Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Il primo obiettore di coscienza in Italia: Remigio Cuminetti

Sezione in cui si analizzano le vicende storiche dell'organizzazione

Moderatore: Achille

Il primo obiettore di coscienza in Italia: Remigio Cuminetti

Messaggiodi Achille » 21/11/2018, 19:02

"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 12415
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

Messaggiodi anima » 23/11/2018, 14:02

mi sa che tutti i TDG di vecchia data lo conoscono :pred:
Mi presento


Neve di Umberto Saba

Neve che turbini in alto e avvolgi
le cose di un tacito manto.
Neve che cadi dall'alto e noi copri
coprici ancora,all'infinito: imbianca
la città con le case,con le chiese,
il porto con le navi,
le distese dei prati.....


Immagine
Avatar utente
anima
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4318
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32

Interessante da mettere nel tuo sito...

Messaggiodi Vieri » 23/11/2018, 15:40

Achille ha scritto:http://www.nuovasocieta.it/il-primo-obiettore-di-coscienza-in-italia-remigio-cuminetti/

Per certi aspetti, questo lo potrei anche capire di odiare la violenza e la guerra ma era inizialmente un operaio militarizzato e in questo stato (direi molto fortunato per quei tempi...) poteva anche non creare grane e starsene buono a fare cuscinetti.....ma ha voluto esagerare....

In un periodo del genere dove come ben noto si fucilavano soldati renitenti ad andare all'attacco ( i carabinieri che sparavano a chi rimaneva indietro o si fermava...) o chi si feriva ad un piede per andare in infermeria.... , fare "l'obiettore di coscienza" era abbastanza discutibile se alla fine si desiderava veramente aderire al proprio credo, o...salvare la pelle......
Ai posteri l'ardua sentenza.....
Presentazione
Chi non conosce la verità è uno sciocco, ma chi, conoscendola, la chiama bugia, è un delinquente.
Bertolt Brecht
Avatar utente
Vieri
Utente Master
 
Messaggi: 5716
Iscritto il: 03/11/2015, 15:55

Povero Remigio

Messaggiodi domingo7 » 24/11/2018, 17:30

Evidentemente nei tempi passati ogni tipo di obiezione alle fanfaronate di moda
dava un fastidio immenso a quelli che avevano in mano il potere

Remigio era testimone di Geova o forse aveva qualche parente testimone di Geova? può darsi ....

Nei pasticci però finivano anche quelli che erano cattolici, liberali, socialisti, anarchici o solo liberi pensatori

Da una parte c'era la bestia dello stato autoritario, militarista e guerrafondaio che esaltava la violenza e l'eroismo gratuito
mentre dall'altro se ne stavano tranquille le chiese tradizionali (mescolando il sacro con il profano e inneggiando ai sacri doveri della gioventù)
e la croce rossa (che ricuciva meticolosamente i residui di lavorazione e trasfondeva sangue a gargamella nelle vene dei poveri feriti)

Se una volta era così e basta, una domanda sorge però inevitabile:

ma questa gente ... come cacchio lo vedeva il mondo???
Presentazione

Ma come si conviene a dei santi, né fornicazione, né alcuna impurità, né avarizia, sia neppur nominata fra voi; né disonestà, né buffonerie, né facezie scurrili, che son cose sconvenienti; ma piuttosto, rendimento di grazie [Efesini 5,3-4]
Avatar utente
domingo7
Utente Senior
 
Messaggi: 2140
Iscritto il: 21/07/2009, 18:06
Località: Chiavari (Ge)


Torna a La storia dei Testimoni di Geova

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici