pensieri... :strettamano:


Ciao e grazie per il tuo intervento, per quanto riguarda di cosa ne penso sulla santità ho già risposto sopra, su come reagirei io se mi trovassi in questa situazione ???

Penso che nessuno di noi possa essere sicuro, di poter dare una risposta "sicura" della nostra reazione nella stessa situazione, queste "prove" secondo me possono sia avvicinare a Dio, ma anche far vacillare se non addirittura far cadere la nostra fede...
Probabilmente io mi sentirei abbandonato da Dio, ma era proprio questo che volevo far notare, la tranquillità, la forza d'animo, la coerenza ed in un unica parola la fede, che dimostra Chiara nell'affrontare questa malattia.

Se posso permettermi, questa storia mi ricorda la storia di Giobbe, ma se ricordate bene alla fine Giobbe ne esce si provato, ma anche "vincente" , ora PER ME che credo nella continuazione della vita e quindi nell'anima, penso che una cosa simile si realizzi in Chiara, a noi che vediamo sino a un certo punto sembra tutto perduto, ma la realtà è ben diversa, ma questa è solo la mia fede, e ti rispondo solo perchè me lo hai chiesto ...

Concordo che queste valutazioni "se si rimane in questi limiti" possono essere solo costruttive e non offensive nei riguardi di chiara e della famiglia ...
Dio ti ama, non lasciarti ingannare ...
Avatar utente
enzo2010
Nuovo Utente
 
Messaggi: 75
Iscritto il: 04/04/2013, 17:17

Messaggiodi Mauro1971 » 11/04/2013, 9:30

enzo2010 ha scritto:
Ciao e grazie per il tuo intervento, per quanto riguarda di cosa ne penso sulla santità ho già risposto sopra, su come reagirei io se mi trovassi in questa situazione ???

Penso che nessuno di noi possa essere sicuro, di poter dare una risposta "sicura" della nostra reazione nella stessa situazione, queste "prove" secondo me possono sia avvicinare a Dio, ma anche far vacillare se non addirittura far cadere la nostra fede...
Probabilmente io mi sentirei abbandonato da Dio, ma era proprio questo che volevo far notare, la tranquillità, la forza d'animo, la coerenza ed in un unica parola la fede, che dimostra Chiara nell'affrontare questa malattia.


Buongiorno Enzo.

Vedi, il fatto è che di queste esperienze sono ricche tutte le "fedi", anche i TDG, o tra i Mussulmani, Indù, Buddhisti, ecc... troverai situazioni identiche.
Per quanto molto toccante, non è un qualcosa di "unico", è non è frutto neppure della fede in cristo, ma è frutto della "fede" come effetto psicologico, e risulta molto evidente quando non si guarda un solo evento in particolare, ma si guardano molti eventi in generale.
Questo tipo "testimonianze" hanno senso all'interno di una comunità religiosa/spirituale, ma lo perdono appena se ne esce fuori e ci si confronta con il resto del mondo.
Quando scopri che pure le altre religioni hanno le stesse testimonianze, ma a loro favore, ciò che dovrebbe rendere "speciale" la tua, si perde completamente, diventa inevitabilmente una come le altre.
E se tutte sono "speciali", significa che non lo è nessuna.
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)
"Io riconosco di essere un dilettante nella misura in cui io cerco ricavare diletto da tutto ciò che faccio" (Philo Vance)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Platinium
 
Messaggi: 10327
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi Paxuxu » 11/04/2013, 9:37

Mauro1971 ha scritto:Buongiorno Enzo.

Vedi, il fatto è che di queste esperienze sono ricche tutte le "fedi", anche i TDG, o tra i Mussulmani, Indù, Buddhisti, Satanisti, ecc... troverai situazioni identiche.
Per quanto molto toccante, non è un qualcosa di "unico", è non è frutto neppure della fede in cristo, ma è frutto della "fede" come effetto psicologico, e risulta molto evidente quando non si guarda un solo evento in particolare, ma si guardano molti eventi in generale.
Questo tipo "testimonianze" hanno senso all'interno di una comunità religiosa/spirituale, ma la perdono appena se ne esce fuori e ci si confronta con il resto del mondo.
Quando scopri che pure le altre religioni hanno le stesse testimonianze, ma a loro favore, ciò che dovrebbe rendere "speciale" la tua, si perde completamente, diventa inevitabilmente una come le altre.
E se tutte sono "speciali", significa che non lo è nessuna.


Quoto, ma faccio un'appunto, le religioni diventano uguali a questo punto, ma se uno invece ha un MoVimento tende ad andare avanti ed a migliorarsi sempre di più.


:sorriso:


Paxuxu
Avatar utente
Paxuxu
Utente Master
 
Messaggi: 4030
Iscritto il: 17/07/2009, 11:40

Messaggiodi ryuzaki77 » 11/04/2013, 10:19

La fede non ha necessariamente connotazioni religiose. Un professore dell Università di Roma venne a sapere che gli mancavano pochi mesi di vita. Stava finendo di scrivere un libro e decise di portarlo a termine prima di morire. La sua grande fede nel progetto lo mantenne in vita fino alla conclusione del libro. Poi morì. Secondo me abbiamo energie dentro che non riusciamo ancora capire e che proprio per questo chiamiamo fede e Dio.
Avatar utente
ryuzaki77
Utente Senior
 
Messaggi: 510
Iscritto il: 26/09/2009, 8:22

Messaggiodi Gabriella Prosperi » 11/04/2013, 11:10

ryuzaki77 ha scritto:La fede non ha necessariamente connotazioni religiose. Un professore dell Università di Roma venne a sapere che gli mancavano pochi mesi di vita. Stava finendo di scrivere un libro e decise di portarlo a termine prima di morire. La sua grande fede nel progetto lo mantenne in vita fino alla conclusione del libro. Poi morì. Secondo me abbiamo energie dentro che non riusciamo ancora capire e che proprio per questo chiamiamo fede e Dio.

Si, oserei dire: beati quelli che hanno un progetto.
Se è questa l'energia che da' forza per sopportare.
Gabriella
La cosa più difficile a questo mondo? Vivere! Molta gente esiste, ecco tutto.Oscar Wilde
Presentazione
Avatar utente
Gabriella Prosperi
Utente Platinium
 
Messaggi: 14678
Iscritto il: 11/06/2009, 5:16

Precedente

Torna a Fuori Tema

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici