Infotdgeova - LiberaMente - Il Forum


Lo scopo di questo forum è quello di analizzare in chiave critica la dottrina e l'organizzazione dei Testimoni di Geova

Disassociazione e proclamatori non battezzati

Sezione in cui si analizzano le vicende storiche dell'organizzazione

Moderatori: Achille, Achille

Disassociazione e proclamatori non battezzati

Messaggiodi Malcico71 » 17/11/2019, 0:56

Salve a tutti i foristi e lettori misti
Dopo molto tempo di inattività nel forum volevo portare all'attenzione un argomento di cui sentii parlare molti anni fa.

Vi risulta che diversi anni addietro la wts potesse disassociare anche i proclamatori non battezzati?
Io ho cominciato a frequentare i tdG alla fine degli anni '80/inizio '90 e ricordo di aver sentito dire di questa cosa, ma non ricordo di aver mai visto nessuno che venisse disassociato come proclamatore non battezzato.

Qualcuno ha mai sentito di parlare di questa situazione, ed eventualmente fino a che periodo fu applicata questa pratica?

Grazie
Malcico71
La verità è solo quello che il Partito ritiene vero. Non è possibile discernere la realtà se non attraverso gli occhi del Partito. - George Orwell - 1984



Presentazione: prima parte - seconda parte
Avatar utente
Malcico71
Utente Senior
 
Messaggi: 1321
Iscritto il: 01/07/2010, 22:18

Messaggiodi Jeff » 17/11/2019, 6:35

Ciao Malcico,assolutamente è vero quello che hai sentito dire.
Io iniziai a studiare fine '82 e poco dopo ,quindi presumo nell'83 massimo 84 ci fu un caso di disassociazione di una donna che non era ancora battezzata. Sempre in quel periodo 3 giovani proclamatori furono ripresi ufficialmente dal podio per una trasgressione ma in quel caso non ci fu disassociazione.
Avatar utente
Jeff
Nuovo Utente
 
Messaggi: 239
Iscritto il: 24/04/2018, 6:42

Messaggiodi Achille » 17/11/2019, 9:35

"Tantum religio potuit suadere malorum".
Presentazione - Twitter - Facebook
Avatar utente
Achille
Amministratore
 
Messaggi: 13164
Iscritto il: 10/06/2009, 16:22

E una cavolata pazzesca disassociare prima che uno si battezzi.

Messaggiodi Ray » 17/11/2019, 9:36

Ma magari mi avessero disassociato prima di battezzarmi,avrei aperto
gli occhi ancor prima. :occhiol:
Secondo me questo fatto era a discapito della organizzazione e quindi ci hanno rinunciato
O no? :boh:
Ray

Le falsificazioni e le varianti involontarie si accumulano man mano che un testo è ricopiato attraverso i secoli. Ogni scriba riproduce gli errori degli scribi precedenti e ne aggiunge di propri. Non possediamo alcun originale dei libri del nuovo testamento, ma neppure copie eseguite direttamente sugli originali, né copie di copie...Bart D. Ehrman
Genesi
Avatar utente
Ray
Utente Platinium
 
Messaggi: 11408
Iscritto il: 04/01/2012, 18:27
Località: "città nuova"

Messaggiodi deliverance1979 » 17/11/2019, 10:02

Mannaggia ad Achille, il capo degli apostati che mi ha preceduto, ma volevo rispondere a Malcico71 con la mia esperienza maccheronica da TDG ventennale...

Malcico71 ha scritto:Salve a tutti i foristi e lettori misti
Dopo molto tempo di inattività nel forum volevo portare all'attenzione un argomento di cui sentii parlare molti anni fa.

Vi risulta che diversi anni addietro la wts potesse disassociare anche i proclamatori non battezzati?
Io ho cominciato a frequentare i tdG alla fine degli anni '80/inizio '90 e ricordo di aver sentito dire di questa cosa, ma non ricordo di aver mai visto nessuno che venisse disassociato come proclamatore non battezzato.

Qualcuno ha mai sentito di parlare di questa situazione, ed eventualmente fino a che periodo fu applicata questa pratica?

Grazie
Malcico71


I nostri cugini di terzo grado forse quarto, ovvero quelli di "proclamatore consapevole", che ancora non si sono svegliati dalla sbornia millenaristica, ma ancora credono che le vaccate sparate dalla WTS siano realmente provenienti dall'invisibile ed intangibile Geova e dal suo inesistente reame celeste.... :fronte:, hanno scritto un articolo a tal proposito dedicato a Michael Jackson, non sò se ti riferivi ad una circostanza simile.
Lo riporto per correttezza di citazione.

http://proclamatoreconsapevole2.blogspot.com/2019/11/michael-jackson-e-la-sua-fede-come.html

In questo articolo si parla del trattamento riservato a chi è un proclamatore non battezzato, che viene ripreso e che perde tale status di proclamatore.
Ora, in passato forse i TDG erano più rigidi con tali persone, anche se, non essendosi battezzati, non avevano fatto il famigerato "patto di sangue", che invece uno compie con il famoso bagnetto in acqua del battesimo.
Quindi, il fatto di non poter parlare con loro dipendeva, a mio modesto parere, dall'errore che questa persona aveva compiuto e che lo aveva allontanato dai TDG come proclamatore.

Per rinfrescare la memoria a tutti e far capire a chi ci legge e non è TDG, bisogna fare un passo indietro e spiegare un pò tutto il percorso che deve fare una persona normale che viene in contatto con i TDG, oppure uno che nasce in una famiglia di TDG per diventare TDG a tutti gli effetti.

Prima di battezzarsi, che è praticamente l'ultimo stadio della dedicazione effettiva di una persona che vuole diventare TDG, ci sono per cosi dire quattro ipotetici livelli di progresso...

1 - Studio biblico a casa con due TDG che può durare qualche mese o anche un anno (per uno che nasce in una famiglia di TDG, questa cosa sarà automatica, visto che i genitori, fin dalla sua infanzia, inizieranno a leggergli argomenti biblici da libri scritti per la WTS a tale scopo e per questa fascia di età, all'epoca c'era "Il mio libro di racconti biblici", ed "Impariamo dal grande insegnante", poi, con il crescere, ci sono i libri e gli articoli della serie "I giovani chiedono, risposte pratiche alle loro domande").

2 - Frequentazione delle adunanze dei TDG e successiva partecipazione a tali riunioni attraverso i commenti dal posto su articoli di studio vari svolti nelle adunanze del Martedì, il famoso studio di libro ora abolito ed accorpato all'adunanza del Giovedì, l'adunanza di ministero e di servizio del Giovedì, e lo studio della torre di guardia la Domenica (anche in questo caso, chi nasce in una famiglia di TDG, accompagnerà fin dai primissimi giorni di vita i genitori alle adunanze di congregazione, alle assemblee e via dicendo, cosi che, famigliarizzeranno immediatamente con tale ambiente, che diverrà loro una cosa del tutto comune, a differenza di uno che dal mondo, dovrà frequentare questo gruppo).

3 - Iscrizione alla Scuola di Ministero teocratico, che si tiene nell'adunanza del Giovedì, dove appunto, in due o tre aule o sale, quella principale dove è riunita la congregazione e quindi la maggior parte dei TDG di quella zona, e nella famosa sala B o C dove invece è presente un uditorio più ristretto di 10 - 15 persone, si tengono delle parti svolte sia da TDG battezzati e TDG non battezzati... dove gli uomini fanno dei discorsi basati o sulla lettura di un passo biblico, o argomentando degli aspetti di vita quotidiana o dottrina, mentre le donne, che faranno un discorso a coppia con un'altra donna, fanno solitamente dei discorsi dove chi fa il discorso svolge il ruolo della protagonista della situazione, mentre l'altra TDG fa l'oggetto del discorso, che può essere una persona incontrata mentre si sta predicando e quindi ha delle obiezioni da fare, oppure un'altra sorella TDG che ha dei problemi, dei dubbi e chiede consigli. Logicamente, tutte queste situazioni devono essere affrontate con la logica personale, ma sempre unite a diverse scritture bibliche che sosterranno tale logica (Uno che nasce in una famiglia TDG non è obbligato a fare questo, ma, esortato dalla famiglia e dal contesto in cui si trova a farlo, visto che tutti svolgono tali parti, e che se uno "ama" Geova e la sua organizzazione, deve prima o poi prendere parte attiva a tali attività teocratiche). Tale scuola è fatta in maniera tale che ad ogni discorso si debbano superare dei punti che vogliono far migliorare la dizione, la lettura, e molti altri aspetti utili a preparare un non proclamatore a tale scopo, e quindi a predicare, mentre un TDG non battezzato, dovrebbe migliorarsi per fare progresso e quindi battezzarsi, uno che invece è già battezzato, dovrebbe aspirare ad incarichi maggiori quali servitore di ministero, anziano e via dicendo.

4 - A questo punto, dopo aver famigliarizzato con gli argomenti biblici, conosciuto la congregazione, svolto delle parti davanti ad un uditorio più o meno grande, si giunge al famoso punto dove, anche Michael Jackson era sicuramente arrivato, ovvero predicare la buona notizia del regno nel territorio di appartenenza alla congregazione. Prima di diventare proclamatori si dovrebbe aver superato i precedenti tre step, ed inoltre, gli anziani, valuteranno la condotta della persona che deve andare in predicazioni, che dovrebbe non essere scandalosa per la congregazione e per le persone del territorio a cui si andrà ad evangelizzare la buona notizia di Geova. Motivo per cui, si verrà esaminati attraverso una serie di visite di incoraggiamento, dopo di che, se non ci sono impedimenti, si diventa "proclamatori non battezzati" e si potrà iniziare a frequentare le adunanze per il servizio, dove si verrà abbinati, inizialmente ad altri TDG più esperti, cosi da imparare come relazionarsi con le varie situazioni che si possono incontrare nel territorio, poi, si man mano che si diventa esperti, si potrà addestrare altri a tale scopo (una nota interessante viene da tutti quelli che nascono in questa religione, che, anche se non sono iscritti alla scuola di Ministero teocratico, ed anche se non sono proclamatori, per forza di cose accompagnerano i propri genitori nel servizio di campo, e quindi, per loro, tale addestramento avverrà di pari passo con la crescita. In sostanza, uno che ha 10, posto che inizia a capire da quanto ha 4 - 5 anni, già, saranno almeno 5 anni che, tutte le settimane, accompagna il genitore alle adunanze, in servizio di campo a predicare agli altri e via dicendo, in poche parole, crescendo, è già bello che indottrinato a vedere queste cose come normali).

5 - Siamo arrivati all'ultimo step che è il battesimo, che solitamente lo si compie dopo aver svolto i precedenti passaggi.

Ora, diciamo che un proclamatore non battezzato ha praticamente compiuto 4 dei cinque step, e quindi è conosciuto nella congregazione, è conosciuto nel territorio e via dicendo. A questo punto, essere tolto da "proclamatore" e quindi anche dal non fare più discorsi pubblici in Sala del Regno, vuol dire che la persona ha compiuto dei peccati, o ha tenuto degli atteggiamenti sbagliati.
Quali sono queste situazioni?

Citiamo quelle più comuni che abbracciano vizi e virtù delle persone mortali.... :ironico:
Fumare o drogarsi
Usare un turpiloquio sfacciato o bestemmiare
Essere degli attaccabrighe
Avere dei vizi quali gioco d'azzardo
Logicamente anche se si compivano reati gravi quali furto, omicidio, truffa e via dicendo, ma penso che queste cose siano condannate anche dalla giustizia del mondo di Satana....

E fino qui, potremmo dare ragione agli intelligentoni della WTS, che grazie ai consigli della bibbia, vorrebbero mantenere il corpo e lo spirito sani.... ma lo fanno anche i salutisti di mezzo mondo atei, agnostici o diversamente credenti.... :ciuccio: :ciuccio: :ciuccio:
O comunque le persone mediamente educate e morali che non sono TDG.... e vabbè, ai TDG piace dire di se che sono sempre migliori degli altri.... :mirror: :mirror: :mirror:

Ora invece passiamo nel campo dei gusti e delle passioni personali, motivo per cui, la WTS inizia ad entrare a gamba tesa nella vita della persona, ponendolo sempre a fare una scelta tra le passioni e le opportunità offerte da questo mondo di Satana che presto (da 145 anni lo dicono) deve essere distrutto, con invece quanto richiesto da Geova tramite il Corpo Direttivo di Unti (144.000) che capeggia tale congregazione, attraverso il quale, è possibile salvarsi ad Harmagheddon, che, verrà presto (sempre 145 anni che si aspetta).

Di questo gruppo di situazioni, possiamo elencare alcuni aspetti....

Praticare sport non consentiti dalla WTS quali arti marziali, pugilato, o simili...
Aver fatto sesso con una persona con la quale non si era sposati....quindi la propria ragazza/o (tralasciamo poi il fatto delle relazioni omosessuali) :occhiol: :occhiol: :occhiol:
Avere atteggiamenti poco esemplari nel frequentare locali "mondani" o poco raccomandabili.... con atteggiamenti discutibili quali abbigliamento e look personale che non si addicono ad un cristiano.... :diablo:
Scrivere libri, comporre musica, o girare film che trattano di argomenti banditi dalla WTS...
In poche parole, tutti quei comportamenti che pur essendo leciti, e fatti da miliardi di persone, vengono censurati dall'intellighenzia watchtoweriana....

Per non parlare poi, dell'argomento apostasia, ovvero, obiettare sulla dottrina TDG o su argomenti scritti dal Corpo Direttivo, con i quali, una propria logica o modo di pensare, potrebbe trovare dei bug o non essere d'accordo, argomentando anche con obiezioni logiche. Ma siccome lo Schiavo Fedele e Discreto, che può si sbagliare, ma fino a che non rettifica lui stesso le vaccate sparate in precedenza, si devono prendere tali vaccate come cibo spirituale a suo tempo.
Quindi, andare contro quanto detto dal Corpo Direttivo o Schiavo Fedele e Discreto, significa non essere sottomessi e non dimostrare umiltà, motivo per cui ci si espone ad essere tolti da proclamatore.

Ora, nel caso di Michael Jackson, la sua rimozione da proclamatore o eventuale disassociazione se era battezzato, avvenne per via dei video che aveva girato. Finzione totale che però aveva a che fare con i temi del mondo della notte, ovvero gli zombi, e quindi, opera di Satana.... poveracci, è lo sò i TDG stanno messi proprio male... dovete avere pazienza... :ironico:

Però dovete considerare che nel 1982, periodo in cui Mickael Jackson dava alle stampe Thriller, si credeva veramente che la fine fosse vicina, e che il periodo che andava dal 1984 al 1994 era una decade particolare, che appunto, vedeva la scadenza della profezia della generazione nata e vissuta nel 1914 (anno in cui per i TDG iniziano gli ultimi giorni) che avrebbe ricordato anche Harmagheddon.

Comunque per tornare sempre ad un tema più in generale, per esperienza personale, le persone che erano proclamatori e che per i "peccati" sopra elencati venivano tolti da tale incarico, venivano annunciati all'adunanza del Giovedì, nella parte "Annunci locali" dove spesso si annunciano le disassociazioni, la perdita di privilegi (quando un TDG battezzato perde lo status di servitore di ministero o di anziano di congregazione), oppure l'annuncio che un TDG si è battezzato e fa parte della congregazione dei TDG a tutti gli effetti o che ha ricevuto degli incarichi come servitore di ministero o anziano.

Bene, a questo punto ci si potrebbe domandare, ma come reagisce la congregazione alla nomina che un TDG non battezzato ma proclamatore, non è più proclamatore a causa della sua condotta contraria alle norme della WTS?
Dipende da molti fattori.
Per quel che ne so io, se il peccato compiuto è maccheronico, spesso viene considerato un pò come un inattivo, non viene invitato ad uscire con altri TDG per scopi ricreativi e vive un pò ai margini della congregazione, ma, comunque, viene salutato, può essere invitato a partecipare ad attività teocratiche extracongregazionali come ad esempio lo studio della torre di guardia e via dicendo.

Poi, è normale che gli anziani della congregazione, qualora il tizio non più proclamatore sia un'apostata o abbia atteggiamenti non tollerabili o pericolosi, si premureranno di fare delle visite pastorali ai vari fratelli che lo frequentavano di più, o che potenzialmente potrebbero entrare in contatto con lui, spiegando come sarebbe opportuno non frequentare tale persona.

Quindi, a differenza della disassociazione, applicata solo ed esclusivamente ai battezzati, e per la quale il TDG di turno medio, avrà una cieca obbedienza alle direttive WTS nel non salutare e stare in compagnia di tale persona, per il proclamatore che perde tale status, la sensibilità e la tolleranza di interazione con verso tale persona varia e dai motivi della perdita di tale nomina, e dalla simpatia/antipatia che tale persona aveva nei confronti della congregazione e per altri aspetti.

Quindi, possiamo dire che si, perdere lo status di proclamatore può essere per alcuni versi estremi paragonato alla disassociazione, ma neanche tanto....

Scusate la lungaggine ma spero di aver spiegato l'aspetto....
« Senza aver visto la Cappella Sistina non è possibile formare un'idea apprezzabile di cosa un uomo solo sia in grado di ottenere. »
Johann Wolfgang von Goethe

Presentazione
Avatar utente
deliverance1979
Utente Master
 
Messaggi: 5546
Iscritto il: 20/12/2009, 16:36

Messaggiodi Malcico71 » 17/11/2019, 11:58

Grazie per i commenti e ad Achille per la segnalazione della pagina inerente.
Era quello che cercavo.

Un'altro cambio di rotta quindi che hanno avuto negli anni ...
La verità è solo quello che il Partito ritiene vero. Non è possibile discernere la realtà se non attraverso gli occhi del Partito. - George Orwell - 1984



Presentazione: prima parte - seconda parte
Avatar utente
Malcico71
Utente Senior
 
Messaggi: 1321
Iscritto il: 01/07/2010, 22:18

Messaggiodi anima » 17/11/2019, 12:11

Anni fa nella mia ex sala disassociarono una proclamatrice
Immagine


La vita non è né brutta né bella, ma è originale! (Italo Svevo)
La vita


Presentazione
Avatar utente
anima
Veterano del Forum
 
Messaggi: 4972
Iscritto il: 14/02/2013, 16:32

Messaggiodi Liberamente » 17/11/2019, 22:07

Certo che se le sono inventate tutte, chi si ricorda il “patto di fedeltà” che facevano chi non poteva risposarsi per le lungaggini burocratiche dei divorzi di un tempo ma con quel patto erano come marito e moglie, la base scritturale di questa cosa la sto ancora cercando...
“Non è necessario avere una religione per avere una morale, perché se non si riesce a distinguere il bene dal male quella che manca è la sensibilità, non la religione. M.Hack”


Presentazione : viewtopic.php?f=7&t=25175
Avatar utente
Liberamente
Nuovo Utente
 
Messaggi: 141
Iscritto il: 18/01/2019, 10:59

Messaggiodi Jeff » 19/11/2019, 10:02

Liberamente ha scritto:Certo che se le sono inventate tutte, chi si ricorda il “patto di fedeltà” che facevano chi non poteva risposarsi per le lungaggini burocratiche dei divorzi di un tempo ma con quel patto erano come marito e moglie, la base scritturale di questa cosa la sto ancora cercando...

e il caso di un TdG divorziato legalmente da una donna che non era TdG e pretendeva da lei una dichiarazione scritta per potersi risposare :boh:
Avatar utente
Jeff
Nuovo Utente
 
Messaggi: 239
Iscritto il: 24/04/2018, 6:42

Messaggiodi Neca » 21/11/2019, 23:39

Malcico71 ha scritto:Salve a tutti i foristi e lettori misti
Dopo molto tempo di inattività nel forum volevo portare all'attenzione un argomento di cui sentii parlare molti anni fa.

Vi risulta che diversi anni addietro la wts potesse disassociare anche i proclamatori non battezzati?
Io ho cominciato a frequentare i tdG alla fine degli anni '80/inizio '90 e ricordo di aver sentito dire di questa cosa, ma non ricordo di aver mai visto nessuno che venisse disassociato come proclamatore non battezzato.

Qualcuno ha mai sentito di parlare di questa situazione, ed eventualmente fino a che periodo fu applicata questa pratica?

Grazie
Malcico71

Bentornato caro Malcico71, io ricordo che facevano l'annuncio dal podio che il tal proclamatore o la tale proclamatrice non è più proclamatore/trice! Altro non so!
Presentazione Se violenti una donna o un bambino, violenti te stesso! Ma tu non vuoi farti del male, vero? Allora smettila di violentare ed uccidere donne e bambini! Solo i vigliacchi lo fanno!
Avatar utente
Neca
Veterano del Forum
 
Messaggi: 3114
Iscritto il: 18/04/2012, 10:56


Torna a La storia dei Testimoni di Geova

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

Crisi di coscienza

Crisi di coscienza. Fedeltà a Dio o alla propria religione?
Parole franche di un testimone di Geova

Il libro biografia di un ex-membro del corpo direttivo tradotto in tutto il mondo che svela i segreti interni del gruppo. Ordinalo subito!
Sostienici