Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Libro La Bibbia prima del dogma

Per discutere di temi ed argomenti di vario genere.

Moderatore: Quixote

Messaggiodi Quixote » 27/02/2014, 19:37

nello80 ha scritto:
minstrel ha scritto:
Cogitabonda ha scritto:Più di 21.000 "mi piace", neanche i libri di Camilleri!

Potenza dell'amore fraterno!


Almeno sappiamo quanti contravvengono al precetto di usare fb... :ironico:



Dove viene detto che è vietato usare fb?
(xè ti voglio ricordare he precetto significa "vietare un'azione)

Da wikipedia:
Il precetto (praeceptum legis in latino) è inteso come comando o divieto di compiere una data azione od omissione.

Il precetto contiene la fattispecie astratta, cioè la descrizione del fare o non fare, e assume la forma di un comando nei reati a condotta omissiva e di divieto nei reati a condotta commissiva


Via, Nello, non hai visto l’emoticon scherzosa? E poi Minstrel scrive con un linguaggio allusivo, fantasioso e polisemantico, il vocabolario lo conosce bene. Che proprio tu , che hai appena scritto una frase che chi la capisce è bravo voglia impartire a lui lezioni di linguistica e di giure, ammetterai che lascia un po’ perplessi. Almeno scegli meglio le tue fonti: Wikipedia? ovvia! C’e il vocabolario Treccani, in rete, che è un pochino piú serio. E ove potresti imbatterti in qualche sorpresa…
Καὶ ἠγάπησαν οἱ ἄνθρωποι μᾶλλον τὸ σκότος ἢ τὸ φῶς.
E gli uomini vollero piuttosto le tenebre che la luce.
GIOVANNI, III, 19. (G. Leopardi, La ginestra, esergo)
======================================
Primo postPresentazioneStaurós: palo o croce? (link esterno)
Avatar utente
Quixote
Moderatore
 
Messaggi: 3993
Iscritto il: 15/08/2011, 22:26
Località: Cesena

Messaggiodi nello80 » 27/02/2014, 20:47

Quixote dice:
Via, Nello, non hai visto l’emoticon scherzosa? E poi Minstrel scrive con un linguaggio allusivo, fantasioso e polisemantico, il vocabolario lo conosce bene. Che proprio tu , che hai appena scritto una frase che chi la capisce è bravo voglia impartire a lui lezioni di linguistica e di giure, ammetterai che lascia un po’ perplessi. Almeno scegli meglio le tue fonti: Wikipedia? ovvia! C’e il vocabolario Treccani, in rete, che è un pochino piú serio. E ove potresti imbatterti in qualche sorpresa…



No, non ho visto l'emoction scherzosa e tantomeno sono a conoscenza del linguaggio allusivo con cui scrive Minstrel.
Premettendo che la mia umile preparazione scolastica non mi consente di dialogare con la maggior parte dei foristi in quanto trattasi di persone con un livello di istruzione universitaria e quindi molto superiori al mio (infatti da uno nato tdg cosa ti puoi mai aspettare?), mi potresti spiegare perchè "chi capisce la mia frase sarebbe bravo" facendo così un'ovvia "caricatura"?
Nel buio totale una voce d'uomo mi disse: "Vieni verso di me, non voglio farti del male...", ma io accesi un cerino e vidi ch'ero sul margine di un precipizio, e l'uomo che mi parlava era, invece, dalla parte opposta...

Presentazione
Avatar utente
nello80
Utente Senior
 
Messaggi: 1754
Iscritto il: 19/09/2013, 21:43

Messaggiodi Quixote » 27/02/2014, 21:04

Via Nello, non mi far l’ingenuo; hai scritto:

xè ti voglio ricordare he precetto significa "vietare un'azione


normalmente non ci vedrei nulla di male, e nulla direi, ma che dopo aver scritto quell’obbrobrio tu ti metta a dar lezioni d’italiano agli altri, fa un po’ sorridere. E ho voluto condividere con voi questo sorriso. Sai qual’è il tuo “errore”? Ci prendi sul serio anche fuori luogo. Ascolta invece la tua Bibbia, l’Ecclesiaste: c’è un tempo per essere seri, e un tempo per ridere…

PS — E consolati, anch’io ho commesso un errore: ho scritto Wikipedia ovvia, e invece volevo dire ovvía, con accento sulla –i– :risata:
Καὶ ἠγάπησαν οἱ ἄνθρωποι μᾶλλον τὸ σκότος ἢ τὸ φῶς.
E gli uomini vollero piuttosto le tenebre che la luce.
GIOVANNI, III, 19. (G. Leopardi, La ginestra, esergo)
======================================
Primo postPresentazioneStaurós: palo o croce? (link esterno)
Avatar utente
Quixote
Moderatore
 
Messaggi: 3993
Iscritto il: 15/08/2011, 22:26
Località: Cesena

Messaggiodi Achille » 28/02/2014, 12:29

Achille Lorenzi ha scritto:Non mi pare che questo libro sia stato recensito da qualche fonte autorevole.

Intanto "loro" si pubblicizzano su facebook:

sponsar.jpg


Gli oltre 20.000 "mi piace" sono certamente il risultato di un passa parola fra gli adepti.
Si autoreferenziano anche su FB... :triste:

Achille
Sono stato avvertito da un solerte "lurkatore" (nel senso che legge ma interviene raramente, ma non perde mai l'occasione di inviarmi le sue segnalazioni) che gli oltre 20.000 mi piace sarebbero rivolti non al libro ma alla pagina che ospita la recensione.
Mi dice questo lurkatore che questo mio post ha scatenato una serie di commenti critici in cui i TdG internettiani mi attaccano a livello perosnale.
Nulla di nuovo sotto il sole, rivelano solo di essere quello che sono: persone prive di quelle qualità cristiane che si vantano di possedere, come il rispetto per le persone ed i cosiddetti "frutti dello spirito".
Lo spirito che caratterizza questa gente non è per nulla "cristiano", ma è decisamente quello del loro vero "padre".
Hanno due facce: una pubblica, in cui appaiono o fingono di essere miti e mansueti, e un altro volto (quello vero), che molto spesso in internet non riescono a nascondere.

Eccoli qua:

Immagine

Achille
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12333
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi nello80 » 28/02/2014, 14:35

Credo che invece di limitarsi (nell'altro sito) a dire di non sapere se chi scrive "quella roba è in malafede, non sa leggere o è spaventosamente ignorante. Mi chiedo se certa gente non si vergogno di scrivere certe sciocchezze... forse si, dato che non si firma neppure!", perchè non scrivono una bella controrecensione?
Poi a me non sembra che "nell'altro sito" si firmino con nome, cognome, indirizzo e codice fiscale!
Ma piuttosto a me sembra che si diano i privilegi di anziani e servitori sotto nomina di admini e moderatori!
Forse perchè in congrega sono dei poveri disadattati che non se li caga nessuno!
Scusatemi per il termine poco ortodosso ma mi è uscito dall'anima(a prescindere da come si consideri quest'ultima!)
Nel buio totale una voce d'uomo mi disse: "Vieni verso di me, non voglio farti del male...", ma io accesi un cerino e vidi ch'ero sul margine di un precipizio, e l'uomo che mi parlava era, invece, dalla parte opposta...

Presentazione
Avatar utente
nello80
Utente Senior
 
Messaggi: 1754
Iscritto il: 19/09/2013, 21:43

Messaggiodi Francesco Franco Coladarci » 28/02/2014, 14:44

Sono d'accordo con nello

che gli oltre 20.000 mi piace sarebbero rivolti non al libro ma alla pagina che ospita la recensione.


Un bambino di cinque anni avrebbe trovato una scusa migliore, evidentemente hanno perso ogni buon senso, e anche il lume della ragione.
Franco
“Al di sopra del Papa, come espressione della pretesa vincolante dell’autorità ecclesiastica, resta comunque la coscienza di ciascuno, che deve essere obbedita prima di ogni altra cosa, se necessario anche contro le richieste dell’autorità ecclesiastica.”
(Cardinal Joseph Ratzinger )

skype: el_condor4
Avatar utente
Francesco Franco Coladarci
Moderatore
 
Messaggi: 3703
Iscritto il: 16/07/2009, 20:24

Messaggiodi polymetis » 28/02/2014, 14:55

I 20.000 mi piace se ho capito bene sono rivolti al sito www.libreriauniversitaria.it
Devo dire che questa ipotesi mi piace di più, ma non nel senso che la stimi più ragionevole, bensì nel senso che è quella che preferirei fosse vera. "20.000 mi piace" ad un libro che tratta così male la lingua greca sarebbero stati un colpo troppo grosso per il cuore di qualsiasi ellenista.

Ad maiora
Presentazione


Alla base delle scelte fondamentali del Nolano - a Londra come a Roma -, c'era il convincimento di appartenere alla "casa" dei filosofi, e che ad essa bisogna essere sempre fedeli, anche nei rapporti con i potenti della Chiesa e dello Stato, perché la casa della filosofia è la casa della verità: in un modo intelligente e anche astuto, certo, ma sempre fedeli. (Michele Ciliberto)
Avatar utente
polymetis
Moderatore
 
Messaggi: 4414
Iscritto il: 16/06/2009, 14:43

Messaggiodi Achille » 28/02/2014, 17:58

polymetis ha scritto:I 20.000 mi piace se ho capito bene sono rivolti al sito http://www.libreriauniversitaria.it
Devo dire che questa ipotesi mi piace di più, ma non nel senso che la stimi più ragionevole, bensì nel senso che è quella che preferirei fosse vera. "20.000 mi piace" ad un libro che tratta così male la lingua greca sarebbero stati un colpo troppo grosso per il cuore di qualsiasi ellenista.
A meno che i 20.000 "mi piace" non fossero il risultato di un tam-tam fra gli adepti. I TdG sono abituati a coalizzarsi per promuovere le loro cause.
Ma comunque non è così: i "mi piace" sono rivolti alla pagina facebook di "Libreria Universitaria": https://www.facebook.com/libreriauniversitaria.it

L'annuncio che ho visto su facebook faceva pensare che fossero invece indirizzati al libro:

sponsar.jpg
sponsar.jpg (19.57 KiB) Osservato 1598 volte


Un errore in cui è facile cadere.

Achille
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12333
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi nello80 » 28/02/2014, 18:19

Dicono che teodoro studita non ha gli attributi per firmare quella recensione.
Ma che razza di modo di ragionare è questo?
Perchè invece non spiegano dove e come abbia detto delle castronerie?
Io non ho assolutamente le competenze per stabilire se quanto recensito sia corretto oppure no, ma almeno da loro, che sono i paladini della verità una minima controrecensione me la sarei aspettata!
Poi, chi si cela dietro ai loro nikname?
Non credo che siano in grado di dare lezione di trasparenza!
Almeno qui, l'amministratore del sito si è firmato e ci ha messo anche la foto, e non è l'unico!
Piuttosto, chi sarebbero mai questi admin1, admin2, admin3, etc. etc. etc.?
Come ho detto prima, questi sono dei poveri illusi disadattati che non se li caga nessuno, e siccome non hanno privilegi si promuovono ad anziani i e servitori sotto al nome di admini e moderatori!
Nel buio totale una voce d'uomo mi disse: "Vieni verso di me, non voglio farti del male...", ma io accesi un cerino e vidi ch'ero sul margine di un precipizio, e l'uomo che mi parlava era, invece, dalla parte opposta...

Presentazione
Avatar utente
nello80
Utente Senior
 
Messaggi: 1754
Iscritto il: 19/09/2013, 21:43

Messaggiodi Achille » 28/02/2014, 18:23

Evitiamo comunque per favore discussioni indirette o trasversali con altri forum e con persone anonime.
Torniamo in tema.
Grazie.

Achille/admin
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12333
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Cogitabonda » 01/03/2014, 1:26

Achille Lorenzi ha scritto:i "mi piace" sono rivolti alla pagina facebook di "Libreria Universitaria": https://www.facebook.com/libreriauniversitaria.it

L'annuncio che ho visto su facebook faceva pensare che fossero invece indirizzati al libro:

sponsar.jpg


Un errore in cui è facile cadere.

Achille
Questo riporta il tutto a uno scenario più realistico. Oltre 20.000 "mi piace" era decisamente esagerato, anche se ho avuto il modo di constatare in certi siti il modo in cui funziona, a volte, la solidarietà fra TdG: uno scrive una recensione su un libro mai letto (generalmente un libro di storia che avanza qualche accusa contro la chiesa cattolica) e nonostante la recensione sia per buona parte una copiatura mal fatta, piena di sgrammaticature, fioccano le valutazioni entusiastiche e i commenti elogiativi dei "fratelli".
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame
La mia presentazione
Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8400
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Messaggiodi Achille » 01/03/2014, 15:15

Achille Lorenzi ha scritto:Sono stato avvertito da un solerte "lurkatore" (nel senso che legge ma interviene raramente, ma non perde mai l'occasione di inviarmi le sue segnalazioni) che gli oltre 20.000 mi piace sarebbero rivolti non al libro ma alla pagina che ospita la recensione.
Mi dice questo lurkatore che questo mio post ha scatenato una serie di commenti critici in cui i TdG internettiani mi attaccano a livello personale
Il "solerte lurkatore" se l'è presa per questo mio commento.
Lui pensava di fare cosa gradita nel mandarmi le sue segnalazioni.
Francamente non gradisco. A me quello che possono scrivere certi TdG internetiani, animati da sentimenti di odio anti "apostata", non interessa affatto. Sono persone che si sono fatte conoscere da anni per la loro cativeria ed il loro odio nei miei/nostri confronti.
Visto che il "solerte lurkatore" se l'è presa per averlo definito in questo modo (lurkatore), e mi ha scritto che d'ora in avanti la sua presenza in questo forum sarà ancora più scarsa, volevo approfittare di questa discussione per dirgli che se io posso scrivere qualcosa di sbagliato (come può capitare), basta che lui intervenga nel forum e me lo faccia notare, e sarò pronto a correggere i miei eventuali errori.
Invece le sue segnalazioni di pagine in cui si sprizza odio e animosità verso di me non sono né richieste e tanto meno gradite.

Achille
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12333
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Bicchiere mezzo pieno » 01/03/2014, 17:49

polymetis ha scritto:Ciao Bicchiere, spero vorrai scusare la mia brevità, ma fino a lunedì sono piuttosto impegnato, a causa di un seminario che sto preparando. Mi limito dunque ad alcune osservazioni:

1)I refusi possono capitare a chiunque, io stesso rileggendo la tesi di laurea a distanza di anni ne ho visti alcuni, eppure era stata revisionata da ben due persone. Semplicemente è fisiologico, per qualsiasi essere umano, l’essere fallibile. Tuttavia: un conto sono degli sparuti refusi, due o tre, altro è il disastro di questo libro. Io ho letto solo il capitolo sulla crocifissione, trovando il macello di cui ho già parlato nell’arco di poche pagine. Se quella di Teo non era un’iperbole, ci sarebbero circa 70 errori nel solo greco del testo. Il che, mi permetti , permette di fare delle considerazioni ben precise: un paio di refusi possono essere distrazione, 70 sono incompetenza conclamata. Tanto più se, come presumo, si verrà a sapere che gli autori non hanno una formazione classica, non saprebbero cioè tradurre un testo greco posto sotto i loro occhi, e si tratta cioè di dilettanti che si improvvisano a scrivere di una lingua che non conoscono. In questa prospettiva, i 70 errori denunciati da Teo sono perfettamente coerenti con quello che ci si aspetta da autori che scrivono su materie in cui non sono competenti. Al contrario, se un grecista scrive un testo, e commette degli errori di grammatica, possiamo arguire che probabilmente siano distrazioni, visto che il suo curriculum accademico ci certifica una conoscenza della lingua.

2)Il testo in questione, come avrai letto nei miei post, non si segnala solo per errori nella trascrizione del greco. Direi che, nei post da me scritti, questi aspetti siano marginali. Non voglio infatti ridurmi come i Testimoni di Geova internettiani che, anni fa, allorché Teo pubblicò la prima edizione del suo libro sulla TNM, non sapendo entrare granché nel merito delle sue argomentazioni, si misero a criticare dei refusi. Ricordo una discussione, veramente campata sul nulla, dove si continuava ad insistere sul presunto errore di un sigma finale scritto σ anziché ς. Già allora dissi che a mio avviso non era neppure da considerarsi un errore, infatti è una convenzione tarda quella di distinguere graficamente i due sigma, nata probabilmente per facilitare il lettore a capire dove finisse una parola e ne iniziasse un’altra (nei manoscritti infatti, generalmente non v’è spazio tra le parole). Ma si tratta sempre della medesima lettera, ed infatti per secoli s’è scritta la σ anche a fine di parola, come documentai con opportune scansioni di manoscritti che avevo ripescato dai miei appunti universitari di paleografia greca. Dunque al massimo si trattava di una non intenzionale violazione di una convenzione scrittoria tarda.
Questi errori nel testo greco del capitolo sulla crocifissione sono invece di tutt’altro genere. Vengono scambiate lettere che nulla hanno a che fare tra di loro con una frequenza che lascia interdetti, e a ciò si affiancano errori di concetto che vanno ben oltre il mero refuso grafico (ad esempio il non capire che la “e” di ane- non fa parte del prefisso, ma del verbo, di cui costituisce l’aumento, cioè la marca del tempo imperfetto).
A questi errori grammaticali si affiancano quelli storici (ad esempio la datazione delle fonti), quelli metodologici (l’irrilevante distinzione delle fonti in reali ed immaginarie), quelli di selezione del materiale (strane omissioni di passi invero assai pertinenti di Flavio e Luciano), ecc.

3) Da ultimo, quando una persona ribadisce banalmente quello che tutto il mondo accademico crede, cioè che Cristo sia morto su una croce, eventuali refusi sono un tantino irrilevanti, visto che la tesi non è sua, ma dell’intero mondo accademico, dalle enciclopedie oxoniensi in giù. Se invece un testo vuole contestare quello che è il consensus accademico generale, ci si aspetta che il suo lavoro sia impeccabile ed inattaccabile, altrimenti viene da chiedersi perché dovremmo buttarci tra le braccia dei dilettanti e lasciare quelle del mondo scientifico. Fa dunque assai specie che un libro con la pretesa di contestare delle solide acquisizioni accademiche, si presenti in uno stato così disastroso (70 errori nel solo testo greco, di cui parla Teo, danno quasi a pensare che il revisore dormisse mentre rileggeva il manoscritto). La povertà del prodotto finito, stride cioè in maniera intollerabile con l’enormità del compito che gli autori s’erano prefissi. Difendere una traduzione notoriamente falsificata, e mettersi a sostenere che non esisterebbe un modo romano di crocifiggere, sono imprese così colossali, che chi si appresti ad esse mostrando una tale scarsità di mezzi può fare solo una magra figura. Diverso come ripeto invece è il caso di chi si limiti a riportare quando il mondo accademico generalmente crede, ed ha costruito nell’arco di decenni di approfondimento. In quel caso, che importanza può avere qualche refuso?

Ad maiora


Meno male che volevi essere breve, altrimenti chissà cosa avresti scritto! :sorriso:
Ti ringrazio di avermi delucidato sui vari distinguo della situazione, che fa capire la differenza fra una mentalità di "addetti ai lavori" è la mentalità dilettantesca.
Bicchiere mezzo pieno
Utente Junior
 
Messaggi: 750
Iscritto il: 20/09/2009, 18:11

Messaggiodi Bicchiere mezzo pieno » 01/03/2014, 18:05

Il "solerte lurkatore" se l'è presa per questo mio commento.
Lui pensava di fare cosa gradita nel mandarmi le sue segnalazioni.
Francamente non gradisco. A me quello che possono scrivere certi TdG internetiani, animati da sentimenti di odio anti "apostata", non interessa affatto. Sono persone che si sono fatte conoscere da anni per la loro cativeria ed il loro odio nei miei/nostri confronti.
Visto che il "solerte lurkatore" se l'è presa per averlo definito in questo modo (lurkatore), e mi ha scritto che d'ora in avanti la sua presenza in questo forum sarà ancora più scarsa, volevo approfittare di questa discussione per dirgli che se io posso scrivere qualcosa di sbagliato (come può capitare), basta che lui intervenga nel forum e me lo faccia notare, e sarò pronto a correggere i miei eventuali errori.
Invece le sue segnalazioni di pagine in cui si sprizza odio e animosità verso di me non sono né richieste e tanto meno gradite.


Dopo questa penso che d'ora in avanti il "solerte lurkatore" non segnalerà più.
Comunque hai perfettamente ragione: in quelle pagine è manifesto l'odio e l'animosità verso i loro "detrattori" così come la strumentalizzazione delle parole scritte per attribuire motivi errati e maligni. Lo hanno dimostrato più e più volte. Quindi è inutile andare dietro a tutto quello che scrivono. E comunque, a livello di contenuti, ciò che è scritto in questo post risponde pienamente a tutte le obiezioni che potrebbero essere sollevate, tranne naturalmente il non accettare quanto scritto per via di linee ideologiche precostituite.
Bicchiere mezzo pieno
Utente Junior
 
Messaggi: 750
Iscritto il: 20/09/2009, 18:11

Messaggiodi polymetis » 01/03/2014, 20:19

Meno male che volevi essere breve, altrimenti chissà cosa avresti scritto! :sorriso:
Ti ringrazio di avermi delucidato sui vari distinguo della situazione, che fa capire la differenza fra una mentalità di "addetti ai lavori" è la mentalità dilettantesca.


Non so perché tu abbia incollato nel forum questa vecchia email che ti scrissi, ma, visto che è pertinente col tema della discussione, possiamo anche lasciarla.

Ad maiora
Presentazione


Alla base delle scelte fondamentali del Nolano - a Londra come a Roma -, c'era il convincimento di appartenere alla "casa" dei filosofi, e che ad essa bisogna essere sempre fedeli, anche nei rapporti con i potenti della Chiesa e dello Stato, perché la casa della filosofia è la casa della verità: in un modo intelligente e anche astuto, certo, ma sempre fedeli. (Michele Ciliberto)
Avatar utente
polymetis
Moderatore
 
Messaggi: 4414
Iscritto il: 16/06/2009, 14:43

Messaggiodi Julian » 03/06/2014, 22:24

L'opinione di Didier Fontaine sul libro in questione:

http://www.isagogica.it/sito/la-bibbia-prima-del-dogma-recensione-di-didier-fontaine/

Poly non perdere la pazienza! :sorriso:

Pace.
Julian
Nuovo Utente
 
Messaggi: 103
Iscritto il: 02/10/2009, 21:53

Messaggiodi Achille » 04/06/2014, 6:10

Se si chiede al venditore dell'acqua se l'acqua è fresca....
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12333
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Mario70 » 04/06/2014, 6:53

Achille Lorenzi ha scritto:Se si chiede al venditore dell'acqua se l'acqua è fresca....


:risata:

Hanno un concetto tutto loro di critica, gli ex non sono affidabili, chi ne parla male non è attendibile, solo chi è testimone di Geova ha valore ed infatti sono solo loro a scrivere e a recensire i loro libri, del resto il mondo accademico non si accorge proprio della loro esistenza e non perde certamente tempo a recensire libri fatti da autodidatti, mai critici delle dottrine ufficiali (altrimenti sarebbero cacciati a calci nel sedere ed ostracizzati per apostasia) fatti o recensiti dai soliti 2 o 3 testimoni di Geova laureati che hanno scritto qualcosa, tirati in ballo ad ogni occasione e spesso senza specificare neppure la loro fede di appartenenza...
Sono sempre e solo loro: Fontaine, Furuli, Gertroux, ed ora si è unito anche l'Arduini.
«È vero, in tempi passati vi sono stati alcuni che hanno predetto la "fine del mondo", annunciando perfino una data specifica. Alcuni hanno raccolto intorno a sé gruppi di persone ... aspettando la fine. Tuttavia non è accaduto nulla. La "fine" non è venuta. Si sono resi colpevoli di falsa profezia» (Svegliatevi!, 22/4/1969, p. 23).
Presentazione
Avatar utente
Mario70
Utente Master
 
Messaggi: 5742
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi nello80 » 04/06/2014, 12:29

A prescinderr di tutto, qualcuno ha letto l'opinione di fontaine?
In caso affermativo, quali punti non sono corretti?
Io non ho letto il libro e di conseguenza non posso giudicare.
Anche se comunque l'avessi letto, non ho certamente le basi per poter fare una recensione critica o di elogio.
Saluti.
Nel buio totale una voce d'uomo mi disse: "Vieni verso di me, non voglio farti del male...", ma io accesi un cerino e vidi ch'ero sul margine di un precipizio, e l'uomo che mi parlava era, invece, dalla parte opposta...

Presentazione
Avatar utente
nello80
Utente Senior
 
Messaggi: 1754
Iscritto il: 19/09/2013, 21:43

Messaggiodi Mario70 » 04/06/2014, 21:44

nello80 ha scritto:A prescinderr di tutto, qualcuno ha letto l'opinione di fontaine?
In caso affermativo, quali punti non sono corretti?
Io non ho letto il libro e di conseguenza non posso giudicare.
Anche se comunque l'avessi letto, non ho certamente le basi per poter fare una recensione critica o di elogio.
Saluti.

Mi sono autocostretto a leggere la recensione e devo dire che pensavo peggio, Fontaine si barcamena tra la linea che separa l'arianesimo tipico dei tdg, al subordinazionismo eusebiano del quale mi sembra un sostenitore, anche io accettai quel tipo di subordinazionismo quando entrai in crisi poco dopo la mia disassociazione, i miei studi e soprattutto i miei confronti in seguito mi fecero capire l'insostenibilità di questa dottrina (certamente migliore rispetto al neoarianesimo infantile dei tdg), che crolla inesorabilmente quando si passa alla fase successiva ovvero il riflettere sull'assenza dello spazio-tempo in Dio, se dunque Dio avesse generato un secondo dio ("secondo dio" e "generato" sono le sue parole) accanto a lui, avrebbe mutato, avrebbe fatto parte anche lui del tempo (ci sarebbe stato un prima e un dopo con l'atto generante) e avrebbe inserito lo spazio ('accanto') ma come sappiamo Dio non può mutare, lui il tempo lo ha creato insieme "al tutto" ciò che è stato creato.
Attento Fontaine perché stai rischiando brutto, rischi di fare la mia fine :risata: poi ai testimoni internettiani chi gli rimane?
Questo è quello che credevo nel 2006, ovvero quello che mi sembra di aver capito crede anche il Fontaine:

http://freeforumzone.leonardo.it/d/4370 ... sione.aspx
«È vero, in tempi passati vi sono stati alcuni che hanno predetto la "fine del mondo", annunciando perfino una data specifica. Alcuni hanno raccolto intorno a sé gruppi di persone ... aspettando la fine. Tuttavia non è accaduto nulla. La "fine" non è venuta. Si sono resi colpevoli di falsa profezia» (Svegliatevi!, 22/4/1969, p. 23).
Presentazione
Avatar utente
Mario70
Utente Master
 
Messaggi: 5742
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi Achille » 05/06/2014, 5:42

A me quello che ha colpito di più è stato un "c'ho" (c apostrofo ho) al posto di "ci ho"...
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12333
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi nello80 » 05/06/2014, 11:01

in altri lidi si accusano di:
- essere analfabeti
- parlare di recensione non attendibile senza averla nemmeno letta
- essere schiavi del continuo bisogno di screditare i tdG
- essere in corto circuito mentale
- avere nel cervello un meccanismo di un flipper anni '70
Nel buio totale una voce d'uomo mi disse: "Vieni verso di me, non voglio farti del male...", ma io accesi un cerino e vidi ch'ero sul margine di un precipizio, e l'uomo che mi parlava era, invece, dalla parte opposta...

Presentazione
Avatar utente
nello80
Utente Senior
 
Messaggi: 1754
Iscritto il: 19/09/2013, 21:43

Messaggiodi Cogitabonda » 05/06/2014, 11:59

Nello, se coloro di cui parli fossero davvero sicuri di possedessero la verità, se avessero in essa una profonda fede, non sentirebbero nessun bisogno di lanciare accuse ad altri, di fare apologia. Porterebbero semplicemente avanti la predicazione, rivolgendosi a tutti coloro che prestano ascolto, sicuri che la verità prevarrà comunque. Se invece hanno continuamente bisogno di dire che noi abbiamo torto, vuol dire che hanno bisogno di convincere se stessi di avere ragione.
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame
La mia presentazione
Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8400
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Messaggiodi Achille » 05/06/2014, 12:06

E comunque perché riprendere qui i messaggi offensivi esposti in "altri lidi" da tdg anonimi? Se qualcuno ha qualcosa da dire può iscriversi al forum (qui è consentito anche ai tdg), come si legge nel regolamento.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12333
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Mauro1971 » 05/06/2014, 12:16

nello80 ha scritto:in altri lidi si accusano di:
- essere analfabeti
- parlare di recensione non attendibile senza averla nemmeno letta
- essere schiavi del continuo bisogno di screditare i tdG
- essere in corto circuito mentale
- avere nel cervello un meccanismo di un flipper anni '70


Con alcune piccole modifiche, a me sembra parlino di loro stessi.

- essere analfabeti
Vogliamo parlare del livello non solo di istruzione, ma di cultura della stragrande maggioranza dei TdG?

- parlare di recensione non attendibile senza averla nemmeno letta
Vogliamo parlare di cosa dicono di qualsiasi cosa non si conformi ai loro intendimenti, con particolare riguardo al fatto che non vanno oltre qualche battutina da bar di periferia?

- essere schiavi del continuo bisogno di screditare i tdG
Vogliamo parlare dell'essere schiavi del continuo bisogno di accreditare le affermazioni della WTS senza il benchè minimo senso critico?

- essere in corto circuito mentale
No, qui mi ribalto, il bue che dice all'asino "sei cornuto"???
Da chi si beve tutte le boiate sulla Genesi della WTS, a chi sacrifica la vita di un figlio per una trasfusione sull'altare di un'idiozia assoluta... con quale coraggio accusano altri di essere in un "corto circuito mentale" quando hanno una capacità di pensiero autonomo pari a quella di una formica operaia?

- avere nel cervello un meccanismo di un flipper anni '70
E magari ce l'avessero questo., almeno ci sarebbero lucine e suoni, una certa vitalità di pensiero.
Invece stanno in un "TILT" perenne. Non funziona.

Ovvio, tutto questo a meno che entri per qualche evento particolare, o una somma di eventi emotivamente importanti, il DUBBIO!

DUBBIO santo subito! :ironico: :ironico: :ironico:
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 9017
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi nello80 » 05/06/2014, 12:25

La cosa che a me fa più ridire e che faticano per fare apologia alle dottrine del CD e nel contempo fanno finta di non sapere che lo stesso CD non approva per niente quello he fanno!
Ma qui mi fermo perchè già sono abbastanza OT!
Saluti!
Nel buio totale una voce d'uomo mi disse: "Vieni verso di me, non voglio farti del male...", ma io accesi un cerino e vidi ch'ero sul margine di un precipizio, e l'uomo che mi parlava era, invece, dalla parte opposta...

Presentazione
Avatar utente
nello80
Utente Senior
 
Messaggi: 1754
Iscritto il: 19/09/2013, 21:43

Messaggiodi polymetis » 07/06/2014, 14:00

Ho letto settimane fa solo la parte della recensione riguardante il capitolo sulla croce, e non mi sembrava una recensione "critica" (nel senso che ha questa parola nel mondo accademico), ma un semplice riassunto, sicché valgono per quella parte della recensione le stesse critiche che ho fatto al capitolo originale.
Ad ogni modo avevo letto dei post sul suo blog, e mi sembravano fatto bene, ricchi di spunti, quindi penso che abbiamo a che fare con qualcuno con cui si può discutere. Naturalmente bisognerebbe prima di iniziare un dialogo sgomberare il campo da alcuni presupposti che rendono impossibile un confronto scientificamente serio, come la credenza nell'inerranza biblica, che vanifica ogni discussione e buon senso. Ho ravvisato un problema simile ad esempio quando ho letto un post dell'autore sull'episodio della maga di Endor. In questo post, tra le variabili della discussione, si inseriva il problema di valutare come sia possibile che, se davvero fosse apparso Samuele, Dio avrebbe concesso ad una strega di strappare un'anima dall'oltretomba a suo comando. Ma questa domanda ovviamente è priva di significato per lo storico, perché l'episodio può essere inventato, e non ha nessun senso chiedersi come sia possibile che Dio in concreto si faccia sfuggire un'anima dall'oltretomba. Né ha senso chiedersi, sulla base della nostra evoluta teologia del XXI secolo, se sia possibile che DIo conceda una cosa simile, perché pare evidente che la risposta può essere solo un no. L'unica domanda sensata per lo storico che voglia capire il senso del testo è se per la teologia dell'epoca dell'agiografo ci fosse un'evoluzione tale da escludere che lo scrittore immaginasse l'apparizione di un'anima durante una seduta spiritica. Noi, nel 2014, che ci siamo sbarazzati dei medium, possiamo ovviamente dire che non è mai apparso nessuno spirito, ma il problema non è né che cosa sia accaduto né cosa sia filosoficamente sensato credere, il problema è solo se all'epoca dell'agiografo e dato il grado della sua evoluzione culturale quell'apparizione fosse verosimile. Infatti l'ipotesi esegeticamente più sensata è che per l'agiografo fosse davvero apparso Samuele, ma ricostruire il senso di un testo è un problema diverso dalla sua storicità.
Vi ho raccontato tutta questa storia per dirvi che ci sono alcuni scivoloni di questo genere nei post di Fontaine, che dipendono senza dubbio dalla sua educazione geovista, la quale, che se ne renda conto o no, infetta il suo modo di ragionare.
Presentazione


Alla base delle scelte fondamentali del Nolano - a Londra come a Roma -, c'era il convincimento di appartenere alla "casa" dei filosofi, e che ad essa bisogna essere sempre fedeli, anche nei rapporti con i potenti della Chiesa e dello Stato, perché la casa della filosofia è la casa della verità: in un modo intelligente e anche astuto, certo, ma sempre fedeli. (Michele Ciliberto)
Avatar utente
polymetis
Moderatore
 
Messaggi: 4414
Iscritto il: 16/06/2009, 14:43

Messaggiodi Quixote » 07/06/2014, 14:35

polymetis ha scritto:Ho letto settimane fa solo la parte della recensione riguardante il capitolo sulla croce, e non mi sembrava una recensione "critica" (nel senso che ha questa parola nel mondo accademico), ma un semplice riassunto, sicché valgono per quella parte della recensione le stesse critiche che ho fatto al capitolo originale.



Direi che è senz’altro la parte piú debole della recensione, e del resto lo stesso Fontaine afferma che l’argomento non lo intriga. Per altro sembra supinamente accettare proprio quelle mancanze di una seria metodologia delle fonti che sia io che Poly che Teodoro avevamo rilevato nel lavoro di Frattini, con l’insostenibile distinzione fra fonti storiche e non storiche che ne deriva; ed è strano, perché per il resto la sua recensione mi pare condotta con tutt’altra competenza, tant’è che non è privo di critiche al libro in questione, tutt’altro che superficiali, e che alla fine vanno a contraddire non poco la sua valutazione generale.
Καὶ ἠγάπησαν οἱ ἄνθρωποι μᾶλλον τὸ σκότος ἢ τὸ φῶς.
E gli uomini vollero piuttosto le tenebre che la luce.
GIOVANNI, III, 19. (G. Leopardi, La ginestra, esergo)
======================================
Primo postPresentazioneStaurós: palo o croce? (link esterno)
Avatar utente
Quixote
Moderatore
 
Messaggi: 3993
Iscritto il: 15/08/2011, 22:26
Località: Cesena

Messaggiodi Ignorante » 30/10/2018, 2:07

polymetis ha scritto:Ma perché stiamo a parlare dei Testimoni di Geova? È ovvio che costoro, non avendo alcuno che li prenda in considerazione, debbono incensarsi da soli. E che la loro vita culturale è talmente misera che, appena uno di loro prenda anche solo una laurea triennale e scriva un libro, devono appendere i manifesti, tanto l’evento è raro tra le loro fila.
Resta il fatto che i TdG sono scientificamente il nulla, e probabilmente lo rimarranno, per via delle tesi cervellotiche e settarie che propugnano, le quali non hanno alcuna possibilità di conquistare l’assenso di chi già non parteggi per le loro idee a causa della comune fede settaria.

Per chi volesse leggere un dibattito articolato sul tema, qui c'è una discussione che conducemmo io e Teodoro tempo fa con l'utente Barnabino su questo soggetto:

http://cristianesimoprimitivo.forumfree.it/?t=53663936

Ad maiora


Poly rispolvero questo post datato perchè i Geoviti sono riusciti a trovare 3 pseudostudiosi per sostenere ciò che tu e Teodoro avete brillantemente argomentato sul blog cristianesimo primitivo.
Vorrei congratularmi con te e Teodoro per questo e per come avete ribadito sull'altro sito, avete perso tutto quel tempo nell'argomentare per evitare a Barnabino di prendere in giro possibili prede.
Tuttavia ho delle domande:
Mi sembra di intuire che sia tu che Teodoro, per come vi ho visto argomentare minuziosamente, siete dei docenti universitari giusta intuizione?
Il Barnabino in questione è quello di tdg online? ha titoli di studio in materia?
Oltre a te e Teodoro ci sono altri utenti \docenti universitari del forum cristianesimo primitivo che sono anche qui?
Ecco il video che propongono i geoviti:

https://www.jw.org/it/cosa-dice-la-Bibb ... noscritto/

Voi che avete le giuste competenze siete di grande aiuto.
La discussione ho visto che è datata nel 2011 dall'altra parte, a distanza di anni ci sono nuove scoperte?
Grazie
Ignorante
Nuovo Utente
 
Messaggi: 28
Iscritto il: 13/10/2018, 13:35

Messaggiodi Mario70 » 30/10/2018, 9:53

Ignorante ha scritto:
polymetis ha scritto:Ma perché stiamo a parlare dei Testimoni di Geova? È ovvio che costoro, non avendo alcuno che li prenda in considerazione, debbono incensarsi da soli. E che la loro vita culturale è talmente misera che, appena uno di loro prenda anche solo una laurea triennale e scriva un libro, devono appendere i manifesti, tanto l’evento è raro tra le loro fila.
Resta il fatto che i TdG sono scientificamente il nulla, e probabilmente lo rimarranno, per via delle tesi cervellotiche e settarie che propugnano, le quali non hanno alcuna possibilità di conquistare l’assenso di chi già non parteggi per le loro idee a causa della comune fede settaria.

Per chi volesse leggere un dibattito articolato sul tema, qui c'è una discussione che conducemmo io e Teodoro tempo fa con l'utente Barnabino su questo soggetto:

http://cristianesimoprimitivo.forumfree.it/?t=53663936

Ad maiora


Poly rispolvero questo post datato perchè i Geoviti sono riusciti a trovare 3 pseudostudiosi per sostenere ciò che tu e Teodoro avete brillantemente argomentato sul blog cristianesimo primitivo.
Vorrei congratularmi con te e Teodoro per questo e per come avete ribadito sull'altro sito, avete perso tutto quel tempo nell'argomentare per evitare a Barnabino di prendere in giro possibili prede.
Tuttavia ho delle domande:
Mi sembra di intuire che sia tu che Teodoro, per come vi ho visto argomentare minuziosamente, siete dei docenti universitari giusta intuizione?
Il Barnabino in questione è quello di tdg online? ha titoli di studio in materia?
Oltre a te e Teodoro ci sono altri utenti \docenti universitari del forum cristianesimo primitivo che sono anche qui?
Ecco il video che propongono i geoviti:

https://www.jw.org/it/cosa-dice-la-Bibb ... noscritto/

Voi che avete le giuste competenze siete di grande aiuto.
La discussione ho visto che è datata nel 2011 dall'altra parte, a distanza di anni ci sono nuove scoperte?
Grazie

L'argomentazione é fallace, loro dicono che esistendo alcuni testi di copie della LXX che contenevano il tetragramma, allora questo voleva dire che i primi scrittori cristiani copiarono questo tetragramma quando citavano scritture della lxx, perche era impossibile che potessero abbracciare anche loro l'idea di sostituire il tetragramma con Signore o Dio.
Questa argomentazione manca proprio dei presupposti argomentativi:
Non esiste un solo manoscritto greco del nuovo testamento su oltre 5000 che contenga il tetragramma o qualsiasi traduzione o traslitterazione di questo.
In Tutti questi manoscritti trovati del NT é chiaro che l'opera di sostituzione è stata praticata pedissequamente.
La maggioranza delle copie della lxx trovate sostituiscono il tetragramma con Signore quindi non possiamo sapere se le copie che usavano i cristiani avessero il tetragramma o meno, ed anche se lo avessero contenuto nulla ci prova che lo trascrissero nelle loro copie invece di seguire la prassi di sostituirlo con Kyrios

Allora di cosa parlano?

viewtopic.php?f=24&t=19335&start=0
«È vero, in tempi passati vi sono stati alcuni che hanno predetto la "fine del mondo", annunciando perfino una data specifica. Alcuni hanno raccolto intorno a sé gruppi di persone ... aspettando la fine. Tuttavia non è accaduto nulla. La "fine" non è venuta. Si sono resi colpevoli di falsa profezia» (Svegliatevi!, 22/4/1969, p. 23).
Presentazione
Avatar utente
Mario70
Utente Master
 
Messaggi: 5742
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

PrecedenteProssimo

Torna a Fuori Tema

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici