Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

La questione dei migranti tra rifugiati ed economici

Per discutere di temi ed argomenti di vario genere.

Moderatore: Quixote

Messaggiodi cattivo esempio » 08/06/2018, 17:20

Vieri ha scritto:
La ricchezza degli italiani? C’è ancora ma è finita lontana dagli investimenti
Vale circa 4.000 miliardi di euro la ricchezza finanziaria degli italiani. Ben il 30,7% è composto da depositi e circolante, più del doppio della percentuale detenuta dagli statunitensi

http://www.linkiesta.it/it/article/2017 ... est/36118/

Dove cattivo esempio ne abbia trovati 12.000 questo non lo so....forse dobbiamo anche vendere casa ed andare sotto i ponti?... per spendere tutto per fare una ONLUS.....:ironico:

Accoglienza bene, ma non diciamo fesserie.....


www.corriere.it/.../cala-ricchezza-ital ... 16-b0bd-...

non tutti sparano dati a casaccio
cattivo esempio
Nuovo Utente
 
Messaggi: 357
Iscritto il: 07/09/2011, 19:15

Ma leggi quello che viene scritto prima?

Messaggiodi Vieri » 08/06/2018, 17:26

Detto tra di noi, sinceramente, non ti sembra alla fine di esagerare "?

Valentino: chiudiamola qui per favore....tanto te lo abbiamo già ripetuto che le missioni, Save the Children, Action Aid, e tante altre organizzazioni umanitarie NON vanno certamente a "massacrare questa gente"...... :risata: :risata:

:addio:
Per cattivo esempio.....la pagina segnalata non è disponibile e come ti avevo segnalato probabilmente comprende anche tutta la "ricchezza" anche in immobili ( 4.000 + 8.000 ) visto che l'80 % degli italiani è proprietario di case ma alla fine come scritto dobbiamo andare poi a dormire sotto i ponti ?.....
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5109
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi cattivo esempio » 08/06/2018, 17:35

deliverance1979 ha scritto:Allora, se dobbiamo snocciolare qualche cifra proviamo a farlo insieme.

A wuanto mi ricordo io a braccio, il debito pubblico italiano è di 2300 miliardi di euro, mentre la ricchezza degli italiani, in gran parte immobili, è stimata intorno agli 8000 miliardi di euro.
Il 60% di questa ricchezza è in mano al 20% delle famiglie più ricche, mentre il 40% è in mano al restante 80% della popolazione. Ora, con il tuo discorso caro cattivo esempio, cosa vorresti dire?
Che la ricchezza e la proprietà privata sono una colpa? Che siccome ho una seconda casa allora posso accollarmi i problemi degli altri?
Oppure che, se voglio emergere il sistema dei ricchi mi mette i bastoni tra le ruote per calmierare il loro club esclusivo, mentre invece se interi battaglioni di africani desiderano un giorno migliorare la loro condizione di vita, lo possono fare, è un loro diritto, ma a spese nostre?
Su chi pensi che cadrà l'onere sociale di un tale esperimento migratorio, su quel 20% di italiani che ha il 60% di quegli 8000 miliardi di euro, o sul resto degli 80% di italiani?


rispondevo solo a quanto da te scritto, sottolineando come le tue tante parole
si condensavano in:

che l'italia è povera , invece non è vero

e che il tuo sistema per fermare i migranti era la violenza (anche se delegata)
cattivo esempio
Nuovo Utente
 
Messaggi: 357
Iscritto il: 07/09/2011, 19:15

Messaggiodi cattivo esempio » 08/06/2018, 17:44

VictorVonDoom ha scritto:
cattivo esempio ha scritto:sintetizzo i tuoi due ultimi post:

-l'italia, l'europa, diventi il mandante (pagatore) dei paesi nordafricani che con
kalashnikov e macete ci tengano lontani i negri sottoculturati
(nel diritto la pena al mandante è superiore a quella dell'assassino)

-l'italia è povera.
dimentichi che la ricchezza complessiva è superiore a 12.000 miliardi di euro
un milione 200.000 italiani ha un patrimonio superiore al milione di euro
l'80% viva una casa di proprietà, i tedeschi non arrivano al 60%


No, in realtà la questione è ben diversa.
Il problema è, secondo me, come ho capito e condivido il pensiero di deliverance, l'equazione tout-court immigrato=risorsa. Bisogna capire quando un immigrato diventa una "risorsa" per un paese, auspicabile, e non un "peso" economico, che al momento non possiamo permetterci. Io, ad esempio, non posso trasferirmi in Australia solo perchè lo voglio. Semplificando molto, posso avere un visto lavorativo solo se qualche datore di lavoro mi sponsorizza o sono in possesso di skill richieste dal loro mercato del lavoro. In mancanza di questo, non posso entrare, se non per visto turistico di qualche mese, e vengo rimandato indietro. Perchè da noi dovrebbe funzionare in modo diverso?
Davvero è una "risorsa" per il nostro paese importare personale non specializzato, sia che venga dall'Africa che dalla Svizzera? Queste persone saranno una "risorsa" per il nostro paese, e allora ben vengano, o solo un "peso", e allora non hanno il diritto di rimanere?
Un discorso diverso sono i "rifugiati", questi hanno il diritto di essere accolti e noi il dovere, morale prima e legale dopo, di accoglierli e sostenerli.
Dovremmo invece domandarci, semmai, perchè attiriamo quasi solo raccoglitori di pomodori (con tutto il rispetto per questo lavoro), cioè manovalanza non specializzata, che diventano schiavi sottopagati in nero, e non il plurilaureato statunitense.


che razza di esempio sei andato a fare: australia........

certo gli invasori di un luogo già abitato, hanno sterminato gli aborigeni confinati in riserva
e poi chiuso le porte. con quale diritto mi spieghi?

e andavate a predicare che il cristo e morto per la salvezza di tutti
cattivo esempio
Nuovo Utente
 
Messaggi: 357
Iscritto il: 07/09/2011, 19:15

Messaggiodi deliverance1979 » 08/06/2018, 18:18

Punto primo, come ha giustamente fatto notare Victor Von Doom, in molti paesi quali l'Australia o il Canada, ma potremmo dire anche la Cina, il migrante, che desidera andare li a lavorare o fare qualsiasi altra cosa, deve avere o un posto di lavoro con il relativo sponsor, oppure un conto in banca tale da dimostrare di non essere un peso per lo Stato che lo sta ospitando.

Punto secondo, caro Cattivo Esempio, se anche pagassimo il debito pubblico, con la rimanenza dei soldi che rimane, suddivisa per ogni italiano, si avrebbe una ricchezza pro capite di 120.000 euro a testa bambini compresi.
Ma questa ricchezza comprende anche la casa ed il conto in banca.
Come vedi non è che per gli standard occidentali si andrebbe sulla luna.
Considera una famiglia di 4 persone, significa che secondo le proporzioni sopra citate, hanno un patrimonio di 480000 euro, quindi vivono su una casa di giuste dimensioni per le loro esigenze, circa 150 metri quadri, e con qualche soldo in banca, 50.000 euro.
Che culo, sono ricchissimi, certo, se paragonati a chi vive con 2 dollari al giorno.
Ma per gli occidentali sono la classica famiglia media.
Se ti prende un colpo ed hai bisogno di soldi per operarti o devi fare una manutenzione alla casa devi prende un mutuo, non fai festa.
E di queste proporzioni sappiamo che ci sono persone molto ricche, che erodono una grande fetta di quella ricchezza, quindi la media dei famosi 120.000 euro a capoccia, scende e di molto.
Che facciamo, li prendiamo con picca e forconi, li ammazziamo e ci dividiamo le spoglie tra noi poveracci?

Al che molti obietteranno, noi stiamo al centro del Mediterraneo, la distanza tra le coste è poco meno più di duecento miglia, quindi che fare?
Li affondiamo?
Li rispediamo indietro?
Li facciamo entrare tutti?

Io ho paura invece della pentola a pressione.
Caro Valentino e Cattivo Esempio, voi avete ragione, non possiamo fermarli.
Ma non perchè non abbiamo i mezzi.
Perchè non abbiamo le palle per farlo.

Mi spiego meglio.

Quando gli americani entrarono in guerra nel 1941 contro i giapponesi, si trovarono a combattere un nemico forgiato da mille battaglie, coriaceo, abituato a privazioni, disciplinato, e diciamo culturalmente brutale con chi si dimostrava sconfitto.
Un generale disse dei soldati americani inviati al fronte "Devono imparare ad odiare il loro nemico".... e questo poi accadde.

Ora, quello che non vi rendete conto è che fin quando il welfare sociale italiano ed europeo tiene, va tutto bene, ad eccezione di qualche caso isolato di intolleranza, e più o meno si convive.
Quando per motivi economici, sociali o per altri fattori il welfare dovesse implodere, ed a questo si dovessero palesare problemi di integrazione, disoccupazione, o chissà cos'altro, poi lì saranno dolori.

Dopo non si demanderanno più le violenze agli altri.
Non sarà più un problema di numeri.

Vi dirò di più,nel secolo scorso, i soldati che compivano le atrocità sul campo, vedi nazisti, sovietici, giapponesi, si dovevano sporcare le mani con il sangue degli uccisi.
Vedevano le persone morire, sentivano le urla gli odori dei fluidi organici e via dicendo.
E questo turbava le menti delle persone, con risvolti psicologici non di poco conto.
Oggi, attraverso i droni, e la tecnologia in generale, una qualsiasi persona, da dietro un terminale ed a distanza, potrebbe massacrare milioni di persone come se stesse sparando con un videogioco.
Anzi, figuratevi se un regime dittatoriale o governo estremista mettesse in tempo di guerra dei ragazzi-bulli adolescenti davanti ad uno schermo, con tanto di console e comandi, ad operare come squadroni della morte a mo di videogioco contro milioni di persone...
Il tutto senza vedere le vittime in faccia, senza sentire urla, senza vedere il sangue, e chissà, anche con una specie di punteggio di vittime con tanto di premio...
Forse anche mentre si mangia un hambuerger e si sente la propria musica preferita.
Assurdo?
Non succederà mai?
E' fantascienza?

Ditelo agli ebrei....

Il problema è se mai si innescherà una serie di eventi che porteranno a tutto questo.
Non oggi, non domani, ma nel giro di 20 anni, dal ventennio fascista, scoppiò la seconda guerra mondiale.

Sembra impossibile oggi, come sembravano impossibili tutti i peggiori conflitti e massacri della storia fino a quando il clima non è cambiato, e guarda caso, questo accade spesso sempre dopo un momento di benessere e di decadenza.

Quando masse enormi, premono da una parte all'altra di un continente, c'è sempre un qualche sconvolgimento.
Oggi si accettano tali migrazioni rispondendo timidamente con i governi di Lega cinque stelle, che a voi sembreranno chissà quale terrore sulla terra (che paragonati ai nazisti, ai fascisti, o anche ai regimi dittatoriali post seconda guerra mondiale fanno veramente ridere).

Pregate il Signore che le cose non peggiorino, perchè poi, come insegna la storia, i nuovi massacri sono stati sempre peggio di quelli precedenti, e se il secolo breve 1914-1991 ha fatto oltre 100 milioni di morti, un futuro conflitto o resa dei conti intercontinentale tra razze, farà sembrare quel secolo una barzelletta.

Quindi, prima di arrivare a qualche miliardo di morti, io mi fermerei prima, anche trovando soluzioni leggermente più rigide.

Perchè rischiare che la pentola a pressione che si sta caricando lentamente oggi, esploda tra 20 - 25 anni?

Secondariamente, come mai le nazioni nord Europee hanno delegato a noi nazioni del mediterraneo tale compito di filtraggio e contenimento dei migranti.
Prima noi li avevamo delegati ai governi del nord Africa, poi ora tocca a noi e quando raggiungeranno il cuore dell'Europa ed i popoli nordici o dell'est si saranno stancati dei migranti allora che facciamo, li si potrà usare le maniere forti?

Cioè fatemi capire, fino a quando questi problemi sono degli altri, si sparano le vaccate più assurde (diritti umani e convenzioni varie) per appioppare tale fardello a chi tocca.
Poi, quando invece il problema ti viene sotto casa, allora li si può usare il napalm.

L'unica soluzione per il problema dei migranti sarebbe una corretta ridistribuzione della ricchezza....

Ora vi pongo questa mia osservazione.

Secondo voi, è più facile per i ricchi ed i potenti della terra cedere parte della loro ricchezza ed aiutare i poveri (anche e soprattutto a casa loro), oppure alzare la tensione a tal punto da far scoppiare una guerra, con guadagni in armi e ricostruzione post conflitto ancora maggiori?

Come direbbe Marzullo, fatevi una domanda e datevi una risposta....

Ma sicuramente mi sbaglio io, gli africani verranno qui, noi abbasseremo il debito pubblico, loro si integreranno in Europa insieme ad altri popoli, poi manderanno i soldi in Africa, il continente africano crescerà economicamente e tra 100 anni il benessere globalizzato farà si che non ci siano più ne conflitti ne guerre... forse avremo raggiunto un nuovo livello di pace universale...
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4691
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

razzista

Messaggiodi cattivo esempio » 08/06/2018, 19:15

Pregate il Signore che le cose non peggiorino, perchè poi, come insegna la storia, i nuovi massacri sono stati sempre peggio di quelli precedenti, e se il secolo breve 1914-1991 ha fatto oltre 100 milioni di morti, un futuro conflitto o resa dei conti intercontinentale tra razze, farà sembrare quel secolo una barzelletta.

vuoi spacciarti per statista,
invece se ti rileggessi capiresti che le tue parole ti qualificano solo come un razzista

pensare a "resa dei conti fra razze" è da nazista

se ci saranno governi che attueranno le cose da te pronosticate
sarà perché si nutriranno dei ragionamenti di persone come te
che spandono sul blog opinioni da galera,
si da galera perché
incitare all'odio razziale è un reato penale

per avere la convivenza civile bisogna seminare
l'uguaglianza tra gli uomini e rinnegare le superiorità
cattivo esempio
Nuovo Utente
 
Messaggi: 357
Iscritto il: 07/09/2011, 19:15

Messaggiodi deliverance1979 » 08/06/2018, 19:29

cattivo esempio ha scritto:vuoi spacciarti per statista,


Definizioni, figurati....
Eccetto poche eccezioni, i grandi statisti nella maggior parte dei casi si sono macchiati di sangue, facendo o promuovendo guerre.

cattivo esempio ha scritto:pensare a "resa dei conti fra razze" è da nazista


Vuoi che cambi nome, anzichè razze ci metto popoli?
culture?
lingue diverse?
paesi diversi?
Ti crea meno problemi?

Fa molto naif il tuo modo di pensare.
cattivo esempio ha scritto:che spandono sul blog opinioni da galera,
si da galera perché
incitare all'odio razziale è un reato penale


Ipotizzare uno scenario socio economico e politico è incitamento all'odio razziale?
Ottimo, stiamo messi proprio bene Cattivo Esempio.

cattivo esempio ha scritto:per avere la convivenza civile bisogna seminare
l'uguaglianza tra gli uomini e rinnegare le superiorità


E questa sarebbe invece quella di spostarsi in massa e senza regole, senza capire dove inizia o finisce un confine, senza avere maestranze e pretendere battendo i pugni sul tavolo dei diritti che oggi ci sono e domani no?
Ed il popolo che accoglie dovrebbe accettare tutto ed incondizionatamente....
Finchè questa pacchia dura che ben vengano..... quando poi finisce, dopo iniziano a sventolare le svastiche, o forse conosceremo addirittura un simbolo ancora più terribile.

Però, visto che ci sei, prova a fare la stessa cosa in piccolo con il tuo vicino di casa, poi vedi alla lunga cosa succede... :ironico:

Forse dovresti rileggerti qualche pagina di storia, dove spesso la politica reale fa le scarpe al buonismo e dove gli ideali sono tali quando si ha la pancia piena e non ci sono problemi all'orizzonte.
Spesso poi, sono tali e diventano alti ed elevati sempre dopo una grande catastrofe.

La realtà è che siamo stati fortunati a vivere in un contesto storico e sociale dopo la seconda guerra mondiale, perchè altrimenti stavamo al fronte, ad uccidere o ad essere uccisi.

Quello che non riesci a comprendere è che lo status di "civiltà e benessere" che abbiamo oggi, potrebbe non durare all'infinito.
La storia è statisticamente e drammaticamente ciclica.

Sono contento che nel mondo ci siano anime pie come la tua, ma la realtà è ben diversa. :strettamano:
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4691
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Deliverance, i miei complimenti...e cattivo esempio non ha capito niente del tuo pensiero

Messaggiodi Vieri » 08/06/2018, 19:42

Secondo voi, è più facile per i ricchi ed i potenti della terra cedere parte della loro ricchezza ed aiutare i poveri (anche e soprattutto a casa loro), oppure alzare la tensione a tal punto da far scoppiare una guerra, con guadagni in armi e ricostruzione post conflitto ancora maggiori?

La storia ci ha sempre insegnato che la troppa tolleranza o nascondere la testa sotto la sabbia senza voler affrontare la realtà dei fatti ha alla fine sempre portato a grandi disastri ......
Condivido pienamente questo pensiero moderato che contrariamente alle accuse di "razzismo" di cattivo esempio", non ha capito niente.

Mi ripeto sul fatto che come dice Deliverance:
il problema esiste e deve essere affrontato in maniera civile e concreta.
Se si continua questo "laissez faire" con i soliti proclami dei noti "buonisti" di turno ( quelli dell'armiamoci e partite... :ironico: ), e lasciando incancrenire situazioni attuali già al limite come nel foggiano, alla fine delle situazioni di "disagio sociale" si potrebbero trasformare in "atti di teppismo", prima, poi di guerriglia ( leggi scontri nelle banlieu parigine) e infine di guerra aperta e di odio razziale di "dagli al negro", all'islamico o "al cristiano".....dove alla fine da ambo le parti non si guarda più in faccia nessuno.

Questo mi ricorda alla fine il massacro di Alby contro i catari e dato che in città c'erano allora anche molti cattolici, uno dei generali disse al re che cosa dovesse fare.
Lui tranquillamente rispose: "ammazzateli tutti e sarà poi Dio a dividere i buoni.......

Prima di evitare pertanto una guerra civile esasperando gli animi da un lato e dall'altro, FERMIAMOCI e ragioniamo in termini di SOSTENIBILITA' ECONOMICA ED ORGANIZZATIVA DEL PAESE, evitando le solite balle "che ci pagano le pensioni" ( chi ? I raccoglitori di pomodori pagati i nero a 2-3 euro l'ora ? O che abbiamo bisogno di manodopera (non qualificata...) per le nostre industrie .....che se non automatizzano ed innovano vengono alla fine tagliate fuori?...

Grazie pertanto a Deliverance del quale condivido il pensiero obiettivo :ok: mandando alle ortiche "parolai", "buonisti" e sindacalisti da strapazzo che non hanno probabilmente mai lavorato ma solo facendo comizi.....
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5109
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi deliverance1979 » 08/06/2018, 20:10

Carissimo Vieri, mi sa che qui, ci stiamo dando ragione io tu e Victor, ma visto che mi hai fatto un assist, continuo con un altro dei miei sproloqui nazisti (per essere un nazista che simpatizza per gli ebrei sto messo veramente male, speriamo che zio Adolf non lo scopra altrimenti faccio una finaccia... :ironico: )

Sto proprio or ora ascoltando Rai News24, tema, tanto per cambiare.... I MIGRANTI....
ormai siamo perseguitati.

Stavano intervistando il ministro austriaco, (visto il governo in carica qualcuno direbbe che è nazista), ma poi, il servizio ha spaziato sulla rotta dei migranti via Bosnia, hanno parlato del G7 e via dicendo...

vabbè, ve la faccio breve sta filippica...
ho capito a pelle i seguenti punti...

Sarò un pò brutale perdonatemi.

Sti benedetti migranti, alla fine della fiera, stanno sulle ca..o a tutti.
Le grandi nazioni civili quali Germania, Danimarca, Svezia, Olanda e via dicendo, che fanno, si riempiono la bocca di uguaglianza, diritti, aiuti umanitari, salvo poi, garantirsi la propria discarica personale.

In che consiste la discarica sociale.
In pratica queste nazioni vorrebbero appioppare la responsabilità di identificare e gestire i flussi migratori ad una nazione e vorrebbero ratificare ufficialmente questa cosa con un trattato (cosi poi lo possono spiattellare in faccia e pontificare meglio).
Una volta ratificata e messa questa nazione-discarica-parcheggio a 90°, attraverso un trattato, poi si daranno alla pazza gioia finto filantropica, aprendo le porte al mondo intero. :balla: :balla: :balla:

Tanto poi, i bravi se li terranno loro, mentre tutti gli altri, a partire dai delinquenti, i disadattati, quelli con scarse competenze, gli inutili e, ma si, pure gli handicapati (facciamo i nazisti fino in fondo), li spediranno sulla nazione-parcheggio-discarica sociale, poi sarà questa nazione che si dovrà accollare l'onere di gestire tutta questa gente ed eventualmente metterla in prigione, eliminarla fisicamente ( :ironico: ), rimpatriarla, fargli fare un tour turistico guidato o mantenerli per tutta la vita...

Bello è? :balla: :balla: :balla:
Ahh che poesia, che gioia, che grande umanità e divisione degli impegni.... :ciuccio: :ciuccio: :ciuccio:
Che massime di solidarietà prive di interessi di ogni sorta... :appl: :appl:
Come mi sento appagato in tutto questo scambio di aiuti umanitari... :spumante:

Ma andiamo oltre, la Germania ha un surplus commerciale terrificante, non mi sembra che attraverso dei ponti aerei o con altri mezzi si vadano a caricare centinaia di migliaia di migranti da ogni parte del mondo per far assaporare loro l'ebrezza dell'UE.

In Bosnia ci sono 4500 migranti, ripeto, 4500 migranti bloccati al confine con la Croazia, dove stanno i grandi filantropi (nazioni che si riempiono la bocca di diritti)...

Ma dai su, non prendiamoci in giro, ognuno vorrebbe tenersi i migliori ed appioppare gli scarti agli altri...

Non vi piace la parola scarti?
E' brutta?
Ma è cosi però.

Senza contare che il ministro austriaco, incalzato dal giornalista italiano ha detto che tali migrazioni sono illegali, finanziano gli scafisti e quindi la criminalità organizzata (ahh, l'ONU e le nazioni naif dove sono per fare dei ponti aerei ufficiali, con tanto di bandiere nazionali pronte per accollarsi ufficialmente questi flussi di migranti.)
No, non c'è nessuno, perchè attraverso le ONG, attraverso il torbido, nessuno si assume alcuna responsabilità, si ha il culo parato dai diritti internazionali, non si cambiano gli accordi perchè cosi fa comodo, e si appioppa questa filiera dell'immigrazione illegale, in un misto di pubblicità giornalistica che gioca con le parole e cerca di imbrogliare l'opinione pubblica saltando di palo in frasca tra; rifugiati, migranti economici, migranti di prima generazione, che hanno contribuito al nostro welfare (per di più europei), con migranti di seconda generazione che invece fino ad oggi ci costano...
Ma una vita non ha prezzo diranno molti.
Si, a chiacchiere, quando ci sono soldi e risorse, fino a quando dura la pacchia, fino a quando ci sono i soldi.
Poi la vita, oooops, non vale più cosi tanto.... benvenuti nel mondo della finanza internazionale e dei grandi imprenditori.
Non dei nazisti.

Ed in tutta questa girandola di prese per il culo, tra ipocrisie, imposizioni e controsensi che si fa?
Le nazioni bene, quelle delle cene di gala con scopo di beneficenza, appioppano tutto questo baraccone alle nazioni esterne dell'UE, tra cui l'Italia, con l'esortazione ARRANGIATEVI...
Dovete essere accoglienti....
Sono anche loro esseri umani....
Armiamoci e partite, combatterete e vinceremo...ehm, no, questa era un'altra storia, ma il senso è lo stesso....

E poi i razzisti sono quelli della lega o del movimento 5 stelle?
Espressione di un popolo che si vede ogni giorno decine di migranti vestiti più o meno bene, mantenuti dalle ONLUS a spese nostre, che girano per il paese tranquillamente...
Oggi ho parlato con un lavoratore socialmente utile, lunedì finirà di lavorare dove sto io (per lo stato), una brava persona.
Gli ho detto.
E poi?
Mi ha risposto, e poi niente, ho finito la mobilità e mi sto tenendo in contatto con qualcuno per lavorare....
E quest'anno è il secondo a cui stringo la mano e mi dice la stessa cosa.
Mi sono vergognato di essere italiano.
Mi sono vergognato dell'accoglienza.
Si.

Amici miei, ma che vi siete fumati.

Ma le altre nazioni che si riempiono la bocca di fanta cazzate si vorrebbero scegliere i migliori ed appiopparci la gestione degli scarti.... che tristezza, che monnezza....
Poi stiamo qui a disquisire sulle seghe mentali tra nazisti e dialettica politically correct... :fronte: :fronte: :fronte:

Ma il bello deve ancora venire.
Qui ci stiamo ancora ad interrogare se potrebbe accadere una guerra tra razze, civiltà e culture, quando a momenti, scoppia una guerra commerciale tra Cina 1,3 miliardi di persone ed USA che poi si tirerebbe dentro anche la NATO.
Guerra commerciale, per i soldi.
Poi cattivo esempio si scandalizza quando ho detto che se dovessero mancare i soldi, sventolano le svastiche....

O povero me... :fronte: :fronte: :fronte:
Mi sto perdendo qualcosa in tutto questo? :boh: :boh: :boh:

Ripeto, forse sbaglio tutto io, ma questo l'ho sempre ammesso e detto. :strettamano:
Ultima modifica di deliverance1979 il 08/06/2018, 20:39, modificato 2 volte in totale.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4691
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi cattivo esempio » 08/06/2018, 20:20

sapete che vi dico da piemunteis da sette generazioni,

rimpatriamo i toscani e aiutiamoli a casa loro (in toscana)
i napoletani puzzano
alla mitragliatrice a capo passero mettete gesù
(dicono abbia una ottima mira)


FATE LORO CIO CHE VOLESTE FOSSE FATTO A VOI

p.s. l'avidità è proprio una brutta bestia
cattivo esempio
Nuovo Utente
 
Messaggi: 357
Iscritto il: 07/09/2011, 19:15

Messaggiodi deliverance1979 » 08/06/2018, 20:31

cattivo esempio ha scritto:p.s. l'avidità è proprio una brutta bestia


La penserò diversamente quando il sistema a cui tu aspiri (e di cui posso anche condividere l'essenza, ovvero la ridistribuzione della ricchezza) inizierà partendo dai più ricchi che, possedendo immense ricchezze, le ridistribuiranno con tutti noi (tutti, nessuna razza esclusa).
Fino ad allora però, i sensi di colpa non mi vengono.
Perchè non è che vado avanti io a dare l'esempio e poi nel girarmi mi trovo da solo...

Sai, di sensi di colpa per le fanta cazzate ho fatto il pieno con i TDG, ed ora sono leggermente più coriaceo.

Se io, da mediocre figlio della patria italica (vissuto tra il proletariato e la piccola borghesia, ma più proletariato) mi devo sentire una merda perchè la penso cosi, e cerco di difendere il mio ridicolo status sociale, stando allo stesso ragionamento e secondo una proporzione equa e giusta, un ricco si dovrebbe ammazzare a causa dei sensi di colpa dati dalla grande disparità di benessere di cui gode.

Ma siccome nel sistema in cui viviamo (e penso che questo vada avanti da che l'uomo vive sulla terra 40.000 anni) fa si che il ricco non si ammazza per tutti questi motivi, ma anzi, al massimo ammazza a me, a te e pure al migrante, io non riesco a sentirmi una merda...

Ed in tutta questa situazione socio economica globalizzata, proprio come il ricco non cede di un passo nel rinunciare al suo benessere, ma anzi, lo accresce sempre di più, non vedo perchè io, o tu, o altri, dovremmo invece fare ammenda e fare i martiri cosi da poter sopperire anche alle sue responsabilità :strettamano:
Ultima modifica di deliverance1979 il 08/06/2018, 20:45, modificato 1 volta in totale.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4691
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Vieri » 08/06/2018, 20:34

cattivo esempio ha scritto:sapete che vi dico da piemunteis da sette generazioni,

rimpatriamo i toscani e aiutiamoli a casa loro (in toscana)

Ora sto scherzando,......sono fiorentino da 7 generazioni e sono 50 anni che sto in Canavese cercando di portare in loco un po' di civiltà .....e le porte della chiesa ( 5 porte grandi) quando stavo bene....le ho restaurate tutte da solo (ovviamente senza chiedere un euro...) dopo che cadevano a pezzi poichè nessuno di questi cristianucci piemontesi e vecchietti della PRO LOCO in 40 anni non ci aveva mai fatto caso.....e fatto niente.....come del resto usare il pennello in quello che dicono che siano "centri storici".... :ironico: .

Grazie anche a questo "toscano" io direi che vi ha anche aiutato a casa vostra dando anche lavoro ad un po' di vostra gente.......

Ciao ragazzo....che il "vecchio toscano" perde il pelo ma non di essere "maledetto"..... :risata: :risata:
:ciao:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5109
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi cattivo esempio » 08/06/2018, 20:52

Vieri ha scritto:
cattivo esempio ha scritto:sapete che vi dico da piemunteis da sette generazioni,

rimpatriamo i toscani e aiutiamoli a casa loro (in toscana)

Ora sto scherzando,......sono fiorentino da 7 generazioni e sono 50 anni che sto in Canavese cercando di portare in loco un po' di civiltà .....e le porte della chiesa ( 5 porte grandi) quando stavo bene....le ho restaurate tutte da solo (ovviamente senza chiedere un euro...) dopo che cadevano a pezzi poichè nessuno di questi cristianucci piemontesi e vecchietti della PRO LOCO in 40 anni non ci aveva mai fatto caso.....e fatto niente.....come del resto usare il pennello in quello che dicono che siano "centri storici".... :ironico: .

Grazie anche a questo "toscano" io direi che vi ha anche aiutato a casa vostra dando anche lavoro ad un po' di vostra gente.......

Ciao ragazzo....che il "vecchio toscano" perde il pelo ma non di essere "maledetto"..... :risata: :risata:
:ciao:


vista la bravura a pisa hanno un lavorino da fare a un campanile......ti stanno aspettando
cattivo esempio
Nuovo Utente
 
Messaggi: 357
Iscritto il: 07/09/2011, 19:15

Messaggiodi cattivo esempio » 08/06/2018, 21:01

deliverance1979 ha scritto:
cattivo esempio ha scritto:p.s. l'avidità è proprio una brutta bestia


La penserò diversamente quando il sistema a cui tu aspiri (e di cui posso anche condividere l'essenza, ovvero la ridistribuzione della ricchezza) inizierà partendo dai più ricchi che, possedendo immense ricchezze, le ridistribuiranno con tutti noi (tutti, nessuna razza esclusa).
Fino ad allora però, i sensi di colpa non mi vengono.
Perchè non è che vado avanti io a dare l'esempio e poi nel girarmi mi trovo da solo...

Sai, di sensi di colpa per le fanta cazzate ho fatto il pieno con i TDG, ed ora sono leggermente più coriaceo.

Se io, da mediocre figlio della patria italica (vissuto tra il proletariato e la piccola borghesia, ma più proletariato) mi devo sentire una merda perchè la penso cosi, e cerco di difendere il mio ridicolo status sociale, stando allo stesso ragionamento e secondo una proporzione equa e giusta, un ricco si dovrebbe ammazzare a causa dei sensi di colpa dati dalla grande disparità di benessere di cui gode.

Ma siccome nel sistema in cui viviamo (e penso che questo vada avanti da che l'uomo vive sulla terra 40.000 anni) fa si che il ricco non si ammazza per tutti questi motivi, ma anzi, al massimo ammazza a me, a te e pure al migrante, io non riesco a sentirmi una merda...

Ed in tutta questa situazione socio economica globalizzata, proprio come il ricco non cede di un passo nel rinunciare al suo benessere, ma anzi, lo accresce sempre di più, non vedo perchè io, o tu, o altri, dovremmo invece fare ammenda e fare i martiri cosi da poter sopperire anche alle sue responsabilità :strettamano:


ci sedemmo dalla parte del torto, visto che tutti gli altri posti erano occupati
cattivo esempio
Nuovo Utente
 
Messaggi: 357
Iscritto il: 07/09/2011, 19:15

Messaggiodi Valentino » 08/06/2018, 21:07

Vieri ha scritto:Ma leggi quello che viene scritto prima?


Certo che leggo. Sei tu che non hai capito nulla di quello che ti è stato spiegato.

Vieri ha scritto:Detto tra di noi, sinceramente, non ti sembra alla fine di esagerare "?


Riguardo cosa?

Vieri ha scritto:Valentino: chiudiamola qui per favore....tanto te lo abbiamo già ripetuto che le missioni, Save the Children, Action Aid, e tante altre organizzazioni umanitarie NON vanno certamente a "massacrare questa gente"


Ecco la dimostrazione che non hai capito nulla di ciò che si è tentato di spiegarti! Ma chi si è mai sognato di dire che "le missioni, Save the Children, Action Aid, e tante altre organizzazioni umanitarie" vanno a massacrare la gente?!?!? Chi lo ha mai detto?!?! Giacché mi parli di queste organizzazioni: nessuno nega il loro sforzo umanitario. Semmai questo ci testimonia che lo slogan "aiutiamoli a casa loro" è una baggianata, perché: 1) Laddove possibile (e devi sapere che non è possibile ovunque) li stiamo già aiutando a "casa loro" e 2) questi aiuti sono evidentemente insufficienti a fermare i flussi migratori. Dunque lo slogan "aiutiamoli a casa loro" è solo uno specchietto per le allodole. Certamente meritoria le opere di queste organizzazioni ma bisogna prendere atto del fatto che il loro contributo non è risolutivo. Quello che ti rifiuti di comprendere è che NON C'E' MODO DI FERMARE I FLUSSI MIGRATORI. Le scelte sono due: o una scelta pacifica che si basa su accoglienza, formazione ed integrazione...o una scelta (Dio non voglia mai) violenta. Te lo ha spiegato lo stesso Victor. E lo sa anche Deliverance che scrive una cosa terribile:

deliverance1979 ha scritto:"Caro Valentino e Cattivo Esempio, voi avete ragione, non possiamo fermarli.
Ma non perchè non abbiamo i mezzi.
Perchè non abbiamo le palle per farlo.
"


Al quale rispondo: non perché non abbiamo le palle per farlo, ma semplicemente perché è inumano ed immorale farlo.

Il bello caro Vieri che tu plaudi alla "proposta" di Deliverance che in "soldoni" si traduce con: ammazziamoli oggi per non ammazzarli domani.
Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=17403
“Se mi si riesce a convincere, provandomi che le mie idee e le mie azioni sono scorrette, sarò felice di cambiare, perché ciò che io cerco è la verità, dalla quale nessuno ha mai ricevuto danno, mentre lo riceve chi persevera nel proprio errore e nella propria ignoranza.” (Marco Aurelio)
Avatar utente
Valentino
Utente Senior
 
Messaggi: 1333
Iscritto il: 15/01/2014, 6:40

Messaggiodi Valentino » 08/06/2018, 21:14

Vieri ha scritto:il problema esiste e deve essere affrontato in maniera civile e concreta.


E questa maniera "civile e concreta" quale sarebbe?!?!? "Aiutarli a casa loro" non basta, anche perché non tutti sono "aiutabili a casa loro" e, del resto, sono i fatti a parlare, già lo si sta facendo: hai fatto la lista di non so quante organizzazioni umanitarie...ma i migranti partono lo stesso. Lasciando anche perdere "chi" dovrebbe fermarli, dovresti spiegare anche "come" dovrebbe fermarli. In realtà dovresti spiegare anche "perché" si dovrebbe fermarli: l'Italia ha bisogno di migranti. Anche questo è un dato di fatto della realtà che ti rifiuti di accettare. Il paese sta diventando sempre più popolato da anziani, abbiamo un calo demografico, e seppure gli italiani si mettessero di punto in bianco a fare 7-8 figli alla volta, il problema demografico non si risolverebbe.
Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=17403
“Se mi si riesce a convincere, provandomi che le mie idee e le mie azioni sono scorrette, sarò felice di cambiare, perché ciò che io cerco è la verità, dalla quale nessuno ha mai ricevuto danno, mentre lo riceve chi persevera nel proprio errore e nella propria ignoranza.” (Marco Aurelio)
Avatar utente
Valentino
Utente Senior
 
Messaggi: 1333
Iscritto il: 15/01/2014, 6:40

Messaggiodi deliverance1979 » 08/06/2018, 21:57

Valentino ha scritto:Il bello caro Vieri che tu plaudi alla "proposta" di Deliverance che in "soldoni" si traduce con: ammazziamoli oggi per non ammazzarli domani.


Il bello è che una nazione è come una casa, e se tu a casa mia non sei gradito non vieni.
Te lo dico con le buone una volta, te lo dico con le buone una seconda volta.
Ma se tu fai il prepotente o fai il finto tonto e vuoi comunque entrare con tutti i mezzi ed a tutti i costi, ebbene si, io ti fermo, anche usando le maniere forti.
Sparo addosso ai migranti?
No, sparo agli scafi delle navi, oppure li riporto da dove sono venuti ed affondo la nave.

Stando a quello che dici caro Valentino, tu inneggi alla prepotenza ed alla prevaricazione.
Siccome loro sono poveri, hanno il diritto di ammassarsi a centinaia di migliaia sulle nostre coste, di conseguenza noi siamo OBBLIGATI ad ospitarli, a trovargli un lavoro ed ove qualora non ci fosse a mantenerli per tutta la vita se fosse necessario, perchè sono degli esseri umani.
Ho capito bene, questo è il senso?

Non solo, se uno propone di aiutarli a casa loro non va bene.
Se uno dice che se vengono a milioni tutti qua ci saranno problemi sia economici che di integrazione culturale sia per loro come anche per noi e per il nostro sistema, neanche questo è vero.

Non solo, in questa maniera caro Valentino ti rendi colpevole di incoraggiare gli scafisti, che con i proventi del viaggio dei migranti finanziano anche le mafie.
Quello si che è un grande passo avanti per l'umanità
Ma peggio, ti rendi colpevole di farli vigliacchi e di far si che invece di risolvere i problemi a casa loro, anche con l'aiuto dei fondi internazionali ove necessario, vengano da noi a fare cosa non si sa, viste le loro competenze da noi totalmente inutili se non per bassissima manovalanza, mentre lasciano le loro nazioni all'abbandono, prive di un miglioramento che invece potrebbe essere alla loro portata.

Allora, visto e considerato che a voi piace tanto essere cosi umanitari, perchè fate attraversare loro il deserto.
Facciamo dei ponti aerei che vanno e vengono da noi alle loro nazioni, cosi da portarli sani e salvi in Europa., dando cosi l'opportunità a tutti di poter venire qui, e non solo a quelli che si possono permettere il viaggio.

No?
Perchè no.
Solo quelli che vengono con i barconi?
E gli altri tutti stronzi?

Oppure anche li, esistono quelli di serie A che hanno soldi e possibilità per permettersi il viaggio, e quelli di serie B, che sappiamo benissimo che rimangono nello schifo in cui vivono.

Di quelli non ti interessi?

Quello che fa le disparità sociali al massimo posso essere io che ammetto che esistono differenze economiche, culturali, fisiche, mentali e che non siamo tutti uguali (anche io sono inferiore a molti ed in determinate circostanze ed ambiti verrei scartato.... uhhhh tutti nazisti brutti e cattivi, o semplice selezione naturale o per competenze? Io propendo più per la seconda).

Allora sai che è, siccome uno Stato è come una casa, che ha dei confini, ha delle regole ed ha delle leggi, io se permetti le difendo.
Sia mai che con un pò di rude forza il sistema funziona.

Ahh, altro problema, dove stanno le famose navi di solidarietà battenti bandiera tedesca, oppure francese, oppure svedese, o anche USA, che prendono i migranti dalle acque internazionali e li sbarcano sul loro suolo patrio..

Allora se permetti caro Valentino, mi sembra che tutta questa faccenda sia proprio una presa per il culo, dove io, con la cazzata del fatto che sono confinante, che non posso sparargli e via dicendo devo abbozzare tutto, a condizioni umanitarie degli altri per cui dovrei fare il lavoro sporco...

Ottimo, proprio una premessa ideale, basata sul rispetto di tutti... :strettamano:
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4691
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Caro Deliverance....

Messaggiodi Vieri » 09/06/2018, 8:52

deliverance1979 ha scritto:
Valentino ha scritto:Il bello caro Vieri che tu plaudi alla "proposta" di Deliverance che in "soldoni" si traduce con: ammazziamoli oggi per non ammazzarli domani.


Il bello è che una nazione è come una casa, e se tu a casa mia non sei gradito non vieni.
Te lo dico con le buone una volta, te lo dico con le buone una seconda volta.
Ma se tu fai il prepotente o fai il finto tonto e vuoi comunque entrare con tutti i mezzi ed a tutti i costi, ebbene si, io ti fermo, anche usando le maniere forti.
Sparo addosso ai migranti?
No, sparo agli scafi delle navi, oppure li riporto da dove sono venuti ed affondo la nave.

Stando a quello che dici caro Valentino, tu inneggi alla prepotenza ed alla prevaricazione.
Siccome loro sono poveri, hanno il diritto di ammassarsi a centinaia di migliaia sulle nostre coste, di conseguenza noi siamo OBBLIGATI ad ospitarli, a trovargli un lavoro ed ove qualora non ci fosse a mantenerli per tutta la vita se fosse necessario, perchè sono degli esseri umani.
Ho capito bene, questo è il senso?

Non solo, se uno propone di aiutarli a casa loro non va bene.
Se uno dice che se vengono a milioni tutti qua ci saranno problemi sia economici che di integrazione culturale sia per loro come anche per noi e per il nostro sistema, neanche questo è vero.

Non solo, in questa maniera caro Valentino ti rendi colpevole di incoraggiare gli scafisti, che con i proventi del viaggio dei migranti finanziano anche le mafie.
Quello si che è un grande passo avanti per l'umanità
Ma peggio, ti rendi colpevole di farli vigliacchi e di far si che invece di risolvere i problemi a casa loro, anche con l'aiuto dei fondi internazionali ove necessario, vengano da noi a fare cosa non si sa, viste le loro competenze da noi totalmente inutili se non per bassissima manovalanza, mentre lasciano le loro nazioni all'abbandono, prive di un miglioramento che invece potrebbe essere alla loro portata.

Allora, visto e considerato che a voi piace tanto essere cosi umanitari, perchè fate attraversare loro il deserto.
Facciamo dei ponti aerei che vanno e vengono da noi alle loro nazioni, cosi da portarli sani e salvi in Europa., dando cosi l'opportunità a tutti di poter venire qui, e non solo a quelli che si possono permettere il viaggio.

No?
Perchè no.
Solo quelli che vengono con i barconi?
E gli altri tutti stronzi?

Oppure anche li, esistono quelli di serie A che hanno soldi e possibilità per permettersi il viaggio, e quelli di serie B, che sappiamo benissimo che rimangono nello schifo in cui vivono.

Di quelli non ti interessi?

Quello che fa le disparità sociali al massimo posso essere io che ammetto che esistono differenze economiche, culturali, fisiche, mentali e che non siamo tutti uguali (anche io sono inferiore a molti ed in determinate circostanze ed ambiti verrei scartato.... uhhhh tutti nazisti brutti e cattivi, o semplice selezione naturale o per competenze? Io propendo più per la seconda).

Allora sai che è, siccome uno Stato è come una casa, che ha dei confini, ha delle regole ed ha delle leggi, io se permetti le difendo.
Sia mai che con un pò di rude forza il sistema funziona.

Ahh, altro problema, dove stanno le famose navi di solidarietà battenti bandiera tedesca, oppure francese, oppure svedese, o anche USA, che prendono i migranti dalle acque internazionali e li sbarcano sul loro suolo patrio..

Allora se permetti caro Valentino, mi sembra che tutta questa faccenda sia proprio una presa per il culo, dove io, con la cazzata del fatto che sono confinante, che non posso sparargli e via dicendo devo abbozzare tutto, a condizioni umanitarie degli altri per cui dovrei fare il lavoro sporco...

Ottimo, proprio una premessa ideale, basata sul rispetto di tutti... :strettamano:

Caro Deliverance condivido pienamente :ok: e sarebbe utile sapere da questi "falsibuonisti" cosa alla fine ne pensano......e probabilmente avranno l'idea di instaurare non il "politeismo" :ironico: della chiesa cattolica ma un solo Dio: "Allah".... :ironico:
:strettamano:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5109
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Valentino » 09/06/2018, 12:30

Vieri ha scritto:Caro Deliverance condivido pienamente :ok:


Giusto per capire: condividi che debba essere usata la violenza contro i migranti?!?!?

Vieri ha scritto:e sarebbe utile sapere da questi "falsibuonisti" cosa alla fine ne pensano


Premettendo che ovviamente non sono né un "buonista" né un "falsobuonista", quello che penso l'ho detto più volte. Serve un programma strutturato in modo che venga attuata una strategia di accoglienza che preveda formazione ed integrazione: ci sono le struttre, ci sono i soldi (europei!), si creerebbe lavoro per gli italiani, manca solo la volontà politica in quanto gli "slogan" populisti sono una ghiotta occasione per raccattare voti tra i cittadini con "paturnie" razziste.

Vieri ha scritto:e probabilmente avranno l'idea di instaurare non il "politeismo" :ironico: della chiesa cattolica ma un solo Dio: "Allah".... :ironico:


Cosa diamine c'entra la religione con il problema della gestione dei migranti?!?!? Non c'è nulla da "instaurare": l'Italia non ha una "religione di stato" e contempla costituzionalmente il principio di libertà religiosa. Questo in soldoni significa semplicemente che essendoci libertà religiosa ciascuno può professare la religione in cui si identifica (o anche nessuna) senza discriminazioni. L'Italia è già nei fatti una società multireligiosa: c'è posto per tutti siano essi bahai, avventisti, tdG, ebrei, cattolici, protestanti, ortodossi, evangelici e musulmani. Oppure secondo te si dovrebbero discriminare i cittadini di religione islamica?
Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=17403
“Se mi si riesce a convincere, provandomi che le mie idee e le mie azioni sono scorrette, sarò felice di cambiare, perché ciò che io cerco è la verità, dalla quale nessuno ha mai ricevuto danno, mentre lo riceve chi persevera nel proprio errore e nella propria ignoranza.” (Marco Aurelio)
Avatar utente
Valentino
Utente Senior
 
Messaggi: 1333
Iscritto il: 15/01/2014, 6:40

Valentino e l'undicesimo comandamento.....

Messaggiodi Vieri » 09/06/2018, 13:11

:addio:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5109
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi deliverance1979 » 09/06/2018, 13:45

Valentino ha scritto:Giusto per capire: condividi che debba essere usata la violenza contro i migranti?!?!?


Valentino, penso veramente che tu viva in un mondo tutto tuo, dove ci si adatta alla bisogna.

E la risposta amico mio è SI, si può usare la violenza ove fosse necessario....
Ricordati sempre una cosa, sei tu (migrante) che vuoi venire a tutti i costi e con tutti i modi possibili a casa mia (Nazione), non sono io che vengo in Africa, ti carico dentro una nave negriera e ti porto come schiavo in Italia.

Forse non riusciamo a capire questo piccolo passaggio.
Senza contare che i migranti che vengono qui, ne lasciano molti di più nella terra dove sono, e quelli giustamente non li aiuta nessuno.... le ONLUS non vanno giù a prenderseli? :ciuccio: :ciuccio: :ciuccio:

Quando tu parli di risorse europee, di prodigarsi e di queste vaccate qui, vedo che o fai finta di non capire, oppure non so che film stai osservando....

1 - Se i gesti umanitari di cui tu, in maniera del tutto teorica, ti riempi la bocca, vengono fatte dalle ONLUS ma sempre attraverso un lauto compenso o comunque un guadagno in denaro.... GRATIS è morto.
spesso questi guadagni provengono da progetti europei che finanziano con soldi comunitari (quindi anche i nostri) questa o quell'organizzazione, i cui conti bancari dei dirigenti sarei lieto di conoscere.... :mirror: :mirror: :mirror:

2 - Se le nazioni europee, tutte grandi porta bandiere dell'accoglienza (ma quante cazzate tocca sentire, sono veramente una cosa grottesca, mi imbarazzo per voi e per i vostri controsensi finto buonisti irrealizzabili), tenessero veramente ai migranti, manderebbero delle loro navi militari e/o navi ospedale nel mediterraneo, caricando su tali natanti battente la bandiera nazionale del loro stato, i migranti raccolti nel mediterraneo, trasportandoli poi NELLA LORO NAZIONE.....
ed è qui che casca tutto il tuo baraccone di ipocrisia caro Valentino.... dove cazzo stanno tutti questi grandi salvatori di migranti?
Mah, mistero, miracolo, nessuno li vede.
Appaltano il lavoro sporco alle ONLUS, per non sporcarsi loro le mani, le quali, vigliaccamente trasbordano i migranti dalle coste di Libia, Tunisica, forse Egitto, fino ai nostri porti e ce li scaricano a noi, mica li portano nelle loro nazioni di appartenenza.
Ricordo che nel 1912 hanno salvato i naufraghi del Titanic in pieno oceano atlantico e senza attraccare in nessun porto per ore, quindi caricare dei migranti su una nave equipaggiata di tutto punto, per poi sbarcarli dopo qualche ora nella loro nazione, è una cosa fattibile, o meglio, sbarcarli in Italia ma con un documento di identificazione già compilato sulla nave in questione che attesta che il migrante salvato è in carico di QUELLA NAZIONE....

3 - Arrivati a questo punto si raggiunge l'apice della monezza, come si direbbe a Napoli.... i migranti che ci vengono appioppati con i sistemi di cui sopra, e di cui tutti si lavano le mani, ora sono affari degli italiani. Tutti gli stati europei ipocriti, altro che solidali, sanno che questa gente qui deve essere gestita dall'Italia....
Ahh che bello tu dirai, e dove sta il problema?
Dove sta il problema?
Te lo spiego io...

Quando questa gente lascerà la patria Repubblica per la loro vacanzetta in Europa, siccome il primo paese di ingresso che li ha accolti (in maniera forzata) è quello dello Stato italiano, qualsiasi problema abbiano o compiano in una delle altre nazioni europee, se dovessero essere minorenni, criminali o non graditi, sai che fanno gli amici tuoi filantropi e generosi?
Ce li scaricano di nuovo a noi, tenendosi solo quelli bravi, gli agnellini, quelli che non danno problemi.
Sei minorenne e non so da dove vieni? Bene, impacchettato per l'Italia, che ci pensino loro a te.
Sei un criminale, o un delinquente? Benissimo, impacchettato nuovamente per l'Italia, li sei sbarcato e loro ti gestiranno.
Commetti un reato o un crimine? Da dove sei venuto? Italia? benissimo, tornatene da loro, ci penseranno poi loro a gestirti.

Ma tu pensi che le persone non si sono stufate di tutto questo?

Basta solo menzionare la buffonata dei fogli di via, ovvero di tutta quella gente che viene qui, fa quello che vuole, dovrebbe essere espulsa (su 100 migranti solo 40 avrebbero diritto di rimanere in Italia) ma non sapendo a che paese rispedirla, li si guarda, gli si da questo foglio farsa con cui dovrebbero presentarsi spontaneamente presso un porto o aeroporto per farsi espellere, ma che puntualmente utilizzano o come collezione cosi da prenderci meglio per il culo il prossimo poliziotto o carabiniere che incontrano (cosa successa e raccontatami da diversi poliziotti e carabinieri in separate circostanze), oppure che ci si puliscono il fondo schiena per poi continuare a girare bel belli e tranquilli, vivendo di cosa non si sà come, spesso di reati.

Poi se uno vuole militarizzare i confini è un nazista.
Ottimo...
Dimmi quando tu e la tua parte politica andrete al governo che cosi faccio in tempo a lasciare definitivamente questa nazione.

Poi però, quando io da cittadino commetto un errore, poi con me lo Stato è vigliacco, mi sanziona perchè con me può prendere qualcosa, mentre per questi qui, non ha ne le carceri ne un sistema per contenerli, anzi, addirittura gli mette a disposizione il nostro welfare.
E poi ti meravigli che la gente vota Lega e M5S?
Io mi meraviglio che ancora non sia andata al potere casapound.... :fronte:

Se uno propone di fare dei campi di detenzione, dove confinare chi non ha diritto di stare qui, fino ad una risoluzione definitiva di rimpatrio, e senza dare loro la possibilità di andare in giro o di fare quello che vogliono, poi la gente come te inizierebbe a blaterare cose come i lagher e vaccate del genere.
Quindi dovremmo vivere in un mondo naif dove chi si alza la mattina e per primo si comporta in maniera scorretta, viene giustificato e tollerato.
Il secondo no però, al secondo gli applichiamo severamente le regole.

Allora mi sta bene, facciamo che le regole non esistono e poi ci comportiamo di conseguenza.... ma con tutti gli annessi e connessi, non ad intermittenza, per i migranti facciamo spallucce, poi quando tocca agli italiani no, li per loro c'è la costituzione, il codice civile e quello penale, ma soprattutto delle conseguenze da pagare...

E' per questo motivo che la gente si sta svegliando e comincia a vedere il sistema dei due pesi e delle due misure...

Ahhh un ultima cosa... se pensi che il mio discorso sia da nazista, ti ricordo che i nazisti hanno fatto una guerra di aggressione, con reparti specializzati, gli Einsatzgruppen, incaricati di "ripulire" certe zone dagli ebrei e dalle persone indesiderate.

Qui la vicenda è praticamente l'opposto, e non centra nulla.
Sono loro che vengono di prepotenza da noi, molti dei quali senza neanche lo status di rifugiato, tronfi del fatto che "mica ci possono affondare", dando poi false generalità o non facendosi identificare, o facendo i finti tonti, aiutati in tutto questo dalle ONLUS (che poverine, mica lo fanno per soldi, anzi, ci rimettono anche economicamente, mangiano pane e cipolla per aiutare i migranti), da studi legali compiacenti che hanno un loro tornaconto legale, e che insegnano loro come come battere i pugni pretendendo l'applicazione di regole che per loro dovrebbero essere eseguite immediatamente, mentre per gli italiani (vedi terremotati, esodati e via dicendo) c'è tempo, e poi hanno le case, che se le vendano...

In tutto questo io vedo solo mala gestione e prepotenza, che poi sfocerà in nulla di buono, altro che accoglienza.
L'accoglienza, quando è forzata e non è sentita è sempre sbagliata, e come dice un proverbio dalle mie parti, "Una cosa fatta per forza non vale una scorza". :strettamano:

Quando i nostri migranti andavano in Belgio, in Francia, in USA, in Lussemburgo, in Svizzera, oltre che andavano letteralmente a farsi il culo con lavori che non voleva fare nessuno, non venivano parcheggiati in alberghi, case famiglia o coccolati dalle ONLUS, andavano a lavorare, e prima di partire dovevi avere un lavoro che ti aspettava, e delle maestranze da dare per compiere quei lavori.
Se questo non accadeva, te ne stavi nel tuo paese.
Non è che le persone partivano alla cazzo maniera e poi, quando stavano li vedevano cosa, come e quando poter fare qualcosa.

Spesso predico le grandi catastrofi della sinistra finto-buonista, o falso-ipocrita-moralista, e purtroppo per loro, spesso ci azzecco.
Però, se ci azzecco anche stavolta, il problema non sarà più solo a livello di partito, ma a livello nazionale.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4691
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Valentino » 10/06/2018, 12:06

deliverance1979 ha scritto:Il bello è che una nazione è come una casa, e se tu a casa mia non sei gradito non vieni.
Te lo dico con le buone una volta, te lo dico con le buone una seconda volta.
Ma se tu fai il prepotente o fai il finto tonto e vuoi comunque entrare con tutti i mezzi ed a tutti i costi, ebbene si, io ti fermo, anche usando le maniere forti.
Sparo addosso ai migranti? No, sparo agli scafi delle navi, oppure li riporto da dove sono venuti ed affondo la nave.


Affondare una nave con a bordo dei disperati (compresi donne e bambini) è inumano, criminale, razzista, moralmente abietto, eticamente mostruoso, omicida nonché....ILLEGALE.
In presenza degli "eventi Sar" non puoi "far finta di niente", devi intervenire.
Se infatti si viene a creare un "evento Sar":
"Chiunque sia in grado di intervenire ha l’obbligo giuridico di farlo e in caso contrario si configurerebbe come omissione di soccorso (secondo gli articoli 1113 e 1158 del codice della navigazione), con le eventuali aggravanti dovute a conseguenze drammatiche, in primo luogo naufragio e omicidio colposi."
https://www.unhcr.it/risorse/carta-di-r ... -chiarezza

deliverance1979 ha scritto:Stando a quello che dici caro Valentino, tu inneggi alla prepotenza ed alla prevaricazione.


Per niente Deliverance. Inneggio semplicemente all'etica, alla moralità e alla legalità. Questione morale a parte (sei arrivato a proporre di affondare i barconi, cosa francamente assurda!) a me sembra che tu e Vieri non vogliate prendere atto del fatto che siamo un paese condannato ad essere abitato sempre più da anziani e sempre meno da giovani. E questo si che è un pericolo reale: sarebbe il crack finanziario! Chi pagherebbe le pensioni? Chi supporterebbe il peso della spesa sanitaria per una popolazione fatta principalmente di anziani? Chi sosterrebbe la produzione? Oltre che un dovere morale ed etico l'accoglienza dei migranti è anche una necessità. L'immigrazione viene gestita male?!?! Verissimo! Sono il primo a dirlo! Ma non è certo affondando i barconi che risolvi il problema.

deliverance1979 ha scritto:Non solo, se uno propone di aiutarli a casa loro non va bene.


Nessuno ha detto che "non va bene". Ho solo detto che è insufficiente ed inefficace per evitare il fenomeno immigrazione.

deliverance1979 ha scritto:Se uno dice che se vengono a milioni tutti qua ci saranno problemi sia economici che di integrazione culturale sia per loro come anche per noi e per il nostro sistema, neanche questo è vero.


I problemi economici li avremo con il progressivo "invecchiamento" della nazione. Inoltre nessuno ha invocato un'immigrazione "selvaggia". Ho detto infatti che ci si deve concentrare sull'attuazione di politiche tese all'accoglienza, alla formazione ed all'integrazione. In questo siamo davvero carenti.

deliverance1979 ha scritto:Non solo, in questa maniera caro Valentino ti rendi colpevole di incoraggiare gli scafisti, che con i proventi del viaggio dei migranti finanziano anche le mafie. Quello si che è un grande passo avanti per l'umanità Ma peggio, ti rendi colpevole di farli vigliacchi e di far si che invece di risolvere i problemi a casa loro, anche con l'aiuto dei fondi internazionali ove necessario, vengano da noi a fare cosa non si sa, viste le loro competenze da noi totalmente inutili se non per bassissima manovalanza, mentre lasciano le loro nazioni all'abbandono, prive di un miglioramento che invece potrebbe essere alla loro portata.


Hai una visione molto parziale dei motivi che innescano il fenomeno dell'immigrazione. C'è gente che scappa da guerre, persecuzioni (religiose e/o politiche), malattie, epidemie, etc. etc.

deliverance1979 ha scritto:Allora, visto e considerato che a voi piace tanto essere cosi umanitari, perchè fate attraversare loro il deserto.
Facciamo dei ponti aerei che vanno e vengono da noi alle loro nazioni, cosi da portarli sani e salvi in Europa., dando cosi l'opportunità a tutti di poter venire qui, e non solo a quelli che si possono permettere il viaggio.

No?
Perchè no.
Solo quelli che vengono con i barconi?
E gli altri tutti stronzi?

Oppure anche li, esistono quelli di serie A che hanno soldi e possibilità per permettersi il viaggio, e quelli di serie B, che sappiamo benissimo che rimangono nello schifo in cui vivono.

Di quelli non ti interessi?


Visto che ci stiamo progressivamente estinguendo e che ci occorrono circa 3 milioni di migranti l'idea dei ponti aerei non la escluderei se fosse organica ad un programma di accoglienza, formazione ed integrazione ben strutturato.

deliverance1979 ha scritto:Quello che fa le disparità sociali al massimo posso essere io che ammetto che esistono differenze economiche, culturali, fisiche, mentali e che non siamo tutti uguali (anche io sono inferiore a molti ed in determinate circostanze ed ambiti verrei scartato.... uhhhh tutti nazisti brutti e cattivi, o semplice selezione naturale o per competenze? Io propendo più per la seconda). Allora sai che è, siccome uno Stato è come una casa, che ha dei confini, ha delle regole ed ha delle leggi, io se permetti le difendo.
Sia mai che con un pò di rude forza il sistema funziona.


Il punto è che una "casa" fatta di soli anziani e di coppie infeconde, resterà deserta. Allora si ricorre alle "adozioni".

deliverance1979 ha scritto:Ahh, altro problema, dove stanno le famose navi di solidarietà battenti bandiera tedesca, oppure francese, oppure svedese, o anche USA, che prendono i migranti dalle acque internazionali e li sbarcano sul loro suolo patrio..
Allora se permetti caro Valentino, mi sembra che tutta questa faccenda sia proprio una presa per il culo, dove io, con la cazzata del fatto che sono confinante, che non posso sparargli e via dicendo devo abbozzare tutto, a condizioni umanitarie degli altri per cui dovrei fare il lavoro sporco...
Ottimo, proprio una premessa ideale, basata sul rispetto di tutti.


Stai semplicemente sottolineando, se ancora ce ne fosse bisogno, quello che sto affermando da tempo. Abbiamo una classe politica inetta (destra, sinistra, centro) che fa "contare" il nostro paese in Europa meno di niente!

deliverance1979 ha scritto:Valentino, penso veramente che tu viva in un mondo tutto tuo, dove ci si adatta alla bisogna.


Penso lo stesso di te (ovvero che tu viva in un mondo tutto tuo) considerando che ti rifiuti di prendere atto della realtà dei fatti contingenti. Ci stiamo dirigendo verso una debacle demografica: un paese fatto prevalentemente di anziani e sempre meno giovani.

deliverance1979 ha scritto:E la risposta amico mio è SI, si può usare la violenza ove fosse necessario....


Non solo non è necessario, ma ricorrere alla violenza nel caso specifico è qualcosa di criminale.

deliverance1979 ha scritto:Quando tu parli di risorse europee, di prodigarsi e di queste vaccate qui, vedo che o fai finta di non capire, oppure non so che film stai osservando


Chiamale vaccate quanto vuoi. E' l'unica strada percorribile. Non lo dico io: lo dicono gli economisti ed i rilievi demografici.

deliverance1979 ha scritto:1 - Se i gesti umanitari di cui tu, in maniera del tutto teorica, ti riempi la bocca, vengono fatte dalle ONLUS ma sempre attraverso un lauto compenso o comunque un guadagno in denaro.... GRATIS è morto. spesso questi guadagni provengono da progetti europei che finanziano con soldi comunitari questa o quell'organizzazione


E difatti sostengo che è lo Stato italiano che dovrebbe farsi carico della "filiera immigrazione". Non dovrebbe demandare a terzi! Ti sarà sfuggito. Io NON FACCIO IL TIFO PER LE ONG. L'immigrazione dovrebbe essere presa in carico dallo Stato. Però sono anche pragmatico ed in mancanza di meglio cosa facciamo?!!?!? Aboliamo le ONG lasciando poi il "vuoto assoluto"?!?!? Se le ONG vanno abolite devono essere sostituite da un vero programma di accoglienza, formazione ed integrazione.

deliverance1979 ha scritto:2 - Se le nazioni europee, grandi porta bandiere dell'accoglienza (ma quante cazzate tocca sentire, sono veramente una cosa grottesca, mi imbarazzo per voi e per i vostri controsensi), tenessero veramente ai migranti, manderebbero navi militari e navi ospedale nel mediterraneo, caricando su di loro i migranti, dandogli una prima accoglienza sulla nave e trasportandoli NELLA LORO NAZIONE..... ed è qui che casca tutto il tuo baraccone di ipocrisia caro Valentino.... dove cazzo stanno questi qui?
Mah, mistero, miracolo, nessuno li vede.
Appaltano il lavoro sporco alle ONLUS che vigliaccamente trasbordano i migranti dalle coste di Libia, Tunisica, forse Egitto, fino ai nostri porti e ce li scaricano a noi.


Mi sono perso qualcosa. Chi diamine ha affermato che le "nazioni europee" sono "porta bandiere dell'accoglienza"?!?!? Di certo non l'ho affermato io! E allora torniamo al problema che ho più volte sottolineato: la mancanza di una classe dirigente che sappia affrontare l'immigrazione nel modo giusto e che non sa "alzare la voce" in Europa.

deliverance1979 ha scritto:3 - Arrivati a questo punto si raggiunge l'apice della monezza, come si direbbe a Napoli.... i migranti che ci vengono appioppati con i sistemi di cui sopra, e di cui tutti si lavano le mani, ora sono affari degli italiani. Tutti gli stati europei ipocriti, altro che solidali, sanno che questa gente qui deve essere gestita dall'Italia....
Ahh che bello tu dirai, e dove sta il problema?
Dove sta il problema?
Te lo spiego io...


Non dico nulla di diverso. Ma di nuovo: il problema che rilevo è che la politica italiana non è capace di "alzare la voce" in Europa. Dunque da capo: il problema non sono i migranti (che ben gestiti sarebbero anche una risorsa) ma l'incapacità della nostra classe politica.

deliverance1979 ha scritto:Poi se uno vuole militarizzare i confini è un nazista.


Proporre di sparare sui migranti, proporre di sparare su donne e bambini, significa proporre di attuare crimini contro l'umanità...roba da nazisti appunto!

deliverance1979 ha scritto:Ottimo...Dimmi quando tu e la tua parte politica andrete al governo che cosi faccio in tempo a lasciare definitivamente questa nazione.


La mia cosa Deliverance?!?!? Io non voto che sarà più di 20 anni. Non rappresento e non sostengo nessuna "parte politica". Non mi sento rappresentato da nessuna "parte politica" e trovo che l'intera compagine politica italiana sia scandalosamente cialtrona. Ormai la funzione della politica è eminentemente "burocratica". La politica italiana in genrale non ha mai attratto particolarmente il mio interesse e l'unico politico italiano che mi abbia mai davvero "incuriosito" è Giorgio La Pira. Ma è stata solo una mia curiosità "storica".
Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=17403
“Se mi si riesce a convincere, provandomi che le mie idee e le mie azioni sono scorrette, sarò felice di cambiare, perché ciò che io cerco è la verità, dalla quale nessuno ha mai ricevuto danno, mentre lo riceve chi persevera nel proprio errore e nella propria ignoranza.” (Marco Aurelio)
Avatar utente
Valentino
Utente Senior
 
Messaggi: 1333
Iscritto il: 15/01/2014, 6:40

Messaggiodi VictorVonDoom » 10/06/2018, 12:32

Valentino ha scritto:
deliverance1979 ha scritto:Il bello è che una nazione è come una casa, e se tu a casa mia non sei gradito non vieni.
Te lo dico con le buone una volta, te lo dico con le buone una seconda volta.
Ma se tu fai il prepotente o fai il finto tonto e vuoi comunque entrare con tutti i mezzi ed a tutti i costi, ebbene si, io ti fermo, anche usando le maniere forti.
Sparo addosso ai migranti? No, sparo agli scafi delle navi, oppure li riporto da dove sono venuti ed affondo la nave.


Affondare una nave con a bordo dei disperati (compresi donne e bambini) è inumano, criminale, razzista, moralmente abietto, eticamente mostruoso, omicida nonché....ILLEGALE.
In presenza degli "eventi Sar" non puoi "far finta di niente", devi intervenire.
Se infatti si viene a creare un "evento Sar":
"Chiunque sia in grado di intervenire ha l’obbligo giuridico di farlo e in caso contrario si configurerebbe come omissione di soccorso (secondo gli articoli 1113 e 1158 del codice della navigazione), con le eventuali aggravanti dovute a conseguenze drammatiche, in primo luogo naufragio e omicidio colposi."
https://www.unhcr.it/risorse/carta-di-r ... -chiarezza


Ed è grazie a questo che gli scafisti ammassano centinaia di disperati su un gommone che può fare si e no qualche miglio e vengono scaricati da noi questi poveracci. E purtroppo penso che il problema si risolverà da se, quando qualche pazzo andrà al potere ed inizierà ad affondare barconi, altro che quel pusillanime di Salvini.
Allora, dobbiamo distinguere le cose: se stiamo parlando di "rifugiati" è un conto. Ma se stiamo parlando di "semplici poveri", per quanto possa sembrare brutto, non abbiamo alcun dovere, se non quello morale, di prendercene carico. LO DICO PERCHE' E' ALTAMENTE IPOCRITA FARCI CARICO SOLO DI QUELLI CHE RIESCONO A PERMETTERSI IN VIAGGIO ED IGNORARE TUTTI GLI ALTRI CHE RIMANGONO LI A MORIRE DI FAME, IN AFRICA COME NEL RESTO DEL MONDO. Allora andiamoceli a prendere tutti direttamente li e portiamoli qui. che non è giusto fare differenza tra poveri.
Sul fatto che un immigrato è una risorsa SE formato ed integrato... Ma scusa, UN IMMIGRATO E' UNA RISORSA SE E' GIA' FORMATO E PUO' INTEGRARSI FACILMENTE. Diversamente è una scommessa, chi te lo garantisce che una volta formato resterà in Italia a "pagarci la pensione" e non emigrerà in un altro paese? Ma io posso emigrare dove voglio e dire "sarò una risorsa SE mi formate?" Onestamente, quanto tempo ci vuole per "formare" ed "integrare" un emigrato da un paese arretrato (non per colpa sua, intendiamoci, non sto facendo questo discorso), con lingua e cultura così diversa dalla nostra... già adulto... quanto tempo ci vorrà e sarà mai possibile? Quanti soldi ci vogliono? Sarà davvero ripagato un tale "investimento"? Dai su! Ma davvero siamo a questo?
Ragazzi, le favole sono belle (però ho già dato sotto questo aspetto), la realtà è un'altra cosa. Può essere brutta, cinica, ma è la realtà con cui dobbiamo fare i conti.
Questo quando sento parlare di "risorse". Poi su tutto il resto della bontà d'animo e dell'accoglienza e di quanto dobbiamo fare, solo noi, i buoni samaritani del mondo ne possiamo parlare. Basta che non ci prendiamo in giro raccontandoci la storia delle risorse, per favore!
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 1205
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Messaggiodi Paxuxu » 10/06/2018, 12:43

Avete notato come sono aumentate le razze di squali nel Mediterraneo da un paio d'anni a questa parte?

Paxuxu
Avatar utente
Paxuxu
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3928
Iscritto il: 17/07/2009, 11:40

Messaggiodi Valentino » 10/06/2018, 13:34

VictorVonDoom ha scritto:Ed è grazie a questo che gli scafisti ammassano centinaia di disperati su un gommone che può fare si e no qualche miglio e vengono scaricati da noi questi poveracci. E purtroppo penso che il problema si risolverà da se, quando qualche pazzo andrà al potere ed inizierà ad affondare barconi, altro che quel pusillanime di Salvini.


Quindi aboliamo le giuste leggi del "Search & Rescue" perché ci sono gli scafisti che "ci marciano"?!?!?!

VictorVonDoom ha scritto:Allora, dobbiamo distinguere le cose: se stiamo parlando di "rifugiati" è un conto. Ma se stiamo parlando di "semplici poveri", per quanto possa sembrare brutto, non abbiamo alcun dovere, se non quello morale, di prendercene carico. LO DICO PERCHE' E' ALTAMENTE IPOCRITA FARCI CARICO SOLO DI QUELLI CHE RIESCONO A PERMETTERSI IN VIAGGIO ED IGNORARE TUTTI GLI ALTRI CHE RIMANGONO LI A MORIRE DI FAME, IN AFRICA COME NEL RESTO DEL MONDO. Allora andiamoceli a prendere tutti direttamente li e portiamoli qui. che non è giusto fare differenza tra poveri.


C'è una contraddizione intrinseca nel tuo "ragionamento"! Con la stessa retorica potrei chiederti perché fai questi distinguo tra riugiati e semplice poveri "che non è giusto fare differenze tra poveri e rifugiati"! Il tuo è un bel discorso teorico, che però manca di pragmatismo. Secondo te poiché ci sono delle persone che "rimangono li a morire di fame"...meglio far morire di fame TUTTI anche quelli che non riescono a scappare! Non c'è nessuna logica in questo. Almeno hai riconosciuto che abbiamo un "dovere morale" di farcene carico!
E meno male!

VictorVonDoom ha scritto:Sul fatto che un immigrato è una risorsa SE formato ed integrato... Ma scusa, UN IMMIGRATO E' UNA RISORSA SE E' GIA' FORMATO E PUO' INTEGRARSI FACILMENTE.


E quanti ne trovi "già formati"?!?!? Qual'è il tasso di alfabetizzazione nei luoghi d'origine? Accoglierli e FORMARLI qui in Italia avrebbe ricadute positive sull'occupazione degli autoctoni: insegnanti, medici, magistrati, etc.

VictorVonDoom ha scritto:Diversamente è una scommessa, chi te lo garantisce che una volta formato resterà in Italia a "pagarci la pensione" e non emigrerà in un altro paese?


Esistono quelle cose chiamate "contratti": io ti formo gratis, e tu ti impegni a lavorare in Italia per un certo periodo...o per sempre se lo desideri.

VictorVonDoom ha scritto:Ma io posso emigrare dove voglio e dire "sarò una risorsa SE mi formate?" Onestamente, quanto tempo ci vuole per "formare" ed "integrare" un emigrato da un paese arretrato (non per colpa sua, intendiamoci, non sto facendo questo discorso), con lingua e cultura così diversa dalla nostra... già adulto... quanto tempo ci vorrà e sarà mai possibile? Quanti soldi ci vogliono? Sarà davvero ripagato un tale "investimento"? Dai su! Ma davvero siamo a questo?


Che vuol dire "già adulto"?!?!? Conosci l'età media dei migranti?

VictorVonDoom ha scritto:Ragazzi, le favole sono belle (però ho già dato sotto questo aspetto), la realtà è un'altra cosa. Può essere brutta, cinica, ma è la realtà con cui dobbiamo fare i conti.


Dobbiamo fare i conti col fatto che ci troviamo prossimi ad una debacle demografica. Questo ce l'ho dimentichiamo spesso e volentieri.

VictorVonDoom ha scritto:Questo quando sento parlare di "risorse". Poi su tutto il resto della bontà d'animo e dell'accoglienza e di quanto dobbiamo fare, solo noi, i buoni samaritani del mondo ne possiamo parlare. Basta che non ci prendiamo in giro raccontandoci la storia delle risorse, per favore!


Non dobbiamo farcene carico solo noi ovviamente. Ma se in Europa non contiamo nulla...
Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=17403
“Se mi si riesce a convincere, provandomi che le mie idee e le mie azioni sono scorrette, sarò felice di cambiare, perché ciò che io cerco è la verità, dalla quale nessuno ha mai ricevuto danno, mentre lo riceve chi persevera nel proprio errore e nella propria ignoranza.” (Marco Aurelio)
Avatar utente
Valentino
Utente Senior
 
Messaggi: 1333
Iscritto il: 15/01/2014, 6:40

Victor ed i piedi per terra.....

Messaggiodi Vieri » 10/06/2018, 14:31

:abbr:
VictorVonDoom ha scritto:
Valentino ha scritto:
deliverance1979 ha scritto:Il bello è che una nazione è come una casa, e se tu a casa mia non sei gradito non vieni.
Te lo dico con le buone una volta, te lo dico con le buone una seconda volta.
Ma se tu fai il prepotente o fai il finto tonto e vuoi comunque entrare con tutti i mezzi ed a tutti i costi, ebbene si, io ti fermo, anche usando le maniere forti.
Sparo addosso ai migranti? No, sparo agli scafi delle navi, oppure li riporto da dove sono venuti ed affondo la nave.


Affondare una nave con a bordo dei disperati (compresi donne e bambini) è inumano, criminale, razzista, moralmente abietto, eticamente mostruoso, omicida nonché....ILLEGALE.
In presenza degli "eventi Sar" non puoi "far finta di niente", devi intervenire.
Se infatti si viene a creare un "evento Sar":
"Chiunque sia in grado di intervenire ha l’obbligo giuridico di farlo e in caso contrario si configurerebbe come omissione di soccorso (secondo gli articoli 1113 e 1158 del codice della navigazione), con le eventuali aggravanti dovute a conseguenze drammatiche, in primo luogo naufragio e omicidio colposi."
https://www.unhcr.it/risorse/carta-di-r ... -chiarezza


Ed è grazie a questo che gli scafisti ammassano centinaia di disperati su un gommone che può fare si e no qualche miglio e vengono scaricati da noi questi poveracci. E purtroppo penso che il problema si risolverà da se, quando qualche pazzo andrà al potere ed inizierà ad affondare barconi, altro che quel pusillanime di Salvini.
Allora, dobbiamo distinguere le cose: se stiamo parlando di "rifugiati" è un conto. Ma se stiamo parlando di "semplici poveri", per quanto possa sembrare brutto, non abbiamo alcun dovere, se non quello morale, di prendercene carico. LO DICO PERCHE' E' ALTAMENTE IPOCRITA FARCI CARICO SOLO DI QUELLI CHE RIESCONO A PERMETTERSI IN VIAGGIO ED IGNORARE TUTTI GLI ALTRI CHE RIMANGONO LI A MORIRE DI FAME, IN AFRICA COME NEL RESTO DEL MONDO. Allora andiamoceli a prendere tutti direttamente li e portiamoli qui. che non è giusto fare differenza tra poveri.
Sul fatto che un immigrato è una risorsa SE formato ed integrato... Ma scusa, UN IMMIGRATO E' UNA RISORSA SE E' GIA' FORMATO E PUO' INTEGRARSI FACILMENTE. Diversamente è una scommessa, chi te lo garantisce che una volta formato resterà in Italia a "pagarci la pensione" e non emigrerà in un altro paese? Ma io posso emigrare dove voglio e dire "sarò una risorsa SE mi formate?" Onestamente, quanto tempo ci vuole per "formare" ed "integrare" un emigrato da un paese arretrato (non per colpa sua, intendiamoci, non sto facendo questo discorso), con lingua e cultura così diversa dalla nostra... già adulto... quanto tempo ci vorrà e sarà mai possibile? Quanti soldi ci vogliono? Sarà davvero ripagato un tale "investimento"? Dai su! Ma davvero siamo a questo?
Ragazzi, le favole sono belle (però ho già dato sotto questo aspetto), la realtà è un'altra cosa. Può essere brutta, cinica, ma è la realtà con cui dobbiamo fare i conti.
Questo quando sento parlare di "risorse". Poi su tutto il resto della bontà d'animo e dell'accoglienza e di quanto dobbiamo fare, solo noi, i buoni samaritani del mondo ne possiamo parlare. Basta che non ci prendiamo in giro raccontandoci la storia delle risorse, per favore!

:ok: Condivido anche con te questa analisi realistica e con i piedi per terra contro chi per "ragioni "buoniste " e "falsamente umanitarie","dimenticandosi" :boh: di conoscere gli 800 milioni di persone che ci sono oggi nel mondo che per problemi di guerre, malattie, sottosviluppo, sfruttamento, ecc sono in condizioni di necessità :risata: :risata: :risata: foraggiando scafisti, ONG, criminali e terroristi ...vorrebbe "bontà sua" rendere l'Italia dopo 3000 anni di storia e che è sempre stata una esportatrice di civiltà, nel giro di pochi anni una propaggine africana con una vera e propria sostituzione etnica e religiosa. :appl:

Aiutarli a casa loro a dare la zappa, il trattore, il pozzo e non il sacco di riso......non va bene, non serve è uno "slogan", "una baggianata"....? :appl:
Lo stesso Confucio diceva:
Se vedi un affamato non dargli del riso: insegnagli a coltivarlo (Confucio)

Ma lo sa questo "signore" che, ormai da decenni, l'organizzazione mondiale della sanità e molte organizzazioni governative e non ( come la fondazione di Bill Gates) hanno salvato e dato condizioni di vita notevoli e tali da ridurre notevolmente il livello della fame nel mondo ? Nessuno ha la bacchetta magica ma sono anni che la FAO e migliaia di volontari lavorano a questo scopo.
La fame nel mondo scende sotto gli 800 milioni di persone. La completa eradicazione è il prossimo obiettivo
72 paesi hanno raggiunto l'Obiettivo di Sviluppo del Millennio di dimezzare la proporzione delle persone cronicamente sottoalimentate
http://www.fao.org/news/story/it/item/288348/icode/

Valentino in merito scrive:
Nessuno ha detto che "non va bene". Ho solo detto che è insufficiente ed inefficace per evitare il fenomeno immigrazione.

ma dopo....
Ecco la dimostrazione che non hai capito nulla di ciò che si è tentato di spiegarti! Ma chi si è mai sognato di dire che "le missioni, Save the Children, Action Aid, e tante altre organizzazioni umanitarie" vanno a massacrare la gente?!?!? Chi lo ha mai detto?!?!
Giacché mi parli di queste organizzazioni: nessuno nega il loro sforzo umanitario. Semmai questo ci testimonia che lo slogan "aiutiamoli a casa loro" è una baggianata, perché: 1) Laddove possibile (e devi sapere che non è possibile ovunque) li stiamo già aiutando a "casa loro" e 2) questi aiuti sono evidentemente insufficienti a fermare i flussi migratori. Dunque lo slogan "aiutiamoli a casa loro" è solo uno specchietto per le allodole. Certamente meritoria le opere di queste organizzazioni ma bisogna prendere atto del fatto che il loro contributo non è risolutivo. Quello che ti rifiuti di comprendere è che NON C'E' MODO DI FERMARE I FLUSSI MIGRATORI. Le scelte sono due: o una scelta pacifica che si basa su accoglienza, formazione ed integrazione...o una scelta (Dio non voglia mai) violenta. Te lo ha spiegato lo stesso Victor. E lo sa anche Deliverance che scrive una cosa terribile:


Valentino a sua volta e come al solito non ha capito un bel nulla facendo la solita polemicuccia da bar Sport.
Nessuno vuole mandare la "cannoniere" ad ammazzare questa gente.....ma se ovviamente la situazione alla fine divenisse ASSOLUTAMENTE INCONTROLLATA E INGESTIBILE CON GRAVISSIMI PROBLEMI I CONVIVENZA CIVILE PER MANCANZA DI RISORSE (EFFETTO CAVALLETTA, tanto per intenderci) SICURAMENTE queste persone verrebbero rimandate indietro sulle spiagge da dove sono partiti.
Valentino si rende conto che 10 o 20 milioni di profughi su 800 milioni sarebbero alla fine poca cosa ma che in Italia su 60 milioni di abitanti con già l'8 % di stranieri ( dei quali vedo pochi ingegneri e tecnici ma molti "ambulanti" o altre professioni più o meno lecite...) distruggerebbe lo stato sociale di una nazione con gravissimi problemi di ordine pubblico e di convivenza per una moltitudine che non conoscerebbe la lingua, le leggi, con poca o senza istruzione, senza casa e senza un lavoro ?......

Del resto non ci vuole molto a capire che se con accordi bilaterali con le buone o le cattive con la Libia queste persone che vengono prelevate su un gommone sgonfio a poche miglia dalla Libia e SUBITO riportate indietro.... dopo appena pochi respingimenti gli altri non partirebbero più né dalla Libia né da altri paesi.

Nessuno sarebbe alla fine così fesso da fare un viaggio lungo e pericoloso, spendere dei soldi, rischiare la vita su un gommone sgonfio e con un motore da 50 CV per poi essere riportato sulla stessa spiaggia dopo aver speso tutti i soldi agli scafisti.
Quindi, niente cannoniere, niente ammazzamenti ma riportare indietro semplicemente le persone nei loro porti di partenza.
Ovviamente per ragioni umanitarie NON l'ITALIA ma l'ONU dovrebbe formare dei campi di accoglienza e rimpatrio dando la possibilità IN LOCO di selezionare tutti quelli che fossero VERAMENTE nelle condizioni di necessità e riportate ed ACCOLTE in Italia o altri paesi Europei ma su un TRAGHETTO CIVILE.......
Dulcis in fundo da "fantascienza.....e sempre Valentino...

E quanti ne trovi "già formati"?!?!? Qual'è il tasso di alfabetizzazione nei luoghi d'origine? Accoglierli e FORMARLI qui in Italia avrebbe ricadute positive sull'occupazione degli autoctoni: insegnanti, medici, magistrati, etc.

:risata: :risata: :risata:
Io no so se vive in Italia i su un altro pianeta....con l'11% di disoccupazione 55.000 laureati e diplomati italiani che emigrano in Europa e nel mondo, 2.300 miliardi di debito pubblico, una scuola che sempre ai livelli più bassi europei con strutture fatiscenti, e tu mi parli di spendere altri soldi (forse decine di miliardi ) in personale per "integrare (queste persone che sono già ad una età dove ormai non puoi insegnare loro niente se non raccogliere pomodori .....) Siamo onestamente ai limiti galattici dell'assurdo.....quando i nostri medici, ingegneri e tecnici emigrano.... :risata: :risata: Io perdonami ma non vedo "risorse" ma solo SPESE".....

Una ultima analisi leggendo quanto mi fa rabbrividire.....
Valentino scrive, quasi vantandosi...
La mia cosa Deliverance?!?!? Io non voto che sarà più di 20 anni. Non rappresento e non sostengo nessuna "parte politica". Non mi sento rappresentato da nessuna "parte politica" e trovo che l'intera compagine politica italiana sia scandalosamente cialtrona. Ormai la funzione della politica è eminentemente "burocratica". La politica italiana in genrale non ha mai attratto particolarmente il mio interesse e l'unico politico italiano che mi abbia mai davvero "incuriosito" è Giorgio La Pira. Ma è stata solo una mia curiosità "storica".

Io dico solo a questo punto che il detto "armiamoci e partite" calza a pennello su chi critica critica, espone giudizi sprezzanti sugli altri e formula idee politicamente insussistenti e fantasiose e poi,...poi....dice che da 20 anni non vota... :boh: :piange: :piange:

.....ma allora se tutto questo stato di cose non votando gli fa schifo, o stia zitto o emigri o si dia da fare anche lui per cambiare le cose.


Il voto è un diritto ma anche un dovere civico e chi non vota per me è un "qualunquista"......
Anche i tdG non votano ma almeno loro hanno il buon senso di non esprimersi politicamente...... :ironico:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5109
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Valentino » 10/06/2018, 15:39

Vieri ha scritto:Condivido anche con te questa analisi realistica e con i piedi per terra contro chi per "ragioni "buoniste " e "falsamente umanitarie"


Ma quali "ragioni buoniste" e/o "falsamente umanitarie"???! Se fai affermazioni del genere non hai i piedi per terra! Vuoi negare che "gli eventi Sar" non costituiscono un'emergenza umanitaria???!?! Stai negando l'evidenza! Queste vere e proprie emergenze umanitarie ci espongono a responsabilità morali ed etiche: non c'entra nulla il "buonismo" si tratta di imperativi etici. Ma parlare di etica e di morale con chi propone di "affondare i barconi" è tempo perso secondo me.
Questione morale a parte c'è anche il problema della nostra condizione demografica.

Vieri ha scritto:"dimenticandosi" :boh: di conoscere gli 800 milioni di persone che ci sono oggi nel mondo che per problemi di guerre, malattie, sottosviluppo, sfruttamento, ecc sono in condizioni di necessità


Difatti sto dicendo proprio il contrario: NON POSSIAMO RESTARE IMPASSIBILI VERSO QUESTE PERSONE IN STATO DI NECESSITA'!

Vieri ha scritto:foraggiando scafisti


E chi è che foraggia gli scafisti?!?!? Certamente non è la Guardia costiera italiana a foraggiarla. La Guardia costiera italiana NON foraggia gli scafisti si limita doverosamente ad applicare la legge. Non è che si può abolire la giusta legge del "Search and rescue" perché "esistono gli scafisti". Sarebbe un'assurdità!

Vieri ha scritto:ONG


Senza ONG sarebbe anche peggio!

Vieri ha scritto:criminali e terroristi


Vieri come al solito ti metti a sciorinare i tuoi soliti pregiudizi!!! Come se i migranti fossero tutti "criminali e terroristi". Si tratta delle tue solite generalizzazioni basate sul pregiudizio. Tu fai l'equazione migrante=criminale, oppure migrante=terrorista, e non è così!

Vieri ha scritto:vorrebbe "bontà sua" rendere l'Italia dopo 3000 anni di storia e che è sempre stata una esportatrice di civiltà, nel giro di pochi anni una propaggine africana con una vera e propria sostituzione etnica e religiosa.


Quindi quando ogni tanto ti metti a parlare di "sostenibilità" lo fai semplicemente come "artificio retorico". Ciò che ti preoccupa, come già osservato in precedenza, è che l'Italia dovrebbe essere secondo te "bianca e cattolica"?!?!? Cosa mi vieni a raccontare con questa storia della "sostituzione etnica e religiosa"?!?!?! L'Italia dovrebbe essere abitata da una sola etnia?!? In Italia si dovrebbe professare solo una religione??!!? L'Italia è già, nei fatti, un paese multietnico e multireligioso. In Italia vige LA LIBERTA' DI CULTO. Vorresti abolirla?!?! Vorresti una "religione di Stato"?!?!? La costituzione italiana condanna, tra le varie discriminazioni, anche la discriminazione religiosa. Ognuno deve essere libero di professare la propria religione e di costruire i propri luoghi di culto. Secondo te dovrebbero vietare ai cittadini italiani di religione musulmana la costruzione di luoghi di culto?!?!?

Vieri ha scritto:Aiutarli a casa loro a dare la zappa, il trattore, il pozzo e non il sacco di riso......non va bene, non serve è uno "slogan", "una baggianata"....?


Lo slogan è certamente una baggianata perché viene usata a fini politici e non racconta tutta la realtà dei fatti. Aiutarli a casa loro è cosa buona e giusta (mai detto il contrario!) e, notiziona(!), sappi che già lo si sta facendo....solo che non è sufficiente a fermare i flussi migratori! Senza contare il fatto che non tutti sono "aiutabili a casa loro". Valli ad aiutare nei territori di guerra o sotto una dittatura militare...come cappero fai?!?!?!

Vieri ha scritto:Ma lo sa questo "signore" che, ormai da decenni, l'organizzazione mondiale della sanità e molte organizzazioni governative e non ( come la fondazione di Bill Gates) hanno salvato e dato condizioni di vita notevoli e tali da ridurre notevolmente il livello della fame nel mondo ?


Ne sono felice! Ma i migranti ci sono ancora. E' evidente che non è sufficiente "aiutarli a casa loro". Aiutarli a casa loro non esclude ANCHE l'accoglienza. Vanno fatte entrambe le cose.

Vieri ha scritto:Nessuno ha la bacchetta magica ma sono anni che la FAO e migliaia di volontari lavorano a questo scopo.


Ah ecco SONO ANNI!!! ED E' PROPRIO PER QUESTO CHE E' EVIDENTE CHE QUESTO TIPO DI INTERVENTI NON SONO LA SOLUZIONE DEI FLUSSI MIGRATORI!

Vieri ha scritto:La fame nel mondo scende sotto gli 800 milioni di persone. La completa eradicazione è il prossimo obiettivo
72 paesi hanno raggiunto l'Obiettivo di Sviluppo del Millennio di dimezzare la proporzione delle persone cronicamente sottoalimentate
http://www.fao.org/news/story/it/item/288348/icode/


Quindi? Pensi che se si raggiunge l'obiettivo non ci saranno più migranti?!?! :ironico: Ed io sarei quello che non ha i piedi per terra?!?!?! :risata:

Vieri ha scritto:Valentino a sua volta e come al solito non ha capito un bel nulla facendo la solita polemicuccia da bar Sport.
Nessuno vuole mandare la "cannoniere" ad ammazzare questa gente


E' stato detto proprio questo. Ovvero è stato detto di affondare i barconi.

Vieri ha scritto:Valentino si rende conto che 10 o 20 milioni di profughi


Vieri ti rendi conto che stai facendo il processo alle intenzion?!?! Tu parli a fantasia! Produci dei dati invece: ovvero vatti a leggere EFFETTIVAMENTE ogni anno quanti ne sbarcano! Siamo nell'ordine delle centinaia di migliaia non dei milioni, con un "trend", tra l'altro, in discesa.

Vieri ha scritto:su 800 milioni sarebbero alla fine poca cosa ma che in Italia su 60 milioni di abitanti con già l'8 % di stranieri ( dei quali vedo pochi ingegneri e tecnici ma molti "ambulanti" o altre professioni più o meno lecite...) distruggerebbe lo stato sociale di una nazione con gravissimi problemi di ordine pubblico e di convivenza per una moltitudine che non conoscerebbe la lingua, le leggi, con poca o senza istruzione, senza casa e senza un lavoro ?


Vieri tu nemmeno leggi quello che scrivo. Gli economisti ed i demografi spiegano che ci occorrono 3 milioni di migranti per non trasformare l'Italia in un enorme "centro per anziani". Tre milioni. Mica ho detto che un intero continente si deve trasferire in Italia?!?!?!

Vieri ha scritto:Del resto non ci vuole molto a capire che se con accordi bilaterali con le buone o le cattive con la Libia queste persone che vengono prelevate su un gommone sgonfio a poche miglia dalla Libia e SUBITO riportate indietro.... dopo appena pochi respingimenti gli altri non partirebbero più né dalla Libia né da altri paesi.

Nessuno sarebbe alla fine così fesso da fare un viaggio lungo e pericoloso, spendere dei soldi, rischiare la vita su un gommone sgonfio e con un motore da 50 CV per poi essere riportato sulla stessa spiaggia dopo aver speso tutti i soldi agli scafisti.
Quindi, niente cannoniere, niente ammazzamenti ma riportare indietro semplicemente le persone nei loro porti di partenza.


Si certo certo. Metti tutto nelle mani dei libici...e niente ammazzamenti! :risata: Hai solo dato la "delega" a chi deve "premere il grilletto".

Vieri ha scritto:Una ultima analisi leggendo quanto mi fa rabbrividire.....
Valentino scrive, quasi vantandosi


Dovresti "rabbrividire" solo dei tuoi pregiudizi secondo me! Ma "quasi vantandosi" cosa?!?!? Come ti permetti?!?!!? "Quasi vantandosi" te lo sogni la notte alle 4:27 dopo che hai mangiato i peperoni!!! Io non mi sono vantato di nulla, capisci?!?!?

Vieri ha scritto:Io dico solo a questo punto che il detto "armiamoci e partite" calza a pennello su chi critica critica, espone giudizi sprezzanti sugli altri e formula idee politicamente insussistenti e fantasiose e poi,...poi....dice che da 20 anni non vota... :boh: :piange: :piange:

.....ma allora se tutto questo stato di cose non votando gli fa schifo, o stia zitto o emigri o si dia da fare anche lui per cambiare le cose.


Hai un concetto assai personale di democrazia! In primo luogo "stia zitto" tu non me lo dici, perché io non sono succube di nessuno tantomeno di te e certamente non sto ai tuoi "ordini". Io parlo quanto mi pare perché sono un libero cittadino di questa Repubblica e fino a prova contraria ho la libertà di esprimere il mio pensiero. In secondo luogo non sapendo nulla di me non sai cosa faccio per dare il mio contributo alla società.

Vieri ha scritto:Il voto è un diritto ma anche un dovere civico e chi non vota per me è un "qualunquista"


Ma votare non è un obbligo ed io non sono un "qualunquista". Io non voto perché non c'è nessuna organizzazione politica che secondo me meriti la mia fiducia ma soprattutto perché sono consapevole che il mio voto è un'attività inutile. Non voto anche perché sono una persona responsabile e farei violenza alla mia etica e alla mia moralità se favorissi una qualsiasi formazione politica di cui non condivido idee e prassi. Occasioni ludiche a parte (che nella vita di un uomo pure sono importanti) le "attività inutili" non attraggono la mia intenzione e, tra queste c'è il votare.

Vieri ha scritto:Anche i tdG non votano ma almeno loro hanno il buon senso di non esprimersi politicamente


Il fatto che non vada a votare non significa che io non possa esprimermi politicamente.
Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=17403
“Se mi si riesce a convincere, provandomi che le mie idee e le mie azioni sono scorrette, sarò felice di cambiare, perché ciò che io cerco è la verità, dalla quale nessuno ha mai ricevuto danno, mentre lo riceve chi persevera nel proprio errore e nella propria ignoranza.” (Marco Aurelio)
Avatar utente
Valentino
Utente Senior
 
Messaggi: 1333
Iscritto il: 15/01/2014, 6:40

Messaggiodi Valentino » 10/06/2018, 16:12

Vieri ha scritto:Il voto è un diritto ma anche un dovere civico e chi non vota per me è un "qualunquista"




:risata: :risata: :risata: :risata: :risata: :risata:
Presentazione: viewtopic.php?f=7&t=17403
“Se mi si riesce a convincere, provandomi che le mie idee e le mie azioni sono scorrette, sarò felice di cambiare, perché ciò che io cerco è la verità, dalla quale nessuno ha mai ricevuto danno, mentre lo riceve chi persevera nel proprio errore e nella propria ignoranza.” (Marco Aurelio)
Avatar utente
Valentino
Utente Senior
 
Messaggi: 1333
Iscritto il: 15/01/2014, 6:40

Messaggiodi deliverance1979 » 10/06/2018, 16:32

Valentino ha scritto:Chiunque sia in grado di intervenire ha l’obbligo giuridico di farlo e in caso contrario si configurerebbe come omissione di soccorso (secondo gli articoli 1113 e 1158 del codice della navigazione), con le eventuali aggravanti dovute a conseguenze drammatiche, in primo luogo naufragio e omicidio colposi."


Si, benissimo, soccorrerli in mare, ma poi se ne fa carico la nave ONLUS che li ha soccorsi.
Anche perchè, si dice che debbano portarli al porto più vicino, che spesso è Malta che impedisce loro di attraccare.
Li l'ONU e quel baraccone inutile che rappresenta, con tutti que burocrati insignificanti che vorrebbero risolvere le grandi problematiche del mondo con alzate di mano e migliaia di carte di risoluzioni buone solo per pulircisi il fondoschiena, dove sono?
Che potere hanno?

Le risoluzioni ONU hanno valenza solo ed esclusivamente quando per interessi supremi della Russia, della Cina o degli USA-NATO, vengono fatti rispettare attraverso la forza bruta militare o coercizioni economiche da parte di queste nazioni qui.
Altrimenti, neanche nel cesso possono essere buttate perchè intasano gli scarichi.

Secondariamente, se io voglio, non ti faccio superare i miei confini nazionali, non me ne frega niente chi c'è sui barconi.

La stessa cosa vale per quanto riguarda i confini terrestri, dove Francia, Austria o chi per loro ci piazzano polizia ed esercito e militarizzano i confini.
Se non devi passare non passi.

Torno a ripeterti che sono loro che vengono qui da noi e non siamo noi che li carichiamo su tradotte militari per trasportarli da un punto A ad un punto B.

Andiamo oltre, il fatto dei famosi rifugiati politici.
Sappiamo benissimo di come su 100 migranti che sbarcano, si e no 40 hanno diritto di rimanere, gli altri 60 sono economici e non hanno diritti, se non attraverso canali legali di immigrazione, ripeto, LEGALI.
Capisco che in Africa certi concetti sono un pò duri da essere capiti, e fortuna che l'homo sapiens è comparso nell'Africa orientale, immaginiamo se fosse comparso altrove come stavano messi.

Per questo motivo, può anche starmi bene il tuo concetto di salvarli e farli venire, ma, a patto che non appena sbarcati vengano messi dentro un enorme campo accoglienza dove fino a che non si identificano uno ad uno, dove non si screma chi ha il diritto di rimanere perchè rifugiato politico o di venire espulso perchè non ha le carte in regola per rimanere, nessuno esce.
Qui riceveranno vitto, alloggio e cure mediche di base.
Ma se per caso il loro paese non li vuole o loro non danno dati corretti e quindi fanno i finti tonti, nessuno esce, anche a costo di lasciarceli a vita li dentro.
Il primo che fiata, che prova ad uscire o che prova a ribellarsi, poi veramente si applicano i metodi delle SS.
Perchè sono loro che hanno deciso di forza a venire qui da noi.
Nessuno ce li ha costretti.
Quindi sono loro che devono mettersi a 90° con le nostre regole ed usanze, non il contrario.

Qui è tutto gestito alla "viva il parroco" maniera, tutto un porto di mare, tutto bello.
Le regole valgono solo per gli italioti come noi.

Non solo, siccome la platea dei MIGRANTI è praticamente a livello planetario (perchè con la parola migrante non si identifica solo l'africano, come invece spesso associano i giornalisti, anzi, giornalai da strapazzo), io come nazione posso anche avere il diritto di scegliere chi far venire come lavoratore, chi non far venire, chi considerare desiderato o indesiderato?

Oppure no, mi devo prendere tutto.

Se io gli africani non li voglio ma preferisco i filippini, o gli armeni?
Non posso scegliermeli?
O tra gli africani, se io voglio i senegalesi anzichè i nigeriani, oppure i nigeriani al posto dei congolesi?

Se voglio tot migliaia di migranti di una nazione con certe competenze, altri di un'altra nazione con altre competenze, posso deciderlo o devo sempre subire tutto?

Ma qui vedo che ci si nasconde sempre dietro le cazzate di civiltà, diritti e via dicendo, quando poi la disorganizzazione, il pressappochismo e le varie mafie e corruttele la fanno da padrona.
Noi che parliamo di "ALTI DIRITTI".....(con mafie, frode, evasione fiscale, abusivismo edilizio, malagiustizia.... che vergogna) :ciuccio: :ciuccio: :ciuccio:
vabbè, la pornostar che fa la morale sulla serietà sessuale alla prostituta. :fronte:

Ma torniamo al problema dei migranti.
Una volta che questi sbarcano e che io non sò chi siano, da dove vengano, di che nazionalità sono e cosa vogliono come li gestisco?
Un disastro che quello che vediamo
Non vengono internati seriamente dentro dei campi fino a termine indefinito, ma, orde di migranti in giro per i paesi, chi viene sfruttato, chi ha la fortuna di trovare un lavoro normale (pochi, molto pochi), chi vive di elemosina, chi, molti, vivono di criminalità.

Ed io dovrei ancora incoraggiare a far venire queste persone qui, con queste gestioni del genere?
E quanti ne dobbiamo far venire in tali condizioni?
3 milioni, 4 milioni, 5 milioni?
sti cazzi....

Allora punto primo me li scelgo io, punto secondo stringo un patto con il dio dell'automazione, visto che nel 2030 - 2035 si perderanno molti posti di lavoro a bassa capacità manuale o intellettiva, sostituiti dalle macchine.
Si implementa la produzione, si fanno pagare delle tasse o si fa una politica di gestione dell'automazione e con i proventi (oltre che tagliare gli sprechi) si cerca di pianificare il welfare italiano con chi ha voglia di lavorare in regola e con le persone presenti qui nella nazione.

Chi l'ha detto che dobbiamo essere 60 o 65 milioni di persone?

Fino ad ora, siamo andati avanti con il nostro baraccone disastrato, facendo leva sul debito, quindi la nostra ricchezza privata è aumentata impoverendo le casse dello stato.
Ora che facciamo, ci svendiamo con bassa manovalanza?

Guarda che il futuro sono meno posti di lavoro e con più competenze.
La manovalanza sta all'estero, ed è qui che ritorniamo al concetto originale, aiutarli a casa loro.

Se proprio ci servono operai a basso costo, ovvero pagati stile Bangladesh o poco più, di sicuro non è facendoli venire qui che si risolve questo problema.
Ma è aprendo fabbriche ed infrastrutture in Africa che si risolve il problema.

Finisco con una polemica.
Quando molti italiani vanno all'estero, vengono etichettati come mafiosi, poco seri, pressappochisti.
E tutto questo in parte è vero, anche se ci sono persone brave.
Di conseguenza, se lo stato italiano è cosi disastrato, è per colpa dei suoi cittadini.

Parimenti, se l'Africa è un macello, non è che è colpa degli alieni o sempre degli altri.
Qualche colpa ce l'avranno anche loro.
Bene, se proprio devo prendermeli, almeno me li scelgo.

PS: Ci sarebbe un'altra soluzione per la gestione e l'identificazione dei migranti sulle barche ONLUS.
La nostra marina militare ferma le barche in acque internazionali, si segnala la barca, si schedano i migranti uno ad uno con foto segnaletica, impronte digitali, numero di matricola e barca con bandiera nazionale dove stavano.
Poi, con allegata documentazione si impacchettano e si spediscono verso quella nazione.
Ogni migrante ha un codice, starà poi a quello stato, di cui la nave ONLUS appartiene, a sbrigare le varie ricerche...
No piace?

Che pagliacci.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4691
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Valentino..

Messaggiodi Vieri » 10/06/2018, 16:48

Perchè rispondi a me quando io scrivo ad un altro ?
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5109
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

PrecedenteProssimo

Torna a Fuori Tema

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 5 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici