Buone Feste (by MatrixRevolution)

Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

I TESTIMONI DI GEOVA Le origini, il successo, i problemi

Sezione in cui si analizzano le vicende storiche dell'organizzazione

Moderatore: Achille

I TESTIMONI DI GEOVA Le origini, il successo, i problemi

Messaggiodi anima » 06/05/2019, 16:50

https://digilander.libero.it/rinnovamen ... li_31.html


Come abbiamo visto, dal punto di vista teologico i Testimoni di Geova non costituiscono un fenomeno nuovo né originale. Vi è però un aspetto in cui i Testimoni di Geova sono diversi da quasi tutti gli altri movimenti religiosi: essi infatti hanno avuto nei loro primi presidenti autentici geni dell’organizzazione e della dottrina dell’azione. Nei settori della stampa, della propaganda, dell’organizzazione, della gestione finanziaria (in cui la chiave della loro stabilità consiste in un piccolo guadagno moltiplicato per i milioni di pubblicazioni che vengono vendute ogni anno nel mondo e in un sistema estremamente razionale di concentrazione e distribuzione dei contributi dei fedeli), i Testimoni di Geova sono stati protagonisti di tutta una serie di intelligenti innovazioni. Essi costituiscono perciò un prezioso richiamo all’importanza, nel mondo moderno, della dottrina dell’azione, un ambito questo che spesso i cattolici hanno la tendenza a trascurare.


:bb:
Mi presento
Immagine

Maggiore è l’ostacolo, maggiore è la gloria nel superarlo. (Moliere)
Avatar utente
anima
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4627
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32

Messaggiodi Jeff » 06/05/2019, 17:09

Mah,io penso che invece che il successo se lo vogliamo chiamare così è da attribuirsi all'ingenuità di chi ha creduto che mancava poco alla fine del mondo e quindi valeva la pena di buttarsi a capofitto in una setta. Nella storia non mancano esempi di idee utopistiche poi rivelatesi fallaci. Le pubblicità ingannevoli nel campo del commercio quanti ricchi hanno prodotto? Una nota venditrice televisiva poteva pubblicizzare delle erbe che aggiunte all'acqua "scioglievano " il grasso della pancia. Provo una profonda avversione verso la setta dei TdG per aver ingannato ,illuso e sfruttato molte persone né più né meno di altre religioni. Anzi peggio.
Avatar utente
Jeff
Nuovo Utente
 
Messaggi: 132
Iscritto il: 24/04/2018, 6:42

Messaggiodi Ray » 06/05/2019, 18:21

Razionalmente anche io non vedo questo tanto decantato successo.
Se lo sono appiccati addosso come il guscio di una tartaruga. :ironico:
Più volte se ne è discusso ,è confrontandoli ai vari culti ,il successo che loro
stessi dichiarano è privo di fondamento.
:ciao:
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 11313
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Messaggiodi deliverance1979 » 06/05/2019, 18:57

Penso che il tutto si possa spiegare con il seguire un'illusione.

I Testimoni Di Geova nascono in periodo particolare della storia, in USA, quando ci fu un risveglio religioso particolare.
La prima spinta che potremmo definire genuina forse perchè fatta in buona fede fu data da Russell che diede l'impulso millenaristico di una fine imminente.
Russell era anche ben corazzato economicamente e quindi potè anche supportare tale religione nel suo primo espansionismo.

Gli Studenti Biblici inizialmente per propagandare la loro chiave di lettura biblica o religione utilizzarono sistemi molto innovati a livello tecnologico.
Ma questo non è assolutamente un segno della benedizione divina.
Oggi molte nazioni militarmente svantaggiate, si avvalgono di hacker e tecnologie informatiche per colmare quei gap scientifici di nazioni più potenti.
All'epoca i TDG essendo pochi, ed avendo un messaggio millenaristico da annunciare al mondo intero, avevano bisogno di strumenti per potenziare questa loro opera ed il loro esiguo numero.
Niente di trascendentale.

La cosa che invece è stato il motore propulsivo di questo gruppo, a mio modesto parere è uno solo, "La chiave millenaristica della loro lettura biblica"...

I testimoni di Geova hanno portato a credere milioni di persone che stavano vivendo in un periodo storico molto particolare.
I continui rimandi delle scritture bibliche ad eventi sociali, economici e politici del mondo contemporaneo hanno fatto si di creare un'illusione di massa che attraverso la continua partecipazione alle adunanze e leggendo sempre lo stesso materiale propagandistico, non facevano altro che rafforzare tale convinzione.

Quindi tutti coloro che si ritrovarono ad ascoltare la loro predicazione tra la fine del XIX° secolo ed il XX° secolo, non facevano altro che osservare i continui sviluppi umani affiancati a scritture bibliche che, sapientemente collegate tra loro che portavano a Rivelazione o Apocalisse, l'ultimo libro della bibbia...

Diciamo che il vero successo dei TDG lo si può riassumere in tre punti.

1 - Visione millenaristica con una manifestazione pratica, reale e tangibile di tutta la bibbia.
2 - il 1914
3 - L'urgenza della fine.

La visione millenaristica portò a collegare le scritture bibliche ad eventi storici reali, che a loro volta si identificarono nell'anno 1914, ed anche se inizialmente le loro attese vennero disattese quando Russell e quei primi studenti biblici pensavano che sarebbero stati rapiti in cielo come 144000, si salvarono poi in calcio d'angolo con lo scoppio della prima guerra mondiale, che gettò il mondo in un periodo geopolitico molto particolare.
Quindi, una volta che si ripresero dalla scoppola di non essere stati rapiti in cielo nel 1914, poterono rifarsi il trucco e dire di aver sbagliato l'intendimento di quella data, che non era in realtà un punto di arrivo per essere rapiti in cielo, ma di inizio per predicare la fine di questo mondo.

Quindi da li inizia la vera illusione e tragedia di questa religione, con una coincidenza storica, lo scoppio della prima guerra mondiale.

Ma, come si dice in guerra, loro hanno perso lo slancio dell'offensiva.
Passi che non si era capito l'inizio e l'importanza di quell'anno, ma oggi a distanza di 105 anni, cosa possiamo dire?

I Testimoni di Geova hanno cavalcato il famoso secolo breve 1914 - 1991, che è stato effettivamente un periodo molto intenso per l'umanità, ma che però non aveva niente di profetico voluto da Geova.

Infatti, il primo intendimento dei Testimoni di Geova guidati da Russell era che nel 1914 sarebbero stati rapiti in cielo. Ma non essendo successo nulla, cambiarono intendimento, consapevoli che la predicazione della bibbia e della loro filosofia non era stata compiuta in tutto il mondo, quindi da bravi millenaristi e fondamentalisti fecero dire alla bibbia cosa più li aggradava, ovvero che il tempo della fine partiva dal 1914 e sarebbe durato una generazione, di almeno 70-80 anni, secondo la scrittura di Salmo che contempla la durata della vita di un uomo.
Quindi, sembre secondo i dettagli dei TDG, chi tra di essi era piccolo o appena nato nel 1914, proprio come Noè, avrebbe avuto la quasi certezza di predicare tale notizia e di ricordare anche la fine di questo mondo.
Quindi la fine di questo mondo o sistema di cose doveva venire in un periodo che poteva andare dal 1914 al 1994 come orizzonte ultimo.
Ve lo ricordate il secolo breve?

1914 - 1991
Prima guerra mondiale, seconda guerra mondiale, crisi economiche, decolonizzazione dell'Africa, affermazione del terrorismo internazionale, guerra fredda (conflitti in asia, america latina, dittature di vario tipo), pericolo di guerra atomica, malattie come la spagnola e l'HIV, la conquista dello spazio, internet, la globalizzazione, l'inquinamento....

Quindi, ogni anno di questo periodo dava nuovo carburante per l'auto convincimento dei TDG ed il Corpo Direttivo poteva sparare vaccate in quantità industriale, tanto si prestava questo periodo storico alla filosofia millenaristica dei TDG.

Anzi, più passavano gli anni e ci si avvicinava al 1994 e più i segni dei tempi sembravano dare conferma della ragione scritturale e biblica dei TDG.
ed è nel periodo che va dal 1960 al 1990 che si ha il maggiore impulso.
Anche se nel 1975 ci fu una battuta di arresto per via di false aspettative della fine, alla fine si ripresero subito, il mondo era in continuo fermento, e poi, da quell'anno mancavano ancora 19 anni alla data di scadenza ultima della famosa generazione che avrebbe anche ricordato la fine.
Quindi più passavano gli anni e ci si avvicinava al 1994 e più lo zelo aumentava.
Per meglio dire l'auto convincimento che faceva da benzina per questo apparato propagandistico bruciava a mille e dava la forza e la spinta ai vari TDG di essere prossimi alla fine.

Poi venne il 1994 e non accadde nulla.
Nel 1995 si cambio intendimento, ed anche se la delusione era molta, si sperava che la fine potesse venire almeno entro il XX° secolo, ma penso che questo nuovo intendimento riguardante la fine, che non era più della durata della vita di un uomo, di 70 - 80 anni, ma riguardava un periodo storico.... questo è per me il punto finale di questa illusione, il resto è solo un movimento che va avanti grazie alla forza propulsiva avuta da quell'illusione che fece crescere questa religione da quattro gatti a diversi milioni, ovvero ricordare un evento straordinario quale la venuta del regno di Cristo, la fine del dominio umano e l'inizio del Nuovo Mondo della durata di 1000 anni prima e dell'eternità dopo....

Poi, quello che venne successivamente, ovvero l'11 settembre 2001 dove in un rigurgito misto tra paura ed emotività, i TDG pensavano che forse dopo tutta questa attesa, finalmente poteva scoppiare la grande tribolazione ma niente, ennesima delusione.
Poi nel 2007 si cambiò ancora intendimento sulla durata della fine e da qui in poi siamo in caduta libera, non ci credono più neanche loro alle vaccate che sparano, tutto è in sospensione.
Non sanno se sono vivi o morti, che senso ha predicare.
Purtroppo per un movimento che è vissuto a pane ed indottrinamento, a sacrifici ed illusioni, a false speranze e separazione dal mondo, la fine naturale, anche per orgoglio, è una malattia lunga e dolorosa.
A differenza di movimenti violenti come i regimi dittatoriali o settari che hanno una fine veloce e violenta causata da altri, i TDG si stanno uccidendo da soli lentamente.
Non esiste un avversario diretto che li può annientare se non il tempo e la mancata promessa di tutte le illusioni a cui hanno creduto.
L'organizzazione cerca di tenere serrati i ranghi con i sensi di colpa e con un sistema di indottrinamento che fa si che i nuovi nati si abituino a separarsi dal mondo, a battezzarsi ed a vivere in simbiosi con l'organizzazione, cosi che se un domani pensa di andarsene via da tale gruppo, c'è la disassociazione (ovvero la morte sociale) a fermarlo.
Inoltre con un educazione molto limitante su cultura, sport, carriere lavorative ed ambizioni si cerca di plasmare un essere umano privo di gratificazioni fuori da questa religione e che ha come scopo ultimo della sua realizzazione l'attesa di questo nuovo mondo che lo farà diventare perfetto, bello, con una casa ideale, una moglie ideale in un mondo ideale, mentre ora è solo un'essere anonimo, con un lavoro anonimo e senza tangenza alcuna con il mondo di satana che presto deve essere distrutto....

Ma se prima tutte queste cose funzionavano perchè c'era l'attesa di una fine imminente, si era dentro il secolo breve 1914-1991, oggi molte di queste aspettative sono andate in frantumi e le nuove generazioni mantengono solo una fede di facciata, sempre più prive di tutti quei sensi di colpa che invece imprigionavano i TDG pre 1995 a dubbi amletici se potevano essere degni o meno, nonostante gli sforzi, di sopravvivere alla fine del Mondo...

Le nuove generazioni di TDG sono degli zombie nati in una religione che non hanno scelto e che toglie loro tutto, per questo vagano in avanti verso non si sa cosa... Sono esseri anonimi in un mondo globalizzato pieno di altre religioni e senza punti di riferimento profetici...
Le vecchie generazione sono consapevoli di aver buttato una vita seguendo un sogno per oltre 80 anni, e mentre i loro genitori potevano non aver ricordato Harmagheddon causa vecchiaia, loro, quelli che oggi hanno 40 - 50 - 60 anni, cresciuti a pane Harmagheddon e diversità nei confronti di quelli del mondo, sanno che questo treno doveva venire nel 1994, ma purtroppo per loro in stazione hanno aspettato e nessun treno è passato...

Cosa rimane loro quindi dopo 145 anni da che Russell iniziò questa avventura carica di aspettative e di visioni apocalittiche del futuro?
Una massa di gente che ha fatto rinunce, sacrifici, ha subito umiliazioni e diversità, è stata educata pensando che il mondo potesse finire da un momento all'altro semplicemente accendendo la televisione ed ascoltando il telegiornale che annunciava un evento che avrebbe dato il via alla Grande Tribolazione prima, e poi non rimaneva che aspettare Harmagheddon.
Ora tutta questa tensione emotiva e frustrazione sociale ha creato migliaia di individui insicuri, depressi, e le cui problematiche iniziano a manifestarsi dentro la congregazione.
La pedofilia che è solo la punta dell'iceberg non è una cosa normale, ma la manifestazione di gente disturbata e repressa....
Quanti vivono una condizione di disagio per quello che potevano essere e non sono stati?
Ora inizia il disastro dottrinale e sociale dei TDG.
La nascita di numerosi gruppi di TDG critici nei confronti del Corpo Direttivo e dei nominati, era impensabile 30 anni fa, oggi invece il malumore monta sempre di più.
I giovani non avendo più sensi di colpa derivanti da una fine del mondo imminente (dal 1994 ci sono stati due cambiamenti dottrinali su tale evento), hanno sempre meno freni e vivono tranquillamente una doppia vita.
Ma per quelli del Corpo Direttivo va tutto bene, e loro crescono e sono forti...

Che ognuno tragga le proprie conclusioni....
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 5260
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi VictorVonDoom » 06/05/2019, 19:16

Disamina perfetta, come sempre.
Solo un appunto.
Un pedofilo è una persona malata, nulla a che vedere, a mio avviso, con frustrazioni varie.
Semplicemente tra i tdg, essendo un gruppo di persone come qualsiasi altra religione o circolo sociale, possono annidarsi o infiltrarsi "predatori".
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 1945
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Messaggiodi deliverance1979 » 06/05/2019, 20:20

Carissimo Victor, non vorrei che la pedofilia fosse il risultato ultimo di una rigida educazione.
Mi spiego meglio. Alcuni serial killer hanno dimostrato un passato di rigida educazione religiosa, fatta di umiliazioni, sensi di colpa, divieti. Ora purtroppo non si può fare di tutta un'erba un fascio, ma sarebbe interessante sapere queste statistiche. I pedofili TDG sono predatori esterni a tale religione, o sono nati in questa religione? Perchè se sono nati in questa religione, stando agli standard educativi dei TDG, cosa è andato storto? Il numero statistico dei TDG pedofili, è uguale, minore o maggiore rispetto ai pedofili del mondo o in altre religioni? Ho fatto questa osservazione per via che in passato, in un rapporto di studio psicologico sui disturbi che affliggevano i TDG, questi dimostravano un livello molto alto rispetto ai non TDG. Ma purtroppo il fattore della fede religiosa è un dato sensibile, motivo per cui, raccogliere dati con tali parametri risulta difficile, ma per alcuni aspetti, comodo per qualcuno.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 5260
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Romagnolo » 06/05/2019, 21:13

I primi dirigenti saranno anche stati abili economi del denaro raccimolato dall' Organizzazione, ma quelli odierni ...se sono giunti qualche anno fà a piangere miseria e chiedere fondi tramite un broadcasting,...devono essere proprio poco capaci.
Caro Deliv, non sò quanto valga come confronto a livello mondiale, ma quando anche qui fù linkato il resoconto rilasciato dalla filiale australiana alla Royal Commission, in esso risultavano casi di pedofilia compiuti prima di divenire Testimoni di Geova, ma la stragrande maggioranza era stata perpetrata da componenti battezzati.
Ricordati che lo studio biblico è si gratuito, ma poi ricordati che la WT richiederà che tu le dia altrettanto gratis il tuo impegno, tempo e risorse.
Presentazione
Romagnolo
Utente Master
 
Messaggi: 5351
Iscritto il: 27/07/2014, 13:08

Messaggiodi deliverance1979 » 07/05/2019, 7:45

Romagnolo ha scritto:I primi dirigenti saranno anche stati abili economi del denaro raccimolato dall' Organizzazione, ma quelli odierni ...se sono giunti qualche anno fà a piangere miseria e chiedere fondi tramite un broadcasting,...devono essere proprio poco capaci.

Carissimo, a mio modestissimo parere, questa cosa ha una spiegazione ben definita, che si chiama secolarizzazione.

A partire da Russell e dai primi studenti biblici, i TDG che operarono dopo il 1914 e per tutta la durata del primo intendimento, ovvero della generazione di 70 - 80 anni di vita che avrebbe dovuto ricordare la fine, ebbero anche la fortuna di sovrapporsi al famoso periodo storico detto secolo breve, avevano da una parte la speranza di vedere la fine di questo mondo, e dall'altra, l'illusione delle spiegazioni bibliche che dava il Corpo Direttivo, sovrapporsi agli eventi storici.

Ora questo insieme di dottrine millenaristiche e sovrapposizione storica era come carburante nucleare per la motivazione del fedele.

Per questo, quelle generazioni di TDG si spendevano anima e corpo, con capacità, risorse economiche, tempo e quant'altro nell'espansione di questa religione.

Pensavano veramente che la fine di questo mondo fosse prossima e che il tempo che avevano a disposizione per predicare tale "buona notizia" (la chiave di lettura millenaristica e salvifica che i TDG hanno della bibbia) in tutto il mondo fosse poco.

In molti durante gli anni 1980 del secolo scorso pensavano che il XXI° secolo lo si sarebbe ricordato nel nuovo mondo di Dio descritto in diversi passi biblici di diversi autori, ma sapientemente collegati tra di loro, con un collage biblico fatto dal Corpo Direttivo.

Di conseguenza, poichè i TDG pensavano veramente di essere protagonisti di qualcosa di più grande di loro, di un disegno divino scritto nella bibbia, tenuto nascosto alle grandi religioni cristiane per oltre 2000 anni, ed ora, proprio nel XX° secolo, spiegato a questa religione attraverso lo spirito santo che, miracolosamente, aveva fatto capire a Russell, Rutherford e tutti gli altri membri del corpo direttivo, come incastrare tra di loro le scritture della bibbia e capire (illudersi) come, in tutti questi millenni di storia umana, si era giunti al culmine, alla resa dei conti tra il regno celeste retto da Geova e da Gesù, e la ribellione demonica ed umana presente qui sulla terra, che ormai aveva i giorni contati.

Se ci fate caso, in questo modus operandi si trovano molte analogie con movimenti stile terra piattismo o di matrice settaria o estremistica, dove persone "emarginate" dalla società, vedono in una visione del mondo o dell'universo una loro sorta di rivincita nei confronti di una società che invece li ha sempre tenuti in seconda scelta, cosi come, una mania di protagonismo nel far parte di un progetto più grande .
Si potrebbe aprire un dibattito sul profilo psicologico medio del prototipo di credente di questi movimenti.

Quindi, con tutto questo background di vaccate bibliche ed eventi storici che sembravano dare corpo a tali copia ed incolla scritturali con marcati risvolti millenaristici, la WTS ed il suo Corpo Direttivo hanno creato un'illusione di massa fattiva, dove i vari aderenti di questo culto si ritrovavano a contribuire credendo di essere protagonisti di questa futura fine del mondo, di essere i profeti, i predicatori di un giudizio universale.

La costruzione di sale del regno, le ore di vita sprecate nel predicare ad altri questa illusione sono figlie appunto di quell'auto convincimento.

Ma quando si rompe questo giocattolo?

Come ho detto in precedenza e sostenuto in molti altri post, per me la data da individuare è quella del 1995, quando si passo dalla generazione di 70-80 anni, ad una non meglio identificata generazione basata sugli eventi storici di un periodo che iniziava sempre nel 1914 ma che non aveva una data di scadenza, ma era comunque a detta del Corpo Direttivo, "Un breve periodo di tempo"....
Poi superato ancora con l'ennesimo nuovo intendimento correttivo del 2007, ovvero della generazione basata sugli unti che dal 1914 hanno formato una sorta di passaggio di testimone generazione che dovrebbe portare ad Harmagheddon.
Ma questa spiegazione grottesca e complessa fatta solo per cercare di mantenere alto quel senso di illusione rottosi nel 1995, non ha fatto altro che peggiorare le cose ed aumentare invece la consapevolezza che questa illusione di fine imminente si manifesti per quello che in realtà è: Una grande presa in giro basata su un auto convincimento di massa creato ad hoc su versetti biblici incatenati tra di loro da persone umane.

Li, nel 1995, penso che c'è stato un duro colpo all'orgoglio di questa religione.
Ma poichè quella variazione di intendimento non è stata una fine violenta, come a Berlino 30 aprile 1945, cosi come i tedeschi non vollero arrendersi anche difronte all'evidenza dei fatti che la guerra era perduta, anche i TDG non vollero piegarsi ed ammettere di aver buttato la loro vita per nulla, l'unica cosa da fare era provare ad aspettare. Ma da li in poi, ogni anno in più, avrebbe fatto perdere un pezzo di fede e di speranza.

Poi, vuoi per orgoglio, vuoi perchè frequentare tre volte a settimana le adunanze di congregazione che continuamente ti giustificano tale cambiamento dottrinale, ti dicono di attendere e ti ricordano di quanto la fine in realtà potrebbe essere vicina, molti TDG non hanno rotto i ranghi e sono rimasti al loro posto, ma, gli sforzi per il servizio di predicazione, per la contribuzione all'espansione dell'opera e la costruzione di sale del regno, cosi come l'urgenza della fine, da quell'anno in poi, per me sono iniziate a scendere.

I rapporti farlocchi che la WTS pubblica nei propri annuari, sono appunto drogati e falsati.
Penso che un proclamatore medio se faccia realmente 4 - 6 ore di servizio di predicazione al mese è tanto.
Ma poi, che qualità è tale predicazione?
Passeggiare con le riviste sottobraccio?
Stare impalati accanto ad uno stand di predicazione con le pubblicazione impilate ordinatamente su una rastrelliera?

Dove sono tutti quei libri corposi di pagine stampati durante gli anni 60 - 70 - 80 e 90 del secolo scorso?

Tutto si è spostato sulla spettacolarizzazione della fede.
Siccome la fine non è venuta, bisogna tenere alta l'attenzione, almeno nell'immaginario.
Quindi la WTS sta spendendo molto per fare film ed altri prodotti multimediali che rimandano alla fine di questo sistema di cose, a rivedere eventi biblici dando loro quel pathos che solo la cinematografia e gli effetti speciali possono dare.
Quindi cosa c'è di meglio che creare un dramma biblico che unisca bravi attori, begli effetti speciali ed insegni anche grazie a questi, la chiave di lettura millenaristica dei TDG.

Il Corpo Direttivo sa molto bene che ormai la predicazione sta raggiungendo una fase di stallo.
Molte nazioni in via di sviluppo, anche se popolose, non hanno quel potenziale di crescita sperato, perchè per la loro cultura ed il background storico, il cristianesimo è visto come una religione aliena.
Nelle altre zone del mondo che invece potrebbero avvicinarsi a tale religione perchè provenienti da una cultura di stampo cristiano, la crescita è solo interna, ormai le persone che dovevano entrare in questa religione la loro entrata l'hanno fatta decenni or sono e quindi sono le nuove generazioni che nascendo dentro i TDG e sovrapponendosi ai loro genitori e nonni, ingrossano tale numero, ma fino a quando?
Quindi, l'importante è non far infrangere questo sogno ed almeno tenersi quelli che ormai sono dentro e sono nati in questa religione.

Ma tale accanimento terapeutico porta con se enormi disastri.
Le nuove generazioni non hanno scelto come i loro genitori e frequentano passivamente e forse in maniera disillusa una religione che fin da piccoli ha sempre loro tolto molto rispetto ai loro coetanei del mondo.
Questo porta a nuove generazioni di anziani e servitori di ministero (che dovrebbero condurre una congregazione), sempre più svogliati, e sempre di meno come numero.
La predicazione non ha più l'urgenza del secolo scorso.
La contribuzione in denaro per l'acquisto e l'ampliamento di sale del regno, sale delle assemblee e filiali bethel è sempre di meno.
Tutto si sta spostando su internet e su film e video, una fede passiva che alla lunga disincentiverà sempre di più la predicazione di casa in casa, ormai tutti hanno un PC o uno strumento che può accedere ad internet, che serve andare a suonare i campanelli di casa in casa (penseranno sempre di più le nuove generazioni).
Senza contare che ogni potere che sta li da decenni, come il Corpo Direttivo, ha anche le sue colpe ed i suoi difetti, primo tra tutti illudere milioni di persone. E dentro questa religione stanno nascendo sempre di più nuovi gruppi che vedono in questa guida una sorta di tradimento dei principi biblici e clima congregazionale che in passato hanno invece fatto crescere tale religione, e questi movimenti di protesta sono guidati da quella generazione di TDG che è nata e cresciuta dopo il 1970 e che è stata la prima a subire grandi conseguenze di vita da questa religione in termini di rinunce, umiliazioni e diversità, ed aver assistito al cambiamento dottrinale che posticipò Harmagheddon a data da destinarsi.

Per me i TDG sono come una macchina che percorre un lungo rettilineo a tutta velocità, il periodo che va dal 1914 al 1994 ha rappresentato il carburante pieno e quindi la spinta propulsiva massima, nel 1995, la benzina è finita e loro hanno messo a folle per proseguire tale corsa su questa strada infinita che dovrebbe condurli ad Harmagheddon. l'11 settembre 2001 ha rappresentato una piccola discesa che forse gli ha dato qualche chilometro di vantaggio, ma come gli anni passano, la macchina cala sempre più di velocità, ed il rettilineo davanti a loro è ancora lungo...
Prima o poi si fermeranno, ma il tramonto è iniziato.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 5260
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi cattivo esempio » 07/05/2019, 8:56

deli

le tue analisi sociologiche sulla storia dei tdg, sono prevenute
infatti prevedi sempre la fine dei tdg

ti manca l'obbiettività
tutto finisce per te nel 1994
peccato che da allora siano raddoppiati

vorresti fare la storia con le tue aspettative personali

p.s. se volessero secolarizzarsi eliminerebbero il problema trasfusioni
crescerebbero in maniera esponenziale
cattivo esempio
Utente Junior
 
Messaggi: 651
Iscritto il: 07/09/2011, 19:15

Messaggiodi VictorVonDoom » 07/05/2019, 9:06

cattivo esempio ha scritto:deli

le tue analisi sociologiche sulla storia dei tdg, sono prevenute
infatti prevedi sempre la fine dei tdg

ti manca l'obbiettività
tutto finisce per te nel 1994
peccato che da allora siano raddoppiati

vorresti fare la storia con le tue aspettative personali

p.s. se volessero secolarizzarsi eliminerebbero il problema trasfusioni
crescerebbero in maniera esponenziale


I numeri bisogna saperli anche leggere, comunque.
Purtroppo non abbiamo dati specifici a supporto, possiamo solo ipotizzare e, secondo me, non andare lontani dalla realtà.
Sono raddoppiati?
Ma quanti sono frutto della predicazione porta a porta?
Quanti sono, invece, semplicemente "figli di"?
Quanta percentuale proviene da nazioni "occidentali" e quante da nazioni "in via di sviluppo" dove l'accesso all'informazione e istruzione (l'arma definitiva contro tali movimenti) è limitata se non assente?
Quanti rimangono li solo nominalmente a causa della minaccia dell'ostracismo?
Basta guardare le percentuali degli annuari e farsi due conti della serva...
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 1945
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Messaggiodi cattivo esempio » 07/05/2019, 10:00

VictorVonDoom ha scritto:
cattivo esempio ha scritto:deli



Basta guardare le percentuali degli annuari e farsi due conti della serva...


vedo che non sai neanche fare i conti della serva
accecato come sei dai pregiudizi
e dalle speranze personali

sono raddoppiati,.....punto....
cattivo esempio
Utente Junior
 
Messaggi: 651
Iscritto il: 07/09/2011, 19:15

Messaggiodi deliverance1979 » 07/05/2019, 10:18

I numeri raddoppiano in base ai proclamatori, non battezzati, crescita interna.
La vita media si è allungata e quindi le nuove generazioni si sovrappongono a quelle vecchie.
Considera che sono in vita persone degli anni 1920 o 1930, che fanno numero con i nati del 2005 che oggi hanno 14 anni e che potrebbero essere proclamatori.
Victor ha ragione.

Le congregazioni dalle mie parti si riuniscono, le sale delle assemblee si vendono.

Anche Mussolini diceva che aveva 8 milioni di baionette, poi si è visto come è andata la storia.

Se è per questo, Avventisti e Mormoni, contemporanei dei TDG sono aumentati ancora di più, quindi...?

Il tempo ci darà risposta, vediamo tra 15 - 20 anni cosa accadrà.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 5260
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi VictorVonDoom » 07/05/2019, 10:35

cattivo esempio ha scritto:
VictorVonDoom ha scritto:
cattivo esempio ha scritto:deli



Basta guardare le percentuali degli annuari e farsi due conti della serva...


vedo che non sai neanche fare i conti della serva
accecato come sei dai pregiudizi
e dalle speranze personali

sono raddoppiati,.....punto....


Penso che tu abbia qualche problemino, onestamente!
Accecato da che? Scusa, cosa vuoi che mi importi se scompariranno fra 5, 10, 20 anni o mai?
Speranza di cosa? Che mi cambia se raddoppiano o diminuiscono?
Io posso solo dire le mie impressioni e giocare al gioco delle "previsioni". Perchè ti accalori così tanto?
Presentazione

"Nessuno dovrebbe sentirsi obbligato a seguire una forma di adorazione che considera inaccettabile o a scegliere fra le proprie credenze e la propria famiglia." (g 07/09 p.29)
Avatar utente
VictorVonDoom
Utente Senior
 
Messaggi: 1945
Iscritto il: 14/05/2016, 19:25

Messaggiodi deliverance1979 » 08/05/2019, 20:48

cattivo esempio ha scritto:p.s. se volessero secolarizzarsi eliminerebbero il problema trasfusioni
crescerebbero in maniera esponenziale


Potrebbero eliminare le trasfusioni di sangue, l'ostracismo, la netta separazione dal mondo.
Ma poi, cosa diventerebbero?

Tutte queste prese di posizione cosi estreme e drastiche sono state fatte sempre in funzione di una cosa sola, l'attesa della fine del mondo imminente.

Il fondamentalismo biblico che hanno i TDG si basa su un'interpretazione letterale dei passi biblici, tra i quali il sangue, la separazione dal mondo e la disassociazione....
Oltre a migliaia di altri dettagli che servono alla Dirigenza della WTS per oberare il fedele di sensi di colpa e imposizioni continue derivanti dai loro collage scritturali.

Quindi, togliendo tutte queste cose, che figura farebbero verso quelle generazioni più anziane, ovvero over 40 - 45 anni e fino agli 80, forse le uniche che ancora fanno da fondamenta economiche e di risorse per questa religione.
Con che faccia quelli del Corpo Direttivo, dopo 145 anni di dogmi su tali punti, direbbero ai TDG abbiamo scherzato su trasfusioni, ostracismo, rinuncia di carriere del mondo e via dicendo.

Potrebbero farlo ma non ora.
E qualora lo farebbero, si prenderebbero per il c..o da soli, dimostrando per l'ennesima volta come 145 anni di sacrifici, rinunce, diversità ed umiliazioni imposte a milioni di persone, illudendole con la promessa della fine del mondo e di un nuovo sistema paradisiaco portato da Gesù, non siano servite a nulla, e tutta questa storia basata su pii desideri, alla fine della fiera, si è rivelata appunto una grottesca favoletta.

Già, con i cambi interpretativi sulla fine di questo mondo, che dal 1994 è passato da una generazione di 70 - 80 anni, ad un periodo di tempo storico breve nel 1995, alle generazioni degli unti che si sovrappongono del 2007, hanno fatto una pessima figura.

Ma ormai, possiamo aspettarci di tutto.
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 5260
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36


Torna a La storia dei Testimoni di Geova

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici