Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Le dottrine degli Avventisti simili a quelle dei TdG

Per discutere di temi ed argomenti di vario genere.

Moderatore: Quixote

Messaggiodi agabo » 20/11/2013, 8:13

Franco Coladarci scrive:
Vedremo alcune perle di questa "papessa", in seguito (dopo avere conosciuto i loro genitori) esamineremo le dottrine
Franco


Immagine

Caro Franco l'unica "papessa" du cui la storia si occupa è un oersonaggio femminile che, secondo una leggenda molto accreditata, è riuscita a farsi eleggere papa. Ma, PAPA DELLA CHIESA CATTOLICA.
Definendo "papessa" Ellen White, tu induci i foristi pochi informati a credere che la suddetta Ellen White abbia avuto nella chiesa uno o più ruoli di comando e/o di dirigenza.
A chi fa delle affermazioni spetta anche l'onere della prova, quindi ti chiedo: quale/quali cariche di comando o di dirigenza ha avuto Ellen White nella chiesa avventista e in quali anni.
"Come può uno scoglio arginare il mare? Anche se non voglio torno già a volare..." - Mogol
Avatar utente
agabo
Utente Junior
 
Messaggi: 929
Iscritto il: 27/07/2009, 11:33
Località: Piemonte

Messaggiodi agabo » 20/11/2013, 8:40

La struttura organizzativa di una chiesa è la cosa più importante perchè da essa dipende l'impianto dottrinale della chiesa stessa, l'esercizio dell'autorità sui suoi membri, sulla morale, il comportamento ed altre cose.
Franco Coladarci ha dato a questo 3d il titolo "Le dottrine degli avventisti sono simili a quelle dei TdG".
In attesa che egli provi questa affermazione, vediamo invece come sono strutturate tre denominazioni:
1 Chiesa cattolica
2. Watchtower
3. Chiesa avventista del 7° Giorno:

Immagine

Somiglianze tra Cattolici e Testimoni di Geova

http://apparizionimariane.net/it/cattol ... i_tdg.html Februray 2, 2012

Le somiglianze tra Cattolicesimo e Torre di Guardia sono sorprendenti. Cattolici e Testimoni di Geova condividono esattamente le stesse caratteristiche:
1. Hanno un governo centralizzato della chiesa a livello mondiale da cui viene emanata tutta la dottrina ufficiale che deve essere rispettata e seguita da tutte le "succursali".
2. Hanno entrambe una città in cui risiede stabilmente la sede mondiale: Roma in Italia per il Cattolicesimo Romano e Brooklyn, NY, USA per i Testimoni di Geova.
3. L'Autorità di questa "organizzazione mondiale" non può essere messa in dubbio, causa scomunica per i cattolici e dissociazione per i Testimoni di Geova. Il Papa e il corpo direttivo della Torre di Guardia sono esattamente la stessa cosa, infallibili e da seguire in ogni dottrina proclamata.
4. Entrambe ritengono che Dio sia il capo della loro organizzazione mondiale.
5. Sia il Papa sia l'organo di governo della Torre di Guardia sostengono di essere ispirati da Dio.
6. Entrambe le organizzazioni sostengono di essere lo "spirito diretto" di Dio e quindi infallibili.
7. Entrambe sostengono che non esiste salvezza al di fuori della loro organizzazione.
8. Una definizione semplice per entrambi è la seguente: "Definizione di un / Jw cattolico: 'Qualcuno che accetta di Roma / Brooklyn come organizzazione visibile di Dio, lo spiritodiretto teocratico sulla terra.
9. Entrambi hanno incontri ufficiali annuali dei leader mondiali.
10. Le loro dottrine ufficiali sono cambiate drasticamente nel corso del tempo adattandosi a vari avvenimenti storici e sociali. La Torre di Guardia ha spostato i vari anni delle profezie mai avveratesi dandone ogni volta una interpretazione diversa per discolparsi per il mancato adempimento, e la Chiesa Cattolica ha fatto e rifatto dogmi, emanati dall'infallibilità papale (es. il Limbo che è stato abolito ultimamente) o ha aggiunto nuove dottrine in contrasto con le precedenti (magari a seguito dei messaggi mariani) o modificato a seguito del fenomeno di allontanamento sociale portato dalla Riforma Protestante.
11. Entrambi sostengono di avere la "vera luce" e il vero Spirito per l'interpretazione delle Sacre Scritture o di ricevere ogni tanto rivelazioni divine per giustificare le variazioni dottrinali che fanno ogni volta.
12. Entrambi condividono una ermeneutica simile nel determinare la verità: i cattolici hanno un sistema chiamato "Dottrina dello sviluppo" reso popolare dal Dr. Newman, ma anticipato dal teologo tedesco Mohler nella sua opera, Symbolik. Questa ermeneutica cattolica sostiene che Cristo aveva dato alla sua Chiesa, alcuni semi e germi di verità, destinati poi ad espandersi in forme definite, e che Egli non aveva inteso che l'insegnamento della sua Chiesa sarebbe dovuto essere sempre lo stesso, ma che sarebbe dovuto andare avanti continuamente e migliorare sotto la guida del suo Santo Spirito. I Testimoni di Geova impiegano esattamente la stessa ermeneutica, ma la chiamano con un nome diverso: "Nuova Luce".
13. Entrambi insegnano che, anche se la Bibbia è importante (e fanno credere agli adepti che la loro religione si basa sulla Bibbia sottoponendogliela (ma con le loro spiegazioni e note e sempre per mezzo di opuscoli), la loro organizzazione/chiesa è sovrana e la Bibbia è solo una componente secondaria che possono spiegare solo loro; non è la Bibbia quindi ad essere suprema ma l'organizzazione.
14. I capi dicono ai membri dell'organizzazione che non possono capire la Bibbia senza l'aiuto dell' insegnamento ufficiale.
15. Entrambi scoraggiano il pensiero indipendente che non sia quello della loro organizzazione mondiale.
16. In entrambi, i membri, continuano a seguire ciecamente l'organizzazione a dispetto dei grandi cambiamenti dottrinali e inversioni di rotta.
17. Entrambi "spiegano" cambiamenti dottrinali, appellandosi alla "nuova luce" o rivelazione privata.
18. Entrambi considerano ogni altra chiesa come eretica e falsa.
19. Non c'è salvezza al di fuori della loro organizzazione.
20. La parola di questa organizzazione è senza dubbio finale.
21. Interpretare la Bibbia è il diritto esclusivo dell'organizzazione.
22. Entrambi hanno scritti autorevoli, oltre alla Bibbia. Credo, catechismi, opuscoli, encicliche e riviste.
23. Entrambi insegnano che non si può capire la Bibbia leggendola da sola, a meno che non la si confronta con i loro "scritti autorevoli" ufficiali.
24. Entrambi hanno un sistema ufficiale gerarchico con speciali privilegi e diritti per i membri "più alti" che i membri comuni non hanno. I sacerdoti nel Cattolicesimo e il Corpo Direttivo per i Testimoni di Geova.
25. Entrambi hanno un sistema in cui ci sono "i più santi" degli altri e insegnano a fare opere agli adepti (specialmente in denaro o donazioni) per ottenere meriti e grazie da Dio, cosa che i "più alti" già hanno per volontà divina. Entrambi scoraggiano letture di materiali non editi dalla loro organizzazione. Questo è quel che dice la Chiesa Cattolica ai fedeli che si dovessero trovare in mano una Bibbia protestante (quindi anche altro libro che non sia di loro approvazione):
Se ad un cristiano venisse offerta la Bibbia da un protestante, o da qualche emissario dei protestanti, egli dovrebbe rigettarla con orrore, perché proibita dalla Chiesa; che se l'avesse ricevuta senza badarvi, dovrebbe tosto gettarla alle fiamme, o consegnarla al proprio parroco. [887. Catechismo Cattolico Maggiore]
La Chiesa proibisce la Bibbie protestanti perché o sono alterate e contengono errori, oppure, mancando della sua approvazione e delle note dichiarative dei sensi oscuri, possono nuocere alla Fede. Per questo la Chiesa proibisce eziandio le traduzioni della Sacra Scrittura già approvate da essa, ma ristampate senza le spiegazioni dalla medesima approvate. [888. Catechismo Cattolico Maggiore]. Ne scoraggiano la lettura come scoraggiano qualsiasi lettura di materiale non approvato dal Vaticano, proprio come fa la Torre di Guardia: Non è neanche saggio accettare la parola di qualcun altro senza fare un'investigazione personale. Pur essendo zelante e credendo di fare la cosa giusta, la persona può inconsapevolmente servire Satana come Dio. Zelo e sincerità non bastano. [Svegliatevi! 8-11-1973, pag. 28)]. ecco . . . perché i Testimoni di Geova non leggono la stampa delle religioni diverse dalla loro: Satana continua a trasformarsi in angelo di luce . . . Sarebbe pertanto temerario, oltre che uno spreco di tempo prezioso, se i Testimoni accettassero ed esaminassero falsa letteratura religiosa scritta per ingannare . . . Perché finanziare la loro malvagità acquistando le loro pubblicazioni?. Vi dimostrate saggi distruggendo il materiale apostata? Per esempio, cosa fareste se trovaste nella cassetta della posta una lettera o qualche pubblicazione e, aprendola, vi accorgereste che proviene da un apostata? La curiosità vi spingerebbe a leggerla, tanto per vedere cosa dice? Potreste anche pensare: Non mi influenzerà; sono troppo forte nella verità. E poi, se abbiamo la verità, non abbiamo nulla da temere. La verità supera la prova'. Facendo questo ragionamento, alcuni hanno nutrito la loro mente con pensieri apostati e sono caduti in balìa di seri dubbi e interrogativi [Torre di Guardia, 15-3-1986, pag. 12].
Nell'organizzazione di Geova, non è necessario dedicare tanto tempo ed energia alla ricerca, poiché nell'organizzazione ci sono fratelli ai quali è assegnato di fare proprio questo, per aiutare voi che non avete molto tempo per far ciò, ed essi preparano le buone informazioni de La Torre di Guardia e altre pubblicazioni della Società. [Torre di Guardia, 15-11-1967, pag. 690, 12]. Sarebbe pertanto temerario, oltre che uno spreco di tempo prezioso, se i testimoni di Geova accettassero ed esaminassero falsa letteratura religiosa scritta per ingannare. (. . . ) Per di più alcune pubblicazioni religiose che le persone possono suggerire ai testimoni di Geova di leggere sono scritte da apostati, o contengono i loro pensieri. Ai veri cristiani è comandato di evitare tali apostati. E' quindi per mostrarsi saggi e per rispettare i consigli di Dio che i testimoni di Geova non hanno l'abitudine di scambiare preziose pubblicazioni di studio biblico contenenti verità scritturali con la letteratura religiosa che diffonde l'errore o le idee degli apostati. [Torre di Guardia, 15-8-1984,pag.31].
Se nutriamo amore verso Geova e l'organizzazione del suo popolo non saremo sospettosi, ma, come dice la Bibbia, 'crederemo tutto', tutto ciò che La Torre di Guardia addita, poiché essa è stata fedele nell'impartirci la conoscenza dei propositi di Dio e nel guidarci nella via della pace , della sicurezza e della verità dal suo inizio a questo giorno. [Qualificati per essere Ministri, 1963, pag.160].
La stragrande maggioranza dei testimoni di Geova sono ex cattolici. Le due organizzazioni sono molto simili, essi hanno solo dovuto cambiare il credo e abolire alcune usanze, ma la struttura che governa la chiesa a livello di autorità e le regole sono sempre le stesse.
Sono entrambe due organizzazioni con molto potere, con sede centrale che controlla tutte le "succursali" del mondo.
Entrambi hanno lo stesso modo di offrire salvezza: "Entra nella nostra Chiesa, che è quella voluta da Dio e l'unica detentrice della Verità, e potrai concorrere alla possibilità di salvezza" - [come se la salvezza fosse un concorso a premi]. "Fai opere di bene (per i cattolici volontariato, caritas, indulgenze, offerte alla chiesa, ecc.- per il testimone di Geova, principalmente offerte in denaro e predicazione per le case) e avrai maggiori opportunità di salvezza".
Perché i cattolici cambiano religione? Per il cattolico, privo di conoscenza biblica approfondita, è molto facile cadere nel tranello del Testimone di Geova, che si presenta colto di Bibbia e che promette cose che il cattolicesimo non può dare. Infatti non si tratta di Cristo ma solo di cosa un'organizzazione può offrire. Il Testimone di Geova dice al Cattolico, (al quale è stato insegnato che non c'è alcuna sicurezza sulla salvezza a meno che non si facciano opere buone alla maniera dei vari santi canonizzati), di offrirgli la salvezza entrando nella loro organizzazione, così anche se non dovesse essere uno dei 144.000 eletti che regneranno in Cielo, avrà la possibilità di vivere eternamente su questa terra in carne ed ossa (che essi credono sarà il Regno di Dio). Mentre il Cattolico, se non ha fatto abbastanza opere di bene, ha poche speranze per il Paradiso (infatti la maggior parte, secondo loro, starà in Purgatorio, visto che l'Inferno sembra essere inesistente per loro, così come per i Testimoni di Geova), il TdG offre più optional per la salvezza.

Roma, Italia Brooklyn, New York In verità...
1. La Bibbia la si comprende semplicemente leggendola (Ef. 3:3-5)
2. La Bibbia è l'unica guida per la sana dottrina (Giovanni 5:39)
3. La salvezza è per fede e non per opere eslusivamente attraverso Gesù Cristo (Ef. 2:8-9; Giovanni 3:16)
4. Il Credo della Torre di Guardia contiene aggiunte alla Bibbia (le dottrine di Russel, libretti e opuscoli che vogliono spiegare la Bibbia citandola fuori contesto - vedi la rivista Torre di Guardia e Svegliatevi!). Così come il credo cattolico contiene aggiunte alla Bibbia con la sua Tradizione. Ugualmente i cattolici hanno opuscoli e catechismi che tentando di spiegare la Bibbia solo citandone alcuni versetti fuori dal loro contesto - vedi encicliche, catechismo, libri del papa, bolle papali, ecc.). Ma la Bibbia dice che chi aggiunge al Vangelo sarà maledetto (Deuteronomio 12:32; Galati 1:8)
5. La salvezza è una questione individuale che è fondamentalmente radicata nella fede in Gesù Cristo e non dipende dall'appartenenza dell'essere umano ad una organizzazione o chiesa/istituzione terrena. La religione e le chiese con le loro denominazioni sono frutto e opera dell'uomo, non sono state create da Dio. "Dio conosce quelli che sono suoi" (2Timoteo 2:19; Luca 16:15).

Conclusione
Detto questo, perchè mai non si dovrebbe chiamare anche il Cattolicesimo una setta come i Testimoni di Geova? Ne ha tutte le caratteristiche nell'appropriarsi di meriti e autorità che non ha inculcandole ai fedeli. Al tempo di Gesù questi sarebbero stati i farisei contro i quali Lui disse: Questo popolo mi onora con le labbra, ma il loro cuore è lontano da me. Invano mi rendono il loro culto, insegnando dottrine che sono precetti di uomini". Avendo tralasciato il comandamento di Dio vi attenete alla tradizione degli uomini.
Diceva loro ancora: Come sapete bene annullare il comandamento di Dio per osservare la tradizione vostra! (Marco 7:6-9)
Se una persona ha la fede in Cristo radicata in sè, quella che roviene dalla sua Parola, non deve temere di approfondire anche le altre religioni, perchè non accadrà mai nulla di male. Chi scoraggia e vieta ricerche e altre letture è perchè ha la coda di paglia e sa di non essere nel giusto e di non poter rispondere a tutte le obiezioni che si incontrerebbero strada facendo, così preferisce tenere i fedeli all'oscuro della Verità nell'ignoranza più totale e in isolamento dottrinale.
E tutto questo lo diciamo con amore, senza voler sminuire la fede altrui o criticare Cattolici e Testimoni di Geova, ma solo per amore della Verità e per dare gloria a Dio così come Egli ha comandato di fare!
"Come può uno scoglio arginare il mare? Anche se non voglio torno già a volare..." - Mogol
Avatar utente
agabo
Utente Junior
 
Messaggi: 929
Iscritto il: 27/07/2009, 11:33
Località: Piemonte

Messaggiodi Cogitabonda » 20/11/2013, 10:03

Ieri non mi sono potuta collegare e oggi trovo questo thread in cui sembra aver preso il via una gara a chi trova, nella religione altrui, più somiglianze con i TdG. Di certo non mi offro come componente della giuria. Anzi, non intendo far parte nemmeno del pubblico. Non mi aspetto certo che la mia posizione importi a qualcuno, ne ho scritto solo perchè desidero scrivere qui una cosa, e mi sembra corretto avvertire che eventuali risposte che mi venissero date in questo thread non le leggerò.

Gli avventisti e i cattolici non praticano il controllo mentale sugli adepti, non dissuadono i giovani dallo studio, non vietano il matrimonio con persone di fede diversa, non impediscono ai loro fedeli di partecipare alla vita politica del paese in cui vivono, non praticano ostracismo verso gli scomunicati. A me queste differenze rispetto ai TdG bastano e avanzano.
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame
La mia presentazione
Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8366
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Messaggiodi Mauro1971 » 20/11/2013, 10:05

Cogitabonda ha scritto:Ieri non mi sono potuta collegare e oggi trovo questo thread in cui sembra aver preso il via una gara a chi trova, nella religione altrui, più somiglianze con i TdG. Di certo non mi offro come componente della giuria. Anzi, non intendo far parte nemmeno del pubblico. Non mi aspetto certo che la mia posizione importi a qualcuno, ne ho scritto solo perchè desidero scrivere qui una cosa, e mi sembra corretto avvertire che eventuali risposte che mi venissero date in questo thread non le leggerò.

Gli avventisti e i cattolici non praticano il controllo mentale sugli adepti, non dissuadono i giovani dallo studio, non vietano il matrimonio con persone di fede diversa, non impediscono ai loro fedeli di partecipare alla vita politica del paese in cui vivono, non praticano ostracismo verso gli scomunicati. A me queste differenze rispetto ai TdG bastano e avanzano.


:quoto100:
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 8650
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi caribu70 » 20/11/2013, 10:24

Cogitabonda ha scritto:Ieri non mi sono potuta collegare e oggi trovo questo thread in cui sembra aver preso il via una gara a chi trova, nella religione altrui, più somiglianze con i TdG. Di certo non mi offro come componente della giuria. Anzi, non intendo far parte nemmeno del pubblico. Non mi aspetto certo che la mia posizione importi a qualcuno, ne ho scritto solo perchè desidero scrivere qui una cosa, e mi sembra corretto avvertire che eventuali risposte che mi venissero date in questo thread non le leggerò.

Gli avventisti e i cattolici non praticano il controllo mentale sugli adepti, non dissuadono i giovani dallo studio, non vietano il matrimonio con persone di fede diversa, non impediscono ai loro fedeli di partecipare alla vita politica del paese in cui vivono, non praticano ostracismo verso gli scomunicati. A me queste differenze rispetto ai TdG bastano e avanzano.


Beh ti posso dire che Avventisti e Tdg sono legati da un "odio" profondo verso la Chiesa Cattolica e i cattolici in genere (che non centrano nulla di fronte ad eventuali errori dei preti,Papi o chi altro si voglia della Chiesa Cattolica) e questo già si discosta notevolmente dagli insegnamenti di Cristo, di questo ne è il chiaro esempio Agabo che ancora una volta con velato "odio" qui continua ad inserire argomenti di confronto o contro la Chiesa Cattolica anzichè argomentare il materiale sugli Avventisti postato in abbondanza; il tema del post è quello di trovare eventuali analogie fra le dottrine Avventiste e quelle tdg e non un confronto fra religioni per cercare la più coerente o la più giusta.
Allora Gesù gli disse: «Che vuoi che io ti faccia?». E il cieco a lui: «Rabbunì, che io riabbia la vista!» (Mc10,51)
Presentazione
Avatar utente
caribu70
Utente Junior
 
Messaggi: 563
Iscritto il: 04/01/2011, 22:32
Località: Cesena

Messaggiodi caribu70 » 20/11/2013, 10:58

agabo ha scritto:E tutto questo lo diciamo con amore, senza voler sminuire la fede altrui o criticare Cattolici e Testimoni di Geova, ma solo per amore della Verità e per dare gloria a Dio così come Egli ha comandato di fare!


Ma non ti vergogni?!?!? Sei completamente O.T. e il tuo "odio" non ti rende nè credibile nè di esempio.
Allora Gesù gli disse: «Che vuoi che io ti faccia?». E il cieco a lui: «Rabbunì, che io riabbia la vista!» (Mc10,51)
Presentazione
Avatar utente
caribu70
Utente Junior
 
Messaggi: 563
Iscritto il: 04/01/2011, 22:32
Località: Cesena

Messaggiodi daniela47 » 20/11/2013, 11:16

caribu70 ha scritto:
Cogitabonda ha scritto:Ieri non mi sono potuta collegare e oggi trovo questo thread in cui sembra aver preso il via una gara a chi trova, nella religione altrui, più somiglianze con i TdG. Di certo non mi offro come componente della giuria. Anzi, non intendo far parte nemmeno del pubblico. Non mi aspetto certo che la mia posizione importi a qualcuno, ne ho scritto solo perchè desidero scrivere qui una cosa, e mi sembra corretto avvertire che eventuali risposte che mi venissero date in questo thread non le leggerò.

Gli avventisti e i cattolici non praticano il controllo mentale sugli adepti, non dissuadono i giovani dallo studio, non vietano il matrimonio con persone di fede diversa, non impediscono ai loro fedeli di partecipare alla vita politica del paese in cui vivono, non praticano ostracismo verso gli scomunicati. A me queste differenze rispetto ai TdG bastano e avanzano.


Beh ti posso dire che Avventisti e Tdg sono legati da un "odio" profondo verso la Chiesa Cattolica e i cattolici in genere (che non centrano nulla di fronte ad eventuali errori dei preti,Papi o chi altro si voglia della Chiesa Cattolica) e questo già si discosta notevolmente dagli insegnamenti di Cristo, di questo ne è il chiaro esempio Agabo che ancora una volta con velato "odio" qui continua ad inserire argomenti di confronto o contro la Chiesa Cattolica anzichè argomentare il materiale sugli Avventisti postato in abbondanza; il tema del post è quello di trovare eventuali analogie fra le dottrine Avventiste e quelle tdg e non un confronto fra religioni per cercare la più coerente o la più giusta.



SI! Caribù questa è la parte meglio visibile che lega con molta somiglianza gli avventisti con i TDG, e questo lo possono notare anche chi non ha troppa conoscenza con le dottrine, ma in fondo è l'aspetto di certi sentimenti che ne dà la prova.

Sinceramente in questo, Agabo si è dimostrato un perfetto rappresentante di questi profondi sentimenti !!!
Avatar utente
daniela47
Utente Master
 
Messaggi: 5436
Iscritto il: 16/07/2009, 18:38

Messaggiodi Achille » 20/11/2013, 12:44

Cogitabonda ha scritto:Gli avventisti ... non praticano il controllo mentale sugli adepti...
Mah, c'è anche chi la pensa diversamente in merito:

http://leavingsda.com/seventh-day-adventist-cult/

La traduzione automatica:

http://translate.google.it/translate?sl ... st-cult%2F

Io, considerando le somiglianze "nello spirito" manifestato da alcuni Avventisti che ho conosciuto, non sarei così categorico nell'escludere questa possibilità.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 11917
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Mauro1971 » 20/11/2013, 13:25

Questo "spirito" invero è presente, in qualche forma ed in qualche livello, in qualsiasi culto e/o religione, Achille.

Personalmento l'ho visto nei TdG, lo vedo in una mia collega Evangelica.
L'ho visto in Buddhisti di tutte le Scuole, e ne ho girate un po'.
L'ho visto nella moglie di un mio caro amico, Neocatecumenale.

L'ho letto nelle testimoniante dei fuoriusciti dell'Opus Dei, l'ho visto in alcuni conoscenti che sono entrati proprio in una setta con tanto di santone-pirla...

Ho visto i peggio, i "convertiti", che spesso vivono in una sorta di fanatismo estatico, per cui non riescono a parlare neppure più in termini "normali".

Ho visto una paura molto diffusa della reintroduzione del reato di plagio, perchè molte di queste che ho citato potrebbero andare incontro a seri problemi.

Certo, ci sono delle differenze anche notevoli.
A rigor di logica qui ho conosciuto (per quanto possibile) anche un polymetis, e ciò che segue lui mi sembra decisamente più lontano da questo spirito.

Quello che a me lascia estereffatto è quando leggo di creazione, di giardini dell'eden presi per veri, diluvi universali vari ecc...
Questo non tanto per gli insignamenti in se, quanto proprio per la condizione mentale esistente nel credente per cui ciò che viene affermato dalla Bibbia/Sutra/Corano/Maesto/Guida Spirituale/ecc... è vero a priori per cui qualsiasi cosa venga affermata a favore di questa visione la considera vera, e di controparte considerare qualsiasi altra posizione falsa anche se questa dovesse essere comprovata, senza considerate minimamente i fatti e senza informarsi veramente su come stanno le cose.

Questo stesso atteggiamento lo troviamo anche nei sostenitori delle scie-chimiche.

E vedere delle menti conciate così a me non solo dispiace profondamente, ma mi terrorizza anche parecchio.
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 8650
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi agabo » 20/11/2013, 13:44

Cogitabonda ha scritto:Ieri non mi sono potuta collegare e oggi trovo questo thread in cui sembra aver preso il via una gara a chi trova, nella religione altrui, più somiglianze con i TdG. Di certo non mi offro come componente della giuria. Anzi, non intendo far parte nemmeno del pubblico. Non mi aspetto certo che la mia posizione importi a qualcuno, ne ho scritto solo perchè desidero scrivere qui una cosa, e mi sembra corretto avvertire che eventuali risposte che mi venissero date in questo thread non le leggerò.

Gli avventisti e i cattolici non praticano il controllo mentale sugli adepti, non dissuadono i giovani dallo studio, non vietano il matrimonio con persone di fede diversa, non impediscono ai loro fedeli di partecipare alla vita politica del paese in cui vivono, non praticano ostracismo verso gli scomunicati. A me queste differenze rispetto ai TdG bastano e avanzano.


Cocitabonda, ti quoto, ma non mi aspetto alcuna risposta.
Hai ragione, continuare sarebbe una inutile e, aggiungo io, stupida gara. Mi hai fatto riflettere e ti ringrazio. Qualcuno dev'essere capace di dire "basta" e, in questo caso, quello sono io.

Non mi rivolgo a te:
penso d'aver dimostrato a sufficienza d'aver argomenti da vendere; non mi ritiro da questa discussione per vigliaccheria o cose del genere, ma perchè andare avanti significherebbe ferire inutilmente delle persone che hanno tutto il diritto di vivere in santa pace. So "sfoderare la spada" e lottare, se penso che sia il caso, ma so anche "rinfoderarla" se mi accorgo che nel combattere idee errate dovesse indirettamente andarci di mezzo chi non c'entra.
Spero non mi giungano delle provocazioni su questa mia presa di posizione. Per natura sono più pronto a battermi che a ritirarmi. Spero che il buonsenso di tutti vinca senza che alcuno si vanti di qualcosa.
"Come può uno scoglio arginare il mare? Anche se non voglio torno già a volare..." - Mogol
Avatar utente
agabo
Utente Junior
 
Messaggi: 929
Iscritto il: 27/07/2009, 11:33
Località: Piemonte

Messaggiodi Quixote » 20/11/2013, 13:50

agabo ha scritto:Cogitabonda, ti quoto, ma non mi aspetto alcuna risposta.
Hai ragione, continuare sarebbe una inutile e, aggiungo io, stupida gara. Mi hai fatto riflettere e ti ringrazio. Qualcuno dev'essere capace di dire "basta" e, in questo caso, quello sono io.

Non mi rivolgo a te:
penso d'aver dimostrato a sufficienza d'aver argomenti da vendere; non mi ritiro da questa discussione per vigliaccheria o cose del genere, ma perchè andare avanti significherebbe ferire inutilmente delle persone che hanno tutto il diritto di vivere in santa pace. So "sfoderare la spada" e lottare, se penso che sia il caso, ma so anche "rinfoderarla" se mi accorgo che nel combattere idee errate dovesse indirettamente andarci di mezzo chi non c'entra.
Spero non mi giungano delle provocazioni su questa mia presa di posizione. Per natura sono più pronto a battermi che a ritirarmi. Spero che il buonsenso di tutti vinca senza che alcuno si vanti di qualcosa.


E io quoto te.
Καὶ ἠγάπησαν οἱ ἄνθρωποι μᾶλλον τὸ σκότος ἢ τὸ φῶς.
E gli uomini vollero piuttosto le tenebre che la luce.
GIOVANNI, III, 19. (G. Leopardi, La ginestra, esergo)
======================================
Primo postPresentazioneStaurós: palo o croce? (link esterno)
Avatar utente
Quixote
Moderatore
 
Messaggi: 3851
Iscritto il: 15/08/2011, 22:26
Località: Cesena

Messaggiodi Naaman » 20/11/2013, 13:57

Grande caduta di stile del forum! Me ne rammarico non poco!
Io sono un ex-avventista ed ormai sul piano dottrinale condivido ben poco con gli avventisti, ma una cosa posso dirla con certezza: le similitudini tra avventisti e tdG sono, non solo esigue (giusto il condizionalismo ed il chialismo...tra l'altro presenti anche in altre denominazioni), ma addirittura trascurabili in proporzione alle evidenti e numerosissime differenze!
Parliamo di una chiesa, quella avventista, che promuove uno stile di vita salutare, si adopera per promuovere nel mondo la libertà religiosa, costruisce ospedali e scuole di ogni ordine e grado comprese istituzioni di tipo universitario, è impegnata in attività di beneficenza, si autofinanzia e coopera senza preclusioni con altre organizzazioni religiose non avventiste (compresa la cattolica) laddove se ne ravvisa l'opportunità e gli obiettivi comuni. Sul piano della teologia della salvezza la chiesa avventista abbraccia l'inclusivismo e non l'esclusivismo: per dirla in breve gli avventisti non affermano che sono gli unici cristiani a salvarsi e che l'appartenenza alla chiesa avventista è un prerequisito alla salvezza. Naturalmente ci sono degli aspetti della chiesa avventista del tutto criticabilissimi ed a volte addirittura ridicoli (almeno sono ridicoli per me)...due su tutti (ma ne potrei citare altri):
1) Gli avventisti ritengono che una donna "visionaria" nata nell'800 sia stata una vera profetessa.
2) Nelle loro strutture ospedaliere è consentita la pratica dell'aborto. (inutile dire che io sono ANTI-ABORTISTA)
Trovo inoltre che siano in errore al pari dei tdG su certe interpretazioni cronologiche del libro di Daniele: la dottrina del 1844 e del "giudizio investigativo" non ha solide basi bibliche come non ce l'ha la dottrina dei tdG sul 1914!
Con Agabo è capitato che ci siamo scontrati in passato ma non credo sia una persona da meritare questi attacchi personali gratuiti! Dalla sua prospettiva, anche religiosa, credo sia essenzialmente in buona fede quando critica tanto la religione dei tdG quanto la religione cattolica. E' consentito "analizzare in chiave critica" anche la dottrina e l'organizzazione della chiesa cattolica...o è un tabù??????
Una nota riguardo Ellen G. White: sono totalmente convinto che E.G.White sia stata una FALSA PROFETESSA. Paradossalmente però c'è da riconoscere che fu grazie alla sua influenza che certe "derive fanatiche" che pure c'erano nell'avventismo nascente furono messe in un angolo ed estirpate. Di sciocchezze ne scrisse, questo è incontestabile, sembra pure che certi suoi scritti fossero il risultato di un plagio di opere altrui (ma è controverso), ma anche i critici della White che non attribuiscono ai suoi scritti nulla di "ispirato" e/o "profetico" riconoscono che certi suoi libri sono quantomeno "letture edificanti".
Un'ultima cosa: il pastore avventista che mi battezzò...si sentiva al telefono col vescovo di Napoli senza problemi...e non mi risulta che lo odiasse!!! Non ho mai incontrato un avventista che odiasse i cattolici e non credo che Agabo odi i cattolici.
Questa è la mia testimonianza...la testimonianza di un ex!!!!! La mia solidarietà va al mio EX-fratello Agabo...porello...tutti contro di lui stamattina...non mi piace. :triste:
Naaman
Utente Senior
 
Messaggi: 1026
Iscritto il: 27/04/2011, 13:11

Messaggiodi Vittorino » 20/11/2013, 16:25

Quoto Mauro 1971 e Naaman e aggiungo che in passato, ho avuto occasione di conoscere e frequentare gli Avventisti del Settimo Giorno ed è grazie a loro che ho potuto approfondire e conoscere la Bibbia. Per questo provo un debito di riconoscenza nei loro confronti e sento di poter spendere qualche parola in loro favore.
Parlando degli Avventisti, non possiamo dimenticare il periodo storico che ha visto il sorgere, negli Stati Uniti, di decine di correnti millenariste, scaturite da un’artigianale lettura della Bibbia, e impossibilitate ad approfondimenti storici e culturali che ancora dovevano iniziare. Il loro merito è stato puramente la diffusione della Bibbia a tutti gli strati sociali, non certo quello dell’approfondimento delle dottrine in essa contenute.
Non mi sembra di sbagliare, dicendo che lo stesso Russell ha attinto molto dalle dottrine degli Avventisti e dal loro spirito di profezia, da qui alcune somiglianze ma, a parer mio, solo sul piano profetico dovuto, come ripeto, a quel periodo storico.
Oggi, con l’approfondimento e lo studio della Formgeschichte (Storia delle forme), Sitz in Leben (Ambiente vitale), Storia della Tradizione Sinottica, Storia della Redazione, ecc., quegli studi pioneristici ci fanno un po’ sorridere, ma non dimentichiamo che è stato sull'onda di quei primi studi che Papa Giovanni XXIII ha capito che era il momento di andare a vedere la ricchezza teologica della Dottrina Cattolica, anziché continuare con la linea apologetica. Da qui il Concilio Vaticano II.
A parte questo, oggi i punti in comune fra Avventisti e TdG sono, a mio avviso, molto pochi e tendono a diminuire sempre più.
Non dimentichiamo che gli Avventisti hanno Scuole ed Ospedali apprezzati in molte parti del mondo.
Detto questo, non possiamo ignorare il fatto che molte correnti religiose dell'area evangelico-protestante, esprimono il meglio di loro stesse nella ormai stantia e pesante critica alla Chiesa Cattolica, e fra queste non possiamo dimenticare sia i TdG che gli Avventisti.
A livello ufficiale questi ultimi hanno molto alleggerito nel tempo le loro critiche, ma sotto, sotto, queste continuano, e non possiamo perciò sorprenderci se Franco Coladarci abbia cercato di farci capire che ognuno farebbe meglio a guardare la trave nel suo occhio anzichè il fuscello nell'occhio altrui.
Stimo Franco come stimo Agabo, perchè ambedue dimostrano di amare la diffusione della Parola di Dio, anche se ognuno a suo modo, e meno male che è così.
Di parlare di robot standardizzati e di falangi missionarie con apocalittiche conclusioni, non mancheranno le occasioni in questo specifico sito.
:strettamano:
Avatar utente
Vittorino
Utente Senior
 
Messaggi: 1741
Iscritto il: 11/11/2009, 15:08

Messaggiodi Francesco Franco Coladarci » 20/11/2013, 17:22

Agabo
Hai ragione, continuare sarebbe una inutile e, aggiungo io, stupida gara. Mi hai fatto riflettere e ti ringrazio. Qualcuno dev'essere capace di dire "basta" e, in questo caso, quello sono io.

No Agabo
Tu hai capito male, molto male, quando si tratta di esaminare le dottrine avventiste cominci a scalcitare, vuoi il cattolicesimo come tuo giocattolo!, eppure tempo fa te lo avevo detto che un giorno avrei toccato pure le dottrine avventiste, e adesso che fai, dici "basta" ma neanche per sogno, vado avanti con le perle avventiste, in merito alla "papessa" si è ben capito il senso, ma pare che sei solo tu a non averlo capito.

Per Quixote e Naaman

Il Forum non è caduto di Stile, allora per non cadere di stile si doveva lasciar Agabo, dire tutto quello che gli pareva, se permettete per molto e molto tempo si è lasciato Agabo fare il tiro al piccione, cogliendo ogni opportunità per argomentare contro il cattolicesimo, mi sembra anche giusto che stavolta il "piccione" siano le dottrine avventiste che Agabo rappresenta.

Per Agabo
Cerca di capire bene
La discussione riguarda "Le dottrine avventiste simili a quelle dei TdG", se vuoi difendere la tua dottrina hai tutto il diritto di farlo, ma se cominci a fare come hai fatto adesso, depistare l'argomento, con la solita argomentazione anti cattolica ti cancello il post, nessuno ti obbliga a rispondere alla discussione.

Franco
“Al di sopra del Papa, come espressione della pretesa vincolante dell’autorità ecclesiastica, resta comunque la coscienza di ciascuno, che deve essere obbedita prima di ogni altra cosa, se necessario anche contro le richieste dell’autorità ecclesiastica.”
(Cardinal Joseph Ratzinger )

skype: el_condor4
Avatar utente
Francesco Franco Coladarci
Moderatore
 
Messaggi: 3654
Iscritto il: 16/07/2009, 20:24

Messaggiodi Giovanni64 » 20/11/2013, 18:05

Voglio sperare che non tutti gli avventisti abbiano le ossessioni di agabo. Pur non avendo letto molto a riguardo, in ogni caso, ho potuto notare una fobia strutturale e irrazionale dell'avventismo nei confronti del cattolicesimo. Sono atteggiamenti che purtroppo hanno talvolta caratterizzato il cristianesimo tutto nel passato e vederli ancora presenti in forme nemmeno tanto velate dà da pensare. Fa anche molta pena vedere che un movimento religioso si caratterizza soprattutto in negativo e cioè assaltando e negando la dignità storica della religione fondamentale del cristianesimo.
Per fare ciò, in genere, questi gruppi religiosi non solo rubano i frutti della storia caricandone il prezzo sulle spalle altrui, ma sono costretti anche a rinnegare o a ridisegnare continuamente i propri guru. Negano cioè anche la loro piccolissima storia. Già dopo qualche decennio il numero delle baggianate fatte è insopportabile e la propria storia deve essere riadattata, i personaggi rimodulati, in modo da potersi sempre presentare come nuovi.
Particolarmente stucchevoli sono le storie che si inventano per giustificare le loro innumerevoli false profezie: "doveva succedere qualcosa qua ma è successo qualcosa di invisibile da qualche altra parte ma la profezia è buona".
Per me, da non credente, già è difficile mandare giù "storie" che pure hanno...una storia e una dignità millenaria. Figuriamoci quanto credito posso dare ai pazzi predicatori del far west. Ci manca solo che qualcuno dica che Pietro non è stato a Roma ma a Tucson in Arizona.
Avatar utente
Giovanni64
Veterano del Forum
 
Messaggi: 2807
Iscritto il: 09/01/2010, 8:59

Il Sabato, giorno del riposo

Messaggiodi Francesco Franco Coladarci » 20/11/2013, 18:22

L' Osservanza del Sabato
Gli Avventisti come gli Ebrei osservano il "Sabato" come il giorno del riposo, accusando la chiesa cattolica di aver abolito il sabato a favore della Domenica, criticando anche i vari protestanti i quali osservano la Domenica come giorno del riposo.

Riporto in modo sintetico ciò che essi affermano e come si evince la profonda influenza della White

Il sabato va osservato perché è il segno fra Dio e il suo popolo, e verrà il tempo che l’osservanza del falso sabato (la domenica) costituirà il marchio della bestia. Ellen G. White scrisse a proposito del sabato: ‘Fu perché questa verità rimanesse sempre presente nella mente degli uomini che Dio istituì il sabato in Eden, e finché sussisterà il fatto che Egli è il nostro Creatore, esso rappresenterà la ragione per la quale dobbiamo adorarlo e considerare il sabato come un segno e un memoriale. Se il sabato fosse stato universalmente osservato, i pensieri e gli affetti degli uomini sarebbero stati rivolti al Creatore come oggetto di riverenza e di adorazione, e non ci sarebbe mai stato un idolatra, un ateo, un incredulo. L’osservanza del sabato è un segno di fedeltà al vero Dio’ (Ellen G. White, Il gran conflitto, pag. 320). Ricordiamo che Ellen G. White asserì a proposito del sabato di avere avuto una visione nella quale fu portata nel luogo santissimo in cielo e vide i dieci comandamenti, con un’aureola di gloria attorno al comandamento del sabato. Ecco le sue parole: ‘ (...) il Signore mi inviò una visione. Venni condotta nel luogo santissimo. Vidi l’arca e su di essa il propiziatorio. Gesù sollevò il coperchio dell’arca e io vidi le tavole di pietra sulle quali erano scritti i dieci comandamenti. Fui stupita nel leggere il quarto comandamento. Lo circondava un’aureola di gloria (...) il quarto comandamento, riguardante il sabato, brillava persino più di tutti gli altri; poiché il sabato era stato santificato per esser osservato in onore del nome santo di Dio. Il sabato santo appariva glorioso, circondato da un’aureola di gloria’ (citato da Robert S. Folkenberg, Noi crediamo ancora, Trento 1994, pag. 87-88). Questa sua dottrina è confermata in Questions on Doctrine con le seguenti parole: ‘Noi crediamo che il Sabato fu istituito in Eden prima che il peccato entrasse, che fu onorato da Dio, messo a parte per decreto divino, e dato all’umanità come il perpetuo memoriale di una creazione finita’ (Questions on Doctrine, pag. 149),


La White continua asserendo
‘Durante la dispensazione cristiana il grande nemico della felicità dell’uomo si è scagliato in modo particolare contro il quarto comandamento. Satana dice: ‘Mi opporrò ai propositi di Dio. Incoraggerò i miei seguaci a non tener conto del memoriale del Signore, il settimo giorno della settimana. Dimostrerò agli uomini che il giorno benedetto e santificato dall’Eterno è stato cambiato. Quel giorno non rimarrà nelle menti degli uomini perché ne cancellerò perfino il ricordo. Lo sostituirò con un giorno che non ha l’impronta divina, un giorno che non sia un segno fra Dio e il suo popolo. Indurrò coloro che accettano questo mio giorno ad attribuirgli la santità conferita da Dio al settimo giorno. Tramite il mio giorno sostitutivo esalterò me stesso. Si osserverà il primo giorno della settimana e il mondo protestante accetterà questo giorno di riposo apocrifo come autentico. Con la trasgressione del sabato, istituito da Dio, getterò il discredito sulla legge divina. Farò in modo che le parole ‘un segno fra me e voi per tutte le vostre generazioni’ siano applicate al mio giorno di riposo. In questo modo il mondo sarà mio; io sarò il dominatore della terra, il principe di questo mondo. Controllerò le menti degli uomini tanto che il sabato di Dio sarà oggetto di particolare disprezzo….’. (Ellen G. White, Profeti e Re, Firenze 1994, pag. 103).



Confutazione cattolica

Secondo gli avventisti la celebrazione della domenica sarebbe stata introdotta dai Papi nel IV secolo a partire da un'usanza pagana. E' certo che in nessun passo del Nuovo Testamento sta scritto che invece del sabato si debba festeggiare la domenica. Ma è a altrettanto certo che i primi cristiani non avrebbero abolito il sabato a favore della domenica, se avessero visto in questo passaggio un'offesa contro la volontà di Dio. Per San Paolo i giorni e i tempo festivi dell'Antico Testamento non erano altro che ombre e prefigurazioni della Nuova Alleanza. Perciò riguardo ai Colossesi S. Paolo scrive che nessuno deve "giudicarli a causa di cibi o di bevande o di una festa o di noviluni o del sabato.

Tutto ciò non è che adombramento della realtà futura" (Col. 2,16). E' vero che nella Sacra Scrittura il primo giorno della settimana non viene espressamente elevato a rango di giorno festivo, ma è notevole che Paolo esiga dai credenti di Corinto che raccolgono le elemosine per i bisognosi di Gerusalemme il primo giorno della settimana (I Cor. 16,2). E' significativo anche che S. Paolo si trovi a Troade con la comunità "radunata il primo giorno della settimana per spezzare il pane" (Atti, 20,7). Nel libro dell'Apocalisse, al capitolo 1,10, la domenica è già chiamata "giorno del Signore". Bisogna ribadire con fermezza che è inesatta l'affermazione avventista che il sabato sia stato spostato alla domenica dai Papi del IV secolo. In realtà la dottrina avventista del sabato si fonda su un gravissimo errore storico e teologico.

Nella dottrina degli Apostoli, la Didachè, composta tra il I e il II secolo dopo Cristo, è prescritto ai cristiani: "Nel giorno del Signore radunatevi, spezzate il pane e rendete azioni di grazia". Nella Lettera di Barnaba, che va collocata intorno al 130, viene anche dichiarato il motivo per cui i cristiani celebrano con gioia l'ottavo giorno, cioè il primo giorno della nuova settimana, la domenica: perché in questo giorno "Gesù è risorto da morte". Nel 110 il Vescovo martire Ignazio di Antiochia, nella lettera agli abitanti di Magnesia, testimonia che i cristiani "non osservano più il sabato, ma impostano la loro vita in base alla domenica". Ancora un'ultima testimonianza a favore della domenica come giorno festivo dei primi cristiani: intorno al 155 il filosofo martire Giustino, nella sua prima apologia, così racconta: "Nel giorno che prende nome dal sole tutti coloro che abitano nelle città e nei villaggi si radunano in un luogo (per celebrare l'Eucarestia)... Noi tutti insieme ci diamo appuntamento la domenica perché è il primo giorno in cui Dio... ha creato il mondo, e ancora perché Gesù Cristo, nostro redentore, in questo giorno è risorto da morte". In conclusione la Chiesa Cattolica non ha abolito il terzo Comandamento del decalogo: "Ricordati di santificare il sabato" Vale anche per la Chiesa ciò che il Signore dice di sé in Matteo 5,17: "Non crediate che io sia venuto ad abolire la legge e i profeti.

Non per abolirli sono venuto ma per portarli a compimento". La Chiesa Cattolica adempie, perfeziona e porta a compimento il comandamento del sabato, proprio perché invece del settimo giorno della settimana celebra il primo giorno. Poiché il Signore é risorto il primo giorno della settimana come glorioso vincitore del peccato e della morte, la Chiesa, festeggiando la domenica, confessa che Cristo ha realizzato una nuova creazione e ha istituito nel suo sangue una nuova alleanza che nell'antico era soltanto preannunciata. E' in Cristo Gesù risorto che noi sperimentiamo la salvezza e non più nelle leggi cerimoniali dell'Antico Testamento.
Don Marcello Stanzione (Ri-Fondatore della M.S.M.A.)


Sull'osservanza sul giorno del riposo la dottrina avventista è dissimile a quella dei TdG
Franco
“Al di sopra del Papa, come espressione della pretesa vincolante dell’autorità ecclesiastica, resta comunque la coscienza di ciascuno, che deve essere obbedita prima di ogni altra cosa, se necessario anche contro le richieste dell’autorità ecclesiastica.”
(Cardinal Joseph Ratzinger )

skype: el_condor4
Avatar utente
Francesco Franco Coladarci
Moderatore
 
Messaggi: 3654
Iscritto il: 16/07/2009, 20:24

Messaggiodi Quixote » 20/11/2013, 18:24

Franco Coladarci ha scritto:Per Quixote e Naaman

Il Forum non è caduto di Stile, allora per non cadere di stile si doveva lasciar Agabo, dire tutto quello che gli pareva, se permettete per molto e molto tempo si è lasciato Agabo fare il tiro al piccione, cogliendo ogni opportunità per argomentare contro il cattolicesimo, mi sembra anche giusto che stavolta il "piccione" siano le dottrine avventiste che Agabo rappresenta.


Veramente io ho solo commentato la scelta per me rispettabile di Agabo, e non le sue motivazioni, tantomeno le sue ragioni, su cui, egli lo sa bene, mi piace qualche volta ironizzare. Non ho mai inteso stigmatizzare posizioni espresse in questo thread che non condivido, nemmeno certi acri commenti che ho letto, su cui ho preferito sorvolare, perché dettati da un risentimento di cui Agabo, per il suo modo di porsi, è in qualche modo responsabile.

Comunque, visto che mi vengono attribuiti pensieri che non ho espresso, li esprimo ora: concordo pienamente con Cogitabonda, con Mauro, con Vittorino, con Naaman. Vivo a Cesena da dieci anni o poco più, prima vivevo a Forlí, e ho visto edificare, e crescere, a due passi da casa, una chiesa avventista e la casa di cura “Casa mia”. Ho amici fra gli avventisti, e in questo stesso forum ho opposto, discutendo con Poly dell’8 per mille, il loro esempio e quello valdese per una più oculata scelta della destinazione della contribuzione.

Questo non significa certo che io apprezzi di più gli avventisti della Chiesa, come non significa il contrario. Vivaddio credo di non possedere alcuna verità, e di essere infelice ma libero di poter pensare con la mia testa, e di non dover sottostare ad alcun dogma, ad alcun partito preso. Agabo forse mi vedrà ancora puntualizzare qualche sua approssimazione storica, ma sicuramente non mi vedrà mai criticare la sua fede.
Καὶ ἠγάπησαν οἱ ἄνθρωποι μᾶλλον τὸ σκότος ἢ τὸ φῶς.
E gli uomini vollero piuttosto le tenebre che la luce.
GIOVANNI, III, 19. (G. Leopardi, La ginestra, esergo)
======================================
Primo postPresentazioneStaurós: palo o croce? (link esterno)
Avatar utente
Quixote
Moderatore
 
Messaggi: 3851
Iscritto il: 15/08/2011, 22:26
Località: Cesena

Messaggiodi Achille » 20/11/2013, 18:56

Franco Coladarci ha scritto:No Agabo
Tu hai capito male, molto male, quando si tratta di esaminare le dottrine avventiste cominci a scalcitare, vuoi il cattolicesimo come tuo giocattolo!, eppure tempo fa te lo avevo detto che un giorno avrei toccato pure le dottrine avventiste, e adesso che fai, dici "basta" ma neanche per sogno, vado avanti con le perle avventiste, in merito alla "papessa" si è ben capito il senso, ma pare che sei solo tu a non averlo capito.

Per Quixote e Naaman

Il Forum non è caduto di Stile, allora per non cadere di stile si doveva lasciar Agabo, dire tutto quello che gli pareva, se permettete per molto e molto tempo si è lasciato Agabo fare il tiro al piccione, cogliendo ogni opportunità per argomentare contro il cattolicesimo, mi sembra anche giusto che stavolta il "piccione" siano le dottrine avventiste che Agabo rappresenta.

Per Agabo
Cerca di capire bene
La discussione riguarda "Le dottrine avventiste simili a quelle dei TdG", se vuoi difendere la tua dottrina hai tutto il diritto di farlo, ma se cominci a fare come hai fatto adesso, depistare l'argomento, con la solita argomentazione anti cattolica ti cancello il post, nessuno ti obbliga a rispondere alla discussione.

Franco
Del tutto d'accordo con te.
Andiamo avanti con questa analisi critica. Qui ognuno può dire la sua, in tutta libertà.
Sono anni che Agabo scrive continuamene messaggi in cui critica il cattolicesimo. E sono anni che non si è mai parlato ampiamente degli Avventisti, considerandolo argomento OFF Topic in questo forum.
Non vedo comunque motivi validi perché perché non si possa analizzare ed approfondire in maniera critica la prassi e la dottrina degli Avventisti nella sezione "Fuori Tema".
Io sto scoprendo cose molto interessanti. Per esempio, quella pagina che ho segnalato sopra dove si parla del condizionamento esistente in certi ambienti avventisti mi era del tutto nuova.
Io ricordo che Agabo ha criticato spesso certe frange del cattolicesimo, definendole delle "sette" nello spirito e nei metodi.
A quanto pare simili frange esistono anche nell"Avventismo". Tutto il mondo è paese.

Achille
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 11917
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi agabo » 20/11/2013, 18:59

Non ditemi che non ho provato a distendere il clima.
Dunque, mi si limita la libertà d'espressione intimando che determinati miei post sarebbero cancellati. Ma io non posso fare lo stesso con quelli degli altri. Ma questo forum è diventato di colpo COMPLETAMENTE di confessione cattolica? Per quale recondita ragione io non dovrei far notare, per esempio, che potrebbero esservi molte più analogie tra la dottrina geovista e quella cattolica che con quella avventista?
I foristi sapranno rispondere loro a queste domande.

Intanto, vorrei una risposta da Franco Coladarci alla mia domanda che egli ha completamente ignorato. La ripeto:

Definendo "papessa" Ellen White, tu induci i foristi pochi informati a credere che la suddetta Ellen White abbia avuto nella chiesa uno o più ruoli di comando e/o di dirigenza.
A chi fa delle affermazioni spetta anche l'onere della prova, quindi ti chiedo: quale/quali cariche di comando o di dirigenza ha avuto Ellen White nella chiesa avventista e in quali anni.


Risposta, grazie!
"Come può uno scoglio arginare il mare? Anche se non voglio torno già a volare..." - Mogol
Avatar utente
agabo
Utente Junior
 
Messaggi: 929
Iscritto il: 27/07/2009, 11:33
Località: Piemonte

Messaggiodi Francesco Franco Coladarci » 20/11/2013, 19:01

Quixote
Veramente io ho solo commentato la scelta per me rispettabile di Agabo.
Caro Angelo, la scelta di Agabo non è una questione che mi interessa, sembra che se non si scagli in ogni occasione contro il cattolicesimo non possa vivere, si erge a paladino della "Verità" ecc. ora, questa non è una discussione tra atei, agnostici, credenti e vari, ma prettamente religiosa tra la dottrina Avventista e quella Cattolica, ne più ne meno.

Che ci siano dei bravi avventisti, non lo metto in dubbio, anzi posso dire che c'è molto dialogo tra avventisti e cattolici, ma come a volte ci sono cattolici estremisti così ci sono avventisti estremisti, i quali in ambe due i casi possono solo che far danno, dove si collocherebbe Agabo ?

Ciao
Franco
“Al di sopra del Papa, come espressione della pretesa vincolante dell’autorità ecclesiastica, resta comunque la coscienza di ciascuno, che deve essere obbedita prima di ogni altra cosa, se necessario anche contro le richieste dell’autorità ecclesiastica.”
(Cardinal Joseph Ratzinger )

skype: el_condor4
Avatar utente
Francesco Franco Coladarci
Moderatore
 
Messaggi: 3654
Iscritto il: 16/07/2009, 20:24

Messaggiodi Achille » 20/11/2013, 19:03

Mauro1971 ha scritto:Quello che a me lascia estereffatto è quando leggo di creazione, di giardini dell'eden presi per veri, diluvi universali vari ecc...
Questo non tanto per gli insignamenti in se, quanto proprio per la condizione mentale esistente nel credente per cui ciò che viene affermato dalla Bibbia/Sutra/Corano/Maesto/Guida Spirituale/ecc... è vero a priori per cui qualsiasi cosa venga affermata a favore di questa visione la considera vera, e di controparte considerare qualsiasi altra posizione falsa anche se questa dovesse essere comprovata, senza considerate minimamente i fatti e senza informarsi veramente su come stanno le cose.

Questo stesso atteggiamento lo troviamo anche nei sostenitori delle scie-chimiche.

E vedere delle menti conciate così a me non solo dispiace profondamente, ma mi terrorizza anche parecchio.
Qualcuno ha detto che "sono le convinzioni, non le menzogne, le peggiori nemiche della verità".
E anche di "diffidare dalla falsa conoscenza poiché è molto peggiore della menzogna".
Ho sperimentato molte volte quanto sia difficile, se non impossibile, riuscire a ragionare con le persone "convinte" o "credenti" in certe ideologie, teorie o complotti vari.
La mia è un'osservazione generale, che riguarda i "credenti" di qualsiasi genere.

Achille
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 11917
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Achille » 20/11/2013, 19:05

agabo ha scritto:Non ditemi che non ho provato a distendere il clima.
Sono anni che hai fatto di tutto per infuocarlo. Non te la prendere se adesso raccogli quello che hai seminato.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 11917
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Achille » 20/11/2013, 19:11

Naaman ha scritto:Una nota riguardo Ellen G. White: sono totalmente convinto che E.G.White sia stata una FALSA PROFETESSA. Paradossalmente però c'è da riconoscere che fu grazie alla sua influenza che certe "derive fanatiche" che pure c'erano nell'avventismo nascente furono messe in un angolo ed estirpate. Di sciocchezze ne scrisse, questo è incontestabile, sembra pure che certi suoi scritti fossero il risultato di un plagio di opere altrui (ma è controverso), ma anche i critici della White che non attribuiscono ai suoi scritti nulla di "ispirato" e/o "profetico" riconoscono che certi suoi libri sono quantomeno "letture edificanti".
Grazie per questa tua testimonianza. Ho imparato qualcosa di nuovo sulla White.
Posso chiederti perché pensi che la White fosse una FALSA PROFETESSA? Puoi fare qualche esempio?

Achille
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 11917
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Francesco Franco Coladarci » 20/11/2013, 19:14

Agabo
Non ditemi che non ho provato a distendere il clima.
Dunque, mi si limita la libertà d'espressione intimando che determinati miei post sarebbero cancellati. Ma io non posso fare lo stesso con quelli degli altri. Ma questo forum è diventato di colpo COMPLETAMENTE di confessione cattolica? Per quale recondita ragione io non dovrei far notare, per esempio, che potrebbero esservi molte più analogie tra la dottrina geovista e quella cattolica che con quella avventista?
I foristi sapranno rispondere loro a queste domande.


Agabo
Te lo ripeto di nuovo, non hai a che fare con i ragazzini, e non provarci, la tua "distensione" potevi proporla in altre discussioni.

Nessuno ti limita la libertà d'espressione, finché rimane nel tema della discussione, ciò per impedirti di fare il depistaggio con argomenti i quali servono solo a evitare la discussione, poi per l'ennesima volta il forum Non è Confessionale, ma Aconfessionale, anche se ci sono cattolici, ci sono pure, atei, agnostici, TdG, avventisti, non mi pare che sia di "confessione cattolica"
In merito alla "papessa", (ma come, ti riscaldi per cosi poco, oppure andava bene quando si sparava a zero sui cattolici)

La risposta è nei post che ho messo e che continuo a mettere con tanto di riferimenti , ti invito a leggerli, , ovviamente se qualcosa è errato puoi correggere sempre con documenti.

Franco
“Al di sopra del Papa, come espressione della pretesa vincolante dell’autorità ecclesiastica, resta comunque la coscienza di ciascuno, che deve essere obbedita prima di ogni altra cosa, se necessario anche contro le richieste dell’autorità ecclesiastica.”
(Cardinal Joseph Ratzinger )

skype: el_condor4
Avatar utente
Francesco Franco Coladarci
Moderatore
 
Messaggi: 3654
Iscritto il: 16/07/2009, 20:24

Messaggiodi agabo » 20/11/2013, 19:19

Franco Coladarci ha scritto:Agabo
Non ditemi che non ho provato a distendere il clima.
Dunque, mi si limita la libertà d'espressione intimando che determinati miei post sarebbero cancellati. Ma io non posso fare lo stesso con quelli degli altri. Ma questo forum è diventato di colpo COMPLETAMENTE di confessione cattolica? Per quale recondita ragione io non dovrei far notare, per esempio, che potrebbero esservi molte più analogie tra la dottrina geovista e quella cattolica che con quella avventista?
I foristi sapranno rispondere loro a queste domande.


Agabo
Te lo ripeto di nuovo, non hai a che fare con i ragazzini, e non provarci, la tua "distensione" potevi proporla in altre discussioni.

Nessuno ti limita la libertà d'espressione, finché rimane nel tema della discussione, ciò per impedirti di fare il depistaggio con argomenti i quali servono solo a evitare la discussione, poi per l'ennesima volta il forum Non è Confessionale, ma Aconfessionale, anche se ci sono cattolici, ci sono pure, atei, agnostici, TdG, avventisti, non mi pare che sia di "confessione cattolica"
In merito alla "papessa", (ma come, ti riscaldi per cosi poco, oppure andava bene quando si sparava a zero sui cattolici)

La risposta è nei post che ho messo e che continuo a mettere con tanto di riferimenti , ti invito a leggerli, , ovviamente se qualcosa è errato puoi correggere sempre con documenti.

Franco


Ti ripeto la domanda, domanda che scaturisce da una tua affermazione:
Vedremo alcune perle di questa "papessa", in seguito (dopo avere conosciuto i loro genitori) esamineremo le dottrine
Franco

Il tuo copia-incolla non c'entra niente perchè quelli del CESNUR non usano queste espressioni riguardo alla White.

Definendo "papessa" Ellen White, tu induci i foristi pochi informati a credere che la suddetta Ellen White abbia avuto nella chiesa uno o più ruoli di comando e/o di dirigenza.
A chi fa delle affermazioni spetta anche l'onere della prova, quindi ti chiedo: quale/quali cariche di comando o di dirigenza ha avuto Ellen White nella chiesa avventista e in quali anni.

Allora?
"Come può uno scoglio arginare il mare? Anche se non voglio torno già a volare..." - Mogol
Avatar utente
agabo
Utente Junior
 
Messaggi: 929
Iscritto il: 27/07/2009, 11:33
Località: Piemonte

Messaggiodi Achille » 20/11/2013, 19:22

Franco Coladarci ha scritto:Nessuno ti limita la libertà d'espressione, finché rimane nel tema della discussione, ciò per impedirti di fare il depistaggio con argomenti i quali servono solo a evitare la discussione
Mi vengono in mente queste parole di Agabo:

«Io, per esempio, quando mi accorgo che qualcuno fa il furbo lo svìo completamente e lo tratto come merita».

Assomiglia anche questo al modo di fare di certi TdG.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 11917
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Francesco Franco Coladarci » 20/11/2013, 19:39

Agabo


Definendo "papessa" Ellen White, tu induci i foristi pochi informati a credere che la suddetta Ellen White abbia avuto nella chiesa uno o più ruoli di comando e/o di dirigenza.


Ma vedi Agabo, questi post servono proprio ad informare, così anche i foristi hanno una certa idea su cosa insegnano gli avventisti, inoltre, non mi vorresti far credere che la White non abbia posto le fondamenta della dottrina, io parlo di dottrine non di comando ma i post li leggi?
Ancora
Ti sfugge un'altra cosa, è evidente che inserisco argomenti trattati dagli altri, e non interessa chi li abbia trattati, ciò che conta è essi corrispondono a verità, se qualcosa è errato o inesatto lo si contesta e lo si corregge.

Franco
“Al di sopra del Papa, come espressione della pretesa vincolante dell’autorità ecclesiastica, resta comunque la coscienza di ciascuno, che deve essere obbedita prima di ogni altra cosa, se necessario anche contro le richieste dell’autorità ecclesiastica.”
(Cardinal Joseph Ratzinger )

skype: el_condor4
Avatar utente
Francesco Franco Coladarci
Moderatore
 
Messaggi: 3654
Iscritto il: 16/07/2009, 20:24

Messaggiodi Francesco Franco Coladarci » 20/11/2013, 19:43

Achille
Mi vengono in mente queste parole di Agabo:
«Io, per esempio, quando mi accorgo che qualcuno fa il furbo lo svìo completamente e lo tratto come merita».


Ma noi vogliamo bene ad Agabo, hai fatto bene a ricordarglielo.
Franco
“Al di sopra del Papa, come espressione della pretesa vincolante dell’autorità ecclesiastica, resta comunque la coscienza di ciascuno, che deve essere obbedita prima di ogni altra cosa, se necessario anche contro le richieste dell’autorità ecclesiastica.”
(Cardinal Joseph Ratzinger )

skype: el_condor4
Avatar utente
Francesco Franco Coladarci
Moderatore
 
Messaggi: 3654
Iscritto il: 16/07/2009, 20:24

Messaggiodi agabo » 20/11/2013, 19:45

Franco Coladarci ha scritto:Agabo


Definendo "papessa" Ellen White, tu induci i foristi pochi informati a credere che la suddetta Ellen White abbia avuto nella chiesa uno o più ruoli di comando e/o di dirigenza.


Ma vedi Agabo, questi post servono proprio ad informare, così anche i foristi hanno una certa idea su cosa insegnano gli avventisti, inoltre, non mi vorresti far credere che la White non abbia posto le fondamenta della dottrina, io parlo di dottrine non di comando ma i post li leggi?
Ancora
Ti sfugge un'altra cosa, è evidente che inserisco argomenti trattati dagli altri, e non interessa chi li abbia trattati, ciò che conta è essi corrispondono a verità, se qualcosa è errato o inesatto lo si contesta e lo si corregge.

Franco

Mi hai accusato di tergiversare e di evitare di rispondere. Hai postato un lenzuolo infinito sugli avventisti, tutta documentazione del rispettabilissimo CESNUR, sul quale non ho nulla da ridire.
Tu, di tuo hai fatto una sola affermazione ed hai definito "papessa" Ellen White.
Ora pretendo che tu ti scusi per questa affermazione o che dimostri che sai di che cosa stai parlando. Quindi, ti ripeto la domanda:
Definendo "papessa" Ellen White, tu induci i foristi pochi informati a credere che la suddetta Ellen White abbia avuto nella chiesa uno o più ruoli di comando e/o di dirigenza.
A chi fa delle affermazioni spetta anche l'onere della prova, quindi ti chiedo: quale/quali cariche di comando o di dirigenza ha avuto Ellen White nella chiesa avventista e in quali anni.

?
"Come può uno scoglio arginare il mare? Anche se non voglio torno già a volare..." - Mogol
Avatar utente
agabo
Utente Junior
 
Messaggi: 929
Iscritto il: 27/07/2009, 11:33
Località: Piemonte

Messaggiodi Mauro1971 » 20/11/2013, 19:56

Achille Lorenzi ha scritto:
Mauro1971 ha scritto:Quello che a me lascia estereffatto è quando leggo di creazione, di giardini dell'eden presi per veri, diluvi universali vari ecc...
Questo non tanto per gli insignamenti in se, quanto proprio per la condizione mentale esistente nel credente per cui ciò che viene affermato dalla Bibbia/Sutra/Corano/Maesto/Guida Spirituale/ecc... è vero a priori per cui qualsiasi cosa venga affermata a favore di questa visione la considera vera, e di controparte considerare qualsiasi altra posizione falsa anche se questa dovesse essere comprovata, senza considerate minimamente i fatti e senza informarsi veramente su come stanno le cose.

Questo stesso atteggiamento lo troviamo anche nei sostenitori delle scie-chimiche.

E vedere delle menti conciate così a me non solo dispiace profondamente, ma mi terrorizza anche parecchio.
Qualcuno ha detto che "sono le convinzioni, non le menzogne, le peggiori nemiche della verità".
E anche di "diffidare dalla falsa conoscenza poiché è molto peggiore della menzogna".
Ho sperimentato molte volte quanto sia difficile, se non impossibile, riuscire a ragionare con le persone "convinte" o "credenti" in certe ideologie, teorie o complotti vari.
La mia è un'osservazione generale, che riguarda i "credenti" di qualsiasi genere.

Achille


Anche la mia Achille, anche la mia...
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 8650
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

PrecedenteProssimo

Torna a Fuori Tema

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici