Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Se non sapessi combattere saremmo morti

Per discutere di temi ed argomenti di vario genere.

Moderatore: Quixote

Messaggiodi Gocciazzurra » 27/04/2019, 13:13

Quixote ha scritto: E pure repello alla vostra superficialità, ma, e non perchè nel frattempo sono diventato mod, non mi sento piú di partire in quarta contro la vostra incoscienza, contro il vostro fare di tutta l’erba un fascio (e purtroppo devo constatare che anche altri mod lo fanno)
Visto che metti nel minestrone anche la sottoscritta, debbo intuire che non hai letto con attenzione il mio post.
Nessun uomo merita di morire
Non ho mai parlato di mettere a morte qualcuno o che che per difesa preventiva occorra essere in possesso di armi.
Sono assai deluso dalla vostra superficialità, e sia detto non con rancore, ma con compassione “cristiana”, se il termine mi appartenesse.
Visto che il termine non ti appartiene citarlo è pari allo zero.
Trovo davvero triste che, in questo thread, nessuno si muova a controbattere la vostra inconsapevole arroganza
Veramente trovo arrogante il tuo scritto di erigerti a giudice del pensiero altrui accumulandoli in toto.
in ultima analisi, gretto egoismo, teso a mantenere quel vano frivolo economico che avete acquisito, quasi fosse davvero vostro merito
Ma come ti permetti di marchiare come gretti egoisti coloro che tengono ai propri beni (meritati o meno non c'entra una cippa) quando quel "vano e frivolo economico" è fonte di sostentamento della propria persona? Almeno per quanto mi riguarda.
e il non parteciparne a chi ha il solo difetto di essere nato in una civiltà che voi considerate, a torto, meno evoluta della vostra.
Innanzitutto certe civiltà vengono considerate meno evolute non per muovere loro una critica (che sarebbe assurda), ma è semplicemente un dato oggettivo, direi incontrovertibile, dato che se non lo fossero non ci sarebbe stato quell'esodo massiccio verso quei Paesi più evoluti/benestanti.

Inoltre sono ultra convinta che coloro che continuano a chiudere gli occhi davanti alla prepotente evidenza che l'immigrazione senza paletti ha causato - e causa - importanti disagi e problemi a noi italiani (e cito l'Italia perchè è dove vivo, ma non è ovviamente l'unico Paese a risentirne), NON ha mai avuto a che fare sulla propria pelle con i succitati problemi. E quindi è un semplice spettatore che continua a fare la propria vita senza essere intaccato personalmente.

Da ultimo non ho mai fatto di un filo d'erba un fascio, altrimenti quando vado al supermercato, all'uscita, non darei qualcosa di commestibile all'immigrato di turno che chiede soldi.
Immagine

Le estati volano sempre… gli inverni camminano! (Charles Schulz)
Un po' di me Immagine
Avatar utente
Gocciazzurra
Moderatore
 
Messaggi: 5532
Iscritto il: 10/06/2009, 21:09

Gocciazzurra..

Messaggiodi Vieri » 27/04/2019, 13:43

Da ultimo non ho mai fatto di un filo d'erba un fascio, altrimenti quando vado al supermercato, all'uscita, non darei qualcosa di commestibile all'immigrato di turno che chiede soldi.

Anche noi con la persona di colore davanti al supermarket che aiuta sempre mia moglie lasciamo i pannolini per il figlio o altri generi alimentari e mai soldi.
Ci ringrazia spesso ed ha anche telefonato a mia moglie per sapere come stava.
Però ce ne sono anche altri che ti vedono magari in difficoltà e che non muovono un dito....
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 6664
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi deliverance1979 » 27/04/2019, 13:50

Achille ha scritto:In un unico post vengono riassunti tutti i luoghi comuni, di stampo filo razzista, che ormai dilagano in Italia. Questi sono i risultati della propaganda politica che viene continuamente diffusa. Alla faccia del diritto internazionale e anche dei valori umani (per non dire cristiani) che dovrebbero imporre ad ogni persona il dovere di soccorrere e di accogliere chiunque abbia bisogno di aiuto.


Allora Achille, il discorso che tu affronti è complesso è molto articolato.
Per snocciolarlo ci vuole molto pragmatismo, proverò a farlo in alcuni punti.

1 - L'esistenza di un diritto internazionale, scritto in maniera generica, pone a svantaggio alcune nazioni presenti in determinate aree geografiche, rispetto ad altre che invece si trovano in zone prive di questi problemi.
Mi spiego meglio, nazioni come la Turchia, la Giordania, l'Italia, la Spagna, la Grecia, i Balcani, la Libia, la Tunizia, il Marocco, l'Egitto e l'Algeria, per fare un esempio vicino a noi, sono molto più penalizzate in termini di accoglienza africana, rispetto agli USA al Canada, all'Austria, ed a tutte le nazioni del Nord Europa, Russia compresa.

2 - Chi scrive le leggi ed ha una posizione di vantaggio, poi fa spallucce sulle responsabilità condivise, e si appella alle leggi da rispettare e le sua come un ipocrita muro di confine invalicabile, per far ricadere l'onere di tutto questo sul culo e le risorse degli altri Stati svantaggiati da queste leggi.

3 - Il trattato di Dublino, firmato da noi poveri italioti in un periodo in cui il contesto geopolitico internazionale era uno, e pensando di fare i furbi, abbiamo firmanto en passant tale trattato, salvo poi qualche anno dopo, esserci resi conto dell'enorme vaccata che abbiamo fatto e che ci esponeva, legalmente parlando, a sobbarcarci della gestione della migrazione regolare ed irregolare di un intero continente, anzi di due continenti, quello asiatico ed ancora di più quello africano, dove noi facciamo da filtro e mal che vada da parcheggio nei confronti di tutti quei migranti che vengono da noi.

4 - La presa in giro del vuoto normativo dei trattati internazionali sul soccorso in mare. Ora non penso che i trattati internazioni di soccorso in mare prevedevano di soccorrere tutti i giorni, in uno stesso tratto di mare, decine di imbarcazioni che affondano. La regolamentazione vuole che si metta in salvo le vittime di un naufragio che, per la legge dei grandi numeri è un evento una tantum.
Qui invece siamo in presenza di un'abile presa per il culo architettata per bypassare le leggi della navigazione, dell'accoglienza e dei trattati internazionali, proprio perchè, usando un evento che dovrebbe accadere una tantum, siccome non è specificato nulla in merito, si organizzano numerosi naufragi, cosi che, in virtù di tali leggi internazionali si è OBBLIGATI a prestare soccorso senza porsi troppi dubbi sui naufraghi.
Difronte a tutti i naufragi che avvengono e sono avvenuti nel Mediterraneo negli ultimi anni, le cose erano due, o che c'era Gozzilla sotto le profondità marine e quindi bisogna stanarlo ed eliminarlo, oppure che a fronte di questo stratagemma creato ad hoc non so ne da chi e ne per quali motivi, bisognava porre un blocco navale ed evitare "manu militari" ogni partenza di carretta del mare dal nord Africa per l'Europa.

5 - Passiamo ora all'identità di questi famosi migranti. Diversi hanno sicuramente diritto di asilo politico, ma molti altri sono migranti economici, circa 2/3 di essi. I migranti economici quando sbarcano sul suolo patrio, in vigore del famoso trattato di Dublino, devono essere immediatamente schedati ed accolti, ed in questa procedura l'Italia se ne fa carica da quel minuto in poi, fino a che non riescano a prendere altra cittadinanza Europea.
Molti danno false generalità, altri provengono da paesi che "amano" cosi tanto i propri cittadini che neanche vogliono che uno li rimpatrii da loro, figuriamoci quindi i grandi diritti umani presenti in queste nazioni, civiltà e culture.... stendiamo un velo pietoso.
A questo punto, anche se su 100.000 migranti per volta, 80.000 vanno in Europa, questi, per qualsiasi reato o problema compiuto in Europa, siccome sono sbarcati da noi, ce li rimandano da noi, e poi saremo sempre noi che dobbiamo incarcerarli se hanno commesso un crimine o trovare il modo di rimpatriarli (sempre che le generalità fornite siano giuste o che lo Stato da cui provengono li rivuole) a spese nostre.
La domanda che sorge spontanea, ed io sono europeista, ma l'Europa dove caxxo sta in tutto questo?
Per il tacchino non è mai Natale, e quindi, l'Europa ben si vede a cambiare dei trattati che la vede in una posizione di vantaggio nei confronti della posizione geografica svantaggiosa di alcune nazioni rispetto ad altre....

6 - Ora veniamo al tasto dolente. Una volta stabilite delle regole, capito che 2/3 di migranti che vengono qui sono economici, se io Italia non ho bisogno di questi perchè in realtà, siccome ho una popolazione che invecchia ho invece bisogno di 300.000 donne dell'Est europa con competenze infermieristiche come badanti, perchè mi devo prendere obtorto collo una migrazione con delle caratteristiche che a me come stato non serve?
Ed ancora, se io ho capito che queste persone non hanno diritto di venire qui, come li fermo?
Non li fermo?
Allora ricapitoliamo.
La legge e lo Stato è forte contro il piccolo cittadino che deve pagare le tasse e se non le paga gli pignora la casa, mentre al nulla possidente e furbo non posso fargli nulla.
La legge e lo Stato è forte contro quello che fa il saluto romano, lo multa e lo persegue, ma se sei irregolare, prendi per il culo le forze dell'ordine e delinqui, più di tanto non posso farti.
La legge e lo Stato è forte contro il piccolo evasore fiscale, ma il grande evasore fiscale, o mafioso, o chi vive di tali stratagemmi si trova sempre il modo di farla franca o di patteggiare.
La legge e lo Stato trova 30 euro di fondi per i migranti ogni giorno, ma ad un cittadino italiano dopo due anni di NASPI che si arrangi se non trova lavoro, al massimo che si svenda casa.

Con una giustizia del genere fatta spesso di due pesi e due misure non andiamo lontano e rischiamo molti conflitti sociali nel prossimo futuro, soprattutto se dovesse assottigliarsi il benessere sociale medio.

Ora penso che il nostro paese ha moltissime lacune ed vero che il tessuto sociale ancora tiene perchè a fronte di 2300 miliardi di debito pubblico ha comunque 10.000 miliardi di ricchezza privata tra immobili e soldi liquidi, ma, c'è un ma, oltre che tale ricchezza è mal distribuita, perchè il 10% dei ricchi ha il 55% di questa ricchezza, mentre il 90% degli italiani, ha il restant 45%, il che tradotto: Su 60 milioni di italiani, 6 milioni di persone si deve spartire 5.5 miliardi di Euro, mentre 54 milioni di persone se ne deve spartire 4.5 miliardi.
Le nuove generazioni non riusciranno a mantenere il tenore di vita dei propri genitori e dovranno vendersi case e possedimenti, impoverendosi.
Questo prepara un clima sociale futuro molto agguerrito, e la migrazione senza regole ed alla bene e meglio maniera del "avanti c'è posto", causerà ulteriori problemi.

Ora è inutile stare a disquisire come dice Quixote se la ricchezza che abbiamo noi è giusta, non è giusta, ce la siamo meritati o meno, se iniziamo a fare questo ragionamento, domani sparo un colpo in testa al mio vicino milionario perchè io guadagno 1500 euro al mese mentre lui ne guadagna 50.000, quindi, se io alzo i miei standard a 3000 euro al mese non è un reato, o no, io mi devo accontentare, e le mie ambizioni ed aspirazioni si devono fermare ad un budget di 1500 euro... :boh: :boh: :boh:

Spiegatemi perchè io non ci arrivo.
Ultima modifica di deliverance1979 il 27/04/2019, 14:07, modificato 2 volte in totale.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 5408
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi nelly24 » 27/04/2019, 13:53

Gocciazzurra ha scritto:......
:quoto100: Goccia.
Io non sono razzista, aiuto sempre il mio prossimo, Dio solo sa quanto ho donato fin'ora e quanti ho aiutato col cibo. Ma non é questo il posto per raccontare tutto questo.
Ritengo di avere una mente e cuore cristiano, sento un dolore immenso vedendo immagini di bambini denutriti i quali NESSUNO di voi ha menzionato, quelli che non riescono a fuggire dalla guerra, perché destinati a morire di stenti.
Avete mai incontrato una ragazza che da bambina é stata stuprata? Ebbene, io SI. All etá di otto (probabilmente anche prima) non solo il padre abusava di lei, ma sulla nave, dove la bambina doveva trascorrere le vacanze, la prestava A TUTTI I MARINAI. Oggi questa giovane donna é una persona psicologicamete morta e quel reato é andato anche in prescrizione. Nessuno merita di morire, ma qulla vittima é morta dentro!!! Che facciamo? Mettiamo i pedofili in carcere, li manteniamo per 40 anni sulle spalle dei contribuenti - e uno di quei contribuenti é anche quella povera vittima????Cosa centra questo col thread? Tanto! Siamo circondati da criminali e come se non bastassero i nostri, accogliamo persone di culture dove la donna vale meno di niente - ovviamente sono tutti senza documenti e senza passato. Il 70% ha tutte le possibilitá di integrarsi (con una grandissima probabilitá di finire nelle mani di qualche caporale o per traffico di organi), il 30% sono (devo ripetermi????) potenziali delinquenti e criminali.
Voi pensate con la mente di un uomo - io vedo l'altra faccia di questa realtá e non sono ne arrogante ne superficiale.
«Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi.»
C'è una forza motrice più forte del vapore, dell'elettricità e dell'energia atomica: la volontà.Albert Einstein
"Mi piacciono le persone che....no, niente. Mi piacciono gli animali"

Presentazione
Avatar utente
nelly24
Moderatore
 
Messaggi: 4515
Iscritto il: 11/12/2009, 20:53
Località: Slovenia

Messaggiodi deliverance1979 » 27/04/2019, 13:56

Vieri ha scritto:nche noi con la persona di colore davanti al supermarket che aiuta sempre mia moglie lasciamo i pannolini per il figlio o altri generi alimentari e mai soldi.
Ci ringrazia spesso ed ha anche telefonato a mia moglie per sapere come stava.
Però ce ne sono anche altri che ti vedono magari in difficoltà e che non muovono un dito....


Io non voglio aiuto da nessuno, e solitamente sono uno che si arrangia da solo su tutto.
Una volta, dovevo caricare 6 tavole di legno in macchina ed un ragazzo di colore, di sua spontanea volontà mi ha aiutato.
Io sono uno che squadra subito le persone, e spesso ci acchiappo.
Questo aveva lo spirito e la volontà di fare, si vedeva dall'atto.
Bene, per cinque minuti di lavoro, dall'ingresso del brico alla mia auto, gli ho dato 3 euro.
A questo ritmo avrebbe guadagnato più di un operaio specializzato.
Di questi migranti dovremmo riempire il nostro paese, ma haimè spesso non è cosi, e quelli bravi li trattiamo a pesci in faccia, i nulla facenti e fancazzisti, nell'attesa di sapere dove destinarli li coccoliamo.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 5408
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Deliver...

Messaggiodi Vieri » 27/04/2019, 14:10

In effetti hai ragione che ci siano quelli volenterosi ed i nullafacenti che ti guardano alla fine senza fare niente.
Quanto però ho potuto constatare che alcuni di questi detti "bravi" alla fine per loro stare un giorno davanti al supermercato ad aiutare le persone e farsi una "clientela" alla fine rifiutano altri lavori che risultano meno remunerativi.....
Il mio "persona di colore" e non dico "negretto" per non farmi dare del razzista, :ironico: parla bene inglese, e mantiene una moglie laureata (in Nigeria) e due bimbi nati in Italia e se lo chiamano va anche a tagliare l'erba in alcune case....e spesso con lui facciamo due chicchere fuori dal Supermarket...
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 6664
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Gocciazzurra » 27/04/2019, 14:21

Giuro che non voglio fare la "splendida": ma io quando do degli alimenti fuori dal supermercato all'immigrato di turno lo faccio non perchè mi ha aiutato visto che non avendo l'auto non ne ho bisogno. Mi munisco di gambe e tacchi verso casa. Lo do solo per fare un piccolo gesto di umanità.
Quindi se qualcuno mi dà della razzista me lo magno vivo! :risata:
Immagine

Le estati volano sempre… gli inverni camminano! (Charles Schulz)
Un po' di me Immagine
Avatar utente
Gocciazzurra
Moderatore
 
Messaggi: 5532
Iscritto il: 10/06/2009, 21:09

Messaggiodi Achille » 27/04/2019, 14:30

Segnalo questo articolo di "Avvenire":
https://www.avvenire.it/attualita/pagin ... eti-carita
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12987
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Concordo

Messaggiodi Vieri » 27/04/2019, 14:31

Gocciazzurra ha scritto:Giuro che non voglio fare la "splendida": ma io quando do degli alimenti fuori dal supermercato all'immigrato di turno lo faccio non perchè mi ha aiutato visto che non avendo l'auto non ne ho bisogno. Mi munisco di gambe e tacchi verso casa. Lo do solo per fare un piccolo gesto di umanità.
Quindi se qualcuno mi dà della razzista me lo magno vivo! :risata:

:quoto100:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 6664
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi nelly24 » 27/04/2019, 14:55

Dato che non sono italiana e vivo all'estero posso dire la mia opinione:
Mi fa male il cuore, mi rammarica immensamente vedere i miei amici italiani su fb dividersi e eticchettarsi come razzisti e pidioti, togliere amicizie etc.
Dove siamo arrivati? E per colapa di chi? Si Soros e i potenti del mondo!!
Io ho paura camminare per strada (ed é vero!) e mi fanno pena le donne succubi arrivate da altri paesi, bambini Jemeniti, le ragazze Jazide schiave, cristiani sgozzati nei paesi arabi - agli altri fanno pena gli immigrati sui basrconi in cerca di una vita migliore.
Mi disgusta che si sputi su Salvini (ripeto - NON SONO ITALIANA E DUNQUE NON HO PREFERENZE POLITICHE), e si lascia senza commenti tutti i caporali, i mafiosi senza distinzione di colore, i politici mondiali che lasciano tutto sulle spalle degli Italiani, si colpevolizzano le vittime invece degli agguzzini....
Adesso - fate quello che volete e quello che pensate.
AMEN
«Due cose sono infinite: l'universo e la stupidità umana, ma riguardo l'universo ho ancora dei dubbi.»
C'è una forza motrice più forte del vapore, dell'elettricità e dell'energia atomica: la volontà.Albert Einstein
"Mi piacciono le persone che....no, niente. Mi piacciono gli animali"

Presentazione
Avatar utente
nelly24
Moderatore
 
Messaggi: 4515
Iscritto il: 11/12/2009, 20:53
Località: Slovenia

@ Mario70

Messaggiodi Quixote » 27/04/2019, 16:14

Ti ringrazio Mario, vedo che almeno tu ragioni sulla mia stessa lunghezza d’onda. Del resto ero esitante nel postare, avevo ritegno anch’io, come te, a intervenire: se l’ho fatto è solo perché, casomai leggesse un esterno, non pensasse che in questo forum scrivano solo le legioni di cui parlava Eco. Chi pensi l’abbia fatto per altri motivi, per accarezzare il mio ego e manifestare la mia “superiorità intellettuale” con arroganza, può pensare quello che gli pare, non mi tange: io sono arrogante, ma a differenza di voi umani lo sono in modo consapevole, cosí come la mia arroganza ha una precisa funzione, quella di provare a scuotere il torpore. E qui immagino che qualcuno già mi connoterà anche per saccente o altro, ma anche di questo sai che mi frega? Esilaranti le vostre risposte, giustificative del vostro benessere in pericolo e della vostra dignità offesa. Esilarante quando vi connotate la tal o tal altra qualità, quasi stesse a voi, e non ad altri dire “io sono buono, caritatevole, educato” ecc. ecc. Mi spiace, non sta a voi dire “io non sono questo o quello, io non sono arrogante o razzista”. Sta agli altri, che non vi vedono coi vostri unilaterali parametri.

Che poi sareste la miglior controprova che quel che avevo scritto è vero, vi siete attribuiti da soli i difetti e la ristrettezza mentale che avevo genericamente indicato: vale a dire vi siete sentiti colpiti personalmente (il che non era nelle mie intenzioni perché non stigmatizzavo il vostro comportamento, ma il vostro modo di pensare), vi siete autoaccusati senza saperlo. Io poi non avevo alcuna intenzione di replicarvi, ma anche l’avessi avuta, mi avete risparmiato la fatica, perché inconsapevolmente, vi siete replicati da soli, siete la miglior prova del contrario di quel che vi attribuite.

Oltretutto io parlavo d’altro, e in realtà avete replicato a un qualcosa che non ho detto. Mario l’ha capito, ha capito che il mio intervento partiva da un’esigenza morale, ma che allo stesso tempo conteneva un’analisi non superficiale, ma altrimenti profonda del fenomeno immigrazione. Non si tratta infatti di buonismo, si tratta invece di considerare il fenomeno immigrazione non solo per quello che ci concerne, ma prima di tutto per quello che è in sé, ovvero una tragedia, la cui prima vittima è l’immigrato stesso, divelto dalla sua terra, dai suoi affetti, dalle sue radici. E il mio interesse, la mia solidarietà, la mia fraternità, va all’ essere umano, quell’essere che pare non esistere nel vostro conformismo se non in bassa retorica, o vieti stereotipi. «Stessa specie umana, stesso dna, non ci vuole una laurea per capirlo», dici bene, Mario, ma a quanto sembra il nostro umano egoismo non lo concede. Del che non vi faccio alcuna colpa, non m’indigno affatto, anzi riconosco nel vostro pregiudizio la vostra fragile e insicura umanità, inconsapevole di ciò che la circonda e tesa a consolidare il proprio equiliibrio. Che non è precario come il mio, e per questo invidio la vostra incapacità di porsi le domande che contano.
Καὶ ἠγάπησαν οἱ ἄνθρωποι μᾶλλον τὸ σκότος ἢ τὸ φῶς.
E gli uomini vollero piuttosto le tenebre che la luce.
GIOVANNI, III, 19. (G. Leopardi, La ginestra, esergo)
======================================
Primo postPresentazioneStaurós: palo o croce? (link esterno)
Avatar utente
Quixote
Moderatore
 
Messaggi: 4104
Iscritto il: 15/08/2011, 22:26
Località: Cesena

Caro Quix...

Messaggiodi Vieri » 27/04/2019, 16:46

....ma prima di tutto per quello che è in sé, ovvero una tragedia, la cui prima vittima è l’immigrato stesso, divelto dalla sua terra, dai suoi affetti, dalle sue radici. E il mio interesse, la mia solidarietà, la mia fraternità, va all’ essere umano, quell’essere che pare non esistere nel vostro conformismo se non in bassa retorica, o vieti stereotipi. «Stessa specie umana, stesso dna, non ci vuole una laurea per capirlo», dici bene, Mario, ma a quanto sembra il nostro umano egoismo non lo concede. Del che non vi faccio alcuna colpa, non m’indigno affatto, anzi riconosco nel vostro pregiudizio la vostra fragile e insicura umanità, inconsapevole di ciò che la circonda e tesa a consolidare il proprio equiliibrio. Che non è precario come il mio, e per questo invidio la vostra incapacità di porsi le domande che contano.

Concordo con il tuo pensiero ma disgraziatamente, il sottoscritto che da tempo ha i piedi per terra e non ama molto le poesie,...nota una serie di fattori importanti che limitano questo "pensiero"....

Il primo che come è noto ci sono nel mondo decine per non dire centinaia di milioni di diseredati che combattono contro la fame, le carestie e la guerra ed il nostro impegno civile portato avanti tramite diverse organizzazioni civili sia internazionali che private ( Bill Gates e molti altri)
https://it.businessinsider.com/bill-gat ... onosciuto/
l'UNICEF, ecc. nonchè numerose missioni cristiane nel mondo cercano da anni a migliorare le condizioni di vita in molti paesi del mondo con risultati lenti ma incoraggianti.

Ovviamente, da buoni cristiani, non potremmo accogliere milioni di queste persone in Italia per non sconvolgere completamente il nostro sistema sociale con un effetto "cavalletta" e la storia del buon samaritano è valida per il fatto che ne aveva salvato e curato UNO ma se fossero stati in 50, sicuramente non avrebbe avuto i mezzi e le possibilità per salvarli tutti.... :ironico:

In breve il discorso della fraternità umana e dell'accoglienza è bello ma solo per sciacquarsi la bocca e fare la parte del "buono" in mezzo ad un mare di indifferenti egoisti.

Un conto sono le belle parole ed un conto sono i fatti e questi fatti si chiamano "sostenibilità del sistema" sia dal punto vista economico che organizzativo.
Io onestamente sul tema ho sempre sentito parlare di "emergenza" e sai benissimo che in "emergenza" si tappano i buchi, si risolve alla bene e meglio una situazione MA NON SI RISOLVE IL PROBLEMA che richiede un uso appropriato delle risorse economiche umane organizzative ed economiche per risolvere alla radice il problema con una integrazione, un lavoro ed una casa.

Morale: se il numero degli arrivi è proporzionato ai mezzi la cosa diventa umanamente fattibile ma quando "scappa di mano" le maglie si allargano creando come è ben noto quella massa di diseredati a giro per l'Italia senza nome e pronti a tutto pur di sopravvivere.

Sono stanco pertanto dei sermoni e delle belle parole se poi alla fine a queste parole, pur lodevoli non corrispondono fatti concreti ma solo spesso criminalità e schiavismo a vivere in catapecchie di cartone e lavorare 12-14 ore al giorno a 3-4 euro l'ora....
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 6664
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Achille » 27/04/2019, 16:56

Testimone di Cristo ha scritto:Bravo achille, accogliere chi ha bisogno di aiuto: donne bambini e anziani, e non in modo indiscriminato..., poichè "non tutti " in larga misura li trovi nelle maggiori piazze di Italia e in giro sparsi, a spacciare droga ed affiliati alla criminalità.
Achille caro, io vivo nei dintorni di Castelvolturno " a pochi km. da Casal di Principe....; penso tu sappia dov'è .
E, in questa , vi è un quartiere in possesso di immigrati, e ti assicuro che se tu ci abitassi, fuggiresti, poichè anche la Polizia fatica ad entare in quella cittadina, diventata possesso di Nigeriani e immigrati di altre nazioni, che ne hanno fatto il ghetto di spacciatori, sfruttatori della prostituzione e della riduzione in schiavitù , dove bande di Nigeriani e co....hanno fatto di quello, un territorio in loro possesso, dove la violenza ed il crimine sono all'ordine del giorno, e questo non è sicuramente un caso isolato in Italia.
Ecco il frutto di una immigrazione incontrollata , se per te va bene tale tipo di accoglienza ,per me NO.
La zona in cui vivi era controllata dalla malavita ben prima che arrivassero gli immigrati. C'è una piaga che affligge il sud che si chiama camorra. Alcuni immigrati evidentemente sono stati arruolati dalla delinquenza locale, o si sono aggiunti alla malavita già esistente.
Gli italiani sotto questo aspetto hanno ben poco di cui vantarsi: all'estero, ai tempi in cui ad emigrare eravamo noi, gli italiani erano malvisti, disprezzati e trattati come oggi vengono trattati questi poveretti che sono venuti in Italia a cercare una nuova vita.
Poi come ho scritto, visto che le politiche dello stato, non sono atte ,a buttar fuori chi delinque , ma semplicemente li invitano a lasciare il territorio Italiano,
Questo non è affatto vero: chi delinque viene espulso. Non solo, ma Salvini, nella sua propaganda, aveva detto che avrebbe espulso 100.000 irregolari all'anno (irregolari che sempre secondo Salvini, erano 500.000), mentre invece ne ha fatti rimpatriare meno di quelli che venivano espulsi sotto il precedente governo ( https://www.linkiesta.it/it/article/201 ... a-u/41920/ ).
Fra l'altro ora gli irregolari, sempre secondo Salvini, sono solo 90.000: lui ha contribuito a creare un clima di emergenza, diffondendo cifre esagerate, che ora lui stesso smentisce.
ecco che sono del parere che ,debbano essere accolte, solo: donne bambini e anziani....
Quindi una giovane famiglia composta da padre, madre e bambini dovrebbe dividersi: il padre, siccome è giovane e forte, dovrebbe rimanere al suo paese, dove magari rischia di essere ucciso, perché l'accoglienza si deve dare solo a donne, bambini ed anziani.. Bel modo di concepire la carità cristiana...

A proposito di giovani rifugiati: ho lavorato per qualche tempo con un ragazzo del Camerun: un ragazzo molto religioso, di fede pentecostale, con cui ho parlato spesso di Bibbia e cristianesimo. Lo trovi nei miei amici su facebook. Si chiama Appiah.
Secondo il tuo modo di ragionare, non avrebbe dovuto essere accolto in Italia perché non appartiene alle categorie di coloro che avrebbero diritto di essere accolti ed aiutati...
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12987
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

non è certo una scusante per gli immigrati che delinquono.

Messaggiodi Ray » 27/04/2019, 17:48

La zona in cui vivi era controllata dalla malavita ben prima che arrivassero gli immigrati. C'è una piaga che affligge il sud che si chiama camorra. Alcuni immigrati evidentemente sono stati arruolati dalla delinquenza locale, o si sono aggiunti alla malavita già esistente.
Gli italiani sotto questo aspetto hanno ben poco di cui vantarsi: all'estero, ai tempi in cui ad emigrare eravamo noi, gli italiani erano malvisti, disprezzati e trattati come oggi vengono trattati questi poveretti che sono venuti in Italia a cercare una nuova vita.


E la storia in pratica non ci ha insegnato un tubo, siamo ricaduti nello stesso burrone e chissà se riusciremo a uscirne.


Oltre a che ognuno tira l'acqua al suo mulino .

Gli immigrati delinquono di più? Falso
http://www.famigliacristiana.it/articol ... falso.aspx

Migranti stuprano e delinquono. Ma la Caritas non vuole si sappia.
http://www.ilgiornale.it/news/politica/ ... 81946.html
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 11351
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Ray...

Messaggiodi Vieri » 27/04/2019, 18:36

Ray ha scritto:
La zona in cui vivi era controllata dalla malavita ben prima che arrivassero gli immigrati. C'è una piaga che affligge il sud che si chiama camorra. Alcuni immigrati evidentemente sono stati arruolati dalla delinquenza locale, o si sono aggiunti alla malavita già esistente.
Gli italiani sotto questo aspetto hanno ben poco di cui vantarsi: all'estero, ai tempi in cui ad emigrare eravamo noi, gli italiani erano malvisti, disprezzati e trattati come oggi vengono trattati questi poveretti che sono venuti in Italia a cercare una nuova vita.


E la storia in pratica non ci ha insegnato un tubo, siamo ricaduti nello stesso burrone e chissà se riusciremo a uscirne.


Oltre a che ognuno tira l'acqua al suo mulino .

Gli immigrati delinquono di più? Falso
http://www.famigliacristiana.it/articol ... falso.aspx

Migranti stuprano e delinquono. Ma la Caritas non vuole si sappia.
http://www.ilgiornale.it/news/politica/ ... 81946.html

Ho preso un pezzo importante dell'articolo di "famiglia Cristiana"
Gli irregolari sono stimati il 20% degli stranieri in Italia, ma sono protagonisti dell’80% dei reati economici commessi da stranieri.

Che fare dunque? Le ricerche sono molto chiare: «Quando ottengono i documenti, gli stranieri assumono comportamenti molto più virtuosi. Potersi inserire regolarmente nel mercato del lavoro - per cui è necessario il permesso - fa da deterrente a invischiarsi in situazioni criminose. Il problema è, appunto, ottenere i documenti»

Quanti di questi che arrivano allora in Italia non vogliono farsi registrare o danno false generalità ?

Anche l'ultimo che aveva aggredito i due poliziotti con una spranga di ferro non voleva dare le proprie generalità ma dubito fortemente che avesse paura di darle per essere rimpatriato.

Ed in effetti bisogna riconoscere che sono proprio questi "cani sciolti" ( i 90.000 irregolari, citati da Salvini ?)
Quelli di cui non c’è traccia sono 90mila che fanno paura.....
https://www.italiaoggi.it/news/migranti ... 1942036135

che fanno preoccupare la gente poichè come dice famiglia Cristiana avremmo alla fine 72.000 possibili criminali ...il che non mi sembra poco visto che nelle carceri italiane in tutto ci sono 56.000 dei quali un 33 % stranieri.

Posso dire ." situazione non consolante" a parte poi i ROM italiani che fanno "trasferte di lavoro"in occasione di manifestazioni e fiere come quella del mobile a Milano dove ne avevano presi una quarantina ma la maggior parte donne incinta.....e quindi.."liberi tutti" e di nuovo al lavoro il giorno dopo....
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 6664
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi deliverance1979 » 27/04/2019, 18:57

Quixote ha scritto:Ti ringrazio Mario, vedo che almeno tu ragioni sulla mia stessa lunghezza d’onda. Del resto ero esitante nel postare, avevo ritegno anch’io, come te, a intervenire: se l’ho fatto è solo perché, casomai leggesse un esterno, non pensasse che in questo forum scrivano solo le legioni di cui parlava Eco. Chi pensi l’abbia fatto per altri motivi, per accarezzare il mio ego e manifestare la mia “superiorità intellettuale” con arroganza, può pensare quello che gli pare, non mi tange: io sono arrogante, ma a differenza di voi umani lo sono in modo consapevole, cosí come la mia arroganza ha una precisa funzione, quella di provare a scuotere il torpore. E qui immagino che qualcuno già mi connoterà anche per saccente o altro, ma anche di questo sai che mi frega? Esilaranti le vostre risposte, giustificative del vostro benessere in pericolo e della vostra dignità offesa. Esilarante quando vi connotate la tal o tal altra qualità, quasi stesse a voi, e non ad altri dire “io sono buono, caritatevole, educato” ecc. ecc. Mi spiace, non sta a voi dire “io non sono questo o quello, io non sono arrogante o razzista”. Sta agli altri, che non vi vedono coi vostri unilaterali parametri.

Che poi sareste la miglior controprova che quel che avevo scritto è vero, vi siete attribuiti da soli i difetti e la ristrettezza mentale che avevo genericamente indicato: vale a dire vi siete sentiti colpiti personalmente (il che non era nelle mie intenzioni perché non stigmatizzavo il vostro comportamento, ma il vostro modo di pensare), vi siete autoaccusati senza saperlo. Io poi non avevo alcuna intenzione di replicarvi, ma anche l’avessi avuta, mi avete risparmiato la fatica, perché inconsapevolmente, vi siete replicati da soli, siete la miglior prova del contrario di quel che vi attribuite.

Oltretutto io parlavo d’altro, e in realtà avete replicato a un qualcosa che non ho detto. Mario l’ha capito, ha capito che il mio intervento partiva da un’esigenza morale, ma che allo stesso tempo conteneva un’analisi non superficiale, ma altrimenti profonda del fenomeno immigrazione. Non si tratta infatti di buonismo, si tratta invece di considerare il fenomeno immigrazione non solo per quello che ci concerne, ma prima di tutto per quello che è in sé, ovvero una tragedia, la cui prima vittima è l’immigrato stesso, divelto dalla sua terra, dai suoi affetti, dalle sue radici. E il mio interesse, la mia solidarietà, la mia fraternità, va all’ essere umano, quell’essere che pare non esistere nel vostro conformismo se non in bassa retorica, o vieti stereotipi. «Stessa specie umana, stesso dna, non ci vuole una laurea per capirlo», dici bene, Mario, ma a quanto sembra il nostro umano egoismo non lo concede. Del che non vi faccio alcuna colpa, non m’indigno affatto, anzi riconosco nel vostro pregiudizio la vostra fragile e insicura umanità, inconsapevole di ciò che la circonda e tesa a consolidare il proprio equiliibrio. Che non è precario come il mio, e per questo invidio la vostra incapacità di porsi le domande che contano.


Per quanto riguarda la critica riferita alla parte che ho descritto (e parlo per me), quando ho contribuito al gesto di aiuto offertomi dal ragazzo di colore, tale vicenda è stata semplicemente una costatazione di vita pratica, dove io tendo a guardare la persona non per la razza o per il olore della pelle, e che questo non mi crea un problema a prescindere.
Per il resto a chi non mi garba non do mance, e non offro cibo o quant'altro, non faccio l'assistente sociale, per questo esistono i servizi sociali, strapagati con anche con le mie tasse, poi vorrò vedere se un domani, quando servirà a me una mano, tali aiuti ci saranno, visto che per adesso ho tirato fuori e senza prendere nulla in cambio (per la pensione l'inculata sociale già l'ho presa, visto che dovrò lavorare 42 anni per avere se tutto va bene il 60% dell'ultimo stipendio, altro che la generazione dei figli sarebbe stata meglio di quella dei genitori).
Se quindi i servizi sociali non sono capaci di questo, non hanno nemmeno senso di esistere e quindi di prosciugare risorse economiche dalle tasse, e se non riescono a sopperire alle esigenze di povertà varie, non dovrebbero neanche consentire l'entrata di altri poveri visto che non riescono a gestire quelli che abbiamo in casa e che quindi il giocattolo si è rotto.
Si chiama bilancio dello Stato.
E se lo Stato è gestito da incapaci, non devono pagare i soliti noti, sopperendo con il loro patrimonio privato legale e già tassato, alle perenni inefficienze del servizio pubblico e continuare poi con tali inefficienze per anni ed anni, alimentando un baraccone grottesco ed inutile.
Allora non ha senso pagare le tasse, e non ha senso essere cittadini di tale Stato, nel significato stretto in cui da cittadino cede la propria libertà in cambio di servizi...che però sono pessimi a fronte di tasse elevate.
Quindi figurati, io non devo farmi pubblicità da persona caritatevole in merito, ne cristiana, ne atea, non ci tengo.
Se me la sento aiuto chi dico io, come e quando lo dico io, se non me la sento non devo essere obbligato ne da sospiri, ne da sguardi, ne da falsi buonismi che ti incitano a fare quel che uno non si sente.

Ma tolto questo non ho capito ancora come TU risolveresti il problema delle periferie violente.
Perchè vedo tutto un filosofeggiare, quando poi però ti trovi faccia a faccia con degli ubriachi e molesti, in questo caso migranti, nel caso di Manduria erano italiani, li che facciamo?
Cioè io vorrei capire praticamente quale soluzione alternativa hai tu da proporre e per le periferie violente e per l'aumento di reati fatti da migranti.
La ragazza la sua soluzione l'ha trovata, ne ha stesi diversi a suon di calci e pugni, unica lingua che questi conoscono e forse capiscono.

Perchè qui vedo da una parte una violenza sordida fatta da questa feccia, che però viene ammorbidita da mille giustificazioni, poveracci, vengono da un'altra cultura, non sono fortunati come noi e bla e bla e bla.
Dall'altra parte, per la violenza di risposta, è tutto un condannare e limitare ove possibile la legittima difesa all'americana maniera.
No alle armi, no all'uso di altri metodi brutali.
C'è lo Stato....
infatti ho visto, a questi due proprio lo Stato li ha tirati fuori dal problema.

Io aspetto una soluzione intelligente e pratica per il problema.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 5408
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi deliverance1979 » 27/04/2019, 19:11

Vieri ha scritto:Quanti di questi che arrivano allora in Italia non vogliono farsi registrare o danno false generalità ?

Anche l'ultimo che aveva aggredito i due poliziotti con una spranga di ferro non voleva dare le proprie generalità ma dubito fortemente che avesse paura di darle per essere rimpatriato.


Allora, ti dico quello che so io, potrei sbagliarmi ma qualche anno fa ho compiuto questa simulazione prima con un carabiniere e poi con un poliziotto, e la cosa è stata praticamente identica.

Allora ho detto loro in amicizia, fatemi capire come è possibile che con tutti i fogli di via non si riesce a rimpatriare questi soggetti.

Loro provavano a spiegarmi al che ad un certo punto ho stoppato il discorso e gli ho detto, fermati, facciamo una simulazione.
Tu stai in servizio e io sono il migrante.

Ok, iniziamo.

Poliziotto: Documenti prego.

Migrante (io): Non ce li ho.

Poliziotto: Come ti chiami

Migrante (io): Leonardo da Vinci

Poliziotto: Mi prende in giro? In centrale.

Andiamo in centrale, mi prendono le impronte digitali, se ce le ho registrate in archivio, tirano fuori la scheda fatta al momento della presa delle impronte digitali (in chissà quale stazione di polizia) e mi danno un foglio di via, dove entro 48 ore, se non erro, dovrei andarmene dall'Italia.... :ironico: :ironico: :ironico: mi ci viene da ridere....

Se invece non ho tali generalità, mi prendono le impronte digitali e cercano di capire come mi chiamo e da dove vengo, ma se io mi ostino a dire "Leonardo da Vinci", loro metteranno questo sulla mia scheda identificativa, ed io, d'ora in poi, per successivi controlli sono Leonardo da Vinci, a meno che non riescano a risalire con le impronte digitali ad altre schedature internazionali che possano ricondurre alla mia vera identità.
La stessa cosa vale per il luogo di provenienza, la data di nascita.
Tutto approssimato, tutto inventato. :ciuccio: :ciuccio: :ciuccio:

Una volta finita questa pantomima, il giorno dopo sto fuori con un foglio di via.
Se vado su un paese vicino, e mi fermano nuovamente i carabinieri o la polizia, stessa filastrocca.

Questo poliziotto mi ha detto che c'era un albanese che aveva in tasca almeno 10 fogli di via che li tirava fuori per prenderli in giro e per dimostrare loro come era "intoccabile".

Ora non so se le cose sono cambiate, ma se abbiamo problemi a rimpatriare un albanese, un macedone, un rumeno, un tunisino che hanno uno Stato con delle regole di rimpatrio chiare, figuriamoci chi non sappiamo a che Stato inviarli e soprattutto se lo Stato li vuole.
Sembra una barzelletta...
Poi stiamo a parlare di paroloni come giustizia, dignità, civiltà... mi sembra una presa in giro, per non dire di peggio colossale...
Stiamo zitti che facciamo più bella figura...
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 5408
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Gocciazzurra » 27/04/2019, 20:08

Quixote ha scritto: ma a differenza di voi umani lo sono in modo consapevole
Ciò che ho sottolineato la dice molto lunga.
Esilarante quando vi connotate la tal o tal altra qualità, quasi stesse a voi, e non ad altri dire “io sono buono, caritatevole, educato” ecc. ecc. Mi spiace, non sta a voi dire “io non sono questo o quello, io non sono arrogante o razzista”. Sta agli altri, che non vi vedono coi vostri unilaterali parametri.
Mai sentito parlare di una sana - e dunque equilibrata - autostima che permette all'individuo di riconoscere DA SOLO i propri difetti e qualità? Chi la possiede non si basa dunque su un solo parametro unilaterale, ma ha anche l'elasticità mentale di valutare anche quelli non propri.
Immagine

Le estati volano sempre… gli inverni camminano! (Charles Schulz)
Un po' di me Immagine
Avatar utente
Gocciazzurra
Moderatore
 
Messaggi: 5532
Iscritto il: 10/06/2009, 21:09

Messaggiodi Mario70 » 27/04/2019, 22:05

deliverance1979 ha scritto:
Vieri ha scritto:Quanti di questi che arrivano allora in Italia non vogliono farsi registrare o danno false generalità ?

Anche l'ultimo che aveva aggredito i due poliziotti con una spranga di ferro non voleva dare le proprie generalità ma dubito fortemente che avesse paura di darle per essere rimpatriato.


Allora, ti dico quello che so io, potrei sbagliarmi ma qualche anno fa ho compiuto questa simulazione prima con un carabiniere e poi con un poliziotto, e la cosa è stata praticamente identica.

Allora ho detto loro in amicizia, fatemi capire come è possibile che con tutti i fogli di via non si riesce a rimpatriare questi soggetti.

Loro provavano a spiegarmi al che ad un certo punto ho stoppato il discorso e gli ho detto, fermati, facciamo una simulazione.
Tu stai in servizio e io sono il migrante.

Ok, iniziamo.

Poliziotto: Documenti prego.

Migrante (io): Non ce li ho.

Poliziotto: Come ti chiami

Migrante (io): Leonardo da Vinci

Poliziotto: Mi prende in giro? In centrale.

Andiamo in centrale, mi prendono le impronte digitali, se ce le ho registrate in archivio, tirano fuori la scheda fatta al momento della presa delle impronte digitali (in chissà quale stazione di polizia) e mi danno un foglio di via, dove entro 48 ore, se non erro, dovrei andarmene dall'Italia.... :ironico: :ironico: :ironico: mi ci viene da ridere....

Se invece non ho tali generalità, mi prendono le impronte digitali e cercano di capire come mi chiamo e da dove vengo, ma se io mi ostino a dire "Leonardo da Vinci", loro metteranno questo sulla mia scheda identificativa, ed io, d'ora in poi, per successivi controlli sono Leonardo da Vinci, a meno che non riescano a risalire con le impronte digitali ad altre schedature internazionali che possano ricondurre alla mia vera identità.
La stessa cosa vale per il luogo di provenienza, la data di nascita.
Tutto approssimato, tutto inventato. :ciuccio: :ciuccio: :ciuccio:

Una volta finita questa pantomima, il giorno dopo sto fuori con un foglio di via.
Se vado su un paese vicino, e mi fermano nuovamente i carabinieri o la polizia, stessa filastrocca.

Questo poliziotto mi ha detto che c'era un albanese che aveva in tasca almeno 10 fogli di via che li tirava fuori per prenderli in giro e per dimostrare loro come era "intoccabile".

Ora non so se le cose sono cambiate, ma se abbiamo problemi a rimpatriare un albanese, un macedone, un rumeno, un tunisino che hanno uno Stato con delle regole di rimpatrio chiare, figuriamoci chi non sappiamo a che Stato inviarli e soprattutto se lo Stato li vuole.
Sembra una barzelletta...
Poi stiamo a parlare di paroloni come giustizia, dignità, civiltà... mi sembra una presa in giro, per non dire di peggio colossale...
Stiamo zitti che facciamo più bella figura...


La cosa che continua a meravigliarmi è che non riuscite a capire che quix non sta minimamente discutendo di immigrazione o su come risolvere il problema dell'immigrazione, il dialogo e lo sdegno riguarda l'etichettare dei delinquenti non come tali, ma sottolineando il fatto che sono nordafricani, possibile che non riuscite a capire la differenza?
Non deve fregarcene una beneamata cippa della loro provenienza, della loro razza o dei loro gusti sessuali volendo ampliare il tema, tutto deve rimanere sui loro ignobili atti, riuscite a capirlo o devo fare dei disegnini?
Sdegnamoci che delle PERSONE hanno fatto del male ad altre PERSONE e non aggiungiamo altro che possa portare a razzismo o odio o discriminazione, come sta accadendo appunto in questo post, tutto qui.
«È vero, in tempi passati vi sono stati alcuni che hanno predetto la "fine del mondo", annunciando perfino una data specifica. Alcuni hanno raccolto intorno a sé gruppi di persone ... aspettando la fine. Tuttavia non è accaduto nulla. La "fine" non è venuta. Si sono resi colpevoli di falsa profezia» (Svegliatevi!, 22/4/1969, p. 23).
Presentazione
Avatar utente
Mario70
Utente Master
 
Messaggi: 5828
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi Socrate69 » 27/04/2019, 22:15

Capisco fino a un certo punto chi caldeggia il politically correct su argomenti così delicati, però mi permetto di fare loro una domanda: Quale soluzione propongono per risolvere i problemi che l'immigrazione selvaggia e clandestina ha causato in tutti questi anni all'Italia e ad altre nazioni (di sicurezza ma anche economici) ?
Sappiamo bene che quando le cose vengono adeguatamente pianificate, organizzate e controllate, ogni parte può trarne beneficio. Ma si può dire così del bel paese in cui risiedete ? Tutte ste ondate di migranti che sono sbarcati in tutti questi anni all'improvviso, fino ad ora, se ne dovreste farne un bilancio, cosa direste ? Credo che la situazione caotica in cui si è ritrovata l'Italia per via della forte immigrazione non ha avuto uguale, ed è giusto che questa importante problematica sia presa veramente sul serio, trà l'altro facendo un lavoro a monte.

https://sharing.school/immigrazione-7-p ... -comporta/
L'ignorante afferma, il saggio dubita, il sapiente riflette - Aristotele

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3989
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44

Messaggiodi Ray » 28/04/2019, 7:30

Non deve fregarcene una beneamata cippa della loro provenienza, della loro razza o dei loro gusti sessuali volendo ampliare il tema, tutto deve rimanere sui loro ignobili atti, riuscite a capirlo o devo fare dei disegnini?
Sdegnamoci che delle PERSONE hanno fatto del male ad altre PERSONE e non aggiungiamo altro che possa portare a razzismo o odio o discriminazione, come sta accadendo appunto in questo post, tutto qui.


Il punto e proprio questo,per quanto mi riguarda se sei nero giallo o rosso e blu non e un problema, diventa un problema se mi entri in casa per rubare o peggio ,se per strada mi assali per i pochi euro che ho in tasca.

In tutto questo andazzo mi sembra di capire che il tutto possa essere espresso in linea di massima in tre concetti,condivisibili o no.

1)Il buonista :A)Quello che a tutti costi anche se gli entri in casa con un accetta e gli amputi un arto dira sempre che e colpa della societa che e un escluso e bla bla.
B)Il buonista di comodo che lucra su questi disgraziati che vengono in Italia per i vari motivi come fuggire da una guerra o cercare una vita migliore e invece vengono sfruttati .

2) I razzisti: Sono sempre esistiti,prima lo esternavano con
I meridionali ,gli ebrei,con chi era più debole. E forse ce ne e un poco in ognuno di noi,chi ne ha molto forse perché gli é stato insegnato da bambino o a causa di qualche evento,c è anche la remota possibilità che lo faccia per sentirsi accettato da altri. E chi ne ha realmente poco ma i valori si alzano come la glicemia quando vede e nota le cose storte di questa società .

3)
Poi ci sono le persone che non gliene puo fregare del tuo colore della pelle,sono quelli di cui parlavo prima,la sola distinzione che fanno e se sei buono o cattivo,se sei un peso per questa società, o ti vuoi integrare ,se si possono fidare o devono tenete la guardia alta.
Posso inserirmi tranquillamente in questo contesto,lo posso fare perché diciamo sono abituato per la
zona dove vivo,dove la criminalità camorristica e quindi lo stile di vita ti fa comprendere che esiste il buono,quello che si sveglia la mattina perché deve andare a lavorare,e il cattivo,il malvivente che campa sulle spalle degli altri .
Il problema come piu volte ho esposto e che di gente "cattiva" ne abbiamo da esportare,quindi di criminali del colore della pelle bianca o nera ,gialla o rossa ,se ne restasse a casa propria.
:spieg:
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 11351
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Messaggiodi Quixote » 28/04/2019, 8:53

Taci tu, terroncello scherzoso! Scherzi a parte, mio caro amico, la tua classificazione mi piace assai, e ci farei sopra un sondaggio, se non credessi che la “sana autostima” altrui lo falsasse drammaticamente. Per quanto mi riguarda, la stima che ho di me stesso è talmente in cantina che non esito a credere che assolutamente non sono 1B, ma da buon hidalgo segaligno ho molto di 1A; senonché mi riconosco non poco anche in 2, salvo ricordarmi, qualche volta, di comportarmi secondo 3.
Καὶ ἠγάπησαν οἱ ἄνθρωποι μᾶλλον τὸ σκότος ἢ τὸ φῶς.
E gli uomini vollero piuttosto le tenebre che la luce.
GIOVANNI, III, 19. (G. Leopardi, La ginestra, esergo)
======================================
Primo postPresentazioneStaurós: palo o croce? (link esterno)
Avatar utente
Quixote
Moderatore
 
Messaggi: 4104
Iscritto il: 15/08/2011, 22:26
Località: Cesena

Messaggiodi deliverance1979 » 28/04/2019, 10:14

Mario70 ha scritto:La cosa che continua a meravigliarmi è che non riuscite a capire che quix non sta minimamente discutendo di immigrazione o su come risolvere il problema dell'immigrazione, il dialogo e lo sdegno riguarda l'etichettare dei delinquenti non come tali, ma sottolineando il fatto che sono nordafricani, possibile che non riuscite a capire la differenza?


Esatto, io non riesco a capire sul perchè non posso etichettare la realtà.

Quando una qualsiasi persona commette un reato si danno sempre dei dettagli, se lavorava o se era disoccupato e che lavoro faceva, se era marito, compagno o conoscente della vittima, se era del nord o del sud, se era giovane o vecchio, se aveva precedenti penali o no.
Possiamo ampliare l'elenco all'infinito.

Quindi se fosse cosi dovremmo dire:
Alle ore 8.00 di questa mattina un gruppo di uomini ha aggredito un uomo ed una donna.

Fine del comunicato.

Va bene, ma se lo si fa per tutti.
Siccome è prassi etichettare chi compie un reato, non trovo cosa ci sia di sbagliato continuare a dire che erano migranti.

Ma se ci vogliamo spingere ancora più in là, allora iniziamo a dire le cose come stanno e non prendiamoci per il culo.
Il sole 24 ore, giornale schierato di centro sinistra....

https://www.infodata.ilsole24ore.com/2018/09/04/lemergenza-criminalita-linvasione-dei-immigrazione-quasi-tutti-dati/?refresh_ce=1

Il giornale, quotidiano schierato di centro destra...
http://www.ilgiornale.it/news/cronache/immigrati-sempre-pi-reati-boom-crimini-degli-stranieri-1567520.html

in entrambi ci sono delle statistiche, ma notate il politicalli correct che a me personalmente ha sempre schifato e fa vomitare per la disonestà intellettuale con cui viene proposta la notizia.
Trafiletto del Sole 24 ore..

"Ci sono ad esempio nazionalità con un tasso di criminalità inferiore a quella italiana: nel 2016, ad esempio, 0,05 rumeni su cento sono stati denunciati per reati legati alla droga, contro gli 0,07 italiani ogn 100. La conclusione, insomma, è che collegare criminalità e immigrazione rischia di essere una generalizzazione scorretta. Che poi possa pagare o meno in termini elettorali, questa è tutta un’altra storia. Al lettore, se ne ha voglia, la curiosità di ‘giocare’ con l’infografica e studiare la relazione tra i due fenomeni nell’ultimo decennio."
:help: :help: :help: :help: :help: :help: :help:

Questa è gente laureata?
Ci ha studiato per scrivere queste fregnacce?

Gli stranieri in Italia rappresentano nel loro complessivo 5 milioni di persone, sono quindi meno del 10% della popolazione italiana.

Stando a quanto riportato dalle statistiche, "ministero della giustizia" di cui sotto

https://www.giustizia.it/giustizia/it/mg_1_14_1.page;jsessionid=cCOuxD--b629igFAj8ZloJun?facetNode_1=0_2&facetNode_2=3_1_6&facetNode_3=0_2_10&facetNode_4=0_2_10_3&contentId=SST168760&previsiousPage=mg_1_14

A parte che la tabella, come ogni cosa ministeriale è fatta ad organo riproduttivo di cane, perchè non è mai chiara la dicitura se i detenuti di sesso femminile siano compresi o meno sul totale, come sempre noi italiani nel rilasciare dati e tabelle siamo dei poveri incapaci, altrimenti poi come si fa a non campare sugli equivoci, sulle libere interpretazioni e sui ricorsi giudiziari, pur di non mettere una colonna per di più o una dicitura più chiara ed inequivocabile anche per l'ultimo dei ritardati (sfogo mio personale).

Ma anche spostando solo di 2000 unità le donne nel calderone dei detenuti maschili il mio ragionamento non cambia, siccome io sono buono ce le metto, non si dica che abbasso i numeri per antipatia verso gli stranieri.

Il totale dei detenuti italiani è quindi pari a 60.125 + 2.580= 62705 unità (67.6118% del totale della popolazione carceraria).
Il totale dei detenuti stranieri è invece pari a 20.309 unità (32,3882 % del totale della popolazione carceraria).

Dati della popolazione italiana 2018: 60.483.973 di persone
https://www.tuttitalia.it/statistiche/popolazione-eta-sesso-stato-civile-2018/

Dati degli stranieri in Italia 2018: 5.144.440 di persone
https://www.tuttitalia.it/statistiche/cittadini-stranieri-2018/

Su una popolazione italiana di (60.483.973- 5.144.440= 55.339.533) di persone, i detenuti italiani sono, stando dai dati riportati dal Ministero della Giustizia 62.705 persone, quindi rappresentano lo 0.1133%, arrotondiamo per eccesso a 0.12%
La popolazione straniera è invece pari a 5.144.440 e rappresenta l'8.5% della popolazione italiana, i detenuti stranieri riportati dal Ministero della Giustizia pari a 20.309, quindi rappresentano lo 0.3948%, arrotondiamo per eccesso a 0.40%

In funzione del campione della popolazione, i reati commessi dagli stranieri sono oltre 3 volte maggiori rispetto a quelli compiuti dagli italiani.

Perchè è di questo che stiamo parlando.
Quando si parla male degli stranieri o si parla bene degli stranieri si fa una contrapposizione tra noi italioti e loro poveri migranti.
Bene dunque, adesso sta proporzione l'abbiamo fatta.

Allora, gli stranieri delinquono di più rispetto agli italiani?
Fate vobis.

A forza di fregare la gente e spacciare notizie per quello che non sono, visto che nelle periferie le persone ci vivono tutti i giorni, e quando sentono le fregnacce sparate da certi politici, non riescono a collegare quanto detto da un idiota politically correct non violento grazie al culo protetto da gente armata ed agguerrita che lotta per lui, con la realtà invece, con cui queste persone si confrontano tutti i giorni...

Quindi poi, alle prossime elezioni se invece di votare Salvini, votano le SS, non lamentatevi dell'ottimo lavoro svolto da questa gentaglia politically correct.

La sinistra aveva iniziato ad invertire la rotta con Minniti e forse quella era la strada per riguadagnare un pò più di credibilità, ma ormai tale parte politica aveva sparato troppe cartucce sbagliate con Renzi ed altri di estrema sinistra, ed il danno è stato fatto.

Se lo Stato è giusto quando serve e brutale quando serve, le persone non hanno paura dell'immigrazione, dello straniero o della criminalità, e non interessa il colore politico che c'è al governo.
Perchè penso che in primis un governo di una nazione debba essere amministrazione pragmatica e non ideologica.
Ma se inizia il balletto del doppio pesismo, del vittimismo e della furbizia ad intermittenza, delle coccole per gli altri perchè stranieri e dei calci in culo agli italiani perchè autoctoni e quindi che si arrangino (mal che va hanno le case che se le vendano), poi ripeto, se si acuisce anche la crisi economica, alle prossime elezioni arrivano le SS.

La gente non capisce tutte queste sottigliezze, ma vede solo al proprio orticello provinciale ed alle ingiustizie sociali di tutti i giorni di cui è protagonista diretta o indiretta.
Quando sono venuti a decine di migliaia, piazzati dentro gli alberghi o dentro altri centri di accoglienza, con le persone che a momenti facevano a pugni per prenderseli, quando invece diversi italiani disoccupati, dopo due anni di NASPI gli veniva detto arrangiati, come pensate che tale persona e la famiglia, gli amici, i vicini o i parenti di questa persona reagiscano a tale realtà?
Oppure nel mentre che fai la fila negli ospedali pagati con i tuoi soldi e le tue tasse (dal dopoguerra ad oggi) e puntualmente vieni sommerso dagli stranieri (speriamo poi quelli di prima generazione che stanno contribuendo a mantenere stabile questo baraccone), e ti vedi costretto ad andare nel privato e quindi paghi due volte uno stesso servizio, questo indigna, come pensate che reagiscano sempre le persone di cui sopra, parenti, vicini, conoscenti, infermieri ed altri che osservano tutti i giorni queste cose?

La colpa di tutto questo è degli stanieri?
No, assolutamente no, perchè il sistema italiota fatto in larga maggioranza da italiani, è scalcinato ed inefficiente e pieno di corruzione ce lo siamo creato noi con le nostre mani.
Ma che però ci dobbiamo sobbarcare dei problemi di un continente, con sbarchi ad ondate e sentirci dire anche le morali ed i sermoni sulla giusta e sana accoglienza a tutti i costi no, questo non si affronta.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 5408
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Quixote » 28/04/2019, 10:49

deliverance1979 ha scritto:
Mario70 ha scritto:La cosa che continua a meravigliarmi è che non riuscite a capire che quix non sta minimamente discutendo di immigrazione o su come risolvere il problema dell'immigrazione, il dialogo e lo sdegno riguarda l'etichettare dei delinquenti non come tali, ma sottolineando il fatto che sono nordafricani, possibile che non riuscite a capire la differenza?


Esatto, io non riesco a capire sul perchè non posso etichettare la realtà.




Non sono certo io a impedirtelo. Anzi, ho trovato molto pertinenti e in tema i tuoi interventi, avevano solo il difetto, a mio parere, di accentuare una visione distorta e incompleta del reale, che ho giudicato controproducente per gli obiettivi del forum. Ma sia quel che sia, da te non ho preso che lo spunto, perché mi faceva comodo. Dovresti anzi lusingarti, per essere l’unico che ho onorato di un nome, :risata: come nella commedia aristofanesca; tanto piú che io son uso parlare “politically scorrect” (poi Victor o Cogi mi correggeranno il solecismo), quindi dovrei almeno non procurare il tuo rigetto. Possibile che non capiate che non si tratta di frasi specifiche, ma di tono generale? Possibile che non capiate che avete ignorato del tutto, e continuate a ignorare, il dramma degli immigrati? Possibile non vi rendiate conto, che anche concedendo alla vostra visione pragmatica una sua intrinseca necessità, state a parlare sempre e solo del vostro tornaconto? Se la vostra visione è quella, mi spiace, non ci sto, abbastanza disgustato (esteticamente piú che eticamente) dalla vostra carità pelosa, tesa solo a giustificare la vostra coscienza; e qui adopero volutamente una fallacia logica, che so bene vi rivolterà, ma il vostro “buonismo”, non il mio, va ridicolizzato a prescindere.
Καὶ ἠγάπησαν οἱ ἄνθρωποι μᾶλλον τὸ σκότος ἢ τὸ φῶς.
E gli uomini vollero piuttosto le tenebre che la luce.
GIOVANNI, III, 19. (G. Leopardi, La ginestra, esergo)
======================================
Primo postPresentazioneStaurós: palo o croce? (link esterno)
Avatar utente
Quixote
Moderatore
 
Messaggi: 4104
Iscritto il: 15/08/2011, 22:26
Località: Cesena

Messaggiodi deliverance1979 » 28/04/2019, 11:23

Quixote ha scritto:
deliverance1979 ha scritto:
Mario70 ha scritto:La cosa che continua a meravigliarmi è che non riuscite a capire che quix non sta minimamente discutendo di immigrazione o su come risolvere il problema dell'immigrazione, il dialogo e lo sdegno riguarda l'etichettare dei delinquenti non come tali, ma sottolineando il fatto che sono nordafricani, possibile che non riuscite a capire la differenza?


Esatto, io non riesco a capire sul perchè non posso etichettare la realtà.




Non sono certo io a impedirtelo. Anzi, ho trovato molto pertinenti e in tema i tuoi interventi, avevano solo il difetto, a mio parere, di accentuare una visione distorta e incompleta del reale, che ho giudicato controproducente per gli obiettivi del forum. Ma sia quel che sia, da te non ho preso che lo spunto, perché mi faceva comodo. Dovresti anzi lusingarti, per essere l’unico che ho onorato di un nome, :risata: come nella commedia aristofanesca; tanto piú che io son uso parlare “politically scorrect” (poi Victor o Cogi mi correggeranno il solecismo), quindi dovrei almeno non procurare il tuo rigetto. Possibile che non capiate che non si tratta di frasi specifiche, ma di tono generale? Possibile che non capiate che avete ignorato del tutto, e continuate a ignorare, il dramma degli immigrati? Possibile non vi rendiate conto, che anche concedendo alla vostra visione pragmatica una sua intrinseca necessità, state a parlare sempre e solo del vostro tornaconto? Se la vostra visione è quella, mi spiace, non ci sto, abbastanza disgustato (esteticamente piú che eticamente) dalla vostra carità pelosa, tesa solo a giustificare la vostra coscienza; e qui adopero volutamente una fallacia logica, che so bene vi rivolterà, ma il vostro “buonismo”, non il mio, va ridicolizzato a prescindere.


Tu lo sai che io so un pò tardo, e ci arrivo sempre dopo....
Comunque, anche se spesso (non sempre) ci bastoniamo, e di sicuro la mia capacità di esposizione non è minimamente paragonabile alla tua, tale confronto è stimolante.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 5408
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Neca » 28/04/2019, 16:10

La cosa che continua a meravigliarmi è che non riuscite a capire che quix non sta minimamente discutendo di immigrazione o su come risolvere il problema dell'immigrazione, il dialogo e lo sdegno riguarda l'etichettare dei delinquenti non come tali, ma sottolineando il fatto che sono nordafricani, possibile che non riuscite a capire la differenza?
Non deve fregarcene una beneamata cippa della loro provenienza, della loro razza o dei loro gusti sessuali volendo ampliare il tema, tutto deve rimanere sui loro ignobili atti, riuscite a capirlo o devo fare dei disegnini?
Sdegnamoci che delle PERSONE hanno fatto del male ad altre PERSONE e non aggiungiamo altro che possa portare a razzismo o odio o discriminazione, come sta accadendo appunto in questo post, tutto qui.


Tempo fa, su il tg Regionale fu riportata la notizia di un friulano di origine che aveva commesso un reato, precisamente un femminicidio, (leggasi caso Mazzega)

mi sono incavolato come una iena contro questo sig. Mazzega il quale aveva ucciso la sua fidanzata facendola a pezzi e portandosela in giro tutta la notte nella sua auto!

Questo bastardo indegno di vivere, oltre ad essere un insulto non solo al genere umano, ma verso tutte le forme di vita, cercava di ottenere l'infermità mentale in modo da non finire in prigione! Ora datemi del razzista! L'ho specificato e continuerò a specificarlo per sempre, ODIO LA VIOLENZA E CHIUNQUE LA PRATICA,NORDAFRICANO, SUDAMERICANO, ASIATICO O ITALIANO NON ME NE FREGA UN TUBO!

Per Quix, se ogni volta che uno scrive una qualità di sè si deve sempre tacciarlo di superbia, arroganza e farlo/a passare per falso/a allora è meglio non scrivere più nulla di sè su questo forum! Sappi pure che chi scrive una qualità positiva di sè su questo forum, non lo fa mai con l'intento di denigrare gli altri utenti ma lo fa con lo scopo di farsi conoscere agli altri per quello che è! In questo post diversi di loro hanno scritto di aver aiutato degli extracomunitari, e li lodo personalmente !
Presentazione Se violenti una donna o un bambino, violenti te stesso! Ma tu non vuoi farti del male, vero? Allora smettila di violentare ed uccidere donne e bambini! Solo i vigliacchi lo fanno!
Avatar utente
Neca
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3056
Iscritto il: 18/04/2012, 10:56

Necche, piccolo inciso...

Messaggiodi Vieri » 28/04/2019, 17:11

Sappi pure che chi scrive una qualità positiva di sè su questo forum, non lo fa mai con l'intento di denigrare gli altri utenti ma lo fa con lo scopo di farsi conoscere agli altri per quello che è!

Ma questa tua osservazione è valida proprio per tutti, ma proprio tutti o eccetto UNO ?..... :ironico:
Ogni riferimento a fatti ( e fattacci) non è puramente casuale...... :ironico:
:strettamano:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 6664
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Neca » 28/04/2019, 17:53

Vieri ha scritto:
Sappi pure che chi scrive una qualità positiva di sè su questo forum, non lo fa mai con l'intento di denigrare gli altri utenti ma lo fa con lo scopo di farsi conoscere agli altri per quello che è!

Ma questa tua osservazione è valida proprio per tutti, ma proprio tutti o eccetto UNO ?..... :ironico:
Ogni riferimento a fatti ( e fattacci) non è puramente casuale...... :ironico:
:strettamano:

Valida per tutti, soprattutto per te!
Presentazione Se violenti una donna o un bambino, violenti te stesso! Ma tu non vuoi farti del male, vero? Allora smettila di violentare ed uccidere donne e bambini! Solo i vigliacchi lo fanno!
Avatar utente
Neca
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3056
Iscritto il: 18/04/2012, 10:56

Scusa se insisto ma...

Messaggiodi Vieri » 28/04/2019, 18:02

Neca ha scritto:
Vieri ha scritto:
Sappi pure che chi scrive una qualità positiva di sè su questo forum, non lo fa mai con l'intento di denigrare gli altri utenti ma lo fa con lo scopo di farsi conoscere agli altri per quello che è!

Ma questa tua osservazione è valida proprio per tutti, ma proprio tutti o eccetto UNO ?..... :ironico:
Ogni riferimento a fatti ( e fattacci) non è puramente casuale...... :ironico:
:strettamano:

Valida per tutti, soprattutto per te!

Certo, nessuno è perfetto ma non mi sono mai permesso di dare dell'ignorante a nessuno... se non condivideva le mie idee pubblicizzandole sempre a caratteri cubitali come certe assolute ed insindacabili ... :ironico:
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 6664
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Messaggiodi Gocciazzurra » 28/04/2019, 18:13

Vieri ha scritto:
Sappi pure che chi scrive una qualità positiva di sè su questo forum, non lo fa mai con l'intento di denigrare gli altri utenti ma lo fa con lo scopo di farsi conoscere agli altri per quello che è!

Ma questa tua osservazione è valida proprio per tutti,

Tranne per chi è in mala fede e tronfio del suo ego.
Immagine

Le estati volano sempre… gli inverni camminano! (Charles Schulz)
Un po' di me Immagine
Avatar utente
Gocciazzurra
Moderatore
 
Messaggi: 5532
Iscritto il: 10/06/2009, 21:09

PrecedenteProssimo

Torna a Fuori Tema

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici