Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Uomo spara in locale gay in Florida, cinquanta morti e 50 feriti.

Per discutere di temi ed argomenti di vario genere.

Moderatore: Quixote

Uomo spara in locale gay in Florida, cinquanta morti e 50 feriti.

Messaggiodi Vieri » 12/06/2016, 16:14

Leggo oggi con dolore ed indignazione:
Non si esclude terrorismo islamico”,
Identificato il killer: è Omar Mateen, 29enne americano di origini afgane. Ha cominciato a sparare all’impazzata prendendo anche degli ostaggi. Poi è stato ucciso dalla polizia
http://www.lastampa.it/2016/06/12/ester ... agina.html
Se è stato un atto di terrorismo islamico l'odio era doppio verso gli americani e verso i gay in particolare visto che la Sharia prevede di ammazzarli tutti.... :cer:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5183
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi deliverance1979 » 12/06/2016, 18:41

http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/nordamerica/2016/06/12/usa-spara-sulla-folla-in-un-club-gay_66804628-05a0-4946-8295-bbcf957e03d8.html

A questo punto, a prescindere dell'ISIS o meno o della facilità di avere un fucile o una pistola, la cosa più pericolosa è la stupidità umana che mette in atto le prime due cose.

Purtroppo l'arma peggiore è proprio questa....
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4743
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi deliverance1979 » 13/06/2016, 9:38

Volevo cogliere l'occasione per cercare di fare un'analisi più o meno seria sulla questione delle armi in circolazioni, degli omicidi collegate ad esse e soprattutto la differenza tra stato e stato nel mondo.

Bene, iniziamo con le tabelle:

I dati si riferiscono ad un rapporto del 2007, quindi abbastanza recente.

http://www.tiropratico.com/doc/2012/STATISTICA%20ARMI%20E%20OMICIDI.htm

Ed il rispettivo articolo (o statistica del 2007) in inglese tratta dal The Guardian

http://www.theguardian.com/news/datablog/2012/jul/22/gun-homicides-ownership-world-list

Inoltre volevo postare delle osservazioni tratte dal sito earmi.it

http://www.earmi.it/varie/crimine.htm

A prescindere dai dati sopra riportati, io sono del parere che il problema non sono le armi in se, ma la testa di chi le usa.

Detto questo, ognuno si faccia la propria idea.

:strettamano:
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4743
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi LIALA » 13/06/2016, 13:44

qualunque siano le cause son cose tristi che non DEVONO piu' accadere :piange:
Mi presento


Arriva la bella stagione così possiamo smettere di piangere per freddo e maltempo e iniziare finalmente a lamentarci per caldo afa e zanzare. (Vladinho77, Twitter)


Immagine
Avatar utente
LIALA
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4186
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32

Liala, scusami ma non voglio illuderti ma......

Messaggiodi Vieri » 13/06/2016, 15:34

LIALA ha scritto:qualunque siano le cause son cose tristi che non DEVONO piu' accadere :piange:

Liala, scusami ma non voglio illuderti ma......
la mamma degli esaltati (politici, religiosi, omofobi, ecc.ecc.) è sempre incinta.... :piange:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5183
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi deliverance1979 » 13/06/2016, 17:32

Comunque, la sfortuna per i gay e la fortuna per l'attentatore, è stato proprio il fatto che nel locale non c'erano armi.
Purtroppo il mondo LGBT americano è stato sempre contrario alla proliferazione ed all'uso delle armi.
In una situazione del genere, dove un uomo per ben 8 minuti ha fatto praticamente il tiro al tacchino, una o più armi avrebbero potuto fare la differenza.

Ma non è stato cosi e la storia con i se...
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4743
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Panacca » 13/06/2016, 19:54

deliverance1979 ha scritto:Volevo cogliere l'occasione per cercare di fare un'analisi più o meno seria sulla questione delle armi in circolazioni, degli omicidi collegate ad esse e soprattutto la differenza tra stato e stato nel mondo.

Bene, iniziamo con le tabelle:

I dati si riferiscono ad un rapporto del 2007, quindi abbastanza recente.

http://www.tiropratico.com/doc/2012/STATISTICA%20ARMI%20E%20OMICIDI.htm

Ed il rispettivo articolo (o statistica del 2007) in inglese tratta dal The Guardian

http://www.theguardian.com/news/datablog/2012/jul/22/gun-homicides-ownership-world-list

Inoltre volevo postare delle osservazioni tratte dal sito earmi.it

http://www.earmi.it/varie/crimine.htm

A prescindere dai dati sopra riportati, io sono del parere che il problema non sono le armi in se, ma la testa di chi le usa.

Detto questo, ognuno si faccia la propria idea.

:strettamano:


Anche secondo me negli USA il problema non è tanto la proliferazione di armi, anche in italia e in occidente quasi tutti hanno un fucile da caccia a casa
ma cose del genere non si verificano,
penso che il problema sia l'abuso di Psicofarmaci (anche sperimentali) che negli USA è stato esasperato al limite
Presentazione

Ci sono due tipi di sciocchi:
chi vede complotti dappertutto
e chi non li vede da nessuna parte
entrambi sono dispensati dal Pensare.
Avatar utente
Panacca
Utente Senior
 
Messaggi: 1376
Iscritto il: 20/01/2015, 18:49

Panacca, scusami ma c'è qualche "piccola "differenza......

Messaggiodi Vieri » 13/06/2016, 23:47

Panacca scusami, ma per prima cosa se vai a vedere le statistiche gli USA sono il primo tra i primi paesi come numero di armi per abitante con una percentuale dell'88 % della popolazione rispetto all'11,9 % dell'Italia

Secondo scusami ma un conto è detenere un fucile da caccia a pallini a due colpi ed un conto è avere un fucile mitragliatore da guerra.
Con il primo ammazzi se va bene due fagiani e con il secondo 49 persone e ne ferisci altre 50...... :piange:
Loro hanno la mania delle armi di ogni tipo ed è più facile come hanno detto, comprare un fucile automatico che prendere un cappuccino.....
:ciao:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5183
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi deliverance1979 » 14/06/2016, 7:45

Caro Vieri, in Italia c'é la legge sulle armi che consente di avere 6 armi sportive, 3 comuni e in quantitá illimitata da caccia.
Tra le armi da caccia ci sono anche a gli AK47 o kalashnikov, il famoso fucile AR15 usato per la strage e via dicendo.
Ma ti diró di piú, in Italia si possono detenere (o si potevano fino a prima del 2015, la questione é molto incerta) caricatori maggiorati, ovvero, fino a 29 colpi per i famosi fucili sopra citati.
Ora, in Italia, ma potremmo anche citare la Svizzera dove i cittadini hanno il fucile del servizio militare in casa, non si sentono stragi di proporzioni bibliche come in USA.
A mio avviso, sono gli americani ad essere un popolo di scossi di testa.
Prendiamo l'UE con i suoi 400 milioni di abitanti, ed una media di armi non come gli USA ma comunque di tutto rispetto.
Non mi sembra che ci siano le stesse problematiche o comunque in proporzione.
Di sicuro, negli USA, una legge seria sul rilascio, detenzione ed eventuale disarmo delle armi sarebbe appropriata.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4743
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi play » 14/06/2016, 8:28

Negli Stati Uniti a livello sociale c' è in ogni caso un 'accettazione delle armi – 88 cittadini americani su 100 posseggono una pistola - e questa è una cosa che fa paura, è una vera e propria follia che gia' di per sé nasconde un’ideazione con tratti persecutori. E se oltre al benessere materiale gli americani si occupassero anche un po' del pensiero?
play
Utente Senior
 
Messaggi: 1397
Iscritto il: 23/12/2011, 8:56

Si,si se vedi i loro film.....

Messaggiodi Vieri » 14/06/2016, 9:56

play ha scritto:Negli Stati Uniti a livello sociale c' è in ogni caso un 'accettazione delle armi – 88 cittadini americani su 100 posseggono una pistola - e questa è una cosa che fa paura, è una vera e propria follia che gia' di per sé nasconde un’ideazione con tratti persecutori. E se oltre al benessere materiale gli americani si occupassero anche un po' del pensiero?


Se vedi i loro film, le porte delle case sono sempre ridicole, in vetri e con un lucchettino......ma se entri in casa senza essere "autorizzato", non ci mettono molto a spararti......e per loro non è come da noi.....è sempre "tutto regolare".....quindi prima di entrare "chiedi "permessooooo"....... :risata: :risata:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5183
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi play » 14/06/2016, 10:43

Di stragi come quella in Florida la cronaca statunitense è strapiena. Cio che risulta difficile da inquadrare è la realta' che c' è dietro a certi fatti di cronaca. Nel caso specifico il problema è molto complesso. Recentemente un ragazzo negli USA ha ammazzato un considerevole numero di persone perché la madre era in possesso di armi. Ma chi è la madre di questo ragazzo? Una prepper. I prepper ritengono che lo Stato non possa far fronte ai problemi connessi con il cibo qualora dovesse verificarsi un evento catastrofico. Dunque questi gruppi survivalisti si preparano ad una sorta di fine del mondo. Leggendo la biografia di queste persone si scopre poi che sono soggetti che hanno difficolta' relazionali. Purtroppo negli Stati Uniti continua ad esserci una falsa idea di liberta'. La liberta' non di rispettare gli individui come esseri umani, ma un' idea di liberta' che molto grezzamente potrebbe essere sintetizzata in questo modo: faccio come mi pare. E questo faccio come mi pare unito ad altre idee molto stravaganti è il risultato delle tante polemiche sorte tra i repubblicani allineati alle lobby delle armi, e i democratici che al contrario vorrebbero metterle al bando.
play
Utente Senior
 
Messaggi: 1397
Iscritto il: 23/12/2011, 8:56

Messaggiodi deliverance1979 » 14/06/2016, 11:57

play ha scritto: I prepper ritengono che lo Stato non possa far fronte ai problemi connessi con il cibo qualora dovesse verificarsi un evento catastrofico.


Su questo hanno ragione.... :ironico:
play ha scritto:Dunque questi gruppi survivalisti si preparano ad una sorta di fine del mondo. Leggendo la biografia di queste persone si scopre poi che sono soggetti che hanno difficolta' relazionali.


Non a caso, conosciamo qualcuno, ma di frangia religiosa, che la pensa cosi....

Difatti, i movimenti alla TDG maniera, proliferano in un continente che praticamente è rimasto ancora alla frontiera del 1800.

Mentre noi europei siamo leggermente cresciuti e ci siamo stabilizzati (per carità, con 2500 anni di guerre), il giovane popolo americano sembra che viva sempre in costante minaccia. E dei serial killer, e delle bande di strada (afro o latinos), e dei terroristi e se non bastasse allora ci pensano le cospirazioni, le apocalissi zombi o l'arrivo degli alieni...

In sostanza, gli americani e la loro cultura sono intrise sulla sopravvivenza, sulle armi, su una fine imminente e sul patriottismo.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4743
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi play » 14/06/2016, 12:47

Naturalmente non esistono risposte univoche riguardo il problema del cibo a fronte di un' eventuale catastrofe. Cio' dipende dall' entita' e dalla proporzione dell' evento stesso e dalla sua prevedibilita' . Sono prevedibili, ad esempio, i terremoti? Non mi pare. I prepper in particolare sono un gruppo nato proprio durante il periodo della guerra fredda. Se ci si ragiona un po' su viene da chiedersi: che senso ha accumulare il cibo se dovesse scoppiare una guerra nucleare? Chi si salverebbe? Questo è un discorso che magari c' entra poco colle sparatorie in stile far west che capitano cola'......
play
Utente Senior
 
Messaggi: 1397
Iscritto il: 23/12/2011, 8:56

Messaggiodi deliverance1979 » 14/06/2016, 16:41

play ha scritto:Naturalmente non esistono risposte univoche riguardo il problema del cibo a fronte di un' eventuale catastrofe. Cio' dipende dall' entita' e dalla proporzione dell' evento stesso e dalla sua prevedibilita' . Sono prevedibili, ad esempio, i terremoti? Non mi pare. I prepper in particolare sono un gruppo nato proprio durante il periodo della guerra fredda. Se ci si ragiona un po' su viene da chiedersi: che senso ha accumulare il cibo se dovesse scoppiare una guerra nucleare? Chi si salverebbe? Questo è un discorso che magari c' entra poco colle sparatorie in stile far west che capitano cola'......


Teoricamente, la filosofia dei prepper e quella dei survivalisti (considerando che i primi sono mooolto più moderati dei secondi) di per se non è sbagliata.

Tra il passare ore ed ore dentro un bar a parlare di nulla o bighellonare dentro un centro commerciale, di sicuro un individuo che sa di sopravvivenza, di caccia, si allena al tiro con le armi, ha una discreta dose di cibo ed attrezzatura varia, sicuramente, da un disastro naturale alla guerra atomica, passando per tutto quello che c'è nel mezzo, avrà molte più possibilità di cavarsela rispetto all'uomo comune (me compreso) che di queste cose non sa nulla e non si prepara minimamente....

Certo è che questa gente, a forza di prepararsi per la fine del mondo, di leggere la società moderna e gli eventi internazionali con delle chiavi di lettura complottiste utili a prevenire il disastro annunciato, poi qualcuno tra questi, rischia di sovrapporre fantasia e finzione e visto che l'addestramento non gli manca, passare dalle parole ai fatti con tutti gli annessi e connessi.
Ma ci sono anche migliaia di persone con non fanno danni pur essendo armate fino ai denti o addestrate contro qualsiasi evenienza.

E comunque, in america non ci sono solo persone di questo tipo, perchè i fondamentalisti cristiani contro l'aborto che effettuano sabotaggi o piazzano bombe sulle cliniche che praticano l'aborto o contro case e mezzi di medici e personale sanitario che lavora in queste strutture, cosa vogliamo dire?

La società americana mischia molto il fantastico con il reale e poi qualcuno rischia di farsi male.

Adesso, dalle notizie che stanno dando i giornali, è uscito fuori che l'attentatore frequentava quel tipo di locali e che si lamentava della rigida disciplina che il padre gli aveva imposto.
Ora qui, viene a me la fantasia del complotto e non vorrei che i giornalisti la buttassero su una crisi di nervi derivante da una omosessualità repressa, anzichè sulla probabile pista terroristica.
Mah, staremo a vedere.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4743
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Trianello » 14/06/2016, 16:48

play ha scritto:Naturalmente non esistono risposte univoche riguardo il problema del cibo a fronte di un' eventuale catastrofe. Cio' dipende dall' entita' e dalla proporzione dell' evento stesso e dalla sua prevedibilita' . Sono prevedibili, ad esempio, i terremoti? Non mi pare. I prepper in particolare sono un gruppo nato proprio durante il periodo della guerra fredda. Se ci si ragiona un po' su viene da chiedersi: che senso ha accumulare il cibo se dovesse scoppiare una guerra nucleare? Chi si salverebbe? Questo è un discorso che magari c' entra poco colle sparatorie in stile far west che capitano cola'......


Come osservò M. Moore in un suo bel film-documentario di diversi anni fa, la percentuale di cittadini canadesi che possiedono un'arma non è molto dissimile da quella dei cittadini USA. Ciononostante, il Canada è uno dei paesi occidentali in cui il tasso dei morti ammazzati è più basso. Evidentemente, il problema non risiede nel possesso delle armi (che comunque andrebbe limitato), ma, come suggerisce lo stesso M. Moore, altrove.

Presentazione

Deus non deserit si non deseratur

Augustinus Hipponensis (De nat. et gr. 26, 29)
Avatar utente
Trianello
Moderatore
 
Messaggi: 3335
Iscritto il: 10/06/2009, 22:45

Messaggiodi Ray » 14/06/2016, 17:23

Orlando, i gay non possono donare sangue per i feriti: "Questo è pregiudizio

Comunità lgbt in rivolta contro le restrizioni alle donazioni di sangue per gay e bisex. L'esperto dell'Istituto superiore di sanità: "Le discriminazioni praticate in Usa sono ingiustificate, non è questione di scienza ma di pregiudizio"

http://www.repubblica.it/esteri/2016/06 ... 141901687/


Immagine
Per aiutare le vittime dell'attentato di Orlando, Ricky Martin avrebbe voluto donare il sangue ma negli Stati Uniti gli uomini omosessuali e bisessuali possono farlo solo se dimostrano di non aver avuto rapporti sessuali nell'ultimo anno. Il cantante ha così affidato a Twitter il suo sfogo: "Gli ospedali di Orlando hanno un disperato bisogno di sangue per salvare le vittime dell'attacco ma in quanto gay io non posso donarlo"


Clicca per vedere l'immagine a dimensioni originali
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 10976
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Messaggiodi mr-shadow » 14/06/2016, 17:40

Almeno li a certe condizioni possono farlo. Qui da noi la donazione ai gay è vietata.
il credente si inalbera per tre motivi: 1) se deve a turbare la pace in cui è immerso, dovendosi chiedere come mai esista ancora qualche folle istigato da Satana a "combattere l'Onnipotente"; 2) quando si sente stupido se il critico dimostra d'aver ragione con argomentazioni serie e sensate; 3) quando è costretto ad ascoltare frasi di negazione, dato che dio è il "Si"
Avatar utente
mr-shadow
Veterano del Forum
 
Messaggi: 2506
Iscritto il: 10/04/2010, 9:21

Messaggiodi Ray » 14/06/2016, 17:51

mr-shadow ha scritto:Almeno li a certe condizioni possono farlo. Qui da noi la donazione ai gay è vietata.



http://www.ansa.it/europa/notizie/rubri ... 5d43f.html

Gay: vietato donare sangue, ma solo con prove rischi .In Italia divieto rimosso. Grillini, basta fare test su sacca
29 aprile, 20:26
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 10976
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Messaggiodi deliverance1979 » 14/06/2016, 18:26

Trianello ha scritto:Come osservò M. Moore in un suo bel film-documentario di diversi anni fa, la percentuale di cittadini canadesi che possiedono un'arma non è molto dissimile da quella dei cittadini USA. Ciononostante, il Canada è uno dei paesi occidentali in cui il tasso dei morti ammazzati è più basso. Evidentemente, il problema non risiede nel possesso delle armi (che comunque andrebbe limitato), ma, come suggerisce lo stesso M. Moore, altrove.


Avevo avuto la tua stessa idea.
Infatti, mi ricordo che nel documentario di Moore, i canadesi dissero chiaramente che se avevano dei problemi con qualche altro loro coetaneo, al massimo si tiravano delle uova o potevano alzare le mani, ma a nessuno di loro veniva in mente di prendere un fucile o una pistola e sparare ad un rivale o compagno di scuola.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4743
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi LIALA » 14/06/2016, 19:37

Vieri ha scritto:
LIALA ha scritto:qualunque siano le cause son cose tristi che non DEVONO piu' accadere :piange:

Liala, scusami ma non voglio illuderti ma......
la mamma degli esaltati (politici, religiosi, omofobi, ecc.ecc.) è sempre incinta.... :piange:

ma e' bello pensarlo :piange:
Mi presento


Arriva la bella stagione così possiamo smettere di piangere per freddo e maltempo e iniziare finalmente a lamentarci per caldo afa e zanzare. (Vladinho77, Twitter)


Immagine
Avatar utente
LIALA
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4186
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32

Messaggiodi play » 14/06/2016, 22:15

Trianello ha scritto:
"Come osservò M. Moore in un suo bel film-documentario di diversi anni fa, la percentuale di cittadini canadesi che possiedono un'arma non è molto dissimile da quella dei cittadini USA. Ciononostante, il Canada è uno dei paesi occidentali in cui il tasso dei morti ammazzati è più basso. Evidentemente, il problema non risiede nel possesso delle armi (che comunque andrebbe limitato), ma, come suggerisce lo stesso M. Moore, altrove". Infatti intendevo dire tra l' altro che non si puo' sminuire la gravita' dell' alterazione del pensiero dei protagonisti di queste tragedie, e che le ragioni andrebbero cercate altrove per l' appunto.
play
Utente Senior
 
Messaggi: 1397
Iscritto il: 23/12/2011, 8:56

Messaggiodi renato-c » 15/06/2016, 15:59

SVEZIA: IL PRIMO MATRIMONIO RELIGIOSO MUSULMANO TRA DUE DONNE. LO CELEBRA L’IMAM GAY

http://www.lezpop.it/svezia-il-primo-ma ... limam-gay/

Immagine

econdo quanto riportato dall’Huffington Post, Ludovic Mohamed Zahed, promotore dell’associazione “Omosessuali musulmani di Francia” che, con 500 soci e fa parte della Alem, la rete che riunisce le associazioni lgbtq europee e africane musulmane, già nel 2012 aveva promosso a Parigi la prima moschea aperta agli omosessuali.

La scelta dell’imam, che tra l’altro ha sposato un uomo in Sud Africa, non è affatto piaciuta al movimento salafita algerino Sahwa: «Non esistono imam omosessuali nell’Islam», ha tuonato il movimento, chiedendo il ritiro del passaporto algerino a Zahed. A quanto pare, però, le polemiche interessano poco l’imam, il quale sostiene che “se il profeta Maometto fosse ancora vivo, sposerebbe coppie omosessuali”.
Avatar utente
renato-c
Utente Senior
 
Messaggi: 1327
Iscritto il: 17/07/2009, 20:28

Messaggiodi renato-c » 15/06/2016, 17:56

Immagine
Avatar utente
renato-c
Utente Senior
 
Messaggi: 1327
Iscritto il: 17/07/2009, 20:28

Messaggiodi Romagnolo » 15/06/2016, 19:47

Dato che chi pratica l'omosessualità non potrà entrare nel nuovo mondo ( ricordate il cartone animato della WT?) riguardo alla strage mi è sovvenuta un'altra riflessione, ascoltando ai tg le frasi di addio che i ragazzi inviavano alle loro madri, mi sono immaginato ad Armaghedon un ragazzo che scrive l'ultimo suo sms " addio mamma, mi sono chiuso in bagno, dietro la porta c'è Gesù che mitra in mano ci sta ammazzando tutti! Ti ho sempre voluto tanto bene....come a Patrick il mio amore che mia ha fatto scudo col suo corpo per farmi scappare. Addio ! Lui è appena entrat..."
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4731
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Panacca » 15/06/2016, 20:32

mr-shadow ha scritto:Almeno li a certe condizioni possono farlo. Qui da noi la donazione ai gay è vietata.


una cosa che mi ha sempre incuriosito dei Gay,

Come è possibile che non vi piacciono le Donne

Io ne vado Matto!!!! :boh:
Presentazione

Ci sono due tipi di sciocchi:
chi vede complotti dappertutto
e chi non li vede da nessuna parte
entrambi sono dispensati dal Pensare.
Avatar utente
Panacca
Utente Senior
 
Messaggi: 1376
Iscritto il: 20/01/2015, 18:49

Messaggiodi deliverance1979 » 17/06/2016, 12:04

Comunque, a titolo di cronaca, la strage che è stata compiuta con quest'arma.
Un AR15

Questo simpatico vecchietto, spiega tale arma, il suo funzionamento e le sue potenzialità.
Un documentario (in inglese) interessante, per capire con cosa si ha a che fare, perchè i film sono una cosa e la realtà un'altra.

« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4743
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Panacca » 18/06/2016, 16:59

Come diceva Padron Giulio:

a pensar male si fa peccato,,,,,,,,,,,,,ma ci si indovina spesso


il mio pensar male è che in campagnia elettorale USA un fattaccio del genere è una manna dal cielo!

come il Referendum Inglese sul BRETIX e l'assassinio della Deputata

tutta roba da servizi segreti!!!
Presentazione

Ci sono due tipi di sciocchi:
chi vede complotti dappertutto
e chi non li vede da nessuna parte
entrambi sono dispensati dal Pensare.
Avatar utente
Panacca
Utente Senior
 
Messaggi: 1376
Iscritto il: 20/01/2015, 18:49


Torna a Fuori Tema

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot], mr-shadow e 9 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici