Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Sulla dissonanza cognitiva

Spazio dove discutere dei problemi relativi ai rapporti tra i TdG e il mondo che li circonda

Moderatore: Gocciazzurra

Sulla dissonanza cognitiva

Messaggiodi Achille » 24/01/2020, 5:21

https://www.zonagrigia.it/2020/01/disso ... iva/varie/

La dissonanza cognitiva: da Salvini, a Geova, a Berlusconi. Come le masse si prendono in giro da sole.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 14003
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi umanista » 24/01/2020, 8:58

In tutti questi casi pero' . le persone hanno risolto la dissonanza cognitiva pensando che una religione meglio degli avventisti non c'era e nemmeno dei testimoni di geova , e quindi anche se si era esagerato meglio stare dentro
LO stesso adesso dicono meglio di salvini in un emergenza non c'e e stanno dentro
Inoltre le persone si affezionano al loro ambinete e quindi anche se notano grandi dissonanze, non mollano tutto
palese che tante ragazze giovani furono liberate in Utah , e portate in un altro stato con i figli, lontani dai loro vecchi mariti mormoni e dalle loro case
, mariti violenti e maschilisti
Dopo un po molto erano tornate a casa , le donne in particolare, tendono all'ambiente familiare casa tradizioni figli
Il puro ragionamento logico non puo' darci nessuna conoscenza del mondo empirico
Ogni conoscenza della realta' parte dall'esperienza e in questa si conclude
Albert Einstein
umanista
Nuovo Utente
 
Messaggi: 124
Iscritto il: 11/01/2020, 14:33

Messaggiodi Achille » 24/01/2020, 9:56

Achille ha scritto:https://www.zonagrigia.it/2020/01/dissonanza-cognitiva/varie/

La dissonanza cognitiva: da Salvini, a Geova, a Berlusconi. Come le masse si prendono in giro da sole.
Pollina, come sempre, è estremamente chiaro. Copio/incollo il punto in cui parla anche dei TdG:

Un esempio eclatante di questo fenomeno ci è offerto da alcuni gruppi religiosi molto noti e ben radicati nel contesto sociale. Chi ha una certa familiarità con questo argomento non potrà non ricordarne almeno due: gli Avventisti e i Testimoni di Geova. Entrambi, fondati verso la metà del XIX secolo, avevano come “ragione sociale” l’annuncio dell’imminente fine del mondo e, quindi, il cogente invito a ravvedersi per non incorrere nell’ira di Dio. I primi avevano indicato la metà degli anni ’40 dell’800 per l’evento; i secondi, diverse date, fra cui le più importanti erano il 1914, il 1925 e il 1975. Com’è pacifico, niente avvenne e noi siamo qui a scriverne. Ciò nonostante i due movimenti sono cresciuti e contano milioni di adepti. Come è possibile sopravvivere a una così plateale e inoppugnabile sconfessione, fallimento, naufragio, delle promesse granitiche sulle quali i due movimenti erano nati? Abbiamo già indicato nella “dissonanza cognitiva” una delle ragioni principali di questo, altrimenti inspiegabile, comportamento. La “dissonanza”, cioè il conflitto fra la realtà e ciò che si crede tenacemente, tanto da averne fatto la propria ragione di vita, è dolorosa: è doloroso ammettere i fallimenti, veder crollare i propri idoli, i propri ideali; è anche umiliante, perché ci pone l’obbligo di ammettere che ci si è sbagliati o ci si è fatti ingannare. E allora si è costretti a tentare di ridurla, di attenuarla, o se è possibile, di rimuoverla, benché si sappia – e in ciò entra l’aggettivo “cognitiva” – che essa è lì: inamovibile. La soluzione sta nel numero di individui coinvolti, nell’entità della dissonanza. Solo quando un numero di persone abbastanza ampio è coinvolto nella stessa dissonanza, che non può essere risolta se non creandosi un reciproco sostegno (vedi le folle osannanti), essi possono riuscire a sostenere l’opinione che quel che accade sotto i loro occhi semplicemente non è vero: se tutti ne sono convinti, ciò che è non vero diviene adesso vero. La profezia della “fine” non si è avverata? Avevano frainteso: non era stato detto che sarebbe finito il mondo, ma che “probabilmente” sarebbe accaduto (sebbene, nero su bianco, gli scritti rimangano a testimonianza del contrario!); accadrà comunque, dobbiamo solo rivedere i nostri calcoli. Milioni di persone si sono convertite ai Testimoni di Geova che quotidianamente continuano ad annunciare che “la fine è vicina”; ma quanti di loro ci credono veramente? Eppure nessuno lo ammetterà mai, nemmeno a se stesso; e poi il fatto che insieme a loro ci credono così tanti altri è la prova che, nonostante i fallimenti del passato, ciò in cui credono accadrà.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 14003
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Tranqui » 24/01/2020, 15:03

non solo in campo religioso dunque :boh:
Presentazione

Immagine


"In ogni crisi è nascosta un'opportunità"
Proverbio cinese
Avatar utente
Tranqui
Utente Master
 
Messaggi: 5533
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32

Messaggiodi Ray » 24/01/2020, 18:03

Ai meridionali invaghiti di Salvini, mi piacerebbe ricordare che, quando ancora non gli servivano i loro voti, a Pontida e con una birra in mano cantava: “Senti che puzza! Scappano anche i cani. Sono arrivati i napoletani”. Alla luce di quanto sopra, una domanda da rivolgere ai milioni di italiani che lo osannano e lo votano – fra i quali una nutrita schiera di “meridionali puzzolenti” – sarebbe: come è possibile che, prestandogli devoto ossequio, abbiano potuto dimenticare che politico è, in realtà, colui al quale vogliono affidare i destini del Paese; un uomo che ha dichiarato, col presepe in mano, d’essere “apostolo del popolo cristiano dell’occidente”, e nello stesso tempo estimatore di un individuo che, in Corea del Nord, i cristiani li perseguita.

https://www.zonagrigia.it/2020/01/disso ... iva/varie/
Questa è dissonanza cognitiva con aggravante ,ricordo di aver visto in tv
un'intervista di una tv locale,a dei ragazzi e non solo ragazzi napoletani ,dove si chiedeva appunto perché avevano votato Salvini che
li aveva sempre denigrati ,rispondevano che era "il vecchio " Salvini,e che comunque "il nuovo" vuole liberare l'Italia dalla
troppa immigrazione proveniente dall'Africa ,in pratica ,mi unisco al mio nemico riscattandolo pur di raggiungere un fine comune. :help:
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 11531
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"


Torna a Costume e società

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici