Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Hanno voltato le spalle a Geova

Spazio dove discutere dei problemi relativi ai rapporti tra i TdG e il mondo che li circonda

Moderatore: Gocciazzurra

Hanno voltato le spalle a Geova

Messaggiodi Cogitabonda » 04/04/2015, 22:32

Sappiamo che i testimoni di Geova considerano condannati alla perdizione coloro che, pur avendo avuto il (presunto) privilegio di crescere "nella verità" e di venirvi educati da bambini e ragazzi, scelgono di non seguire questa religione. Di tanto in tanto in questo forum abbiamo accennato a personaggi famosi che hanno rivelato un passato da TdG, o di essere cresciuti in una famiglia con questo credo. Ora vorrei riunire in una sorta di galleria questi personaggi. Se avete nomi da suggerire, e fonti per le vostre informazioni, ogni contributo è gradito.

Vorrei iniziare con il più illustre: il 34° Presidente degli Stati Uniti d'America, Dwight D. Eisenhower.

Immagine

I genitori di Eisenhower facevano parte di un gruppo Mennonita chiamato Fratelli del Fiume, e si unirono poi ai seguaci di C.T. Russell, tanto che negli anni dal 1896 al 1915 la loro casa fu luogo delle adunanze degli Studenti Biblici (quelli che dal 1931 cominciarono a chiamarsi Testimoni di Geova). Il padre uscì da quell'organizzazione nel 1915, deluso dal mancato avverarsi delle profezie sul 1914, mentre la madre rimase una fedele testimone di Geova per tutta la vita. Dwight Eisenhower, che era nato nel 1890, crebbe dunque in una famiglia in cui ogni giorno veniva dedicato un po' di tempo alla lettura della Bibbia, e sotto l'influenza di una madre che faceva parte degli Studenti Biblici, però né lui né i suoi sei fratelli aderirono alla chiesa della madre. Nonostante la madre fosse contraria, Dwight entrò all'accademia militare di West Point e intraprese la carriera militare, quella che lo portò a diventare generale, comandante in capo delle truppe alleate in Europa durante la II Guerra Mondiale, comandante dello sbarco in Normandia. Nel 1952 fu il candidato alla presidenza per il partito repubblicano e fu eletto per due mandati successivi, restando in carica fino al 1960. Fu il primo presidente USA a battezzarsi durante il suo mandato, infatti nel 1953 ricevette il battesimo nella chiesa Presbiteriana. Fu considerato da molti il più regligioso fra i presidenti USA. Durante la sua carriera politica mantenne un rigoroso silenzio sull'educazione geovista della sua infanzia e adolescenza, come pure sul fatto che la madre appartenesse a quella religione. Probabilmente fu per la nomea dei TdG di essere antipatriottici, un tipo di fama che li aveva resi molto impopolari durante la guerra, e poteva metterlo in cattiva luce coi suoi elettori.

Fonte delle informazioni: http://www.eisenhower.archives.gov/rese ... ligion.pdf
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame
La mia presentazione
Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8393
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Messaggiodi Socrate69 » 04/04/2015, 23:04

Iniziativa interessante, Cogi.
Una raccolta di "esperienze" negative...
Farò del mio meglio.
L'ignorante afferma, il saggio dubita, il sapiente riflette - Aristotele

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3699
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44

Messaggiodi Cogitabonda » 04/04/2015, 23:15

Socrate69 ha scritto:Iniziativa interessante, Cogi.
Una raccolta di "esperienze" negative...
Farò del mio meglio.
L'idea me l'hai data tu, con quel tuo thread su Dave Mustaine. Quelli che sono stati educati "nella verità" ma l'hanno rifiutata sono tanti, e fra loro sicuramente tante persone con un buon successo nella vita. Io qui vorrei che ci occupassimo di quelli che sono diventati famosi.
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame
La mia presentazione
Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8393
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Patti Smith

Messaggiodi Cogitabonda » 05/04/2015, 10:19

La cantautrice Patti Smith aveva già, in passato, raccontato di essere stata educata come testimone di Geova da sua madre, ma di essersi distaccata dalla religione non appena aveva sentito la vocazione artistica. In questo era stata aiutata dal padre, che non era TdG ed era un uomo di mente molto aperta e amava fornire stimoli intellettuali ai figli. Lo scorso ottobre la rivista Rolling Stone ha pubblicato un articolo con un'intervista a Patti Smith incentrata proprio sul tema della religione. Qui sotto riporto un paio di stralci, tradotti da me.

Quasi 40 anni fa Patti Smith si presentò ai fan della musica con il verso tranciante e iconoclasta con cui iniziava Gloria, il primo brano del suo primo album Horses: “Gesù è morto per i peccati di qualcuno ma non i miei.” Quest’anno la poetessa e cantante ha registrato la serena ninna–nanna d’ispirazione biblica Mercy is (La pietà è) per il grande film biblico Noè, del regista Darren Arnofsky.
“Ho scritto i primi versi di Gloria quando avevo 20 anni” dice la cantante dai capelli d’argento, seduta nella sala riunioni di un palazzo di uffici in Times Square. “Li registrai per Horses qualche anno dopo, ma in realtà era un’affermazione di me stessa, non riguardava tanto Gesù. Lui è il veicolo, ma io stavo dichiarando la mia esistenza, il mio diritto a fare i miei errori, il diritto a fare le mie scelte. Stavo definendo il tipo di artista che ero, una che avrebbe preso da sé le proprie decisioni. Non sono plasmata da nessuno.”
(...) Ho abbandonato a 12 o 13 anni la religione organizzata, perché sono stata cresciuta come Testimone di Geova. Ho un forte retroterra biblico. Ho studiato parecchio la Bibbia quand’ero giovane e continuo a studiarla, indipendentemente da qualsiasi religione, ma la studio ancora.
Mia sorella è ancora Testimone di Geova. Parliamo sempre. Mi piace tenermi al corrente di quello che fa e quello in cui crede. Credo che in ogni religione ci sia del buono. Ma la religione, la politica e gli affari, tutte queste cose, si sono così corrotte e infuse di potere che davvero non mi interessano – governi, religione, aziende. Ma ho molto interesse per la condizione umana.


http://www.rollingstone.com/music/features/patti-smith-on-religion-noah-song-20141015

Qui la sua canzone per il film su Noè:

Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame
La mia presentazione
Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8393
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Messaggiodi Socrate69 » 05/04/2015, 11:03

Qualche idea di personaggi famosi, molti dei quali non hanno continuato a seguire il culto dei Testimoni di Geova

http://www.jwfacts.com/watchtower/famou ... nesses.php

http://www.dannyhaszard.com/celebrity_jehovah.htm
L'ignorante afferma, il saggio dubita, il sapiente riflette - Aristotele

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3699
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44

Luke Evans, attore

Messaggiodi Cogitabonda » 05/04/2015, 20:17

Immagine

Nato in un piccolo villaggio del Galles, il padre era muratore, la madre era donna delle pulizie, entrambi testimoni di Geova. A 16 anni lasciò la scuola, lasciò i testimoni di Geova e si trovò un lavoro, pagandosi coi propri soldi lezioni di canto. Vinse una borsa di studio per il London Studio Centre, dal quale si diplomò nel 2000, e iniziò una carriera teatrale. Dopo nove anni di teatro passò al cinema. Ha avuto ruoli nei film Scontro tra titani, I tre moschettieri, Fast and Furious 6, Lo Hobbit - La desolazione di Smaug; Lo Hobbit - La battaglia delle cinque armate, Dracula Untold.

Della sua infanzia Luke Evans ha raccontato in una intervista al Guardian:

“Spesso a scuola gli altri bambini mi guardavano come un lebbroso, perché ero testimone di Geova. A loro non piaceva – eri ‘strano’. E al sabato mattina andavi a bussare alle loro porte. Ricordo lo stare là in piedi accanto a mamma e papà, pensando ‘Oh mio Dio, so di chi è questa porta, e lunedì mattina dovrò vederli’. Era terribile.”

Terribile ma ti ha plasmato il carattere? “Beh, sono ancora qua, e sorrido” dice spiegando che il bullismo gli ha reso la pelle dura, e vedersi sbattere porte in faccia lo ha preparato a subire un rifiuto. “Quando non ottenevo una parte pensavo ‘Non ti preoccupare, ce ne sarà un’altra.’ Ancora oggi vivo così. Non c’è più niente che mi imbarazza davvero”.


http://www.theguardian.com/film/2013/dec/07/luke-evans-swaps-valleys-for-shire-hobbit
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame
La mia presentazione
Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8393
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Messaggiodi Romagnolo » 05/04/2015, 20:26

Grazie Cogi di queste tue ricerche, potrei consigliarti di cercare qualcosa anche su Maicol Jakson e Prince. :saggio:
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4929
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Cinzia » 05/04/2015, 20:28

Interessante...

Che ne dite, sullo stesso principio, di creare in un altro argomento, una biblioteca raggruppata di società in cui sono coinvolti i tdg?
Presentazione

Dopo aver cominciato a respirare, il mio primo bisogno fu: LIBERTA'.
I'm surrounded by Angels, I call them : my Friends.
Avatar utente
Cinzia
Utente Junior
 
Messaggi: 663
Iscritto il: 08/09/2012, 13:35

Messaggiodi Cogitabonda » 05/04/2015, 20:43

Cinzia ha scritto:Interessante...

Che ne dite, sullo stesso principio, di creare in un altro argomento, una biblioteca raggruppata di società in cui sono coinvolti i tdg?
Coinvolti in che senso? Ti riferisci ad attività lucrative in cui è coinvolta l'organizzazione? Se hai delle informazioni al riguardo puoi iniziare un thread, sicuramente se altri hanno informazioni da aggiungere le posteranno.
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame
La mia presentazione
Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8393
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Messaggiodi Cinzia » 05/04/2015, 21:09

Ok, ci provo.
Presentazione

Dopo aver cominciato a respirare, il mio primo bisogno fu: LIBERTA'.
I'm surrounded by Angels, I call them : my Friends.
Avatar utente
Cinzia
Utente Junior
 
Messaggi: 663
Iscritto il: 08/09/2012, 13:35

Sandrine Bonnaire, attrice

Messaggiodi Cogitabonda » 06/04/2015, 1:14

Immagine

Sandrine Bonnaire è un’attrice francese. Si rivelò al pubblico internazionale nel 1985 come protagonista del film Senza tetto né legge, diretto da Agnes Varda. Nella sua lunga carriera ha lavorato con molti registi importanti, fra cui Maurice Pialat, Claude Chabrol, Bertrand Tavernier, Brian De Palma.

Una sua intervista alla rivista Psychologie è intitolata “Della mia infanzia conservo soltanto i ricordi belli”. Leggete cosa ha detto riguardo alla religione di sua madre.

Sua madre era testimone di Geova. Festeggiavate ugualmente il Natale?
No. Non c’era un albero in casa e festeggiavamo dopo il Natale. Non so bene il perché. Conosco poco i testimoni di Geova.

Sua madre non ne parlava?
Sì, ma ho rimosso tutto. Non m’interessa molto neanche la religione cattolica. C’è un aspetto molto castrante nelle religioni. Una sorta di sottomissione, e questa idea del peccato che mi mette i brividi.


http://www.psychologies.com/Culture/Divan-de-Stars/Interviews/Sandrine-Bonnaire-De-mon-enfance-je-ne-garde-que-les-bons-souvenirs/

In altre interviste l'attrice ha dichiarato di avere molto rivalutato la madre dopo essere diventata madre lei stessa, di avere compreso le sue difficoltà. Appare significativo che per avere questo buon ricordo abbia dovuto rimuovere completamente ogni isegnamento religioso ricevuto dalla madre.
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame
La mia presentazione
Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8393
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Sir Cliff Richard

Messaggiodi Cogitabonda » 06/04/2015, 19:36

Immagine

Il nome non è esatto, perché quello vero è Harry Rodger Webb, l’appellativo “Sir” invece è autentico, in quanto insignito del titolo di cavaliere dell’Order of the British Empire.
Nato nel 1940 Cliff Richard iniziò la sua carriera giovanissimo, imitando Elvis Presley e Little Richard, raggiunse presto un’enorme popolarità in Gran Bretagna e successivamente a livello internazionale. In una carriera durata 50 anni ha venduto 21 milioni di dischi, il che lo piazza al terzo posto dopo i Beatles e Presley.
A differenza di altri personaggi di cui parliamo in questo thread, Cliff Richard non ebbe un’educazione da TdG nell’infanzia, studiò invece le loro dottrine da adulto, e decise di non abbracciare questo credo. Battezzato da piccolo nella chiesa Anglicana, si avvicinò ai Testimoni di Geova nel 1962, quando un membro del suo gruppo musicale (The Shadows) iniziò a studiarne le dottrine. Durante un tour negli USA accompagnò il suo amico a un’adunanza e si entusiasmò per la calorosa accoglienza ricevuta. Al suo rientro in patria scoprì che anche sua madre aveva iniziato a interessarsi ai TdG, così iniziarono insieme uno studio biblico, e Cliff vi si impegnò notevolmente, nonostante i numerosi viaggi e tour. La madre e le sorelle di Cliff si convertirono, mentre lui nell’estate del 1964 conobbe Bill Latham, un Cristiano Evangelico che insegnava religione nella scuola che Cliff aveva frequentato. Con lui iniziarono mesi di discussioni sulla Bibbia e sulle sue interpretazioni, mettendo anche a confronto le interpretazioni della WTS con quelle di altre chiese. Latham descrisse poi Cliff Richard come uno studente pignolo, che non accettava argomenti e risposte che non fossero basati sulla Bibbia. Il risultato di quegli studi fu riassunto da Cliff Richard in questa frase: “Più leggevo la Bibbia più mi allontanavo dai Testimoni di Geova.”
Cliff Richard è rimasto profondamente cristiano, dando voce alla sua fede anche nelle canzoni e negli spettacoli, ma soprattutto dedicando molto tempo e denaro ad attività di beneficenza, spesso collegate a istituzioni religiose cristiane di diversa denominazione. E’ noto per coltivare amicizie con religiosi protestanti e cattolici. Quanto ai rapporti con i TdG, Sir Cliff Richard ha sorelle e nipoti di quella fede, ed è stato visto al matrimonio di sua nipote in una sala del Regno (foto sopra).

Fonte: Turner S., 2008. Cliff Richard: The Biography. Lion Books. Oxford. ISBN 978-0-7459-5279-6.
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame
La mia presentazione
Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8393
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Messaggiodi Socrate69 » 06/04/2015, 19:40

Stai facendo veramente un bel lavoro, Cogi !
L'ignorante afferma, il saggio dubita, il sapiente riflette - Aristotele

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3699
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44

Messaggiodi Cogitabonda » 07/04/2015, 13:27

Romagnolo ha scritto:Grazie Cogi di queste tue ricerche, potrei consigliarti di cercare qualcosa anche su Maicol Jakson e Prince. :saggio:
Grazie per il suggerimento. Prince credo che sia un TdG attivo. A Michael Jackson ci arriveremo, però di lui si è già parlato molto, quindi preferisco parlare di altri prima di lui.
Spero che si sia capito che non intendo fare un semplice elenco, ma che sto cercando di documentarmi su quello che hanno scritto e detto queste persone sulla loro ex-religione, o quale atteggiamento hanno preso verso la religione in generale.
Molti lasciano i TdG dopo essere stati educati in quel credo, tra loro ci sono anche molti partecipanti a questo forum. Penso che faccia bene scoprire che altri, fra cui personaggi noti, hanno avuto esperienze simili alle loro.
Di sicuro non si iscrivono a un forum come il nostro quelle persone che hanno reagito come Sandrine Bonnaire, che ha rimosso dalla sua mente tutto ciò che riguardava gli insegnamenti religiosi. Mi chiedo quanti saranno coloro che hanno reagito in quel modo.

Per Socrate69: Grazie! :timido2:
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame
La mia presentazione
Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8393
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Gloria Naylor, scrittrice

Messaggiodi Cogitabonda » 11/04/2015, 14:41

Immagine
Gloria Naylor è una scrittrice americana, una delle principali rappresentanti del fenomeno letterario che fu chiamato Rinascimento Afroamericano. Il suo romanzo di esordio, del 1982, vinse il premio letterario National Book Award e ne fu tratta una miniserie televisiva prodotta e interpretata da Oprah Winfrey. E’ il solo dei suoi libri ad essere stato tradotto in italiano (Le donne di Brewster Place) ma Gloria Naylor ne ha scritti molti altri, non solo romanzi.
Il suo rapporto con i testimoni di Geova iniziò a 13 anni, quando sua madre cominciò ad avvicinarsi a quella religione. Nel 1968, profondamente turbata dall’assassinio di Martin Luther King, decise di non iscriversi al’università e di impegnarsi invece nella predicazione, mantenendosi con un lavoro di centralinista. Dunque si battezzò a 18 anni ed andò come pioniera speciale in Florida e in North Carolina. Nel 1975, all’età di 25 anni, lasciò i Testimoni di Geova e riprese gli studi. Dopo un baccellierato al Brooklyn College conseguì una laurea specialistica a Yale.
Ho tradotto per il forum un brano di un libro-intervista in cui si esprime sulla religione e sui TdG

MM Lei fa una distinzione fra l'essere spirituali ed l'essere religiosi?
GN Sì. Per me la spiritualità trascende la religione. A un certo punto della mia vita fui nella setta religiosa chiamata i Testimoni di Geova, perché credevo nella loro filosofia che fosse necessaria una teocrazia per risolvere i nostri problemi. I problemi cha la società si trovava di fronte erano troppo radicati nel sistema. Perciò un atto o una legge non potevano migliorare quello che c’era di sbagliato in questo paese o nel mondo. Loro proponevano un governo teocratico che a quel tempo mi attraeva. Negli anni sessanta pensavo di poter credere in quello che proponevano. Ho lavorato con loro per sette anni e non ho visto la venuta di nessun governo teocratico. Avevo venticinque anni all’epoca, la mia istruzione era quella della scuola superiore e non avevo delle abilità utilizzabili sul mercato. Mi iscrissi a una scuola per infermieri e mi ritrovai a dedicare più tempo alle lezioni di inglese che alle lezioni di infermieristica, perciò mi trasferii al Brooklyn College, dove presi la laurea in letteratura inglese. Fu allora che cominciai a prendere lezioni di scrittura creativa.
MM In che posizione si colloca rispetto alla cristianità ortodossa? I miei studenti ed io ci impegniamo spesso in un dibattito sulla sua posizione di scrittrice rispetto alla Bibbia. Ovviamente la sua familiarità con le Scritture ha avuto un rapporto privilegiato col mondo immaginario che lei costruisce.
GN Io sono un’outsider. Dopo l’esperienza con i Testimoni non aderisco a nessuna singola religione. Come si può? Sa com’è, ci sono tanti credi diversi nel mondo e la maggior parte del mondo non è cristiana. Ma credo che la spiritualità sia qualcosa che possiamo tutti condividere passando attraverso i confini religiosi. Per quanto mi riguarda, la spiritualità viene da un luogo che è più profondo della religione. Viene dallo stesso luogo da cui emerge l’ispirazione per i miei scritti. Io non snobbo le persone che sono religiose. E’ meglio essere religiosi che non-religiosi, suppongo. Perciò non sminuisco quegli sforzi. Solo che non trovo che la religione formalizzata faccia per me. Troppe cose sporche sono state fatte, attraverso i secoli, nel nome della religione.
MM Pensa che la Bibbia abbia un messaggio rilevante per le generazioni più giovani, per esempio la generazione hip-hop?
GN Penso che la Bibbia abbia dei principi che sono rilevanti per qualsiasi generazione. Al suo interno ci sono dei principi praticabili che si possono applicare ad ogni generazione, non importa quale. Dobbiamo solo distillarla fino a ridurla a qualcosa di tanto semplice quanto la regola aurea: “Fa’ agli altri come tu vorresti fosse fatto a te.” Se solo seguissimo quella premessa, il mondo attraverserebbe un cambiamento rivoluzionario. Ma credo che il problema del mondo oggi non sia la Bibbia oppure il Corano o il Bhagavad Gita. Credo che il problema sia nel fatto che la gente che aderisce a queste religioni non pratica in realtà i principi di queste religioni. E quindi non vi aderisco, non ho mai voluto essere inscatolata in una certa religione o precetto, voglio invece lasciare che la mia mente e la mia anima vadano ovunque.

(Montgomery M. L., 2010. The Fiction of Gloria Naylor: Houses and Spaces of Resistance. Univ Tennessee Press, città, pagg. 83-85)
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame
La mia presentazione
Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8393
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Anche Michelle Rodriguez

Messaggiodi Lucio » 15/04/2015, 12:55

L'attrice famosa, peraltro, per la serie Fast and Furious.

"Michelle è nata a San Antonio, nel Texas, il 12 luglio del 1978, figlia di Rafael Rodriguez, un immigrato portoricano, e di Carmen Milady Pared Espinal, un'immigrata dominicana. I genitori divorziarono nel 1986. È stata cresciuta ed educata come testimone di Geova dalla devota e religiosa nonna materna, anche se successivamente ha abbandonato questa religione. La Rodriguez ha un totale di dieci fratellastri, alcuni dei quali non ha mai incontrato."

http://it.wikipedia.org/wiki/Michelle_Rodriguez
Lucio
Utente Senior
 
Messaggi: 1741
Iscritto il: 05/07/2010, 20:43

Messaggiodi Cogitabonda » 19/04/2015, 0:28

Grazie per la segnalazione Lucio! A quanto pare nella serie di Fast & Furious c'è più di un ex-TdG!
Ho trovato un'intervista a Michelle Rodriguez in cui lei dice di essere stata "segnata a vita" dalla sua infanzia tra i TdG. Il termine da lei usato è "scarred" che letteralmente significa "segnata da cicatrici". Racconta di aver avuto, come tanti ragazzini, una doppia vita: a scuola era un maschiaccio, che imprecava e bestemmiava, poi indossava un bel vestitino e andava con la nonna in servizio.
http://www.interviewmagazine.com/film/michelle-rodriguez#_
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame
La mia presentazione
Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8393
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Messaggiodi anima » 19/04/2015, 12:51

quanti che sono :sorriso:
Mi presento

Se vuoi capire una persona, non ascoltare le sue parole, osserva il suo comportamento. (Albert Einstein)


Immagine
Avatar utente
anima
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4240
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32

Messaggiodi Lucio » 19/04/2015, 20:00

Cogitabonda ha scritto:Grazie per la segnalazione Lucio! A quanto pare nella serie di Fast & Furious c'è più di un ex-TdG!
Ho trovato un'intervista a Michelle Rodriguez in cui lei dice di essere stata "segnata a vita" dalla sua infanzia tra i TdG. Il termine da lei usato è "scarred" che letteralmente significa "segnata da cicatrici". Racconta di aver avuto, come tanti ragazzini, una doppia vita: a scuola era un maschiaccio, che imprecava e bestemmiava, poi indossava un bel vestitino e andava con la nonna in servizio.
http://www.interviewmagazine.com/film/michelle-rodriguez#_


Interessante intervista...! Grazie del link
Lucio
Utente Senior
 
Messaggi: 1741
Iscritto il: 05/07/2010, 20:43

Messaggiodi Cogitabonda » 23/04/2015, 1:05

Molto si è parlato di Michael Jackson e della sua appartenenza ai TdG, con numerosi interrogativi sulla sua dissociazione o disassociazione. Delle notizie interessanti a questo riguardo si possono leggere nell’autobiografia di sua sorella La Toya*. Vi si può leggere il racconto di quando lei e Michael, i più giovani tra i fratelli Jackson, erano attivi testimoni di Geova.

Ogni mattina Michael ed io davamo testimonianza, bussando alle porte in giro per Los Angeles, diffondendo la parola di Geova. Siccome la fama di mio fratello aumentava, doveva indossare dei travestimenti, come una tuta di gommapiuma per mascherarsi da obeso che comprò anni dopo, più o meno ai tempi di Thriller. Gli adulti si lasciavano ingannare facilmente dal travestimento di Michael, ma era raro che un ragazzo non lo riconoscesse. (Pag. 74)

I rimproveri che i TdG facevano a Michael.

Come uomo di spettacolo e idolo di milioni di persone, Michael era sempre rimproverato per cose come la lunghezza dei suoi capelli e perché indossava pantaloni a campana molto larghi in fondo. Mio fratello ama i colori vivaci, in particolare il rosso, provocando le critiche di un anziano: “I colori che porti sono troppo vivaci, e tu attiri attenzione su di te. Devi attenerti al marrone e al nero”. Alcuni Testimoni rifiutavano del tutto di associarsi con noi. (Pag. 77)

Il racconto di come reagivano di fronte alla sua fama.

Tutte le riserve di lunga data che questi Testimoni avevano sul fatto che Michael fosse un idolo del pop si cristallizzarono la sera in cui vinse il numero record di otto premi ai Grammy Awards del 1984. La mattina dopo un anziano gli lanciò l’ultimatum che mio fratello doveva scegliere fra la musica e la religione. “Quello che stai facendo è sbagliato” dichiarò quell’uomo. (...)
Diciamo la verità: molti Testimoni di Geova si riunivano fuori della Sala del Regno sperando di poter dare un’occhiata a Michael Jackson, sapendo bene che quel tipo di adulazione era proibita. (Pag 261)


Come iniziò il distacco di Michael Jackson dai testimoni di Geova.

“La Toya, io ...” le parole gli uscirono come un torrente “io non posso più parlare con te”.
“Che cosa vuoi dire?”
“Gli anziani si sono riuniti e mi hanno detto di non parlarti più perché non vieni più nella sala del Regno.”
Michael poi si scusò, disse che aveva bisogno di fare un giro e pensare. Andò a casa del suo amico Marlon Brando per chiedergli consiglio. Marlon lo consigliò: “Per l’amor del cielo Michael, è tua sorella. Se quello è il modo in cui agiranno non devi prendervi parte anche tu. Puoi sempre avere un’altra religione, ma non porai mai avere un’altra sorella.”
Michael decise di disobbedire all’editto degli anziani e dopo non andò più alle adunanze. A tutt’oggi non abbiamo mai discusso su cosa sia successo esattamente, ma so che successivamente troncò i sui legami con l’organizzazione con una lettera formale.” (Pag. 264)


*Jackson L. & Romanowski P., 1992. La Toya: Growing Up in the Jackson Family. Penguin Group (USA) Inc. ISBN 9780451174154

Riguardo alla dissociazione di Michael Jackson, nel 1987, possiamo rifarci a un altro libro:
Taraborrelli J.R., Michael Jackson The Magic, The Madness, The Whole Story, 1958-2009. Grand Central Publishing, New York, 2009

Gli anziani dei Testimoni di Geova di Woodland Hills, California, ricominciarono a fare pressioni su Michael. Avevano la forte sensazione che la recente pubblicità sui Testimoni li danneggiasse molto, e che gettasse una luce non bella sui Testimoni di Geova, perché Michael era così rappresentativo della fede. In quel periodo Michael era disilluso sugli anziani, soprattutto perché non voleva che gli dicessero cosa fare. Più ancora, non riusciva a conciliare il suo stile di vita e la sua carriera con i precetti severi di quella religione. Per la verità è quasi impossibile essere Testimone di Geova e uomo di spettacolo. Perciò nella primavera del 1987 Michael si ritirò dai Testimoni di Geova. Una lettera dalla sede centrale dei Testimoni di Geova a Brooklyn, New York, inviata come comunicato stampa, dichiarava che l’organizzazione “non considera più Michael Jackson testimone di Geova.” (...)
La decisione di Michael di lasciare la chiesa stupì sua madre, Katherine, e la fece disperare. Katherine non era più sicura di conoscere suo figlio. Però non ci fu con lui nessuna discussione su argomenti spirituali – letteralmente. Poiché è rigorosamente proibito a un Testimone di discutere argomenti di fede con gli ex-membri, anche se sono dei familiari, Katherine dice di non avere mai chiesto a Michael cosa fosse successo, e dice che non ha intenzione di porre mai simili domande. “Non mi è stato chiesto di ‘ostracizzare’ mio figlio” ha dichiarato, riferendosi a voci di quel genere. “Ma non possiamo più parlare di argomenti di fede, ed è un peccato.” (Pag. 367)
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame
La mia presentazione
Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8393
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia


Torna a Costume e società

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici