Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Cannabis, scontro alla Camera...

Per discutere di temi ed argomenti di vario genere.

Moderatore: Quixote

Cannabis, scontro alla Camera...

Messaggiodi Ray » 25/07/2016, 17:59

Cannabis, scontro alla Camera su legalizzazione. FI: "Non passerà". Ddl torna in commissione

Sostenuto da 221 deputati, mai prima il Parlamento era arrivato a questo punto, il provvedimento sarà ridiscusso a settembre. Sul tavolo circa duemila emendamenti a carattere soppressivo. Della Vedova: "Partita aperta". Brunetta: "Ci opporremo a questa prova di forza avallata dal governo"
http://www.repubblica.it/politica/2016/ ... 144778710/

Immagine

Immagine
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 11379
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Messaggiodi Ray » 25/07/2016, 18:04

Con disegno di legge o progetto di legge o anche proposta di legge, nel diritto, si intende un testo, solitamente una bozza, costituente il progetto di un atto, elaborato all'interno dei vari ordinamenti giuridici statali, e destinato ad essere analizzato e a tradursi o meno in legge dai vari organi legislativi competenti.
Nell'ordinamento giuridico italiano con i termini:
progetto di legge, art. 71 della Costituzione,
disegno di legge, art. 72 e 87 della Costituzione,
proposta di legge, art. 121 della Costituzione

si indica un testo suddiviso in articoli che viene presentato dagli, o agli organi depositari del potere legislativo, cui spetta l'iniziativa legislativa. Solitamente viene accompagnato da una relazione, che è però formalmente necessaria solo per le proposte popolari.
I termini sono contenuti nella Costituzione della Repubblica Italiana e si riferiscono allo stesso atto; tuttavia tradizionalmente la dottrina distingue:
la proposta di legge, proveniente da un membro dell'assemblea legislativa a cui il testo è proposto (camera dei deputati, senato della Repubblica o consiglio regionale),
il disegno di legge, con cui si indica un testo presentato dall'organo esecutivo (il governo).
La dizione progetto di legge indica l'insieme dei due istituti e non ha una menzione formale nella costituzione, ove si eccettui l'ultimo capoverso dell'art. 71.
Il progetto di legge costituzionale invece è un particolare progetto di legge, previsto per le leggi costituzionali presenti negli ordinamenti a costituzione rigida come quello italiano, il cui iter prevede una procedura aggravata, ossia più complessa rispetto a quella dei progetti di legge ordinari.

https://it.wikipedia.org/wiki/Disegno_di_legge
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 11379
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Messaggiodi deliverance1979 » 25/07/2016, 18:11

Ma la cosa buffa, è che il rapporto annuale della Direzione Nazionale Antimafia, ha ammesso, come moltissime polizie internazionali, quella USA in testa, che la lotta alla droga è fallita.
Per ogni tonnellata sequestrata non so quante ne smerciano.

La legalizzazione sarebbe l'unica strada percorribile per arginare il fenomeno del credito mafioso.
Ora non dico che si debba legalizzare tutto, ma la cannabis, che oltre ad essere una droga leggera è anche impiegata per uso medico, potrebbe essere una strada percorribile.

Ma come ben si sa, queste cose è meglio tenerle illegali, con una lotta a tarallucci e vino, con clan mafiosi, camorristi e ndranghetisti che si ingozzano di soldi che poi usano per finanziare certi apparati politici, investire su attività lecite ed ampliare il loro regno.

Poi, però, da buon vecchio protestante, al momento del voto di questa legge farei la seguente cosa:

1- Voto nominale scoperto, dove ognuno deve mettere la faccia sul SI o NO.
2- Per chi è contro la droga, un bel test.
3- Chi ha votato contro la legalizzazione della droga e si fa pure, lo prenderei ed utilizzerei i metodi alla Kappler maniera.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 5473
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi mr-shadow » 26/07/2016, 15:44

deliverance1979 ha scritto:Ma come ben si sa, queste cose è meglio tenerle illegali, con una lotta a tarallucci e vino, con clan mafiosi, camorristi e ndranghetisti che si ingozzano di soldi che poi usano per finanziare certi apparati politici, investire su attività lecite ed ampliare il loro regno.


Devono campare anche le cosiddette comunità di recupero... :blu:
mr-shadow
 

Contro la droga, sempre......

Messaggiodi Vieri » 26/07/2016, 18:27

mr-shadow ha scritto:
deliverance1979 ha scritto:Ma come ben si sa, queste cose è meglio tenerle illegali, con una lotta a tarallucci e vino, con clan mafiosi, camorristi e ndranghetisti che si ingozzano di soldi che poi usano per finanziare certi apparati politici, investire su attività lecite ed ampliare il loro regno.


Devono campare anche le cosiddette comunità di recupero... :blu:

Carissimo, prima di tutto molte delle comunità di recupero tra le quali la più importante è San Patrignano ( della quale ho una esperienza diretta dove mio nipote acquisito è stato per quattro anni...dopo mio interessamento) oltre quella di EXODUS di don Mazzi, ecc....vivono in genere per la maggior parte con mezzi propri o con donazioni private e molto meno sullo stato, e non mi sembra che possano essere considerate delle "industrie" della salvezza per "tossici".

Io non voglio fare il "bacchetotne" ma pensate e siete assolutamente sicuri che legalizzare la cannabis "in modiche quantità" fermi la criminalità o l'uso delle sostanze stupefacenti ? Io ne dubito fortemente...
Anche da recenti studi in USA dove il modico possesso è permesso non ci sono stati risultati eclatanti e tali da ridurne il consumo che al limite è rimasto lo stesso.

Si parte sempre, spesso giovanissimi, a fumarsi il primo spinello, poi il secondo, poi prova qualche cosa di "diverso" ...le pilloline, i funghi allucinogeni, gli sballi di gruppo, fino alla cocaina o peggio......questo è stato il percorso di mio nipote ridotto oggi a 34 anni anche dopo San Patrignano ad un imbecille su due gambe senza arte né parte ciondolando da un mestierucolo di poche settimane all'altro e sfogando poi le proprie insoddisfazioni della vita non più nella droga ma nel sesso e nell'alcool.......
Questo alla fine è il risultato finale. Un disadattato a vita ritornando anche ora in un'altra casa famiglia per cercare di rifarsi una esistenza mai compresa.

Tutti a quell'età dicono: "provo anch'io come lo fanno anche gli altri, ma io sono più furbo e smetto quando voglio.......NO, non è vero e quando sei alla fine nel giro delle cosiddette "amicizie" continui, continui, continui..... tanto tutto "è legale" e non faccio niente di male .

Bene legalizziamola oggi e domani ? Legalizzeremo anche le "pasticche" e la cocaina per fare "concorrenza" alla criminalità ?

Prima di parlare è sempre bene aver avuto esperienze con chi ci è passato e conoscere se veramente lo spinello non sia veramente l'"antipasto" e l'anticamera per assumere poi sempre droghe più pesanti.....
Depenalizziamo il reato per modiche quantità e concediamo l'uso medico ma chi fuma lo spinello per me rimane sempre un tossico potenziale...
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 6799
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Caro Deliverance...

Messaggiodi Vieri » 26/07/2016, 18:31

deliverance1979 ha scritto:Ma la cosa buffa, è che il rapporto annuale della Direzione Nazionale Antimafia, ha ammesso, come moltissime polizie internazionali, quella USA in testa, che la lotta alla droga è fallita.
Per ogni tonnellata sequestrata non so quante ne smerciano.

La legalizzazione sarebbe l'unica strada percorribile per arginare il fenomeno del credito mafioso.
Ora non dico che si debba legalizzare tutto, ma la cannabis, che oltre ad essere una droga leggera è anche impiegata per uso medico, potrebbe essere una strada percorribile.

Ma come ben si sa, queste cose è meglio tenerle illegali, con una lotta a tarallucci e vino, con clan mafiosi, camorristi e ndranghetisti che si ingozzano di soldi che poi usano per finanziare certi apparati politici, investire su attività lecite ed ampliare il loro regno.

Poi, però, da buon vecchio protestante, al momento del voto di questa legge farei la seguente cosa:

1- Voto nominale scoperto, dove ognuno deve mettere la faccia sul SI o NO.
2- Per chi è contro la droga, un bel test.
3- Chi ha votato contro la legalizzazione della droga e si fa pure, lo prenderei ed utilizzerei i metodi alla Kappler maniera.

la tua ultima proposta mi trova d'accordo sui primi due punti ma onestamente il terzo mi sembra decisamente antidemocratico conoscendo chi fosse stato Klapper......però non sopporto anch'io i falsi buonisti che sono la peggior specie esistente.....
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 6799
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Predestinato74 » 26/07/2016, 18:48

Anche noi abbiamo in famiglia un caso partito da cose innocue e poi passato alle più pesanti.
Gli anti-moralisti diranno che si tratta di persone deboli e che la maggior parte dei ragazzi è forte e motivata, salutista e cosciente dei pericoli... Come no!

In un mondo senza senso, senza lavoro, senza sicurezze, dive domina la ricerca del piacere fine a se stesso... è facile che avvengano incidenti di percorso.

Darei piu ascolto a chi con i tossicodipendenti ci lavora tutti i giorni piuttosto che ai soliti luoghi comuni anti-moralisti e libertari.
Avatar utente
Predestinato74
Nuovo Utente
 
Messaggi: 137
Iscritto il: 22/06/2014, 21:50

Messaggiodi play » 27/07/2016, 7:25

Temo che il mercato nero della droga non cesserebbe se la cannabis venisse legalizzata. Chiaramente un conto è farsi una canna per sballarsi, e un’ alto paio di maniche è assumere un farmaco che contiene il principio attivo del thc dietro prescrizione del medico curante per un problema di salute. L’ uso che se ne fa è anche di tipo voluttuario, percio’, come ho gia’ scritto sopra, se la cannabis venisse legalizzata, secondo me, continuerebbero comunque ad esserci persone che ogni tanto si sballano per fare qualcosa di diverso. E dove vanno a procurarsela sta’ droguccia gli altri? Ve lo figurate uno che va’ dal medico e dice: “ Scusi dottore, mi annoio: potrebbe prescrivermi un po’ di sballo?”
“L’ escalation” dall’ uso di cannabis al consumo di sostanze stupefacenti pesanti viene spesso raccontata dai ragazzi che finiscono tristemente nelle comunita’ di recupero per tossicodipendenti. Anche se queste situazioni estreme esistono il problema riguarda pure tante altre persone che si fanno le canne per il gusto di andare fuori di testa.
play
Utente Senior
 
Messaggi: 1528
Iscritto il: 23/12/2011, 8:56

Messaggiodi Paxuxu » 27/07/2016, 7:36

Per andare fuori di testa o "sballarsi" non serve solo la cannabis, basta leggersi un qualsiasi testo religioso sia esso islamico, cattolico o geovista se non lo sapeste sapete.


:saggio:


Paxuxu
Avatar utente
Paxuxu
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3985
Iscritto il: 17/07/2009, 11:40

Messaggiodi play » 27/07/2016, 7:51

Eh gia'.

E' meglio farsi questa "roba":

https://youtu.be/RWyUMYEjk8w
play
Utente Senior
 
Messaggi: 1528
Iscritto il: 23/12/2011, 8:56

Messaggiodi deliverance1979 » 27/07/2016, 11:39

La legalizzazione é un sistema complesso che offre dei vantaggi e degli svantaggi.
Uno dei vantaggi é il fatto di controllare la filiera della droga senza problemi di sapere che tipo di sostanze chimiche mettere nella produzione all'insaputa dei consumatori.
Si toglierebbero introiti alle narco mafie, si regolarizzerebbero i prezzi.
Il non legalizzare non toglie il problema della droga e non saprei che mezzi democratici si potrebbero utilizzare per arginare questo fenomeno, visto che fino ad ora nulla ha funzionato.
Visto e considerato che i metodi alla Gestapo maniera non possono essere usati, pertanto che soluzioni ci sono senza legalizzare ma nel contempo contrastare il fenomeno dell'illegalitá?
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 5473
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi play » 27/07/2016, 13:58

D’ altro canto se lo Stato monopolizzasse e legalizzasse la droga, qualsiasi droga, al pari di un qualunque altro prodotto farmaceutico, sarebbe garantita la qualita’ del medicinale. I decessi per overdose, quasi sempre dovuti all’uso di un prodotto più "puro", diminuirebbero considerevolmente, quindi, dato che nella societa’ moderna esiste la cultura della droga, e visto che di canne non si muore, perché allora legalizzare la cannabis e non le droghe pesanti come l’ ecstasy, ad esempio, l’ (MDMA), che fa tante vittime tra i giovanissimi?
Il problema è molto complesso e intricato, ed io non mi prendo di certo la briga di ampliarlo piu' di cosi. :blu:
play
Utente Senior
 
Messaggi: 1528
Iscritto il: 23/12/2011, 8:56

Si carissimo...

Messaggiodi Vieri » 27/07/2016, 14:07

Paxuxu ha scritto:Per andare fuori di testa o "sballarsi" non serve solo la cannabis, basta leggersi un qualsiasi testo religioso sia esso islamico, cattolico o geovista se non lo sapeste sapete.
:saggio:
Paxuxu

Si ,carissimo questo potrebbe essere anche vero ma io, perdonami se sono di parte, ma non metterei tutti nello stesso calderone poichè non siamo più nel 1500 con la caccia alle streghe mentre oggi l'ISIS nel nome del suo dio ammazza gente, altri si fanno ammazzare pur di non prendere trasfusioni e chi si fuma spinelli e va in auto magari ammazzando anche qualcuno.....
Poi che strano.....a me leggendo il Vangelo non mi produce effetti allucinogeni.... :ironico: sarò già "tarato" di mio ?....... :risata: :risata:
:ciao:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 6799
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi play » 27/07/2016, 14:25

Sballo comunque è parola vecchia, superata. S- ballo. Ma chi balla? Mille bolle balle. :ciao:
play
Utente Senior
 
Messaggi: 1528
Iscritto il: 23/12/2011, 8:56

Messaggiodi Ray » 27/07/2016, 16:02

Non penso che chi sia favorevole alla legalizzazione, pensi di risolvere il problema "droga "

Piuttosto arginare il problema ,eliminando almeno per la cannabis il mercato nero
che è una grossa fetta per le associazioni malavitose.

Legalizzazione significa regolamentare con norme chiare, lasciando vietate e sanzionabili tutte le condotte non consentite.


«Una premessa: il mercato criminale della cannabis vale miliardi, se lo rendi legale generi un pezzo di economia. Solo che i sovraprofitti andranno allo Stato. In Colorado hanno costruito scuole. Oggi c’è già una lobby, ed è quella criminale».


http://www.lastampa.it/2016/07/26/itali ... agina.html
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 11379
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Per me....

Messaggiodi Vieri » 28/07/2016, 17:48

Ray ha scritto:Non penso che chi sia favorevole alla legalizzazione, pensi di risolvere il problema "droga "

Piuttosto arginare il problema ,eliminando almeno per la cannabis il mercato nero
che è una grossa fetta per le associazioni malavitose.

Legalizzazione significa regolamentare con norme chiare, lasciando vietate e sanzionabili tutte le condotte non consentite.


«Una premessa: il mercato criminale della cannabis vale miliardi, se lo rendi legale generi un pezzo di economia. Solo che i sovraprofitti andranno allo Stato. In Colorado hanno costruito scuole. Oggi c’è già una lobby, ed è quella criminale».


http://www.lastampa.it/2016/07/26/itali ... agina.html

Per me. chi vuole lo spinello libero già ne fa uso e lo vorrà forse pagare di meno o non farsi riconoscere quando lo prende da uno spacciatore.... :ironico:
Interessante per tutti :
http://www.ecn.org/hemp/Legislazione/Fenomeno.htm

Dove l'esperienza sulla legalizzazione non ha portato alla riduzione del consumo ma tutto è rimasto più o meno come prima ma almeno se rimane fuori legge, uno sa che quando si fa una canna non è come fumare una sigaretta e compie un atto illegale o almeno non approvato dalla società.
interessanti le statistiche ....

Siamo sempre li: Il problema della droga è principalmente di EDUCAZIONE ( famiglia e contesto sociale)...poichè se un ragazzo è "furbo",non ha problemi esistenziali e curato dalla famiglia in modo corretto, con vero amore e non ossessivo non avrebbe a parer mio ragione di sballarsi....
Poi, ovviamente, ci sono sempre le eccezioni.....
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 6799
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Francesco Franco Coladarci » 28/07/2016, 17:59

Paxuxu
Per andare fuori di testa o "sballarsi" non serve solo la cannabis, basta leggersi un qualsiasi testo religioso sia esso islamico, cattolico o geovista se non lo sapeste sapete.


Hai perfettamente ragione, basta leggere un........tuo commento :ironico:
“Al di sopra del Papa, come espressione della pretesa vincolante dell’autorità ecclesiastica, resta comunque la coscienza di ciascuno, che deve essere obbedita prima di ogni altra cosa, se necessario anche contro le richieste dell’autorità ecclesiastica.”
(Cardinal Joseph Ratzinger )

skype: el_condor4
Avatar utente
Francesco Franco Coladarci
Moderatore
 
Messaggi: 3785
Iscritto il: 16/07/2009, 20:24

Messaggiodi Vieri » 28/07/2016, 18:07

Francesco Franco Coladarci ha scritto:Paxuxu
Per andare fuori di testa o "sballarsi" non serve solo la cannabis, basta leggersi un qualsiasi testo religioso sia esso islamico, cattolico o geovista se non lo sapeste sapete.


Hai perfettamente ragione, basta leggere un........tuo commento :ironico:

Egregio Francesco, Franco Coladarci ....la sua risposta (che però mi è piaciuta) non si addice ad un bravo cattolico osservante di Santa Romana Chiesa,....e quindi consiglio da "non moderatore" ad un "moderatore" di astenersi da simili battute che le costeranno sicuramente 10 Ave Maria e 5 Pater di penitenza.....da recitare prima e dopo i pasti....Amen
PS. ...e sono stato buono..... :santo:
:risata: :risata: :risata: :risata: :risata:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 6799
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Paxuxu » 29/07/2016, 11:20

Vieri ha scritto:Poi che strano.....a me leggendo il Vangelo non mi produce effetti allucinogeni.... :ironico: sarò già "tarato" di mio ?....... :risata: :risata: :ciao:



Io non l'ho scritto quello fra virgolette, ma l'appoggio dato che l'ha scritto Lei.


:ironico:


Paxuxu
Avatar utente
Paxuxu
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3985
Iscritto il: 17/07/2009, 11:40

Messaggiodi mr-shadow » 29/07/2016, 12:35

Per me. chi vuole lo spinello libero già ne fa uso e lo vorrà forse pagare di meno


Sbagli (come al solito...)
mr-shadow
 

Messaggiodi mr-shadow » 29/07/2016, 12:38

Non penso che chi sia favorevole alla legalizzazione, pensi di risolvere il problema "droga "

Piuttosto arginare il problema ,eliminando almeno per la cannabis il mercato nero
che è una grossa fetta per le associazioni malavitose.


Infatti. Togliere cospicui guadagni alla criminalità, denaro che viene poi ripulito in attività legali che a loro volta fanno da paravento ad altra illegalità. Evidentemente in questo disgraziato paese il crimine conta più della gente onesta... :blu:
mr-shadow
 

Messaggiodi Paxuxu » 30/07/2016, 21:14

Immagine
Avatar utente
Paxuxu
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3985
Iscritto il: 17/07/2009, 11:40

Il mondo è bello perché vario....

Messaggiodi Vieri » 31/07/2016, 16:12

mr-shadow ha scritto:
Per me. chi vuole lo spinello libero già ne fa uso e lo vorrà forse pagare di meno

Sbagli (come al solito...)

e Come al solito sono felice di pensarla diversamente da te.... :sorriso:
Se rileggi
http://www.ecn.org/hemp/Legislazione/Fenomeno.htm
La liberalizzazione in Olanda delle droghe leggere non ha portato ad una riduzione del consumo di cannabis ma solo ad una sua stabilizzazione.
Ritengo che chi fa uso di cannabis alla fine ci sia una percentuale anche se piccola di persone desiderose di passare poi non a uno ma a 10-e più "spinelli" al giorno ( come ho saputo da San Patrignano ) e poi al passo successivo delle "pasticche", funghi allucinoceni, cocaina .......
Mio nipote (acquisito)che aveva cominciato con gli "innocui "spinelli..... oggi a 34 anni anche dopo 4 anni di San Patrignano è ancora mentalmente "tarato" e non assolutamente integrato tanto che ora dopo (tabacco e venere) è dovuto ritornare in una nuova casa famiglia.......
Politica di riduzione del danno
In questi paesi,dopo una sempre più accanita guerra alla droga, l'uso della Cannabis ed oppiacei, non è drasticamente sceso, non è stato sradicato. Coloro che speravano nel successo delle politiche dei governi sono rimasti delusi. L'idea generale di combattere il problema nei mercati illegali non ha fatto altro che dargli una paurosa propulsione. E' per questa ragione che la politica seguita dai Paesi Bassi ha sempre avuto il più modesto obiettivo di trattenere e controllare l'uso delle droghe considerate più pericolose; affrontandole come problema sociale. Nei termini di questo obiettivo, la politica sulle droghe nei Paesi Bassi, ha raggiunto dei successi. L'uso delle droghe in questione non si è esteso ulteriormente rispetto al 1970 e da un punto di vista medico il problema del consumo è diventato decisamente meno preoccupante: i danni alla salute causati da alcool e nicotina, certamente, creano più timori al governo, se riferiti all' uso di tutte le droghe contenute nell' Opium Act.

Quindi,ripeto: felice di dissentire.....
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 6799
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi mr-shadow » 31/07/2016, 21:16

La liberalizzazione in Olanda delle droghe leggere non ha portato ad una riduzione del consumo di cannabis ma solo ad una sua stabilizzazione.
Ritengo che chi fa uso di cannabis alla fine ci sia una percentuale anche se piccola di persone desiderose di passare poi non a uno ma a 10-e più "spinelli" al giorno ( come ho saputo da San Patrignano ) e poi al passo successivo delle "pasticche", funghi allucinoceni, cocaina


E chi se ne frega dei consumatori, liberi di ammazzarsi come vogliono. Oggi si sa a cosa si va incontro anche solo accendendo una sigaretta. Se uno vuole sapere prima quali effetti producono le droghe le informazioni non mancano. La liberalizzazione non mira e non ha mai mirato a ridurre i consumi, mira a togliere guadagni alla criminalità organizzata e a rendere possibile l'uso medico dei principi attivi di morfina e cannabis, interessi che riguardano molte più persone dei deficienti che amano pippare e bucarsi.

TUTTO IL RESTO E' FUFFA
mr-shadow
 

Messaggiodi Quixote » 31/07/2016, 22:00

mr-shadow ha scritto:

E chi se ne frega dei consumatori, liberi di ammazzarsi come vogliono. Oggi si sa a cosa si va incontro anche solo accendendo una sigaretta. Se uno vuole sapere prima quali effetti producono le droghe le informazioni non mancano. La liberalizzazione non mira e non ha mai mirato a ridurre i consumi, mira a togliere guadagni alla criminalità organizzata e a rendere possibile l'uso medico dei principi attivi di morfina e cannabis, interessi che riguardano molte più persone dei deficienti che amano pippare e bucarsi.



Già, e chi se ne frega dei TdG che non si trasfondono, liberi di ammazzarsi come vogliono, poveri «deficienti», che se non «amano pippare e bucarsi» in senso stretto, lo fanno in senso lato? Che la liberalizzazione miri soprattutto a togliere guadagni alla criminalità, mi può anche stare bene. Ma che ciò avvenga sull’irrisione e sul disprezzo di gente che non considero peggiore di me, solo perché indulge all’evasione da una società che merita ben altro sprezzo e ben altra irrisione, mi nausea.
Καὶ ἠγάπησαν οἱ ἄνθρωποι μᾶλλον τὸ σκότος ἢ τὸ φῶς.
E gli uomini vollero piuttosto le tenebre che la luce.
GIOVANNI, III, 19. (G. Leopardi, La ginestra, esergo)
======================================
Primo postPresentazioneStaurós: palo o croce? (link esterno)
Avatar utente
Quixote
Moderatore
 
Messaggi: 4163
Iscritto il: 15/08/2011, 22:26
Località: Cesena

Messaggiodi deliverance1979 » 01/08/2016, 11:55

Secondo quanto riportato spesso sul notiziario dell'anti proibizionismo di Radio Radicale in onda ogni mercoledí (se non erro) la famosa legalizzazione della cannabis, come é accaduta per lo stato del Colorado, dopo un'iniziale sbornia da festa che ha visto un incremento dei consumi, ha poi notato un ridimensionamento e ritorno nella norma del consumo di cannabis.
Personalmente trovo ridicolo da un verso fare una lotta alla droga con mezzi e sistemi che non arginano il problema, e dall'altra a rinunciare a delle entrate legali per lo stato.
Di conseguenza ne veniamo fuori con il seguente scenario.
1- la criminalitá organizzata continua a smerciare droga senza alcun controllo chimico o farmacologico di tali sostanze.
2- La domanda é comunque alta e la gente continua a drogarsi.
3- Lo Stato spende soldi per il recupero dei tossicodipendenti e non guadagna i narco miluardi che invece entrano nelle tasche delle varie mafie.
4- Stendendo inoltre un velo pietoso sulla difficolta di usare cannabinoidi per uso terapeutico che per molti pazienti oncologici, affetti da malattie degenerative o che danno dolori e nausee alleviabili con un cannabinoide, si ritrovano costretti o a sborsare migliaia di euro al mese, o rivolgersi ad uno spacciatore o a coltivarle con tutti i rischi annessi e connessi.

Di sicuro, la lotta alla droga non la si ferma eliminando le sostanze, che nel XXI secolo oltre che ad essere a buon mercato e trovarsi ovunque, si possono sintetizzare in garage.
Ma cambiando le teste di una societá sempre piú decadente.
Ma nell'attesa che tutto questo avvenga, se poi mai avverrá, controllare le droghe da parte dello stato, é sempre meglio che lasciare tutto in mano ai criminali.

Per come la vedo io, se andiamo avanti cosi non ne usciamo da nessuna parte.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 5473
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Ray » 31/05/2019, 5:55

https://www.wired.it/attualita/politica ... 1559248073

Vendere prodotti derivati dalla cannabis light è reato, dice la Cassazione.
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 11379
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Messaggiodi anima » 31/05/2019, 13:24

alcuni prodotti mi sembra si possano vendere o ho capito male ? :boh:
Mi presento

Immagine


Coloro che negano la libertà agli altri non la meritano. (Abraham Lincoln)
Avatar utente
anima
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4841
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32

Messaggiodi Mario70 » 31/05/2019, 23:48

Solo su una cosa ha ragione Vieri, l'educazione.
Ho sempre fatto capire ai miei figli la differenza che esiste tra sigaretta, spinello, cocaina, acidi eroina ecc...
Io stesso da giovane qualche spinello l'ho fumato ed è stata una esperienza durata poco, nessuno dei miei amici con i quali ho fumato si è mai sognato di andare oltre, sapevo a cosa andavo incontro ma ho voluto provare lo stesso, mai avrei assunto un acido o eroina ecc.. Perché per fortuna anche a scuola si studiava e si discuteva dei danni e degli effetti di ogni singola droga e non nego che se anche oggi mi si presentasse l'occasione una tiratina di Maria la farei tranquillamente e non me ne vergognerei affatto perchè appunto rimarrebbe una cosa isolata.
Dire ai figli che tutte le droghe fanno male senza fare distinzioni é pericolosissimo perché se sono tutte uguali allora non faranno distinzioni se si dovessero trovare a prendere un acido o eroina o uno spinello, tanto è uguale.
Lo stato è ipocrita perché vende sigarette e superalcolici ma non permette l'assunzione di marijuana, gli effetti di un fumatore incallito o di un "bevitore seriale" sono decine di volte peggiori di chi si fa uno spinello ogni tanto, questo è un fatto scientifico, alla fine questo impuntarsi verso il proibizionismo della Maria é una questione puramente politica per non parlare di quella light che non fa alcun danno, ma è come parlare a deficienti incapaci di ragionare.
Per finire vogliamo parlare degli effetti positivi che ha l'olio alla marijuana sul parkinson e su altre disfunzioni neurologiche?
«È vero, in tempi passati vi sono stati alcuni che hanno predetto la "fine del mondo", annunciando perfino una data specifica. Alcuni hanno raccolto intorno a sé gruppi di persone ... aspettando la fine. Tuttavia non è accaduto nulla. La "fine" non è venuta. Si sono resi colpevoli di falsa profezia» (Svegliatevi!, 22/4/1969, p. 23).
Presentazione
Avatar utente
Mario70
Utente Master
 
Messaggi: 5847
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi Mario70 » 01/06/2019, 9:21

«È vero, in tempi passati vi sono stati alcuni che hanno predetto la "fine del mondo", annunciando perfino una data specifica. Alcuni hanno raccolto intorno a sé gruppi di persone ... aspettando la fine. Tuttavia non è accaduto nulla. La "fine" non è venuta. Si sono resi colpevoli di falsa profezia» (Svegliatevi!, 22/4/1969, p. 23).
Presentazione
Avatar utente
Mario70
Utente Master
 
Messaggi: 5847
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Prossimo

Torna a Fuori Tema

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici