Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Vendesi "verginità".....

Per discutere di temi ed argomenti di vario genere.

Moderatore: Quixote

Messaggiodi mr-shadow » 18/01/2018, 12:27

Vieri ha scritto:
mr-shadow ha scritto:A parte le battute vai a esprimere la tua opinione nell'altra discussione... :blu:

Non subisco imposizioni...


Dilla tutta. Non hai argomenti al di là dei tuoi moralismi. Ci fai più bella figura.
il credente si inalbera per tre motivi: 1) se deve a turbare la pace in cui è immerso, dovendosi chiedere come mai esista ancora qualche folle istigato da Satana a "combattere l'Onnipotente"; 2) quando si sente stupido se il critico dimostra d'aver ragione con argomentazioni serie e sensate; 3) quando è costretto ad ascoltare frasi di negazione, dato che dio è il "Si"
Avatar utente
mr-shadow
Utente Senior
 
Messaggi: 2401
Iscritto il: 10/04/2010, 9:21

Senti caro figliolo.....

Messaggiodi Vieri » 18/01/2018, 12:35

mr-shadow ha scritto:
Vieri ha scritto:
mr-shadow ha scritto:A parte le battute vai a esprimere la tua opinione nell'altra discussione... :blu:

Non subisco imposizioni...


Dilla tutta. Non hai argomenti al di là dei tuoi moralismi. Ci fai più bella figura.

Ma io devo devo stare sempre a perdere tempo e fare polemiche con te?

Io a questo punto non so proprio come fare a dirtelo poiché pare che tua abbia preso nei confronti del sottoscritto in particolare un astio particolare ed esagerato come se ti avessi fatto qualche cosa di brutto da piccolo.... :ironico:
Ritieni che un dibattito possa andare sempre in caciara ?

Quindi se è pur vero che la tua "moralità" contrasta nettamente con la mia ritengo di fare più bella figura a non dare ascolto sempre alle tue provocazioni e per questo ti saluto molto cordialmente...
:addio:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4547
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Cogitabonda » 18/01/2018, 12:58

mr-shadow ha scritto:
Vieri ha scritto:
mr-shadow ha scritto:A parte le battute vai a esprimere la tua opinione nell'altra discussione... :blu:

Non subisco imposizioni...


Dilla tutta. Non hai argomenti al di là dei tuoi moralismi. Ci fai più bella figura.
Sull'argomento di questa discussione nessuno ha altri argomenti che i propri valori morali. Non li ha Vieri come non li hai tu e non li ho io. Nessuno di noi può pretendere di esaminare la cosa con una oggettività scientifica. Quindi per favore accettiamo la morale altrui senza cercare di sminuirla chiamandola moralismo.
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame
La mia presentazione
Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8358
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Messaggiodi Romagnolo » 18/01/2018, 13:10

Per me, queste motivazioni "benefiche" (aiuto dei genitori, pagarsi l'università, ecc....) lasciano il tempo che trovano e sono enormemente distanti dal caso citato in precedenza.
Nel primo caso esiste una "costrizione" al quale una persona ne vorrebbe uscire mentre nel secondo caso "una lucida volontà"

Ciao Vieri, pur rispettando il tuo diritto ad avere una opinione ( così come gli altri), volevo però farti notare che con l' esempio della Nigeriana sei andato un tantino fuori tema, qui si è iniziato parlando di ragazze che si vendono la verginità senza che nessuno glielo abbia chiesto o domandato, situazione ben diversa dall' immigrata ingannata e sfruttata magari a suon di ceffoni se osa accennare un minimo di protesta; ciaè siamo sù sue mondi completamente differenti.
Ora riguardo al discorso mercificazione del corpo che chissà sento sempre solo esclusivamente in relazione alla prostituzione, e se ne critica l' assenza di amore,...bè come chiamare allora l' atto di quelle donne che accudiscono i figli altrui per denaro,..invece che per semplice amore come farebbero verso i propri figli?
Come chiamare l' atto di tutte quelle persone che badano e accudiscono perchè dietro compenso persone inabili anziane? Anzichè dedicarvicisi con affetto come farebbero coi propri genitori?
L' esempio potrebbe continuare,....ma come mai a questi non si rimprovera di mercificare il proprio corpo...ma a chi offre la sua sessualità invece sì?
Milioni di lavoratori vanno a lavorare e svolgono mansioni che non amano perchè costrette dalla miseria o da fatti avversi della vita, ma non per questo li si biasima per il lavoro che svolgono.
Perchè quindi biasimare chi sceglie di rimediare un pò o tanti soldi in questa maniera?
Perchè non vengono mai biasimati i militari di carriera che ..primo..li paghiamo tutti con i soldi delle nostre tasse anche se magari nella nostra vita non beneficeremo mai in prima persona del loro lavoro,...e svolgono un mestiere che li porterebbe a dover privare della vita altre persone spesso innocenti?
Invece nò...se poi uccidono un nemico...come pare abbia fatto il secondogenito di Lady Diana, vengono pure omaggiati come eroi!
Perchè questa differenza?
E' una questione mentale,...di come si è stati abituati a pensare, tutto lì.
Per chi vende il proprio corpo vige da secoli una morale religiosa che ha inculcato lo svilimento nei loro confronti, non trovo strano che da secoli i loro clienti siano così propensi a svilirle a loro volta.
Con questo infine concordo con Victor, le scelte in questo campo sono da considerarsi personali, l' unica cosa veramente seria da fare secondo me è che in questi incontri tra domanda ed offerta sia sempre reso un resoconto che attesti quanto questa esperienza possa essersi rivelata positiva o negativa per chi vi ha partecipato, così che i nuovi che vi ci si affacciano possano avere una panoramica di cosa li aspetta e che la scelta possa essere veramente coscienziosa.
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4418
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Cogitabonda » 18/01/2018, 13:17

mr-shadow ha scritto:
Cogitabonda ha scritto:Non definirei la prostituzione un mestiere come un altro. Il tipo di relazione fra prostituta e cliente è improntato al reciproco disprezzo: il cliente si stupisce di cosa è pronta a fare quella sgualdrina per un po' di soldi, la prostituta si meraviglia di quanti soldi è pronto a tirar fuori quell'imbecille.
Insomma non mi sembra il miglior modo di rapportarsi fra esseri umani.


Noto che della prostituzione persistono un po' gli stessi stereotipi di quando esistevano i postriboli, di quando - soprattutto - la criminologia la considerava una forma di delinquenza proprio perché la "sgualdrina" era pronta a tutto per un po' di soldi. Penso ciò sia dovuto al fatto che di questo mondo si vede e si conosce solo l'aspetto "stradale", quello effettivamente legato allo sfruttamento e alla costrizione. Esiste anche la prostituzione casalinga, quella delle tante A.A.A. di certi annunci economici, non perseguibile perché non vi è induzione o sfruttamento ed esercitata da ragazze o donne normalissime, che non assicurano pratiche... "particolari" e che hanno addirittura un buon rapporto coi clienti abituali. Molte di queste prostitute sono anche discrete confidenti dei loro clienti. Ai tempi ne ho conosciute tantissime, quelle che ogni tanto venivano a passare una serata mangereccia coi loro amici gay in quel di Monte Caprino o a Valle Giulia.
Tutto ciò premesso l'uomo ( o la donna) non contano ... come "persone" ma come "soggetti economici" da sempre, e non solo in questo specifico campo.
A te piace che gli esseri umani contino solo come "soggetti economici" anche in un campo che può essere così, intimo, coinvolgente ed entusiasmante come il sesso? Capisco che si debba prendere atto di una triste realtà, ma non siamo costretti a farcela piacere.
Quanto agli stereotipi di cui parli, sei proprio sicuro che le simpatiche battone che hai conosciuto non pensassero ai loro clienti come a degli sfigati?
Tornando al discorso sui valori morali, i miei sulla questione prostituzione, in senso lato, sono abbastanza semplici da riassumere: considero giusti e buoni solo gli scambi alla pari, cioè piacere fisico in cambio di piacere fisico, affetto in cambio di affetto, amore in cambio di amore. Chi accetta scambi di tipo diverso, anche se posso capirlo, mi fa un po' dispiacere.
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame
La mia presentazione
Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8358
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Messaggiodi VictorVonDoom » 18/01/2018, 13:56

Cogitabonda ha scritto:A te piace che gli esseri umani contino solo come "soggetti economici" anche in un campo che può essere così, intimo, coinvolgente ed entusiasmante come il sesso? Capisco che si debba prendere atto di una triste realtà, ma non siamo costretti a farcela piacere.


Vedi, il discorso è che se una cosa non piace non la si fa. Tutto qua. Se a me non piace vendere la mia intimità per soldi non lo farò. Se qualcun altro ritiene di poterlo fare saranno affari suoi, perchè devo giudicarlo secondo la mia cosiddetta moralità? Posso, al massimo, dire "io non ce la farei mai", ma non giudicarlo "triste". E' "triste" solo se siamo in presenza di sfruttamento, quello si, ma se è il risultato di una libera scelta, perchè giudicarlo?
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 1048
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Carissimo Romagnolo...

Messaggiodi Vieri » 18/01/2018, 14:09

Sai benissimo che siamo ambedue brave persone e anche buoni amici ma ciò non toglie che in un dibattito di questo genere si possano avere idee particolarmente discordanti.

In breve alla fine, non puoi fare di tutta l'erba un fascio e mettere "tutti nello stesso calderone" come se alla fine tutto ma proprio tutto e senza distinzioni alcune a questo mondo sia monetizzabile.

Ma che discorsi mi fai nel dire allora che una baby sitter dovrebbe farlo per amore e senza avere un euro al pari di una che invece, al posto della sua seria professionalità,come la prima, o qualsiasi altro lavoro (onesto) "da via" per soldi parte di se stessa?

Qui non si tratta di fare il "parruccone moralista" o di richiamare i soliti passi biblici ma da millenni la sessualità è sempre stata oggetto di limiti morali ben precisi.

Ma è possibile, caro figliolo che dopo tutte le "bevute spirituali"che ti sei fatto e che continui a farti andando a trovare i tuoi "amichetti" non abbia capito la differenza fra amore vero e amore prezzolato?
Possibile che la "morale" così rigida e bigotta dei tdG ti abbiano talmente scioccato da consentire ora la possibilità che tutto ma proprio tutto: amore, sesso, onore, verità, disponibilità, speranza,.....possano avere sempre un prezzo quantificabile in euro ?
Dai Romagnolo carissimo, rifletti un attimo... ed una ragione per la quale non abbia sicuramente mai cercato tali "compagnie" ci sarà pure o no ?

Ma l'affetto e l'amore che porti verso i tuoi genitori e fratelli lo quantifichi facendo la sera i conti di quanti euro avresti magari guadagnato con loro ?

Non prendermi per male ma rifletti un attimo poichè la libertà è una bella cosa ma anche questa per essere bella deve avere anche dei limiti.
In tal caso questa "libertà" si chiamerebbe "anarchia"....
:ciao:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4547
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Victor per precisare....

Messaggiodi Vieri » 18/01/2018, 14:19

VictorVonDoom ha scritto:
Cogitabonda ha scritto:A te piace che gli esseri umani contino solo come "soggetti economici" anche in un campo che può essere così, intimo, coinvolgente ed entusiasmante come il sesso? Capisco che si debba prendere atto di una triste realtà, ma non siamo costretti a farcela piacere.


Vedi, il discorso è che se una cosa non piace non la si fa. Tutto qua. Se a me non piace vendere la mia intimità per soldi non lo farò. Se qualcun altro ritiene di poterlo fare saranno affari suoi, perchè devo giudicarlo secondo la mia cosiddetta moralità? Posso, al massimo, dire "io non ce la farei mai", ma non giudicarlo "triste". E' "triste" solo se siamo in presenza di sfruttamento, quello si, ma se è il risultato di una libera scelta, perchè giudicarlo?

Una sola cosa volevo precisare.
Data l'età e le esperienze vissute non desidero alla fine giudicare a questo punto il mondo e le persone e se mi mettessi alla fine a sentenziare anatemi a destra ed a manca potrei appendere al chiodo la parola "cristianuccio" ( non giudicare se non vuoi essere giudicato...)

Quindi la precisazione non è tanto di "giudicare triste" ma di "constatare e prendere atto di una realtà triste".
Possiamo giudicare un bambino africano affamato? No certamente, ma sicuramente possiamo altresì constatare "triste" tale realtà.
Anche rubare è sempre una libera scelta ma anche se questo lo ha fatto per motivi contingenti e quindi ingiudicabile, la realtà dei fatti rimane sempre triste.......
:ciao:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4547
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi VictorVonDoom » 18/01/2018, 14:25

Vieri ha scritto:
VictorVonDoom ha scritto:
Cogitabonda ha scritto:A te piace che gli esseri umani contino solo come "soggetti economici" anche in un campo che può essere così, intimo, coinvolgente ed entusiasmante come il sesso? Capisco che si debba prendere atto di una triste realtà, ma non siamo costretti a farcela piacere.


Vedi, il discorso è che se una cosa non piace non la si fa. Tutto qua. Se a me non piace vendere la mia intimità per soldi non lo farò. Se qualcun altro ritiene di poterlo fare saranno affari suoi, perchè devo giudicarlo secondo la mia cosiddetta moralità? Posso, al massimo, dire "io non ce la farei mai", ma non giudicarlo "triste". E' "triste" solo se siamo in presenza di sfruttamento, quello si, ma se è il risultato di una libera scelta, perchè giudicarlo?

Una sola cosa volevo precisare.
Data l'età e le esperienze vissute non desidero alla fine giudicare a questo punto il mondo e le persone e se mi mettessi alla fine a sentenziare anatemi a destra ed a manca potrei appendere al chiodo la parola "cristianuccio" ( non giudicare se non vuoi essere giudicato...)

Quindi la precisazione non è tanto di "giudicare triste" ma di "constatare e prendere atto di una realtà triste".
Possiamo giudicare un bambino africano affamato? No certamente, ma sicuramente possiamo altresì constatare "triste" tale realtà.
Anche rubare è sempre una libera scelta ma anche se questo lo ha fatto per motivi contingenti e quindi ingiudicabile, la realtà dei fatti rimane sempre triste.......
:ciao:


Me è triste in base ai TUOI canoni. Per me non è triste se non c'è violenza. E' affar suo. Se lei è felice di farlo e sarà felice pure chi pagherà per andarci a letto, vuoi vedere che sono tutti felici tranne te che non c'entri una mazza in questa storia? :ironico: :ironico:
Non è che se una cosa rende triste me non si dovrebbe fare se no vivo male io!
Una cosa è triste se rende triste chi ne è coinvolto.
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 1048
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Messaggiodi renato-c » 18/01/2018, 14:38

salve
vedo che la discussione è andata avanti e questo è buono .
certo ognuno ha la propria veduta ..certo ...
Ho fatto dei corsi in Croce Rossa ,corsi umanitari e la Croce Rossa ha stipulato con i vari governi diverse convenzioni .
Per esempio lo sfruttamento minorile è proibito anche qui in Italia e ben conosciamo il caso Berlusconi
Molti italiano vanno all'estero per vacanza sex turismo sessuale e vanno con minorenni e pagano per la verginità delle bimbe.
Ma in quel paese è legale . ma cosa vuol dire ?
Questa invece è maggiorenne ,ma cosa vuol dire ?
Non sono moralista e se due persone si vogliono bene trovo bello l'amore .
Diverso invece è a pagamento . Certo uno è libero di vendersi e sfruttare il proprio corpo .
Certo ,uno è libero di drogarsi e ubriacarsi ecc....
ma una società moderna dovrebbe capirne le cause e far modo che tutto ciò non avvenga ,
purtroppo viviamo in un mondo molto ingiusto e allora molti trovano sfogo nel bere,droga ,e prostituzione .
Per me chi cade in queste pratiche ,sono solo persone che vanno aiutate e non giudicate .
Cosa significa che a me piace fare sesso o bere o drogarmi ?
certo che sei libero ..... ma è indice di problemi .
La società la creiamo noi e tanta colpa è solo nostra.
Avatar utente
renato-c
Utente Senior
 
Messaggi: 1147
Iscritto il: 17/07/2009, 20:28

Messaggiodi VictorVonDoom » 18/01/2018, 14:50

renato-c ha scritto:salve
vedo che la discussione è andata avanti e questo è buono .
certo ognuno ha la propria veduta ..certo ...
Ho fatto dei corsi in Croce Rossa ,corsi umanitari e la Croce Rossa ha stipulato con i vari governi diverse convenzioni .
Per esempio lo sfruttamento minorile è proibito anche qui in Italia e ben conosciamo il caso Berlusconi
Molti italiano vanno all'estero per vacanza sex turismo sessuale e vanno con minorenni e pagano per la verginità delle bimbe.
Ma in quel paese è legale . ma cosa vuol dire ?
Questa invece è maggiorenne ,ma cosa vuol dire ?
Non sono moralista e se due persone si vogliono bene trovo bello l'amore .
Diverso invece è a pagamento . Certo uno è libero di vendersi e sfruttare il proprio corpo .
Certo ,uno è libero di drogarsi e ubriacarsi ecc....
ma una società moderna dovrebbe capirne le cause e far modo che tutto ciò non avvenga ,
purtroppo viviamo in un mondo molto ingiusto e allora molti trovano sfogo nel bere,droga ,e prostituzione .
Per me chi cade in queste pratiche ,sono solo persone che vanno aiutate e non giudicate .
Cosa significa che a me piace fare sesso o bere o drogarmi ?
certo che sei libero ..... ma è indice di problemi .
La società la creiamo noi e tanta colpa è solo nostra.


Beh, non è proprio la stessa cosa fare sesso con un bambino e una ragazza/donna che vende in maniera consenziente il suo corpo eh...

E neanche mi sentirei di paragonare il prostituirsi al bere e drogarsi che, in ogni caso, possono procurare danni oggettivamente a se stessi e ad altre persone, ad esempio se ci si mette alla guida sotto gli effetti di queste sostanze. Per queste sostanze infatti esistono delle norme, per cui non dovresti guidare, nell'esempio specifico, se hai bevuto. Ma nulla ti vieta di ubriacarti a casa tua!

renato-c ha scritto:una società moderna dovrebbe capirne le cause e far modo che tutto ciò non avvenga ,

Ma perchè? Se uno VUOLE vendere la propria verginità chi sei tu o chi sono io per dirgli che "no, non è giusto, non devi farlo"!

renato-c ha scritto:Cosa significa che a me piace fare sesso o bere o drogarmi ?
certo che sei libero ..... ma è indice di problemi .
La società la creiamo noi e tanta colpa è solo nostra.


A me piace fare sesso! Devo preoccuparmi? :risata:
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 1048
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Messaggiodi Gocciazzurra » 18/01/2018, 14:56

Ormai da diverso tempo è diventato "trendy" sdoganare qualsiasi norma morale, ma mi chiedo se coloro che non ci vedono nulla di male in una ragazza che vende la propria verginità (questo è il tema del 3D), approvassero con tutta nonchalance che il soggetto in questione sia la loro figlia, sorella, nipote...
Non è retorica ma una realtà semplice semplice.
Immagine

La logica vi porterà da A a B. L’immaginazione vi porterà dappertutto. (Einstein)
Un po' di me Immagine
Avatar utente
Gocciazzurra
Moderatore
 
Messaggi: 5003
Iscritto il: 10/06/2009, 21:09

Gociiazzurra...bravissima.....

Messaggiodi Vieri » 18/01/2018, 15:04

Gocciazzurra ha scritto:Ormai da diverso tempo è diventato "trendy" sdoganare qualsiasi norma morale, ma mi chiedo se coloro che non ci vedono nulla di male in una ragazza che vende la propria verginità (questo è il tema del 3D), approvassero con tutta nonchalance che il soggetto in questione sia la loro figlia, sorella, nipote...
Non è retorica ma una realtà semplice semplice.

:ok: Hai perfettamente ragione e concordo pienamente....e quando si parla degli altri .....è un conto ma se ti dovessi trovare, segnalato magari da un amico d'ufficio,... tua figlia di 18 anni su un sito di escort che vende la sua verginità......ti voglio proprio vedere :ironico: :ironico:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4547
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Cogitabonda » 18/01/2018, 15:09

VictorVonDoom ha scritto:Vedi, il discorso è che se una cosa non piace non la si fa. Tutto qua. Se a me non piace vendere la mia intimità per soldi non lo farò. Se qualcun altro ritiene di poterlo fare saranno affari suoi, perchè devo giudicarlo secondo la mia cosiddetta moralità? Posso, al massimo, dire "io non ce la farei mai", ma non giudicarlo "triste". E' "triste" solo se siamo in presenza di sfruttamento, quello si, ma se è il risultato di una libera scelta, perchè giudicarlo?
Credo che fondamentalmente tu ed io partiamo dallo stesso principio, cioè che la morale (ma io preferisco parlare di sistema di valori) dia all’individuo la guida per i propri comportamenti e non per condannare o assolvere quelli altrui. Tu però ti spingi su un terreno nel quale io non sono disposta a seguirti. Per esempio tu hai appena scritto cosa, secondo te, io non dovrei fare, cioè dare una personale valutazione di una realtà constatata, ma secondo me non ne hai il diritto. Il diritto di fare valutazioni di questo tipo ritengo di averlo e lo rivendico. A scanso di equivoci: quando parlo di realtà triste non mi riferisco a una presunta infelicita’, indebitamente attribuita a chi vive secondo valori diversi dai miei. Una ragaazza che vende i suoi favori sessuali per una buona contropartita in denaro può essere felice, felicissima! Però è un gran peccato che tante persone valutino il denaro e il possesso di cose materiali al di sopra di quell’esperienza entusiasmante, appagante e totalizzante che il sesso può essere.
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame
La mia presentazione
Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8358
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Messaggiodi Mauro1971 » 18/01/2018, 15:10

Siamo seri.

Per 3.000.000 di euro la venderei anche io la mia verginità. Che i soldi non faranno la felicità, dicono quelli che ne hanno, ma chi non ne ha sa bene quanta differenza la serenità economica comporti.

La fame ed il bisogno sono ben più forti "dell'amore", velleità piuttosto moderna quando si parla di verginità.
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 8514
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi Cogitabonda » 18/01/2018, 15:21

Caro Mauro, siamo d’accordo sul fatto che “Se i soldi non danno la felicità, figuriamoci la miseria!”
Ma riguardo alle ragazze che si vendono per pagarsi università prestigiose, a me viene da applicare una frase di una canzone di De André: “tu che lo vendi, cosa ti compri di migliore?”
Nella canzone era un avvinazzato a fare la domanda a un oste, ma il concetto è lo stesso.
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame
La mia presentazione
Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8358
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Io non sono una persona seria.....

Messaggiodi Vieri » 18/01/2018, 15:23

Mauro1971 ha scritto:Siamo seri.

Per 3.000.000 di euro la venderei anche io la mia verginità. Che i soldi non faranno la felicità, dicono quelli che ne hanno, ma chi non ne ha sa bene quanta differenza la serenità economica comporti.

La fame ed il bisogno sono ben più forti "dell'amore", velleità piuttosto moderna quando si parla di verginità.

Che i soldi non facciano la felicità è assodato ma che è altrettanto assodato che aiutino ad essere meno infelici.....Però ritengo che tutto non si possa comprare o vendere.....

PS. relativamente alla tua "offerta:
Per 3.000.000 di euro la venderei anche io la mia verginità.

.....direi che in relazione all'età e "caratteristiche fisiche" saresti decisamente fuori mercato considerando anche che in giro ce ne sono tanti altri che offrirebbero gratis tali prestazioni.... andando poi nei posti giusti..... :risata: :risata:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4547
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi VictorVonDoom » 18/01/2018, 15:35

Gocciazzurra ha scritto:Ormai da diverso tempo è diventato "trendy" sdoganare qualsiasi norma morale, ma mi chiedo se coloro che non ci vedono nulla di male in una ragazza che vende la propria verginità (questo è il tema del 3D), approvassero con tutta nonchalance che il soggetto in questione sia la loro figlia, sorella, nipote...
Non è retorica ma una realtà semplice semplice.


Forse non ci siamo capiti e lo ripeto: non ho detto che io approvo (ne disapprovo). Ho continuato a ripetere "sono fatti suoi". Se io non approvo un determinato comportamento non vedo perchè un altro dovrebbe pensarla allo stesso modo e io dovrei giudicarlo per questo.
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 1048
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Messaggiodi VictorVonDoom » 18/01/2018, 15:43

Cogitabonda ha scritto:
VictorVonDoom ha scritto:Vedi, il discorso è che se una cosa non piace non la si fa. Tutto qua. Se a me non piace vendere la mia intimità per soldi non lo farò. Se qualcun altro ritiene di poterlo fare saranno affari suoi, perchè devo giudicarlo secondo la mia cosiddetta moralità? Posso, al massimo, dire "io non ce la farei mai", ma non giudicarlo "triste". E' "triste" solo se siamo in presenza di sfruttamento, quello si, ma se è il risultato di una libera scelta, perchè giudicarlo?
Credo che fondamentalmente tu ed io partiamo dallo stesso principio, cioè che la morale (ma io preferisco parlare di sistema di valori) dia all’individuo la guida per i propri comportamenti e non per condannare o assolvere quelli altrui. Tu però ti spingi su un terreno nel quale io non sono disposta a seguirti. Per esempio tu hai appena scritto cosa, secondo te, io non dovrei fare, cioè dare una personale valutazione di una realtà constatata, ma secondo me non ne hai il diritto. Il diritto di fare valutazioni di questo tipo ritengo di averlo e lo rivendico. A scanso di equivoci: quando parlo di realtà triste non mi riferisco a una presunta infelicita’, indebitamente attribuita a chi vive secondo valori diversi dai miei. Una ragaazza che vende i suoi favori sessuali per una buona contropartita in denaro può essere felice, felicissima! Però è un gran peccato che tante persone valutino il denaro e il possesso di cose materiali al di sopra di quell’esperienza entusiasmante, appagante e totalizzante che il sesso può essere.


Ma una cosa non esclude l'altra. Si può fare sesso a pagamento con un cliente e per amore con il proprio partner.
E probabilmente la ragazza in questione venderà solo la verginità, intascherà 'sti soldi e farà altro nella vita.
Non è che venduta la verginità avrà rovinato per sempre la sua esperienza sessuale. Ripeto, tante altre l'hanno (s)venduta prima di lei e tante altre lo faranno senza problemi.
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 1048
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Messaggiodi Gocciazzurra » 18/01/2018, 17:17

VictorVonDoom ha scritto:
Gocciazzurra ha scritto:Ormai da diverso tempo è diventato "trendy" sdoganare qualsiasi norma morale, ma mi chiedo se coloro che non ci vedono nulla di male in una ragazza che vende la propria verginità (questo è il tema del 3D), approvassero con tutta nonchalance che il soggetto in questione sia la loro figlia, sorella, nipote...
Non è retorica ma una realtà semplice semplice.


Forse non ci siamo capiti e lo ripeto: non ho detto che io approvo (ne disapprovo). Ho continuato a ripetere "sono fatti suoi". Se io non approvo un determinato comportamento non vedo perchè un altro dovrebbe pensarla allo stesso modo e io dovrei giudicarlo per questo.

Eh no... sei tu a non aver capito me :ironico:
A parte la tua posizione personale di neutralità, non hai risposto alla mia osservazione che ripeto: si trattasse di tua figlia, sorella, ecc., riusciresti comunque a rimanere tale? Sincero però eh! :saggio:
Immagine

La logica vi porterà da A a B. L’immaginazione vi porterà dappertutto. (Einstein)
Un po' di me Immagine
Avatar utente
Gocciazzurra
Moderatore
 
Messaggi: 5003
Iscritto il: 10/06/2009, 21:09

Messaggiodi VictorVonDoom » 19/01/2018, 8:47

Gocciazzurra ha scritto:
VictorVonDoom ha scritto:
Gocciazzurra ha scritto:Ormai da diverso tempo è diventato "trendy" sdoganare qualsiasi norma morale, ma mi chiedo se coloro che non ci vedono nulla di male in una ragazza che vende la propria verginità (questo è il tema del 3D), approvassero con tutta nonchalance che il soggetto in questione sia la loro figlia, sorella, nipote...
Non è retorica ma una realtà semplice semplice.


Forse non ci siamo capiti e lo ripeto: non ho detto che io approvo (ne disapprovo). Ho continuato a ripetere "sono fatti suoi". Se io non approvo un determinato comportamento non vedo perchè un altro dovrebbe pensarla allo stesso modo e io dovrei giudicarlo per questo.

Eh no... sei tu a non aver capito me :ironico:
A parte la tua posizione personale di neutralità, non hai risposto alla mia osservazione che ripeto: si trattasse di tua figlia, sorella, ecc., riusciresti comunque a rimanere tale? Sincero però eh! :saggio:


No, evidentemente non ci siamo capiti. Io non ho detto di avere una posizione di neutralità. Ho detto che ho la mia opinione in merito ma non giudico quella ragazza in base alle MIE opinioni perchè "sono fatti suoi" e, se vuoi aggiungo, della "sua famiglia" (anche se ormai è adulta e capace di prendersi la responsabilità delle proprie azioni),

Dovesse capitare a mia figlia? Allora saranno fatti suoi e miei, forse. Certo non penserei che se mia figlia non mette la sua verginità in vetrina resterà illibata per tutta la vita. Qual è il problema? Il fatto che così lo sanno tutti che perderà la verginità invece di averla persa, e aver fatto sesso ripetutamente, a 15/16 anni a scuola, in discoteca, a qualche festa con gli amici ma almeno non si sa in giro? Lo vedo un po' ipocrita.
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 1048
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Messaggiodi renato-c » 19/01/2018, 11:38

Buon giorno :-)
Oggi giorno fare all'amore non è più come un tempo che due si dovevano sposare per farlo e magari la fidanzata era sempre accompagnata da un familiare e faceva la sentinella e bisognava portare la verginità all'altare .
Oggi il sesso è vissuto in ampia libertà rispetto al passato .Comunque è anche vero che c'è molta ipocrisia . Hanno chiuso le case chiuse :-) frase buffa ,perché se chiuse cosa chiudi ? ma le case chiuse erano i postriboli o case di tolleranza o i così detti casini per indicare le case ove il sesso era mercenario . Chiuse le case ,.....ma il sesso è sempre mercenario ,anzi più di prima . Ora è arrivato internet e allora ancora di più.
Certo ..ognuno è libero e la libertà è cosa assai bella .
Di questa notizia ,a me che mi fa male è non il fare sesso sia per amore sia per un bisogno emotivo ,sfogo ecc... ma per puro meretricio , per costrizione , costretti dalle necessità .
la mia famiglia è povera e desidero riscattarmi da questa povertà ,perciò voglio fare l'università .
Naturalmente poi c'è un'altro di turno con i suoi problemi che anche lui pensa che con i soldi visto che c'è li ha ,di risolvere il suo problema e paga un milione di € .
bohhhh ? tanta roba ! ma poi quando avrà avuto o soddisfatto questo suo desiderio avrà risolto il suo problema ?
Saranno affari loro . per carità.
ma dico io ..... non era meglio invece che si offrisse come fidanzato e l'avrebbe aiutata a studiare e aiutata la sua famiglia ?
lui avrebbe trovato una brava ragazza e lei si sarebbe sistemata .
Non sarebbe stato molto più bello ?
avrebbero preso due piccioni con una fava .
Renato
Avatar utente
renato-c
Utente Senior
 
Messaggi: 1147
Iscritto il: 17/07/2009, 20:28

Messaggiodi mr-shadow » 19/01/2018, 12:16

Hanno chiuso le case chiuse :-) frase buffa ,perché se chiuse cosa chiudi ?


L'espressione case chiuse (ma davvero non lo sai?) deriva dall'obbligo di legge che imponeva ai bordelli di tenere 24 ore su 24, 7 giorni su 7, le persiane chiuse, bloccate con una catena fermata da lucchetto.
il credente si inalbera per tre motivi: 1) se deve a turbare la pace in cui è immerso, dovendosi chiedere come mai esista ancora qualche folle istigato da Satana a "combattere l'Onnipotente"; 2) quando si sente stupido se il critico dimostra d'aver ragione con argomentazioni serie e sensate; 3) quando è costretto ad ascoltare frasi di negazione, dato che dio è il "Si"
Avatar utente
mr-shadow
Utente Senior
 
Messaggi: 2401
Iscritto il: 10/04/2010, 9:21

Messaggiodi VictorVonDoom » 19/01/2018, 12:18

renato-c ha scritto:Buon giorno :-)
Oggi giorno fare all'amore non è più come un tempo che due si dovevano sposare per farlo e magari la fidanzata era sempre accompagnata da un familiare e faceva la sentinella e bisognava portare la verginità all'altare .
Oggi il sesso è vissuto in ampia libertà rispetto al passato .Comunque è anche vero che c'è molta ipocrisia . Hanno chiuso le case chiuse :-) frase buffa ,perché se chiuse cosa chiudi ? ma le case chiuse erano i postriboli o case di tolleranza o i così detti casini per indicare le case ove il sesso era mercenario . Chiuse le case ,.....ma il sesso è sempre mercenario ,anzi più di prima . Ora è arrivato internet e allora ancora di più.
Certo ..ognuno è libero e la libertà è cosa assai bella .
Di questa notizia ,a me che mi fa male è non il fare sesso sia per amore sia per un bisogno emotivo ,sfogo ecc... ma per puro meretricio , per costrizione , costretti dalle necessità .
la mia famiglia è povera e desidero riscattarmi da questa povertà ,perciò voglio fare l'università .
Naturalmente poi c'è un'altro di turno con i suoi problemi che anche lui pensa che con i soldi visto che c'è li ha ,di risolvere il suo problema e paga un milione di € .
bohhhh ? tanta roba ! ma poi quando avrà avuto o soddisfatto questo suo desiderio avrà risolto il suo problema ?
Saranno affari loro . per carità.
ma dico io ..... non era meglio invece che si offrisse come fidanzato e l'avrebbe aiutata a studiare e aiutata la sua famiglia ?
lui avrebbe trovato una brava ragazza e lei si sarebbe sistemata .
Non sarebbe stato molto più bello ?
avrebbero preso due piccioni con una fava .
Renato


Cioè per fare all'amore bisogna fidanzarsi e sistemarsi... azz, pensavo accadessero solo nella WT ancora ste cose! :risata: :risata: :risata:
Comunque che ne sai... magari accadrà come nel film Pretty Woman.
Oppure no, la ragazza si intascherà il milione, farà l'università e si troverà un bel compagno o una bella compagna.
Oppure anche no, resterà single a vita e farà sesso quando e con chi piace a lei.
Insomma... capisco che la "troppa" libertà scandalizza ancora molti... ma manco restare ancorati a certi paradigmi... :occhiol:
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 1048
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Messaggiodi Mauro1971 » 19/01/2018, 12:39

VictorVonDoom ha scritto:Cioè per fare all'amore bisogna fidanzarsi e sistemarsi... azz, pensavo accadessero solo nella WT ancora ste cose! :risata: :risata: :risata:
Comunque che ne sai... magari accadrà come nel film Pretty Woman.
Oppure no, la ragazza si intascherà il milione, farà l'università e si troverà un bel compagno o una bella compagna.
Oppure anche no, resterà single a vita e farà sesso quando e con chi piace a lei.
Insomma... capisco che la "troppa" libertà scandalizza ancora molti... ma manco restare ancorati a certi paradigmi... :occhiol:


:quoto100:
ATTENZIONE: ALTA POSSIBILITA' DI CONTENUTI FORTEMENTE DISSACRANTI.


"Sradica le tue domande dal loro terreno, e ne vedrai penzolare le radici. Altre domande!" (F. Herbert)

Su di me
Avatar utente
Mauro1971
Utente Gold
 
Messaggi: 8514
Iscritto il: 11/01/2011, 13:44

Messaggiodi renato-c » 19/01/2018, 12:53

mr-shadow ha scritto:
Hanno chiuso le case chiuse :-) frase buffa ,perché se chiuse cosa chiudi ?


L'espressione case chiuse (ma davvero non lo sai?) deriva dall'obbligo di legge che imponeva ai bordelli di tenere 24 ore su 24, 7 giorni su 7, le persiane chiuse, bloccate con una catena fermata da lucchetto.

ciao :-) si lo sapevo .. ma a me garba fare ironia .... chiudere casa chiusa :-) poi anche casa di tolleranza ... cosa tolleravano ? si l'ho so cosa tolleravano e non accettavano. come vedi tutta ipocrisia .
ciao
Avatar utente
renato-c
Utente Senior
 
Messaggi: 1147
Iscritto il: 17/07/2009, 20:28

Messaggiodi renato-c » 19/01/2018, 13:07

Mauro1971 ha scritto:
VictorVonDoom ha scritto:Cioè per fare all'amore bisogna fidanzarsi e sistemarsi... azz, pensavo accadessero solo nella WT ancora ste cose! :risata: :risata: :risata:
Comunque che ne sai... magari accadrà come nel film Pretty Woman.
Oppure no, la ragazza si intascherà il milione, farà l'università e si troverà un bel compagno o una bella compagna.
Oppure anche no, resterà single a vita e farà sesso quando e con chi piace a lei.
Insomma... capisco che la "troppa" libertà scandalizza ancora molti... ma manco restare ancorati a certi paradigmi... :occhiol:


:quoto100:

carissimi . avete capito male ..... qui non si tratta di fare sesso solo perché si è fidanzati .non sono moralista ,anzi io sono quello che ho proposto sesso ai disabili .
mi dispiace che anche il sesso ora è ridotto a mercato . ora quello che conta è e sono i soldi . si fa l'amore per soldi,ci si sposa per soldi, per far carriera si paga il pizzo o
si offre sesso sia maschile che femminile , insomma è questa società consumistica che ha dissacrato ogni valore ,perché tutto ha un prezzo che mi crea disgusto .
Sinceramente non funziona così, nella vita c'è ben altro e chi pensa che con soldi e con sesso possa risolvere tutto ,secondo me si sbaglia .
un saluto
Avatar utente
renato-c
Utente Senior
 
Messaggi: 1147
Iscritto il: 17/07/2009, 20:28

Messaggiodi Gocciazzurra » 19/01/2018, 13:39

VictorVonDoom ha scritto:No, evidentemente non ci siamo capiti. Io non ho detto di avere una posizione di neutralità. Ho detto che ho la mia opinione in merito ma non giudico quella ragazza in base alle MIE opinioni perchè "sono fatti suoi" e, se vuoi aggiungo, della "sua famiglia" (anche se ormai è adulta e capace di prendersi la responsabilità delle proprie azioni),

Dovesse capitare a mia figlia? Allora saranno fatti suoi e miei, forse. Certo non penserei che se mia figlia non mette la sua verginità in vetrina resterà illibata per tutta la vita. Qual è il problema? Il fatto che così lo sanno tutti che perderà la verginità invece di averla persa, e aver fatto sesso ripetutamente, a 15/16 anni a scuola, in discoteca, a qualche festa con gli amici ma almeno non si sa in giro? Lo vedo un po' ipocrita.
Beh, nel tuo post precedente hai scritto: "non ho detto che io approvo (ne disapprovo)", per cui si deduce che non prendi alcuna posizione che tradotto significa essere neutrali...
Per quanto riguarda l'aspetto che divenga pubblica la vendita della verginità non mi è nemmeno passato dall'anticamera del cervello, quindi nessuna ipocrisia.
Inoltre il tuo rimanere indifferente all'atto in questione di una tua ipotetica figlia, scusami ma ne dubito. E' palese che l'implicazione emotiva da spettatore non è la medesima che esserne coinvolto direttamente: avremo di sicuro un coinvolgimento che potrebbe ribaltare le nostre certezze.
E per scoprirlo dovremmo essere all'interno della problematica.
Immagine

La logica vi porterà da A a B. L’immaginazione vi porterà dappertutto. (Einstein)
Un po' di me Immagine
Avatar utente
Gocciazzurra
Moderatore
 
Messaggi: 5003
Iscritto il: 10/06/2009, 21:09

Messaggiodi VictorVonDoom » 19/01/2018, 13:53

Gocciazzurra ha scritto:
VictorVonDoom ha scritto:No, evidentemente non ci siamo capiti. Io non ho detto di avere una posizione di neutralità. Ho detto che ho la mia opinione in merito ma non giudico quella ragazza in base alle MIE opinioni perchè "sono fatti suoi" e, se vuoi aggiungo, della "sua famiglia" (anche se ormai è adulta e capace di prendersi la responsabilità delle proprie azioni),

Dovesse capitare a mia figlia? Allora saranno fatti suoi e miei, forse. Certo non penserei che se mia figlia non mette la sua verginità in vetrina resterà illibata per tutta la vita. Qual è il problema? Il fatto che così lo sanno tutti che perderà la verginità invece di averla persa, e aver fatto sesso ripetutamente, a 15/16 anni a scuola, in discoteca, a qualche festa con gli amici ma almeno non si sa in giro? Lo vedo un po' ipocrita.
Beh, nel tuo post precedente hai scritto: "non ho detto che io approvo (ne disapprovo)", per cui si deduce che non prendi alcuna posizione che tradotto significa essere neutrali...
Per quanto riguarda l'aspetto che divenga pubblica la vendita della verginità non mi è nemmeno passato dall'anticamera del cervello, quindi nessuna ipocrisia.
Inoltre il tuo rimanere indifferente all'atto in questione di una tua ipotetica figlia, scusami ma ne dubito. E' palese che l'implicazione emotiva da spettatore non è la medesima che esserne coinvolto direttamente: avremo di sicuro un coinvolgimento che potrebbe ribaltare le nostre certezze.
E per scoprirlo dovremmo essere all'interno della problematica.


Boh, sarà che non so spiegarmi io evidentemente...
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 1048
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Messaggiodi VictorVonDoom » 19/01/2018, 13:56

renato-c ha scritto:
Mauro1971 ha scritto:
VictorVonDoom ha scritto:Cioè per fare all'amore bisogna fidanzarsi e sistemarsi... azz, pensavo accadessero solo nella WT ancora ste cose! :risata: :risata: :risata:
Comunque che ne sai... magari accadrà come nel film Pretty Woman.
Oppure no, la ragazza si intascherà il milione, farà l'università e si troverà un bel compagno o una bella compagna.
Oppure anche no, resterà single a vita e farà sesso quando e con chi piace a lei.
Insomma... capisco che la "troppa" libertà scandalizza ancora molti... ma manco restare ancorati a certi paradigmi... :occhiol:


:quoto100:

carissimi . avete capito male ..... qui non si tratta di fare sesso solo perché si è fidanzati .non sono moralista ,anzi io sono quello che ho proposto sesso ai disabili .
mi dispiace che anche il sesso ora è ridotto a mercato . ora quello che conta è e sono i soldi . si fa l'amore per soldi,ci si sposa per soldi, per far carriera si paga il pizzo o
si offre sesso sia maschile che femminile , insomma è questa società consumistica che ha dissacrato ogni valore ,perché tutto ha un prezzo che mi crea disgusto .
Sinceramente non funziona così, nella vita c'è ben altro e chi pensa che con soldi e con sesso possa risolvere tutto ,secondo me si sbaglia .
un saluto


Invece proprio perchè esistono tutte queste situazioni che hai descritto FUNZIONA COSI' NELLA VITA, poi che ci piaccia o meno o facciamo nostri o meno certi comportamenti è un altro discorso.
E quello della "società consumistica di oggi" sinceramente mi sembra un clichè: è sempre stato così, solo che magari in passato certe cose si facevano in silenzio perchè davano scandalo e non esistevano social o mezzi di comunicazione così estesi per cui se faccio una scorreggia qui fra 5 minuti lo sanno anche in Cina.
Giusto o sbagliato? Meglio o peggio? Non saprei, però funziona così.
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 1048
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

PrecedenteProssimo

Torna a Fuori Tema

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici