Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Buddismo...

Per discutere di temi ed argomenti di vario genere.

Moderatore: Quixote

Buddismo...

Messaggiodi kalokairi10 » 18/04/2010, 21:13

Scusate per la latitanza, ma arriverà quel giorno in cui racconterò sicuramente di me... Non è facile, soprattutto dopo una serie di situazioni che si sono create proprio da quando mi sono iscritto al forum, ma non demordo e sono sicuro che ancor prima dell'incontro di Prato ci conosceremo ancor meglio qui. Fatto sta, che in quest'ultimo periodo me ne stanno accadendo di tutte. Brevemente vi parlo di quest'esperienza con l'augurio di saperne di più in merito da voi. (da chi ne ha buona conoscenza ovviamnete) ...Una mia cara amica, un pò di mesi fa, è diventata buddista, grazie cmq al suo fidanzato. Si era già trasferita da Salerno a Roma, dopodichè definitivamente a Lucca. I nostri contatti son proseguiti tra sms e facebook, ma direi che mai ha osato parlarmi della sua pratica, se nonchè venne a trascorrere il periodo pasquale dai suoi,e la pasquetta la trascorremmo tutti insieme. Fu nel pomeriggio che ad un certo punto Laura, (nome non vero) cominciò a parlarmi del buddismo e di come gli aveva letteralmente cambiato la vita negli ultimi mesi. Io ammetto di non esser mai stato minimamente a conoscenza di questa religione, però in base a tutti i suoi racconti fece si che al riguardo crescesse il mio interesse, specie quando ad un certo punto mi disse che aveva portato con se un libro che mi regalò e con tanto di dedica. (Il Budda allo specchio) Bene, la sera stessa e il mattino successivo ne divorai più della metà, e ciò che maggiormente m'incuriosiva oltre all'incutere ottimismo e positività gli argomenti trattati e gli esempi riportati , era il fatto che bisognasse prima o poi, e con assidua frequenza praticare il vero buddismo recitando la cosiddetta legge universale, ossia : Nam Myoho Renge Kyo! :conf: Però, la cosa mi ha incuriosito ed attratto veramente, al punto che nel risentirmi con lei , oltre a ringraziarla per quest'ondata di energia che aveva saputo regalarmi, gli chiesi come fare per avere contatti con qualche gruppo della zona, e sorprendentemente mi disse che proprio a Pozzuoli ce n'erano e mi diede num. telefonici ed indirizzi... La mattina li ebbi, e la sera (giovedì scorso) mi ritrovai ad assistere già a quelle funzioni. Premetto che la recita avevo cominciato a farla già mattina e sera da me dal secondo giorno di lettura, fatto è che mi ha attratto sempre più,così come un certo cambiamento...sentivo stesse davvero avvenendo! (Prima parte)
kalokairi10
Nuovo Utente
 
Messaggi: 25
Iscritto il: 27/12/2009, 22:56

...Buddismo "seconda parte"

Messaggiodi kalokairi10 » 18/04/2010, 21:53

Trovai una grandiosa accoglienza, si svolgeva in una casa, e ne eravamo una decina, ma di soli uomini ultra 35enni ,perchè come inizio è appropriato che si faccia così... Stavano già recitando quando arrivai, ma subito mi fecero accomodare e sentire a mio agio e proseguimmo con la pratica che si faceva davanti al Gohonzon, (il rotolo di carta di riso con sù la scritta in giapponese che significa appunto " Nam Myoho renge kyo", cioè il titolo del Sutra del Loto... Dopodichè ci presentammo, ci furono scambi di opinioni, argomentazioni inerenti a dei significati di alcune frasi particolari e così via. Chiesi poi se un giorno anch'io avrei dovuto procurarmi il Gohonzon e perchè fosse davvero necessario ecc. ecc. , e nel darmi spiegazioni mi dissero che quel giorno che mi sarei sentito pronto l'avrebbero ordinato tramite la "Soka Gakkai" che ha a sede a Firenze, l'associazione che ha dato origine al movimento in Italia, che diffonde per l'appunto gl'insegnamenti di Nichiren (la vita e l'universo sono la stessa cosa) ...e che tutto il resto del materiale, fra cui libri ecc. ecc. avrei potuto procurameli tramite loro, o tramite il sito. Dopodichè ci salutammo invitandomi al prossimo intervento che sarebbe avvenuto in altro luogo, ma stavolta insieme a giovani e donne. Che dire, ho sentito dei grandi benefici, caso ha voluto che incontrassi anche tanta gente buddista in questi giorni fino ad oggi stesso! tutti gioiosi, fiduciosi, compiaciuti per la mia saggia scelta che tra l'altro avrei deciso di portare avanti se non fosse per il fatto che proprio stasera, nell'aprire youtube, e volendo conoscere un pò le origini di questa organizzazione qui in Italia, quindi il suo movimento, e lo scopo di tutto ciò, ebbene, mi si sono presentate davanti scene a dir poco deludenti, dunque negative sul conto di coloro che stanno dietro a questa associazione, dei suoi tre presidenti (tutti giapponesi) che tra l'altro avrebbero addirittura finanziato la guerra in Iraq, e che dietro tutto alla fine c'è solo un gran movimento politico (di destra). Che delusione, anche se capisco che in quei video non ci sono necessariamente verità fondate, però............. ecco, gradirei sapere da qualcuno che ne sia ben a conoscenza com'è che stanno veramente le cose. Per ora alla mia amica non ho detto nulla. Nell'attesa ,Vi ringrazio e saluto tutti caramente! Ciro. :ciao:
kalokairi10
Nuovo Utente
 
Messaggi: 25
Iscritto il: 27/12/2009, 22:56

Messaggiodi predestinato74 » 18/04/2010, 21:55

interessante il tuo racconto, una curiosità, cosa intendi per "recita", la ripetizione di mantra?
sai poi cosa significa quella frase che reciti?

:ciao:
predestinato74
 

Messaggiodi kalokairi10 » 18/04/2010, 22:09

Si, in grosso modo significa questo, "io dedico la mia vita alla legge mistica dell'universo" , in pratica al fine di armonizzare la nostra vita con appunto la legge dell'universo.
kalokairi10
Nuovo Utente
 
Messaggi: 25
Iscritto il: 27/12/2009, 22:56

buddismo

Messaggiodi dolores » 19/04/2010, 8:01

ciao! sono iscritta a questo forum e vi leggo tutti i giorni, ma non ho mai scritto...ora lo faccio perchè...sono stata buddista delle soka gakkai per 8 anni circa, e ho tanto da dirti!!!
intanto stai tranquillo. recitare un mantra, il cui significato letterale non è di tipo negativo, non può far male. quello che hai letto sul risvolto politico in Giappone della Soka è "abbastanza" vero. la cosa però verissima è che questo buddismo non ha niente a che vedere con i veri principi del buddismo di Siddarta Gautama (il Budda da cui nasce il vero buddismo). Questo tipo di pratica della Soka ti radica ai tuoi desideri, ti dà la falsa idea che tu sei onnipotente e pui cambiare il corso della tua vita SEMPRE E COMUNQUE SE RECITI NAM MYO HO RENGE KYO, e che tu puoi essere felice solo attraverso questa pratica. In alcune persone molto insicure può dare in effetti dei risultati strabilianti, me se sei un tipo anche solo leggermente ossessivo...avrei tante cose da dire, non so da che parte cominciare. intanto vai a cercare informazioni sulle "sette", troverai già cose molto istruttive, poi magari fammi delle domande dirette, e proverò a risponderti. Sono comunque persone sincere, non fanno storie se decidi di smettere, le amicizie che nascono sono vere e durano anche al di là della pratica...io personalmente ho smesso perchè in un periodo di depressione (quella vera, diagnosticata e curata con farmaci) la recitazione mi scatenava dei forti attacchi di panico, e soprattutto perchè fondamentalmente credo in Dio, e il buddismo non "soddisfaceva" questo mio bisogno sperituale. ora vi mando un grande saluto a tutti e mi scuso se sono imbranata nello scrivere e nell'esprimermi. un abbraccio, a presto.
La felicità non è domani. La felicità è ora. Perchè ovunque tu vada ci sei già. (A. De Mello)

Chi sono
Avatar utente
dolores
Utente Senior
 
Messaggi: 757
Iscritto il: 21/02/2010, 12:43
Località: Toscana

Messaggiodi Trianello » 19/04/2010, 18:10

La Soka Gakkai sta al Buddhismo come i TdG stanno al Cristianesimo, vale a dire in un rapporto di parentela molto alla lontana (anche se così come i TdG si definiscono cristiani i membri della Soka Gakkai si definiscono buddhisti).

Qui trovi una scheda informativa sulla Soka Gakkai:

http://www.grisroma.org/forum_b/viewtop ... 2543#p2543

Questo è invece un Sito che sta alla Soka Gakkai come il Sito di Achille sta alla WTS:

http://www.noallasokagakkai.eu/

Leggi in primo luogo questa pagina:

http://www.noallasokagakkai.eu/10_doman ... poste.html
Presentazione

Deus non deserit si non deseratur

Augustinus Hipponensis (De nat. et gr. 26, 29)
Avatar utente
Trianello
Utente Master
 
Messaggi: 3356
Iscritto il: 10/06/2009, 22:45

Messaggiodi predestinato74 » 19/04/2010, 18:17

parli di un cambiamento grazie alla recita del mantra, cosa intendi? che tipo di sensazioni hai vissuto?

:ciao:
predestinato74
 

Messaggiodi Hushai » 19/04/2010, 18:23

Trianello ha scritto:La Soka Gakkai sta al Buddhismo come i TdG stanno al Cristianesimo, vale a dire in un rapporto di parentela molto alla lontana (anche se così come i TdG si definiscono cristiani i membri della Soka Gakkai si definiscono buddhisti).

Qui trovi una scheda informativa sulla Soka Gakkai:

http://www.grisroma.org/forum_b/viewtop ... 2543#p2543" target="_blank" target="_blank

Questo è invece un Sito che sta alla Soka Gakkai come il Sito di Achille sta alla WTS:

http://www.noallasokagakkai.eu/" target="_blank" target="_blank

Leggi in primo luogo questa pagina:

http://www.noallasokagakkai.eu/10_doman ... poste.html" target="_blank" target="_blank



Hai detto pari pari quello che volevo scrivere io.
Faccio notare che tra l'altro la Soka Gokkai non viene riconosciuta dall' UBI (Unione buddhista italiana). Vedi: http://www.buddhismo.it/" target="_blank

Con l'occasione mando un caro saluto a tutti :ciao:

Hushai
Avatar utente
Hushai
Nuovo Utente
 
Messaggi: 14
Iscritto il: 24/09/2009, 17:51

Messaggiodi Achille » 19/04/2010, 19:25

Hushai ha scritto:
Con l'occasione mando un caro saluto a tutti :ciao:

Hushai
Ma guarda chi si rivede! :strettamano:

Ciao, bentornato :ciao:

Achille
P.s.: ce la fai a venire a Prato?
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 14918
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi kalokairi10 » 19/04/2010, 20:33

Wow! Beh, cosa dire... sconvolgente e null'altro. Più chiari di così non potevate, tanto che più chiare di come ho ora le idee non si può! -------------- Dolores ,non lo dovrai per caso a me, e soprattutto grazie alla recita se finalmente sei (siamo) riusciti a scrivere sul Forum??? :occhiol: ahahahahahah! Sei stata efficacissima altro che, e le tue sensazioni sul fatto che non ti sentivi soddisfatta spiritualmente, è quanto stava praticamente accadendo in me. Tra l'altro dopo la recita mi confondevo anche su chi dover ringraziare... Budda, Nichiren, Dio, Geova? Bàh... In merito alle persone, le amicizie e sulla loro durata sarebbe molto presto esprimere un mio giudizio, non ho ancora avuto modo e tempo di coltivarle (se escludiamo la mia amica, che lo siamo già da anni), ma quei pochi che ho conosciuto danno l'impressione d'essere socievoli fra loro, e se non altro gioiosi! -------- Riguardo alla tua domanda Predestinato che dire, hai ben detto, mi sarò illuso di sentire in me dei cambiamenti, ma tra l'altro si sa, succede un pò così quando capitano dei grandi eventi, dei quali ne sei alla ricerca anche inconsciamente... Sappiamo bene quanto facilmente può farsi lasciar prendere da certi meccanismi la propria mente... Lo zelo iniziale ti fa provare sensazioni che scaturiscono irrazionalmente, e solo dopo un certo periodo di tempo cominci a rendertene conto e a valutare fin li il proprio operato. -------------- Trianello ed Hushai grazie anche a voi per le preziosissime info! Quel che è certo è che sono contento di non aver fatto ulteriori passi, tutto questo può bastare davvero! ... Saluto tutti, e a presto! Ciro
kalokairi10
Nuovo Utente
 
Messaggi: 25
Iscritto il: 27/12/2009, 22:56

Messaggiodi dolores » 19/04/2010, 21:22

Quello che tu provi di positivo quando reciti, credo sia ciò che ogni tipo di "preghiera" (compreso il mantra, di cui anche il cattolicesimo si serve, ad esempio nel semplice Rosario, nella preghiera del Nome, nella Liturgia delle Ore...) provoca in noi: un ricentramento, un lasso di tempo tutto per noi che ci permette di placare l'ansietà e il turbinio dei pensieri, un contatto con...il Tutto. Se tu ti dedicassi con la stessa costanza con cui si fa Daimoku alla recita del Padre nostro, otterresti la stessa sensazione di pace e di "pienezza". Non voglio dire con questo che una strada vale l'altra (Buddismo e religioni monoteiste alla base sono diversissime), ma che alcune "tecniche" della meditazione e della preghiera sono simili e provocano sensazioni simili. Ognuno di noi deve scegliere la strada più consona alle proprie necessità spirituali. Personalmente penso che il (cosiddetto) buddismo della Soka Gakkai può andar bene da adolescenti, quando siamo arrabbiati con Dio e siamo completamente incentrati su noi stessi, la nostra realizzazione, i nostri desideri. E' una specie di "buddismo da shopping", che stravolge in realtà i veri pricipi del buddismo. Qui sul forum sono stati molto precisi nel darti indicazioni (io non ne sarei stata capace) sono d'accordo con loro. detto questo ti posso dire che a me il buddismo della Soka mi è servito per acquistare una "disciplina" spirituale. Ho capito l'importanza della preghiera quotidiana, l'importanza delle Sacre Scritture, l'importanza della preghiera in comune. In sintesi mi è servito per ritrovare Dio in modo più profondo. Paradossale vero? ti mando un grande abbraccio, che allargo a tutti quanti che non conosco e non mi conoscono! :fiori:
La felicità non è domani. La felicità è ora. Perchè ovunque tu vada ci sei già. (A. De Mello)

Chi sono
Avatar utente
dolores
Utente Senior
 
Messaggi: 757
Iscritto il: 21/02/2010, 12:43
Località: Toscana

Messaggiodi ClintEastwood » 20/04/2010, 17:33

La Soka Gakkai con la quale ti sei trovata a contatto è una frangia del buddismo, una delle tante scuole di pensiero sorte in epoca moderna. Ora sul momento non saprei dirti i retroscena della S.G. quindi eventuali punti negativi, non avendo nello specifico mai approfondito questo gruppo, ma anche se ve ne fossero ciò nnon inficerebbe in toto il buddismo in sè ne necessariamente questa scuola. Un consiglio che posso darti è quello di documentarti senza pregiudizi ed accogliere sia aspetti negativi che positivi, dicendoti anche che non è con un gruppo specifico che puoi essere una buddista perfetta (questo vale anche per il cristianesimo) ma semmai potrai cogliere dei petali da più fiori. Sarà che per il buddismo io sono un forte sostenitore del pensiero Zen il quale è sintetico e non ingabbiato in nessuno schema, cosa che ho rapportato anche alla mia fede cristiana, ma non ti consiglierei di aderire permanentemente in un gruppo credendo che là troverai la via definitiva.

X Trianello
"La Soka Gakkai sta al Buddhismo come i TdG stanno al Cristianesimo, vale a dire in un rapporto di parentela molto alla lontana (anche se così come i TdG si definiscono cristiani i membri della Soka Gakkai si definiscono buddhisti)."

Forse era meglio se formulavi la frase "come i tdg stanno al cattolicesimo"; ecco gli schemi fissi ai quali mi oppongo, averne uno personale e giudicare gli altri in base a quello.

Stay tuned on the future.
Avatar utente
ClintEastwood
Utente Junior
 
Messaggi: 215
Iscritto il: 24/09/2009, 18:40
Località: Roma

Messaggiodi Trianello » 20/04/2010, 19:06

ClintEastwood ha scritto:Forse era meglio se formulavi la frase "come i tdg stanno al cattolicesimo"; ecco gli schemi fissi ai quali mi oppongo, averne uno personale e giudicare gli altri in base a quello.

Stay tuned on the future.



Io ho scritto quello che ho scritto perché conosco sia la dottrina del Buddha che le dottrine e la storia della Soka Gakkai. Ora, i TdG non sono considerati critiani dagli altri cristiani (da tutti gli altri cristiani, non solo dai cattolici) perché rifiutano ciò che c'è di peculiarmente cristiano nelle dottrine delle varie Chiese. Ad esempio, i TdG rifiutano la Trinità e la divinità di Cristo, non impartiscono il battesimo con formula trinitaria e non gli conferiscono valore di sacramento. Ergo, sono privi dei requisiti minimi per cui, da un punto di vista storico-religioso ancor prima che teologico, un movimento viene definito cristiano. Nella manualistica, anche quella a-confessionale, i TdG vengono infatti considerati un movimento di origine cristiana (proprio come i mormoni) e non una Chiesa cristiana. Lo stesso discorso vale per la Soka Gakkai, che non è riconosciuta quale movimento buddhista dagli altri buddhisti e che viene rubricata nella manualistica come un movimento di origine buddhista o neo-buddhista (che vuol dire la stessa cosa). Poi ognuno è libero di chiamare le cose come gli pare, ma, di conseguenza, non si lamenti se la gente fa confusione. Io sono libero di chiamare il mio gatto "cane", se mi fa piacere, ma ciò non farà del mio gatto un cane e servirà solo a creare confusione nella testa dei miei interlocutori quando, magari, mi sentissero dire che il mio "cane" oggi non la smetteva di miagolare.
Presentazione

Deus non deserit si non deseratur

Augustinus Hipponensis (De nat. et gr. 26, 29)
Avatar utente
Trianello
Utente Master
 
Messaggi: 3356
Iscritto il: 10/06/2009, 22:45

Messaggiodi kalokairi10 » 20/04/2010, 19:56

Trianello ha scritto:
ClintEastwood ha scritto:Forse era meglio se formulavi la frase "come i tdg stanno al cattolicesimo"; ecco gli schemi fissi ai quali mi oppongo, averne uno personale e giudicare gli altri in base a quello.

Stay tuned on the future.



Io ho scritto quello che ho scritto perché conosco sia la dottrina del Buddha che le dottrine e la storia della Soka Gakkai. Ora, i TdG non sono considerati critiani dagli altri cristiani (da tutti gli altri cristiani, non solo dai cattolici) perché rifiutano ciò che c'è di peculiarmente cristiano nelle dottrine delle varie Chiese. Ad esempio, i TdG rifiutano la Trinità e la divinità di Cristo, non impartiscono il battesimo con formula trinitaria e non gli conferiscono valore di sacramento. Ergo, sono privi dei requisiti minimi per cui, da un punto di vista storico-religioso ancor prima che teologico, un movimento viene definito cristiano. Nella manualistica, anche quella a-confessionale, i TdG vengono infatti considerati un movimento di origine cristiana (proprio come i mormoni) e non una Chiesa cristiana. Lo stesso discorso vale per la Soka Gakkai, che non è riconosciuta quale movimento buddhista dagli altri buddhisti e che viene rubricata nella manualistica come un movimento di origine buddhista o neo-buddhista (che vuol dire la stessa cosa). Poi ognuno è libero di chiamare le cose come gli pare, ma, di conseguenza, non si lamenti se la gente fa confusione. Io sono libero di chiamare il mio gatto "cane", se mi fa piacere, ma ciò non farà del mio gatto un cane e servirà solo a creare confusione nella testa dei miei interlocutori quando, magari, mi sentissero dire che il mio "cane" oggi non la smetteva di miagolare.

Più che chiaro Trianello!
kalokairi10
Nuovo Utente
 
Messaggi: 25
Iscritto il: 27/12/2009, 22:56

Messaggiodi ClintEastwood » 23/04/2010, 12:08

X Trianello
"Ora, i TdG non sono considerati critiani dagli altri cristiani (da tutti gli altri cristiani, non solo dai cattolici) perché rifiutano ciò che c'è di peculiarmente cristiano nelle dottrine delle varie Chiese. Ad esempio, i TdG rifiutano la Trinità e la divinità di Cristo, non impartiscono il battesimo con formula trinitaria e non gli conferiscono valore di sacramento."

Non bisogna generalizzare, non sono pochi i cristiani che considerano tali anche i tdg, quindi è impossibile affermare quanto hai detto per la totalità del mondo cristiano, seconda cosa, non sono i dogmi che fanno il buon cristiano come la mentalità cattolica ha sempre voluto far credere; ci sono persone che vanno a messa la domenica e credono in tutti i dogmi della CC mentre fuori considerano gli extracomunitari come cani, non si fanno scrupolo a danneggiare il prossimo a proprio vantaggio per un qualsivoglia motivo, ne ho conosciute molte di queste persone. Tra i tdg non ci sono? Certo che ci sono simili individui, ma ciò che voglio dire è che non ci si può permettere di giudicare un cristiano solo in base ad una barriera denominazionale, tanto sarebbe un giudizio che fà acqua da tutte le parti.

"Ergo, sono privi dei requisiti minimi per cui, da un punto di vista storico-religioso ancor prima che teologico, un movimento viene definito cristiano. Nella manualistica, anche quella a-confessionale, i TdG vengono infatti considerati un movimento di origine cristiana (proprio come i mormoni) e non una Chiesa cristiana."

Dipende quale manuale si apra, se si apre un libro di parte è scontato che non vengano considerati cristiani, da un punto di vista storico accademico non c'è nessun motivo per cui il movimento dei Tdg non possa essere considerato tale, visto che credono nella persona di Cristo pur vedendola da un'altra angolazione, da un punto di vista morale rimando alla mia prima risposta, impossibile fare giudizi in base ad una mera barriera denominazionale. Quindi tu esprimi da un punto di vista religioso cattolico la appartenenza o non appartenenza al cristianesimo, puoi portarmi concili cattolici ed anatemi annessi, sei libero di farlo, ma se sei coerente preparati a non considerare cristiano ogni appartenente ad una confessione non cattolico-ortodossa, per cui tutto il protestantesimo.

"Lo stesso discorso vale per la Soka Gakkai, che non è riconosciuta quale movimento buddhista dagli altri buddhisti e che viene rubricata nella manualistica come un movimento di origine buddhista o neo-buddhista (che vuol dire la stessa cosa). Poi ognuno è libero di chiamare le cose come gli pare, ma, di conseguenza, non si lamenti se la gente fa confusione."

Io replicavo in merito ai Tdg e non tanto a favore del fatto che i Soka Gakkai siano da considerare prettamente buddisti, per quanto non accetterei volentieri giudizi nemmeno su questa religione visto che gran parte delle frange buddiste attualmente esistenti hanno di non poco inquinato ed alterato il messaggio originale di Gautama.

Stay tuned on the future.
Avatar utente
ClintEastwood
Utente Junior
 
Messaggi: 215
Iscritto il: 24/09/2009, 18:40
Località: Roma

Messaggiodi Trianello » 23/04/2010, 23:24

Caro Clint, va bene che devi fare polemica a tutti costi sennò non sei contento, ma qui stai proprio sbagliando bersaglio.
Io non dico che i TdG non sono cristiani perché sono cattolico, ma perché sono uno storico delle religioni. Anche quando ero un agnostico militante avrei rubricato quello dei TdG come un movimento di origine cristiana, più che come un movimento cristiano. Questo perché, da un punto di vista meramente storico, il Cristianesimo si è affermato come quel movimento religioso caratterizzato nella fede nel Dio Trinità e nell'incarnazione di Dio. Ogni tassonomia, infatti, deve rifarsi ad un qualche criterio che possa avere una valenza intersoggettiva (se non oggettiva in senso assoluto), e, in ambito storico religioso, è la storia stessa che ci deve fornire il criterio.
Allo stesso modo, da non buddhista, ma da studioso di storia delle religioni, non mi sento di considerare la Soka Gakkai un movimento buddhista, perché, in questo, non sopravvive praticamente nulla delle Quattro Nobili Verità e dell'Ottuplice Sentiero, i quali costituiscono (da un punto di vista storico ancor prima che filosofico-religioso) il cardine della dottrina del Buddha. Ergo, rubrico il medesimo tra i movimenti di origine buddhista o neo-buddhisti (così come fanno tutti i dizionari religiosi di questo mondo).
Presentazione

Deus non deserit si non deseratur

Augustinus Hipponensis (De nat. et gr. 26, 29)
Avatar utente
Trianello
Utente Master
 
Messaggi: 3356
Iscritto il: 10/06/2009, 22:45

Messaggiodi Hushai » 26/04/2010, 16:43

Achille Lorenzi ha scritto:Hushai ha scritto:
Con l'occasione mando un caro saluto a tutti :ciao:

Hushai
Ma guarda chi si rivede! :strettamano:

Ciao, bentornato :ciao:

Achille
P.s.: ce la fai a venire a Prato?


Ciao Achille,

scusa poi non avevo più visto...

Non credo di riuscire a venire a Prato...periodo po' complesso.

Ciaooooo.

Ci si sente!
Avatar utente
Hushai
Nuovo Utente
 
Messaggi: 14
Iscritto il: 24/09/2009, 17:51

Messaggiodi ClintEastwood » 28/04/2010, 18:52

X Trianello
"Io non dico che i TdG non sono cristiani perché sono cattolico, ma perché sono uno storico delle religioni. Anche quando ero un agnostico militante avrei rubricato quello dei TdG come un movimento di origine cristiana, più che come un movimento cristiano. Questo perché, da un punto di vista meramente storico, il Cristianesimo si è affermato come quel movimento religioso caratterizzato nella fede nel Dio Trinità e nell'incarnazione di Dio."

Appunto ecco che io da studioso di storia del cristiesimo non sono d'accordo con questo perchè quella branca del cristianesimo che tu dici se pur maggioranza si è affermata con editti e soppressioni di minoranze che erano comunque considerate cristiane pur avendo idee diverse anche sulla trinità, stessa cosa per gli ariani che ogni manuale di storia del cristianesimo definisce cristiani a tutti gli effetti ma dal tuo punto di vista non sarebbero definibili come tali. Un conto è definirli eretici, un conto è definirli non cristiani, non sto dicendo ora se erano buoni o cattivi, ma sulla base dei fatti storici non vi sono motivi sufficentemente logici per poter dichiarare un gruppo non cristiano se ha un culto basato sulla fede in D_o e Cristo, se poi estromette quest'ultimo posso anche essere d'accordo.

"Allo stesso modo, da non buddhista, ma da studioso di storia delle religioni, non mi sento di considerare la Soka Gakkai un movimento buddhista, perché, in questo, non sopravvive praticamente nulla delle Quattro Nobili Verità e dell'Ottuplice Sentiero, i quali costituiscono (da un punto di vista storico ancor prima che filosofico-religioso) il cardine della dottrina del Buddha. Ergo, rubrico il medesimo tra i movimenti di origine buddhista o neo-buddhisti (così come fanno tutti i dizionari religiosi di questo mondo)."

Chiaramente su questo gruppo sono in linea di massima d'accordo, almeno sul piano accademico, sul piano della fede invece non mi permetto di giudicare alcun adepto dela Soka Gakkai per dire se abbia meno o più fede in Buddha di un buddista tibetano o dell'hinayana, tanto per fare un esempio.
Bisogna stare attenti con le dichiarazioni cristiano non cristiano, buddista non buddista, maomettano non maomettano, perchè queste non sono semplici etichette da enciclopedia ma vanno a toccare i sentimenti e la fede delle persone in questione. Da antropologo spero tu abbia questo rispetto e spero saprai (io lo sò perchè l'ho sperimentato) che spesso un tdg che viene tacciato di non-cristiano si sente profondamente offeso e non a torto, spero almeno che si capisca questo.

Visto che dici che faccio polemica concludo dicendo che se tu hai intenzione di giudicare i tdg o un tdg non cristiano lo fai con tuo personale parere, accademicamente parlando per gli esempi che ho portato sopra e fideisticamente parlando perchè non credo che tu conosca il cuore di un individuo per poter dire se sia o non sia cristiano.


Stay tuned on the future.
Avatar utente
ClintEastwood
Utente Junior
 
Messaggi: 215
Iscritto il: 24/09/2009, 18:40
Località: Roma

Messaggiodi Trianello » 29/04/2010, 0:23

Il tuo approccio è metodologicamente manchevole su due punti di vista.
In primo luogo, ti ostini a voler confondere il livello tassonomico con quello teologico. Da un punto di vista tassonomico, infatti, sono indifferenti i metodi con i quali il Cristianesimo si è storicamente configurato così come si è configurato (e, al limite, è persino indifferente la fedeltà del medesimo all'insegnamento di Cristo). Da un punto di vista storico il Cristianesimo si è affermato come quel movimento religioso propugnante, tra le altre cose, le dottrine dell'incarnazione di Dio e della Trinità. Ergo, onde assegnare ai termini un senso univoco e, pertanto, utile, non potranno essere definiti come cristiani tutti quei movimenti che, seppure in qualche modo analoghi al Cristianesimo, non propugnino come proprie queste due dottrine.
In secondo luogo, i sentimenti dei singoli credenti, in questo contesto, c'entrano come i cavoli a merenda. Lo so che i TdG ci tengono tantissimo a definirsi cristiani, ma da un punto di vista storico non possono essere definiti tali. I TdG sanno benissimo che le loro dottrine sono molto distanti da quelle della "cristianità" (come la chiamano loro). Ovviamente, ritengono le proprie dottrine come cristiane e apostate quelle della cristianità. Solo che da un punto di vista scientifico non possiamo rifarci all'opinione di una minoranza moderna per tracciare una difinizione del termine "cristiano", ma dobbiamo, per forza di cose, far riferimento a come il movimento cristiano si è determinato, nella sua corrente dominante, lungo il corso di tutta la sua storia. Pertanto, da un punto di vista tassonomico non possiamo definire i TdG cristiani, a meno di non voler rendere il termine "cristiano" equivoco o dilatarne l'accezione in modo tale da renderlo praticamente inutile da un punto di vista tassonomico. Tutto ciò a prescindere, come dicevo, dal fatto che i TdG siano più o meno fedeli a quello che fu l'insegnamento di Cristo.
Presentazione

Deus non deserit si non deseratur

Augustinus Hipponensis (De nat. et gr. 26, 29)
Avatar utente
Trianello
Utente Master
 
Messaggi: 3356
Iscritto il: 10/06/2009, 22:45

Messaggiodi ClintEastwood » 30/04/2010, 20:25

"Da un punto di vista storico il Cristianesimo si è affermato come quel movimento religioso propugnante, tra le altre cose, le dottrine dell'incarnazione di Dio e della Trinità."

Storicamente ciò che dici non ha senso, perchè tu citi due dottrine che si sono affermate, con mezzi più o meno violenti, facenti parte di una fazione cristiana che seppur in maggioranza non era l'unica. Quindi non ha senso dire il cristianesimo propugnava quelle due dottrine ma che una parte di esso lo faceva, tra i tanti pensieri ed idee teologiche nei primi secoli.
Cristianesimo era anche l'arianesimo a tutti gli effetti, la vincita della fazione nicena e così il guadagno della medaglia dell'ortodossia fece scadere nell'ereticità questa fazione, distrutti sistematicamente tutti o quasi gli scritti dei suoi esponenti ed imposta statalmente nell'impero. L'arianesimo era chiaramente solo un esempio tra i tanti. Questa è storia. Senza imperatori come Giustiniano che imposero il cattolicesimo con la forza adesso potresti benissimo fare parte di un altro gruppo cristiano originato da altri eventi, magari senza fede nella trinità o vedendola differentemente da come la si concepisce oggi.

"In secondo luogo, i sentimenti dei singoli credenti, in questo contesto, c'entrano come i cavoli a merenda. Lo so che i TdG ci tengono tantissimo a definirsi cristiani, ma da un punto di vista storico non possono essere definiti tali. "

Da un punto di vista storico coerente da parte di un cattolico nemmeno i protestanti allora dovrebbero essere considerati cristiani, per quanto non rigettino la Trinità collidono con diversi dogmi del cattolicesimo, polymetis almeno è stato coerente è ad affermato in altro post, o cattolici o atei.

"Tutto ciò a prescindere, come dicevo, dal fatto che i TdG siano più o meno fedeli a quello che fu l'insegnamento di Cristo."

A prescindere dalle dottrine fasulle o vere che siano dei Tdg, un singolo individuo che sia fedele in minima o in massima parte all'insegnamento di Cristo e non si possa definire cristiano è solamente un giudizio di parte da chi, essendo in un "gruppo" con determinate concezioni e dogmi vede tutto ciò che ne è fuori e differisce da quelle leggi come non appartenente a quella fazione. Visto che il cristianesimo non è prerogativa del cattolicesimo come si voglia far pensare, le cose potrebbero vedersi differentemente da altre angolazioni.

Stay tuned on the future.
Avatar utente
ClintEastwood
Utente Junior
 
Messaggi: 215
Iscritto il: 24/09/2009, 18:40
Località: Roma

Messaggiodi Trianello » 04/05/2010, 23:34

Uhm... vedo che continua sfuggirti il fulcro del mio discorso. Cercherò di chiarirtelo con un analogia tratta dal mondo dello sport.
Allora, c'era una volta il football, si trattava di uno sport molto più simile all'attuale rugby che non al football inteso come calcio. Ad un certo punto, però, furono codificate le regole del rugby il quale, per dir così, divenne uno sport “scismatico” rispetto al football, il quale lentamente venne elaborando il regolamento che lo contraddistingue oggi e che è molto diverso da quello che caratterizzava il football delle origini (molto più simile, come dicevo al rugby o al football americano che non al calcio). Il fatto che il rugby sia molto più simile al football delle origini non toglie che oggi noi, quando parliamo di football, ci riferiamo al calcio e non al rugby. Ora, a prescindere da quelle che erano le credenze del Cristianesimo originario, storicamente il Cristianesimo si è affermato come una religione trinitaria, per cui è indifferente, da un punto di vista tassonomico, il fatto che la dottrina trinitaria appartenesse all'insegnamento di Cristo o meno. Questo perché, da un punto di vista tassonomico, interessa solo dare ai termini un senso il più possibile univoco. Ergo, il fatto che i TdG si ritengano molto più fedeli all'insegnamento di Cristo che non tutti coloro che vengono generalmente indicati come cristiani non li rende, da un punto di vista tassonomico, più “cristiani” di questi, proprio come il fatto che i giocatori di football americano praticano uno sport che è molto più simile all'originario football non li rende giocatori di football, ma, appunto, di football americano. Ovviamente, se domanderai ad un americano che gioca a football americano che sport questo pratichi, questi ti risponderà che pratica il football (senza pecificare che si tratta di football americano, perché per lui il calcio è il soccer), proprio come se chiedi ad un TdG se è cristiano, questi ti dirà di sì (perché lui ritiene di essere un vero cristiano, a differenza degli appartenenti alla satanica "cristianità apostata"). Da un punto di vista tassonomico, però, il football americano non è il football, ma un'altra cosa, così come il "geovismo" non è una forma di cristianesimo, ma è un'altra cosa: una religione di origine cristiana.
Presentazione

Deus non deserit si non deseratur

Augustinus Hipponensis (De nat. et gr. 26, 29)
Avatar utente
Trianello
Utente Master
 
Messaggi: 3356
Iscritto il: 10/06/2009, 22:45

Messaggiodi ClintEastwood » 06/05/2010, 21:38

"storicamente il Cristianesimo si è affermato come una religione trinitaria"

E' questa una tua convenzione che dai per scontata nel mondo accademico mentre invece non lo è, visto che appunto, sono chiamate cristianesimo anche frange derivate sia antiche che esistenti, non tutte chiaramente. Tu lo chiami di matrice cristana, io le chiamo cristiane, certi libri fanno come fai tu certi come li chiamo io, quindi non esiste una definizione precisa. Mi duole comunque dire che la maggior parte dei testi che si esprimono nei tuoi termini sono spesso di fazione cattolica.


"Da un punto di vista tassonomico, però, il football americano non è il football, ma un'altra cosa, così come il "geovismo" non è una forma di cristianesimo, ma è un'altra cosa: una religione di origine cristiana."

Purtroppo non tutti usano questo metro, quindi come detto sopra è impossibile farne una misura universale. Se tu vuoi adottarlo devi comunque farlo anche per i protestanti perchè per quanto siano vicini alla trinità ci sono gruppi di esso che la vedono differentemente, come i pentecostali oneness, che si avvicina più al modalismo.
Tanto per fare un'esempio proprio con questi ultimi, posso citare il link del cesnur:

http://www.cesnur.org/religioni_italia/p/pentecostali_05.htm

Questo sito che gode di una modesta reputazione mette nella sezione religioni tutti i gruppi cristiani cattolicesimo incluso nonchè religioni non cristiane, non ci sono differenziazioni tra cristiani trinitari e non cristiani non trinitari, a me questo metro mi sembra che sia di utilità cattolica e non storica, sarà una mia impressione.


Stay tuned on the future.
Avatar utente
ClintEastwood
Utente Junior
 
Messaggi: 215
Iscritto il: 24/09/2009, 18:40
Località: Roma

Messaggiodi Trianello » 06/05/2010, 22:13

ClintEastwood ha scritto:
Questo sito che gode di una modesta reputazione mette nella sezione religioni tutti i gruppi cristiani cattolicesimo incluso nonchè religioni non cristiane, non ci sono differenziazioni tra cristiani trinitari e non cristiani non trinitari, a me questo metro mi sembra che sia di utilità cattolica e non storica, sarà una mia impressione.


Stay tuned on the future.


Au contraire, mon ami!
Guarda come sono disposte le voci dell'Atlante e ti accorgerai che queste ordinano le religioni cristiane ponendo al primo posto le Chiese storiche e, via via, tutte le Chiese e parachiese (seguendo un criterio puramente storico-dottrinale)... per finire proprio con i TdG ed i loro scismi (la cosa è ancora più chiara nell'edizione cartacea dell'opera in oggetto). Del resto, qui si tratta solo di dare un senso alle parole, onde renderle utilizzabili in un contesto scientifico. Se a te piacciono i termini equivici o le "somiglianze di famiglia", fai come vuoi, ma ne risentirà enormente la tua intelligibilità.
Presentazione

Deus non deserit si non deseratur

Augustinus Hipponensis (De nat. et gr. 26, 29)
Avatar utente
Trianello
Utente Master
 
Messaggi: 3356
Iscritto il: 10/06/2009, 22:45

Messaggiodi ClintEastwood » 09/05/2010, 17:43

"Guarda come sono disposte le voci dell'Atlante e ti accorgerai che queste ordinano le religioni cristiane ponendo al primo posto le Chiese storiche"

Questo mi pare scontato visto che sono tra le più antiche, se l'arianesimo non si fosse estinto chissà se sarebbe stato messo tra quei posti, magari come grande chiesa ariana, non era questo il punto, ma la catalogazione cristiane/non-cristiane.

Stay tuned on the future.
Avatar utente
ClintEastwood
Utente Junior
 
Messaggi: 215
Iscritto il: 24/09/2009, 18:40
Località: Roma

Messaggiodi Trianello » 09/05/2010, 20:54

Clint ha scritto
Questo mi pare scontato visto che sono tra le più antiche, se l'arianesimo non si fosse estinto chissà se sarebbe stato messo tra quei posti, magari come grande chiesa ariana, non era questo il punto, ma la catalogazione cristiane/non-cristiane.


Appunto. I TdG vengono inclusi tra i movimenti di origine cristiana (così come i Mormoni) e non tra le Chiese cristiane.
Presentazione

Deus non deserit si non deseratur

Augustinus Hipponensis (De nat. et gr. 26, 29)
Avatar utente
Trianello
Utente Master
 
Messaggi: 3356
Iscritto il: 10/06/2009, 22:45

Messaggiodi musetto » 15/09/2010, 15:05

Ammazza e che COMBINAZIONE!! :ok: Ero entrato proprio con l'intenzione di chiederVI cosa ne pensate del Buddismo. Che cos'è, di CHE si tratta e se qualcuno di voi ha avuto esperienze in tal senso...
E che ti trovo così per CASO?? Un post sul buddismo.
Lo leggerò con MOLTA attenzione appena avrò tempo.. :bacino:
Avatar utente
musetto
Utente Junior
 
Messaggi: 372
Iscritto il: 13/04/2010, 7:53

per Musetto

Messaggiodi dolores » 15/09/2010, 19:34

Attualmente ne stiamo parlando anche nel 3d "A che punto sei con la tua "illuminazione?"
Un baciotto!
La felicità non è domani. La felicità è ora. Perchè ovunque tu vada ci sei già. (A. De Mello)

Chi sono
Avatar utente
dolores
Utente Senior
 
Messaggi: 757
Iscritto il: 21/02/2010, 12:43
Località: Toscana


Torna a Fuori Tema

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 7 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici