Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Film "La ragazza del mondo"

Spazio dove discutere dei problemi relativi ai rapporti tra i TdG e il mondo che li circonda

Moderatore: Gocciazzurra

Messaggiodi Achille » 28/03/2017, 7:04

A proposito di premi: http://www.cinemaitaliano.info/pers/041 ... iocco.html

2016 - Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia Premio Pasinetti
Premio Carlo Lizzani
Premio UAAR

2016 - Festival Annecy cinéma italien Premio Giuria dei giovani
Premio migliore interpretazione femminile

2016 - Galà cinema fiction Premio Francesco Rosi

2016 - Premio Fabrique du Cinéma Premio migliore opera prima

2017 - Moviemov Italian Film Festival Premio miglior film

2017 - David di Donatello Miglior regista esordiente a Marco Danieli

https://it.wikipedia.org/wiki/La_ragazza_del_mondo
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12364
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Achille » 28/03/2017, 8:23

Mario70 ha scritto:Ha vinto Danieli come miglior regista esordiente, premio di un certo calibro per il più importante premio del cinema italiano ovvero il David di Donatello.
Premio meritatissimo.
http://www.notizieweblive.it/news/intra ... co-danieli
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12364
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi pasqualebucca » 28/03/2017, 9:48

Finalmente è arrivato il DVD !! Ieri il corriere lo ha consegnato.
Oltre 1 mese di attesa, e meno male che non lo doveva comprare nessuno!!
Un grosso successo di critica e di vendite.

Saluti
Avatar utente
pasqualebucca
Utente Junior
 
Messaggi: 829
Iscritto il: 05/02/2017, 16:01

Messaggiodi pasqualebucca » 30/03/2017, 15:16

Ho visto il film ieri sera, con le cuffie e in HD per non perdermi niente, non posso fare una recensione obiettiva perché mi è piaciuto tantissimo ed ecco spiegati i molteplici premi vinti in giro per l'Italia.
Per la prima volta un film "vero" sul mondo geovista, corretto ed essenziale, non esagerato ma che rimarca quello che veramente succede in una famiglia di TDg.
Tranne Daniele Riondino troppo coatto, che effettivamente è troppo per la figura, tutti gli altri soggetti sono perfetti nelle loro funzioni di scena.

Mi ha colpito più di tutto la scena del comitato giudiziario, in cui la morbosità degli anziani(uno in particolare), era veramente insopportabile e penso a quelli che lo hanno subito con tutti i danni che questo ha potuto causare, e il tempo per guarire dopo essere stati disassociati.
In ultimo si è rimarcato il tema dell'ostracismo, praticato da entrambi i genitori nei confronti della figlia, e della povera sorellina(la spiona), che si è resa conto, sebbene piccola come età, di avere rovinato l'intera famiglia.
Non mi è piaciuta la fine, il fatto che vada via con un'altra disassociata per non si sa dove, non è stato bello, così come la questione studio e università.

Recensione: Film eccellente per parere mio.
Avatar utente
pasqualebucca
Utente Junior
 
Messaggi: 829
Iscritto il: 05/02/2017, 16:01

Messaggiodi Achille » 31/03/2017, 6:57

Vincitore del premio "Cinema giovane":

http://www.close-up.it/premio-cinema-gi ... co-danieli
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12364
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi play » 31/03/2017, 10:35

Raccontare i profondi cambiamenti della societa’ in cui viviamo non è facile. Se poi il tema è incentrato sulla figura di una donna che tenta di emanciparsi da un “antico” modo di concepire le relazioni umane il compito diviene ancor piu’ arduo e difficile. Difatti, la concatenazione delle azioni del film “La ragazza del mondo” di M. Danieli fornisce un’ immagine di alcuni “personaggi tipo” che assomigliano molto di piu’ a delle figure di cartone piuttosto che a dei personaggi veri e propri. Personalmente ritengo che sarebbe stato preferibile che i “personaggi individuo” si fossero mossi lungo percorsi un po’ piu’ interessanti. Gli elementi del montaggio corrispondono tutti a questa immagine: Libero è un pusher che si barcamena nel quotidiano grazie all' arcinota arte tutta italica di arrangiarsi. Evidentemente questi dettagli sono stati utilizzati come indizi per costruire una coerente interpretazione del carattere del personaggio, ma potevano essere utilizzati altri indizi di comportamenti differenti e contraddittori da montare in una sintesi che non sarebbe stata il frutto preliminare riguardo il carattere che gli autori volevano che i personaggi avessero, in modo tale cosi da sfociare in una interpretazione originale. L’ unico personaggio che si salva è Giulia, la quale lungo l’ arco della storia evolve senza sfociare nei clichè. La forte lacuna di questo film è proprio la scrittura della sceneggiatura. Se leggessimo con attenzione Amleto di Shakespeare ci accorgeremmo del fatto che la concatenazione di azioni montate dall’ autore da’ un’ immagine del personaggio come uomo di dubbi, un filosofo inadatto all’ azione. Celebre è infatti la famosa scena in cui l’ attore declama con un teschio il famoso monologo “esistenziale”. Ma gli elementi di questo montaggio non corrispondono tutti a questa immagine, infatti, Amleto agisce risoluto sia quando uccide Polonio, sia quando sfida Laerte, sia quando individua gli inganni che gli vengono tesi. In questo film si ha l’ impressione che il protagonista sia mezzo addormentato; eppure si tratta di un “primo amoroso” come Amleto, benché non abbia degli aspetti del promiscuo. Nel periodo d’ oro del cinema italiano ci siamo tutti identificati in una vasta galleria di personaggi tipo: il vigile, il giornalista fallito, il funzionario, con tutti i torpori morali tipici dell’ uomo medio. Dopo aver visto un film si usciva dalla sala del cinema tutt’ altro che divertiti, ma irritati e spesso compiaciuti del fatto di aver riconosciuto noi stessi nei tratti negativi dei personaggi. Alla fine della visione di questo film, benché sia centrato il problema dell’ ostracismo, si ha l’ impressione che gli autori si siano concentrati molto di piu’ sul cosa descrivere piuttosto che su come descriverlo. In ogni caso, dal mio punto di vista, il risultato è mediamente accettabile.
play
Utente Senior
 
Messaggi: 1453
Iscritto il: 23/12/2011, 8:56

Messaggiodi Achille » 31/03/2017, 11:27

pasqualebucca ha scritto:Non mi è piaciuta la fine, il fatto che vada via con un'altra disassociata per non si sa dove
Invece a me questa "fine" è piaciuta molto. Giulia poteva anche decidere di tornare, "pentita", dalla famiglia, invece va da questa disassociata che le voleva bene e le aveva già fatto capire che per lei non era cambiato niente. Giulia ha così scelto la libertà, al posto della "non vita" nell'organizzazione. Una libertà che ha compreso bene essere tutt'altro che facile. Una libertà che comporta anche fare degli sbagli, ma che le consente di vivere realmente e non solo di "aspettare", da brava TdG, che la vita alla fine passi, senza che succeda nulla di quello che avrebbe dovuto accadere...
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12364
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Mario70 » 31/03/2017, 12:15

Achille ha scritto:
pasqualebucca ha scritto:Non mi è piaciuta la fine, il fatto che vada via con un'altra disassociata per non si sa dove
Invece a me questa "fine" è piaciuta molto. Giulia poteva anche decidere di tornare, "pentita", dalla famiglia, invece va da questa disassociata che le voleva bene e le aveva già fatto capire che per lei non era cambiato niente. Giulia ha così scelto la libertà, al posto della "non vita" nell'organizzazione. Una libertà che ha compreso bene essere tutt'altro che facile. Una libertà che comporta anche fare degli sbagli, ma che le consente di vivere realmente e non solo di "aspettare", da brava TdG, che la vita alla fine passi, senza che succeda nulla di quello che avrebbe dovuto accadere...


Sono d'accordo é andata dall'unica persone che le voleva bene senza giudicarla e soprattutto senza volere niente in cambio, come invece avrebbero voluto tutti gli altri, parenti compresi.
«È vero, in tempi passati vi sono stati alcuni che hanno predetto la "fine del mondo", annunciando perfino una data specifica. Alcuni hanno raccolto intorno a sé gruppi di persone ... aspettando la fine. Tuttavia non è accaduto nulla. La "fine" non è venuta. Si sono resi colpevoli di falsa profezia» (Svegliatevi!, 22/4/1969, p. 23).
Presentazione
Avatar utente
Mario70
Utente Master
 
Messaggi: 5746
Iscritto il: 10/06/2009, 20:28
Località: Roma

Messaggiodi pasqualebucca » 31/03/2017, 18:17

Ripeto non mi è piaciuta il finale che avrei visto diversamente, certo non con un rientro nei TDg.
Il film è veramente una perla di rara bellezza, girato bene e sicuramente con attori capaci.
Il momento peggiore (ma il più reale), il comitato giudiziario e la morbosità degli anziani.

Il film avrebbero dovuto vincere un Oscar se fosse per me.
Ma sta girando bene e sono certo che presto girerà in Rai.
Avatar utente
pasqualebucca
Utente Junior
 
Messaggi: 829
Iscritto il: 05/02/2017, 16:01

Messaggiodi anima » 31/03/2017, 19:36

pasqualebucca ha scritto:Ripeto non mi è piaciuta il finale che avrei visto diversamente, certo non con un rientro nei TDg.
Il film è veramente una perla di rara bellezza, girato bene e sicuramente con attori capaci.
Il momento peggiore (ma il più reale), il comitato giudiziario e la morbosità degli anziani.

Il film avrebbero dovuto vincere un Oscar se fosse per me.
Ma sta girando bene e sono certo che presto girerà in Rai.

come vedevi il finale ? :boh:
Mi presento

E’ nei nostri momenti più bui che dobbiamo concentrarci per vedere la luce.
(Antonio Giordano)

Immagine
Avatar utente
anima
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4280
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32

Messaggiodi pasqualebucca » 01/04/2017, 15:56

Una visita e un riapparire della sorellina.
Insomma la riparazione del danno psicologico della sorellina che si sentiva in colpa per avere rovinato una famiglia.
La sua famiglia.
Avatar utente
pasqualebucca
Utente Junior
 
Messaggi: 829
Iscritto il: 05/02/2017, 16:01

Messaggiodi Achille » 01/04/2017, 17:22

pasqualebucca ha scritto:Una visita e un riapparire della sorellina.
Insomma la riparazione del danno psicologico della sorellina che si sentiva in colpa per avere rovinato una famiglia.
La sua famiglia.
La famiglia era già rovinata.
Forse l'intervento della sorellina è stato "provvidenziale", è servito a far uscire definitivamente Giulia dalla gabbia in cui si trovava.
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12364
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Recensione positiva su un blog di critica cinematografica francese

Messaggiodi Socrate69 » 04/04/2017, 5:17

L'ignorante afferma, il saggio dubita, il sapiente riflette - Aristotele

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3713
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44

Messaggiodi Achille » 05/04/2017, 11:10

"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12364
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Achille » 06/04/2017, 8:49

"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12364
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Achille » 10/04/2017, 13:54

Premio Mario Verdone a “La ragazza del mondo” di Marco Danieli:

“La ragazza del mondo” di Marco Danieli è il film vincitore dell’ottava edizione del Premio Mario Verdone, consegnato dai figli Carlo, Luca e Silvia Verdone al 18° Festival del Cinema Europeo di Lecce, con la seguente motivazione: “Perché con una regia sicura e di grande equilibrio, che già dimora un interessante rigore stilistico, trasforma la storia di un amore proibito nel racconto di un’emancipazione che sfida divieti e condizionamenti. Un film che affida al talento di due giovani attori, ben diretti, anche un viaggio in un mondo che svela oltre i luoghi comuni che gli appartengono”.

http://www.rbcasting.com/primo-piano/20 ... IpFDM.dpuf
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12364
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Socrate69 » 10/04/2017, 15:02

Altro sito in lingua francese che ne parla
http://publikart.net/belle-histoire-de- ... vril-2017/
L'ignorante afferma, il saggio dubita, il sapiente riflette - Aristotele

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3713
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44

Messaggiodi Achille » 11/04/2017, 11:25

Film Festival, la giuria studentesca ha scelto "La ragazza del mondo"

lunedì 10 aprile 2017


Scuola / Cultura - Bolzano Film Festival, il premio della giuria studentesca dell'Euregio è stato assegnato a "La ragazza del mondo" di Marco Danieli

Nove studenti e studentesse da Tirolo, Alto Adige e Trentino si sono calati la scorsa settimana nel ruolo del critico cinematografico decretando il vincitore del premio Giuria studenti Euregio della 31.ma edizione del Bolzano Film Festival. Il film scelto dai ragazzi è “La ragazza del mondo” di Marco Danieli. La cerimonia di premiazione al Filmclub di Bolzano ha visto la partecipazione dei tutor di questa speciale Giuria, Arnold Schnötzinger e Werther Ceccon, ed anche della rappresentante dell’Ufficio comune Euregio, Elena Rado. La giuria studentesca ha così motivato l’attribuzione del premio all’opera „La ragazza del mondo “ di Marco Danieli : “Abbiamo deciso di attribuire la nostra preferenza al film che mette in scena la più alta dose di sensibilità e allo stesso tempo mostra un processo verso la consapevolezza in se stessi, che fa davvero riflettere. Un film che è un invito a vivere la vita con libertà, con passione, sentimenti autentici, l’esatto opposto di una vita caratterizzata da una rigida impostazione familiare e da limitazioni religiose. Un film che si distingue per una narrazione decisa, una trasposizione attoriale credibile e un alto livello di identificazione dello spettatore con i bisogni e le necessità dei protagonisti”. La giuria studentesca dell’Euregio, proveniente da Alto Adige, Trentino e Tirolo era composta da nove membri: Chiara Bonoldi, Bolzano (Südtirol/Alto Adige), Elisa Leimgruber, Girlan (Südtirol/Alto Adige), Greta Maurer, Bozen (Südtirol/Alto Adige), Davide Angeli, Trento (Trentino), Marco Filippo, Trento (Trentino), Giona Vettori, Trento (Trentino), Vanessa Egger, Kaprun (Salzburg), Greta Longariva, Innsbruck (Tirol) und Irene Mallaun, See (Tirol). I nove studenti delle scuole superiori hanno iniziato la loro attività di giurati il primo giorno del Festival con un Workshop dal tema “Come si dibatte su un film?”. Così sono stati introdotti a quello che è il lavoro del critico in maniera da avere gli strumenti per potere valutare un film. Nei giorni seguenti hanno visionato cinque docu-film e lungometraggi: Geschwister di Markus Mörth, I figli della notte di Andrea de Sica, La ragazza del mondo di Marco Danieli; Unten di Djordje Čenić e Hermann Peseckas und Café Waldluft von Matthias Koßmehl. Il film vincitore „La ragazza del Mondo“ di Marco Danieli verrá ora proiettato nel corso dell’anno scolastico 2017/18 e nell’ambito del Programma “Cinema&Scuola” in diversi cinema di Bolzano, Trento e Innsbruck alla presenza del regista.

http://www.regioni.it/dalleregioni/2017 ... do-508915/
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12364
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Romagnolo » 11/04/2017, 11:54

Ma questa iniziativa "Cinema e scuola" prevederà di farlo visionare anche alle studentesche? :boh:
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4985
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi Achille » 12/04/2017, 11:25

"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12364
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Bari International Film Festival

Messaggiodi Achille » 13/04/2017, 7:55

Fra i film in concorso anche "La ragazza del mondo":

http://www.terzapagina.it/2017/04/bifst-2017/
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12364
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

"Film coraggioso e ispirato"

Messaggiodi Socrate69 » 15/04/2017, 22:27

L'ignorante afferma, il saggio dubita, il sapiente riflette - Aristotele

Presentazione
Avatar utente
Socrate69
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3713
Iscritto il: 18/12/2013, 15:44

Messaggiodi Achille » 19/04/2017, 11:36

"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12364
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Cogitabonda » 06/05/2017, 20:39

Socrate69 ha già postato alcune recensioni francesi del film. In questa pagina web c'è un utile elenco di 12 recensioni apparse sulla stampa francese, con i link ai vari articoli: http://www.allocine.fr/film/fichefilm-2 ... es/presse/
A quanto pare il critico di Le Figaro è stato il più entusiasta.
Ricordiamo che nella versione francese il titolo del film è L'affranchie.
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame
La mia presentazione
Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8405
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Messaggiodi Achille » 08/05/2017, 11:34

"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12364
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Achille » 06/06/2017, 5:20

"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12364
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Achille » 19/06/2017, 8:40

"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12364
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Globo d'oro al film "La ragazza del mondo"

Messaggiodi Cogitabonda » 19/06/2017, 10:44

I Globi d'oro sono premi assegnati dall'Associazione Stampa Estera. Nell'edizione di quest'anno, la 57a, il Globo d'oro per la migliore opera prima è stato assegnato a La ragazza del mondo con la seguente motivazione: "Marco Danieli racconta con eleganza l'emancipazione dalla religione di una giovane donna. Lo spiccato spirito di osservazione del regista dà al film un senso di autenticità che rende ancora più credibili i riti religiosi e i paradossi di un mondo a volte oscuro da decifrare."
Compiacersi di aver ragione è sgradevole - Avere troppa coscienza di sé è odioso - Commiserarsi è infame
La mia presentazione
Avatar utente
Cogitabonda
Moderatore
 
Messaggi: 8405
Iscritto il: 01/06/2011, 1:45
Località: Nord Italia

Messaggiodi Achille » 21/07/2017, 8:57

«Bologna, 21/07/2017 - 09:30 (informazione.it - comunicati stampa - arte e cultura) Premiato come miglior regista esordiente ai David di Donatello MARCO DANIELI incontra il pubblico di CINEMA IN GIARDINO in occasione della proiezione del film LA RAGAZZA DEL MONDO, pellicola che ha ottenuto riconoscimenti in importanti Festival cinematografici internazionali. I due attori protagonisti SARA SERRAIOCCO e MICHELE RIONDINO sono stati insigniti del Ciak d'Oro quale Coppia cinematografica dell'anno.»

http://www.informazione.it/c/82A63D4A-3 ... CO-DANIELI
"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12364
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi Achille » 21/07/2017, 8:59

"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12364
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

PrecedenteProssimo

Torna a Costume e società

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici